Está en la página 1de 5

7/4/2016

circ75

REGIONE
AssessoratoTerritorioedAmbiente

ASSESSORATOREGIONALETERRITORIOEDAMBIENTE
Circolare6luglio1994,n.2/D.R.U.(G.U.R.S.23luglio1994,n.36)
Scadenzadeivincoliexart.1dellaleggeregionale5novembre1973,n.38Applicazionedellart.21,comma3,dellaleggeregionale27dicembre1978,n.71Attuazione
deglistrumentiurbanisticigenerali.
AisindacideicomunidellaRegione
AicapiUfficiotecnicodeicomunidellaRegione
e,p.c.AllaPresidenzadellaRegione
AgliAssessoratiregionali
AllaCortedeiconti
AlConsigliodigiustiziaamministrativaperlaRegioneSiciliana
AlTribunaleamministrativoregionalediSiciliadiPalermo
AlTribunaleamministrativoregionalediSiciliadiCatania
AlleProvinceregionali
AllePrefetture
AllePreture
AllAziendaautonomadellestradestatali
Agliispettoriripartimentalidelleforeste
AlleSoprintendenzeaibeniculturaliedambientali
AgliUfficidelgeniocivile

http://www.artasicilia.eu/old_site/web/circdru/circolari/circ_66_00/circ74.htm

1/5

7/4/2016

circ75

AlCO.RE.CO.centrale
AiCO.RE.CO.provinciali
Premessa
Com noto, alla data del 31 dicembre 1993 sono decaduti i vincoli preordinati allespropriazione ed i vincoli che comportano inedificabilit, contenuti negli strumenti
urbanisticigeneraliaisensidellart.1dellaleggeregionale5novembre1973,n.38,gioggettodiprorogainvirtdellart.2dellaleggeregionale30aprile1991,n.15edellart.
6dellaleggeregionale12gennaio1993,n.9.
Dapartedialcunicomuni,pericuistrumentiurbanisticisonoscadutiivincolianzidetti,sonostatipostiquesitiaquestoAssessoratoinordineallalegittimitomenodidover
provvedere allapprovazione di piani di lottizzazione e di piani particolareggiati ed al rilascio di concessioni edilizie (con particolare riguardo a quelle relative alle zone
territorialiomogenee"B"),inattuazionedidettipianigeneralieciinconsiderazionepropriodellascadenzadeivincolidicuiallamenzionataleggen.38/73.
Stanteilrilievodelleanzidetteproblematiche,questoAssessorato,alfinediconsentireaicomunilacorrettaadozionedeiprovvedimentidipropriacompetenza,harichiestoin
propositolautorevolepareredelConsigliodigiustiziaamministrativaperlaRegioneSiciliana,sullacuiscortasisonoformulateleindicazionicontenutenellapresentecircolare.
1.Rilascioconcessioniedilizie
A)Perquantoattieneallezoneterritorialiomogenee"A",siritienechelascadenzadeivincolianzidettinoncomportialcunproblema,stantecheperdettezone,aisensidelpunto
Idellart.39dellaleggeregionale31marzo1972,n.19,comeintegratodalcomma1dellart.21dellaleggeregionale27dicembre1978,n.71,"ledificazionenelleareelibere
puavvenireamezzodisingoleconcessioni",adeccezionedelcasoincuilostrumentourbanisticogeneralenonprevedalobbligodipredisporreunappositopianoattuativo
(infattiledificazionedelleareelibere"pu"enongi"deve"avvenireamezzodisingoleconcessioni).
B)Lostessopuaffermarsiperlezoneterritorialiomogenee"E",dove,aisensidelpuntoVdellart.39dellacitataleggeregionalen.19/72,nelverdeagricolol"edificazione
consentitaamezzodisingolelicenze".
C) Per quanto riguarda le zone territoriali omogenee "C", dove il rilascio delle concessioni edilizie subordinato alla vigenza di piani attuativi, si rappresenta che non pu
procedersialrilasciodelleconcessioniediliziesenonperpianiparticolareggiatiepianidilottizzazionechereperiscanoallorointernolatotalitdelleoperediurbanizzazione
nellequantitfissatedallart.3(18mq.perabitante)edallart.4(12mq.perabitante)delD.I.2aprile1968,n.1444.Cinonostantelostrumentourbanisticogeneraleconsentedi
potermonetizzareleoperediurbanizzazionesecondarieprevistealdifuorideipianiattuatividaapprovare,stantecheadesso,conladecadenzadeivincoliurbanistici,ilcomune
nonpiingradodiprocedereallesproprio,equindiallarealizzazionedidetteoperediurbanizzazionesecondarie.
D)Perquantoriguardalezoneterritorialiomogenee"D",doveilrilasciodelleconcessioniediliziesubordinatoallapprovazionedipianiattuativi,laquestionenonsiritiene
debbasussistere,inquantodettipiani,dinorma,contengonoallorointernotuttalaquantitdispazipubblicieserviziprevistidallart.5delcitatoD.I.n.1444/68("il10%
dellinterasuperficiedestinataataliinsediamenti".
E)Perquantoriguardalezoneterritorialiomogenee"B"valgonolemedesimeconsiderazioniespresseprecedentementeperlezone"C"inordineallapprovazionedeipianidi
lottizzazione.
Assumeestremorilievo,semmai,lapplicazionedellart.21,comma3,dellaleggeregionale27dicembre1978,n.71,comemodificatodallart.39dellaleggeregionale10agosto
1985,n.37,checonsente"lattuazionedeglistrumentiurbanisticigenerali,relativamenteallezoneterritorialiB...amezzodisingoleconcessioni,quandoesistanoleoperedi
urbanizzazioneprimarie(almenoreteidricaviariaefognante)erisultinoprevistedallostrumentourbanisticogeneralequellediurbanizzazionesecondarie".
http://www.artasicilia.eu/old_site/web/circdru/circolari/circ_66_00/circ74.htm

2/5

7/4/2016

circ75

Alriguardosiricordache,concircolarediquestoAssessoratodiprot.n.14159del20marzo1989,siebbeaprecisarecomeladecadenzadeivincoliexart.1dellaleggeregionale
n.38/73avessecomportatolinapplicabilitdel3commadelcitatoart.21dellaleggeregionalen.71/78,qualoralezoneterritorialiomogenee"B"nonfosserogidotateditutte
leoperediurbanizzazionesecondarieindicateneglistrumentiurbanisticigenerali.Infatti,divenutainefficacelalocalizzazionedelleoperepubblicheprevistedaglistrumenti
urbanisticigeneraliequindianchequellerelativeallaurbanizzazionesecondaria,neconseguechevienemenounadellecondizionipostedallart.21perilrilasciodellesingole
concessioni.
Purtuttavia,nelcasodichetrattasinonsiritienecheildispostoexart.21anzidettosiainapplicabileinassoluto,inquantolamancatarealizzazionedialcunedelleoperedi
urbanizzazionesecondarieprevistedaglistrumentiurbanisticigenerali,icuivincolisonoscaduti,nonnecessariamentepregiudicaladotazionediattrezzatureeservizipubblici
(prescrittidalD.I.n.1444/68)dituttiquantigli"ambiti"urbanisticiclassificati"B"dadettipianigenerali.
Cisisostieneinquantoleoperediurbanizzazionesecondariaelencatenellart.44dellalegge22ottobre1971,n.865("areeverdidiquartiere","impiantisportividiquartiere",
"mercatidiquartiere","scuoledobbligo",ecc.)devonointendersiriferiteallenecessitpropriediognisingoloquartiere(coscomedelrestogisostenutodaquestoAssessorato
conlacircolareesplicativadeldecreto31maggio1977,concernentelapprovazionedelletabelleparametricheperladeterminazionedeglioneridiurbanizzazioneexart.5della
leggen.10/77),ciodiambitiurbanisticilimitati,equindinonnecessariamentecoincidenticontuttaotuttelezone"B"individuatedallostrumentourbanisticogeneralea
differenza, pertanto, di altre opere di interesse generale (quali ospedali, scuole superiori, parchi urbani, ecc.) non comprese tra quelle elencate nel citato art. 44, perch da
prevedersiinvecealserviziodituttoilterritoriocomunale,senonanchealserviziodipicomunicontermini.
Mentre nei piccoli comuni, stante la modesta estensione delle loro zone "B", tutte le opere di urbanizzazione secondarie previste dal piano per esse possono considerarsi
urbanisticamentecorrelateadettazonaomogenea,neglialtricomuni,dovelazona"B"hadimensionipivaste,edpresenteinpipartiseparatedelterritoriocomunale(com
il caso ad esempio delle frazioni o borgate), tutte le opere di urbanizzazione secondarie non possono considerarsi indiscriminatamente al servizio di tutte le zone territoriali
omogeneeclassificatecome"B"dallostrumentourbanisticogenerale.
Stantequantosopra,nonsiritienepertantopossanegarsiilrilasciodisingoleconcessioniedilizieaisensidellart.21indisaminainassenzadipianodilottizzazione,senzaaver
preliminarmenteverificatoleffettivadotazionedelleoperediurbanizzazionesecondariedeivari"quartieri"(daindividuarsiinrelazioneacaratteristichedinaturaurbanisticae
nonamministrativa)neiqualirichiestodipoterintervenire.
Daltronde,ilcontenutodel3commadellart.21inargomentosiponecomedisposizioneagevolativa(adintegrazionedellealtredisposizioniagevolativepresentinelpuntoII
dellart.39dellaleggeregionale31marzo1972,n.19,comemodificatodallart.28dellaleggeregionale26maggio1973,n.21)aifinidiunapiimmediataattuazionedegli
strumentiurbanisticigeneralirelativamenteallezoneterritoriali"B",allorquandooltreallaprevisionedelleoperediurbanizzazionesecondaria,sianopresentinontutteleopere
diurbanizzazioneprimarie,masoloalcunediesseeciolareteidrica,viariaefognante.Ma,serisultaammissibilenonostanteleodiernenecessitlamancatapresenzadi
operediurbanizzazioneprimariaqualisonoappuntoquellerelativeallareteelettrica,allapubblicailluminazione,aiparcheggiedalverdeattrezzato,ilfattochevengamenola
previsione(aseguitodellascadenzadeivincoli)diqualcunadelleoperediurbanizzazionesecondariainambitiurbanisticigidotatisiadioperediurbanizzazioneprimariache
secondaria (e quindi di fatto gi urbanizzati), non pu in assoluto ritenersi ostativo al rilascio di singole concessioni, senza aver preliminarmente valutato la compatibilit
urbanisticatralinterventoediliziopropostoedillivellodiurbanizzazionepresentenellazona.
Atalriguardo,daltronde,lagiurisprudenzaamministrativasemprestatacostantenelritenerenonnecessaria(seppurprescrittadallenormedipiano)lapreventivalottizzazione
neicasiincuilesingoleconcessioniedilizieriguardasseroareedilimitataestensioneinzonegiedificateesufficientementeurbanizzateciinquantolafunzionedelpianodi
lottizzazionesemprestataritenutaquelladiprevedereinsediamentichesianocomprensivianchedellenecessarieoperediurbanizzazioneinzoneancorasprovvistediquelle
attrezzatureediqueiservizichelerendonoimmediatamenteidoneealledificazione.N,peraltro,sievidenzia,imponendolobbligodeipianidilottizzazioneperareedilimitata
estensionesipotrebberoindividuareallinternodiessileareenecessarieedurbanisticamenteidoneeperquelleoperediurbanizzazionesecondarie,nonpirealizzabiliacausa
dellascadenzadeivincolidiesproprioanzidetti.
Proprio detto indirizzo giurisprudenziale, gi da tempo consolidato allentrata in vigore della citata legge n. 71/78, si ritiene abbia costituito il presupposto logico alla
http://www.artasicilia.eu/old_site/web/circdru/circolari/circ_66_00/circ74.htm

3/5

7/4/2016

circ75

disposizioneagevolativainesame.Einfattifacilerilevareche,poichlafinalitperseguitadallegislatorenonpotevacheesserequelladiconsentirelimmediatoinsediamento
inareegidotatedialcuneoperediurbanizzazioneritenuteindispensabili,nonsarebbelogicoritenereammissibileilrilasciodisingoleconcessioniedilizienellezone"B"di
queicomuni,dove,invigenzadeivincoliurbanisticifossepresentelasolareteidrica,fognariaeviaria,marisultasserointuttoodinparteassentileoperediurbanizzazione
secondarieprevistedalpiano,enonritenereinveceammissibileilrilasciodisingoleconcessioniinquellezone"B"diqueicomuni,chenonostantelascadenzadeivincoli,
fosserogidotatesiadelleoperediurbanizzazioneprimariachedigranpartediquellediurbanizzazionesecondaria.Tenutoconto,peraltro,cheallariproposizionedeivincoli
(non necessariamente nelle medesime aree originariamente individuate), il comune onerato a provvedere con la revisione del proprio strumento urbanistico generale e pu
procedereconlapredisposizionediappositevariantiurbanisticherelativeasingoleoperepubbliche.
Intalcaso,siritienecheicomuninonpossanonegareilrilasciodisingoleconcessioniedilizierinviandoallapreventivaapprovazionedipianidilottizzazione,madebbano,caso
per caso, compiere una indagine volta a stabilire se la parte del territorio su cui verr ad incidere ogni nuovo intervento costruttivo proposto sia dotata delle necessarie
infrastruttureomeno,e,sullabasedegliaccertamentieffettuati,concedereonegareilrilasciodellaconcessioneedilizia.
Lemedesimeconsiderazionivalgonoovviamenteperlapplicazionedellart.33,comma2,dellaleggeregionale27dicembre1978,n.71,stantelanecessitancheinquesto
caso,perilrilasciodisingoleconcessioni,che"risultinoprevistedallostrumentourbanisticoleoperediurbanizzazionesecondarie".
2.Approvazionepianiattuativi
Da parte di alcuni comuni per i quali sono scaduti i vincoli di piano ex art. 1 della legge regionale n. 38/73, stato chiesto se risultasse legittimo o meno approvare piani
particolareggiatiepianidilottizzazioneinattuazionedelleprevisionideglistrumentiurbanisticigeneralivigenti.
Al riguardo necessita chiarire che la scadenza dei vincoli urbanistici non rileva in ordine alla zonizzazione prevista dagli strumenti urbanistici generali, in quanto la stessa
conservalasuaefficaciaatempoindeterminato,aisensidellart.11dellalegge17agosto1942,n.1150.Pertanto,qualoralostrumentourbanisticogeneraleprevedacheilpiano
attuativo debba reperire al suo interno tutte le opere di urbanizzazione nelle quantit complessive prescritte dal D.I. n. 1444/68, nulla osta alla possibilit del comune di
predisporrepianiparticolareggiatiedaiprivatidipresentarepianidilottizzazioneconvenzionata.
Qualora invece la normativa dello strumento urbanistico generale preveda che il piano attuativo debba reperire al suo interno solo parte degli standards ex D.I. n. 1444/68,
lapprovazionedeipianiparticolareggiatiedilottizzazionerestasubordinataallaindividuazioneallorointernodellatotalitdelleoperediurbanizzazionenellequantitfissate
dagliartt.3e4delcitatodecretointerministeriale(amenocheleoperediurbanizzazione,previstealdifuoridelperimetrodelpianoattuativoedalserviziodellostesso,risultino
girealizzate).
Altreduequestionidirilievorappresentatedapartedialtricomuniattengonoallapossibilitomenodidoverprocedere:a)allastipuladellaconvenzionedipianidilottizzazione
approvati prima della scadenza dei vincoli urbanistici, che prevedono per la monetizzazione delle opere di urbanizzazione secondaria in quanto previste (allatto
dellapprovazione) in sede propria dallo strumento urbanistico generale al di fuori del perimetro di detti piani attuativi b) al rilascio delle concessioni edilizie per piani di
lottizzazioneapprovatieconvenzionatiprimadellascadenzadeivincoliurbanistici,cheprevedonoanchessilamonetizzazionedelleoperediurbanizzazionesecondaria.
Inordineallequestionisopradescrittesiritienecheipianidilottizzazione(sianoessiperfezionatiomenoconlastipuladellaconvenzione)cheprevedonodimonetizzarele
operediurbanizzazionesecondariaprevistealdifuorideipianistessi(operequindinonpirealizzabili,attesalintervenutascadenzadeivincoli)nonpossanopiessereportatia
compimentoconilrilasciodiconcessioniedilizieolastipuladelleconvenzioni.Ciinquantoaltrimentiverrebbecompromessalesigenzadaritenereinderogabilenelquadro
diunvivibileassettodelterritoriodiassicurareilrispettodeglistandardsdicuialpivoltecitatoD.I.n.1444/68.Conseguentemente,dovrprocedersiallarevoca(condelibera
consiliare)deglianzidettipianidilottizzazione,perrideterminareladisciplinaurbanisticadelleareeinteressateinottemperanzaalleprescrizionidettatedalmenzionatodecreto
ministerialeinordinealladotazioneminimadeglispaziperattrezzature.
Iconsiglicomunalipotrannocomunquedeterminaredinonprocedereadettarevoca,nelcasodipianidilottizzazione(convenzionatiomeno)dimodestissimedimensionidi
http://www.artasicilia.eu/old_site/web/circdru/circolari/circ_66_00/circ74.htm

4/5

7/4/2016

circ75

interventoodipianidilottizzazionecheabbianogiavutolapressocchcompletaattuazione.Inquesticasi,infatti,nonsiritienesussistauninteressepubblicoriguardoadun
correttoassettourbanisticoprevalenterispettoallanecessitdidoverinciderenegativamentesuposizioniindividualiconsolidatesi,taledadoverridisciplinareareeresidualiai
finidellapplicazionedeglistandardsurbanisticieciancheperlemedesimeconsiderazioniformulateallaletteraE)delprecedentepunto1.
Alcunicomuni,obbligatiallapprovazionedeiprogrammipluriennalidiattuazioneexart.28dellaleggeregionalen.71/78,hannochiestoaquestoAssessoratoseinassenzadi
dettiprogrammipossanoomenoprocedereallapprovazionedipianidilottizzazioneodipianiparticolareggiati,stanteladecadenzadeivincoliexart.1dellaleggeregionalen.
38/73.
Alriguardosiritienechelassenzaditalistrumentidiprogrammazioneeconomicanonincidasulloperativitdeglistrumentiurbanisticigeneralivigenti,semprechovviamente
lapprovazionedeirelativipianiattuativirisultiammissibileinbasealleconsiderazionisoprarappresentate.
Inordinealleproblematicheconnesseallaformazioneedapprovazionedeimenzionatipianipluriennalidiattuazione,sirinviaallacircolarediquestoAssessoraton.6/79,diprot.
n.8601,del31luglio1979.
LAssessore:BURTONE

http://www.artasicilia.eu/old_site/web/circdru/circolari/circ_66_00/circ74.htm

5/5