economiapericittadini.

it
UNA VERA
ECONOMIA PER I CITTADINI
Documento di progettazione
·.ooi.o · f·.ol·
LA

GENTE È
IL MOTORE
info@economiapericittadini.it
!
PREMESSA
Il manifesto programmatico di EPIC si basa su
una evidenza economica: lo Stato con piena
sovranità monetaria può spendere senza
alcun vincolo di bilancio per perseguire la piena
occupazione e promuovere i diritti fondamentali
dell’individuo.
!
1
Finanziamento dello Stato
L`Itolio c·.· rio¡¡r¡rior·i c·llo ·.rooito oo·torio, ¡·r
trocorr· io ott ¸ooot ¡r·.i·t co¸li orti.li focoo·otoli
c·llo o·tro C·tito¸io·. P·r ¸o··t ri·olto .·otrol· r·.o-
¡·ror· l`or./it·ttoro i·tito¸iool· · orooti.o ./· .o··oto
oll Stot ci ·¡·oc·r· ··o¸o .io.li ci oiloo.i ol.ooi.
Io tol· cir·¸io· ¡r¡oioo ./·:
· lo Stato torni ao emettere la propria moneta,
non convertibile e con cambio nessibile rispetto
alle altre valute ,moneta nat,, abbanoonanoo
l’anacronistico principio di “scarsità della moneta”.
Oggi l`Italia utilizza una moneta, l`Euro, che e
oi latto straniera, poiche viene presa in prestito
dai mercati dei capitali privati internazionali: il
nostro Stato deve quindi procurarsi questa mo-
neta inoebitanoosi presso tali mercati, che
ricevono l’euro direttamente dal sistema
oelle Banche Centrali europee, eo e costretto a lar
fronte al debito attraverso la tassazione di tutto il
settore non governativo;
· il nnanziamento oel settore pubblico non
dipenda dalla tassazione e dall’emissione dei
Titoli oi Stato, ma possa essere ellettuato anche
tramite il semplice accredito dei conti bancari da
parte dello Stato;
· lra gli obiettivi oella Banca Centrale venga
incluso quello fondamentale del sostegno alle
politiche occupazionali e oi wellare oel governo,
in un`ottica oi armonizzazione tra politica nscale
e monetaria.
!
2
Tasse e Fisco
Io oo r·¸io· ci ·.rooito oo·torio lo to··o¸io· oo /o
.o· foo¸io· il fooo¸ioo·ot c·llo ·¡··o .rr·ot· c·l
··ttr· ¡oooli..
Do .i .o··¸o· ./· ¸li olti··ioi li.·lli ci io¡·i¸io· f-
·.ol· ·o ·olori · r·cciti c`io¡r··o ¡··oo ····r· rictti io
oooi·ro .o·ic·r·.l·, ol fo· ci cor· io¡ol· oi .o·ooi
trooit· l`ooo·ot c·l r·ccit ci·¡oioil·.
Lo to··o¸io· c·.· ····r· r·olo·ot· ¡r¡r¸iool· ·
¡r¸r···i.o. `o c.·oc ¡iò ri.rr·r· oll· to··· ¡·r
ootfooo¸ior·i, l`oooioi·tro¸io· ·totol· ¡tro otili¸¸orl·
¡·r:
· conferire valore alla moneta, poiche essa e
imposta oallo Stato tramite la richiesta oi un
onere nscale oa estinguere esclusivamente nella
moneta di Stato medesima;
· lare politica inoustriale, attraverso incentivi e
oisincentivi per settori proouttivi, l`utilizzo oi
oeterminate materie prime, pratiche ambien-
tali, la sperimentazione e l`aoozione oi nuove
tecnologie;
· regolare la oomanoa aggregata, poiche agen-
do sul livello della tassazione si può determinare
il livello oi spesa ,pubblica e privata, aoatta a
conseguire la piena occupazione e a sostenere
risparmi ed investimenti.
!
3
Si all’equità, No alla profittabilità
e al pareggio di bilancio
Le amministrazioni pubbliche oevono operare in
un`ottica oi equità sociale e mai oi pronttabilità.
Riteniamo quindi indispensabile cancellare
l’obbligo del pareggio di bilancio introdotto
all’articolo 81 della Costituzione.
Il pareggio di bilancio infatti non consente
l`immissione oi ricchezza nnanziaria netta per
il settore privato, rioucenoo così le possibilità
di crescita dell’economia e di livellamento delle
oisuguaglianze, eo impeoisce oi valorizzare
tutti gli apparati oello Stato, le amministrazioni, gli
enti territoriali nella loro funzione di erogazione di
servizi per il cittadino.
L`obbligo oel pareggio e un`inevitabile
conseguenza della mancanza di sovranità
monetaria, poiche vincola tutti gli Stati che non
sono emissori, ma soltanto utilizzatori oella
moneta ,in questo caso l`Euro,, esso pero peroe oi
senso qualora si recuperi la sovranità monetaria,
che e l`obiettivo primario al quale si oeve mirare.
!
4
Programmi per la Piena Occupazione
Il settore pubblico, l`unico solvibile in ogni lase
oel ciclo economico, oeve investire e promuovere
programmi di Datore di Lavoro di Ultima
Istanza. Tale insieme di misure permetterà di
raggiungere l’obiettivo della Piena Occupazione.
I piani di lavoro funzionano come ammortizza-
tore anticiclico; ovvero la spesa dello Stato per il
mantenimento di questi programmi varierà a se-
conda delle condizioni in cui si verrà a trovare
l’economia. Il contributo dello Stato sarà mag-
giore in conoizioni oi crisi, mentre sarà minore
quando l’economia si riprenderà.
Il programma si articolerà in pacchetti oi misure
come la promozione di piani di lavoro garantito
sul mooello Job Guarantee, oi cui una versione
oerivata e stata sperimentata in Argentina con
il Piano Jefes. Questi piani saranno basati sulla
concessione di un salario minimo garantito dallo
Stato a tutti coloro che oesioerano un lavoro ma
non riescono ad trovarlo nel settore privato.
In questo modo il settore privato si troverà a do-
ver garantire degli standard minimi lavorativi in
termini di qualità e di retribuzione. Lo Stato si
pone quindi non in diretta concorrenza con il
settore privato: esso può creare occupazione senza
oover valutare la pronttabilità oegli investimenti,
ma tenendo conto esclusivamente della pubblica
utilità.
!
5
Investimenti pubblici
I ··ttri lo.roti.i io .oi toli ¡r¸roooi ¡tr·oo·r .o.·otror·i ·o olt·¡li.i: ··r.i¸i ·.ioli, tot·lo c·ll`oo-
oi·ot·, .oro c·llo ¡·r·oo, o·oi .oltoroli, ri.·r.o · froo¸io·, · olti oltri.
Sl ol.ooi ···o¡i ci io.··tio·oti · ¡r¸roooi ci lo.r or¸·oti:
· interventi oi riqualincazione energeti-
ca e messa in sicurezza del patrimonio
immobiliare pubblico e privato;
· tutela e la conservazione oel paesaggio
e oel patrimonio storico e artistico, come
risorse di particolari importanza per il
benessere dei cittadini e per gli effetti
positive sul turismo;
· intensincazione oella lotta alla crimina-
lità e ripristino di condizioni umane nelle
carceri;
· avviamento oi programmi oi eoilizia
residenziale pubblica convenzionata e
sociale, che consentano oi controllare i
costi oegli alntti e oi prevenire eventuali
speculazioni basate sul controllo del costo
di vendita delle case;
· nnanziamento oella ricerca oi nuo-
ve strategie energetiche atte a ridurre
progressivamente la nostra dipendenza
dall’estero e da fonti non rinnovabili in
tale campo;
· sostegno ad un’agricoltura sana, biolo-
gica, legata al territorio, capace non solo
oi proourre alimenti buoni, ma oi tutela-
re il paesaggio e l`ambiente, con l`obiet-
tivo primario di soddisfare buona parte
oel labbisogno alimentare nazionale,
limitanoo anche in tale settore la nostra
dipendenza dall’estero.
· Implementazione e incentivazione
dell’uso di analisi del “ciclo di vita dei
proootti¨ ,LCA,.
Una metooologia oi analisi che valuta
un insieme oi interazioni che un pro-
ootto o unservizio ha con l`ambiente,
consioeranoo il suo intero ciclo oi vita che
incluoe i punti oi preproouzione, proou-
zione, oistribuzione, uso, il riciclaggio e la
oismissione nnale.
!
"
6
Sanità e Salute
Co il r·.o¡·r c·llo ¡i·oo ·.rooito oo·torio · f·.ol· ·i
¡trooo:
· superare i vincoli oi bilancio che costringono ai
tagli e quindi regolare la spesa sanitaria in base
alle effettive necessità dei cittadini;
· garantire i servizi oi assistenza continua, anche
oomiciliare, a chi ne abbia necessità,
· ripristinare l`eoilizia ospeoaliera,
· investire sulla lormazione permanente oel per-
sonale socio-sanitario;
· investire sulla lormazione permanente oei
cittadini ad uno stile di vita sano.
!
7
Istruzione e Ricerca
Co il r·.o¡·r c·llo ¡i·oo ·.rooito oo·torio · f·.ol· ·i
¡trooo:
· permettere l`accesso a tutti i cittaoini al massi-
mo livello di istruzione mediante borse di studio e
detassazione per le fasce deboli;
· nnanziare l`eoilizia scolastica e le spese correnti
degli istituti;
· riqualincare il personale, oocente e non, oi ogni
ordine e grado;
· avviare programmi di ricerca nazionali e
programmi di collaborazione alla ricerca interna-
zionale.
!
8
Inflazione e deflazione
Spesso si sente agitare lo spauracchio oell`inna-
zione oa coloro che intenoono impeoire il ritorno
alla sovranità monetaria: si tratta tuttavia di un
problema controllabile.
L`innazione consiste in un aumento costante oel
livello oei prezzi, eo ha varie cause che possono
generarsi dal lato dell’offerta o dal lato della
domanda.
Non e quinoi la maggiore quantità oi moneta
in circolazione a causare l`innazione, bensì la
oinamica oei rapporti lra imprese, salariati e
percettori di rendite.
La oenazione e la oisoccupazione sono un
problema assai più grave delle variazioni del tasso
o`innazione: l’attuale politica economica tenta di
controllare l`innazione assicuranoosi che vi sia, in
ogni periooo, una quota oi lavoratori oisoccupati,
mentre i programmi di lavoro garantito di cui al
punto !, permettono oi avvicinarsi alla piena
occupazione e mantengono allo stesso tempo
stabile il livello oei prezzi, ancoranoo quest`ul-
timo al “tetto minimo” rappresentato dai salari
forniti dallo Stato e generando contemporane-
amente miglioramenti nella proouzione, che
hanno ripercussioni positive oal lato oell`ollerta.
Fercio, se l`innazione e controllabile con aoegua-
te misure oi politica economica, assolutamente
incontrollabili e tragiche sono le conseguenze
oell`attuale politica oenazionistica e recessiva
perseguita dall’Unione Europea: se l`innazione e
un problema, la oenazione e sinonimo oi miseria,
e la disoccupazione persistente da essa generata
arreca danni incalcolabili al sistema economico
ed alle persone.
!
9
Settore bancario e speculazione
sul debito sovrano
Jl fo· ci ¡rt·¸¸·r· ¸ooot ¡iò ¡··ioil· ¸li io.··titri, l·
io¡r··· · i .ittocioi co .ri·i ¸·o·rot· coll`io·tooilito c·i
o·r.oti fooo¸iori, rit·oioo ./· ·i c·ooo:
· impeoire che venga ao essi consegnata la
prerogativa oi nnanziare lo Stato. In tal mooo,
non si permetterà ad essi di governare de facto la
politica nscale oel Faese ne oi innuenzare i poteri
legislativo ed esecutivo a proprio favore;
· regolamentare la circolazione oei capita-
li, che ha aperto la straoa alla suboroinazione
dell’economia reale alle esigenze del capitalismo
nnanziario e agli umori oei suoi mercati,
· ripristinare una netta separazione fra istituti di
risparmio e banche o`investimento.
!
J··.io¸io· EPIC
E.ooio ¡·r i Cittocioi
10
L’Unione Europea e i suoi trattati
I parametri oi Maastricht, il Iiscal Compact, il
Meccanismo Europeo di Stabilità e le linee di
politica economica stabilite dai Trattati europei
sono basate sui principi di scarsità della moneta
e di minimizzazione dell’intervento dello Stato
nell’economia.
Gli stessi trattati prevedono sempre maggiori tra-
slerimenti oi sovranità a organismi non elettivi ne
rappresentativi della volontà popolare.
La nomina ha sostituito l`elezione.
Va considerata assoluta e prioritaria la neces-
sità oi receoere oai Trattati e oall`Eurozona, in
funzione dei nuovi obiettivi espressi in questo
manifesto.
Non riteniamo ci siano le condizioni per
riformare l’Unione Europea.
Fertanto giuoichiamo necessario che le nazioni e
i popoli europei riacquistino la propria sovrani-
tà monetaria eo economica, conoizione primaria
per garantire il rispetto dei principi democratici
su cui si fonda la nostra Costituzione.
!
#
LA MMT VI CHIEDE
DI PREMERE UN
INTERRUTTORE E DI
VEDERE LE COSE IN
MODO DIFFERENTE
!
!

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful