Está en la página 1de 16

ELEZIONI 25 MAGGIO 2014

Le nostre facce. Le nostre idee

DEM O

ICI PE T A R CR

democraticiperpieve2019@gmail.com www.sergiomaccagnani.it / www.2019pievedipiu.it

Committente responsabile: Bruno Alberghini

VE PIE

Pieve il nostro Paese. E una citt ricca di storia, di cultura, di tradizione. Nei prossimi anni Pieve sar attraversata da importanti progetti. Trasformazioni che ci distingueranno sempre pi nel panorama della citt metropolitana. In queste poche pagine abbiamo sintetizzato le nostre idee. Gli obiettivi, frutto di tanti progetti gi pronti per essere realizzati grazie al lavoro di questi cinque anni. I progetti e le idee, scaturiti da nove incontri partecipati da oltre 50 persone che hanno voluto esprimere la propria opinione, dare un po di se stessi per il bene comune. Queste pagine saranno solo linizio di un lungo lavoro che, se vincer le elezioni, porter avanti giorno dopo giorno con la stessa determinazione e passione che in questi anni ho dedicato a Pieve. Insieme a tutti. A coloro che si candidano per il Consiglio Comunale. A tutti gli abitanti di Pieve che vorranno darci una mano, un aiuto, un contributo. Per migliorare Pieve e renderla una comunit inserita nella modernit, legata alla propria storia e alle proprie tradizioni, che persegue il ben-essere, la coesione e la crescita delle giovani generazioni come obiettivi per promuovere un nuovo modello di sviluppo. Negli ultimi cinque anni il mondo cambiato. Non torner pi come prima. Ma siamo sicuri che nel 2019 Pieve avr saputo dare lesempio. Costruendo passo dopo passo una comunit ed un Paese migliore per chi verr dopo di noi. In fondo questo il compito di chi per passione fa politica. Per lamore del proprio Paese con il coinvolgimento intellettuale, morale e passionale della propria comunit. Un ringraziamento speciale a tutti coloro, donne e uomini, che hanno collaborato con noi in questi mesi. SeRgiO Maccagnani

Ho 33 anni e sono sposato con Clara. Laureato in Scienze Politiche (Indirizzo Politico amministrativo) presso lUniversit degli Studi di Bologna, dopo un master presso Prongest (oggi Alma Graduate School) in Organizzazione e sviluppo economico e dopo unesperienza di lavoro presso Promobologna, societ che si occupava di marketing territoriale per Bologna, nel 2009, allet di 28 anni, sono diventato Sindaco a tempo pieno di Pieve di Cento. Il mio impegno politico risale al 2002, quando iniziai a collaborare con alcuni periodici locali. Nel 2004 sono stato eletto nel Consiglio Comunale di Pieve. Per 4 anni sono stato Capogruppo del Gruppo di Maggioranza Democratici per Pieve. In questi cinque anni, oltre a fare il Sindaco, ho seguito un corso per la Pianicazione Strategica negli Enti Locali e ho svolto nel 2013/14 il ruolo di Presidente dellUnione Reno Galliera.

I CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

CAVICCHI FRANCO
Ho 58 anni e sono esperto di tematiche energetiche. Nella societ in cui lavoro coordino un gruppo di collaboratori impegnati nella costruzione e riqualicazione di impianti termici e condizionamento. Lopportunit di essere parte della Lista a sostegno di Maccagnani mi permetter di dare il mio personale contributo sugli obiettivi inseriti nel programma relativi agli aspetti energetici.

GOTTI MIRCO
Ho 47 anni, sono sposato con due gli. Lavoro presso lAzienda Servizi alla Persona Galuppi-Ramponi (ex casa protetta Opera Pia Galuppi). Ho la qualica professionale di operatore socio-sanitario, sono rappresentante sindacale aziendaleper la CGIL e iscritto al circolo Arci KINO di Pieve.

GIANCOLA ALESSANDRA
Ho 23 anni, sono laureata in Educatore Sociale e Culturale e sto frequentando un master allUniversit di Bologna sulla Psicopedagogia per gli alunni con disabilit sensoriali. Ho svolto il lavoro di educatrice con il Consiglio Comunale dei Ragazzi di Pieve (CCR), da Febbraio sono volontaria del Servizio Civile Nazionale e gi da qualche anno faccio la cameriera. Mi sono candidata perch credo di poter dare il mio contributo sulle parti del programma legati al ben-essere e allassociazionismo.

RAMPONI ALBERTINA detta TIZIANA


Ho 54 anni, sono sposata con due gli. Sono laureata alla Facolt di Lettere e Filosoa, indirizzo DAMS. Lavoro presso lAUSL di Bologna dove mi occupo di disabilit. Nello scorso mandato sono stata Consigliere a Pieve e nellUnione Reno Galliera. Attualmente sono Segretaria del Circolo PD di Pieve e membro della Direzione provinciale. Mi candido perch credo nella buona politica nalizzata alla buona amministrazione del territorio.

GIRARDI LUCA
Ho 29 anni, sono laureato in ingegneria civile e sono un imprenditore edile. Mi sono candidato perch credo di poter dare un importante contributo nella gestione del mio paese e perch sostengo fortemente tutti i punti del programma del candidato Sindaco Maccagnani.

ORSI FEDERICA
Ho 36 anni, sono moglie e madre. Mi sono laureata in Scienze della Comunicazione presso lUniversit di Modena. Sono stata scout per molti anni e tuttora svolgo attivit di volontariato. I miei interessi prevalenti sono il mondo dellassociazionismo, della scuola e della comunicazione. Amo Pieve: ho scelto di viverci. Vorrei dare il mio contributo per renderla ancora migliore.

BORESI CHIARA
Ho 50 anni e sono sposata con due gli; sonolaureata in servizio sociale e scienze della formazione e lavoro come assistente sociale nel Distretto Pianura Est nel settore minori. Sonoconsigliere comunale uscente. Gli ambiti nei quali mi sento pi vicina sono quelli che riguardano il sociale, la scuola, linfanzia e ladolescenza , ambiti oggi sempre pi problematici e cruciali. Credo nella politica locale intesa come partecipazioneattiva dei cittadini che collaborano per il bene e il benessere del proprio paese.

GAMBERINI FLAVIA
Ho 63 anni, appartengo alla Federazione dei Verdi, e gi molti mi conoscono perch sono stata consigliera dal 2009 a tuttoggi. Ho lavorato no ad ora con passione per il mio paese e ora mi ripresento, ancora pi motivata, per dedicarmi al benessere della cittadinanza, salvaguardare lambiente e rafforzare lidentit e i valori della nostra comunit. Spero che la mia collaborazione possa essere un buon contributo per questi futuri 5 anni.

GOVONI LEONARDO detto LEO


Ho 52 anni, sposato e padre di due gli. Sono geometra e lavoro presso lAzienda USL di Ferrara nel dipartimento attivit tecniche e patrimoniali. Mi candido perch nutro una profonda stima in Maccagnani e perch nutro il grande desiderio di partecipare attivamente allattivit politica del mio bellissimo Paese, con limpegno di contribuire, dopo quanto accaduto con il terremoto (e non solo), a rendere Pieve sempre + bella.

SANDRI FABIO
Ho 42 anni, risiedo a Pieve da 5 anni, sposato con un glio. Lavoro come Capo Reparto nella ditta INCOS Cosmeceutica Industriale (ex GUABER di Argile). Ho deciso di candidarmi per dare un contributo per Pieve, un Comune ricco di servizi e di innovazione amministrativa. Sono del Partito Socialista Italiano e vorrei rappresentare al meglio le istanze di tanti cittadini di Pieve legati alla tradizione ed ai valori socialisti.

BONORA ILARIA
Ho 28 anni, sono una psicologa libero professionista e collaboro con alcune scuole delterritorio. Lobiettivo principale nel mio lavoro la valorizzazione e lo sviluppo delle risorse dellindividuo, del bambino e delle famiglie. Mi sono candidata con la lista Democratici per Pieve poich voglio essere daiuto nel proporre attivit che tendano sempre pi alla promozione del benessere delle persone.

CARLETTI ANNA detta CHIARA


Ho 53 anni e in questo momento della mia vita faccio supplenze nelle scuole elementari e materne. Mi candido perch lAmministrazione uscente mi ha dato molta ducia, con la reazione alla terribile prova del terremoto e latteggiamento di attenzione e risposta ai cittadini. Vorrei impegnarmi a favorire la partecipazione di tutti per raggiungere gli obiettivi contenuti nel programma. Sono rimasta affascinata dallo slogan post-terremoto Pieve pi bella di prima e, credo molto nei lieto ne, anzi,nella lieta continuit.

VOGLIAMO RIstRUttURARE E vALORIZZARE LA ROCCA DI PIEVE.

2019 PIEVE + BELLA DI PRIMA


Nei prossimi anni termineremo il percorso di ricostruzione degli edifici pubblici e di culto inagibili dopo il sisma del 20 e 29 Maggio 2012. Sar unoccasione straordinaria per caratterizzare ancora pi Pieve di Cento come Citt darte e turismo e come polo formativo del territorio. Punteremo sulla centralit culturale di Pieve anche come occasione di rilancio economico.

Entro lestate 2015, con la nuova pavimentazione e la realizzazione di una Piazza davanti, la Rocca diventer strategica nellottica di favorire un percorso turistico-museale di Pieve che parta dal Museo MAGI per arrivare a Porta Bologna e proseguire nel centro storico.

VOGLIAMO RIQUALIFICARE LEX SCUOLA ELEMENTARE E LEX CONVENTO DELLE CLARISSE,

aumentandone la centralit funzionale e urbana. Attraverso un percorso che coinvolger lintera comunit, questi due importanti immobili verranno ri-aperti alla comunit. Punteremo sulla cultura e sulla formazione per ridare funzionalit ai due edifici, cogliendo anche loccasione per ampliare gli spazi destinati alla Biblioteca e alla Pinacoteca Civica.

VOGLIAMO pOtEnZIARE IL SISTEMA MUSEALE, LACCOGLIENZA E LA PROMOZIONE TURISTICA,

VOGLIAMO sIstEMARE E AMpLIARE IL CIMITERO.

Dopo i lavori gi iniziati per il rifacimento della copertura, si interverr con la riqualificazione delle tombe lesionate dal sisma per finire con lampliamento del cimitero. Anche il cimitero sar inserito fra i percorsi turistici per valorizzarne le testimonianze storico-artistiche.

attraverso: - una maggiore sinergia con gli altri musei del territorio - lintroduzione di guide multimediali sia nei musei che nelle chiese di Pieve - lapertura dei musei e chiese ogni Sabato e Domenica - linserimento di Pieve nella promozione turistica bolognese - le nuove tecnologie come strumento indispensabile di conoscenza e apprendimento

VOGLIAMO MIGLIORARE LA QUALITA DEGLI EVENTI E LA LORO PROMOZIONE, AttRAvERsO:

VOGLIAMO RIstRUttURARE PORTA CENTO, LA CHIESA DELLA SS. TRINITA E LEX STAZIONE.

Sar unoccasione per valorizzare questi luoghi non solo dal punto di vista culturale e architettonico, ma anche come contenitori nei quali produrre eventi e mostre temporanee per favorire la creativit dei giovani (creando specifici bandi e concorsi).

- una programmazione condivisa del cartellone teatrale con gli altri Comuni della Reno Galliera - il potenziamento, in accordo con la Pro Loco, della valorizzazione dei principali eventi di Pieve come la Fiera, i mercatini ed il Carnevale, le sagre - il rafforzamento della programmazione estiva, in accordo con i privati e le associazioni, per rendere la Piazza di Pieve un vero e proprio salotto estivo

2019 PIEVE + INTELLIGENTE E ATTRATTIVA


Nonostante una crisi senza precedenti, che ormai assume caratteri di stabilit pi che di straordinariet, vogliamo rendere Pieve pi attrattiva per linsediamento di nuove attivit e rafforzare il modello di centro commerciale naturale di Pieve, un modello strategico anche per la promozione culturale e turistica.

VOGLIAMO MIGLIORARE LAttRAttIvIt dI PIEvE E FAvORIRE LInsEdIAMEntO dI nUOvE AttIvIt.

- la predisposizione, con il Comitato dei Commercianti, di un Piano di Sviluppo congiunto contenente gli impegni reciproci per mantenere vivo il centro storico. - il potenziamento del sito www.pieveminismart.it promuovendo sconti e promozioni dei commercianti ogni mese - la definizione, insieme agli operatori, di orari di apertura e chiusura omogenei in centro storico - incentivi per i proprietari di locali sfitti ed invenduti per concedere le vetrine temporaneamente - il miglioramento dellarredo e decoro urbano

VOGLIAMO vALORIZZARE IL CEntRO COMMERCIALE nAtURALE In CEntRO stORICO, AttRAvERsO:

Entro il 2015 verr estesa la connessione a banda ultralarga in tutta Pieve di Cento, garantendo la navigazione fino 30 mbps in download e 10 mbps in upload. Verranno anche aumentati i punti wi-fi gratuiti in tutto il centro storico. Pieve diventer una citt completamente SMART.

2019 PIEVE + coesa


La crisi ha raddoppiato anche a Bologna il tasso di disoccupazione (oggi al 8,4%). A Pieve si contano oltre 525 persone iscritte ai Centri per lImpiego. Il Comune interverr sia nella gestione dellemergenza sia per favorire interventi per la formazione e il rientro nel mercato del lavoro. La crisi mina per anche le basi della coesione sociale. Per questo lassociazionismo, oggi pi che mai, rappresenta la colonna portante della nostra comunit. Oltre alla banda ultra larga, si lavorer sui seguenti obiettivi: - la creazione di una mappatura dei vuoti commerciali in centro storico, dei capannoni sfitti ed invenduti nella zona produttiva e dei locali a destinazione terziaria - la predisposizione di un pacchetto di incentivi per favorire linsediamento delle attivit negli immobili vuoti - la promozione di spazi di lavoro collettivo (co-working) come modalit strategica di valorizzazione immobiliare e creazione di reddito - la promozione di iniziative private legate allincubazione e accelerazione di impresa - lelaborazione di un progetto in accordo con la Partecipanza Agraria sul tema dellinnovazione in agricoltura e sul cibo, in vista di Bologna City of food

VOGLIAMO sUppORtARE LE FAMIGLIE nELLA FAsE dELLEMERGEnZA


Aprire una Casa dellospitalit temporanea nelledificio confiscato di via Cento nell autunno 2014, in collaborazione con la Caritas di Pieve, per famiglie in condizione di emergenza abitativa (sfratto)

Sul fronte delle azioni per fronteggiare lemergenza, si prevede di: - proseguire con gli interventi di sostegno ed i contributi a favore dei nuclei in difficolt - sostenere il Banco Alimentare di Caritas, attraverso la concessione in comodato duso di un magazzino-deposito per i beni alimentari, il reperimento di fondi e lo sviluppo di nuovi progetti come la spesa sospesa o lemporio solidale

- rilanciare la Banca del Tempo come strumento di contrasto alla crisi - aggiornare il censimento dellassociazionismo locale e produrre nuovi strumenti di promozione delle stesse (es. brochure cartacea, un sito dedicato) - replicare a Pieve il progetto bolognese Le Citt come beni comuni, cio favorire la creazione di gruppi di cittadini che, auto-organizzandosi, aiutino il Comune in attivit di pubblica utilit

VOGLIAMO COGLIERE LOCCAsIOnE dELLA RIQUALIFICAZIOnE pOst sIsMA pER CREARE LOCALI IdOnEI ALLA FORMAZIOnE pROFEssIOnALE
corsi di self marketing (come vendere se stessi) e modalit di ricerca del lavoro innovativi (es. Linked-in) Si prevede inoltre di: - valutare la possibilit, nel rispetto delle normative vigenti, di utilizzare personale in cassa integrazione da aziende in crisi o disoccupati in lavori socialmente utili - promuovere, a livello di zona, la creazione di un portale azienda/cittadino per favorire il contatto tra aziende e giovani professionisti/lavoratori del territorio - sostenere azioni di sensibilizzazione politica nei confronti della Regione per riformare i centri per limpiego

2019, PIEVE + EUROPEA NELLEDUCAZIONE


Vogliamo continuare a sostenere il valore della scuola pubblica. Una scuola aperta allintercultura e allo scambio, pi forte e pi riconosciuta in grado di affrontare lemergenza educativa del Paese. Una scuola ancora pi moderna dopo linstallazione di lavagne multimediali in ogni classe (obiettivo gi realizzato nel 2013).

REALIZZARE LA nUOvA CAsA dELLA MUsICA dEstInAtA AGLI ALLIEvI dELLIndIRIZZO MUsICALE dELLA SCUOLA SECOndARIA dI PRIMO GRAdO E dEL CIRCOLO dI MUsICA MOdERnA

VOGLIAMO SOstEnERE E pROMUOvERE LAssOCIAZIOnIsMO LOCALE AttRAvERsO:


- lattivazione di uno sportello comunale di supporto per le Associazioni - il sostegno alle realt che hanno un ruolo strategico per la comunit di fronte alle esigenze prodotte dalla crisi: Auser, Caritas Oltre 700 mq dedicati alla musica, progettati da uno degli studi di architettura pi importanti in Italia (Mario Cucinella Architects) grazie al contributo di Confindustria, CGIL, CISL e UIL.

VOGLIAMO EdIFICI sCOLAstICI sICURI, AntIsIsMICI E MOdERnI RIQUALIFICARE LAsILO NIdO dI vIA CIRCOnvALLAZIOnE, AMpLIAndOLO E REALIZZAndO UnA LUdOtECA

2019, PIEVE + EQUA CON LE NUOVE GENERAZIONI


I GIOVANI
Sono unopportunit e una risorsa strategica per il futuro della nostra comunit. Per questo vogliamo garantire loro spazi e possibilit di crescita.

VOGLIAMO CREARE spAZI E OppORtUnIt pER I GIOvAnI dEL tERRItORIO AttRAvERsO:

- Riguardo la scuola primaria, si prevede di valorizzare ledificio di via Kennedy costruito dopo il sisma che potr essere ampliato con lutilizzo della struttura attigua (attualmente destinata ad Asilo Nido) - In merito alla Scuola Secondaria di Primo Grado, si migliorer lefficienza energetica, verr risistemato il viale dingresso e si fornir alla scuola la banda ultra-larga

- la realizzazione uno spazio di aggregazione giovanile, dedicato agli adolescenti (dai 14 anni ai 24/25 anni) dotato di sala prove per i gruppi musicali del territorio - lattivazione di bandi per nuove idee dei giovani che possa promuovere lemersione di proposte che verranno sostenute dal Comune - listituzione di un premio per i giovani che si distinguono a scuola e/o nello sport - il coinvolgimento dei giovani in tutte le progettualit del Comune che possono riguardarli (ad esempio la programmazione teatrale, la realizzazione di una nuova area sportiva, ecc.), - lattivazione di percorsi e progetti che possano favorire la creazione di associazioni giovanili partendo dai ragazzi che hanno partecipato alle edizioni passate dei Consigli Comunali dei Ragazzi

GLI ANZIANI

VOGLIAMO sOstEnERE LA QUALIt dEGLI IntERvEntI FORMAtIvI AttRAvERsO:


- il rafforzamento del Consiglio Comunale dei Ragazzi, promuovendo il coinvolgimento pi ampio di tutta la scuola - lattivazione di progetti legati al Risparmio Energetico, alla Legalit, alla Lotta al bullismo, allutilizzo di Internet e delle nuove tecnologie e sul rapporto con Paesi Europei - azioni volte alla trasmissione e alleducazione ai valori e alle tradizioni di Pieve - La possibilit di garantire il centro estivo anche nel mese di agosto e nel periodo delle vacanze natalizie e lestensione del servizio di doposcuola e sostegno nei compiti - Lopportunit del Cinema digitale a Teatro per sviluppare progetti dedicati ai pi piccoli

La popolazione over 75 conta a Pieve 897 persone (13% del totale della popolazione) e contestualmente diminuisce il numero medio di componenti di ogni nucleo famigliare. Diventa quindi cruciale continuare ad intervenire sullassistenza a domicilio e sulla promozione dellanzianit attiva.

VOGLIAMO RAFFORZARE I sERvIZI pER AnZIAnI nOn AUtOsUFFICIEntI E LAssIstEnZA A dOMICILIO


Realizzeremo, con lASP Galuppi Ramponi, un nuovo centro diurno (attraverso la riqualificazione di Casa Martinelli) e una nuova sezione della Casa Residenza Anziani dedicata ad utenti con demenze

2019, PIEVE + SANA


La salute una componente essenziale per il nostro benessere. La cura e la prevenzione sono due attivit fondamentali per garantire una migliore qualit della vita.

VOGLIAMO tRAsFORMARE IL POLO SAnItARIO In CAsA dELLA SALUtE AttRAvERsO:


Inoltre prevediamo di: - attivare corsi formativi per caregiver, ovvero di familiari che si occupano dei propri anziani (in aumento a fronte della crescente disoccupazione e dellabbassamento del numero medio dei componenti i nuclei familiari); - promuovere nuovi progetti di formazione per le assistenti familiari al fine di offrire alle famiglie assistenza qualificata - il mantenimento degli attuali servizi sanitari ubicati nel Polo Sanitario di Pieve di Cento - una maggiore integrazione fra le attivit dei medici di base e le prestazioni specialistiche che si svolgono a Pieve - lintroduzione di ulteriori prestazioni infermieristiche presso il Polo Sanitario

VOGLIAMO pOtEnZIARE LE AZIOnI sULLA pREvEnZIOnE E sULLA pROMOZIOnE dELLAnZIAnItA AttIvA


- la continuazione del progetto Mai pi soli per monitorare lo stato di salute degli anziani non in carico ai servizi del Comune - la valorizzazione del Centro Anziani come luogo strategico per lo sviluppo di comunit, arricchendone ulteriormente le attivit, coinvolgendo le Associazioni di Pieve - la promozione dellattivit fisica degli anziani - la creazione di occasioni di dialogo e confronto tra bambini/giovani e anziani, sui temi dei valori, della storia e delle tradizioni di Pieve - la continuazione dei corsi di Computer e Internet rivolti agli anziani

VOGLIAMO vALORIZZARE GLI IMpIAntI dI PIEvE E pOtEnZIARE GLI spAZI LIBERI E ApERtI dEdICAtI ALLO spORt AttRAvERsO:
- la riqualificazione del campo da basket del Parco Lisola che non c - la realizzazione della copertura del campo da tennis di via Cremona - linaugurazione, entro lestate 2014, del nuovo impianto da calcio ubicato in via Cremona a fianco della nuova palestra comunale - il miglioramento dellaccessibilit al campo di atletica, prevedendo una connessione pedonale con il nuovo parcheggio della palestra comunale di via Cremona - il sostegno del Comitato Societ Sportive di Pieve nella gestione e manutenzione ordinaria degli impianti - la realizzazione di nuove progettualit, in accordo con le Societ Sportive, che possano richiamare a Pieve eventi sportivi di livello regionale e nazionale

2019, PIEVE + MODERNA E SICURA


Vogliamo garantire a Pieve uno sviluppo equilibrato che punti sulle riqualificazioni, su un modello basato pi sulla condivisione e la domanda che sullofferta. I prossimi cinque anni saranno loccasione per risolvere alcune criticit infrastrutturali attese da troppo tempo.

VOGLIAMO RIsOLvERE ALCUnI nOdI InFRAstRUttURALI pER FLUIdIFICARE IL tRAFFICO dI AttRAvERsAMEntO Ed AUMEntARE LA sICUREZZA pER CICLIstI E pEdOnI AttRAvERsO:
- la realizzazione della rotatoria allincrocio con via Rusticana e via Ponte Nuovo e della rotatoria a Porta Bologna, consentendo cos di eliminare i semafori - la progettazione del completamento della bretella fra via Provinciale Bologna e via del Fosso cos da ridurre il traffico di attraversamento su Pieve - la progettazione di una pista ciclabile di collegamento fra Pieve e Castello dArgile - la realizzazione di interventi per migliorare la sicurezza dei pedoni e ciclisti come attraversamenti rialzati, nuovi rilevatori di velocit in particolare su via Mascarino, via Asia e via Cento e la prosecuzione di interventi di asfaltatura delle strade pi critiche

VOGLIAMO FAvORIRE LE RIQUALIFICAZIOnI COME OCCAsIOnI dI vALORIZZAZIOnE dEL nOstRO CEntRO E sOstEnERE MOdELLI dI svILUppO pARtECIpAtI pREvEdEndO:
- la riqualificazione per fini commerciali dellex Consorzio Agrario e dellex OVA di via Carbonara per fini abitativi - il sostegno ai privati che proporranno esperienze innovative negli sviluppi urbanistici, come il co-housing, la creazione di orti urbani, ecc.. - un percorso partecipato con i privati e la cittadinanza per la riqualificazione della SLUM Campanini, prevedendo la riapertura della circonvallazione interna - la promozione delle trasformazioni di Pieve insieme alla qualit dei servizi offerti e a nuovi concetti di abitare - completare la bonifica nellarea ex Lamborghini, gi prevista per lestate 2014

2019, PIEVE + VIVIBILE


Lo sviluppo culturale e turistico di Pieve passa anche dal miglioramento della qualit urbana del centro storico e dalla valorizzazione delle aree verdi di Pieve

VOGLIAMO MIGLIORARE LA QUALIt dEL CEntRO stORICO


Nell autunno 2014 partiranno i lavori per la nuova pavimentazione e la realizzazione di una seconda piazza nellarea della Rocca.

Inoltre si prevede di: realizzare le pavimentazioni in centro storico come previsto dal Piano Generale del Traffico approvato (valorizzando incroci, percorsi pedonali) creare un Piano per larredo ed il decoro urbano.

VOGLIAMO MIGLIORARE LA QUALIt dEL vERdE A PIEvE AttRAvERsO:


- la prosecuzione della valorizzazione dellArea di Riequilibrio Ecologico Bisana - la realizzazione del progetto IL BOSCO DELLA PARTECIPANZA, nellambito delliniziativa Un albero per ogni nato - lelaborazione di un piano di cura e manutenzione dei Parchi Urbani - la promozione di iniziative e accordi con i privati per valorizzare il paesaggio e la cultura RURALE

VOGLIAMO AttUARE LE MIsURE COntEnUtE nEL PIAnO EnERGEtICO COMUnALE FRA CUI:
- creazione di un ufficio unico che si occupi di energia (Sportello Energia) - una modalit pi efficiente nella gestione del riscaldamento degli edifici pubblici (revisione della convenzione gestione calore) - la promozione dellefficienza energetica negli interventi della Ricostruzione post sisma - linserimento nel Regolamento Urbanistico Edilizio di incentivi per la riqualificazione energetica degli edifici - La modernizzazione di tutta lilluminazione pubblica esterna al centro storico passando alla tecnologia a LED - Avviare il percorso per la costituzione della comunit solare

2019, PIEVE + SOSTENIBILE


Il 76% di raccolta differenziata raggiunto deve incoraggiarci a fare sempre di pi e meglio anche sul fronte tariffario. Sul risparmio energetico sar fondamentale coinvolgere la comunit per realizzare gli obiettivi posti dallUnione Europea.

VOGLIAMO MAntEnERE ALtA LA pERCEntUALE dI RACCOLtA dIFFEREnZIAtA


- proseguendo con la raccolta porta a porta - migliorando la comunicazione sui risultati e i benefici della raccolta - introducendo progressivamente la tariffa puntuale, ovvero un sistema che premi i pi virtuosi

FAvORIRE pROGEttI LEGAtI AL RECUpERO, AL RIUsO E InIZIAtIvE COntRO LO spRECO ALIMEntARE VOGLIAMO RAFFORZARE I pROGEttI dI sEnsIBILIZZAZIOnE AL RIspARMIO EnERGEtICO AttRAvERsO:

- progetti nelle scuole (Millumino di meno) e con la cittadinanza (Famiglie Salva Energia)

IL BUON GOVERNO DEL COMUNE E DEL TERRITORIO


2019, PIEVE + PARTECIPATIVA
Per ridurre il divario politica-cittadini fondamentale attivare tutte le misure utili a favorire la partecipazione e il coinvolgimento diretto dei cittadini nel governo della pratica amministrativa. Le grandi trasformazioni dei prossimi anni richiedono il coinvolgimento della comunit, dei pi giovani e dei meno giovani, perch quello che verr realizzato cambier il volto della nostra citt.

2019, PIEVE + PROTAGONISTA CON LUNIONE RENO GALLIERA


La nascita della Citt Metropolitana, gi approvata in Parlamento, al 1 Gennaio 2015 impone ai Comuni di riorganizzarsi, superando la logica ormai antica di essere completamente autonomi e autosufficienti. Per cogliere opportunit e vantaggi della citt metropolitana, la Reno Galliera dovr presentarsi unita allappuntamento

VOGLIAMO MIGLIORARE I tEMpI dI RIspOstA ALLE sEGnALAZIOnI dEI CIttAdInI (pREssO LURP) vOGLIAMO RIvEdERE IL FUnZIOnAMEntO dELLE COnsULtE
(coinvolgendo i cittadini su specifici progetti e organizzando incontri tematici) e favorire piccole pubblicazione (brochure) autoprodotte in Comune su tematiche specifiche (ambiente, trasformazioni urbanistiche, progetti scolastici, ecc.).

VOGLIAMO RAFFORZARE LUnIOnE REnO GALLIERA pER EssERE pRO AttIvI nELLA CIttA MEtROpOLItAnA AttRAvERsO:
- il potenziamento della gestione associata dei servizi - il rafforzamento della comunicazione delle attivit della Reno Galliera sul territorio - la formazione di figure professionali specifiche per cogliere le opportunit dei finanziamenti europei - linserimento di Pieve Citt dArte e Turismo nelle politiche di marketing della citt metropolitana

ELEZIONI DEL 25 MAGGIO 2014


PER QUALI ELEZIONI SI VOTA
1) Lelezione dei MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROpEO spettanti allItalia 2) Lelezione diretta del SINDACO E DEL CONsIGLIO COMUNALE

QUANDO E DOVE SI VOTA

Si vota Domenica 25 Maggio dalle ore 7 alle ore 23 presso la Scuola Media

COSA OCCORRE PER VOTARE


La tessera elettorale e un documento di identificazione (carta identit, passaporto, patente di guida)

COME SI VOTA PER IL PARLAMENTO EUROPEO

Apporre una croce sul simbolo di un Partito. E possibile esprimere da 1 a 3 preferenze a fianco del simbolo, scrivendo nome e cognome fra i candidati del partito scelto. Nel caso si decidesse di esprimere tutte e tre le preferenze, almeno una dovr essere di genere, pena la non validit del voto.

COME SI VOTA PER IL SINDACO ED IL CONSIGLIO COMUNALE

Apporre una croce sul simbolo Democratici per Pieve. E possibile esprimere due preferenze a fianco del simbolo, scrivendo cognome e nome fra i candidati al consiglio comunale. Attenzione: la doppia preferenza deve essere per una donna ed un uomo

DEM O

ATICI PER R C

VE PIE

sergiomaccagnanisindaco

DEM O

ATICI PER R C
VE PIE

www.sergiomaccagnani.it democraticiperpieve2019@gmail.com www.2019pievedipiu.it