Está en la página 1de 4

La Prostituzione in Italia tratto da: http://panopticonitalia.blogspot.

it/
Dott. Francesco La Manno email: francescolamanno@hotmail.it

FRANCESCO LA MANNO1

LA PROSTITUZIONE IN ITALIA

Sommario: 1. Quadro generale. - 2. Il sex worker transgender. - 3. La prostituzione minorile. - 4. Prostituzione outdoor e indoor.

1. Quadro generale. Per prostituzione si intende una prestazione di facere posta in essere, da un soggetto, al fine di ottenere una somma di danaro o altra utilit. Quando ci si riferisce a tale fenomeno, non di rado, si pensa alla prostituzione femminile, poich essa costituisce una rilevante parte del mercato. E bene, tuttavia, precisare che sussiste, altres, una considerevole offerta che riguarda la prostituzione maschile3. Di solito il cliente uomo, del sex worker, cerca una mera prestazione sessuale. Viceversa la cliente donna richiede uno scambio che si riverberi pi a lungo nel tempo e, in questo modo, si avvicini ad una relazione sentimentale. 2. Il sex worker transgender.

1 2 3

Praticante avvocato, abilitato al patrocinio, presso il Foro di Casale di Monferrato e blogger. Tratto dal blog il Panopticon, http://panopticonitalia.blogspot.it/2012/10/la-prostituzione-in-italia.html. PRATI, PIETRANTONI, La prostituzione: in confini del fenomeno e aspetti psicologici dei clienti, in

riv. sessuol. Vol. 34 n. 3, luglio/ settembre 2010, pg. 223.

La Prostituzione in Italia tratto da: http://panopticonitalia.blogspot.it/


Dott. Francesco La Manno email: francescolamanno@hotmail.it

Nel mercato della prostituzione operano anche i transgender, ovvero chi, pur essendo dotato di attributi sessuali primari solo maschili o solo femminili, non si considera appartenente al proprio sesso e si identifica nel sesso opposto, tendendo ad assumerne i caratteri fisici e sessuali, anche sottoponendosi a interventi chirurgici che rendano la trasformazione anatomica pi completa possibile4. A differenza di quanto ritenuto, dalla gran parte della gente, solo una piccola parte dei transgender fa mercimonio del proprio corpo. Dalle indagini svolte risulta che molto spesso i transessuali (che esercitano il meretricio) hanno un compagno, ed inoltre costoro non si sottopongono ai trattamenti terapeutici necessari alla rettifica del sesso, poich in tale circostanza perderebbero gran parte della clientela5. 3. La prostituzione minorile. Vi inoltre il triste fenomeno della prostituzione minorile, che secondo i dati in aumento, essa si configura con maggior rilievo soprattutto nelle regioni del Nord Italia. La prostituzione minorile, nel nostro Paese, si distingue in italiana e straniera (e coinvolge sia il sesso maschile che quello femminile), questultima si realizza mediante le stesse modalit di quella degli adulti. La prostituzione minorile viene esercitata da soggetti provenienti dallEst Europa (Romania e Moldova), i quali vengono, coattivamente, reclutati dal loro paese dorigine per diventare merce di scambio e fonte di lucro per i loro sfruttatori. Generalmente i minori si prostituiscono nelle citt medio grandi presso cinema a luci rosse, parchi pubblici, centri massaggi, et cetera. Non vengono risparmiati nemmeno i minori italiani, i quali, spesso provenienti da famiglie disagiate e con precarie condizioni economiche, si dedicano

Grande

Dizionario

Italiano

Hoepli,

http://dizionari.hoepli.it/Dizionario_Italiano/parola/transessuale.aspx? idD=1&Query=transessuale&lettera=T.
5

PRATI, PIETRANTONI, op. cit., p. 224.

La Prostituzione in Italia tratto da: http://panopticonitalia.blogspot.it/


Dott. Francesco La Manno email: francescolamanno@hotmail.it

alla prostituzione per consentire a se stessi e ai propri congiunti di poter sopravvivere6. 4. Prostituzione outdoor e indoor. Alcune indagini stimano che nel nostro Stato vi siano almeno 70.000 persone (italiane e straniere) dedite alla prostituzione. E bene distinguere tra il meretricio che si svolge per strada (outdoor), da quello che si estrinseca allinterno di appartamenti (indoor). Il secondo in grande aumento, esso, in precedenza, riguardava prevalentemente i soggetti di nazionalit italiana, mentre oggi riguarda anche la prostituzione posta in essere da persone straniere, soprattutto provenienti dallEst Europa. Il Comitato di Coordinamento delle azioni di Governo contro la tratta ha stimato che vi sono tra le 29.000 e le 38.000 persone di nazionalit straniera, le quali esercitano lattivit di meretricio allinterno di appartamenti. Lo stesso ente rileva che la prostituzione, posta in essere per strada da stranieri, si attesta tra le 17.500 e le 22.700 unit. Rilevante anche la circostanza che la secondo alcuni dati la prostituzione viene esercitata per i due terzi in Lombardia, Veneto e Piemonte7. Il dato non suscita alcuna stranezza, poich ovviamente questo tipo di mercato si attesta sulle regioni pi ricche del nostro paese, ovvero dove la domanda maggiore. Unulteriore elemento di rilievo concerne i periodi dellanno in cui viene esercitata la prostituzione per strada, nei mesi di invernali lofferta nel mercato subisce un calo, in quanto le condizioni climatiche sono sfavorevoli, mentre invece in estate vi un forte aumento degli operatori.

6 7

Ibidem. Ibidem.

La Prostituzione in Italia tratto da: http://panopticonitalia.blogspot.it/


Dott. Francesco La Manno email: francescolamanno@hotmail.it

Per quanto attiene alla provenienza dei soggetti dediti alla prostituzione, secondo i dati del Ministero dellInterno, il 48% arriva dallEst Europa, il 28 % dallAfrica e il 22% dal Sud America8.

PRATI, PIETRANTONI, op. cit., p. 225.