Está en la página 1de 24

il

SETTIMANALE

PICCOLO
www.ilpiccologiornale.it

Direttore responsabile Daniele Tamburini Societ editrice: Immagina srl via San Bernardo 37 - Cremona Amministrazione e diffusione: via San Bernardo 37 - Cremona tel. 0372 435474 - fax 0372 597860
Direzione e redazione: via S.Bernardo 37, Cremona - tel 0372 454931 redazione@ilpiccologiornale.it Stampa: I.G.E.P. Srl - Industria Grafica Editoriale Pizzorni - Cremona pubblicit: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it
Aut. del Tribunale di Cremona n 5/2013 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 Cremona Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it

Anno II n. 1 SABATO 3 GENNAIO 2015

Edizione chiusa
alle ore 21

Periodico 0,02 copia omaggio

Non riceve alcun finanziamento pubblico

PETROLIO Diminuisce il costo del carburante e salta lincremento dellimposta che era previsto, ma non basta

a pagina 3

BENZINA: ACCISE, ZAVORRA INDECENTE

Luca Curatti (presidente di Assoutenti Cremona): Si tratta solo di un rinvio: gli aumenti arriveranno nel 2016, ma raddoppiati
L'eterno presente

a fine del 2014 e l'inizio del


2015 sono stati caratterizzati
da sciagure nei trasporti, terribili sul piano umano e cariche di domande su come vada questo nostro mondo
(ci sono esseri umani che possono scomparire senza che se ne sappia nulla). Ma il dibattito politico,
ormai, in fibrillazione sull'elezione del (o della?)
Presidente della Repubblica. Giorgio Napolitano
lascia, lo ha annunciato ufficialmente. Ai posteri un
giudizio definitivo sulla sua opera, un settennato
pi uno scampolo.
Per molti stato un elemento di riferimento importante ed autorevole; per altri, non ha interpretato al meglio il ruolo super partes che la Costituzione attribuisce a tale figura, dando l'impressione,
in pi di una occasione, di sostenere, costi quel che
costi, le scelte di chi governava, come le uniche
possibili. D'altronde, il tutto sta nella biografia di
Giorgio Napolitano, uomo d'ordine fin dai tempi
delle epurazioni nel PCI napoletano. E adesso? Le
candidature autorevoli non mancano: lo dimostra
anche il breve sondaggio informale che pubblichiamo. Romano Prodi, Pierluigi Bersani, Anna Finocchiaro, Emma Bonino, Mario Draghi..., tutte persone assai qualificate e capaci. Ma, se qualcuno
avesse dubbi su quanto possa essere bizzarro questo nostro Paese, la notizia, sotto traccia, pi eclatante quella di un possibile accordo tra Pd e Pdl
su Romano Prodi. Proprio lui, colui che Berlusconi
vede come il fumo negli occhi e che, nello scontro
diretto, lo ha sempre battuto? E Prodi accetterebbe,
dopo l'agguato che sub? Ma in politica, si sa, perlomeno in quella di oggi, meglio non avere n
ricordi n rimpianti. l'eterno presente, lo abbiamo gi detto. Sta di fatto che Prodi, ultimamente,
sempre pi critico rispetto alla politica della U.E.
La sua opinione pi che condivisibile: il rigore a
senso unico strozza ogni possibilit di ripresa, e la
Germania dovrebbe ricordare quando, per fronteggiare un momento eccezionale, ottenne l'allentamento dei vincoli. Io credo che i governi di Prodi
siano stati importanti per il Paese. Soltanto con I
suoi governi diminu il debito pubblico. L'uomo
stimato: anche se critica la politica di austerity,
non pu certo essere giudicato un allegro scialone.
Potrebbe essere lui la figura autorevole per ottenere un cambio di passo? Il semestre di presidenza
italiana, a parte l'assicurare un buon posto a Federica Mogherini, non ha sortito grandi effetti. In
Europa, in Italia, ovunque servono autorevolezza
e preparazione. L'incertezza che ancora permane
sulla sorte di chi era imbarcato sulla Norman Atlantic non deve essere metafora per il nostro futuro.

a pagina 5

METEO

CAPODANNO FUORILEGGE

TRA FURTI NELLE CASE E BOTTI

DISAGI DA GELO:
IMPIANTI BLOCCATI,
INCIDENTI E CADUTE

a pagina 4

POLITICA

a pagina 6

Giunta Galimberti:
il bilancio
dei primi sei mesi

DIMISSIONI NAPOLITANO

Chi vorresti
come presidente
della Repubblica?

a pagina 7

di Daniele Tamburini

CASALASCO

a pagina 12

Il viaggio
di suor Paolina
diventa un libro

CULTURA

Un cult movie
sul palco
del Ponchielli

ALLINGRESSO DEL PALARADI

Torna domani
il Magazine
della Vanoli

BASKET SERIE A

pagina 21

CALCIO LEGA PRO

a pagina 20

Biancoblu a caccia La Cremo vuole


di un traguardo
trovare nella calza
storico: la final eight tre punti preziosi

VOLLEY A1

a pagina 19

a pagina 22

Pom ospite domani


della capolista
per stupire ancora

LEDITORIALE

GLIO 1

BELSIT, VIA O

TOVA 101

RTI, VIA MAN

BE
PANIFICIO US

CASA DEL MA
PIAZZA DELLATERASSO
LIBERT

MASO 3
TO, VIA SAN TO
LA
PA
O
C
N
IA
B

GEOME TR A G
IACINTO
VIA MAGENTA MANCUSO
48

IELLI
CAFF PONCH ANUELE 39
M
E
IO
R
CORSO VITTO

GALLI SEMEN

TI, VIA MANTO


VA 75 A

CREMONA
CIRCOLO FILODRAMMATICI

Al via corso gratuito


di bridge dal 16 gennaio

Anche questanno,lAssociazione Bridge Cremona organizza, presso il Circolo Filodrammatici, un


corso gratuito di avviamento al gioco del bridge,
tenuto da insegnanti della Federazione Italiana

per la durata di dodici, lezioni a partire da venerd 16 gennaio 2015. Chi volesse partecipare pu
segnalare il proprio numero al 3478926566 o inviare una mail a info@cremonabridge.it.

Carburanti in calo, ma le accise pesano ancora troppo


Luca Curatti (Assoutenti): Non aumenteranno le tasse sulla benzina nel 2015, ma solo un rinvio: arriveranno nel 2016, raddoppiate

NEL 2015 SONO CIRCA


12 GLI INCREMENTI
PREVISTI PER GLI ITALIANI

Accanto alla conferma del bonus Irpef, alla


riduzione dellIrap per le imprese e alla cancellazione dei contributi Inps a carico delle
imprese per i neoassunti a tempo indeterminato, dal primo gennaio 2015 sono scattati
anche una serie di aumenti che interesseranno tutti gli italiani. Come ogni anno, dunque,
gli italiani non si risparmiano il solito salasso.
Ecco lelenco delle 12 voci interessate dagli
aumenti: acqua potabile; multe per violazione
del codice della strada; tasse automobilistiche dovute anche per gli autoveicoli e motoveicoli ultraventennali di particolare interesse
storico e collezionistico; pedaggi autostradali; contributi previdenziali per artigiani e commercianti; contributi previdenziali gestione
separata Inps; birra e prodotti alcolici; tassazione dei fondi pensione; tassazione sulla rivalutazione del Tfr; riduzione esenzioni sui
capitali percepiti in caso di morte in presenza
di assicurazione sulla vita; Iva per lacquisto
del pellet.
Oltre allaumento del costo del carburante, dal 1 gennaio scatteranno il ritocco delle
sanzioni in caso di violazione del codice della
strada, il probabile aumento medio dei pedaggi autostradali fino all1,5% e le tasse per
le auto/moto storiche. Ma coloro che subiranno gli aumenti pi preoccupanti saranno le
partite Iva iscritte alla sezione separata
dellInps. Per questi freelance laliquota passer dal 27,72 al 30,72 per cento. Questi lavoratori autonomi sono formatori, ricercatori,
informatici, creativi e altre categorie di consulenti, generalmente operanti al di fuori di Ordini e Albi professionali, che lavorano per imprese o enti della Pubblica amministrazione.

C proprio tutto il territorio


cremonese in Well-fare Legami, il
grande progetto vincitore del
bando Welfare di comunit e Innovazione sociale di Fondazione
Cariplo. Cremona, Crema e Casalmaggiore, insieme ai tanti enti
che si occupano di sociale, per
promuovere benessere e ricchezza relazionale quali esiti di un modello di welfare locale capace di
generare valore e di promuovere
cambiamento culturale e operativo. Il progetto, arrivato secondo
al bando di Cariplo con un contri-

di Laura Bosio

a prima buona notizia


dell'anno nuovo arriva sul
fronte delle accise: il Governo, nelle ultime ore del
2014, ha fatto dietrofront
sulle nuove accise sui carburanti,
che avrebbero dovuto scattare dal 1
gennaio 2015 ma che sono invece
state annullate. Nel decreto Milleproroghe, infatti allarticolo 10, stata
inserita una norma che neutralizza la
clausola di salvaguardia necessaria
per coprire la quasi totale abolizione
della tassa sulla prima casa dovuta
nel 2013, che era stata voluta da
Berlusconi. Laumento delle accise,
di due-tre centesimi, avrebbe dovuto
garantire 671,1 milioni di euro per il
2015 e 17,8 milioni entro il 15 febbraio 2016, evitando laumento del deficit oltre le previsioni del ministero
dellEconomia. A coprire i 671 milioni
saranno i proventi del rientro dei capitali dallestero, facilitato dalla legge
ad hoc appena approvata. Nel caso
in cui non bastasse, e nelle casse
pubbliche si formasse comunque un
buco, il Tesoro si riserva la facolt di
aumentare entro fine settembre 2015
gli acconti Ires e Irap.
Insomma, la preoccupazione ancora forte, soprattutto da parte delle
associazioni di consumatori: Evitano
di incrementare le tasse sul carburante, puntando per a recuperare le relative risorse in un settore assolutamente incerto: quella del rientro dei
capitali dall'estero non infatti una
previsione gestibile, in quanto possibile preventivare quali e quanti introiti
verranno generati - spiega Luca Curatti, presidente di Assoutenti Cremona -. Questo significa che se poi il
gettito previsto non sar quello auspicato, ci rivedremo proporre la nuova accisa a gennaio 2016, per di pi
maggiorata per coprire i minori introiti
del 2015. Si tratta, quindi, di una
stangata solo rimandata.
Positivo anche il fatto che negli
ultimi tempi abbiamo assistito ad un
calo notevole dei prezzi del carburante: da gennaio il costo del petrolio al
barile infatti sceso del 49%, pas-

Luca Curatti
sando da 111 dollari al barile ai 56
attuali. Ma anche se il decremento
iniziato gi dall'estate, il prezzo alla
pompa ha iniziato a scendere solo
nell'ultimo mese e mezzo; oggi per la
benzina si pagano circa 1,43 euro al
litro e per il diesel circa 1,35. In ogni
caso non si tratta di un calo proporzionato, rispetto al resto d'Europa,
proprio a causa delle accise pesantissime che il nostro Paese applica al
carburante.
Insomma, se anche abbiamo
scongiurato il pericolo di nuovi aumenti, il problema dell'eccessivo
prelievo fiscale sui carburanti non si
attenua. Cos come il peso che esso
ha sui consumatori. Basti pensare
che i governi degli ultimi cinque anni
hanno aumentato le accise 10 volte.
Purtroppo in Italia il prelievo fiscale sul carburante tra i pi alti
d'europa, come confermano anche i
dati della Cgia di Mestre spiega ancora il presidente di Assoutenti.
Questo pesa non poco sui consumatori e sulle famiglie.
Secondo i dati diramati dallUnione Petrolifera, l84-85% degli aumenti sui carburanti registrati dal
2010 sono stati di natura fiscale. La
famiglia media, secondo la Cgia di
Mestre, ha sborsato 257 euro in pi

rispetto al 2013 nel caso di auto a


benzina e 388 euro in pi nel caso di
auto a diesel.
Anche nel periodo in cui i prezzi
dei carburanti hanno raggiunto i minimi da oltre cinque anni, secondo
Assopetroli e Figisc, in media nel
mese di dicembre l fisco ha pesato
per il 64,45% sul prezzo della verde.
Il confronto con il resto d'Europa,
come dicevamo, impietoso: nellultimo anno il consumatore italiano ha
pagato in media la benzina 25,7 euro
centesimi al litro in pi che nel resto
dEuropa, 24,6 dei quali sono dovuti
alle maggiori imposte e 1,1 al prezzo
industriale. Il gasolio costato 23,5
centesimi al litro in pi, 23,7 dei quali
per le imposte mentre il prezzo industriale inferiore di 0,2 cent/litro alla
media europea.
Il gap fiscale con lEuropa destinato inoltre ad aumentare ancora: si
calcola infatti che fino al 2021 sono
previsti nuovi incrementi delle accise,
in quanto vi saranno ulteriori clausole
di salvaguardia contenute in vari
provvedimenti legislativi per un totale
di 2,5 miliardi (3,2 se dovesse scattare la clausola del decreto Imu). Questo significa, secondo le elaborazioni
dell'Unione Petrolifera, che se tutte le
clausole previste dovessero essere

esercitate, laumento complessivo


dei prezzi alla pompa sarebbe pari a
10-12 centesimi euro/litro. Senza
contare l'Iva, che a sua volta dovrebbe aumentare.
Purtroppo gli automobilisti continuano ad essere una delle categorie
pi vessate - evidenzia ancora Curatti -. E' vero, si evitato, per ora,
l'aumento dell'accisa sul carburante,
ma intanto sono aumentati i pedaggi
autostradali di tutte le principali direttrici italiane, con una percentuale che
varia dall'1,3 all'1,5%. Inoltre con il
nuovo anno abbiamo un incremento
delle multe per la violazione del codice della strada, ed stato rimesso il
bollo alle auto storiche, che prima
non dovevano pagarlo.
E per quanto molti italiani cerchino
di usare meno l'auto, per la maggior
parte delle persone una necessit
non rinunciabile. A meno che non si
torni ad utilizzare slitte trainate da
cani, la gente non pu fare a meno di
spostarsi, per lavoro e altro. Come al
solito, quindi, si tassano quei beni a
cui la gente non pu rinunciare e che
non possono neppure essere in qualche modo "protetti", vendendoli o
altro in modo da sottrarli alla tassazione conclude il presidente di Assoutenti.

Wel-fare Legami, progetto per linnovazione


sociale e per promuovere ricchezza relazionale

buto deliberato pari a un milione


500mila euro, considera le persone come risorsa, come soggetti
attivi chiamati a recuperare, mantenere e vivere responsabilmente
il proprio percorso di vita allinterno della propria comunit e fattore di reciprocit tra la singola per-

sona in difficolt, altre persone


che condividono il problema e
lintera comunit, come insieme
di legami, relazioni, scambi che
generano opportunit, crescita e
possibilit di arricchimento reciproco e collettivo. Il miglioramento che tale iniziativa si prefigge di

raggiungere consiste nel superamento della condizione di fragilit


connessa allisolamento relazionale, alla mancanza di reti familiari e amicali e alla limitata possibilit di accesso alle opportunit e
alle condizioni di benessere che
rendono possibile un progetto di

vita personale e comunitario.


Per l'assessore Mario Plat E'
sia necessario implementare un
nuovo sistema di welfare che deve arrivare alla sostenibilit: non
ci troviamo infatti soltanto davanti
ad un progetto di grande porta (si
tratta di un investimento com-

plessivo superiore ai tre milioni di


euro), che coinvolge l'intero territorio, ma anche ad un modello in
grado di promuovere un cambiamento culturale nell'approccio al
sistema sociale, costruendo appunto legami tra soggetti, dal non
profit al profit, che mettono insieme le loro esperienze, valorizzandole, puntando sulle competenze e, di conseguenza, potenziando il sistema di governance
territoriale di fronte ad una platea
sempre pi vasta di persone versano in difficolt.

Cronaca

Sabato 3 Gennaio 2015

Saldi al via da sabato 3

Un italiano su due
ricorrer alle offerte

Capodanno fuorilegge tra furti e botti

Diversi colpi messi a segno durante le festivit, e in particolare nella notte dellultimo dellanno

Non stata rispettata lordinanza del sindaco, che vietava lesplosione di petardi rumorosi vicino a luoghi pubblici

U
Al via da sabato 3 gennaio i saldi invernali, che
quest'anno partono in anticipo. Grande l'attesa
da parte dei cittadini, gi pronti a lanciarsi nella
corsa all'ultima offerta. Un appuntamento, quello dei saldi, atteso dai clienti ma anche dai negozianti. I saldi invernali ed estivi costituiscono un
momento importante e significativo per le imprese del settore moda spiega il presidente del
Gruppo Giovani Confcommercio Marco Stanga
- Il clima di festa pu favorire una piccola ripresa
dei consumi e dare slancio almeno nel primo
week end. Che arriva dopo un Natale che, con
un trend comunque positivo rispetto al 2013, ha
alimentato qualche speranza nel futuro. Per questo anche in centro i negozi saranno aperti per
lintera giornata di domenica.
Il primo week end conferma il presidente
del Gruppo Moda Alessandro Bandera ha un
peso significativo nella stagione di vendite promozionali. Da solo vale un quinto del fatturato
dei saldi. Speriamo davvero in un inizio positivo.
Anche per questo previsto uno sconto medio
di circa il 40%.
La debolezza dei consumi e le spese obbligate ed incomprimibili (luce, gas, assicurazioni,
canone rai subito dopo l'ultima ondata di pagamenti di tasse che ha interessato gli italiani a dicembre) ci fanno pensare che anche per
quest'anno i saldi non rappresenteranno la via
d'uscita per il dettaglio moda. commenta Marco Stanga - Rimane vivo, tuttavia, l'appeal delle
vendite di fine stagione. Riflessioni confermate
dalla Confcommercio che evidenzia come pi di
un italiano su due abbia deciso di fare acquisti
proprio nel periodo dei saldi. Secondo le stime
dell'Ufficio Studi di Confcommercio ogni famiglia, in occasione dei saldi invernali 2015, spender 336 euro per l'acquisto di capi d'abbigliamento, calzature ed accessori, per un valore
complessivo di 5,3 miliardi di euro.

di Laura Bosio

n Capodanno un po' sopra le righe a Cremona,


dove mentre la gente
brindava al nuovo anno, i
malviventi si sono scatenati andando a svaligiare ville e appartamenti. Ma l'illegalit ha fatto da
padrone anche sulle strade dove, in
barba ai divieti previsti dall'ordinanza
del sindaco, non sono mancate le
raffiche di botti e petardi, che si sono
protratti per buona parte della notte,
impegnando gli agenti della polizia
municipale, che ha dovuto intervenire in diverse zone della citt.
Tornando ai furti, molte sono state
le segnalazioni ricevute dalle forze
dell'ordine del territorio. Chi ha scelto di passare un paio di notti fuori
casa in occasione dell'ultimo dell'anno, o chi semplicemente ha trascorso la serata fuori a festeggiare: queste sono state le vittime dei colpi,
che comunque nel periodo delle feste sono stati numerosi. Come i tre
colpi in villette che si sono verificati
nei giorni scorsi a Bagnara, dove i
malviventi sono entrati forzando le
finestre e se ne sono andati con bottini consistenti (soprattutto soldi e
gioielli).
Tornare a casa e trovare la porta
forzata una delle peggiori esperienze che possano accadere - racconta Anna, 30enne, che proprio per
l'ultimo dell'anno ha ricevuto la "visita" dei soliti ignoti -. Io e mio marito
eravamo fuori citt: avevamo infatti
deciso di andare a sentire il concerto
dei Nomadi a Mantova, in piazza, e
per evitare il rischio di incidenti abbiamo poi dormito in albergo.
Una scelta senza dubbio prudente, anche a fronte del fatto che fin
troppo spesso nella notte di Capodanno le strade diventano particolarmente pericolose. In compenso lasciare la casa abbandonata per tutta
la notte non ha portato buoni frutti
alla giovane coppia, che tornando a

casa si trovata la porta forzata e la


casa svaligiata. Siamo rientrati la
sera del primo gennaio e subito ci
siamo accorti che qualcosa non andava: quando abbiamo provato ad
aprire la porta di casa la maniglia
non si abbassava, come se qualcuno ci avesse appoggiato sotto un
mobile - racconta la giovane -. Il furto stata la prima cosa che ci venuta in mente. Abbiamo chiamato gli
agenti, che sono arrivati poco dopo,
e abbiamo appurato che qualcuno
aveva forzato la finestra per entrare,
mettendo poi il mobile davanti alla
porta per agire indisturbato. La cosa
peggiore non stata tanto il furto in
s, in quanto avevamo poche cose
di valore in casa, ma il fatto di vedersi violare la privacy della propria casa. Naturalmente l'appartamento
era sottosopra, con cassetti rovesciati e caos ovunque. Ora la notte
non riesco a chiudere occhio e sobbalzo ad ogni rumore conclude la
giovane.
Non facile prevenire i furti in casa, ma vi sono alcuni accorgimenti
che possono comunque aiutare a
tenere lontani i rischi.
Quando ci si assenta dalla propria abitazione per periodi pi o meno lunghi, buona norma evitare di

lasciare indizi evidenti della propria


mancanza da casa - spiegano dalla
Polizia -. La prima cosa da non fare
lasciare sulla porta di casa biglietti
con messaggi, che chiunque pu
notare. Anche vedere la cassetta
delle lettere piena di corrispondenza
costituisce un sicuro indizio che la
casa disabitata da qualche giorno.
Per evitarlo, buona norma incaricare una persona di fiducia di svuotare
regolarmente la cassetta.
Se ci si assenta per una serata intera, pu inoltre essere buona norma
lasciare l'impressione che in casa vi
sia qualcuno: Un ladro occasionale,
dovendo individuare nellimmediatezza in quale appartamento entrare,
portato a preferirne uno che si presenti vuoto, rispetto ad altro che
sembri abitato. Alcuni adottano perci laccorgimento di lasciare accesa
la luce, o una radio, per simulare la
presenza di persone in casa spiega
ancora la polizia.
Per ridurre lincidenza del rischio
di furti anche possibile ricorrere ad
alcuni strumenti tecnologici: serrature di sicurezza, portoni blindati, inferriate, casseforti, impianti di allarme
(meglio se collegato con le forze di
polizia), ricordo a istituti di vigilanza,
impianti di videosorveglianza.

LE COSE DA SAPERE
Il primo posto che i ladri esaminano per cercare le chiavi di un appartamento lo spazio sotto lo zerbino.
I primi posti che i ladri esaminano allinterno di una casa per cercare
refurtiva sono costituiti solitamente
dagli armadi, dai cassetti, dai vestiti,
dallinterno dei vasi, dallo spazio
dietro i quadri o sotto letti e tappeti.
Si tratta quindi di nascondigli da non
utilizzare.
Attenzione a strani segni sui
muri delle case nei pressi di cancelli
o portoni: potrebbero essere segnali
in codice.
Mai lasciare incustodite le chiavi
di casa, sia pur momentaneamente:
per un ladro professionista ci vuole
poco per farne una copia.
I migliori alleati di chi esposto
al rischio dei furti in abitazione sono
i vicini di casa. Coltivare i buoni
rapporti con le persone che abitano
e lavorano vicino a noi ci aiuta a tenere in vita una rete di solidariet
reciproca che pu essere preziosa
anche per rilevare e conoscere in
tempo anomalie, movimenti sospetti, situazioni di pericolo che
andranno sempre segnalate alle
forze di polizia.

Cronaca
Voleva rubare due bici dal cortile di un condominio, ma stato
incastrato dalle telecamere e fermato poco dopo. E' accaduto
nella notte tra domenica 28 e luned 29 dicembre, quando, grazie
alla prontezza dellintervento degli agenti della Polizia Locale e al
valido ausilio del sistema delle
telecamere di video sorveglianza
monitorato dalla centrale operativa del Comando di piazza della

Sabato 3 Gennaio 2015

Cerca di rubare due bici da un cortile, ma viene fermato subito dopo


Libert stato individuato lautore del furto di due biciclette sottratte dal cortile di un condominio. Alle 23.30 del 28 dicembre
giunta alla centrale operativa la
chiamata di un residente di viale
Trento e Trieste che denunciava la
sparizione di due biciclette da
uomo, una delle quali sportiva, di

sua propriet, parcheggiate nel


cortile del condominio nel quale
risiede. Si recata subito sul posto una pattuglia della Polizia Locale per il sopralluogo, mentre
lagente di servizio alla centrale
operativa iniziava immediatamente la ricerca nelle vie cittadine
grazie al sistema delle telecamere

di videosorveglianza.
Poco dopo la mezzanotte, grazie alle immagini delle telecamere
di via Cimitero, via Fabio Filzi,
piazza Risorgimento e via Ghinaglia, stata individuata una persona in sella ad una bicicletta da
uomo che ne teneva per mano
unaltra di modello sportivo. Su

indicazione radio delloperatore


della Centrale, la pattuglia esterna della Polizia Locale, con alla
testa il sovrintendente Sergio
Priori, ha raggiunto e fermato il
sospetto, M.S. 38 anni, cremonese, che ha iniziato ad agitarsi con
atteggiamento aggressivo.
E stato pertanto chiesto lau-

silio dei carabinieri, grazie ai quali stato possibile condurre luomo in centrale per lidentificazione e gli accertamenti del caso: il
38enne stato trovato in possesso di un coltello lungo complessivamente 19 cm. E scattata la
denuncia a piede libero per furto
e possesso ingiustificato di strumenti ed armi atti ad offendere.
Le due biciclette sono state restituite al legittimo proprietario.

Neve, freddo e gelo, una settimana di disagi

Piccoli scontri, fuori strada, cadute a piedi e problemi con gli impianti termici per diversi cittadini. Ma ora linverno tornato ad essere mite
Le temperature tornano in questi giorni sopra la media stagionale, con massime fino agli 11 gradi

di Giulia Sapelli

opo un inverno con


temperature decisamente miti, una ondata
di gelo ha colpito il nostro territorio, cos come l'intera penisola.
Da una media di 5-6 gradi sopra
lo zero, le temperature sono scese
fino a un minimo di meno 6 gradi.
E' arrivata la neve, e quindi il ghiaccio sulle strade. Numerosi sono
stati i problemi riscontrati in queste
giornate, a partire da sabato, quando la neve scesa abbondante su
tutto il territorio. Fortunatamente
non vi sono state conseguenze
gravi, ma i disagi sono stati, come
detto, numerosi. A partire dalla viabilit: la neve si presto trasformata in ghiaccio e, nonostante l'azione delle lame e degli spargisale in
citt e sul territorio, sono stati diversi gli incidenti, fortunatamente
tutti senza gravi conseguenze.
Tamponamenti, piccoli scontri,
qualche fuori strada. Diversi casi
anche di persone finite lunghe distese per terra, a causa del ghiaccio e magari di scarpe non propriamente adatte alla situazione.
Fortunatamente le temperature
non si sono abbassate al punto da
provocare il gelo delle tubature, ma
c' chi ha subito varie disavventure, come la rottura della caldaia
proprio nei giorni pi freddi, con la

difficolt a reperire un idraulico nei


giorni di festa.
Massima l'attenzione da parte
delle istituzioni rispetto al problema
gelo, con l'attivazione di mezzi idonei. Particolare cura, da parte di
Aem, al ghiaccio sui marciapiedi.
Per evitare che, a causa del permanere delle basse temperature, le
strade diventassero vere e proprie
lastre di ghiaccio, sono stati messi
in campo tutti i mezzi possibili: a li-

vello provinciale un totale di 18


spargisale e 75 lame sgombraneve,
mentre per la citt si sono messi a
disposizione 7 spargisale grandi
montati o trainati, 2 spargisale piccoli, 50 lame spartineve di varie dimensioni, 17 squadre manuali con
piccole attrezzature, 8 mezzi per lo
sgombero.
In situazione come queste, molto per possono fare anche i cittadini, come raccomanda il Comune,

che fornisce alcuni utili consigli:


mantenersi sempre aggiornati sulla
situazione di emergenza, non camminare nelle vicinanze di alberi e
prestare attenzione, soprattutto in
fase di disgelo, ai blocchi di neve
che si staccano dai tetti, non utilizzare mezzi di trasporto su due ruote, indossare scarpe adatte, fare
scorte alimentari per le persone e i
familiari pi anziani, fare scorta di
sale, fare attenzione alla formazione di ghiaccio. Inoltre utile sapere
che: il sale pu essere usato per
intervenire su formazioni di ghiaccio di limitato spessore. Il quantitativo di sale deve essere proporzionale allo spessore di ghiaccio o
neve da scogliere: per esempio per
sciogliere un centimetro di neve
occorrono circa 50 gr. a metro quadro, quindi con un kg. di sale si pu
trattare 20 metri quadrati di superficie. Quantit superiori potrebbero
danneggiare le pavimentazioni.
Fortunatamente le condizioni
meteorologiche si stanno stabilizzando, in questi giorni, grazie ad
un'alta pressione che porta una situazione di bel tempo nel Nord Italia, con un rialzo delle temperature
che iniziato subito dopo il 31 dicembre. Le massime tornano ad
oscillare tra i 6 e gli 11 gradi, riportandosi decisamente sopra la media stagionale e confermando la
previsione di un inverno relativamente mite.

QUANDO NEVICA O GELA:


IL VADEMECUM
PER I CITTADINI

Per quanto riguarda lo sgombero della neve


I cittadini possono togliere la neve dal proprio passo
carraio e/o dal proprio accesso privato. La neve spalata
va accumulata ai lati del passo carraio e non buttata in
mezzo alla strada per non rendere vano il lavoro di pulizia. E' bene acquistare sale nei supermercati o nei
consorzi agrari e munirsi di pale per sgomberare le proprie aree private. Gli operatori commerciali, del centro
storico soprattutto, possono tenere percorribili i marciapiedi davanti alla propria attivit commerciale. Pu
essere utile munirsi di pale e di scorte di sale da acquistare presso supermercati e consorzi agrari.
Per quanto riguarda la circolazione stradale:
i mezzi di trasporto
Utilizzare la propria automobile solo in caso
di assoluta necessit, moderare la velocit
e mantenere le distanze di sicurezza;
Non avventurarsi su percorsi innevati
con pneumatici lisci o non adatti;
Utilizzare le catene se necessario;
Usare i mezzi pubblici perch cos il traffico
pi scorrevole;
Non parcheggiare la propria auto, se possibile,
su strade e aree pubbliche.
Per quanto riguarda le segnalazioni
Segnalare eventuali situazioni di criticit della viabilit e pericolo imminente (alberi e pali pericolanti, crolli,
ecc.) telefonando al numero 0372-453024 emergenza
neve del Comune di Cremona, attivo 24 ore su 24 (durante la nevicata)

Cronaca

Sabato 3 Gennaio 2015

NOMINATO
IL NUOVO CDA
DI AEM: SIBONI
PRESIDENTE
Si chiama Massimo Siboni, ha 58 anni ed il nuovo
presidente di Aem Cremona.
In citt nessuno lo conosce,
ma possiede un curriculum
di tutto rispetto: laureato in
Matematica, amministratore operativo di 2Emme srl
(azienda specializzata nella
consulenza aziendale) e consigliere delegato di Sibemed
srl (azienda di fabbricazione di Medical Devices) con
funzione di responsabile
amministrazione, finanza e
controllo, qualit e personale con unampia esperienza
nella pianificazione e risorse,
nelle tecnologie informatiche e sviluppo delle reti. Tra
le professioni svolte anche
quella di Direttore Sistemi &
Telecomunicazioni al Comune di Genova. Egli subentra allo storico presidente
Franco Albertoni, che per
rester a capo di Cremona
Parcheggi e di Aem Service fino all'approvazione del
bilancio, proprio in un'ottica di continuit. Nel nuovo
consiglio di amministrazione,
insieme a Siboni, lex assessore provinciale Fiorella Lazzari, lavvocato Ada Ficarelli,
Roberto Mazzini, e Francesco Sanfelici.
Per il Cda di Aem, sono
stati presentati 59 curriculum
di cui 15 da consiglieri comunali (41 uomini e 18 donne).
Per il Collegio Sindacale, 42
i curriculum presentati di cui
5 da consiglieri comunali (31
uomini e 11 donne). Individuati come sindaci effettivi
Enzo Coratella, 54 anni commercialista, Andrea Bignami,
45 anni commercialista, gi
nei Revisori dei Conti, ed
Elisabetta Pasquali, 47 anni
commercialista.

I primi sei mesi di Galimberti: Una grande opera? Una amministrazione efficiente per rigore e capacit

La Giunta della pianificazione e del controllo

di Laura Bosio

ianificazione, programmazione, ristrutturazione, ricostruzione: se


quella di Perri era nota
come "la Giunta del fare", quella di Galimberti potrebbe
essere ricordata come "la Giunta
della pianificazione e del controllo". Due diversi modi di vedere
l'amministrazione cittadina, entrambi con le proprie peculiarit.
Perri pens a chiudere il buco in
piazza Marconi e ad eliminare la
pensilina in piazza Stradivari. Galimberti studia, riorganizza, intesse relazioni e programma il futuro
della Citt.
Non ne ha fatto mistero lo
stesso sindaco, nel corso della
conferenza stampa di fine anno:
niente opere eclatanti che potrebbero assurgere agli onori della cronaca, ma un percorso di
costruzione di una buona amministrazione, che sappia dare un
taglio al passato e ad un modo di
governare che ormai vecchio e
non pi adatto a quella che la
Cremona di oggi.
Quello a cui punta Galimberti
un cambio di passo. Un'amministrazione pi presente ovunque, dove sorgono problemi,
soprattutto nelle relazioni con il
territorio e con quello che ci sta
attorno. Anche di quello Galimberti non ha fatto mistero, nel
presentare il Cda di Aem, del
voler esercitare azione di controllo e di indirizzo sulle sue partecipate. Ma fondamentale diventa anche essere al centro di
reti di relazioni: con gli altri sindaci (emblematico l'aver messo
insieme 25 sindaci per chiedere
lo sgravio fiscale per i teatri di
tradizione) e con i paesi esteri (a
gennaio presso l'ambasciata
italiana a Vienna si terr una
conferenza stampa per la presentazione della proposta culturale di Cremona).

Tra gli obiettivi prioritari del 2015: raccolta differenziata al 70%, promozione
culturale di Cremona allestero, nuovo Piano della mobilit e della sosta
I primi sei mesi di Galimberti,
definiti con lo slogan "Sei mesi
fuori dal Comune", sono quindi
stati all'insegna dell'incontro.
Sono stati migliaia gli appuntamenti segnati solo sullagenda
del sindaco a cui si aggiungono
quelli degli assessori - ha detto
Galimberti -. Abbiamo incontrato
i quartieri e i comitati dei quartieri, le imprese, le categorie produttive e professionali, le cliniche e i
centri anziani, le associazione e il
mondo del non profit, le associazioni culturali, i sindacati, le societ e i gruppi sportivi, le scuole,
i singoli cittadini.
Tra le relazioni con altri territori
il sindaco ha ricordato che gli
incontri con colleghi ed assessori
di altre realt, sono stati 26.
Fondamentali quelli sul Contratto
di fiume, sulle gestioni associate,
sui sub-ambiti sociali, sulla programmazione culturale e turistica, sulla mobilit ferroviaria.
Cremona ha una missione - ha
detto il sindaco - quella di ridisegnare una visione strategica del
bacino di fiume e tutte queste
azioni vanno in tale direzione.
Per quanto riguarda le relazioni internazionali, il sindaco ha ci-

tato i rapporti con Corea, Cina,


Vienna, San Pietroburgo, Fussen,
Bosnia, Senegal, Kenya.
Altro caposaldo, come dicevamo, quello della riorganizzazione della struttura dell'ente. A luglio stata disegnata la riorganizzazione della struttura organizzativa dell'Ente con la riduzione del
numero assessori, dei dirigenti e
delle posizioni organizzative; a
novembre e dicembre la Giunta
ha verificato la situazione ed ha
gi avviato un Bilancio di competenze che culminer a febbraio
2015 con la restituzione dei risultati - ha spiegato -. Un esempio
di quanto fatto lUfficio Progetti
e Risorse, che stato potenziato
e riorganizzato con due unit in
pi, stata riorganizzata una rete
progettuale ed stato ideato un
database dei progetti.
In un'epoca in cui i finanziamenti provenienti dallo Stato sono sempre pi scarni, per tenere
in piedi un bilancio diventa necessario trovare nuove fonti di
entrate. E la Giunta Galimberti ha
scelto la strada della partecipazione a bandi di tutti i tipi e generi, come del resto testimoniano i
numeri: 13 sono stati i progetti

presentati, di cui 6 gi finanziati


anche in interazione con Crema e
Casalmaggiore, e altri 6 allo studio. Inoltre sono gi pronti 15
bandi oer il 2015. Naturalmente
anche la ricerca delle sponsorizzazioni essenziale. A tale proposito sono gi state definite, in
linea di massima, le le linee guida
ed stata avviata la ricerca di
collaborazioni attraverso l'incontro con 14 incontri con istituti di
credito che il sindaco ha tenuto in
prima persona.
La lotta all'evasione fiscale
un altra fonte di entrata per il comune: a questo proposito stato
formato un vero e proprio team.
Abbiamo messo in piedi, sin
dall'inizio, un lavoro di squadra ha sottolineato il sindaco -. Questo fondamentale per l'efficienza e il miglioramento dei progetti.
Le cose concrete realizzate tutti
insieme in questi mesi si inseriscono in un piano che riguarda
non solo il prossimo anno, ma
anche i prossimi anni.
Focus sul fronte ambientale: la
grande sfida di portare la raccolta differenziata al 70% nel
2015. Grazie ad un lavoro svolto
in tre mesi abbiamo realizzato le

pesature dei rifiuti - ha detto il


sindaco un passaggio questo
davvero importante che si colloca ne piano (ormai pronto) per la
differenziata da avviare nel 2015
con lobiettivo di portarla al 70%
e di arrivare ad una riduzione del
20% dei rifiuti. Ed in fase di
preparazione uno strumento nuovo, il Bilancio ambientale.
Si sta ancora lavorando su diversi temi: mobilit e sosta nel
centro storico ( in fase di pianificazione il nuovo Piano della mobilit e della sosta), la ciclabilit
cittadina (a questo proposito
sono state fatte delle scelte in via
Persico ed in via Brescia, cos
come sulla ciclabile di Cavatigozzi, il tutto impostato all'interno di un Bici Plan), la rigenerazione urbana (vedi le iniziative
messe in campo in corso Garibaldi e via XX settembre).
La giunta vuole rimettere mano anche alla Variante al Pgt. E
punta sui cosiddetti "contenitori
urbani", ossia spazi a disposizione della citt, che possono essere sfruttati in vari modi: ad
esempio Palazzo Affaitati e Palazzo Grasselli sono tornati ad
essere fruibili per i cittadini.
Il sindaco ha ricordato anche
un progetto contro la dispersione
scolastica, il gi deliberato diritto
allo studio, la ricerca (gi pronta)
sui bisogni delle famiglie nei nidi
pubblici e privati. Citati anche il
Polo Tecnologico, il Polo dello
Sviluppo, il lavoro sugli spazi di
coworking, il Polo dolciario e del
latte.
Cosa mi piacerebbe per i
prossimi anni? Quello che abbiamo iniziato a fare in questi sei
mesi: una buona amministrazione che sa regolare i processi verso una nuova efficienza e, indipendentemente da chi al governo della citt, una buona struttura
organizzativa che sa lavorare con
competenza e con visione di futuro ha concluso Galimberti.

Cronaca

Chi vorresti come presidente?

Sono prossime le dimissioni di Giorgio Napolitano. E sono molti i nomi che circolano come potenziali candidati

Nostro piccolo sondaggio. Lauspicio che possa essere una persona che per
autorevolezza e prestigio sia in grado di rappresentare degnamente il Paese

di Daniele Tamburini

eggiamo nella Costituzione italiana, allarticolo 87: Il Presidente della Repubblica il Capo
dello Stato e rappresenta l'unit nazionale. Pu inviare messaggi alle Camere. Indice le
elezioni delle nuove Camere e ne
fissa la prima riunione. Autorizza
la presentazione alle Camere dei
disegni di legge di iniziativa del
Governo. Promulga le leggi ed
emana i decreti aventi valore di
legge e i regolamenti. Indice il referendum popolare nei casi previsti dalla Costituzione. Nomina, nei
casi indicati dalla legge, i funzionari dello Stato. Accredita e riceve
i rappresentanti diplomatici, ratifica i trattati internazionali, previa,
quando occorra, l'autorizzazione
delle Camere. Ha il comando delle
Forze armate, presiede il Consiglio supremo di difesa costituito
secondo la legge, dichiara lo stato
di guerra deliberato dalle Camere.
Presiede il Consiglio superiore
della magistratura. Pu concedere grazia e commutare le pene.
Conferisce le onorificenze della
Repubblica. Quindi, il Presidente
della Repubblica, nel nostro ordinamento, non ha un diretto ruolo
di governo, ma nelle sue mani risiede una altissima responsabilit:
quella di essere, appunto, il garante dellunit nazionale.
Ciascuno dei Presidenti che si
sono susseguiti, da Enrico De Nicola (il primo, colui che firm la
Costituzione) a Luigi Einaudi (di lui
successore, il primo ad essere
eletto secondo le norme costituzionali), a Giovanni Gronchi, Antonio Segni (dimessosi in anticipo a
causa di un ictus), Giuseppe Saragat, Giovanni Leone (anchegli,
travolto dallo scandalo Lockheed,
si dimise in anticipo), Sandro Pertini (il Presidente partigiano, il pi
amato), Francesco Cossiga (lultimo ad essersi dimesso in anticipo), Oscar Luigi Scalfaro, Carlo
Azeglio Ciampi, Giorgio Napoletano (lunico ad essere stato incaricato per il secondo mandato),
ciascuno, dicevamo, ha interpretato il ruolo in maniera personale e
caratterizzata. Ricordiamo De Nicola mentre firma, sorridente, latto di promulgazione della Costituzione, attorniato da De Gasperi,
Togliatti e Terracini; Einaudi, rigoroso intellettuale liberale; Gronchi,
il primo democristiano, il cui mandato fu funestato dagli scontri di
piazza del governo Tambroni; Segni, su cui si sono addensate le
ombre delleversivo Piano Solo;
Saragat, un vecchio resistente, il
primo Presidente di centro sinistra
(era socialdemocratico); Leone,
giurista di fama, oggi in via di rivalutazione, ma che viene ricordato
per gli scandali e per le corna scaramantiche che era uso fare; Pertini, lamatissimo Presidente con
la pipa, partigiano combattente,
capace di discorsi memorabili come il famoso Si svuotino gli arsenali, si colmino i granai!, il Presidente che esulta per lItalia che
vince il mondiale di calcio, che
saluta dolente e partecipe tanti
morti negli anni di piombo, che
non risiede al Quirinale. E poi
Cossiga, personalit istrionica e
controversa, il picconatore autore di esternazioni che, spesso,
parvero travalicare il suo ruolo.
Scalfaro, uomo di fede e di cultura, interprete del moto di ostilit
del Paese verso quella politica dei
corrotti e dei corruttori che veniva
alla luce (egli accompagn la riluttanza di Craxi a dimettersi dalla
segreteria del PSI con le parole
chi ha salito le scale del potere
deve saperle discendere con
uguale dignit). Ciampi, il livornese dal passato azionista, che cerc di vivificare negli italiani lamor
di patria, sottolineando limpor-

tanza del Risorgimento, della Resistenza, dell'Inno di Mameli e del


tricolore, oggetto di alto favore
popolare. E, in ultimo, Napolitano,
che si scelto il ruolo di garante di
una situazione tra le pi difficili
della Repubblica (con lesplosione
della crisi del 2008), accompagnando, in modo spesso irritale e
oggetto di forti critiche, un percorso di riforme economiche e istituzionali certamente non condivise
da tutto il Paese.
Chi sar il prossimo, o la prossima, Presidente? I nomi che circolano, pi insistentemente in
questi giorrni, sono quelli di Romano Prodi, Walter Veltroni, Pierluigi Bersani, Mario Draghi, Emma
Bonino, Anna Finocchiaro e altri.
In ogni caso, colui che sar, dovr
fare i conti con una situazione difficilissima. Presumibilmente, sar
Presidente con la riforma istituzionale che toglie al Senato la caratterizzazione elettiva a suffragio
universale. Dovr vedersela con
lEuropa del rigore, spesso, a senso unico.

Con lintenzione di fare un piccolo sondaggio, ho chiesto ad alcune persone (scelte tra i miei
contatti di facebook e comunque
tra coloro che si interessano di
politica, perch ne sono parte attiva, per passione o perch sono
cittadini interessati alla propria
sorte): Chi vorresti come presidente della Repubblica?. Qualcuno mi ha fatto notare che, tra
coloro che hanno risposto, prevalgono persone pi vicine al centro
sinistra. Il motivo risiede nel fatto
che alcune persone notoriamente
simpatizzanti della destra non
hanno risposto o hanno gentilmente declinato linvito. Ecco le
risposte.
Caterina Ruggeri
Vorrei Bersani. Persona seria,
stimata, competente e con un
grande rispetto delle istituzioni.
Ha 63 anni: let giusta, non voglio
un ottuagenario.
Franco Albertoni
Direi che la senatrice Anna Finocchiaro potrebbe sicuramente essere una ipotesi interessante....
Patrizia Signorini
Come presidente della repubblica vorrei Riccardo Muti. Uomo
non compromesso e la cui storia
professionale parla al mondo
dell'identit culturale italiana. Cosa che nessuno dei candidati sopraelencati pu minimamente
rappresentare. Anzi: sono totalmente il contrario dell'animo del
nostro paese.
Alessandro Carpani
Prodi, Padoan, Bersani, Finocchiaro? No, grazie. Chi ha voluto
l'euro e ha ucciso il nostro Paese
non pu rappresentare l'Italia, no
ai servi di Bruxelles. Io vedrei bene al Colle una mamma disoccupata con figli, perch solo chi sa
cosa vuol dire vivere nelle difficolt pu rappresentare al meglio
questo Paese.
Deo Fogliazza
l mio candidato Romano Prodi.
Ha grande esperienza internazionale (Presidente Commissione
Europea, Alto Rappresentante
ONU in diverse aree d Crisi nel
mondo), stato per due volte Pre-

sidente del Consiglio, economista di fama internazionale, stato


il padre fondatore del PD ed ideatore di una delle poche novit politiche: l'Ulivo. Si definito "cattolico adulto" dunque rispettoso
della massima "Dare a Cesare
quel che di Cesare ed a Dio ci
che di Dio". Potrebbe/dovrebbe
raccogliere le simpatie di gran
parte del PD, del M5S, di SEL, di
Italia Civica. Con Prodi l'Italia sarebbe pi forte e rispettata nel
mondo.
Benito Fiori
Viviamo uno dei pi bui momenti
della politica e della nostra storia
e la personalit chiamata a tanta
responsabilit dovrebbe godere
della stima di ogni parte politica e
che per non vedo. Almeno dovrebbe avere, almeno, una storia
personale inattaccabile, di grande
esperienza politica e di grande
cultura. Le meno lontane dal mio
ideale sono la Finocchiaro e, bench indigesta all'opposizione, Gustavo Zagrebelsky.
Antonio Agazzi
Gradirei una donna, conosciuta a
livello internazionale, a 'scavalco'
tra centro-sinistra e centro-destra,
conoscitrice del sistema politicoistituzionale italiano, con una storia politica alle spalle, specie in
termini di impegno sul versante
dei diritti umani: Emma Bonino...
ma non accadr.
Elia Sciacca
Il mio candidato preferito Stefano Rodot essendo Professore
di diritto costituzionale ex presidente dellAutorit garante della
privacy, uno degli autori della
Carta dei diritti fondamentali
dellUnione Europea.Il motivo perch lo ritengo una persona molto
preparata sul funzionamento delle
varie istituzioni dai toni pacati e
molto disponibile al dialogo costruttivo.
Roberto Borsella
A mio avviso un candidato serio
credibile Casini. Lunga esperienza mediatore intelligente...che
dire... forza Casini,
Federico Fasani
Come provocazione direi Berlusconi. Ha esperienza e capacit.
Come auspicio Enrico Letta. Giovane e stimato in europa, il vero
scenario politico del futuro.
Giorgio Everet
Vorrei un Presidente della Repubblica indipendente dai partiti,
che pensasse al bene dell Italia, di
tutti gli Italiani.
Flaminio Cozzaglio
Sceglie la sinistra, che ha i numeri in pi: spero si impegni a
trovare un Ciampi; o almeno uno
che non sia stato in prima fila nelle
battaglie della politica.
Agostino Alloni
Se fossi uno dei grandi elettori
voterei, come Presidente della
Repubblica, Massimo Gramellini.
Siccome non avr il consenso
necessario voterei in seconda
battuta Romano Prodi. MI sarebbe piaciuto votare per una donna
che per fatico ad individuare,
Emma Bonino non mi pare pi una
candidatura adeguata alla difficile
situazione in atto.
Carlo Malvezzi
Ad essere sincero non mi entusiasma nessuno dei nomi che circolano in questi giorni. Molti hanno un sapore antico, altri non hanno dimostrato la necessaria autorevolezza per ricoprire un ruolo di
cos grande prestigio. Se potessi
indicare figure a mio giudizio adeguate proporrei Gianni Letta o Lorenzo Ornaghi per il loro equilibrio,
preparazione, rispetto nei confronti di tutti e alto senso dello
Stato, ma, essendo candidature
improbabili, vedrei meglio di altri
Mario Draghi.
Giuseppe Trespidi
Il prossimo Presidente della Repubblica dovr essere giovane vicino ai 60 anni, espressione della

Sabato 3 Gennaio 2015

Siamo ormai nel pieno


della stagione autunnale,
ma la voglia di muoversi e
di viaggiare non tramonta mai: dal vero e proprio
soggiorno al week end
fuori porta, alla gita in
giornata. Soprattutto a
fronte del fatto che il
maltempo estivo non ha
consentito a molti di partire. Il Cta Acli promuove
una serie di gite e viaggi
per tutti i gusti.
Politica: ancorato ai principi della
Costituzione, rispettoso delle Istituzioni, con un prestigio nazionale
e internazionale riconosciuto. Che
abbia nel corso della sua vita dato
dimostrazione di rettitudine e capacit politica. In quel ruolo vedrei
bene Pierferdinando Casini.
Giovanni Biondi
Il mio candidato per la Presidenza Massimo Cacciari, filosofo e
intellettuale, coltissimo ma attrezzato e competente rispetto alle liturgie della politica; sarebbe una
Presidenza originale, moderna e
innovativa... Buon anno.
Carlalberto Ghidotti
Il nome, lo sappiamo, non sar
deciso da Forza Italia. Il mio auspicio che sia individuato un
soggetto slegato dalla vecchia
politica e che risponda a valori
trasparenti e liberali, in grado di
garantire una presidenza davvero
super partes.
Iago Iachetti
Vorrei Pierluigi Bersani... l'uomo
che riunisce l'Italia e la "ditta".
Giancarlo Schifano
Credo che il prossimo Presidente
della Repubblica sar Bersani, un
uomo delle istituzioni che ha contribuito volendo o nolendo all'ascesa politica di Renzi e ha saputo fare un passo indietro quando ha visto che il partito era spaccato. Sicuramente il giusto riconoscimento nei confronti di una persona
perbene,in grado di essere il garante della Costituzione.
Roberto Vitali
Fare retorica elencando quali caratteristiche dovrebbe avere il
nuovo Presidente o chi non dovrebbe essere tra i nomi che circolano e fin troppo facile. Allora,
senza alcun timore di critica, dico
Roberto Benigni.
Roberto Poli
Credo che Romano Prodi per la
sua storia e la sua competenza
abbia il profilo ideale del prossimo
Presidente della Repubblica
Rosita Viola
Vorrei Laura Boldrini perch ha
esperienza europea ed internazionale. Ha il senso delle istituzioni ed attualmente una persona
che ha dimostrato di saper fare il
Presidente della Camera con
equilibrio e in dialogo con tutto il
Parlamento. Conosce e riconosce i valori costituzionali in parti-

colare il principio di solidariet


assolutamente necessario in un
periodo di crisi generale per "reatare umani".
Michele De Crecchio
Tutto sommato, sarei per indicare il buon Prodi, persona seria e
consapevole, anche se modesto
comunicatore, come purtroppo
lamentava anche Montanelli.
Gabriele Piazzoni
Il mio candidato presidente
Romano Prodi, persona onesta,
con un grande carisma internazionale, simbolo vivente di un centrosinistra che non ha bisogno di fare
patti del nazareno e altri indicibili
accordi per dare un governo al
paese. Una persona che ha saputo dimostrare nei suoi ruoli di governo di avere un altissimo rispetto delle istituzioni repubblicane, e
che quindi pu ridare il necessario
credito alla politica italiana. Inoltre, per aumentare il peso dell'Italia nella difficile trattativa per la
modifica dei vincoli economici europei, nessuna persona pi indicata di colui che seppe portare il
nostro paese all'interno dell'eurozona.
Anselmo Gusperti
Propongo una rosa di tre nomi:
Bonino, Grasso, Draghi. Bonino:
donna, di assoluto livello, conosciuta e stimata in tutto il mondo,
istituzionalmente affidabile. Ma
invisa alla Chiesa ed ai cattolici
intransigenti, che pure sono una
parte consistente degli italiani;
Grasso: gi vice naturale della
carica, uomo istituzionale, costituzionalmente affidabile, ha gi
dato buona prova nel reggere il
Senato, imparziale; Draghi: di assoluto prestigio, ma sta facendo il
bene dell'Italia e dell'Europa l
dov' e l dovrebbe rimanere.
Francesco Zanibelli
Per quanto riguarda la questione
presidenza della repubblica, credo che Mario Draghi possa essere
il nominativo pi indicato per il
prestigioso incarico. Certamente
si potr dire di lui che molto vicino a quel potere europeo e sovra
europeo del quale una dolorosa
testimonianza rimasta col governo Monti, tuttavia la sua competenza e la sua autorevolezza
potrebbero appresentare il nostro
Paese meglio di altri candidati di
cui su legge in questi giorni.

31 Gennaio 2015 Una giornata ad Aosta per


visitare
La Fiera di
SantOrso tra Manufatti in
legno ed artigianato locale.
Dall'1 al 15 febbraio
2015 - Soggiorno invernale
in Liguria a Diano Marina
presso lHotel Torino 4****.
Dal 9 al 12 Febbraio
2015 - Viaggio a Lourdes
in occasione dellAnniversario
dellapparizione
Mariana a Santa Bernardette.
22 febbraio 2015 una giornata a Menton per
la Festa dei Limoni per
vedere la magnifica sfilata
di carri con Agrumi.
8 marzo 2015 - Una
giornata a Sanremo in
occasione della tradizionale Sanremo in Fiore per
ammirare la favolosa sfilata
dei Carri Fioriti.
15 Marzo 2015 - Una
giornata a Sanremo in
occasione della tradizionale Sanremo in Fiore per
ammirare la favolosa sfilata
dei Carri Fioriti.
x Dal 7 al 10 Maggio Un viaggio per visitare
Roma. Si visiteranno la
basilica di S. Pietro e le
tombe dei Papi, dai Giardini Vaticani a Trinit dei
Monti, dalle ville di Tivoli a
Ostia Antica.
Le iscrizioni e tutte le
informazioni relative agli
eventi saranno fornite
presso la sede di via Cardinale G. Massaia, 22 o
contattando i numeri di
tel. 0372-800423, 800429.
Le iniziative sono in le
nostre iniziative sono in
collaborazione con il CTA
di Crema (Piazza Manziana 17. Crema tel. 0373250064).
Sito: www.ctacremona.it

CREMA

Sabato 3 Gennaio 2014

Nonostante i divieti del Comune (con minaccia di sanzioni), a


Capodanno c stata una mitragliata di botti e lanci di petardi.
Ancora ieri pomeriggio, vicino al
Campo di Marte si sparava a ripetizione. Il fatto che due minorenni sono stati portati pronto
soccorso per ustioni ed escoriazioni causate proprio dai petardi
che stavano maneggiando.
E anche tanto vandalismo.
Molti i cestini dellimmondizia
danneggiati. Lepisodio pi grave in via Delle Grazie dove, poco
dopo la mezzanotte, alcuni ragazzini hanno imbottito di petardi il parchimetro devastandolo.

Divieto comunale non rispettato: due ragazzi feriti, parchimetro devastato e incidenti

Botti di fine anno: di tutto e di pi


E, sempre in questa zona, qualcuno ha cercato di appiccare
lincendio a un contenitore della
Caritas per indumenti usati.
Capodanno, una notte di
incidenti. Uno successo sul
rettilineo di Ticengo: tre giovani
indiani sono usciti di strada con
la Polo e sono finiti in ospedale.
Laltro al rond di Bagnolo: un
turco ha preso il rond di Ba-

gnolo contromano e si scontrato con unauto che viaggiava


nella direzione giusta di marcia:
sembra che il turco avesse bevuto troppo. Infine, una donna,
nel parcheggio della discoteca
Magica, nel fare retromarcia ha
spinto una vettura nel fosso.
Sempre alla Magika c stata una rissa tra albanesi. Tre sono finiti allospedale. Gli altri so-

no stati allontanati dai buttafuori, ma uno di loro ritornato in


discoteca con una mazza per
vendicarli, ed stato preso in
consegna dai carabinieri di Bagnolo.
Un ubriaco di presentato
alluscio di casa della sua ex.
Non essendo riuscito a farsi accogliere, ha spaccato una finestra e malmenato il suocero che
gli si era parato davanti per difendere la figlia. E stato portato
via dai poliziotti.
Lultimo nato del 2014 si
chiama Stefano Tiraboschi,
mentre la prima nata Mina
Vannoni.

Bocciata anche la richiesta della maggioranza di un Consiglio comunale aperto. La pezza stata peggio del buco. E non finita...
Simone Beretta

La maggioranza
entrata nella
totale confusione

A proposito delle ultime


vicende della moschea,
intervenuto anche Simone Beretta. Che ha
commentato: Mi convinco sempre di pi che
questa maggioranza sia
in totale confusione e
vedere come si comporta su e un tema cos delicato come quello della
musalla ne la riprova. Una maggioranza che
addirittura sfida la minoranza cercando, ahim, di
ridicolizzarla chiedendo un consiglio aperto in
modo pretestuoso considerate le loro dichiarazioni pubbliche con le quali vanno asserendo che
nulla sarebbe comunque mutato rispetto alla decisione gi presa di concedere lopportunit di
poter realizzare in citt un centro islamico. Sono
imbarazzanti oltre che irrispettosi del sentire comune.
Beretta continua: Li trovo peraltro evanescenti quando immaginano che da un punto di vista
giuridico potesse essere concesso loro quanto
negato ad altri. Anzi, probabilmente la nostra richiesta, di cui si sa per certo che il veto ancora
prima che sul piano formale, stato politico da
parte del sindaco, era nettamente pi accogliibile
ponendo allordine del giorno non un atto amministrativo come una probabile variante al PGT ma
uno di valenza sociale e politica quale la musalla
o moschea che sia, che sta spaccando inopinatamente, per esclusiva responsabilit della Bonaldi,
lopinione pubblica cittadina e cremasca.
Infine: Chi spiegher al capogruppo del Pd
Giossi, ultimamente forse troppo impegnato a
promuovere amichevoli e costose mostre, che la
loro richiesta non aveva e non ha le gambe per
poter camminare, tranne che immagini di imporla
politicamente al Presidente del Consiglio comunale, il quale negando alle minoranze il consiglio
comunale aperto ora atteso al varco rispetto
alla risposta che dar alla sua maggioranza. Non
avrei mai immaginato che con la sua esperienza
amministrativa Cappelli arrivasse a farsi mettere
in un angolo con il cerino acceso in mano. Attendiamo di conoscere come penser di spegnarlo
senza scottarsi le dita.

Sta per scoppiare un nuovo


caso politico-amministrativo a
Crema? Sembra proprio di s. Il
consigliere comunale Simone
Beretta ha presentato una mozione perch venga iscritta allordine del giorno del prossimo
consiglio comunale. Due le questioni di fondo.
La prima. Ad oggi non si
comprendono ancora le ragioni
del no, a maggioranza del Consiglio comunale di Crema , alla richiesta di Padania Acque Gestioni Spa per la nomina di un
advisor che consentisse di operare una scelta pi oculata e condivisa sulle modalit di integrazione tra la Padania Acque Gestioni e Padania Acque Spa.
Latto di indirizzo approvato in
consiglio comunale, che prevedeva lincorporazione di Padania
Acque Gestioni in Padania Acque Spa, sembra nei fatti contraddire la Legge di stabilit che
disporrebbe lesatto processo
inverso e quindi lincorporazione
della societ patrimoniale ,senza
dipendenti, nella Societ Pada-

Moschea, scoppia il grande pasticcio


Q
dalla redazione

uando si parla teatrino della politica, la prova concreta levolversi delle vicende
che hanno come tema la
moschea che il centrosinistra vuole a tutti i costi. Infatti, il libro
sul centro di culto musulmano si arricchisce di due nuovi capitoli. Sullultimo numero di questo settimanale si
dava notizia del no pronunciato da
Vincenzo Cappelli, presidente del
Consiglio comunale, alla richiesta delle minoranze di un consiglio comunale
aperto per discutere proprio della questione moschea. Tre i motivi del diniego. Il primo perch l'amministrazione
non ha in corso procedure per la possibile individuazione di un'are da destinare alla costruzione di una moschea/musallah/centro islamico; il
secondo perch la libert di culto e le
sue forme sono materia sottratta alla
competenza del Consiglio comunale;
il terzo per carenza di un ordine del
giorno specifico e di un preciso oggetto di dibattito rilevante, ai sensi dell'articolo 40 del regolamento del Consiglio comunale.
Insomma della moschea, largomento che sta spaccando la citt, non
si pu parlare in Consiglio comunale
dove sono presenti tutti gli eletti della
comunit cremasca. E, quindi? I sindaco ha riferito che si potrebbe fare un
bel confronto pubblico delle forze
consiliari con i cittadini cremaschi,
con tutte le realt rappresentative della nostra comunit, religiose e laiche,

Tino Arpini

che vorranno intervenire e con l'eventuale presenza di esperti che si vorranno coinvolgere sotto la forma di
assemblea pubblica o di conferenza di
settore o di servizi.
Tutto risolto, dunque? Neppure
per sogno. Infatti, mentre le forze di
opposizione aspettavano il dopo-Befana 2015 per chiedere, nelle forme opportune, sempre un Consiglio comunale aperto, sono state prese di contropiede dagli stessi consiglieri di maggioranza, in maggioranza del Pd, che
hanno chiesto loro il Consiglio comunale aperto sulla moschea, sconfessando cos il loro presidente del Consiglio comunale e lo stesso sindaco, entrambi del Pd. Ma come possibile?
E possibilissimo. Al grido di Noi
non abbiamo paura e indicando gi
la data (entro i primi 15 giorni di gen-

naio 2015), la nuova giravolta stata


spiegata in una conferenza stampa da
Luca Giossi, capogruppo del Pd. Il
quale ha detto: Visto che nessuno
delle minoranze ripresentava la richiesta del consiglio comunale aperto, per
evitare che si pensi che abbiamo paura di discutere, ecco che la richiesta
labbiamo presentata noi. In modo
corretto, questa volta. Perch non
abbiamo chiesto di parlare di musalla,
ma della variante del Prg, cosa che sta
allordine del giorno.
Una dichiarazione precipitosa e avventata. Perch il segretario comunale, Marica De Girolamo, al quale era
stato chiesto un altro parere tecnico
da Cappelli in merito alla richiesta della maggioranza, ha scritto quanto segue: Le procedure di variante prevedono, alla luce della legge regionale

12/05 un ben preciso percorso di partecipazione, condivisione e anche formulazione di opposizioni e apporti
collaborativi e comunque la variante
parziale in corso non presenta i caratteri di particolare ordine sociale e politico che possano giustificare la indizione di un consiglio comunale aperto.
Bocciatura tecnica a tutto campo.
Giossi smentito. Ma non finita: il
segretario comunale ha ricordato a
Cappelli che la questione moschea
una questione prettamente politica; e
dal momento che tutti i consiglieri
chiedono un consiglio comunale aperto, su tale argomento, Marica De Girolamo rinvia a Cappelli e allufficio di
presidenza le valutazioni di ordine politico/amministrativo. Gli ha rilanciato
la palla. Con un linguaggio ovviamente burocratico, il segretario comunale
ha detto quello che aveva gi anticipato Franco Bordo, deputato di Sel, e
cio che la questione moschea di
rilevanza sociale e, quindi, non cera
bisogno di chiedere alcun parere tecnico: il consiglio comunale aperto si
deve fare. Punto, a capo.
Cappelli ora incartato. Se, dopo
aver bocciato la richiesta delle opposizioni dir di s a quella della maggioranza, bocciata a sua volta dal segretario comunale, sollever un gran polverone di polemiche. Se dir di no,
andr contro il volere di tutti i consiglieri comunali. Quando, insomma, la
pezza peggiore del buco Ma non
si deve demordere: il teatrino della
politica ci riserver ancora numerosi
momenti di suspense.

Sono stupito. E adesso che far Vincenzo Cappelli?


Mi rivolgo a lei ha scritto scrive Tino Arpini, consigliere comunale di Solo cose buone per Crema, in una lettera indirizzata al
presidente del Consiglio comunale, Vincenzo
Cappelli, per chiederle di prendere pubblicamente posizione e fare chiarezza nei confronti
dei cittadini tutti, poich le testate giornalistiche riferiscono di un prossimo consiglio comunale aperto in merito alla realizzazione di
un luogo di culto islamico a Crema. Levento

come ricorder era gi stato richiesto da me e


dai colleghi consiglieri della minoranza consiliare, ottenendo, per ben due volte, una motivata risposta di improcedibilit, che ci ha lasciati alquanto perplessi ed alla valutazione
politica degli organi competenti.
Il consigliere Arpini continua, non nascondendo il suo stupore per la vicenda: Resto
quindi sbalordito sapendo che presso il comune di Crema non sono in corso procedure per

la possibile individuazione di unarea destinata alla costruzione di una moschea/musallah/


centro islamico, ma semplicemente unistruttoria di tipo urbanistico, preordinata ad apportare modifiche al Pgt e, in quanto tale, mantiene un carattere programmatico senza rilevanze di ordine sociale e politico che possano
giustificare la indizione di un Consiglio comunale aperto, come lei ebbe a scrivere nella sua
del 3 dicembre.

Padania Acque: scoppiato un nuovo caso politico


Nella foto a sinistra,
Alessandro Lanfranchi,
consigliere delegato
di Padania Acque
Qui a destra,
Ercole Barbati,
presidente
del Consiglio
di gestione
di Padania Acque

nia Acque Gestioni gi gestore


del servizio idrico integrato. La
prospettata fusione produrr effetti negativi per Crema e lintero
territorio cremasco per la totale
mancanza di rappresentativit,
dato che la partecipazione nel
capitale sociale della futura societ si limiterebbe alla quota
dello 0,02% circa.

Ma c dellaltro. Dice, infatti,


Simone Beretta, capogruppo di
Forza Italia in Consiglio comunale nella mozione prresentata
A tutto ci si deve aggiungere
che gli ultimi atti di cui sono
politicamente a conoscenza,
prodotti dal consigliere delegato ragionier Lanfranchi, non inducono a ritenere che lo stesso

possa rappresentare garanzie


certe per linteresse dellacqua
pubblica e per il nostro territorio, ci alla luce di atti inopportuni, impropri ed illegittimi.
Cio? Non accettabile
avverte Beretta nella sua mozione, che un consigliere delegato
debordi, come ha fatto il ragionier Lanfranchi dai limiti legal-

mente previsti, in totale disprezzo, per altro, delle competenze


del Consiglio di amministrazione e del Comitato di Indirizzo e
Controllo nel quale presente
anche il sindaco di Crema. Una
mancanza di buon senso che
dimostra come alcuni amministratori, nella fattispecie di sinistra del PD, utilizzino denaro di
societ pubbliche in modo superficiale ed improprio. Sono
curioso di conoscere nel merito
il parere del Collegio Sindacale
della societ, che non potr che
essere nella sostanza totalmente negativo, non tanto per un
deficit di democrazia , ma semplicemente perch quello che
non deve essere fatto non va
fatto.
Quali le conseguenze di
quanto sta succedendo? Ad
oggi sono due le conseguenze:
che Crema non conta e non

conter niente e che lacqua


finita in mano ad amministratori
che si comportano in modo dirigistico e senza il rispetto delle
norme di diritto. Ma non finita. Sempre secondo Beretta,
alla luce di quanto richiamato,
il Consiglio comunale di Crema
deve invitare il sindaco e la
giunta a ripensare latto di indirizzo approvato frettolosamente nellultimo Consiglio Comunale per lincorporazione
della Padania Acque Gestione
Spa in Padania Acque Spa, in
contrasto con i nuovi indirizzi
normativi; a censurare, considerate le premesse, il comportamento del consigliere delegato Alessandro Lanfranchi; a
manifestare nelle sedi opportune la sfiducia del consiglio comunale di Crema verso lo stesso Lanfranchi chiedendone le
immediate dimissioni.

Crema

di Gionata Agisti

a nevicata dei giorni scorsi ha


reso quanto mai urgente il
cambio degli pneumatici delle
nostre automobili. Per la verit, alla sostituzione delle gomme estive con quelle invernali si sarebbe
dovuto gi provvedere dallo scorso 15
novembre. Lobbligo di montare queste
ultime, infatti, va da questa data fino al
15 aprile 2015, anche se poi, in realt, il
mese di proroga, gi previsto, fa slittare
lobbligo al 15 maggio.
Ricordo che la sostituzione degli
pneumatici prevista per legge specifica Saverio Tarenzi, della Promet srl di
Ombriano. Infatti, il loro codice di velocit si modifica a seconda della tipologia. Normalmente, vengono chiamate
gomme da neve ma si tratta di un errore
che pu confondere. Il termine corretto
pneumatici invernali, perch sono lideale per viaggiare con temperature dai 7
gradi in gi, non solo su fondi innevati o
ghiacciati, ma anche in caso di giornata
soleggiata. Grazie alla loro speciale miscela, durante la stagione fredda, garantiscono le migliori prestazioni di tenuta,
stabilit e frenata.
Qual il rischio per chi continuasse
a montare pneumatici estivi, convinto
che basti andar piano per non incorrere in qualche guaio? Il rischio che, in
caso di frenata demergenza, lauto non
riesca a rispondere in modo efficace.
Non dimentichiamo, poi, che le forze
dellordine sono autorizzate a controllare
leffettivo utilizzo degli pneumatici previsti che, inoltre, devono essere compatibili con la vettura. bene, quindi, verificare la loro compatibilit nella propria

Sabato 3 Gennaio 2015

Gomme da neve, non rischiate

La prima nevicata ha spinto molti cremaschi a cambiare gli pneumatici. Ecco perch conviene

carta di circolazione. Ovviamente, questo non significa che, anche montando


pneumatici invernali, non si debbano
prendere le dovute precauzioni. Su ogni
pneumatico inciso il proprio limite di
velocit e, comunque, valgono sempre
le due regole dettate dal buon senso:
mantenere una velocit adeguata alla
condizione del manto stradale e rispettare la distanza di sicurezza.
C anche chi solito montare solo

Due piazze chiuse alle


auto: i commercianti
minacciano la rivolta
Una proposta che fa discutere e che ha gi fatto arrabbiare i commercianti: la maggioranza di centrosinistra in
Comune ha annunciato per questestate la chiusura alle
auto in piazza Trento e Trieste (con lo spostamento del
monumento ai caduti alla rotonda di viale Rimembranze) e
in piazza Istria e Dalmazia. Non solo: verrebbero organizzati degli hub di interscambio esterni al centro storico dove la
merce destinata ai vari negozi verrebbe caricata su mezzi
non inquinanti e smistata nelle botteghe. Esperienze in
questo senso ci sono gi in alcune citt del nord, ma gli
esempi al momento non sono molti. Sempre per quanto
riguarda i parcheggi, lintenzione dellamministrazione
anche quella di istituire parcheggi dove possibile sostare
iprimi 15 minuti senza pagare.
Christian De Feo, dei Cinquestelle, ha detto che prima
di esprimere un parere, vorrebbe capire concretamente di
che cosa si sta parlando. Simone Beretta, di Forza Italia,
dice che sbagliato chiudere queste piazze senza aver
pensato a creare posteggi alternativi nellarea sud di Crema. E, quindi, si costringerebbe chi oggi viene da San
Bartolomeo ad allungare il percorso per posteggiare alla
Buca o a Porta Nova.
C gi un tam-tam bellicoso tra i commercianti che gi
oggi soffrono la crisi dei consumi. Bergamo insegna: in
questi giorni, con alcune piazze chiuse al traffico dal sindaco, la gente ha affollato sempre di pi i supermercati abbandonando le botteghe centrali di piazza Pontida, di via
XX Settembre e del Sentierone. E questo uno degli spettri
che i commercianti di Crema paventano: meno parcheggi
in centro significa una Crema deserta e trasformata in un
mausoleo.
Ma sicuramente lamministrazione di centrosinistra non
demorder perch ha sposato tutte le ragioni degli ambientalisti: e, infatti, continua a proporre le inutili domeniche
senza auto che non diminuiscono lo smog. Si vedr se la
coesione tra i commercianti del centro sar tale da impedire unaltra batosta al commercio. E, poi: dopo piazza Trento
e Trieste toccher a piazza Garibaldi? E ancora: perch
chiudere piazza Trento e Trieste e non piazza Garibaldi?
Come si vede, non una questione di lana caprina, ma del
futuro di pezzi di citt senza botteghe.

I ladri lo svegliano:
lui li mette in fuga
Una brutta sopresa per un pensionato di Ombriano
che, alcuni giorni fa, nel pomeriggio, mentre stava riposando in camera sua stato svegliato da alcuni rumori: ha
aperto gli occhi e ai piedi del letto ha visto due sconosciuti. Ha capito subito che erano due ladri. Luomo si messo a urlare e a chiedere aiuto. Poi con il cellulare ha chiamato il 113, cio il Commissariato.
I due malviventi, colti di sorpresa per la pronta reazione
del padrone di casa, sono scappati rapidamente uscendo
dalla finestra. I poliziotti prontamente intervenuti hanno
scoperto le tracce dei ladri nel giardino. Ma non molto di
pi. Secondo la testimonianza della mancata vittima del
furto, i due fuggitivi erano alti, giovani, indossavano giubbotti pesanti, sciarpe e avevano dei cappellini in testa.

due pneumatici invernali. una prassi


sicura? No, pericoloso. Se lauto a
trazione anteriore, si potr anche avere
la sensazione di un buon controllo ma,
avendo pneumatici normali montati posteriormente, sar facile andare in sovrasterzo, con la conseguenza di non controllare pi il mezzo.
Come vanno conservati gli pneumatici estivi, una volta smontati? Per
garantire il migliore stato di conservazio-

ne, vanno immagazzinati al riparo dalla


luce solare e in luoghi asciutti. Anche noi
offriamo la possibilit di tenerli in deposito, assicurando le migliori condizioni.
consigliabile anche un controllo
generale della propria auto? Nella
stagione fredda, buona cosa controllare ogni componente. Non solo gomme,
quindi, ma anche freni, pastiglie, olio,
per poter viaggiare in tranquillit. Sempre per quanto riguarda le gomme,

bene controllare spesso che il loro livello


di pressione sia corretto, cos come indicato sul libretto di uso e manutenzione.
Spesso, vuol dire almeno una o due volte al mese, perch una pressione non
conforme porta facilmente allusura dello pneumatico e, di conseguenza, a un
consumo maggiore di carburante. Ricordo che, generalmente, un semplice controllo della pressione non comporta alcun costo.

Il tracciato a Izano. La brillante idea imprenditoriale di Daniele Provana

Una pista per test su trattori e gomme

Gli artigiani - e quelli della Libera associazione di Crema, soprattutto - nellinnovazione non
sono secondi a nessuno. Sono stati tanti, negli
anni, infatti, gli esempi riportati su queste pagine. Lultimo in ordine di tempo perch fresco di
cronaca il Centro prove a Izano formato da un
tracciato per effettuare le prove su strada dei
mezzi agricoli con la componente imprescindibile delle gomme, e da una struttura che ospiter al suo interno le attrezzature tecnologiche,
di propriet dei costruttori, per effettuare e valutare di volta in volta i test su pista, e i locali
attrezzati per i corsi di formazione. Ma andiamo
con ordine.
Tutti questi impianti si trovano a Izano. E
sono di propriet di Provana Quality Center
di cui lamministratore Daniele Provana. Un
imprenditore giovane con idee nuove. Gi
collaboriamo con aziende di trattori e costruttori di gomme per effettuare dei test, ma ho
voluto qualcosa di pi strutturale. Ho pensato,
cio, a luogo fisico che potesse diventare un
punto di riferimento per chi, semplificando,
fabbrica trattori o pneumatici, e poi li deve assemblare. Ma non solo: lelettronica sta diventando una componente di importanza sempre
pi rilevante sulle macchine agricole. Tanto per
intenderci, i trattori, gi 30 anni fa, montavano
delle microtelecamere per avere una perfetta
visione posteriore del mezzo quando veniva
innestata la retromarcia. Ma mentre lagricoltura sempre stata allavanguardia dal punto di
vista della performance di meccanica, elettronica, cerchi e gomme, diventava indispensabile
mettere alla prova tutte queste componenti su
un specifico tracciato.
Trecento metri dasfalto totali a forma di 8
con due rettilinei da 100 metri luno, il resto
tutto fatto di curve con anche una parabolica.
Qui, le Case proveranno i loro mezzi. Gi hanno
dimostrato un forte interessamento per questa
struttura e gioved 18 dicembre erano presenti i
dirigenti di unimportante casa costruttrice di
trattori in perlustrazione sul circuito. Ma i
clienti di questa infrastruttura made in Cremasco arriveranno anche dallestero; ormai si parla
di calendari e orari. Su questi 300 metri verranno
testati, tra laltro, laderenza degli pneumatici, il
consumo di carburante, laffidabilit e la guidabilit del mezzo, il suo comfort, il comportamento
su strada a velocit sostenuta, lo slittamento o
meno del cerchio, le prestazioni richieste in termini di trattivit. Tutte prove che serviranno ad
approfondire le conoscenze e, quindi, a sfruttarle
nelle nuove generazioni di trattori, di pneumatici
e di cerchi super agricoli.
Non bisogna dimenticare infatti che il primo
gennaio 2015 il termine cui stata prorogata
la revisione obbligatoria delle macchine agricole. La modifica allarticolo 111 del Codice della
strada stata rinviata con il decreto milleproroghe, approvato dal Consiglio dei ministri alla
fine di dicembre. Di fatto, stata posticipata di
sei mesi ladozione della legge 221 del 2012 e
di un anno linizio effettivo della revisione obbligatoria.

Sopra, un trattore
in pista. A lato,
Daniele Provana

Non solo test, ma anche formazione avverte, infatti, Daniele Provana. Perch in vigore dallo scorso 12 marzo lAccordo tra Governo
e Regioni gi pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 60 del 12 marzo 2012 che istituisce
una specifica abilitazione (Patentino) per gli
utilizzatori dei mezzi meccanici siano essi lavoratori autonomi o dipendenti, in linea con quanto sancito dal Testo Unico sulla sicurezza nei
luoghi di lavoro (art. 73 comma 4 e 5 D.Lgs
81/08).
A seguito del differimento di 2 anni delle date di entrata in vigore del provvedimento (tramite Legge 9 agosto 2013 di conversione del cosiddetto Decreto Fare) e delle diverse circolari chiarificatrici emanate dal ministero del Lavoro, il patentino entrer in vigore dal 22 marzo
2015. I mezzi meccanici per il cui utilizzo previsto il patentino sono, tra gli altri, i trattori
agricoli e forestali gommati e cingolati (compresi trattori con pianale di carico). Per i lavoratori prevista la frequentazione di un corso di
formazione tecnico-pratico completo, e una
prova di verifica finale, il cui esito positivo consentir il rilascio di un attestato di abilitazione.
Il conseguimento della regolare patente di
guida, rilasciata ai sensi del D.Lgs 30 aprile
1992 (Codice della Strada), non assolve il lavoratore dallobbligo di conseguire lo specifico
patentino, in quanto, mentre la patente di guida
riguarda aspetti legati alla circolazione strada-

le, il patentino si riferisce alle norme specifiche


e ai corretti comportamenti nella conduzione
dei mezzi meccanici nel luogo di lavoro.
A questo punto? Come nella nostra filosofia, abbiamo cercato il meglio che c sul
mercato spiega lamministratore di Provana
Quality Center. Quindi, i corsi di formazione
che verranno effettuati nella struttura di Izano
che sorge al confine del tracciato per i test,
saranno in partnership con il CFRM, acronimo
del Centro di Formazione e Ricerca Macchine
del gruppo Merlo, che diventato il punto di
riferimento internazionale in tema di addestramento alla sicurezza sul lavoro. I corsi di formazione vengono svolti con programmi e metodologie didattiche concordati ed attestati da
ISPESL (Istituto Superiore per la Prevenzione e
la Sicurezza del Lavoro). CFRM inoltre scuola
di formazione ufficiale IPAF (International Powered Access Federation).
Ma i nostri locali di diverse metrature spiega ancora Daniele Provana, sono anche a disposizione di aziende o associazioni, ma anche
di societ di formazione e di consulenza, che
vogliono disporre di una location adeguata per
meeting, conferenze, congressi, presentazione
di prodotti e/o servizi. Il Centro di formazione
e il tracciato per test di mezzi e pneumatici
agricoli a Izano possono diventare una ghiotta
occasione per far conoscere e apprezzare il
nostro territorio sotto tutti i punti di vista.

10

Crema

Sabato 3 Gennaio 2015

Il famoso presepe
dei Sabbioni preso
di mira dai vandali

Bruno Calvo, maestro di 30 anni, figlio darte. Racconta lArgentina e quando


la giunta militare abol questo ballo. I tangueros ballano in piazza San Pietro

Vi spiego perch il tango magico

T
Atti di vandalismo al famoso presepe
dei Sabbioni: frutta del fruttivendolo sparsa per terra, uova rotte, statue gettare a
terra, rovesciate e danneggiate, e scritte
blasfeme. E la prima volta che succede
in 26 anni perch c un forte e devoto
rispetto per questa costruzione. I maggiori danni nel primo tratto del presepe
dove sono rappresentati gli animali della
fattoria, il maniscalco e al menalach.
Danneggiamenti ha riportato anche il locale dove vengono distribuiti t caldo e
vin brul: sul mobilio sono apparse bestemmie scritte a pennarello; i cassetti e
le pentole sono state ribaltate. Sul fatto
indagano i carabinieri del nucleo radiomobile di Crema.
Sinistra ecologia libert - si legge nel
comunicato - esprime una ferma condanna nei confronti dei vandali che hanno devastato il bellissimo presepe dei
Sabbioni. Il presepe dei Sabbioni
unopera darte che esprime il significato
di una comunit che, anche attraverso la
fede religiosa, si ritrova e si riconosce:
quindi a tutti i volontari che esprimiamo la
nostra vicinanza, certi di interpretare il
sentimento di tutta la citt. Il presepe
una ricchezza per tutta la citt di Crema e
non solo, colpendolo si offesa tutta la
cittadinanza. Auspichiamo che tra quanti
fanno visita al presepe, ci sia chi desideri
e possa unirsi ai volontari per portare a
termine lopera di ricostruzione.

di Gionata Agisti

ango: una di quelle parole


che hanno il potere di evocare
un intero immaginario collettivo, fatto in questo caso di
milonghe, locali fumosi della
vecchia Buenos Aires e mosse seducenti. Eppure chi si immaginasse che
lintera Argentina si muova a passo di
tango ne rimarrebbe deluso. Come ci
spiega Bruno Calvo, giovane maestro
di 30 anni, di origini italiane come tanti
suoi connazionali, questo tipo di ballo
ha conosciuto perfino un periodo di
censura, durante lultima dittatura militare. Per dirla in breve, insomma, tutto
il fascino del tango pare risiedere
allestero.
In Italia, in particolare, da ventanni
a questa parte, sono sorte una dopo
laltra diverse scuole specializzate, che
vedono migliaia di appassionati cimentarsi con un ballo, complicato s,
ma non certo inaccessibile. Bruno Calvo il titolare di uno di questi corsi,
quello che si tiene a Crema, al circolo
Arci di Santa Maria, in via dei Mulini 20.
Non solo: ha scuole anche a Lovere e
Bergamo, dopo esperienze di insegnamento in Messico, Francia, Spagna e
Israele.
La passione per il tango, infatti,
divampata in tutto il mondo, Estremo
Oriente compreso. A Bergamo, dove
vive da 8 anni, Calvo ha conosciuto la
sua attuale partner, Elena Rota, a dimostrazione del fatto che anche gli
italiani, ormai, sono in grado di approcciarsi al tango a livello professionistico. La stessa Rota ha rappresentato Bergamo nellesibizione di tango,
andata in scena recentemente, in
piazza San Pietro, a Roma, che ha in-

Bruno Calvo, nasce il 14


giugno del 1984 in una famiglia dove il tango viene trasmesso da due generazioni, a
partire dal nonno che ha visuto l'epoca piu bella del tango
argentino.
Inizia a studiare tango all'et
di 7 anni seguendo suo padre
e maestro Ricardo Calvo, celebre ballerino e coreografo di
fama internazionale, con Marisa Talamoni. Successivamente
allievo di ballerini come Victoria e Jorge Colosio, Pocho
Pizarro e Miguel Angel Zotto.
Il suo studio comprende,
contemporaneamente, diversi
balli tra i quali danza classica,
salsa, flamenco e sevillanas.
Perfeziona la preparazione sul
folklore argentino con il maestro Julio Coria.

I corsi dall8 gennaio al


Santacrus. Provare non
costa: prima lezione gratis
terrotto un lungo periodo di ostracismo da parte della Chiesa nei confronti di questo ballo. Anche lattuale
papa, in giovent, stato appassionato di tango.
Venticinque anni fa, in Argentina,
cerano pochi maestri di tango racconta Calvo, e questi insegnanti, tra

Lo scontro in via
Treviglio: nove
portati in ospedale
Grave incidente in via Treviglio venerd
26 dicembre, allaltezza del distributore
di metano: sono state coinvolte nove
persone, trasportate negli ospedali di
Crema, Cremona e Bergamo. La strada
da Crema a Cremosano rimasta interrotta per tre ore e sul posto sono intervenute due ambulanze, lauto medica,
leliambulanza da Bergamo, i vigili del
fuoco, una pattuglia della polizia e una di
carabinieri.
Dai primi accertamenti, sembra che la
causa dellincidente sia stata uninvasione di corsia. Un'Opel Astra, con a bordo
cinque persone, si scontrata frontalmente con una Volkswagen Polo, su cui
viaggiavano tre persone. Coinvolta nello
scontro anche una seconda Polo, scaraventata nel fosso che costeggia la strada. Le persone portate in ospedale sono
state, quindi, nove. Secondo le testimonianze raccolte dalla polizia, la prima
Polo, condotta da una donna di 62 anni
che proveniva da Cremosano con direzione Crema avrebbe invaso la corsia
opposta forse nel tentativo di sorpassare
la seconda Polo sulla quale viaggiava un
giovane. Ma, come si diceva, la dinamica
dellincidente deve ancora essere approfondita.
Lurto stato tremendo: lAstra si ribaltata sullasfalto, mentre la prima Polo
ha colpito violentemente la seconda Polo Alcuni dei feriti sono riusciti a uscire da
soli dalle auto, ma per cinque di loro sono dovuto intervenire i vigili del fuoco. Un
uomo che viaggiava sullAstra stato
trasportato in eliambulanza a Bergamo,
mentre una donna che viaggiava a fianco
della conducente della Polo stata portata a Cremona. Gli altri feriti sono tutti
nellospedale di Crema. Nessuno versa
in pericolo di vita.

gli Inizi a 7 anni

Bruno Calvo
con Elena Rota

cui mio padre Ricardo, hanno dovuto


ricostruirne le regole con molta fatica,
ricercando informazioni da chi, anziano, laveva praticato tempo prima. La
mia famiglia rappresenta davvero
uneccezione: in casa nostra, il tango
sempre stato ballato, a partire da mio
nonno e da mia nonna. Bruno, che ha
mosso i primi passi da bambino, fa
parte di quella generazione di ragazzi
partiti dallArgentina e diretti in varie
parti del mondo, con lo scopo preciso
di fare del tango il proprio mestiere e
diffonderne la cultura e la passione.
Dopo aver svolto il ruolo di assistente nella scuola di suo padre, coreografo di fama internazionale, nel 2002
fonda le sue prime scuole di tango in
patria: a Rosario, San Lorenzo e Totoras. Quindi, stato direttore della compagnia di danza Tango Sur, coreografo
di tango del ballet folklore Rosario Tangofolk e ha partecipato a numerose
gare.
Il suo arrivo in Europa risale al 2006.
Oggi, in Italia, ci sono tangueros molto bravi, che spesso hanno imparato a
ballare nel mio Paese. Essere un argentino pu dare una marcia in pi, ma
non certo una prerogativa fondamentale.
Che cosa ha il tango di cos affascinante per tanti uomini e donne?
Non c un altro ballo che metta in
relazione intima un uomo e una donna
quanto il tango. unesperienza che
pu essere compresa solo da chi la
prova. Il lavoro di una coppia di insegnanti, come me ed Elena, proprio
quella di trasmettere queste emozioni,
dal momento che nel tango non si tratta di apprendere delle regole canoniche, che non esistono o, meglio, esistono solo in minima parte. Questo
ballo, infatti, nasce dalla contaminazione di ritmi diversi, tra cui quelli africani.
In origine - si parla della fine del XIX

secolo - ogni quartiere aveva il suo stile


personale e cos, anche ora, ogni maestro ha il suo.
davvero molto complicato approcciarsi al tango? E quanto tempo
occorre per ottenere dei risultati
soddisfacenti? Latteggiamento giusto quello umile. Tanti, venendo
dallesperienza del ballo liscio, pensano di riuscire subito a ottenere risultati
nel tango, ma non cos. Per avere
una base, servono almeno 3 mesi. Una
volta imparato - diciamo in 2 o 3 anni
- generalmente non ti viene pi voglia
di ballare altro. Di fatto, non c paragone tra il tango e gli altri balli.
Elena Rota, compagna di ballo di
Bruno, conferma: Personalmente, ho
un passato di danza classica, una vera
e propria disciplina, in confronto al
tango. evidente che lumilt necessaria, altrimenti non si riesce ad accettare una realt cos diversa e si finisce
con il confondere le cose.
Anche Elena, designer di professione, ha una scuola di tango, insieme al
marito. Due mesi fa, ha deciso di affiancare Bruno nella nuova avventura
cremasca. Insieme, si sono dati lobiettivo di spogliare il tango di ogni stile
pi o meno personalizzato, per non limitarlo e trasmettere quindi agli allievi
una gamma di tecniche diverse.
La scuola di Crema, dal nome evocativo, Milonga di Santa Crus - con
la esse finale per non dimenticare le
radici locali - una delle prime a essere sorte nel nostro territorio. La fondatrice e coordinatrice si chiama Renata
Ballace. Nella sua milonga, nata nel
1999, sono transitate un migliaio di
persone. Le nuove lezioni cominciano
l8 gennaio e tutti sono i benvenuti, se
vogliono venirci a trovare. Chi, poi,
sentisse il desiderio di muovere i primi
passi di tango, la prima lezione gratuita.

Criminalit nel Cremasco: numerosi i reati contro il patrimonio


La prefettura ha descritto l'andamento della criminalit nel territorio cremasco nei primi 9 mesi del
2014 in rapporto allanalogo periodo del 2013. Se i delitti contro la
persona, infatti, risultano in numero contenuto e non vi sono manifestazioni di particolare allarme sociale, la frequenza dei reati contro il
patrimonio appare ancora relativamente elevata anche se omogenea
a quella rilevata nei territori con
analoghe caratteristiche economiche, demografiche ed urbanistiche.
Il dato medio relativo alla regione Lombardia si attesta su 382
furti in abitazione ogni 100.000 abitanti. Lanalogo dato relativo alla

provincia di Cremona pi favorevole, essendo pari a 343,78 furti in


abitazione ogni 100.000 abitanti. Il
comune di Crema ha unincidenza
superiore sia alla media provinciale
che a quella regionale, ma lintera
area nord della provincia cremonese appare, in generale, pi colpita
in ragione dellalta densit di urbanizzazione e della sua vicinanza al
centro metropolitano lombardo.
In materia di ordine pubblico, le
questioni emergenti nella citt di
Crema sembrano soprattutto quelle connesse alle attivit del locale
centro sociale autonomo, allemergenza abitativa nonch alle reazioni suscitate dallipotesi relativa alla
futura realizzazione, sul territorio,

di un centro di culto islamico. Allo


stato, tuttavia, le Forze dellOrdine
non hanno manifestato serie preoccupazioni in merito.
In tema di strategie utili per migliorare il controllo del territorio,
stata sottolineata lopportunit di
stimolare ulteriormente la collaborazione della popolazione soprattutto attraverso la segnalazione
tempestiva di situazioni ritenute
prodromiche di azioni delittuose.
Un supporto a tale azione di informazione e controllo potr essere
dato da una maggiore diffusione
dei sistemi di videosorveglianza
(pubblici e privati), molti dei quali
risultano gi collegati con le sale
operative delle Forze dellOrdine.

Il prefetto Paola Picciafuochi

CASALMAGGIORE

Accattonaggio, esteso lo stop

Approvato dal Comune di Casalmaggiore il regolamento di Polizia Urbana. Bongiovanni: Verona lesempio

di Vanni Raineri

l regolamento di Polizia Urbana


una delle ultime decisioni del
Consiglio Comunale di Casalmaggiore lasciato in dote dal
2014. E stato approvato nella
seduta di luned 29 dicembre, con il voto favorevole della sola maggioranza.
Tra i vari provvedimenti adottati, a far
discutere stato soprattutto quello relativo allaccattonaggio. E indubbio
che liniziativa adottata nel corso della
recente Fiera di San Carlo abbia riscosso un certo successo e procurato consensi da parte della popolazione al sindaco Filippo Bongiovanni. Il quale
dunque non ha ritenuto di fermarsi alle
grandi manifestazioni, ma di rendere
costante la lotta verso le forme di elemosina sul territorio comunale. Laccattonaggio dunque, fatto con qualunque
modalit, sar vietato allingresso e nelle adiacenze delle strutture ospedaliere, dei luoghi di culto, degli esercizi
commerciali pubblici; e poi allingresso,
nelle adiacenze e allinterno delle aree
cimiteriali e nellarea mercato del sabato mattina. Rimangono lecite le collette
organizzate da istituzioni e associazioni a ci titolate.
Per la minoranza chi pi di tutti ha sollevato perplessit stato il capogruppo
Pierluigi Pasotto, il quale ha voluto sottolineare una sentenza della Corte Costituzionale che consentirebbe di limitare laccattonaggio solo se fatto in maniera molesta. Di conseguenza ha avvertito il comune di possibili futuri ricorsi contro la direttiva. Perplesso Calogero Tascarella sulla limitatezza territoriale della norma.

A sinistra il sindaco Bongiovanni segnala telefonicamente un commercio abusivo

Ma le novit nel regolamento di Polizia Urbana non si esauriscono certo con


la lotta allaccattonaggio. Il sindaco, a
seguito delle prime precipitazioni nevose, ha ricordato come i proprietari, gli
amministratori e i conduttori dimmobili
hanno lobbligo solidale di provvedere
alla sgombro della neve dai marciapiedi
prospicienti i rispettivi fabbricati. Quindi una serie di attivit che potranno essere svolte solo in certi orari. Ad esempio lutilizzo di attrezzature da giardino
(come motoseghe e decespugliatori) sar consentito solo nei giorni feriali dalle
ore 8.30 (nei festivi dalle 9) alle 13 e dalle 16 alle 20. I cannoncini spaventapasseri per uso agricolo (cadenza di sparo

non inferiore a 10 minuti), si potranno


utilizzare dalle ore 8 alle 13 e dalle 15 alle 20.
Orari limitati anche per scuotere,
spolverare e battere panni, tappeti e simili: lo si potr fare prima delle 9 del
mattino per coloro che lo fanno da balconi e da finestre delle abitazioni prospicienti pubbliche vie e piazze. Lo stesso
Tascarella ha chiesto maggiore buonsenso, affermando che dopo le 9 ingiusto proibire di scuotere tappeti. Tascarella contrario anche alla decisione di
vietare, sul suolo pubblico, luso di pattini, monopattini, skateboard e simili. Il
consigliere di minoranza ha chiesto che
almeno in certi orari largine maestro,

chiuso al traffico automobilistico, possa


essere utilizzato anche a chi usa i pattini.
Altre limitazioni riguardano i cani, che
potranno circolare solo al guinzaglio, ed
il loro proprietario dovr portare con s
una museruola rigida o morbida da applicare in caso di rischio per lincolumit di persone, animali o su richiesta delle autorit competenti.
A Bongiovanni chiediamo se, sullaccattonaggio, lesperienza positiva della
Fiera abbia portato a decisioni permanenti. Abbiamo pensato che, visto che
tali decisioni sono regolabili con ordinanza solo per periodi delimitati, e su
consiglio di Prefettura e Questura, fosse
il caso di inserirle in regolamento, che al
suo interno prevede specifiche di intervento. Ad esempio va verificato che non
si tratti di persone di Casalmaggiore, ma
sappiamo che gente che a Casalmaggiore viene mandata appositamente.
La decisione stata assunta
sullesempio di altre citt: S, Verona ha
gi approvato norme di questo tipo.
Riguardo il paventato rischio di ricorsi? Questi riguardano le ordinanze, non
i regolamenti. Quando usc la legge ai
tempi di Maroni Ministro dellInterno per
dare maggiori poteri ai sindaci e fu cassata, riguardava le ordinanze. Da l i ricorsi.
C lo spazio per qualche correzione,
riguardo alle altre prescrizioni? Si tratta di norme che gi cerano da decenni,
le abbiamo modificate solo per renderle
attuali, adeguate ai tempi. Non darete
la caccia ai pattinatori della domenica
insomma... Per carit, si usa il buon
senso, ma la norma gi cera, la prevede anche il codice della strada.

Pipn, musica nostrana e risate dal Colorado

Reso noto il programma della 10 edizione. Iniziative per la prima volta su 4 giornate in due fine settimana, dal 17 al 25 gennaio

TORRICELLA DEL PIZZO Torricella si prepara a


festeggiare la 10 edizione della Fsta dal Pipn, e lo
fa ampliando proposte e calendario. La manifestazione, che anche questanno si tiene oltre la met di gennaio, si svilupper infatti su due fine settimane, sabato
17 e domenica 18 gennaio per poi riprendere sabato
24 e domenica 25.
Il programma anche per questo articolato. Partiamo dai due eventi principali, gli spettacoli del sabato
sera. Sabato 17 ad esibirsi sul palco nel Ristotenda
principale di piazza Boldori sar il casalasco Alessandro Zaffanella che proporr il suo spettacolo Happy
Hour Show, con musica, ballo e vocalist. Sabato 24
grande divertimento tra musica e cabaret con unintroduzione del cantante Paolo Viani a precedere, alle
21,30 lo spettacolo proposto da due noti comici di
Zelig e Colorado Caf: Beppe Braida e Max Pieroboni. Oltre a loro, musica, On Stage Danza e Deejay.
Entrambe le serate saranno precedute dalla cena su
prenotazione, che aprir i battenti dalle 19,30 (informazioni e prenotazioni al 391/3001600 e 0375/99821, fax
0375/99839). Il 17 la cena Gran Variet, il 24 la cena Gran Cabaret, ovviamente in base allo spettacolo
che seguir. Entrambe le cene saranno a cura della
Scuola di Cucina di Cremona, una formula ormai consolidata.
Vediamo ora il resto del programma. Si parte sabato
17 con lapertura del mercato coperto alle ore 16, quindi alle 18 laperitivo del camperista. Domenica 18 alle 9

Da sinistra Alessandro Zaffanella, Max Pieriboni e Beppe Braida

apertura del mercato dei prodotti tipici, mentre alle


10,30 si terr il convegno Il Casalasco, terra di musei. Alle 11 apertura della cucina nella Sala Magna
(appunto il Ristotenda principale), con distribuzione di
piedino lessato con contorni di salse e mostarde, salumi, cotechini, salsicce con polenta, cotiche con fagioli
e tante altre specialit. Alla stessa ora aprir anche
lOsteria del Borgo, dove lappuntamento culinario sar con Re Marubino. Alle 16 gratis per tutti la polenta
pasticciata.
Sabato 24 alle 16 apertura del mercato coperto, e
anche domenica 25 via alle danze alle 9 con lapertura

del mercato dei prodotti tipici e i due punti di ristorazione avranno stessi orari e stessi ingredienti
Tra le attrazioni, oltre alle due serate del sabato,
vanno segnalati domenica 18 alle 10,30 la possibilit di
visitare i musei di Storia Naturale (e mostra fotografica)
e quello degli Strumenti Musicali Meccanici presso
lAgriturismo Torretta, quindi alle 11 musica con gli artisti da strada. Domenica 25 nuovo appuntamento alle
11 con gli artisti da strada, oltre a musica e intrattenimento dedicato ai bambini.
Nel corso della festa verr naturalmente promosso il
Pizzetto, il salame con filetto della tradizione locale.

Sabato 3 Gennaio 2015

11

VENERD 9

Teatro Comunale
ancora a Soqquadro

Dopo lo straordinario successo dello


scorso anno, Da Monteverdi a Mina,
tornano al Teatro Comunale di Casalmaggiore Soqquadro Italiano e lo straordinario performer Vincenzo Capezzuto, anche in veste di danzatore coreografato dal grande Mauro Bigonzetti.
Con loro anche Claudio Borgianni
(drammaturgia e direzione). Il progetto
a cura di Vincenzo Capezzuto, incentrato sulle musiche di Antonio Vivaldi.
Lo spettacolo, che andr in scena
venerd 9 gennaio 2015 alle ore 21, si
intitola Stabat Mater Vivaldi Project,
e vedr Capezzuto (voce e danza) affiancato da Luciano Orologi (sax soprano, clarinetto basso, melodica), Simone Vallerotonda (arciliuto), B (percussioni, toy-piano), Simone Prando
(contrabbasso) e Fabio Fiandrini (elettronica). Costumi di Andrea Stanisci,
audio di Corrado Cristina e luci di Cristina Spelti.
Lo spettacolo presentato a Casalmaggiore in anteprima nazionale.
Restando al teatro casalese, la direzione ha comunicato la propria soddisfazione che spettacoli presenti in Stagione siano stati premiati con la massima onorificenza del teatro in Italia: i
Premi UBU 2014, consegnati luned 15
dicembre nello storico Picco Teatro
Paolo Grassi di Milano.
Trionfa come Miglior attrice Arianna
Scommegna, recente ospite del Teatro
Comunale con Potevo essere io nel
giorno di presentazione della Stagione
2014-2015.
Ma soprattutto Emma Dante a
trionfare: alla regista siciliana vanno i
due premi principali Migliore spettacolo
dell'anno e Miglior regia per Le sorelle
Macaluso.
La sua bravura non certo una scoperta (all'artista erano andati nel 2002,
MPalermu, e nel 2003, Carnezzeria,
altri due Ubu). Tuttavia questo doppio
premio del pi importante riconoscimento del teatro italiano - recita il comunicato del Teatro Comunale - testimonia quanto coerenza e determinazione nel perseguire un percorso artistico non convenzionale siano importanti
soprattutto in una fase sociale e culturale critica come quella che stiamo vivendo. A lei vanno i complimenti anche
del nostro teatro che pi volte l'ha ospitata e per il quale lei ha sempre mostrato particolare affetto.
Ricordiamo inoltre - prosegue la
nota - che il titolo di Miglior attrice protagonista, lo scorso anno, andato al
trio d'interpreti protagonista di Francamente me ne infischio, liberamente
tratto da Via col vento. Visto l'affiatamento dimostrato sul palco da Caterina
Carpio, Candida Nieri e Valentina Vacca, la giuria ha scelto di considerarle
come corpo unico.

12

Casalmaggiore

Sabato 3 Gennaio 2015

Il viaggio di suor Paolina

Prese i voti a 23 anni e da allora ha vissuto a Piacenza tra i malati terminali di Aids... Che disagio per quel premio

Un libro sulla storia di Agata Voltini, partita dalla frazione Bosco Piazza a Torricella del Pizzo

di Vanni Raineri

o svolto il mio servizio, ho servito chi soffre come ci ha insegnato madre Rosa Gattorno. Ho amato. E continuo ad
amare queste persone che ho
vicino. Tutto qui. Non pensavo di meritare un premio per questo. Grazie, grazie.
Ma... non ho altro da dire. Scusate.
Queste parole, il giorno in cui, il 29
maggio 2007, ricevette nel Santuario di
Santa Maria del Monte (Piacenza) il Premio Solidariet per la vita, dicono molto di chi fosse suor Paolina, al secolo
Agata Voltini. Quello stupore per ricevere un premio al suo amore naturale verso il prossimo, quel candore nellesprimere il disagio, dicono pi di ogni altra
cosa chi fosse questa suora proveniente dal Casalasco e che ha svolto la sua
missione in gran parte a Piacenza, nelle
Figlie di SantAnna. Per 20 anni stato il pilastro della casa accoglienza per
malati di Aids don Giuseppe Venturini,
noto a Piacenza come La Pellegrina, il
che le valso il premio citato. Dopo la
sua morte, il 2 luglio 2014, le stato dedicato un bel libro, che riporta interventi
di grande spessore, la biografia, estratti
delle sue lettere, e gli scritti dei ragazzi
che ha aiutato. Il titolo del libro, pubblicato qualche settimana fa, Il viaggio
di suor Paolina.
Agata Voltini nacque a Torricella del
Pizzo, frazione Bosco Piazza, nel 1934,
sorella tra laltro di Francesco, padre di
quel Paolo Voltini che oggi il presidente del Consorzio Casalasco del Pomodoro e della Coldiretti Cremona. A 23
anni lascia casa e famigliari perch vuole diventare una suora missionaria. Volevo aiutare i lebbrosi - riveler poi - e
tutti coloro che avessero pi bisogno di
aiuto, un desiderio che ho avuto sin da
bambina. Mi dicevo che quella scelta di
sottomissione totale alle regole sarebbe
stata troppo grande e impegnativa e che
non si addiceva ad uno spirito libero come il mio. Niente di pi sbagliato: fu la
sua scelta definitiva. Dopo un anno a
Roma per il postulandato, larrivo a Piacenza, dove prima la attende il noviziato e poi listituto religioso femminile delle Figlie di SantAnna, che si dedicano

Sopra Agata Voltini assieme ai


suoi ragazzi nella casa accoglienza
La Pellegrina di Piacenza.
In alto la copertina del libro da poco
stampato. Sotto, una foto ai tempi
del noviziato e a lato Suor Paolina
tra i fratelli e i nipoti: a destra Emanuela,
alle sue spalle Paolo Voltini

proprio alla cura degli ammalati negli


ospedali e a domicilio e all'attivit missionaria. Presto il suo desiderio di bambina si realizza, e Agata, ormai suor Paolina, sta assieme ai malati e si prende
cura di loro.

I funerali della suora di origine casalasca nel luglio scorso

Diventa infermiera, e poi caposala, A


Roma, ad un corso dedicato agli emarginati, la giovane suora incontra don
Giorgio Bosini, fondatore del Ceis (Centro italiano di solidariet) di Piacenza.
Sar lui, nel 1993, a volerla per dirigere
la nuova struttura voluta dal Sinodo diocesano per malati di Aids.
Assistere giovani sofferenti (erano
malati terminali) destinati alla morte non
facile per nessuno, ma quando raccontava la sua esperienza suor Paolina non
nascondeva mai un sorriso: Davanti alla morte dei miei ragazzi racconta sempre in unintervista rilasciata alla concessione del premio ricevuto - il mio pensiero andava al Signore. Cosa ha fatto Ges davanti alla Passione? Ha detto sia
fatta la tua volont. Ho pregato tanto per
i miei malati, affinch il Signore accogliesse le anime dei ragazzi e io ho sempre avuto la certezza di essere stata
esaudita. La cosa pi importante che i
ragazzi sentano che c qualcuno che gli
vuole bene davvero, che si prende cura
di loro in modo disinteressato, solo cos
puoi rinnovare la speranza.
La casa accoglienza Don Venturini
(detta La Pellegrina), voluta nel 90 dalla

Diocesi di Piacenza Bobbio ed inaugurata nel 93 alle porte di Piacenza, vanta


operatori qualificati e volontari, e sopravvive grazie al contributo dei singoli cittadini.
Lintervista in questione si intitolava
langelo della Pellegrina, e langelo era
lei, la casalasca Agata Voltini, pilastro
della casa accoglienza.
Nel 2007 ritira il premio Solidariet
per la vita Santa Maria del Monte presso il Santuario di Trevozzo, con lo stupore gi descritto. Lannuncio del premio lo
aveva dato, prima di una benedizione, il
vescovo di Piacenza Bobbio, monsignor
Luciano Monari (che poco dopo si sposter a Brescia), e lapplauso dei presenti in chiesa fu lungo e spontaneo. Suor
Paolina era presente, e imbarazzatissima non riusciva a capacitarsi di essere
lei la destinataria di tanta attenzione. Fu
unamica che la spinse verso il Vescovo
che lattendeva sullaltare.
Tra i tanti che la ricordano sul libro c
ovviamente lo stesso monsignor Monari, che rimase sempre legato a questa
umile suora, e il vescovo Gianni Ambrosio, che alla fine del 2007 successe proprio a monsignor Monari. Suor Paolina,

afferma tra laltro monsignor Ambrosio


ha esercitato pienamente questo donarsi totalmente al Signore riversando la sua
compassione verso i pi sfortunati...
Questa nostra sorella ha consolato molti e ha asciugato molte lacrime, ha molto pregato e ha molto pianto.
Tra gli scritti lasciati da suor Paolina
ce n uno che racconta proprio questi
momenti: Pregavo e piangevo, piangevo e pregavo, li affidavo al Signore, alla
Madonna.
Don Giorgio Bosini, che laveva scelta per dirigere la casa accoglienza, stato anche colui che laveva proposta per
il premio. Lo fece con questa motivazione alla giuria: Per me e per quanti hanno avuto il dono di viverle accanto, suor
Paolina una vera testimone di carit e
donazione disinteressata; un modello di
semplicit, trasparenza e umilt. Riconoscerle questo sar per lei un problema
ma, per quanti la amano e la potranno
conoscere, sar un vero segno di riconoscenza che la comunit Cristiana e Civile di Piacenza le deve. Anche lui ha salutato suor Paolina sul libro, cos come la
Superiora Provinciale delle Figlie di
SantAnna Silvia Perri, che ricorda Paolina come donna un po schiva, misurata, silenziosa, nascosta e solitaria, austera, con la sua faccia mesta e serena
insieme, ma tremendamente donata al
suo lavoro, una sorella smisurata nella
donazione.
Il libro prosegue poi con i racconti di
chi lha conosciuta, i ringraziamenti di chi
ha ricevuto il suo sostegno, poi con le
sue lettere, i suoi pensieri, le storie di
persone incontrate e assistite. Il titolo del
libro spiegato alla fine. Sono in viaggio ha detto suor Paolina alla consorella che la assisteva dal letto che la ospitava da mesi nel corso della sua malattia. Era nella casa madre dello Stradone
Farnese a Piacenza, il luogo che laveva
accolta durante il noviziato
A ricordarla sul libro anche una nipote, Emanuela Voltini di Gussola, sorella di Paolo, che racconta di questa zia
comprensiva ma intransigente, una zia
suora cos modernamente comprensiva
ed aperta coi suoi ragazzi per cui ha dato la vita ed allo stesso tempo severamente intransigente, tanto da sembrare
a tratti anacronistica nelle relazioni con
noi, i suoi nipoti e familiari.
Un altro pensiero di suor Paolina: A
volte nei momenti di sconforto, penso a
quanto sono fortunata, potrei esserci io,
potrebbe esserci chiunque di noi al posto dei nostri ospiti, potremmo essere
nati dalla parte sbagliata del mondo e
soffrire come soffrono loro. Questo mi
basta per andare avanti e per ringraziare
il Signore del dono prezioso che mi ha
dato, dei miei genitori e della vita che mi
ha concesso di vivere. Quelli accanto ai
miei ospiti, ai miei ragazzi, sono stati gli
anni pi belli e significativi della mia vita.
Non cambierei questo tempo con nulla
al mondo, perch questi ragazzi sono e
sono stati la mia famiglia e questa la
mia Casa, non mi immaginerei in nessun
altro posto se non qui.

I
amore

lavoro

fffff

fffff
In campo lavorativo non mancheranno
notevoli soddisfazioni: nei prossimi mesi
avrete molto potere e autorit.
Ma attenzione: ci rendervi un po troppo
prepotenti con i colleghi che potrebbero remarvi contro.

salute

21 Marzo - 20 Aprile

n anno che presenta aspetti molto favorevoli per i nati sotto il segno dellAriete,
in particolare nei primi mesi. Spazio a chi
vuole osare, a chi si lascia andare allotimismo e alla gioia di vivere, ma anche a chi vuole
mettere in pratica idee stravaganti, purch si lavori sodo. Il 2015 vedr lariete investito dai cambiamenti e la sua ambizione avr spazio a sufficienza
per agire e farsi largo nei diversi aspetti della vita.

fffff

Buone notizie per chi ancora non avesse trovato la propria met: le stelle hanno deciso di farvi incontrare lamore; se
gi siete innamorati la vostra relazione
godr di un rinvigorimento notevole. Tra
le lenzuola riaffiorer la passione rendendovi pi allegri e propositivi anche con chi
caratterialmente non vi affine.

lavoro

La forma fisica sar buona come sempre, a parte le


solite emicranie passeggere, ma il freddo potrebbe crearvi qualche noia. A partire da ottobre potrebbero presentarsi difficolt impreviste. Per risolvere questi lievi malanni
evitate il ricorso alle medicine e puntate sulla prevenzione:
con una dieta equilibrata e la giusta attivit fisica riuscirete a superare alla grande anche i periodi pi fiacchi.

amore

fffff

fffff

Anche sotto il profilo professionale loroscopo 2015


indica che vivrete un periodo molto positivo. Impegnatevi
a cimentarvi in nuove attivit che sappiano tirare fuori la
parte migliore di voi. Ci saranno i tanto attesi, risultati
che finalmente saranno riconosciuti anche dal vostro
capo. Per alcuni potrebbe arrivare una promozione.

21 Aprile - 20 Maggio

salute

fffff
Bene la salute: avrete la giusta dose di tempo libero
da dedicare alle vostre attivit sportive e anche la vostra salute vi consentir di non modificare i vostri programmi.
Occhio per ai colpi di freddo, e non sottovalutate i
malanni stagionali che potrebbero, se perseverate
con lindifferenza, compromettere la vostra routine.

salute

fffff

Chi single avr nuove possibilit di trovare un partner e conoscere anche nuove
persone. Vi aspetta quindi un periodo sereno in amore, ma fate attenzione agli equivoci e ai periodi lavorativi in cui sarete messi pi sotto pressione, che vi metteranno
di cattivo umore. Tuttavia lamore vi sar
di grande conforto e potrete godervi la vita
di coppia a pieno.

er i nati sotto il segno del Toro il 2015


potrebbe rappresentare un nuovo inizio. Vi aspettano, infatti, tantissimi
successi, sia sul lavoro che negli affetti. Nei primi due mesi dell'anno, Saturno transiter nel vostro segno e porter un po di lentezza nella vita quotidiana, rendendovi pi che
mai prudenti e riflessivi. Si tratta di unoccasione speciale per riflettere sulla vostra situazione
professionale, sociale e sentimentale.

lavoro

fffff
Il lavoro nel 2015 vi dar grandi soddisfazioni: vi ttende un periodo energico, anche se le idee migliori arriveranno nei mesi estivi, in cui sarete particolarmente
ispirati. Potrete raggiungere una posizione pi alta dal
punto di vista lavorativo e suscitare forte invidia nelle
persone che non hanno creduto nel vostro talento.

amore
21 Maggio - 21 Giugno

I 2015 vi porter momenti piacevoli che vi consigliamo di vivere liberamente e senza pensieri.
Sar un anno pieno di sorprese e cambiamenti davvero significativi. L'importante sar aver
ben chiari i vostri obiettivi, senza perdere la concentrazione, per ottenere tutto quello non siete riusciti
a raggiungere nello scorso anno.

Occhio alla salute: le stelle vi mettono in


guardia! La prudenza quest'anno non sar
mai troppa. Tuttavia se saprete mantenere una buona attivit fisica, il vostro corpo
ne risentir positivamente. Evitate di riprendere i chili di troppo che con fatica
avete smaltito durante il 2014. Baster
continuare con il regime alimentare giusto.

fffff
La sfera sentimentale sar positiva solo se, con il
giusto atteggiamento, riuscirete ad ottenere una buona dose di complicit col partner. La vostra met cercher di coccolarvi e viziarvi per permettervi di calmare i nervi agitati per altri aspetti della vostra vita. I single
avranno molte occasioni, ma nelle relazioni con gli amici e i familiari non mancheranno discussioni.

II
amore

fffff

lavoro

fffff
Buone notizie per la vostra vita professionale, ma
dovrete essere molto determinati e non rimandare
a lungo scelte importanti. Date poche informazioni
alle persone che non conoscete molto. Chi sapr
essere sufficientemente paziente potrebbe ottenere grandi risultati. Ricompensate i vostri sforzi con
una bella vacanza.

salute

La vostra vita di coppia dovr superare delle difficolt: vi servir molta pazienza per superare i momenti pi critici.
Provate a riscoprire i motivi che vi hanno
fatto innamorare del vostro partner: potrebbe essere la giusta soluzione alla
crisi del vostro rapporto. I single dovranno fare attenzione a non scambiare per
amore una semplice infatuazione: spesso si rivelano essere solo fuochi fatui.

22 Giugno - 22 Luglio

fffff
Quest'anno, nonostante la vostra storica pigrizia, dovrete lasciare spazio all'attivit fisica, se vorrete rimettervi in
forma e lasciarvi alle spalle i chili di troppo. Per voi il freddo un problema, per questo le stelle vi invitano alla prudenza: con un paio di guanti e una sciarpa riuscirete ad
evitare fastidiosissimi raffreddori autunnali e godervi le
vacanze in tutto e per tutto.

lavoro

amore

fffff

fffff

Durante la prima parte dellanno evitate di iniziare nuovi progetti di lavoro e non lanciatevi in
cose poco sicure. I vostri sforzi, prima o poi, saranno ricompensati con qualcosa di materiale o
semplicemente con la stima da parte di persone
che credevate fredde e lontane.

salute

23 Luglio - 23 Agosto

a vostra arma da sempre la persuasione: come sempre accade


riuscirete ad ottenere quello che
volete. Attenzione per al vostro
carattere esigente e puntiglioso: a volte
chiudere un occhio pu rivelarsi un ottimo
metodo per evitare discussioni stupide.

amore

fffff

ome sempre accade ai nati sotto il


segno del Cancro, quest'anno sar
caratterizzato da una forte emotivit
da parte vostra. Attenzione a tenere
sotto controllo i vostri tipici cambiamenti di
umore e le vostre terribili paranoie. Abbiate
pi fiducia in voi stessi e lasciate che le persone a voi vicine siano libere di decidere della
propria vita senza indugi.

Il 2015 partir in modo molto tranquillo sotto


il profilo sentimentale, anche se dentro di voi avvertirete una certa inquietudine, una sorta di
attesa relativa al vostro rapporto. Dovrete evitare di trascurarlo, tenendolo in vita come voi sapete fare. Le lenzuola potrebbero essere la capanna ideale per riscoprire la passione.

fffff
La salute potrebbe essere un problema se commetterete l'errore di trascurarla, ignorando i piccoli sintomi. Lattivit fisica sar fondamentale per
ritrovare il benessere: un po' di corsa, cos cone la
giusta alimentazione, vi regaleranno una forma perfetta e una buona salute.

lavoro

fffff
L'anno inizier per voi con qualche difficolt nel raggiungere le vostre mete professionali. Chi ha gi un lavoro sentir il peso
delle responsabilit e potrebbe decidere di
cambiare le cose. Il denaro potrebbe scarseggiare verso la fine dell'anno, quindi cercate di condurre una vita parsimoniosa.

Se avete una relazione affettiva essa


continuer in maniera stabile senza grandi scossoni, litigi, discussioni. Per qualcuno potrebbe essere il momento di fare
importanti progetti per il futuro. Chi non
riuscito ad innamorarsi o ad incontrare
la sua anima gemella potr ancora sperare in nuovi incontri.

salute

fffff
Se siete avanti con l'et state sempre sotto
controllo. Questo, tuttavia, vale anche per i pi
giovani: trascurarsi non mai opportuno. Impegnatevi anche a non cadere vittima di periodi
tristi e depressivi. Sorridete sempre alla vita.

24 Agosto - 22 Settembre

er voi nati sotto il segno della Vergine l'anno


inizia in maniera positiva ed energica: avrete
le idee chiare e delle mete precise. Questo
sar l'anno in cui cercar di realizzare le proprie ambizioni, cogliendo i risvolti favorevoli della vostra posizione astrale.

III
amore

lavoro

fffff

fffff
Il lavoro subir un leggero declino, ma con la
vostra costanza potrete fare in modo di ritrovare la stabilit. I mesi migliori saranno quelli
invernali. Se deciderete di aprirvi a nuovi orizzonti potreste anche vivere nuove esperienze
lavorative intriganti che potrebbero rendere
meno noioso il vostro lavoro.

salute

23 Settembre - 22 Ottobre

uestanno vivrete tantissime nuove


esperienze che metteranno un po
di pepe nella vostra vita. Vi accorgerete che fare troppi sforzi non ripaga spesso e che a volte bisogna pensare solo
a se stessi. Prendere coscienza dei propri limiti e fare chiarezza in amore vi aiuter ad
avere pi chiari gli obiettivi da raggiungere.

lavoro

Le stelle consigliano molta prudenza. Controllate sempre di essere al sicuro e che tutto sia al suo posto per
evitare problemi. La forma fisica non risentir di particolari cambiamenti ma avr bisogno di qualche stimolo per
riprendersi dai mesi di inattivit. Un corso di ginnastica
in palestra o di danza lideale per rimettersi in sesto.

amore

fffff

fffff

La carriera proseguir per il meglio anche se dovrete fare i conti con chi cercher di mettervi i bastoni tra le ruote. Ripagate queste persone con la
loro stessa arma: l'ipocrisia. Solo cos potrete evitare, una volta per tutte, la loro costante minaccia.
bene che sappiano di che pasta siete fatti.

salute

fffff
La vostra forma fisica risentir dei chili di
troppo accumulati durante le vacanze. Dovrete
quindi rimettervi in riga, con attivit fisica e alimentazione regolare. Evitate i posti con laria
condizionata! Raffreddori e mali simili sono
sempre in agguato.

Quest'anno
sar il romanticismo a farla
da padrone. Il
rapporto di
coppia riacquister lequilibrio e sar pi
solido. I contrasti con il partner non mancheranno ma saranno superabili se riuscirete a ritrovare la giusta
complicit. Anche per i single che hanno voglia
di trovare lanima gemella questanno sar
particolarmente fortunato. I primi mesi del
2015 saranno loccasione doro per chi decider di mettersi lanello al dito.

salute

fffff

iversi cambiamenti si prospettano per i


nati sotto il segno del Sagittario in questo 2015. La presenza di Saturno nel
vostro segno vorr dire principalmente
una cosa: maturazione, nel senso di acquisizione
di maggiore senso di responsabilit, e anche di
maggiore esperienza, che farete affrontando impegni e situazioni svariate.

lavoro

Non vi mancheranno le energie,


per buona parte dellanno. Vi sentirete pimpanti e avrete voglia di fare
moltissime cose, e starete bene.
Da settembre in poi per potreste essere soggetti a cali di energia
e potreste spesso sentirvi stanchi
senza motivo.

23 Ottobre - 22 Novembre

l 2014 non stato un anno positivo, per voi,


ma il 2015 sembra volervi sorridere. Il periodo positivo influenzer un po tutti gli aspetti
della vostra vita, la vita sentimentale e il lavoro.
Questanno non avrete modo di lamentarvi con gli
astri, ce lhanno messa tutta per consentirvi di
vivere il nuovo anno appieno e con il giusto spirito.

fffff

La vostra attuale condizione professionale potrebbe tendere al


miglioramento, quest'anno, grazie allappoggio di Urano, di Saturno e di Giove. Dunque il momento di rimboccarsi le maniche e
di cogliere al volo le occasioni. La fortuna sar dalla vostra
parte,ma dovrete sapervela guadagnare e meritare con un impegno costante. Non lesinate mai sugli sforzi e siate fiduciosi: e vedrete che farete centro. Potreste compiere un importante salto
di qualit in termini di guadagni ed entrate.

amore

23 Novembre - 21 Dicembre

fffff

In amore, i single vivranno esperienze che potrebbero rivelarsi molto significative. Per chi gi vive una relazione non mancheranno litigi e discussioni che mineranno il rapporto. Dovrete allora ristabilire lequilibrio di
coppia. Un viaggio insieme potrebbe
essere la scelta giusta.

fffff
Il 2015 parte quindi sotto i migliori auspici. Saturno
nel segno agir sulla consapevolezza, sulla maturit,
sugli equilibri, e vi aiuter a trovare la radice dalla soddisfazione prima dentro di voi, premendo sulla stabilit,
affettiva e caratteriale. Se siete single non perdete
tempo e lanciatevi nella sfida a Cupido: con Giove e
Urano a favore trovare la persona giusta sar pi semplice del previsto.

IV
amore

lavoro

fffff

fffff
Il rapporto
di coppia potrebbe subire
la pressione
della gelosia
che vi metter in crisi. I
vostri sospetti per potrebbero rivelarsi infondati
e finire col
peggiorare i rapporti col partner. Evitate di essere troppo sospettosi e cercate di dare al partner
le attenzioni che merita lasciando da parte vecchi
rancori. I single, con la giusta costanza, riusciranno a trovare la persona giusta per iniziare una
relazione seria e duratura.

Buone notizie sul fronte lavoro: in arrivo nuove


esperienze. Le soddisfazioni lavorative vi faranno
guadagnare parecchi soldi, che per faticherete
a tenere da parte. Le persone che ancora non
hanno lavoro potrebbero finalmente rimboccarsi
le maniche in prospettiva di un lavoro serio e dalla paga sufficiente.

22 Dicembre - 20 Gennaio

salute

l 2015 proprio lanno che stavate


aspettando. Le vostre doti saranno messe in luce dagli astri e vi faranno guadagnare lammirazione di parenti e amici.
La vostra autostima aumenter notevolmente e questo un bene ma pu anche
diventare una piaga. Il successo nel lavoro,
infatti, aumenter le vostre finanze che per
faticherete a trattenere nelle vostre tasche.

fffff
Come sempre, sarete in grado si sopportare
ogni tipo di fatica fisica soprattutto se finalizzata
al perfezionamento della vostra forma fisica. Siate
molto prudenti per: un incidente nel corso
dellanno potrebbe stravolgere alcuni dei vostri
piani per il futuro.

amore

lavoro

fffff

fffff
Il lavoro vi sommerger letteralmente e questo
vi provocher un certo stress, almeno nei primi
mesi dellanno, ma lo spirito giusto per combatterli non vi mancher mai. Occupare la mente
con pensieri positivi, vi permetter di non perdere
mai di vista il vostro obiettivo.

salute

21 Gennaio - 19 Febbraio

er voi sorprese in arrivo, se non addirittura dei veri e propri colpi di scena. Se il
2014 stato per voi un anno di riflessione e tranquillit, con pochi spunti sotto il
profilo professionale, le stelle dicono che questanno le cose cambieranno, non avrete molto tempo
per pensare e riflettere perch sarete sempre impegnati in qualcosa.

amore

fffff

Nelle relazioni avrete dei problemi: discussioni


e litigi con il partner saranno eventi quotidiani
per voi. Anche con gli amici e i parenti ci sar
qualche screzio. Mettere un po di distanza tra
voi e il partner, potrebbe essere loccasione per
capire veramente quello che volete dal vostro
rapporto di coppia. I single avranno diverse avventure ma si concentreranno su altro.

fffff

Avrete finalmente chiaro chi sono per


voi i veri amici e quelli che invece fingevano
di esserlo. Bene la vita di coppia, ma non
abbassate mai la guardia. Non tutte le
persone sono come sembrano. Tendete
ad idealizzare le persone e questo potrebbe causarvi delusioni davvero pesanti.

lavoro

Ad oscurare il segno dellacquario la depressione. Le piccole delusioni affettive peseranno non


poco sul vostro umore. La salute non subir dei
cambiamenti significati e tutto andr per il meglio
se sarete cauti come al solito. Fate solo attenzione
a non cedere troppo alla golosit.

fffff

Sul lavoro ci saranno i soliti problemi che, come sempre, vorrete affrontare tutti da soli. Nella seconda parte dellanno avrete finalmente il
successo che meritate. Sul lavoro verranno riconosciute le vostre abilit e i vostri meriti, avverr tutto improvvisamente ma lo accoglierete
con una certa gioia. Farete nuove conoscenze e
questo vi permetter anche di ampliare i vostri
interessi e i vostri punti di vista.

20 Febbraio - 20 Marzo

salute

fffff
La vostra salute sar un po compromessa dai cambi climatici e dallo stress. Riuscirete a trovare la forma
fisica perfetta durante i mesi estivi. Mangiare bene dovr continuare ad essere una delle vostre priorit. Il
mare sar il luogo giusto dove poter scaricare lo stress.

er i nati sotto il segno dei pesci il 2015


potrebbe essere un anno problematico, che vi vedr protagonisti di non
pochi cambiamenti significativi che
metteranno finalmente i puntini sulle i alle situazioni che avevate lasciato in sospeso. Non
disperate e trovate dentro di voi la forza per
affrontare ogni cosa.

GBC - OB STO

RE, VIA MANTO


VA 1L

RLINI,
FORNERIA ME

O 17

VIA SAN SAVIN

KI KY LEN ABB
IG
CORSO MATT LIAMENTO
EOTTI 38

LIAMENTO
GINGER ABBIGTELLO 27
VIA MERCA

PELLEGRINI G

IOIELLI, CORS

ERIK
LAVANDERIA

C CAVOUR 5

VA 91
A, VIA MANTO

GAL
CARROzzERIA

VA 66B
LI, VIA MANTO

18

Salute

Sabato 3 Gennaio 2015

GLI ORARI
CUP Centro Unificato di Prenotazione
Dove: padiglione n. 12, a fianco del
Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori
Orari di apertura al pubblico:
luned - venerd dalle 7.30 alle18.00
orario continuato,
il sabato dalle 8.00 alle 12.00;
Prenotazioni telefoniche: possibile
telefonare al numero verde 800.638.638,
da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00.
PRENOTAZIONI
CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP
Attraverso il CUP si prenotano tutte
le prestazioni ad eccezione delle seguenti,
che devono essere prenotate direttamente
presso le singole unit operative o servizi
come indicato di seguito:

ANATOMIA PATOLOGICA
secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati)
Dove: Poliambulatori, piano Terra.
Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare
contattare la segreteria dellAnatomia Patologica dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00.
Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00.
Consegna campioni istologici e citologici
La consegna dei campioni citologici urinari
prevista, presso il padiglione 5,
da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30;
per gli altri esami da luned a venerd
dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto).
RADIOLOGIA d
Dove: piano 1, corpo H (ala destra).
TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti
e richiesta di prestazioni con bollino verde
Le prenotazioni vanno effettuate
di persona o via fax.
Orario: da luned a venerd dalle
08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00.
Tel: 0372 405760.
Angiografia
Le prenotazioni vanno effettuate di persona.
Orario: da luned a venerd
dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367.
SENOLOGIA:
Screening mammografico preventivo
biennale Asl Cremona (45-69 anni)
Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled
dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata
al CUP dell'Asl 800 318 999.
Prestazioni con carattere di urgenza,
risonanze alla mammella, agoaspirati,
ecografie
Dove: piano 1, corpo M.
Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00.
Telefono: 0372 405614.
Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata
una nuova linea telefonica dotata
di risponditore automatico
in funzione 24 ore su 24: 0372 405612.
RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE
Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o
ascensore a sinistra vicino l'Ufficio
Informazioni nell'atrio di ingresso)
corpo M, monoblocco ospedaliero.
Orario: da luned a venerd
dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485.
MEDICINA DEL LAVORO:
Visite specialistiche di medicina del lavoro
Tel: 0372 405777 da luned a venerd,
dalle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente
presso lAmbulatorio Specialistico
di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

PRESIDIO OSPEDALIERO
DI CREMONA
CENTRO DIABETOLOGICO
Dove: piano 6, corpo H (lato destro),
monoblocco ospedaliero.
Orari: da luned a venerd
dalle 08.00 alle 13.30
(prima visita per inquadramento
diagnostico-terapeutico e visita di controllo
per monitoraggio metabolico e screening
delle complicanze croniche).
Per le prime visite preferibile che
la prenotazione avvenga di persona comunque
possibile prenotare telefonicamente
da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30.
Telefono: 0372 405715.
CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI
accesso diretto da parte dei cittadini,
con la richiesta del Medico di famiglia
o dello specialista.
Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale.
Orario: da luned a venerd
dalle ore 07.30 alle 10.30.
Telefono: 0372 405663 - 0372 405452
CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI
Monitoraggio delle terapie anticoagulanti.
previsto accesso con prenotazione al numero
0372 405666 - 0372 405663.
Dove: Presso la palazzina del Cup
Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd.
CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA
Test di tolleranza al lattosio e patch test
Accesso con impegnativa del medico curante
Le prenotazioni si effettuano telefonicamente
al numero 0372/408178 da luned a venerd,
dalle 10.30 alle 12; oppure di persona
presso lAmbulatorio di Allergologia (Padiglione
10) da luned a venerd dalle 9.00 alle 13.00.
IMMUNOEMATOLOGIA
E MEDICINA TRASFUSIONALE:
Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia
marziale endovenosa, preparazione di nuovi
emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale:
Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico.
Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero.
Tel: 0372 435887 - 0372 405461
dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd
GENETICA
Dove: piano 2 lato destro del monoblocco
ospedaliero. Prenotazioni telefoniche:
0372 405783
da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30.
MEDICINA LEGALE
Prenotazioni presso Direzione Medica
di Presidio piano Rialzato monoblocco
ospedaliero. Tel: 0372 405200.
PSICOLOGIA
Dove: settimo piano a sinistra.
Prenotazioni da luned a venerd
dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio
di Psicologia, oppure anche telefonicamente
agli stessi orari al numero 0372 405409.
ONCOLOGIA MEDICA
Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione i
n reparto da luned a venerd
dalle ore 8.00 alle ore 17.00.
Tel: 0372 405248.
TERAPIA DEL DOLORE
Dove: palazzina n. 9 La prenotazione
pu essere effettuata telefonicamente
al numero 0372 405330
dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd.
Negli altri orari possibile chiamare
lo stesso numero lasciando un messaggio
in segreteria telefonica con il nome e numero
di telefono: al pi presto sarete richiamati.

Gelido inverno: i consigli su come proteggersi


Le basse temperature, oltre ad
aumentare le sindromi influenzali,
possono causare una recrudescenza della sintomatologia di
malattie croniche, specialmente
dellapparato respiratorio, cardiovascolare e muscoloscheletrico.
Le persone pi vulnerabili e pi a
rischio di infezioni sono rappresentate da: cardiopatici, diabetici,
persone con patologie respiratorie croniche, con patologie psichiatriche, che assumono psicofarmaci, alcool o droghe e persone in condizioni di precariet socio-economica.
Ma anche le persone giovani in
apparente benessere possono
subire conseguenze sulla salute,
a volte gravi, se esposte a valori
di temperatura eccessivamente
bassi senza le opportune precauzioni.
Ecco alcuni consigli su come
proteggersi dai malanni tipici della stagione invernale.

Regola la temperatura degli


ambienti interni, in modo che sia
conforme agli standard consigliati per le temperature invernali (generalmente intorno ai 18-21C)
Fai particolare attenzione
all'umidit dell'ambiente. Laria
troppo secca pu irritare le vie aeree, soprattutto se soffri di asma
o malattie respiratorie. Utilizza un
umidificatore o una vaschetta di

acqua sul termosifone. L'umidit


eccessiva, al contrario, pu provocare condense e favorire la formazione di muffe. E importante
aerare adeguatamente gli ambienti, in particolare se vi sono
persone malate. E' sufficiente
aprire per pochi minuti una finestra per cambiare laria viziata
nella stanza.
Se utilizzi sistemi di riscalda-

mento a combustione fai molta


attenzione, sia alla corretta ventilazione degli ambienti.
Attento agli sbalzi di temperatura quando passi da un ambiente pi caldo ad uno pi freddo e viceversa.
Assumi pasti e bevande calde. Evita gli alcolici perch favoriscono una maggiore dispersione
del calore prodotto dal corpo.
Fai particolare attenzione ai
bambini molto piccoli e alle persone anziane non autosufficienti,
coprili adeguatamente e controlla
di tanto in tanto la loro temperatura corporea.
Quando esci, indossa sempre una sciarpa, dei guanti, un
cappello e un caldo soprabito;
usa scarpe antiscivolo in caso di
formazione di ghiaccio.
Mantieni contatti frequenti
con gli anziani che vivono da soli
e verifica che dispongano di sufficienti riserve di cibo e medicine.

Una tecnica brevettata dal dottor Angelo Serraglio, specializzato in medicina e chirurgia estetica

La laserpolisi per ritrovare la linea

a cura di Alessandra Serraglio

a risposta alla sfiducia generata dalla


false illusioni di una
linea perfetta esiste e
ha un nome: Laserlipolisi, tecnica brevettata nel
2003 dal dottor Angelo Serraglio, medico chirurgo specializzato in Medicina e Chirurgia
Estetica.
Pochi ingredienti per grandi
risultati: un trattamento ambulatoriale non invasivo, di breve
durata, che non lascia cicatrici.
Una tecnica che sfrutta le
potenzialit di un fascio di luce
emessa dal laser a una determinata frequenza, le cui applicazioni danno risultati ottimi e,
spesso, insperati, nei pi svariati distretti corporei, proprio
grazie alla grande potenza che
concentra anche nelle zone pi
piccole e alleffetto lifting che si
ottiene attraverso lazione termica emessa dalla punta del
laser a 360 (effetto joul), che
determina unevidente retrazione del tessuto cutaneo sovrastante.
Eseguita in anestesia locale,
in regime di dayhospital, la
Laserlipolisi, oltre ad eliminare i
tanto odiati cuscinetti adiposi,
migliora tutte quelle zone corporee gi trattate con metodi
tradizionali, dai risultati poco
soddisfacenti.

DURATA DELLINTERVENTO
Questo dipende, chiaramente,
dalla zona trattata e dalla quantit di grasso da eliminare. Solitamente addome e interno
ginocchia richiedono al massimo cinquanta minuti.
IL MANTENIMENTO
Il paziente far dei massaggi
linfodrenanti che favoriscono la
riduzione del gonfiore dovuto
allintervento.

UN INTERVENTO
ADATTO A TUTTI?
Prima di sottoporsi allintervento, si effettua una visita per stabilire le zone da trattare e si
richiedono degli esami per
valutare se il paziente idoneo
al tipo di trattamento.

ed esterne, addome, ginocchia,


fianchi e anche la ginecomastia
maschile.

QUALI ZONE
SI POSSONO TRATTARE?
Grazie allutilizzo della fibra
ottica laser sottile (meno di un
millimetro), si pu trattare qualsiasi zona del corpo: doppio
mento, braccia, cosce interne

I TEMPI DI RECUPERO
DEL PAZIENTE
Il paziente viene medicato e
pu tornare tranquillamente a
casa, per riprendere la normale
routine al massimo dopo 48
ore.

I RISULTATI
I risultati, in continuo miglioramento fino a quattro mesi dopo
lintervento, sono permanenti.

I RISULTATI SONO
PERMANENTI?
I risultati sono in continuo
miglioramento fino a quattro
mesi dopo e sono permanenti
in quanto il nostro corpo ha un
numero complessivo di cellule
che, se eliminate, non si riproducono. Naturalmente consiglio a tutti una vita sana, ovvero mangiare in modo corretto,
fare attivit fisica e bere almeno
due litri dacqua al giorno.
Il dottor Angelo Serraglio riceve il mercoled
dalle 10 alle 14 presso il
poliambulatorio stomatologico cremonese sito
in piazza della libert, 24,
cremona dalle 10 alle 14.
Per maggiori informazioni scrivere a:
info@mceitalia.net

Obesit infantile, il ministero: Pu portare malattie precoci


Il ministero della Salute richiama l'attenzione su quella che
sta diventando una vera e propria emergenza sanitaria:
l'obesit infantile. L'obesit
rappresenta un importante fattore di rischio per la salute di
ogni et ma, se presente gi in
et pediatrica, si pu associare alla precoce comparsa di
malattie tipiche dell'et adulta,
quali diabete di tipo 2, ipertensione, iperlipidemia con conseguente precoce esposizione
ai principali fattori di rischio
per le malattie cardiovascolari
e alcuni tipi di tumori fa sapere il ministero della Salute.
L'obesit infantile il risultato
di un bilancio energetico positivo protratto nel tempo che si
ha quando si introducono per

molto tempo piu' calorie di


quante se ne consumano. E'
dovuta a un insieme di concause: scarsa educazione alimentare,
predisposizione
genetica, stile di vita (spesso
troppo sedentario), ambiente
familiare e condizioni socioeconomiche. "E' da sfatare la
convinzione generale che un
bambino diventa obeso solo
perch mangia troppo; non
sempre infatti, un bambino
"cicciotello" necessariamente un "mangione" - evidenzia il
ministero -; pi di frequente
capita che preferisca cibi molto
calorici, ricchi di zuccheri e
grassi, associati a bevande
dolci". E qui ci deve quindi
essere un controllo da parte
dei genitori.

La Regione Lombardia stanzia 143 milioni per il welfare e la salute


Un ulteriore stanziamento di
143,3 milioni di euro per il welfare e la salute.
Lo ha annunciato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, durante la confe-

renza stampa seguita alla riunione dell'Esecutivo regionale. E'


un impegno concreto che va nel
segno del tradizionale orientamento della Giunta - ha detto
Maroni - e cio la concretezza,

poche chiacchiere e tante risorse a sostegno delle persone fragili e delle famiglie.
In particolare, gli 87 milioni di
euro destinati alle politiche sociali sono stati cos ripartiti: 50

milioni a favore delle famiglie


con componenti fragili; 37 milioni per gli Ambiti territoriali per le
politiche sociali; e circa 300 mila euro per la conciliazione delle
politiche famiglia-lavoro.

di Ermanna Allevi

Diplomata presso la scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA

Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA)


Gentilissima Naturopata, sono molto interessata alla naturopatia ed in
particolare ai "Fiori di Bach", ho letto tanto cose e provo ad utilizzarli su di
me e su alcuni amici, ma senza risultati se non peggiorando un p la situazione. So che Lei fa consulenze sui fiori di Bach e vorrei chiederle perch,
pur seguendo tutto alla lettera, non funzionano. Grazie Rosi
Esistono in circolazione una quantit di manuali, tanti col proposito di indirizzare il lettore all'uso dei fiori, in vista di un'autogestione dell'eventuale problema
di cui soffre, o di quello di cui soffrono altri, e, a questo scopo, offrono una serie
di indizi psicologici e/o fisici, in base ai quali dovrebbe essere possibile effettuare una scelta dei fiori perfetta. Questa impostazione per soffre di un difetto "a
monte": per poter utilizzare efficacemente un fiore, bisogna partire dal fiore
stesso, non dai problemi delle persone, bisogna arrivare a conoscere il fiore intimamente, percepirne la dimensione simbolica che rimanda alla funzione racchiusa nel fiore e da qui, per analogia, passare alla funzione alterata dell'uomo,
su cui il fiore pu avere effetto. Diversamente si ricade, sia pur involontariamente, in un uso allopatico della floriterapia e questo non solo l'inverso dello spirito che ha portato Edward Bach a fondare la terapia che porta il suo nome, ma
produce anche risultati mediocri, contradditori o nulli (proprio come Lei fa presente nella sua domanda). Per evitare che questo accada meglio rivolgersi a
figure professionali che, ripercorrendo i passi di Bach, si chiedono incontrando
una pianta quale funzione psicomatica incarna, ovvero "chi " la pianta e non "
a cosa serve". Se nel seme c' l'informazione genetica della pianta, nel fiore,
secondo Bach, c' la massima espressione in potenza della funzione, la massima vibrazione energetica. Per questo egli si rivolge al fiore, amplificandone le
qualit attraverso il metodo della solarizzazione. Questi sono solo alcuni dei
motivi per cui il "fai da te" pu essere sconsigliato.

Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a:


info@naturopatia-cremona.com Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it
Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 tel. 0372-412372.
Riceve a Crema in via Castello 12 e telefonando al 388 9037275.

Cultura&Spettacoli
Quattro date
pomeridiane
al Ponchielli

Anche questanno il Teatro Ponchielli dedica


quattro appuntamenti pomeridiani (sempre alle 15)
al pubblico della Grande et. I biglietti per i singoli spettacoli saranno posti in vendita alla biglietteria
del Teatro da mercoledi 7 gennaio. Si parte luned 19

gennaio con No, no, Nanette, musical di Vincent


Youmans. Poi il 4 febbraio andr in scena Sulle ali
della danza, mentre il 16 marzo spazio alla prosa
con Taxi a due piazze di Ray Cooney. Infine, il 17
aprile appuntamento con La Traviata di Verdi.

Il giorno della Befana va in scena al Ponchielli la rivisitazione di Frankenstein Junior

Un film culto diventa un grande musical a teatro

Festival Monteverdi,
concerti e crociera

Essere protagonisti di dodici indimenticabili concerti dedicati al grande maestro Claudio Monteverdi e poi salpare lungo il Grande
Fiume per una crociera musicale da Cremona, a Mantova e a Venezia. Questa la straordinaria proposta della XXXII edizione del Festival Claudio Monteverdi, intitolata Onde sussurranti. Nellanno di Expo, i milioni di visitatori che approderanno in Lombardia e in tutto il Nord Italia, saranno attirati da un viaggio
nelleccellenza del made in Italy attraverso le
tre citt di Claudio Monteverdi: progetto del
Teatro Ponchielli di Cremona e del Comune
di Cremona, in stretta sinergia con il Comune di Mantova e il Teatro La Fenice di Venezia. Il viaggio inizia il prossimo 15 maggio,
giorno del compleanno di Claudio Monteverdi, con due concerti a lui dedicati ed interpretati dagli amatissimi Tallis Scholars e dal Coro
Costanzo Porta e con Monteverdi e si concluder con il Vespro interpretato dallacclamato
gruppo anglosassone The Sixteen. Il viaggio
immaginario percorre lintera penisola, dalla
Napoli dei Turchini al barocco romano di Arte
Musica, dalla Toscana di Auser Musici alla
Sardegna del Suonar Parlante e del Concordu de Orosei. Allinterno del Festival, anche
uno spazio per pensare, discutere, incontrare.
Sono le Monteverdi OFFicine, un luogo non
luogo per svelare i segreti degli artisti, scoprire i sapori della musica e del buon cibo,
restare incantati dalle suggestioni del cinema.

dalla redazione

ltre 150 mila spettatori sono gi stati conquistati dallincandescente


vitalit, dalla contagiosa
ironia noir e dalle musiche trascinanti della versione italiana
di Frankenstein Junior, il musical
mostruosamente divertente tratto
dal cult movie di Mel Brooks. Diretto
da Saverio Marconi con la regia associata di Marco Iacomelli, lo spettacolo in tour nei teatri italiani nella
stagione per il terzo anno consecutivo e fa tappa al Ponchielli marted 6
gennaio alle ore 16 e alle 20.30 (fuori abbonamento). Il musical, definito
dalla critica un capolavoro di perfezione, una trasposizione fedele della realt cinematografica, dove
le scenografie in bianco nero dalle
atmosfere gotiche si contrappongono ai coloratissimi costumi e fanno da
sfondo ai tantissimi momenti di irresistibile comicit. Trovate registiche e
coreografiche originali ripropongono
in chiave musical lironia propria del
film attraverso numeri divertentissimi, su tutti quello tra Frankenstein e
il Mostro sulle note di Puttin on the
Ritz di Irving Berlin; e non mancano
nemmeno le esilaranti battute entrate
nella memoria degli appassionati del

Un momento
dello spettacolo

film: Si pu fare!, Rimetta a posto


la candela,Potrebbe essere peggio potrebbe piovere, Diventer
molto popolare. Considerato una
delle migliori cento commedie americane di tutti i tempi, girato nel
1974 con uno stile ispirato agli anni
20 (omaggio ai classici horror della
Universal), il film Frankenstein Junior
che questanno festeggia 40 anni
- con oltre 500mila copie vendute
il classico in dvd di maggior suc-

cesso della storia dell'home video in


Italia. E Giampiero Ingrassia - perfetto nella parte, tra canzoni, tip-tap
e un copione serratissimo, vincitore
del Premio Flaiano 2013 per questo
ruolo - a vestire i panni del brillante e
stimato dottor Frederick FrankenstI-n (al cinema fu Gene Wilder), il protagonista di Frankenstein Junior.
Sul palco, al fianco di Ingrassia,
Giulia Ottonello, artista dalle straordinarie capacit vocali unite a un

Visita guidata con il Crart alla mostra fotografica La nascita di Magnum


Domenica 18 gennaio, alle ore 10, il Crart propone la visita guidata (con specialisti) alla mostra
La nascita di Magnum presso le sale delle
esposizioni temporanee del Museo del Violino.
La Magnum Photos, fondata da Robert Capa,
Henri Cartier-Bresson, George Rodger, David
Chim Seymour e William Vandivert, ben presto

diventer la pi celebre agenzia fotografica del


mondo. Saremo accompagnati in questo esaltante viaggio fatto di persone, eventi, paesaggi,
generi, spontaneit e tecnica, da due fotografi che
renderanno la visita guidata unica! Con laiuto di
Federico Zovadelli e Marco Bocelli, fotografi giovani ma esperti, vivremo unesperienza unica gra-

Lo Schiaccianoci sul palco del Teatro del Viale


Marted 6 gennaio appuntamento con uno dei balletti pi famosi insieme al Lago dei cigni
di Tiziano Guerini
Il Teatro del Viale di Castelleone
propone per la festivit del 6 gennaio (nella sala Giovanni Paolo II alle
ore ore 17) lo spettacolo di danza Lo
Schiaccianoci di Cajkovskij e Petipa, con la Compagnia nazionale Raffaele Paganini e le stelle del Balletto
Nacional de Cuba, Marianne Lafita
Gonzlez e Vittorio Galloro.
Lo Schiaccianoci forse il balletto
pi famoso assieme al Lago dei cigni
dello stesso Cajkovskij. La regia, a
cura di Luigi Martelletta, ha eliminato i risvolti pi inquietanti del racconto, a favore di una formula spetta-

Dopo il successo ottenuto con Il


Soccombente di Bernhard, con la
regia di Nadia Baldi, Roberto Herlitzka porta in scena il modernissimo
mito di Giacomo Casanova, il 17 gennaio alle ore 21 al Teatro San Domenico. La notte tra il tre e il quattro giugno del 1798, Giacomo Casanova
sospetta di dover morire. Il gentiluomo veneziano, chiamato ad incarna-

naturale talento comico, che interpreta Elizabeth, viziata ed egocentrica


fidanzata di Frederick. Igor interpretato da Mauro Simone, servo fedele al castello e disinvoltamente incurante della propria gobba. La sinistra e misteriosa Frau Blcher, il cui
nome incute terrore persino ai cavalli, governante al castello e detentrice
dei segreti di Victor Von Frankenstein,
ha il volto di Altea Russo, mentre
Valentina Gullace lesplosiva Inga,
giovane transilvana assistente devota di Frederick, incurante della propria straordinaria e sensuale bellezza. Il baritono Fabrizio Corucci il
Mostro, limponente creatura riportata in vita grazie agli esperimenti del
dottor Frankenstein. Completano un
cast pieno di energia e talento Felice
Casciano (A Qualcuno Piace Caldo
nei panni dellispettore Kemp, capo
della polizia locale dedito al mantenimento dellordine, Davide Nebbia
nel ruolo delleremita cieco che abita nei boschi e desideroso di compagnia (che nel film era interpretato da un quasi irriconoscibile Gene
Hackman); Roberto Colombo Victor
Von Frankenstein, famigerato nonno
di Frederick, impaziente che il nipote
segua le sue orme, mentre Michele
Renzullo Ziggy, il pi bizzarro tra gli
abitanti del villaggio transilvano.

colare che esaltasse maggiormente


lo spirito favolistico. La drammaturgia profondamente innovativa: ogni
personaggio tratteggiato secondo scansioni di forte impatto teatrale. Con una formazione pi snella, lo spettacolo ripercorrer litinerario danzato che molti conoscono
e si aspettano di questo capolavoro
di Ciajkovskj: la danza russa, cinese,
araba, spagnola, il famoso valzer dei
fiori, i fiocchi di neve... mantenendo cos struttura e regia tradizionale.
Al termine dello spettacolo, un
saluto alle festivit con un brindisi e
un rinfresco che saranno offerti nel
foyer del teatro.

Vittorio Galloro
sul palco

Il mito di Casanova al San Domenico

re il mito vivente della seduzione,


ospite da tredici anni nel castello di
Dux, in Boemia, dove il conte di Waldestein gli ha assegnato il posto di
bibliotecario di palazzo. Dalle prime
ore dellalba, una sequenza di indizi che la sua intuizione mette in ordi-

ne, sembrano annunciare lavvicinarsi del passaggio fatale. La scrittura di Ruggero Cappuccio d vita ad
una velenosa, dolce, sincera partita a scacchi in cui brillano e si muovono i perni dellidentit di uno degli
uomini pi discussi, amati e denigra-

ti del XVIII secolo. Il velo di seduttore


vanesio che ricopre Casanova presso limmaginario collettivo consolidato, cade inesorabilmente e rivela un
grande autore, un uomo che scrive
con rarissima e affilata modernit, che
ama le donne e ne incontra carnalmente un numero di gran lunga inferiore rispetto alla superficiale moltiplicazione attribuitagli.

I Sousaphonix marted a Casalmaggiore

I Sousaphonix sono un ensamble di musicisti


tra i pi originali e creativi del panorama musicale italiano, diretto da Mauro Ottolini (nella
foto). Lo spettacolo proposto, marted 6 gennaio alle 21 al Teatro di Casalmaggiore, qualcosa di pi di un concerto, sconfina nel musical, nella performance teatrale, nella direction
e nellarte visiva: Buster Keaton , infatti, uno
spettacolo emozionante e sorprendente. Si tratta di una sonorizzazione del film Seven chances di Buster Keaton. Lorchestra con arrangiamenti originali e musiche di Mauro Ottolini,

segue in perfetta coordinazione lo svolgersi del


film di Buster Keaton, sottolineandone le immagini attraverso limprovvisazione estemporanea
collettiva e gli effetti speciali curati dal grande
Vincenzo Vasi, la pertinenza emotiva dei brani e il significato dei testi cantati. Ricordiamo
che i Sousaphonix sono una realt unica nel
suo genere, visto che sono stati votato pi volte
come miglior gruppo italiano nei referendum
specializzati. L ensamble ha, inoltre, ottenuto
importanti riconoscimenti per le opere concettuali che ha saputo realizzare nel tempo.

zie alla competenza e alla professionalit di chi


ha deciso di fare della fotografia una questione
e uno stile di vita.
Il ritrovo alle ore 10 presso il Museo del
Violino in piazza Marconi a Cremona. La durata
della visita di due ore circa. Per informazioni:
www.crart.it - info@crart.it - 338-8071208.

Corso di Egittologia
Al via le iscizioni

Avr inizio marted 20 gennaio, ma gi


possibile iscriversi, il corso di Egittologia
- pi esattamente storia e civilt dellantico Egitto - programmato dal Circolo Arci di
Crema Nuova e dal suo segretario Alberto
Morosini, appassionato del genere che assicura siano in tanti a Crema ad essere affascinati dallantico popolo del Nilo. Insegnante la prof. Sara Mastropaolo, con laurea
in Scienze dellantichit presso la
Statale di Milano
e specializzatasi in
Egittologia presso
la Sorbona di Parigi. Il programma
del corso si articola in due momenti
distinti: il primo con
lobiettivo di fornire
una conoscenza generale della storia e della civilt egizia; il secondo dedicato ad insegnare con semplicit gli elementi di base della lingua, della scrittura e della grammatica
egiziana. Liscrizione al corso, dal costo di
poche decine di euro, pu riguardare anche
uno solo dei due momenti e pu essere fatta telefonando al 349-3517988 o allindirizzo
mail amenofis@alice.it

Concerto dellEpifania

Il Centro culturale cremasco Stefan


Wyszynki, con la parrocchia della SS Trinit organizzano per marted 6 gennaio alle
ore 21 nella chiesa della SS Trinit di Crema, il Concerto dellEpifania" - canti, musica con la partecipazione del coro Collegium
Musicale di Crema diretto dal maestro Giampiero Innocente. Un gesto semplice di ascolto, di fede popolare, ma anche un momento di contemplazione della bellezza di questi
giorni di festa attraverso la musica, il canto,
il coro. L'evento organizzato con la finalit di sostenere concretamente alcuni progetti di sviluppo sociale internazionali dellAvsi.

SPORT

lo
lettere@ilpiccologiornale.it

Crema 1908
in campo
l11 gennaio
ECCELLENZA

16 GIORNATA (11-01 h 14.30) Asola-Rezzato,


Fanfulla-Orsa Trismoka, Grumellese-Rigamonti
Castegnato, Orceana-Sarnico, Palazzolo-Aurora
Travagliato, Pedrocca-Crema 1908, VallecamonicaDarfo Boario, Villongo-Cavenago.

Responsabile Fabio Varesi

CLASSIFICA Darfo Boario 31; Grumellese 30;


Vallecamonica 29; Rigamonti Castegnato, Crema
25; Rezzato 22; Villongo 21; Orceana, Aurora
Travagliato, Pedrocca, Sarnico 20; Cavenago 19;
Orsa Trismoka 16; Fanfulla 13; Asola 8; Palazzolo 7.

Cremo, tre punti per risollevarsi


Marted pomeriggio arriva allo Zini la Giana Erminio, ostica formazione di Gorgonzola che punta alla salvezza

di Matteo Volpi

igerite le feste natalizie, per la


Cremonese gi giunta allora di rimettersi in gioco. Un gioco duro, spietato e
ricco di insidie che porter i grigiorossi a doversi giocare il tutto per tutto in
questo girone di ritorno. Mister Giampaolo, che ha
fatto sgobbare i suoi anche durante le feste, cercher di tenere alta la tensione per poter iniziare
nel migliore dei modi il 2015. Alle porte c la sda
con la Giana Erminio di Gorgonzola, formazione
tuttaltro che morbida e gustosa come potrebbe
farne pensare la provenienza. La lista degli assenti ricca e questo potrebbe portare Giampaolo
a valutare soluzioni alternative in attesa dei primi
colpi di mercato. Qualcuno, ormai da settimane,
caldeggia una possibile maxi-offerta per il bomber Brighenti, proveniente da categorie superiori,
ma limpressione che il capitano non si muover dalla sua Cremonese... almeno per ora. In uscita laddio pi probabile al momento sembra quello di Giorgi, ormai fuori dal progetto, specie dopo
un innesto fondamentale come Castellini. Nel turno pre natalizio, la Giana Erminio (che deve il suo
nome a un giovane gorgonzolese, sottotenente
del battaglione alpino Aosta, caduto sul monte
Pasubio nel 1916, durante la prima guerra mondiale ed insignito della medaglia dargento al valor
militare), ha superato un avversario quotato come
Sdtirol, a conferma che si tratta di una squadra
da prendere con le molle. Ma dopo il ko di Sassari
(malgrado il vantaggio di due reti), la Cremo
obbligata a fare bottino pieno, per abbandonare
il pi presto possibile la zona playout e puntare
a scalare la classica. Giampaolo marted pomeriggio dovrebbe afdarsi ancora al 4-3-3, con Bri-

LEGA PRO 18 GIORNATA


Alessandria-Renate

1-1

Arezzo-Novara

0-0

Bassano-Monza

2-1

Giana Erminio-Sdtirol

1-0

Lumezzane-FeralpiSal

1-3

Mantova-AlbinoLeffe

2-1

Pavia-Como

1-2

Pordenone-Real Vicenza

1-1

Pro Patria-Unione Venezia

0-2

Torres-Cremonese

3-2

CLASSIFICA GIRONE A

LEGA PRO Dimenticato il ko di Sassari i grigiorossi devono vincere per allontanarsi dalla zona playout
Bassano
36
Novara
35
Alessandria 34
Pavia
34
Real Vicenza 32
Como
32
FeralpiSal
30
Monza
30
Sdtirol
26
Unione Venezia 25
Arezzo
24
Torres
23
Cremonese
23
Giana Erminio 22
Renate
21
Mantova
20
Lumezzane
17
Pro Patria (-1) 12
AlbinoLeffe
10
Pordenone
6

PROSSIMO TURNO (06/01)

AlbinoLeffe-Pordenone, Como-Mantova, CremoneseGiana Erminio (h 17), FeralpiSal-Bassano Virtus,


Monza-Pro Patria, Novara-Lumezzane, Real VicenzaPavia, Renate-Torres, Sdtirol-Arezzo, Unione Venezia-Alessandria.
ghenti e Kirilov come terminali offensivi.
PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Battaiola;
Gambaretti, Bassoli, Castellini, Favalli; A. Marchi,
Jadid, Moroni; Di Francesco, Brighenti, Kirilov.
La gara sar arbitrata da Salvatore Guarino della
sezione di Caltanissetta, assistito da Andrea Berti di
Prato e Lorenzo Li Volsi di Firenze.
Cronaca e commenti della partita
sul sito www.artventuno.it

La Cremo vuole tornare a sorridere (foto Ivano Frittoli)

BERRETTI Riprender sabato 10 gennaio il


campionato Berretti, con la Cremonese di Mauro
Bertoni impegnata sul campo del Varese (penultimo
in classica). Nellultimo turno, prima della pausa
natalizia, i grigiorossi hanno pareggiato 2-2 contro il
Pavia e a una giornata dalla ne del girone dandata
si trovano al 5 posto con 23 punti, pienamente in
corsa per la fase nale che qualica le prime quattro
di ogni girone (appartenenti alla Lega Pro).

15 GIORNATA (10-01) Giana Erminio-Como,


Lumezzane-Alessandria, Pavia-Albinoleffe, Pro
Patria-Monza, Pro Piacenza-Novara, Savona-FeralpiSal, Torino-Renate, Varese-Cremonese.
CLASSIFICA GIRONE A Torino 33; Novara 30;
FeralpiSal 29; Giana Erminio 28; Cremonese 23;
Lumezzane, Alessandria 22; Como** 21; Monza 18;
Pavia 17; Albinoleffe, Pro Patria* 16; Pro Piacenza*
15; Renate, Varese 10; Savona 4.

SERIE D Dopo cinque vittorie consecutive la rinfrancata formazione di Venturato ospita domani la Virtus Verona

La Pergolettese vuole infilare la sesta perla


di Tiziano Guerini

Il Pergo non si ferma pi. A Lecco, prima di Natale, la squadra gialloblu ha colto,
infatti, il quinto successo di fila ed salita al
sesto posto in classifica. Una doppietta di
Patrini ha steso una delle squadre dellalta classifica, candidando la Pergolettese
ad un campionato che potrebbe dare altre
soddisfazioni. Tanto pi se si tien conto di
come maturata la vittoria. Pur in assenza di giocatori importanti come Compaore,
Rossi e sopratutto Brunetti, la squadra di
mister Venturato ha tenuto bene il centrocampo per una gara fin dallinizio ben
controllata. Il gol giunto un minuto prima della fine del primo tempo con un contropiede che scattava da sinistra e che
metteva Patrini - bravo e veloce a seguire
lazione sulla destra - nella condizione di
battere il portiere avversario. Nella ripresa
il Lecco cercava di imbastire il gioco senza riuscire a pungere; cosa che invece riusciva ancora una volta al Pergo e sempre
con un bel tiro di Patrini, che si insaccava
sotto la traversa. La partita si innervosita per la squadra lariana, che non riusci-

Gialloblu esultanti a Lecco

ta a cavare un ragno dal buco. Nemmeno


il gol di Baldo - del resto arrivato allo scadere della ripresa - ha messo in difficolt i
gialloblu, che hanno controllato finalmente

con sicurezza i quattro minuti supplementari. Ancora unultima partita per chiudere
il girone di andata del campionato, contro
la Virtus Verona che segue i cremaschi in

SERIE A

classifica e perci si pu considerare una


squadra abbordabile. Come far meglio
dopo cinque successi di fila? La risposta
semplice: farne un sesto. Non sar facile, ma a questo punto la Pergolettese pu
giocarsela alla pari con tutte, se mantiene laggressivit e la freddezza, ma anche
lumilt, di cui stata capace nelle ultime
partite. Del resto, proprio questo stato
lauspicio che il presidente Andrea Micheli
e il patron Cesare Fogliazza, con lallenatore Roberto Venturato, hanno espresso
nella cena degli auguri di fine anno, visibilmente rinfrancati dagli ultimi successi della squadra che, se non hanno cancellato il
ricordo delle partite negative, hanno per
ridato serenit ad un ambiente che ne aveva bisogno. Avanti cos!
AMICHEVOLE Per preparare al meglio
limpegno di domani, la Pergolettese ha
sostenuto unamichevole contro il Cavenago, battuto per 1-0 grazie alla rete di
Davide Panepinto, tornato in forma dopo
i problemi fisici. Il gol nato dalla rabbia
che ho dentro di me e dalla voglia di ritornare a essere un giocatore vero, ha rivelato a fine gara.

I NUMERI

18 GIORNATA GIRONE B
Aurora Seriate-Ciliverghe 0-0
Caravaggio-Ciserano
0-1
Castellana-Olginatese
0-1
Lecco-Pergolettese
1-2
Montichiari-Mapello
3-1
Pontisola-Pro Sesto
2-1
Seregno-Castiglione
0-2
Sondrio-Folgore Caratese 1-1
Virtus Verona-Villafranca 3-0
Ha riposato: Inveruno
19 GIORNATA (21-12 h 14.30)
Ciliverghe-Pontisola
Ciserano-Lecco
Folgore Caratese-Montichiari
Inveruno-Sondrio
Mapello-Caravaggio
Olginatese-Aurora Seriate
Pergolettese-Virtus Verona
Pro Sesto-Seregno
Villafranca-Castellana
Riposa: Castiglione
CLASSIFICA Castiglione 39;
Seregno 38; Sondrio, Lecco
33; Pro Sesto 29; Pergolettese,
Ciserano 28; Inveruno 26;
Pontisola 23; Virtus Verona,
Aurora Seriate 22; Mapello
21; Villafranca 20; Caravaggio
19; Olginatese, Ciliverghe
18; Folgore Caratese 16;
Castellana 7; Montichiari 3.

SERIE B

Sfide insidiose per Juve e Roma Carpi in fuga verso la serie A

(F.V.) Il giorno della Befana riprende la sfida tra Juve


e Roma, con i bianconeri vogliosi di riscattare la delusione patita nella sfida di Supercoppa (persa ai rigori
con il Napoli). Per entrambe il campionato riserva
partite insidiose: con lInter per la Juve alla sera e a
Udine per i giallorossi allora di pranzo. Nella corsa al
terzo posto, il rinfrancato Napoli chiede strada al
Cesena, mentre il Milan (smanioso di far esordire
Cerci) cerca i tre punti contro il Sassuolo a S. Siro.
Non meno interessante lanticipo di luned sera tra
Lazio e Sampdoria, scontro diretto per la zona
Champions che mette di fronte due belle realt di
questa stagione. Nella zona bassa della classifica, c'
grande attesa per l'esordio di Zola sulla panchina del
Cagliari, che cerca punti sul difficile campo di Palermo.
Ultima chiamata, invece, per il Parma contro la solida
Fiorentina: solo un successo concederebbe ancore

speranze di salvezza ai ducali. Punti pesanti, infine,


sono in palio anche in a Verona tra Chievo e Torino.
16 GIORNATA Atalanta-Palermo 3-3, CagliariJuventus 1-3, Fiorentina-Empoli 1-1, Hellas VeronaChievo Verona 0-1, Inter-Lazio 2-2, Napoli-Parma 2-0,
Roma-Milan 0-0, Sampdoria-Udinese 2-2, SassuoloCesena 1-1, Torino-Genoa 2-1.
17 GIORNATA (06-01 h 15) Cesena-Napoli (h 18),
Chievo Verona-Torino, Empoli-Hellas Verona, GenoaAtalanta, Juventus-Inter (h 21), Lazio-Sampdoria (0501 h 20.45), Milan-Sassuolo, Palermo-Cagliari, ParmaFiorentina, Udinese-Roma (06-01 h 12.30).
CLASSIFICA Juventus 39; Roma 36; Lazio 27;
Napoli, Sampdoria 27; Genoa 26; Milan 25; Fiorentina
24; Udinese, Palermo 22; Inter 21; Sassuolo 20; Empoli, Torino, Hellas Verona 17; Chievo Verona 16; Atalanta
15; Cagliari 12; Cesena 9; Parma (-1) 6.

In attesa della ripresa del campionato (prevista


il 17 gennaio), il Carpi si gode il primato con 9 punti
di vantaggio sulle seconde in classifica: un tesoretto prezioso nella corsa alla serie A per la sorprendente formazione emiliana.
19 GIORNATA Avellino-Bologna 1-0, BariLatina 1-0, Catania-Brescia 2-2, Frosinone-Cittadella 1-1, Modena-Trapani 2-1, Perugia-Pescara
2-2, Pro Vercelli-Ternana 2-1, Varese-Crotone
1-0, Vicenza-Spezia 1-0, Virtus Entella-Livorno
1-1, Virtus Lanciano-Carpi 1-1.
20 GIORNATA Bologna-Pro Vercelli 3-0,
Brescia-Bari 2-1, Carpi-Perugia 4-0, CittadellaCatania 3-2, Crotone-Frosinone 2-0, Latina-Virtus
Entella 1-1, Pescara-Varese 2-0, Spezia-Virtus
Lanciano 3-3, Ternana-Modena 1-0, TrapaniAvellino 4-1, Vicenza-Livorno 0-0.

21 GIORNATA Avellino-Brescia 2-0, BariSpezia 0-3, Catania-Carpi 0-2, Frosinone-Vicenza


1-0, Livorno-Pescara 1-2, Modena-Latina 0-0,
Perugia-Cittadella 3-1, Pro Vercelli-Trapani 1-0,
Varese-Ternana 2-0, Virtus Entella-Crotone 1-1,
Virtus Lanciano-Bologna 1-2.
22 GIORNATA (17-01 h 15) Bari-Virtus Entella,
Bologna-Perugia, Brescia-Frosinone, Carpi-Livorno, Cittadella-Modena, Latina-Vicenza, Pro Vercelli-Avellino, Spezia-Varese, Ternana-Crotone,
Trapani-Pescara, Virtus Lanciano-Catania.
CLASSIFICA Carpi 43; Frosinone, Bologna 34;
Spezia 33; Avellino 32; Livorno 31; Virtus Lanciano, Pro Vercelli, Trapani 30; Perugia 29; Pescara
28; Modena, Vicenza 27; Ternana, Bari 25; Virtus
Entella 24; Brescia 23; Varese (-3) 22; Catania,
Crotone 21; Latina 20; Cittadella 19.

Sport
NUOTO
Possimo proprio dirlo: nata una stella
nel nuovo provinciale. Si chiama Giulia
Verona e a soli 15 anni ha strabiliato tutti agli
Assoluti di Riccione. In forza al Team Nuoto
Lombardia, Giulia ha vinto i 200 rana con
lottimo tempo di 22788, raggiungendo la
definitiva consacrazione a livello nazionale.
Per lei anche due medaglie di bronzo nei
100 rana, alle spalle di due big come

Sabato 3 Gennaio 2015

Giulia Verona, un vero talento

Arianna Castiglioni e Ilaria Scarcella e nella


staffetta 4x100 mista (40987) insieme a
Stefania Cartapani, Emanuela Albenzi ed
Eleonora Costa. Mi complimento per la sua
prestazione ha affermato il presidente del
Team Nuoto Lombardia, Gionatan Menga -

ho provato grandissima emozione nel


vederla sul gradino pi alto del podio.
Siamo orgogliosi di lei. Ma non si tratta di
un exploit sporadico, visto che arrivato
dopo tanti successi ottenuti nelle categorie
giovanili e confermato nella partecipazione

21

alla Coppa Caduti di Brema, che si


disputata marted 23 dicembre alla Piscina
Pia Grande di Monza. Nelloccasione Gulia
Verona ha nuotato i 100 rana in 10884,
dimostrando ancora una vota di pi di essere un talento su cui puntare nellimmediato
futuro e perch no alle prossime Olimpiadi
di Rio (nella foto Giulia, a sinistra, con la
compagna di squadra Francesca Fangio).

Vanoli a caccia di un risultato storico


Domani al PalaRadi arriva un avversario in salute, che ha lo stesso obiettivo della squadra di coach Pancotto

di Giovanni Zagni

iamo quasi giunti alla fine del


girone di andata e la Vanoli
veleggia splendidamente in
ottava piazza. Sin qui dunque
un percorso pi che positivo
per gli uomini di Cesare Pancotto che
con un eventuale successo su Avellino
(domani alle 18.15 al PalaRadi) vedrebbero assicurato un posto alle finali di
Coppa Italia da giocarsi dopo la met di
febbraio. Ultimamente, dopo gli splendidi successi di Bologna (83-70) e casalingo con Cant (71-63), purtroppo
arrivata la batosta di Venezia (prima in
classifica alla pari con Milano) del tutto
prevedibile, ma non nel risultato numerico. Ma qui ci pare di poter dire che
Pancotto abbia saggiamente ruotato
tutti i suoi giocatori, non dando peso al
punteggio, al fine di tenerli il pi possibile riposati per affrontare le battaglie a
venire. Uscire sconfitti dal PalaTaliercio
era pressoch inevitabile, per cui riteniamo che il coach abbia operato bene,
del resto dando ampio spazio a chi di
norma viene impiegato poco. Ma veniamo alla gara con una Sidigas Avellino
che stata gabbata all'ultimo da Brindisi nellultima gara disputata in casa

Piadena, altro
turno proibitivo
SERIE C

14 GIORNATA 7 Laghi
Gazzada-Carpe Diem Calolziocorte 85-70, Lissone-Boffalora 80-62, Manerbio-Iseo
72-66, Milanotre-Nerviano
76-54,
Olginate-Arcisate
66-78, Piadena-Opera 67-77,
Saronno-Cant 74-69.
15 GIORNATA Bernareggio-Saronno 70-76, Boffalora-Milanotre (04-02), Cant-Manerbio 59-80, Carpe
Diem-Lissone 85-87, Iseo-7
Laghi Gazzada (06-01), Nerviano-Piadena 71-67, OperaOlginate 54-86.
16 GIORNATA (03-01 h
21) Arcisate-Nerviano, Boffalora-Bernareggio, 7 LaghiPiadena, Iseo-Opera, Lissone-Cant, Milanotre-Manerbio, Saronno-Carpe Diem.
CLASSIFICA Saronno, 7
Laghi Gazzada, Opera 18;
Lissone, Milanotre 16; Carpe
Diem, Olginate 14; Iseo,
Manerbio 12; Bernareggio,
Arcisate 10; Piadena, Nerviano 8; Boffalora 6; Cant 2.

SERIE A 13 GIORNATA
Avellino-Brindisi

77-80

Bologna-Milano

58-81

Cant-Reggio Emilia

64-63

Capo dOrlando-Varese

84-71

Pistoia-Pesaro

84-53

Roma-Trento

68-75

Sassari-Caserta

95-84

Venezia-Cremona

82-56

CLASSIFICA

SERIE A Battendo la Sidigas Avellino sarebbe certo lapprodo alla final eight di Coppa Italia di febbraio
Milano
22
Venezia
22
Sassari
18
Brindisi
18
Reggio Emilia 18
Trento
16
Avellino
14
Cremona
14
Pistoia
10
Varese
10
Capo dOrlando 10
Bologna (-2) 10
Cant
10
Roma
8
Pesaro
6
Caserta
0

SERIE A2 FEMMINILE

Un tour de force in arrivo


per una Tec-Mar in salute

Gazzotti a cenestro
contro Cant
(foto Mario F. Rossi)

IL PROSSIMO TURNO (04-01 h 18.15)

Cremona-Avellino, Milano-Brindisi (05-01 h 20.30),


Pesaro-Cant, Reggio Emilia-Caserta, Roma-Bologna,
Trento-Capo dOrlando (03-01 h 20.30), Varese-Pistoia, Venezia-Sassari (h 20.30).
propria. Gli irpini di coach Vitucci sono
compagine di ottima levatura, che pu
contare su uomini di classe ed esperienza come i play Gaines e Cavaliero, il
centro Anosike (gran rimbalzista), le ali
Harper e Hanga, la guardia Banks, il
centro Lechtailer (ex Siena), tutti perso-

naggi capaci di incidere sullesito della


contesa in maniera pesante. Alla Vanoli
quindi si richiede un altro mezzo miracolo. Non sar facile, anche perch gli
ospiti (appaiati in graduatoria ai biancoblu) hanno grandi motivazioni, come
del resto le hanno i nostri ragazzi e la

societ, che con un successo arriverebbe dove non mai salita nella sua
storia, cio a competere per una coppa
al massimo livello nazionale. Buon basket e buon anno a tutti.
Cronaca e commenti della partita
sul sito www.artventuno.it

Dopo i convincenti successi a Cagliari


contro la Virtus e alla Cremonesi con il Biassono, la Tec-Mar Crema torna sul parquet
con lobiettivo di preparare al meglio la poule promozione. Oggi pomeriggio le azzurre
sono impegnate ancora in Sardegna, stavolta sul parquet dellAstro Cagliari, prima del
duplice impegno casalingo del 6 gennaio con
il Muggia e dell11 con lAlpo. Una buona occasione per migliorare ancora la classifica.
14 GIORNATA Alpo-Astro Cagliari 5548, Crema-Biassono 90-41, Ferrara-Virtus
Cagliari 75-38, Muggia-Albino 56-66. Ha riposato: Vicenza.
15 GIORNATA (03-01 h 20.30) Astro
Cagliari-Crema (h 18), Biassono-Virtus Cagliari (h 20), Ferrara-Alpo, Vicenza-Albino.
Riposa: Muggia.
16 GIORNATA (06-01 h 18) Albino-Biassono, Alpo-Vicenza, Crema-Muggia, Virtus
Cagliari-Astro Cagliari. Riposa: Ferrara.
CLASSIFICA Ferrara 22; Vicenza, Crema 18; Alpo 14; Albino 10; Astro Cagliari 8;
Virtus Cagliari, Biassono 6; Muggia 2.

LErogasmet cerca il riscatto contro la blasonata Udine


SERIE B

Fine danno avaro di soddisfazioni per


lErogasmet Crema, che prima ha ceduto
di misura contro il Lugo, poi nulla ha
potuto sul parquet di Cento. E ora un
altro duro confronto attende la truppa di
coach Baldiraghi. Arriva, infatti, a Crema
la Gsa Udine, formazione regina del mercato ed a lungo in testa alla classifica,
dove attualmente occupa il secondo
posto a due punti dalla vetta. Formazione
esperta e completa in ogni settore, viene
dalla sorprendente sconfitta casalinga
contro la Comark Bergamo. La cabina di
regia il posto giusto per la classe e la
visione di gioco di Piazza, regista ancora
giovane ma sperimentato ed affidabile,
cui d il cambio Anello, ottimo difensore
ma bravo anche in fase offensiva, dotato
di un ottimo arresto e tiro. Lo spot di
guardia occupato in prevalenza da
Zampolli, atleta di categoria superiore,
che si destreggia bene anche da playmaker e con 14 punti a partita di media il
miglior marcatore della squadra. Le micidiali ali Pilotti e Di Viccaro hanno consentito allaltro nuovo arrivato Poltronieri di
recuperare dal grave infortunio della
scorsa stagione e tornare ai livelli che gli
hanno consentito di vincere per due anni

LErogasmet Crema
in azione contro Lugo

di fila la classifica cannonieri a Perugia.


Di Viccaro uno specialista offensivo,
grande tiratore dagli scarichi ed in uscita
dai blocchi, mentre Pilotti un atleta duttile, reduce da una grande stagione a
Latina. Non meno impressionante la batteria lunghi, composta dal croato di
nascita Mlinar, eccezionale rimbalzista e
dall'esperto Joel Zacchetti, giocatore di
caratura tecnica difficilmente eguagliabile

nella categoria, un 209 centimetri gi


sperimentato in serie A ad Udine
(Snaidero) e Cant. Completa il roster il
promettente centro argentino Matias
Ezequiel Principe, tre stagioni in Dna ad
Agrigento. Un incontro probante, ma di
enorme prestigio per il leoni biancorossi,
chiamati a regalare una grande emozione
al pubblico del PalaCremonesi.
Marco Cattaneo

I NUMERI
13 GIORNATA Bergamo-Trieste
76-62, Costa Volpino-Arzignano 9746, Crema-Lugo 79-81, MontichiariBologna 78-67, Orzinuovi-Lecco 7172, Pordenone-Desio 85-67, Urania
Milano-Udine 64-77.
14 GIORNATA Bologna-Urania
Milano 68-60, Cento-Crema 82-64,
Desio-Arzignano 84-59, Lugo-Montichiari 66-84, Pordenone-Orzinuovi
79-66, Trieste-Costa Volpino 6789, Udine-Bergamo 53-59.
15 GIORNATA (03/04-01) Arzignano-Lugo, Bergamo-Cento, Costa
Volpino-Desio, Crema-Udine (04-01
h 18), Montichiari-Lecco, OrzinuoviTrieste, Urania Milano-Pordenone.
CLASSIFICA Montichiari 22; Cento,
Bologna 20; Udine, Pordenone 18; Orzinuovi, Urania Milano 16; Bergamo 14;
Lecco 12; Lugo, Crema 10; Desio, Costa Volpino 8; Arzignano 4; Trieste 0.

22

Sport

Sabato 3 Gennaio 2015

RUGBY SERIE C1

Il Crema manca laccesso ai playoff

Al Crema Rugby non riuscita limpresa di battere la capolista e vede cos


svanire il sogno playoff. Dovr cos disputare i playout e giocarsi la permanenza in
C1 nella seconda parte del campionato.
La sconfitta dei cremaschi e la concomitante vittoria del Cologno a Milano, rende
inutile cos questa ultima trasferta in terra
monzese ai fini della classifica finale. Ma
non con la capolista che il Crema deve
rammaricarsi, ma nello sciagurato inizio di
stagione con le due sconfitte subite da
squadre pi indietro in classifica e alloccasione buttata contro il Grande Brianza.

mete di Grana (con trasformazione di


Loda) e di Guanzini. Gli ultimi dieci minuti
del tempo vedevano ancora il Crema sfiorare la meta, ma nellultima giocata del
tempo il Mantova realizzava la meta del
contro sorpasso per il 15-12). La ripresa
aveva dieci minuti di equilibrio, rotti dalla
meta dell'ala mantovana che porta i virgiliani sul 20-12. A questo punto il Crema
non ne aveva pi e subiva liniziativa degli

libera alla mischia mantovana, che ha


preso in mano la partita e portato a casa
l'ennesima vittoria. Il tabellino registra il
primo quarto dora di marca virgiliana,
che con un calcio piazzato ed una meta
frutto di un errore grossolano della difesa
cremasca, si portava sul 10-0. La reazione cremasca era veemente e con un unodue terrificante ribaltava il risultato portandosi sul 12-10 al minuto 28, grazie alle

Comunque la squadra di Zaini ha


disputato un campionato di tutto rispetto
e solo la rosa ridotta ed i tanti infortuni
hanno fatto s che non si arrivasse ai playoff. La squadra anche contro il Mantova
ha dato tutto quello che poteva dare,
giocando alla pari con la capolista e per
un tempo essendole anche superiore. Poi
la fatica ed un campo ancora una volta al
limite della praticabilit, hanno dato via

avversari, che per non riuscivano ad


incrementare il vantaggio fino allo scadere, quando con unazione della mischia
andavano in meta fissando il punteggio
sul 27-12 finale. Come detto, dopo la
pausa l11 gennaio in programma la
trasferta a Cologno che chiuder la prima
parte della stagione.
In C2, lanno si chiuso con il prezioso
successo di Casalmaggiore sullAsola
(5-0) e del ko della Witors Cremona sul
campo dellElephant Rugby (36-15). I
casalaschi sono saliti al 2 posto, mentre
i grigiorossi restano settimi.

La Pom ha chiuso un 2014 coi fiocchi

Domani torna il campionato con le rosa impegnate sul campo della capolista Novara per una sfida stellare

on poteva chiudersi in
modo migliore per la Pom
Casalmaggiore il 2014. Il
successo in quattro set
sulla Liu Jo Modena dellex
Alessandro Beltrami ha confermato le
rosa sulla terza poltrona della classifica, un risultato che in pochi avrebbero
ipotizzato al giro di boa. Una gara,
quella tra casalasche e modenesi forse
tecnicamente non eccelsa, costellata
da tanti errori, ma che la Pom ha avuto
il merito di interpretare con la mentalit
vincente, con il piglio della squadra che
sapeva di dover rimediare alla sconfitta
del turno precedente sul campo di
Piacenza, ma soprattutto responsabilizzata dal fatto di giocare al cospetto
di un grande pubblico e stimolata
dallidea di volersi congedare per questo anno dai propri tifosi con una serata di gloria. Cos stato di fronte ad
oltre 2.300 spettatori, record assoluto
per le gare casalinghe della formazione
di Casalmaggiore che ha stracciato la
precedente massima affluenza fatta
registrare proprio con Modena nella
scorsa stagione, sempre nel giorno di
Santo Stefano. Lultimo match dellanno ha chiuso per la Pom un periodo, il
2014, che abbraccia il primo campionato nella massima divisione nazionale, coronato dalla partecipazione ai

Andr Greipel ha vinto


pi di tutti nel 2014

SERIE A1 10 GIORNATA
Bergamo-Forl

3-0

Firenze-Scandicci

0-3

Modena-Busto Arsizio

3-0

Novara-Conegliano

3-0

Piacenza-Casalmaggiore

3-1

Urbino-Montichiari

1-3

CLASSIFICA

VOLLEY A1 Il successo su Modena ha permesso alle casalasche di concludere il girone dandata al 3 posto
HOCKEY PISTA A1

Pieve 010 allassalto


dellostico Valdagno

Novara
29
Modena
25
Casalmaggiore 23
Conegliano
21
Bergamo
20
Busto Arsizio 18
Piacenza
18
Montichiari
17
Scandicci
12
Firenze
11
Forl
4
Urbino
0

RISULTATI 11 GIORNATA

Busto Arsizio-Firenze 3-2, Casalmaggiore-Modena


3-1, Conegliano-Piacenza 3-0, Forl-Novara 1-3, Montichiari-Bergamo 1-3, Scandicci-Urbino 3-0.

La grinta delle giocatrici rosa

playoff scudetto e il girone di andata


della seconda stagione di A1, che si
sta confermando non meno ricca di
soddisfazioni della precedente. Nellanno solare che va a chiudersi la formazione di Casalmaggiore ha ottenuto

(F.C.) Pensavate che fosse Marcel Kittel il


plurivincitore del 2014? Invece no, la palma
spetta a un altro tedesco: Andr Greipel, che
ha vinto una sola tappa al Tour de France,
contro le quattro del connazionale, ma ha
fatto man bassa di vittorie nel resto del
mondo (16 vittorie). Alle sue spalle, il francese Arnaud Demare (15), poi lolandese Theo
Bos (14) e il sorprendente norvegese Alexander Kristoff (14). Alejandro Belmonte Valverde il re delle classiche con 5 vittorie e
anche plurivittorioso del World Tour, tallonato dal bresciano Sonny Colbrelli a quota 4.
Con tre corse vinte (Dunkerque, Picardie e
Eurometropole Tour), Demare viaggia insieme allo pistolero spagnolo Alberto Velasco
Contador e al colombiano Alexander
Quintana nella classifica delle corse a tappe.
Non ho calcolato che Vincenzo Nibali, lo
Squalo dello Stretto ha fatto luniversit
allestero in questi ultimi anni ed ha imparato
tante cose nella Grande Boucle, lasciando
negli occhi di tutti noi appassionati le immagini delle grandi imprese, passando dalla
cavalcata trionfale al Tour de France e gli
scatti di Fabio Aru e di Quintana al Giro d
Italia. Sul trono dei cacciatori di tappe siedono nel 2014 in tre con 12 vittorie ciascuno:
Marcel Kittel, Theo Bos e Andr Greipel.

14 vittorie e 9 sconfitte, totalizzando 48


punti (23 nella stagione in corso, 15 nel
torneo 2013-2014), solo Conegliano e
Novara tra le quattro semifinaliste dei
playoff scudetto, rispettivamente con
53 e 51 punti, hanno fatto meglio. Ma a

PROSSIMO TURNO

12 GIORNATA (04-01 h 18) Bergamo-Urbino, Conegliano-Firenze (03-01 h


20.30), Forl-Modena, Montichiari-Piacenza (03-01 h 20.30), Novara-Casalmaggiore, Scandicci-Busto Arsizio.
COPPA ITALIA (01/04-02) Quarti di finale: Bergamo-Conegliano, Busto
Arsizio-Casalmaggiore, Montichiari-Novara, Piacenza-Modena.

rendere ancor pi importante lannata


ormai agli sgoccioli il consenso che
societ e squadra stanno raccogliendo
nellambito di un territorio, che sta
rispondendo con un seguito ed una
passione, sia a livello di pubblico che di
partner, sempre crescenti. Con i verdetti del girone di andata e gli abbinamenti definiti in vista della Coppa Italia,
il campionato torna domani con la
Pom impegnata sul campo della capolista Novara per un altro importante
esame da superare.

(M.G.) Vigilia dellEpifania in campo,


per lhockey pista del Pieve 010, che
luned 5 gennaio affronter alle 20.45 il
Valdagno. Due i precedenti tra le formazioni, lo scorso anno in A2. Nel
campionato che ha visto la promozione
diretta proprio di Valdagno, un pareggio nel vicentino (2-2) e una vittoria dei
cremonesi in casa (6-5). Attenzione ai
biancoblu, rafforzatisi molto questestate, che con 69 reti a favore (e 24 punti),
sono la terza forza del campionato
(seconda per bocche da fuoco). Per i
ragazzi di Ariano Civa, la prima gara del
2015 non sar lunica della settimana,
perch i rossoblu saranno in campo
anche il 10 contro Viareggio, sempre al
PalaPini di San Daniele Po.
CLASSIFICA (12 giornata) Forte dei
Marmi 33; Breganze 28; Valdagno 24;
Bassano 23; Viareggio 22; Trissino, Lodi
19; Pieve 010, Follonica 17; Sarza-na
12; Giovinazzo 11; Matera 9; Correg-gio
6; Prato 3.
Cronaca e commenti della partita
sul sito www.artventuno.it

A Soncino stato celebrato un anno da ricordare


CICLISMO

di Fortunato Chiodo

Un raggio di sole sembra posarsi sul


ciclismo, penalizzato dalla crisi, ma
anche dalle istituzioni. La carica dei
dilettanti sta vivendo unevoluzione
apparentemente ineluttabile, con lo
spostamento delle maggiori risorse
verso la categoria Continental, che
permette ai corridori Under 23 di prendere parte alle gare internazionali e a
un fitto calendario di prove tra i professionisti. Ma in provincia c ancora chi
riesce a festeggiare la stagione, come
accaduto nella sala dei Convegni
della Ex Filanda Meroni di Soncino, per
un appuntamento diventato di primissimo piano. Antonio Pegoiani, presidente dell Fci provinciale, ha fatto unattenta analisi del 2014 e da autentico
carovaniere ha tracciato il consuntivo
di gare, offuscato da qualche defezione, ma ripagato dalla cronosquadre di
Madignano e da tante griffe. Una stagione superdecorata con otto titoli
italiani nelle specialit della pista e
Bmx, ma anche con la medaglia doro
ai Campionati Europei dello scratch,
largento agli Europei di mountain bike,

Due immagini delle premiazioni

il terzo e quarto posto ai Campionati


del Mondo. Pegoiani ha toccato i temi
pi importanti del momento, ufficializzando larrivo di due nuove societ: la
Fly Handbike di Capralba, con finalit
alla crescita e divulgazione del ciclismo
parolimpico e la Nature And Bike di
Bagnolo Cremasco, impegnata nella
crescita e divulgazione della mountain
bike a livello giovanile, con particolare
attenzione alla sicurezza e il rispetto
dellambiente. Nel corso del gal si

parlato di ciclismo a ruota libera.


Poi la lunga serie di riconoscimenti a
tanti atleti che si sono distinti nella
stagione. Un ciclismo provinciale, per,
con tanti rimpianti, lasciatemelo dire:
germogliano i virgulti, considerano il
ciclismo sport pi bello al mondo, per
la sua dimensione umana, per la sua
universalit, il ciclismo libert,
aggregazione, solidariet, insegna a
essere onesti e che nulla si ottiene
senza fatica, ma gli manca il velodromo

Pierino Baffi, impianto della citt di


Crema, necessario a distogliere gli
atleti dai bisonti dalla strada, una centuria di tesserati al Centro di avviamento allo sport del ciclismo delle
province di Cremona, Lodi e Brescia. I
dirigenti di societ hanno suonato tutti
i campanelli impossibili. Tutti ne parlano, ma manca la benedetta fumata
bianca tra il Coni e il Comune di Crema per la riapertura dellimpianto,
monumento dello sport al realismo.

BOCCE

A Visconti e Vailati lultimo hurr Gara di Natale, marted lepilogo

Come ormai consuetudine toccato alloperoso


comitato tecnico cremasco in collaborazione con la
bocciofila Nuova Bar Bocciodromo concludere lannata boccistica. Rispetto allo scorso anno la novit
stato il tipo di specialit: individuale (con due finali
separate) anzich a coppia. Nella categoria A/B non
poteva mancare lultima performance di Mattia
Visconti, protagonista di un 2014 da incorniciare.
Dopo aver superato Claudio Lupi Timini il vaianese si
sbarazzava di Pietro Cremaschi per 12-2. Approdava
in finale anche Attilio Gritti che eliminava nellordine
Ernesto Padovani (12-9) e lo scannabuese Francesco
Lanzi per 12-7. Finale dominata e ben gestita da

Visconti che aveva la meglio sullorobico per 12-8.


Nella categoria C/D successo sofferto, ma meritato
di Marco Vailati. Il portacolori della Cremosanese
esordiva eliminando Giovanni Gusmini, nei quarti simponeva sul pianenghese Angelo Fusar Poli (12-8) ed in
semifinale superava Manuel Tagliaferri (vincitore lo
scorso anno con Cazzaniga!) per 12-7. Nella parte alta
del tabellone in evidenza Alberto Rossetti che in semifinale si sbarazzava di Davide Grimaldi per 12-1.
Finale equilibrata dove la spuntava Vailati sul castelnuovese per 12-10. Ha diretto la gara Franco Stabilini,
arbitri Eugenio Barbieri e Gianpiero Raimondi.
Massimo Malfatto

(M.M.) Da parecchi anni il giorno dellEpifania


per le bocce cremasche sempre stato allinsegna della solidariet e del buon umore garantito
dalla Gara di Natale. Un grande merito va alla
volont del comitato tecnico cremasco, allorchestra dellinossidabile maestro Franco Bosi,
ma soprattutto agli appassionati che hanno condiviso questa manifestazione benefica. Sono
stati tanti i bocciofili, o presunti tali, che sono
scesi sulle corsie del bocciodromo nelle tre settimane di gara. Non nasconde la soddisfazione il
presidente Franco Stabilini: Ce labbiamo fatta
anche questanno e desidero ringraziare in primis

lamico Bosi, un autentico panzer della manifestazione e i partecipanti per il raggiungimento


dello scopo prefissato. Un grazie particolare alla
pluricampionessa Germana Cantarini, sicuramente venuta per testimoniare, non certo per
vincere considerando che ha fatto coppia con
mia figlia Giuseppina che non ha mai toccato le
bocce. E in svolgimento anche una lotteria
utile per arricchire il ricavato che verr devoluto
al Progetto Bosnia, allAnffas di Crema, allErgoterapeutica e allex Special Olimpics (over
limit). La finale prevista per marted (ore 13.30)
al Bocciodromo comunale di Crema.

SSINA
REMAGLIE PE
A
IN
C
S
A
C
I,
IN
ITURISMO I P

AGR

CREMONESE
PRONTO PIZZ

A, VIA GHINA
GLIA 31

USIO 4
, VICOLO PERT
LE
A
R
T
N
E
C
E
T
RISTORAN

ZOOTECNIC

INO 35
A, VIA SOLFER

TEOTTI 64
I, CORSO MAT
G
G
IA
V
Y
D
E
E
SP

PRATICHE AU

TO ALQUATI,

SCUOLA IAL LO

MBARDIA, VIA

VIA MANTOV
A1

DANTE 121