P. 1
Il Messaggero 16.12.2011

Il Messaggero 16.12.2011

Views: 842|Likes:
Publicado pornewspaper4allorf

More info:

Published by: newspaper4allorf on Dec 16, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

09/28/2013

pdf

text

original

-MSGR - 20 CITTA - 1 - 16/12/11-N:RCITTA

'

7 Abbinamenti facoltativi (da aggiungere al prezzo del quotidiano). 7 Prezzi promozionali: nella provincia di Macerata q 0,70. Nelle restanti province delle Marche q 0,50. 7 Tandem con altri quotidiani (non acquistabili separatamente): nelle province di Brindisi e Lecce e Taranto Il Messaggero + Quotidiano q 1,00, la domenica con Tutto Mercato q 1,20. In Umbria e Abruzzo Il Messaggero + Corriere dello Sport-Stadio q 1,00 Nel Molise: Il Messaggero + Il Quotidiano del Molise q 1,00. Nella province di Reggio Calabria e Cosenza Il Messaggero + La Gazzetta del Sud q 1,00

INTERNET: www.ilmessaggero.it
Sped. Abb. Post. legge 662/96 art. 2/19 Roma

ANNO 133 - N˚ 342

e 1,00 Italia

IL GIORNALE DEL MATTINO

VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011 - S. ADELAIDE

Oggilafiducia,ilpremieracolloquioconilcapodelloStato.Confindustria:Italiainrecessione

Manovra,sivotatralepolemiche
BagarredellaLegaallaCamera.Berlusconi:Montidisperato,nonèdettocheduri
NONCEDERE AGLIOPPOSTI ESTREMISMI
di CARLO FUSI

N

O, davvero: non è un bello spettacolo. Il Parlamento sta per approvare una manovra economica che tutti, in Italia e in Europa, hanno dichiarato indispensabile per rimettere, anche se solo parzialmente, in sicurezza un Paese che era arrivato ad un passo dal baratro.Misure dure, «non gradevoli», come ha ammesso il premier Mario Monti. Che possono legittimamente essere criticate ma che esigerebbero un esame serio, scevro da scorribande propagandistiche e sussulti demagogici. E invece, per responsabilitàdella Lega,Senato prima e Camera poi vengono puntualmente trasformati in un catino gonfio di ingiurie, sceneggiate, atteggiamenti inconsulti che squalificano prima di tutti chi li propone. Dicono che il partito di Bossi voglia in questo modo riconquistare consensi, coprendo con un alone di protesta il fatto che ha governato fino a poche settimane fa. Se pensa di riuscirci a colpi di insulti, auguri. Gli italiani, a partire da quelli del Nord, molto spesso sanno essere più saggi di chi li vorrebbe rappresentare in questo modo. Il morbo del populismo non riguarda solo il Carroccio. Con toni certamente K efortunatamente K più contenuti, anche l’Italia dei Valori si appresta a votare contro, rinnegando il voto di fiducia concesso al governo Monti appena una manciata di giorni fa. Si doveva fare di più, tuona Di Pietro: il balocco del massimalismo evidentemente non stanca mai e anzi trova semprenuovi ed entusiasti adepti. Con quali risultati sul piano dell’interesse generale non è difficile analizzare.
CONTINUA A PAG. 18

ROMAKSilvioBerlusconitornaefalavocegrossa:«Montiha fatto molti dietrofront. È disperato, non so se dura». E aggiunge: «Votando la fiducia abbiamo scelto il male minore. Noi, comunque, pronti alle urne». Il premier risponde rilanciando: «Sulla manovra tiriamo dritto, sono determinato a superare le resistenze sulle liberalizzazioni». Durante il dibattito alla Camera la Lega ha scatenato un’altra bagarre: tra urla e insulti due deputati del Carroccio sono stati espulsi. Monti: «Questi comportamenti non mi fanno alcun effetto». Oggi il voto di fiducia sulla manovra. Intanto Confindustria lancia l’allarme attraverso uno studio di previsione: nel 2012 il Pil sarà negativo dell’1,6%, aumenteranno svalutazione e pressione fiscale e verranno persi 800 mila posti di lavoro.

IL RETROSCENA

Catricalà:agennaiounaleggeperleliberalizzazioni
di ALBERTO GENTILI

N’IMBOSCATA».Mario Monti non ha preso bene lo stop alle liberalizzazioni. Lui, ex commissario europeo alla concorrenza, ha considerato l’evaporazione delle norme sulla vendita dei farmaci quasi come un affronto personale: «Abbiamo subìto un enorme danno d’immagine», si è sfogato, «sembra che le lobby l’abbiano fatta da padrone ed è passato quasi in secondo piano il grande lavoro che abbiamo compiuto. Dobbiamo reagire in fretta».
Continua a pag. 4

«U

E spuntano le deroghe al tetto sugli stipendi dei manager pubblici
ROMA K È polemica sugli stipendi dei manager pubblici. Alla norma che stabilisce un tetto massimo alle retribuzioni, la manovra in via di approvazione ha già concesso una scappatoia con un emendamento: «Possono essere previste deroghe motivate per le posizioni apicali». In questo modo si potranno superare i 311 mila euro annui, che attualmente corrispondono al trattamento economico del primo presidente della Corte di Cassazione. Una cifra, per la verità, già di tutto rispetto, ma che per molti manager che guadagnano di più avrebbe rappresentato un vero salasso.

AJELLO, BERTOLONI MELI, CIFONI, CONTI, COSTANTINI, FRANZESE, LAMA, PIRONE E RIZZI DA PAG. 2 A PAG. 13

AgguatoaTorVergata. La vittima, 38 anni, aveva precedenti penali

Roma, ucciso da due killer era in auto con la fidanzata
ROMA K Un uomo è stato ucciso da due killer, a Tor Vergata, mentre si trovava in auto con la fidanzata. Quattro colpi di pistola, di cui uno mortale al petto, per allungare la scia di sangue di questi ultimi mesi nella Capitale negli ambienti della malavita. Marco Attini, 38 anni, con precedenti penali, è stato ucciso ieri venti minuti prima della mezzanotte. L’uomo era in auto, una Fiat Panda, in compagnia della fidanzata, quando si è affiancato uno scooter con in sella due persone con il casco integrale, una delle quali armata di pistola: dei quattro colpi sparati, trelohannocolpito.«Hosentito soltanto i colpi di pistola e la moto che si allontanava ha raccontato la donna - e ho visto il mio Marco morire in una pozza di sangue».
DE RISI IN CRONACA

Hdc, sette anni a Crespi assolto Confalonieri
MILANO K L’ex sondaggista Luigi Crespi è stato condannato a 7 anni di reclusione per il crac da 40 milioni dell’Hdc. Assolti il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri e il parlamentare del Pdl Alfredo Messina. I giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Milano, oltre a Luigi Crespi, interdetto in perpetuo dai pubblici uffici, hanno condannato a quattro anni di reclusione il fratello Ambrogio, anche lui ex componente del Cda della holding della comunicazione poi fallita; a 2 anni e 6 mesi Ferdinando Superti Furga in qualità di presidente del collegio sindacale della società dal 2001 al 2003; e a 2 anni Fulvio Pravadelli, ex consigliere delegato dell’area amministrazione e finanza di Publitalia ’80. «L’ammontare della pena mi sorprende K commenta Crespi K perché la considero non coerente con la censura delle mie responsabilità, ammesse fin dal primo momento».
GUASCO A PAG. 23

NuovopaccoesplosivoaEquitalia
CIRILLO A PAG. 19

IL CASO

LA FESTA

Non chiamate tifosi della Roma quelli che hanno insultato Totti
di ROBERTO RENGA

La musica popolare di Sparagna per il concerto di Natale con il Papa
Maraini: io e le voci perdute
ROMA K Intervista a Dacia Maraini che nel suo nuovo libro, «La grande festa», parla del dialogo ininterrotto con alcune persone scomparse. «Scrivere,parlare,dare voce è la sola forma di restituzione che ci è consentita rispetto ai morti e rispetto ai vivi», dice la scrittrice che a gennaio rappresenterà l’Italia alla Fiera di Calcutta.
Minore a pag. 35

Giorni importanti per la Vergine

di SIMONA ANTONUCCI

NA volta si diceva: la Roma si ama. Più tardi hanno pensato: la Roma si discute anche. E va bene. Perché mai dovrei amare a prescindere, accettando dalla mia donna (la Roma è la più bella delle donne, facciamo Sabrina Ferilli?) tradimenti, schiaffi morali e fisici, tiritere infinite? Discutiamola, dunque. Adesso il tifoso romanista, un certo tifoso, forse quello più giovane, forse quellopiùnaif,scavalcando il muro del suono, sentenzia: la Roma s’insulta.
Continua a pag. 40

U

«R

OMA è una città di campagna, la più grande d’Europa. E la zampogna è la sua voce». Così Ambrogio Sparagna, l’ambasciatore dellanostramusicapopolare nel mondo che il 24 si esibirà a piazza San Pietro, spiega il rapporto tra la Capitale e certi suoni arcaici. Il musicista è il rappresentante diun’Italia fatta ancora di tante sonorità diverse, che affondano le radici nel passato ma che riescono a fare da colonna sonora al futuro, «se per futuro spiega - si intende anche ricerca di un’identità».
Continua a pag. 39

B

UONGIORNO, Vergine! Nel segno l’ultima Luna del 2011, importante e decisiva per tante questioni professionali e affari di famiglia, considerando che cambia fase. Ultimo quarto chiude in se stessi, non ideale per proporre o accettare collaborazioni, ma è perfetta per affari finanziari autonomi, meglio se segreti. Nessun segreto invece in amore: Venere splende ancora nel punto più alto del vostro cielo e provoca i tre «maschi», Marte-Giove-Plutone, che rispondono come si risponde a una donna innamorata, con passione! Auguri.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

ANGELONI A PAG. 40

L’oroscopo a pag. 23

-TRX IL:16/12/11

01.22-NOTE:RCITTA'

-MSGR - 20 CITTA - 2 - 16/12/11-N:

2

PRIMO PIANO

LA POLITICA

LE QUESTIONI APERTE

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

LA GIORNATA Oggi il voto di fiducia sulle misure. «Non è vero che pagano i soliti noti»

Monti: «Tiriamo dritto» ma la Lega scatena la bagarre
Il professore: determinato a superare i veti sulle liberalizzazioni
liberalizzazioni, malgrado le ROMA - Arriverà in serata difficoltà e i tanti veti incrociaalla Camera il voto finale sulla ti. Anzi, ha detto di essere manovra contenuta nel decre- soltanto all’inizio.«Le resistento salva-Italia, sostenuto dal- ze che si incontrano non sono l’intero arco parlamentare con per me una novità», sottolinea la sola eccezione di Lega e, ricordando implicitamente la forse, Italia dei Valori. Ieri il sfida a Microsoft che lanciò, e Carroccio, dopo la bagarre di vinse, quand’era commissario mercoledì in Senato, ha insce- europeo. E’ naturale, aggiunnato un’altra protesta in aula, ge, che vengano messi ostacoli stavolta alla Camera, tanto «quando si vogliono dispiegache due deputati leghisti sono re le forze delle liberalizzaziostati espulsi dal presidente ni e della concorrenza». Ma Gianfranco Fini. Il decreto passerà quindi al Senato per ricevere il sì definitivo prima di Natale. Stamane ci saranno le dichiarazioni di voto, quindi il voto di fiducia, la cui apposizione, annunciataieri dal ministro Piero Giarda, ha scatenato la bagarre del Mario Monti ieri in conferenza stampa Carroccio. Secco il giudizio del presidente del Consiglio, Mario Monti: «Ci sono di MARIO AJELLO cose che non devono farmi alcun effetto, altrimenti non ROMA - L’ordine partito da sarei in grado di adempiere Bossi è quello di fare ammuialla temporanea funzione che na. O meglio, in slang nordimi è stata attribuita». Non ha sta: «Scatenate il rebelot!» voluto commentare i cartelli (cioè il putiferio). E così, dopo portatitra i banchi da esponen- le sceneggiate dell’altro giorno ti leghisti. Anzi, è stato lapida- in Senato, che hanno costretto rio sull’argomento: «Non toc- il mite Schifani a gridare «baca a un membro del governo sta, basta, bastaaa» di fronte ai dare giudizi sul comportamen- lumbard che sbeffeggiavano to dei parlamentari». Precisan- Monti, ieri il Carroccio a trado: «Inviterò i miei ministri e sformato Montecitorio in una sottosegretari a essere freddi e sorta di pratone di Pontida. A non empatici, come sono io». colpi di ostruzionismo, condiMonti ha raccontato che quan- to di volgari giochi di parole a do sono scoppiate le proteste a sfondo sessuale. Come questo. palazzo Madama, «mi sono Il leghista Massimo Polledri trovato nella parte centrale al- va al microfono e sottolinea ta dell’emiciclo a vedere con- come nel verbale della seduta terranei che mi pare fossero precedente non sia stato dato vivacemente all’opera...». Ag- conto del fatto che «il nostro deputato Fava si sia accanito giungendo con un tocco di hucontro Passera e la presenza mour inglese: «Anche se la mia del segretario di presidenza, vista non è perfetta». Fallica, avrebbe consentito Il presidente Monti è deci- una migliore verbalizzazione. so a tirare dritto anche sulle Anche perché il collega Chiappori parlava continuamente di pompe di sentina...». Scoppiano a ridere, ma solo le camicie verdi. Gli altri sono attoniti. A cominciare dal ministro Giarda, raffinato professore che non riesce a prendere la parodi FABRIZIO RIZZI

«Il comportamento del Carroccio? Non mi fa nessun effetto»
queste resistenze «spesso vengono superate non al primo colpo, ma con una determinazionetenace». Il provvedimen-

to inserito nella manovra «è un contributo importante per sciogliere i nodi che creano rendite e privilegi. Non sarà la fine del processo». Monti ha trascorso parte della giornata al tavolo delle Regioni, poi si è recato alla Farnesina per una conferenza con gli ambasciatori italiani, ma si è tenuto in costante collegamento con il ministro Giarda per seguire la seduta della Camera. In serata, è salito al Quirinale per un incontro con il presidente Giorgio Napolitano con il quale ha fatto il punto sulla manovra che approda a Palazzo Madama e sulle misure per le carceri che saranno all’esame odierno del Consiglio dei ministri. Durante una conferenzastampa, ilpresidente del Consiglio si è detto fiduciosoche gliitaliani, «pur avendo scarsissima simpatia verso i sacrifici, come tutti», stiano «capendo che l’alternativa è una vita con sacrifici molto più grandi». Il decreto correttivo darà «in tempi brevi un rinnovato senso di dignità e modesta fierezza nell’essere italiani».

E ha annunciato che presto arriveranno le misure per la crescita del Paese. «E’ falso», ha detto, che a pagare siano «i soliti noti. Ci sono dei nuovi noti che sono invitati a pagare e lo faranno». A breve «ci saranno nuovi cantieri», tra cui uno per il lavoro, a seguire si opererà sul cuneo fiscale tra lavoratori e imprese. In ogni caso, ha messo l’accento sulle misure di equità. Anche se, ha rimarcato, «si capisce che nel decreto del trittico sviluppo, equità e crescita abbia inciso più duramente l’aspetto rigore. Molte preoccupazioni arrivano dall’Europa. In particolare, la maggiore «è la divisione degli animi degli europei». Ovvero, tra i cittadini che appartengono «ai Paesi più virtuosi» e quelli dei «più viziosi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

I leghisti Gianluca Bonanno e Fabio Rainieri allontanati a forza dai banchi del governo

Parlamento, Schifani cita Bufalini
ROMA - «Le posizioni politiche devono essere chiare. Le lotte politiche devono svolgersi alla luce del sole, nel pieno rispetto delle prerogative del Parlamento e dell’autonomia propria di tutte le assemblee elettive». Concetti condivisi dal presidente del Senato, Renato Schifani, che cita questo passaggio di un discorso del 1966 di Paolo Bufalini a un convegno a palazzo Giustiniani che ricorda uno dei più influenti esponenti del Pci a 10 anni dalla sua scomparsa. «Bufalini credeva nell’istituzione parlamentare come luogo supremo del confronto e le sue parole conservano una innegabile attualità».

Quell’ostruzionismo celodurista
Nell’aula stile pratone di Pontida volgarità,allusioni sessuali e botte
ControFini:cialtrone La risposta del presidente «Ipecoraifischiano nonideputati»
la, e quando ce la fa, i lumbard gli gridano contro: «Vergogna». Il fatto è che, di fronte ai professori, i leghisti si sentono dei contadinelli. Dopo che più volte, rivolti verso il banco del governo, hanno fatto buuuu, Fini perde la pazienza: «Sono i pecorai che fischiano, non i deputati». Quelli non si placano. Boccacce, linguacce. Sono finalmente liberi di essere ciò che sono, si sentono ormai svincolati da un finto aplomb di governo - a cui si erano dolorosamente costretti inquesti anni - e questo provoca la gioia e l’ebbrezza del richiamo della foresta o della caverna.
Domenico Scilipoti sbatte le carte sul banco all’annuncio della fiducia

Una delle tante risse scoppiate ieri mattina tra i deputati in aula

Anche se, sul sito dei Giovani Padani,le camicie verdi si danno addirittura un tono intellettuale, citando poesie di quel comunista suicida di Majakovskij: «Battete in piazza il calpestio delle rivolte! / In alto, catena di testa superbe!». Più prosaicamente, l’ostruzionismo parlamentare dei lumbard procede così.Il Fugatti, testa d’uovo padana, tira fuori in aula il suo pacchetto e denuncia le nuove tasse imposte da Monti sulle sigarette. Il barbuto Pini si scaglia contro Fini, colpevole di volere un po’ d’ordine: «Presidente, la sua arroganza non ha limiti. Lei è un cialtrone». Forse il Pini si scaglia contro Fini usando questo epiteto perché l’altro ieri, a Montecitorio, ha assistito al convegno in memoria di Andreatta in cui è stato ricordato fra l’altro che lo scomparso statista Dc dava del «cialtrone» a chi non gli andava a genio? Magari ci fosse questa implicita citazione andreattia-

na nel grido del leghista, perché la nobiliterebbe. Ma così non è, e resta bassa come viene pronunciata. Le grandi maratoneostruzionistiche, in passato, avevano come proverbiali condottieri personaggi come Giancarlo Pajetta e si facevano leggendo no-stop brani della Costituzione. Questo è invece un filibustering celodurista, del tipo: «Siete dei signorini!», urla il deputato Paolini contro i professori-ministri, e poi aggiunge: «Ho detto signorini, ma non ce l’avevo con Alfonso Signorini». A un certo punto due prataioli di Pontida, Buonanno e Raineri, corrono verso il banco del governo. Si piazzano minacciosamente al fianco di Giarda. Espongono cartelli con scritto: «No Ici». I commessi cercano di cacciarli via. Lorose nescappanoe si rifugiano, protetti dalle altre camicie verdi, sui banchi del Carroccio. Ignazio La Russa, ex alleato, ci si mette a litigare. Il finiano Lo Presti cerca di raggiungerli ed è quasi rissa. Giarda non perde il suo aplomb, e commenta: «Queste sceneggiate leghiste non fanno ridere».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

CON IL SENSORE CMOS EXMOR R™, FOTO E VIDEO PERFETTI IN QUALSIASI CONDIZIONE DI LUCE.

Ora puoi permetter ti di più.
Ora è il momento per permettersi tutta la qualità e l’innovazione di Sony. Ora è il momento di scegliere la fotocamera compatta dei tuoi sogni. Ora puoi avere di più. Perché ora puoi avere uno sconto di 50 euro. Scopri come su www.sony.it/orapuoi e dai rivenditori che aderiscono all’iniziativa.

Ora la notte svela i suoi segreti.

orapuoi.sony.it/mobile

-TRX IL:15/12/11

23.21-NOTE:

Offerta valida sui modelli di Videocamere e Fotocamere indicate sul sito www.sony.it/orapuoi, acquistati dal 17 novembre 2011 al 31 gennaio 2012 presso i Rivenditori aderenti all’iniziativa, restando espressamente esclusi gli acquisti effettuati tramite internet. Per i Clienti Media World e Saturn sarà valida, in sostituzione, la carta regalo “EasyGift”. Regolamento completo sul sito www.sony.it/orapuoi Sony, Make Believe, Cybershot, Handycam, Nex e sono marchi registrati di Sony Corporation. Tutti gli altri marchi sono di proprietà dei rispettivi titolari.

-MSGR - 20 CITTA - 3 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

LA POLITICA

LE QUESTIONI APERTE

PRIMO 3 PIANO 3

3

IL CENTRODESTRA «Mi ritrovo in Mussolini anche se la sua era una democrazia minore»

Berlusconi torna e attacca «Premier disperato, non dura»
Bossi snobbail Cavaliere: se lovedo rido. La replica: elui mi fapiangere
di MARIO AJELLO

I diari del Duce a palazzo Grazioli
ROMA - «Sto leggendo i diari di Mussolini e le lettere dalla Petacci. Devo dire che mi ritrovo in molte situazioni». Lo dice Silvio Berlusconialla presentazione dell’ultimo volume di Bruno Vespa. E’ la terza volta negli ultimi tempi che l’ex premier cita questa sua lettura che ormai sembra esser diventata il suo livre de chevet. E ieri ancora una volta ha ricordato una delle frasi del Duce in cui più si riconosce: «Governare gli italiani non solo è impossibile, è inutile».

ROMA - Un po’ è rilassato, un po’ è spento, un po’ sta nel format del padre nobile e un po’ - per tenere uniti i suoi e per ribadire che è pur sempre il leader del maggior partito e l’azionista di maggioranza del governo - fa la voce grossa. Ecco il Berlusconi di ritorno, il Cavaliere che riappare, l’ex premier che si prende la scena e lancia messaggi non molto rassicuranti per il governo Monti. «Non dura», dice Berlusconi nella sala del tempio di Adriano, alla presentazione dell’ultimo libro di Bruno Vespa. Non dura perché lo farà cadere lui?

«Dissento da questa moda della deregulation di taxi e farmacie»
Silvio Berlusconi alla presentazione del libro di Bruno Vespa

Questo evita di dirlo, e forse sinceramente non vorrebbe essere lui a staccare la spina ai tecnici in quanto «ho grande senso di responsabilità», però si mostra dubbioso sulla riuscita dell’esecutivo: «Monti si sta accorgendo che questo Paese è ingovernabile. Molte delle misure che sta prendendo sono

Benito Mussolini

contrarie alla nostra visione liberale. Per esempio, cambiare le pensioni significa andare contro i diritti acquisiti. E così anche per la tassa sui capitali scudati: lo Stato, introducendola, rompe un patto di lealtà». E ancora: «Monti è disperato. Ha dovuto fare molte marce indietro. Ma a me non fa piacere l’insuccesso di Monti». Neppure però gli farebbe piacere, nel caso di successo del governo, che i tecnici continuassero nella loro azione politica dopo le prossime elezioni. «Io credo che Monti e Passera, il quale a sua volta è disperato perché vede quanto

sono infiniti i tempi per fare le opere pubbliche, dopo la parentesi al governo torneranno a svolgere le professioni che esercitavano prima». Una previsione o un auspicio? E siccome «Monti non dura», chi sarà a mandare l’Italia alle urne nel 2012? «Ciò dipenderà», dice l’ex premier, «dai sondaggi. Chi è in vantaggio, e i miei sondaggi danno in vantaggio il Pd, farà sciogliere le Camere». Quanto alla Lega, «con Bossi siamoamici», assicura l’ex premier. Sarà, ma ieri (come sempre) si dovevano vedere e (come sempre) non si sono visti. Il Senatur ha detto di lui: «Se incontrassiBerlusconi, mimet-

terei a ridere. Appoggia un governo che fa l’opposto del suo». E Silvio replica: «Io potrei dire che Bossi mi fa piangere, ma non lo dico». Guai a credere però che il Cavaliere, mentre dice tutte queste cose, abbia un tono altisonante e trascinante. Tutt’altro. C’è ormai qualcosa di crepuscolare in tutta la sua persona, e stavolta - al contrario di quanto accadeva ai bei tempi non ha attirato un gran pubblico nella sala in cui si svolge la presentazione del libro. Molte sedie vuote. Un solo applauso all’ex trascinatore. Però in prima fila c’è Paolo Bonaiuti. Mentre manca Scilipoti, sosti-

tuito però dal fratello Antonio, accompagnato dal deputato Mario Pepe. Nessuno sconto a Monti. Anche perchè «un uomopolitico è sempre in campagna elettorale e il Pdl rispetto al Pd è sotto nei sondaggi solo dell’1,2per cento». Leliberalizzazioni fallite? «Il problema non sono i tassisti e neppure i farmacisti», sostiene il titolare di quella che lui chiamava «rivoluzione liberale»: «Gli ordini professionali, come quello degli avvocati, non frenano lo sviluppo. E i tassisti hanno come unico bene la licenza. Non la si può dare a tutti». Il vero problema che impedisce lo sviluppo in Italia è la burocrazia: «Io, per mettere una fontana nel mio parco, ho dovuto aspettare sette mesi». Dipende anche dal fatto che «il capo del governo non ha potere. Sto leggendo le lettere fra Mussolini e Claretta Petacci «e in una delle missive lui si lamenta: ma che democrazia è questa, non posso fare neppure una raccomandazione!». «Io - conclude il Cavaliere - mi sento come Mussolini». Gli fanno notare che quella del Duce non era una democrazia, e Berlusconi: «Era una democrazia minore».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

IL RETROSCENA

SilvioeUmbertoinmanoaifalchi costrettiasentirsidinascosto
di MARCO CONTI

ROMA - Uno fa ridere e l’altro fa piangere. In pubblico Bossi e Berlusconi se le danno di santa ragione, mentre in privato, come racconta lo stesso Cavaliere, continuano a sentirsi con una certa frequenza e ragionano su scenari di voto anticipato, su possibili alleanze e su un governo che «non mangerà un altro panettone e forse nemmeno la colomba». Ieri pomeriggio, prima di entrare al tempio di Adriano, l’ex presidente del Consiglio ha liquidato con un’alzata di spalle l’ennesimo affondo del Senatùr. «Ho parlato con Umberto la scorsa settimana, non ci sono problemi particolari tra noi. Abbiamo imboccato strade diverse per un breve periodo, ma presto torneremo insieme». Una convinzione che spinge il Cavaliere a commissionare sondaggi dove Pdl e Lega vengono dati ancora insieme e che avrebbero portato a tre punti la distanza dal centrosinistra. Un margine molto ridotto, rispetto a quattro mesi fa, che ringalluzzisce l’ex premier e alimenta un bel pò di insofferenza nei confronti del governo tecnico di Mario Monti. Pensare che il Carroccio possa andare da solo alle prossime amministrative non fa dormire sonni tranquilli al Cavaliere. Tanto più se i sondaggi dicono come il Carroccio stia pescando a mani basse tra gli scontenti del centrodestra, continuando a rosicchiare percentuali al Pdl. Ovvio quindi che Berlusconi ragioni sul breve periodo e speri quanto prima di poter liquidare «il risanatore dei conti pubblici» (Mario Monti ndr) in modo da tornare al più pre-

po della Lega della Camera, con l’ennesimo assalto dei maroniani alla poltrona di Reguzzoni,sono laconferma di quanto poco nel Carroccio si creda alla rottura definitiva del «cerchio magico» con il Cavaliere. L’ammissibilitàdel referendum elettorale, che verrà decisa a gennaio, rappresenta per Berlusconi un possibile punto di svolta della legislatura e il modo per recuperare il rapporto con la Lega. Da gennaio Berlusconi è convinto di poter avere in mano l’argomento per convincere Bossi, e soprattutto la Lega, a rientrare nei ranghi: la legge elettorale. Non a caso ieri sera Berlusconi, per la prima volta, ha indicato nella revisione del meccanismo elettorale una delle priorità dell’attuale maggioranza. Il Cavaliere è infatti convinto non solo di riuscire a tenere assieme tutto il Pdl, ma di poter trattare, sulla legge elettorale, anche perconto del Carroccio al tavolo che metterà insieme le forze dell’attuale maggioranza. Non a caso ieri pomeriggio è stato Sandro Bondi a mettere le mani avanti su possibili strategie di scomposizione de poli. «Se fosse vero che all’ombra del governo tecnico alcuni ministri e esponenti politici lavorassero a nuovi equilibri politici - ammonisce l’ex ministro e stretto collaboratore del premier - ciò sarebbe in contraddizione con la natura e le finalità del governo che anche il Pdl ha concorso a sostenere, e in ultima istanza diventerebbe un intralcioall’impegno del governo stesso presieduto da Monti». Un altolà bello e buono a chi pensa di poter fare a meno del Pdl a trazione-Berlusconi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Umberto Bossi

Il Pdlpunta sullalegge elettorale perriannodare l’intesa con gli ex alleati
sto «ad una piena legittimità democratica» che «solo il lavacro delle urne può dare». In attesa che gli eventi comincino a dargli ragione, l’ex premier tiene aperta l’opzione delle urne con una certa convinzione e lascia che deputati del Pdl, come Crosetto e Stracquadanio, minaccino di non votare la fiducia. Ovviamente Berlusconi cercherà oggi in aula di immortalare con un abbraccio la mai venuta meno sintonia con il Senatùr. Tutti e due i leader devono però fare i conti con una base parlamentare in ebollizione e stanca di doversi misurare nuovamente con il solito schema che alla fine potrebbe anche spingere il Cavaliere a presentarsi come candidato premier per la sesta volta, per poi tentare di traghettare al Quirinale. Le tensioni nelgrup-

-TRX IL:15/12/11

23.21-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 4 - 16/12/11-N:

4

PRIMO PIANO

LA POLITICA

LE QUESTIONI APERTE

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

IL RETROSCENA Il governo esplora l’ipotesi di correggere in corsa la manovra, poi la scelta di puntare sulla nuova legge sulla concorrenza

SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
di ALBERTO GENTILI

Per fretta, il professore intende gennaio. Prima del viaggio a Washington per l’incontro con Barack Obama e il trilaterale a Roma con Nicolas Sarkozy e Angela Merkel, il governo riproporrà le norme su farmacie, taxi e professioni che la lobby trasversale delle categorie hanno impallinato nella commissione di Montecitorio. Lo farà nella legge europea dedicata alla concorrenza. «E’ il provvedimento legislativoadhoc,vareremo un quadro di norme completo, coerente e organico»,diceAntonio Catricalà, sottosegretario alla presidenza del Consiglio ed expresidente dell’Antitrust. Insomma, uno che per anni ha mangiato pane e concorrenza. Ma ieri mattina era così forte l’irritazione e la rabbia che si respirava a palazzo Chigi, che in un primo momento Monti, Catricalà e il ministro allo Sviluppo Corrado Passera, hanno voluto esplorare l’ipotesi di correggere in corsa il decreto. Di inserire, insomma, un emendamento per le liberalizzazioni in occasione dell’esame della manovra la settimana prossima in Senato. Ma l’idea - che avrebbe comportato un secondo passaggio alla Camera dopo il voto di fiducia di oggi - è rientrata al termine di un’esplorazione compiuta dal ministro ai rapporti con il Parlamento, Piero Giarda, con Angelino Alfano e altri esponenti del Pdl. «Ci è stato spiegato», racconta una fonte autorevole, «che se provassimo a toccare ora le farmacie e le professioni rischieremmo di andare tutti a casa». E Monti ai suoi, con un sorriso: «Se fosse per me non mi lascereiimpressionare. Vogliovedere se ci fanno cadere davvero». La tentazione della prova di forza è rientrata presto. Si è affermata la linea della «prudenza». Anche perché, dopo il primo confronto vero con i partiti in Parlamento, il premier ha capito che spesso «pre-

Catricalà: «Andiamo avanti a gennaio la riforma si farà»
Premierirritato perlo stopsulleliberalizzazioni: imboscataincommissione
CONFERENZA VIA LIBERA ALLA MANOVRA DI FINE ANNO DDL SULLA CONCORRENZA

«Non mi lascio impressionare voglio vederli mandarci a casa»

Voto definitivo del Senato sulla manovra

Monti fà il punto di fine anno con la stampa

Il governo potrebbe licenziare il testo

A palazzo Chigi è ormai chiaro che la luna di miele «è del tutto finita»

Antonio Catricalà

vale l’irragionevolezza». Traduzione: pur di salvare categorie, classi sociali di riferimento,clientele, i partiti sono pronti a rischiare di far saltare tutto in aria. «Sembra che non ci sia fino in fondo la consapevolezza della gravità della situazione» economica, ha osservato amareggiato il professore. Non c’è soprattutto nel Pdl: a

palazzo Chigi hanno letto con uncerto allarme le dichiarazioni serali di Silvio Berlusconi che si è detto dubbioso sulla durata del governo e ha descritto «Monti disperato». «Ma sono i suoi che lo spingono a dire certe cose, poi il Cavaliere ci ripensa. Sa che non conviene a nessuno, neppure a lui, la caduta del governo. Non c’è partito,

anche dopo le elezioni che potrebbe fare il lavoro impopolare che ci è stato chiesto di svolgere per salvare il Paese», minimizza un ministro. Eppure, nelle stanze del governo, comincia a circolare un sensazione di «debolezza» e di «precarietà». Perché Pier Luigi Bersani tiene non senza fatica i suoi deputati in riga e solo il Terzo Polo appare davvero dalla parte del governo. E perchéla squadra diministri tecnici deve scontare un’inevitabile dose di inesperienza. Ciò che è avvenuto martedì notte in commissione è potuto accadere proprio perché Giarda è stato tirato dentro a un agguatodallalobby dei farmacisti. Quando il presidente della commissione Finanze,Gianfranco Conte, ha sottoposto il nuovo emendamento anti-liberalizzazioni, Giarda l’ha firmato credendo fosse frutto di un’intesa complessiva con Pd e Terzo Polo. Poi, nel momento in cui Monti e Catricalà gli hanno chiesto di fermarlo, Conte si è messo di traverso. Ed è avvenuto il patatrac. «Sarebbe stato meglio che la nostra proposta fosse stata respinta dalla Commissione», ha osservato il premier, «così sembra che siamo stati noi a fare retromarcia». Pausa. Sospiro, pacca sulle spalle a Giarda: «Hai fatto il possibile, ormai è andata. Ci rifaremo presto». C’è da capire come. Anche a gennaio, anche sulla legge per la concorrenza, il Pdl e lo schieramento trasversale dei lobbisti, faranno sentire il loro peso. «Vedremo, se ci impediranno di governare se ne assumeranno le conseguenze», dice una fonte autorevole di palazzo Chigi. Parole che fanno capire come il clima tra il governo e la maggioranza non sia più quello di appena 48 ore prima.La lunadi mieleè precocemente finita. Sembra in via di soluzione, invece, il caso di Michel Martone. Ilviceministro oggidovrebbe ricevere le deleghe dal ministro del Lavoro, Welfare e Pari opportunità, Elsa Fornero.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Acausadellacrisi saltalacena azzurradiNatale
ROMA - Come tradizione, anche quest’anno Silvio Berlusconivedrà i suoi parlamentari prima delle vacanze natalizie per lo scambio di auguri. Sarà la lontananza da palazzo Chigi e l’anno travagliato appena trascorso, ma si è scelto un basso profilo, a differenza dei party festosi degli anni scorsi. Salvo cambiamenti di programma dell’ultima ora, il Cavaliere incontrerà martedì prossimo i deputati per un aperitivo (forse al Capranichetta, ma c’è chi non esclude addirittura una scelta ancora di maggiore austerity: la sala Lucio Colletti del gruppo a Montecitorio). A quanto si apprende, sarebbe stata annullata una cena prevista in un primo momento a Villa Miani. Mercoledì, poi, sarà il turno dell’incontro tra il Cavaliere e i senatori riuniti, sempre per un rinfresco, probabilmente al Tempio di Adriano.

MorattivedeFini esiavvicinaalFli polemicaaMilano
MILANO - L’ex sindaco Letizia Moratti sarebbe pronta a un approdo nel Terzo Polo. Le voci di un suo allontanamento definitivo dal Pdl hanno preso forma dopo l’incontro a pranzo nell’appartamento privato del leader di Fli Gianfranco Fini. Un faccia a faccia che sarebbe il preludio a una collaborazione con la forza centrista. Tanto è bastato per scatenare in Consiglio comunale a Milano una ridda di recriminazioni da parte degli ex alleati verso la candidata del centrodestra alle ultime elezioni. L’accusa è di tradimento. «Ci spiace che la Moratti nonabbia preso questa decisione prima della campagna elettorale. Avremmo scelto - attacca il vice-coordinatore cittadino Marco Osnato - una persona più rappresentativa del nostro elettorato». Anche Riccardo De Corato, suo vice per cinque anni, si dice dispiaciuto, ma poi ribatte: «Sarebbe bastato che avesse avuto le idee più chiare prima, così ci saremmo salvati anche noi».

-TRX IL:15/12/11

22.51-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 5 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

LA POLITICA

LE QUESTIONI APERTE

PRIMO 5 PIANO 5

5

LA POLEMICA Il Terzo Polo presenta un ordine del giorno per la deregulation

Scontro sulle liberalizzazioni Passera: resistenze pazzesche
Malumori nel Pd, ma Bersani: votiamo sì e non molliamo
di NINO BERTOLONI MELI

ROMA K Sulle liberalizzazioni non è finita lì. Ci sarà un secondo tempo della manovra, e a quel punto il tema verrà ripreso e rilanciato. Lo annuncia e promette Corrado Passera, il ministro interessato: «Ci sono state resistenze pazzesche, ma quello che avevamo in mente sulle liberalizzazioni lo porteremo fino in fondo». Promessa confermata durante l’audizione del ministroin commissionealla Camera, dove Passera ha annunciato che i prossimi impegni del governo riguarderanno crescita e liberalizzazioni. Mario Monti non nega le frenate e gli ostacoli giunti da varie parti in materia di deregulation, «non mi sono stupito, le resistenze non sono una novità, anche in Europa è successo così». Non demorde soprattutto Pier LuigiBersani, l’autore del-

le famose «lenzuolate» quando il ministro dello Sviluppo era lui. Il leader del Pd, pur all’interno diun quadrofavorevole al governo che lo porterà a rinnovargli oggi la fiducia, tuttavia è stato tra i più critici a commentarela battuta d’arresto in tema deregulation («sono stupefatto, da un governo tecnico ci si poteva aspettare di più»), ma il giorno dopo alle critiche sono subentrati gli auspici e i proponimenti. «Andremo avanti, il mondo non finisce qui, sia sui lavoratori precoci che sulle liberalizzazioni non molleremo», ha spronato il segretario democrat davanti ai deputati del gruppo riuniti in assemblea. Rimane nel Pd l’amaro

Il leader democrat chiede la fiducia al partito e il dissenso rientra

in bocca per la mancata azione liberalizzante, con Dario Franceschini che da una parte riconosce che «non si poteva ottenere di più», ma dall’altra punta il dito su palazzo Chigi rivelando un risvolto inedito: «E’ stato il governo a presentare gli emendamenti che hanno annullato le liberalizzazioni su taxi, farmacie e autostrade, contro il nostro parere. Ci voleva più coraggio». Il Pd adesso guarda all’immediato futuro, e Bersani fa capire che a breve se non a brevissimo ci saranno i margini per tornare sul tema e riuscire a varare qualche proveddimento liberalizzante. Come? Lo rivelano Gianluca Galletti dell’Udc, Linda Lanzillotta dell’Api, Benedetto Della Vedova del Fli, che a nome del Terzo Polo hanno promosso un ordine del giorno che impegna il governo a presentare

«entro un mese» la legge sulla concorrenza inserendo al suo interno «un pacchetto robusto di liberalizzazioni» che vada oltre taxi e farmacie e riguardi piuttosto la deregulation di mercati, servizi e professioni. Bersani nel frattempo ha dovuto affrontare i primi sia pur timidi dissensi interni. L’assemblea dei deputati è stata convocata proprio per questo, Franceschini si è presentato con due cartelle fitte fitte in cui si elencavano le modifiche ottenute, «dobbiamo essere onesti, Monti la manovra l’ha migliorata, di più non si poteva strappare», la tesi del capogruppo. Ma è stato Bersani a porre sul tappeto il tema politico, che andava oltre il dissenso esplicito di due deputati, Esposito e Boccuzzi, che intendevano astenersi sul problema dei lavoratori precoci. Il leader ha

Corrado Passera

posto una vera e propria questione di fiducia: «Chi vota contro Monti vota contro il Pd e il suo segretario». Forse non c’era bisogno di tanta pressione, probabilmente Bersani ha voluto essere così fermo per stopparesul nascere ognimalumore presente e futuro, fatto sta che i due malpancisti si sono detti subito convinti e rassicurati dalle parole del segretario e il dissenso è rientrato: «Voteremo la fiducia». Chi invece non rientra per

niente è Antonio Di Pietro, che oggi voterà la sfiducia al governo dopo neanche un mese che aveva dato disco verde. Unpasso che fa emergere ancora di più nel Pd quanti da tempo vogliono recidere il cordone ombelicale con l’Idv. E’ il caso del lettiano Guglielmo Vaccaro che senza giri di parole annuncia: «Con il no dipietrista a Monti, il solco tra Pd e Idv si allargherà irrimediabilmente, mai più alleati con Di Pietro».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’INTERVISTA/1

L’INTERVISTA/2

Morando: sciogliere ilnodoprofessioni
di DIODATO PIRONE

Cazzola: torneremo sulcasofarmacie
ROMA K «Il caso delle liberalizzazioni è delicato perché tocca un nervo scoperto del centrodestra. Però a questo punto il governo incassi quello che è riuscito a portare a casa e vada avanti. Il mondo non finisce mica con questa manovra. Non mancheranno occasioni per riaprire i conti con le categorie più ostiche, le lobby più potenti, ma anche in generale per disincrostrare l’Italia da regole e regolette che proteggono molte rendite garantite». Giuliano Cazzola, da sempre una delle voci del Pdl favorevole alle liberalizzazioni, preferisce guardare al bicchiere mezzo pieno. Scusi onorevole, ma la marcia indietro ottenuta essenzialmente dal Pdl sui farmacisti, la freddezza e talvolta la contrarietà del centro-destra a norme che aprano alla concorrenza nelle categorie non apre contraddizioni dentro la sua parte politica? «Il problema esiste e andrà affrontato». Lei avrebbe escluso la norma sulla liberalizzazione dei farmaci di fascia C? «Personalmente sono favorevole ad un ruolo maggiore assegnato alle parafarmacie». E non crede sia il caso di Giuliano Cazzola chiudere subito la partita? «Ribadisco che in questo momento il governo ha un obiettivo prioritario su tutti: portare a casa la manovra e rassicurare l’Europa e non solo l’Europa. Questo è strategico. Se poi si subiscono sconfitte sul piano tattico c’è sempre la possibilità di recuperare». Ma intanto le lobby cantano vittoria. «Anche Dio impiegò sette giorni per la creazione. Monti avrà presto occasioni per rifarsi. Riaprire il caso liberalizzazioni nella manovra rischia di impanarla inutilmente. Intanto quello che si è portato a casa non è poi così poco». Faccia un esempio. «Parlo di un elemento di cui sui grandi giornali si è parlato poco: il cambiamento della previdenza per i professionisti». Ovvero? «Beh, nella manovra c’è una norma che chiede alle 13 Casse delle categorie, Casse privatizzate, di assicurare la sostenibilità dei loro conti nei prossimi 50 anni. Si tratta di una richiesta, peraltro tecnicamente ineccepibile, che costringerà le categorie a ripensare il loro futuro previdenziale e a riflettere se vale la pena mantenere le regole più vantaggiose che spesso si sono date rispetto a quelle dell’Inps. Per i professionisti è una bella gatta da pelare».
D.Pir.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nella manovra ci sono anche passi avanti non li sottovalutiamo

ROMA K Senatore Morando, lei è un esponente del Pd che si è sempre battuto per le liberalizzazioni. Che dice di quello che è successo con la manovra? Hanno vinto le lobby? «I passi indietro che sono stati fatti alla Camera sono da considerare negativamente». Dunque secondo lei il governo dovrebbe riaprire la partita al Senato modificando il testo della manovra, se i senatori concorderanno, per poi riportarla alla Camera? «Non enfatizzerei così tanto il passo indietro sulle farmacie. Nella manovra ci sono dei passi avanti sul fronte delle liberalizzazioni che non vanno sottovalutati. A questo punto, però, quello che più conta è portare a casa la manovra in tempi certi. Il punto è questo. Per il resto ci saranno tempi e modi per mettere mano a quel che si deve fare». Quali pezzi di liberalizzazione le è più dispiaciuto perdere? «Innanzitutto la sottrazione del sistema autostradale alla vigilanza dell’Autorità sui Trasporti. Io trovo che sia un Enrico Morando errore mantenere il controllo del comparto presso un soggetto come Anas che è un controllore-controllato. Poi, certo, il peggioramento delle norme per i farmaci di fascia C ha finito per produrre una norma troppo timida». Quando, a suo parere, si potrà riprendere il filo delle liberalizzazioni? «Presto, credo che già a gennaio il governo dovrà presentare la legge europea sulla concorrenza, una norma sulla quale il governo precedente ha nicchiato per tre anni. Il governo Monti dovrà fatalmente rompere la stasi con il vantaggio di poter presentare un piano organico». Un piano organico? Dunque qualcosa che vada oltre le lobby di singole categorie? «Uno dei problemi dell’Italia è quello della rottura complessiva delle rendite di posizione. Quindi non si tratta solo di cambiare le regole per farmacisti o tassisti. Penso ad esempio alla grande questione delle reti energetiche. Se si riuscisse a scindere la Snam Rete Gas dall’Eni per poi fonderla con Terna, l’Italia non solo potrebbe avere vantaggi sul prezzo del gas ma anche dotarsi di una grande società delle reti energetiche con la quale svolgere un ruolo nei mercati globali». E poi? «C’è l’annosa questione delle regole per le professioni. Un nodo che va sciolto una volta per tutte, nell’interesse dei giovani e per dare un volto ad una politica di crescita».

B

È stata solo una sconfitta tattica si può recuperare

B

© RIPRODUZIONE RISERVATA

-TRX IL:15/12/11

22.53-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 6 - 16/12/11-N:

6

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

Offerta valida fino al 31/12/2011 per Fiesta Ikon 3 porte 16V 1.2 benzina 60CV a fronte di rottamazione o permuta di un veicolo immatricolato prima del 31/12/2002. Grazie al contributo dei FordPartner. IPT esclusa. Fiesta: consumi da 4,1 a 7,1 litri/100 km (ciclo misto); emissioni CO2 da 107 a 129 g/km. La vettura in foto può contenere accessori a pagamento.

nuova

Nella mia

FIESTA il 2012 inizia

ADESSO
Fiesta IKON

ESP, Clima, Radio CD, Cerchi in lega

€ 9.500

Acquista la tua nuova Fiesta e la targhi a gennaio.
Gioca d’anticipo. Ma solo fino al 31 dicembre.

sabato 17 e domenica 18

-TRX IL:15/12/11

21.14-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 7 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

I NODI DELL’ECONOMIA

LE MISURE

PRIMO 7 PIANO 7

7

La categoria protesta perché considera insostenibile l’ulteriore apertura del settore

Pace (Uil): abbiamo già dato Abbiati (Confcommercio): il governo ci presti attenzione

di DIODATO PIRONE

ROMAK Si profilano tre giorni di serrata, dal 27 al 29 dicembre, per le 34 mila edicole italiane. Se saranno confermati, gli italiani rischiano di rimanere senza giornali per cinque giorni di seguito poiché il 25 e il 26 dicembre i quotidianinon vengono distribuiti. A proclamare l’agitazione sono stati ieri i sindacati degli edicolanti per protestare contro le norme sulle liberalizzazioni contenute nella manovra varata dal governo. Norme che, sottolineano, rischiano di allargare le maglie della distribuzione dei quotidiniani e dei periodici già consentita da qualche anno, con la legge 170, ai supermercati e ad altri canali di diffusione. «Noi abbiamo già dato sottolinea Daniela Pace, del sindacato di categoria aderente alla Uil - La crisi sta già riducendo la domanda e quindi i nostri redditi. Indebolirci ulteriormente è assurdo ed è ora che qualcuno al governo si renda conto dell’esasperazione della categoria. Fra proprietari delle edicole e dipendenti ci sono circa 50 famiglie a rischio». «La serrata che di fatto lascerà gliitaliani senzagiornali per cinque giorni è una scelta pesante che dà una dimensione dei problemi della cate-

Verso una serrata di tre giorni «A rischio 30 mila punti vendita»
Gli edicolanti proclamano la chiusura dal 27 al 29 dicembre
goria - rincara la dose Armando Abbiati della Snag-Confcommercio - ma noi siamo un po’ come la moglie fedele che si sente trascurata e allora decide di andare dal più costoso parrucchiere della città». Gli edicolanti, dunque, sono furibondi. A loro dire la liberalizzazione totale del settore sarebbe squilibrata perché mentre le edicole sono obbligate per legge a tenere a disposizione anche pubblicazioni che si vendono poco gli altri canali di distribuzione

I rappresentanti del comparto chiedono l’apertura di una trattativa

punterebbero solo sui quotidiani e i periodici più diffusi. «Questo non è corretto - sottolina Abbiati - allora dovrebbero darci la libertà di aprire all’ora o nei giorni che vogliamo e liberarci di tutti gli obblighi di servizio che onoriamo.

Se mercato libero dev’essere che lo sia fino in fondo». Tuttavia gli stessi rappresentanti degli edicolanti spiegano che nella manovra non c’è una norma specifica sul settore. «La nostra protesta è contro un testo potenzialmen-

te micidiale che senza garanzie finirà per colpire ancora una categoria già in ginocchio», sottolinea ancora Daniela Pace. Che poi aggiunge: «Noi chiediamo che il governo ascolti e capisca le nostre ragioni». La traduzione dal sindacalese non è facile ma sembra di capire che i rappresentanti degli edicolanti, di fronte al dilagante malcontento del comparto provocato soprattutto dalla caduta della domanda, chiedano al governo di aprire una trattativa e di venire incontro alle richieste di una categoria che obiettivamente fa un lavoro durissimo, con orari molto lunghi distribuiti su un numero notevolissimo di giorni di apertura. In effetti, da tempo erano in corso contatti fra il governo Berlusconi e gli edicolanti e si stavano studiando aiuti come il credito d’imposta per progetti di innovazione. Come quello che prevedeva l’informatizzazione delle edicole italiane che ancora oggi registrano le vendite su carta mentre potrebbero trasmetterle ai distributori via computer. Questo progetto ed altri analoghi sembrano essersi arenati e con essi la possibilità di assicurare una boccata d’ossigeno ad un settore che soffre la crisi molto più di altri.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

I costi della modifica al testo: fermi 600 milioni di investimenti
di CARLA MASSI

ROMA - A due giorni dallo stop alla liberalizzazione dei farmaci si cominciano a fare i conti. Dei mancati guadagni, dei mancati risparmi e dei mancati investimenti. Di quello che sarebbe stato se i medicinali di fascia C (quelli a pagamento con obbligo di ricetta) fossero usciti in blocco dal mercato esclusivo delle farmacie. La grande distribuzione e le parafarmacie dicono che la modifica al testo, decisa nella notte tra martedì e mercoledì, equivale ad un fermo economico: no a 10mila nuovi posti di lavoro e a 600milioni di euro già destinati all’apertura di altri tremila punti vendita. «I consumatori - spiega Vincenzo Tassinari presidente Coop - avrebbero potuto risparmiare almeno duecentocinquantamila euro. L’allargamento avrebbe portato

Addioa 10 mila posti dilavoro cancellati 250 milioni di risparmi
Nei centri più piccoli nuove restrizioni per la vendita dei medicinali
do conto dell’intero comparto fuori farmacia estendendo su tutti i medicinali di fascia C uno sconto medio pari al 20% nella grande distribuzione e del 10% nei negozi». «Se il mercato fosse stato liberalizzato per davvero, con tutti i medicinali a pagamento con obbligo di ricetta venduti anche fuori delle farmacie - fa sapere Giuseppe Scioscia presidente del Forum italiano delle parafarma-

Le farmacie in Italia sono circa 18mila

maggiore concorrenza e un conseguente generale abbassamento dei prezzi. E, invece, ha prevalso una delle lobby più potenti d’Italia, quella dei farmacisti. Che, così, hanno fermato un sano recupero del-

la produttività anche nei servizi». Dalle farmacie usciranno solo i medicinali di fascia C per i quali sarà possibile cancellare l’obbligo della ricetta medica. I prodotti dermatologici di uso esterno, al-

cuni antinfiammatori e antivirali orali. Entro quattro mesi la lista dei prodotti sdoganati. Il risparmio, per i consumatori, arriverebbe dagli sconti sui medicinali. Già ef-

fettuati sui prodotti da automedicazione liberalizzati dal 2006. I ribassi oscillano tra il 10-20% nelle parafarmacie e tra il 20-25% nei supermercati. «Il dato - fanno sapere alla Coop - è stato calcolato tenen-

cie - ci saremmo potuti permettere di abbassare i prezzi ulteriormente con grande vantaggio per i nostri clienti. E anche per i giovani farmacisti». La battaglia si gioca su una fetta di mercato che genera un giro d’affari di circa 1,6 miliardi di euro. C’è un altro punto sul quale si sta alzando la protesta da parte di negozi e grandedistribuzione: nei comuni con meno di 12mila e 500 abitanti alle parafarmacie non sarà permesso vendere i prodotti di fascia C inseriti nella lista che sarà pronta in primavera. Accadrà, dunque, che a Roma un pomata dermatologica potrà essere acquistata anche al supermercato mentre in un centro molto più piccolo non sarà possibile. Alla farmacia resterà,come adesso, l’esclusiva per tutti i prodotti a carico del cittadino
© RIPRODUZIONE RISERVATA

-TRX IL:15/12/11

23.10-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 8 - 16/12/11-N:

8

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.16-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 9 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

I NODI DELL’ECONOMIA

LE MISURE

PRIMO 9 PIANO 9

9

Il governo ha ammorbidito la clausola che avrebbe portato all’abolizione automatica

A essere cancellate saranno solo le norme in contrasto con l’apertura al mercato

di LUCA CIFONI

ROMA K Si era partiti con quello che secondo gli standard nostrani è il modo migliore per non fare una riforma: cioè la nomina di una commissione (per di più «Alta») aperta anche ad esperti stranieri di Commissione europea, Ocse e Fmi, che avrebbe dovuto terminare i propri lavori entro sei mesi. Da allora, erano i primi di luglio, i sei mesi sono quasi passati; ma nel frattempo il riassetto degli Ordini professionali ha preso un percorso diverso, che ad un certo punto - fino a pochi giorni fa parevaquellodrastico della loro abolizione. Ora che quella ghigliottina temutissimadagliinteressati è saltata, nell’ultima versione del decreto salva-Italia, la riforma è a un bivio: le norme che comunque sono diventate legge rappresentano sulla carta una leva di cambiamento molto forte, ma i rappresentanti degli Ordini si dicono determinati a proseguire la loro battaglia, per limitare al massimo la portata degli sconvolgimenti. Va ricordato che di una revisione dell’assetto attuale si parla da decenni, ma tutti i tentativi dei vari governi si sono finora scontrati da una parte con la complessità della materia, con

NienteghigliottinapergliOrdini la strada per cambiare resta in salita
I principi di concorrenza sono già legge, otto mesi per attuarli

Dalla scorsa estate progressiva stretta sul riassetto Poi la frenata

l’altra con le naturali resistenze. Nel 2006 la prima lenzuolata di Bersani aveva iniziato a modificare lo status quo cancellando le tariffe minime e autorizzando, nel caso degli avvocati, il patto di quota lite, ossia la possibilità di determinare il compenso in base all’esito della causa. Negli anni seguenti le pressioni per una marcia indietro sono forti ma - ad esempio - il testo di riforma della professione forense,che andava inquesta direzione, è rimasto bloccato in Parlamento; mentre sul fronte opposto l’Antitrust ha sottolineato la lentezza degli Ordini nel recepi-

È saltato il divieto di società professionali voluto dal fascismo
re concretamente le novità. Il quadro è cambiato la scorsa estate, quando di fronte all’emergenza finanziaria ed alla necessitàdi rafforzare la credibilità del Paese attraverso riforme strutturali, il tema delle professioni - regolarmente richiamato

i tutti documenti internazionali relativi al nostro Paese - ha guadagnato posizioni nell’agenda delle cose da fare. I molti professionisti presenti in Parlamento hanno però lanciato eloquenti segnali di irritazione all’esecutivo; così il primo passo è statoproprio l’ecumenica nomina dell’Alta Commissione. I sede di conversione della prima manovra è stato poi aggiunto il principio, ancora vago, che la materia sarebbe stata comunque liberalizzata. Ad agosto però, con la tempesta sui titoli di Stato, il governo si è spinto oltre imponendo

Legge di stabilità, aveva disposto che la riforma sarebbe stata attuato con regolamento governativo, all’entrata in vigore del quale sarebbero decadute automaticamente le «norme vigenti sugli ordinamenti professionali». E aveva aggiunto una novità importante anche simbolicamente: la rimozione del divieto di esercizio delle professioni in forma societaria, divieto introdotto nel 1939 per impedire ai professionisti ebrei di aggirare leleggi razziali, e poi mai cancellato. L’ultimo tassello lo ha poi messo il governo Monti, specificando nella versione originaria del decreto salva-Italia una scadenza certa, il 13 agosto 2012, per la decadenza delle leggi sugli Ordini; i quali a questo punto avevano una metaforica pistola puntata alla tempia. È comprensibile quindi che abbiano accolto con sollievo il parziale passo indietro, alla Camera, consistente nella precisazione che ad essere cancellate saranno solo le norme in contrasto con i principi di concorrenza. Ora quindi tutto appare possibile; nessuno, né ne precedente governo né probabilmente in quello attuale, ha mai pensato di abolire gli Ordini tout court (per un paio di essi ci sono anche vincoli costituzionali), e gli indirizzi di riforma messi nero su bianco sono sicuramente incisivi. Ma nella storia italiana le buone intenzioni riformatrici sono spesso rimaste tali.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

dei paletti più precisi: libero accesso alla professione (fatto salvo l’esame di Stato) con l’eliminazione dei numeri chiusi, obbligo di formazione permanente, revisione del tirocinio, derogabilità delle tariffe, obbligo di assicurazione, organismi

disciplinari indipendenti, apertura alla pubblicità. Potenzialmente sono linee guida in grado di cambiare faccia al sistema. Per rafforzarne la credibilitàe blindare laprocedura, lo stesso esecutivo Berlusconi in uno dei suoi ultimi atti, la

Nelle concessionarie fiat fioccano le occasioni.

PUNTO BLUE&ME a 9.900 €
Ti aspettiamo anche Sabato 17 e Domenica 18.

ESP con Hill Holder - Start&Stop - Cerchi in lega - Climatizzatore - Radio CD MP3 - Bluetooth con comandi vocali e USB.

E FINO A 1.000 EURO DI EXTRABONUS SU TUTTA LA GAMMA FIAT IN PRONTA CONSEGNA
Offerta valida su Punto Blue&Me 1.2 bz. 3p. prezzo promo € 9.900 (IPT esclusa), fino al 31.12.2011 con il contributo dei Concessionari Fiat. Consumi ciclo combinato 5,2 (l/100km). Emissioni CO2 123 (g/km). Fino a € 1.000 di extra bonus: valido sulle vetture della Gamma Fiat in pronta consegna con il contributo dei Concessionari Fiat fino al 31.12.2011.Gamma Fiat: consumi ciclo combinato da 3,9 a 8,3 (l/100km). Emissioni CO2 da 92 a 173 (g/km).

www.fiat.it

-TRX IL:15/12/11

22.44-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 10 - 16/12/11-N:

10

PRIMO PIANO

I NODI DELL’ECONOMIA

LA CRISI

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

LA MANOVRA Il ministero dell’Economia: «Accise più alte solo per il tabacco in busta»

Nienteaumenti per le sigarette stipendi dei superburocrati salvi
Idv e Lega attaccano: «È una norma ad personam»
di GIUSY FRANZESE

ROMA - Non saranno i fumatori a pagare la riduzione della tassa sul lusso. O meglio: non tutti i fumatori. Ma solo quelli che comprano il tabacco in busta. La precisazionearrivadal sottosegretario all’Economia, Gianfranco Polillo: «Abbiamo aumentato leaccise sul tabacco trinciato, quello che si vende nelle buste e che serve per confezionare manualmente le sigarette». Mentre la manovra, con il voto di fiducia, staper passare la boa di Montecitorio, si scoprono altre novità. Compresa la possibilità di «deroga motivata» del premier al tetto degli stipendi di alcuni superburocrati. E infuria la polemica. Sigarette. L’aumento delle accise per compensare la riduzione del superbollo sulle auto di lusso e della tassa sui posti barca, non sarà sui pacchetti di sigarette, ma sul «tabacco trinciato». Si tratta del tabacco in busta che i fumatori acquistano per la pipa o per confezionarsi da soli le sigarette con le cartine. L’entità dell’aumento è ancora in via di definizione. Ma secondo il sottosegretario Polillo «non sarà consistente». Stipendimanager pubblici. Fatta la norma che stabilisce un tetto massimo alle retribuzio-

Un decreto del premier potrà derogare al tetto «per alcune posizioni apicali»

Il ministero dell’Economia

ni, arriva già la deroga. Con decreto del presidente del Consiglio dei ministri, si legge nell’ultima versione della manovra, «possono essere previste deroghe motivate per le posizioni apicali delle rispettive amministrazioni ed è stabilito

un tetto massimo per i rimborsi spese». In questo modo si potranno superare i 311.000 euro annui che corrispondono al trattamento economico del primo presidente della Corte di Cassazione preso a riferimento per il tetto agli stipendi.

Carte di credito, oneri ridotti all’1,5% per i commercianti
ROMA -I commercianti che accettano come pagamento la moneta elettronica non dovranno pagare come commissione agli istituti di credito più dell’1,5%. E’ una delle novità, introdotta con un emendamento della Lega, della manovra. La norma è coerente con la lotta all’uso del contante dichiarata da questo governo per combattere l’evasione fiscale. Finora le commissioni a carico dell’esercente variavano tra il 3 e il 4%.

Una cifra, per la verità, già di tutto rispetto, ma che per molti manager - avrebbe rappresentato un vero salasso. Il ragioniere generale dello Stato, ad esempio, ha uno stipendio di 516 mila euro annui. Ilpresidente dell’Antitrust riceve 475.000 euro.L’amministratore delegato di Invitalia, compresi i rimborsi, in un anno porta a casa 835.000 euro. Con la deroga potrebbero sfuggire alla tagliola anche alcune figure che attualmente percepiscono un doppio stipendio perché distaccati come dirigenti pressoministeri e altre amministrazioni pubbliche. La nuova norma generale infatti stabilisce che l’indennità o retribuzione non può essere superiore al 25% del trattamento economico percepito dall’amministrazione di provenienza. La sola possibilità della deroga ha fatto infuriare Italia dei valori, Lega e anche alcuni esponenti del Pdl. «E’ una norma ad personam» ha attaccato il dipietrista Antonio Borghesi, alludendo al fatto che avrebbero potuto usufruire della deroga anche ministri e sottosegretari. Ma dal governo è arrivata la smentita: le deroghe non riguarderanno «in alcun modo le autorità politiche». Tetto al massimo scoperto. Le commissioni che le banche applicano ai clienti che vanno in rosso non potranno superare lo 0,5%. Qualunque altra clausola che stabilisce oneri diversi- èprecisatonella manovra - è nulla.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Parte il Piano per il Sud un miliardo per le scuole
ROMA K Un miliardo di euro per la scuola nel Mezzogiorno d’Italia. Una cifra che potrebbe lievitare per una sorta di effetto domino e che consente di tamponare alcune emergenze, prima di tutto quella dell’edilizia scolastica. Lo stanziamento è previsto nel Piano d’azione per il Sud presentato a Palazzo Chigi. Le regioni beneficiarie sono quelle del cosiddetto Obiettivo convergenza. A Calabria, Campania, Puglia e Sicilia andranno complessivamente 974,30 milioni di euro. E una bella fetta di questi soldi serviranno a riqualificare 1.620 edifici scolastici bisognosi di interventi (il 54% Francesco Profumo di quelli «censiti» come tali). «Nei prossimi giorni incontrerò il presidente dell’Ance per interventi che siano importanti e di qualità. Non abbiamo tempo, i nostri ragazzi non possono andare in luoghi di pericolo. Questo tema avrà una priorità», ha detto il ministro dell’Istruzione, Francesco Profumo. Ha anche annunciato che a breve sarà pubblicata sul sito del ministero l’attesa Anagrafe dell’edilizia scolastica e ha assicurato che gli interventi di messa in sicurezza e adeguamento degli edifici non si limiteranno al Sud, ma saranno estesi anche al resto del Paese, rispondendo indirettamente alle associazioni studentesche che, citando il caso di Rivoli (Torino) hanno segnalato come siano tante le scuole in pessime condizioni anche nel Nord. Accanto all’innovazione didattica (aumento di dotazione di tecnologie in 2.160 scuole), un altro capitolo importante del «pacchetto scuola» riguarda l’offerta formativa, che passa ancheper la professionalità dei docenti, nell’ottica di «rompere la sinergia tra la povertà e la dispersionescolastica». Un fenomeno quest’ultimo che, come ricorda Save the children, a fine ciclo al Sud - Campania, Basilicata, Calabria, Puglia - continua a essere elevatissima: non arriva al diploma il 30,3% degli studenti iscritti nei 5 anni precedenti (dati 2010). L’idea è quella di favorire la permanenza a scuola oltre l’obbligo scolastico. «Offrendo ai ragazzi - ha spiegato Profumo - corsi finalizzati a una professionalizzazione, dopo aver individuato quale è la domanda di lavoro nelle varie aree in modo da creare competenze spendibili sul territorio». E una quota del miliardo «dedicato» alla scuola sarà proprio impiegata per realizzare percorsi formativi per lo sviluppo delle competenze per oltre 65.300 alunni.

-TRX IL:15/12/11

22.49-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 11 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

I NODI DELL’ECONOMIA

LA CRISI

PRIMO 11 PIANO 11

11

CONFINDUSTRIA Il presidente presenta il rapporto del centro studi: il Paese può farcela

Allarme di Marcegaglia: l’Italia è in recessione
Persi 800 mila posti, crollo del Pil e pressione fiscale al 54%
di LUCIANO COSTANTINI

ROMA K Prodotto interno lordo in picchiata, disoccupazione in aumento, pressione fiscale in crescita. In una parola, è recessione. Come del resto dicono tutti gli indicatori. E come conferma Confindustria in un impietoso studio sulle previsioni del Paese. «E’ l’inverno dellarecessione - sentenzia, appunto, il Centro Studi di viale dell’Astronomia che in Italia risulterà più marcata». A leggere numeri e scenari del Csc è davvero difficile individuarespunti che inducano all’ottimismo. E non aiuta più di tanto la speranza che ostenta Emma Marcegaglia: «Il Paese può farcela perché dimostra maturità e tenuta di fronte a una manovra che era indispensabile». «La situazione - conferma il ministro dello Sviluppo, Corrado Passera - è anche peggio di quello che ci aspettavamo. Il disagio del mondo del lavoro è vicino all’insostenibilità. Non possiamo più nasconderci. Siamo in recessione anche se per colpe non nostre, essa viene da fuori. Però dobbiamo e possiamo uscirne». I numeri, allora, secondo il Centro studi. Per il 2012 è prevista una contrazione del Pil dell’1,6% cui seguirà una lenta ripresa dello 0,6% nel 2013. L’anno corrente si chiuderà con un modesto aumento dello 0,5%. L’arretramento del Pil, in definitiva, sarà di due punti tra la scorsa estate e la prossima primavera. A pagarne le spese sono stati, sono e saranno i lavoratori, soprattutto i giovani, con una «attenuazione del reintegro delle persone in cig, l’aumento dei licenziamenti, un tasso di di-

Le stime
Il Centro Studi di Confindustria sull'economia italiana

Emma Marcegaglia e Giampaolo Galli

2011
+0,5% Pil 42,7% Pressione fiscale +0,6% Consumi famiglie +4,2% Esportazioni

2012

2013
+0,6%

-1,6% 45,1% 45,5%

+0,4% -1% +3,6% +0,2% +3,4%

Visita a Roma dell’Fmi per incontrare il governo
ROMA - Non sarà una missione formale di monitoraggio ma una «visita per incontrare le nuove autorità italiane, ricevere aggiornamenti sugli ultimi sviluppi fiscali e per discutere le modalità delle prossime missioni di monitoraggio» quella che il team dell’Fmi farà la prossima settimanaa Roma. Lo ha precisato il vice direttore del dipartimento per le relazioni esterne del Fondo, David Hawley, nel consueto briefing settimanale. «Non ci sono date certe per una missione formale di monitoraggio», ha detto Hawley in risposta alle domande dei giornalisti.

+2,3% Importazioni +0,9% Occupazione (Ula) 8% Tasso disoccupazione +2,8% +2,2% Prezzi al consumo 120,3 Debito P.a % sul Pil
ANSA-CENTIMETRI

-1,3%

-0,6% 8,6%

-0,2% 9%

+2,1%

121,3

118,0

soccupazione crescente fino a raggiungere il 9% a fine 2012». In particolare, con un saldo negativo di 219.000 persone occupate in meno, il biennio 2012-2013 si chiuderà con un salasso di 800.000 posti di lavoro dall’inizio della crisi, cioè dal 2008. I più penalizzati sono i giovani: -4,4% per coloro che sono tra i 15 e i 24 anni; -13% tra i 25-34 anni, da metà 2008 a metà 2011; +6,6% tra gli over 45. «La pressione fiscale raggiungerà livelli record - prevede Confindustria - con il 45,5% del pil tra due anni».

«Benela manovra ma servono riforme aprimavera per noi l’ultima chance»
Ma in realtà supererà abbondantemente il 54% se si esclude il sommerso dal denominatore: «Livelli insostenibili già quest’anno (51,3%) specie se siconsidera che non corrispondono servizi pubblici adeguati». «E’ un tasso - avverte Em-

ma Marcegaglia - che ci allinea alla Svezia e che lavoratori e imprese non possono più reggere». Il presidente di Confindustria insiste su un doppio, contemporaneo intervento: taglio della spesa pubblica e lotta più serrata all’evasione fiscale per evitare un ulteriore avvitamento della nostra economia che porterebbe inevitabilmente a una più forte recessionee un conseguente aumento della disoccupazione. «Ci sono sacrifici per tutti - afferma il leader degli industriali e c’è una patrimoniale perché quando tassi, case, barche, si

colpiscono evidentemente i redditi più alti». «La manovra varata dal governo - secondo Luca Paolazzi, direttore del Csc - ha effetti restrittivi, ma senza sarebbe andata molto peggio». Il decreto salva-Italia, quindi, potrà consentire i pareggio di bilancio nel 2013, però adesso servono riforme incisive sul mercato del lavoro, costi della politica, semplificazioni amministrative, giustizia, ricerca, innovazione, infrastrutture. «Chiediamo al governo sottolinea il presidente dei Confindustria - che ci sia un cambiamento di rotta in Europa per evitare il collasso dell’euro. Noi abbiamo fatto la nostra parte, l’Europa faccia la sua. La Germania non può rimanere nellasua rigidità parlando solo di austerità e conti pubblici». Il Csc prevede un «veloce superamento del momento attuale di crisi dell’Eurozona con un ritorno a variazioni positive a partire dal terzo trimestre 2012, ma dobbiamo preparare le condizioni per la ripartenza. Il lieto fine per noi non può consistere solo nello scampato pericolo del dissolvimento della moneta unica». In sostanza, nella prossima primavera ci giocheremo l’ultima chance. «Siamo a un bivio - avverte Paolazzi o si vedrà l’uscita dalla crisi o non si salverà più nessuno».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LA CONGIUNTURA

Cresconoleentratefiscali debito sopra i 1.900 miliardi
ROMA - Torna a salire il debito pubblico italiano e sfonda nuovamente la barriera dei 1.900 miliardi di euro, dopo due mesi in cui si era registrata invece una flessione. Ad ottobre il rossa si è attestato a quota 1.909,1 miliardi, ad un soffio dal record di 1.911,7 miliardi che era stato toccato a luglio. È la Banca d’Italia a rendere noto il dato, insieme a quello delle entrate del periodo gennaio-ottobre: poco più di 300 miliardi, in crescita del 2,1% rispetto al corrispondente periodo del 2010. Una crescita debole per il gettito di cassa ma i dati per competenza, diffusi dal Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia, segnano una crescita ancora inferiore: +1,5% a 310,4 miliardi. Bene anche la lotta all’evasione: nei primi dieci mesi del 2011 gli incassi da ruoli relativi ad attività di accertamento e controllo hanno fatto registrare un incremento del 24% (+990 milioni). «Nel complesso i risultatidel gettito dei primi mesi del 2011, con un tasso di variazione positivo dell’1,5%, confermano la buona tenuta delle entrate tributarie», commenta il ministero dell’Economia. Il dato risulta comunque inferiore dell’1,3% rispetto alle previsioni, calcolate sulla base di quelle annuali contenute nella Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza presentato lo scorso 22 settembre. «Il confronto tra il gettito registrato e le previsioni nel periodo gennaio-ottobre 2011 - si legge nell’analisi del Dipartimento Finanze e della Ragioneria Generale dello Stato - evidenzia un differenziale di -4.272 milioni di euro (pari a -1,3%)». Entrate deboli anche nel confronto internazionale. È la Germania a registrare il più cospicuo incremento di gettito fiscale (+8,6%) nei primi 10 mesi del 2011; anche in Irlanda il gettito cumulato ad ottobre 2011 è cresciuto dell’8% rispetto al corrispondente periodo del 2010. In coda invece Spagna (+1,3%) e Italia (+1,5%).

Nei primi 10 mesi cresce il gettito dell’1,5%

MINISTERO DELLA DIFESA - ARMAEREO
C OMUNICAZIONE
Questa Direzione Generale, nellʼambito delle attività di ricerca e sviluppo del Piano Nazionale della Ricerca Militare (PNRM), ha in programma di proseguire con lʼattività di ricerca dallʼoggetto “Continuazione Studio di tecnologie di bassa osservabilità applicate al velivolo M-346 e suoi derivati”, già avviata a fronte di precedenti progetti di ricerca e sviluppo, mediante Procedura Negoziata con la Ditta AleniaAermacchi S.p.A. (COMMESSA N° 022/11/0238 del 08.11.2011). Informazioni possono essere richieste alla D.G.A.A. 1° Reparto 2^ Divisione - Viale dellʼUniversità, 4 00185 Roma - Tel. 06.4986.6155 entro il 28.12.2011.
VIA MARSALA, N. 8 – 00185 ROMA UFFICIO PATRIMONIO ED AFFARI GENERALI

MINISTERO DELLʼINTERNO
DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO
DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE

IL DIRETTORE GENERALE (Gen. Isp. Capo G.A. Ing. Domenico ESPOSITO)

SAV.NO S.R.L Bando di Gara
È indetto bando di gara a procedura aperta per la fornitura di sacchetti in carta CIG 3641823F65. Importo complessivo presunto dell'appalto per n. 1.080.000 sacchetti di carta riciclata: € 147.420,00 IVA esclusa. Criteri di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa. Termine per il ricevimento delle offerte: 09/01/2012 ore 12:00. Apertura delle offerte: 12/01/2012 ore 10:00. L'appalto avrà decorrenza dalla data di ricevimento della comunicazione dell'Azienda di avvio alla fornitura e fino ad esaurimento del quantitativo previsto. La documentazione di gara è resa disponibile sul "profilo di committente" di SAVNO SRL all'indirizzo www.savnoservizi.it. Le eventuali richieste di informazioni complementari dovranno essere formulate per iscritto entro i termini previsti dal disciplinare e fatte pervenire a mezzo posta (o fax al numero +39 0438426682) a: Sav.no s.r.l. Servizi ambientali veneto nord orientale - Via Maggiore Piovesana 158/B - Conegliano - 31015 (TV). Il bando è stato inviato alla G.U.C.E. il 01/12/2011 e pubblicato sulla GURI n. 146 del 12/12/2011.

ATAC PATRIMONIO S.r.l.

AVVISO DI AGGIUDICAZIONE APPALTO
LʼIstituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., con sede in Roma, via Salaria, 1027, rende noto lʼesito della procedura di gara aperta indetta ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006 per lʼaffidamento dei servizi assicurativi relativi alle coperture “All risk” a tutela del patrimonio di IPZS e “Responsabilità Civile verso Terzi e Prestatori dʼopera” CIG Lotto 1 n. 2930081B52 - CIG Lotto 2 n. 2930091395 - il cui bando di gara è stato pubblicato nel Supplemento alla Gazzetta Ufficiale dellʼUnione Europea in data 26 luglio 2011 con il numero di riferimento 234668-2011-IT. Denominazione degli aggiudicatari: - Lotto 1 - INA Assitalia SpA in coassicurazione con Assicurazioni Generali SpA; - Lotto 2 - INA Assitalia SpA in coassicurazione con Assicurazioni Generali SpA. Importi di aggiudicazione: - Lotto 1 Euro 899.786,00 oneri fiscali esclusi; - Lotto 2 Euro 43.290,00 oneri fiscali esclusi. Criterio di aggiudicazione: Prezzo più basso. Data di aggiudicazione dellʼappalto: 20 ottobre 2011. Roma, 13 dicembre 2011 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (Ing. Mario SEBASTIANI)

Acquisti Acquisti Information & Communication Technology

POSTE ITALIANE S.P.A. SOCIETÀ CON SOCIO UNICO
AVVISO DI GARA - PROCEDURA APERTA
Si rende noto che in data 16/12/2011 ai sensi del D.L.vo n. 163/06 sarà pubblicato sulla 5^ Serie Speciale della Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 148, trasmesso alla GUCE il 06/12/2011, il bando di gara relativo Appalto ai sensi D.lgs n° 163/2006 e s.m.i. - procedura aperta in mo dalità telematica per l'istituzione di un Accordo Quadro per la fornitura di 30.000 PAD per lʼacquisizione biometrica della firma, per gli Uffici Postali di Poste Italiane ". (COD CIG. N. 3384989549). Importo a base di gara Euro 4.020.000,00, al netto degli oneri fiscali e di eventuali proroghe. Le Imprese interessate possono presentare domanda di partecipazione/offerta, entro le ore 13:00 del 24/01/2012 secondo le modalità indicate nel Capitolato Speciale dʼOneri parte I che potrà essere scaricato, congiuntamente al bando di gara, entro le ore 13:00 del 24/01/2012 dai seguenti siti Internet: www.poste.it e www.posteprocurement.it. IL RESPONSABILE ACQUISTI Dott. Manlio CAPORALI

Si comunica che Atac Patrimonio S.r.l. (“Atac Patrimonio”) intende avviare una procedura di alienazione degli immobili di proprietà siti in Roma di seguito elencati (gli “Immobili”): 1. “Ex SSE Etiopia”, sito in Roma, Viale Etiopia n. 79; 2. “Ex SSE Lucio Sestio”, sito in Roma, Via Lucio Sestio n. 10; 3. “Ufficio Tuscolana 178”, sito in Roma, Via Tuscolana n. 178; 4. “Palazzina Uffici Tuscolana 173”, sita in Roma, Via Tuscolana n. 171/173. Sul sito internet www.atacpatrimonio.it, alla pagina “area interattiva - dismissioni immobiliari”, è disponibile, a partire da oggi, il testo integrale dell’invito a manifestare interesse. Per la presente operazione di alienazione Atac Patrimonio si avvale della assistenza e consulenza di Leonardo & Co. S.p.A. (“Leonardo”, il “Consulente”). Per ogni chiarimento ed informazione gli interessati dovranno rivolgersi esclusivamente al suddetto Consulente. In particolare gli opportuni contatti possono essere stabiliti con la dott.ssa Cristiana Procopio (Tel. +39 06 69761927 Fax +39 06 69761910 Email cristiana.procopio@leonardo-co.com). L’Amministratore Delegato Gioacchino Gabbuti

AVVISO DI GARA PER ESTRATTO PROCEDURA APERTA Si rende noto che lʼACI ha indetto una procedura aperta n. 39/2011 per lʼaffidamento dellʼindagine di customer satisfaction presso i propri Uffici Provinciali. CIG 3685486F3E. Il servizio sarà aggiudicato allʼofferta economicamente più vantaggiosa, tenuto conto dellʼofferta tecnica (max 65) e dellʼofferta economica (max 35). Il bando di gara è pubblicato sulla G.U.R.I. n.148 del 16.12.2011. Il termine per la ricezione delle offerte è stabilito alle ore 12.00 del 3 gennaio 2012. I documenti per la partecipazione alla gara sono disponibili sul sito www.aci.it – sezione bandi di gara. Responsabile del procedimento: Dott. Mauro Annibali (tel. 06.49982492 mail: m.annibali@aci.it). IL DIRIGENTE (G. Scimoni)

DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE LOGISTICHE E STRUMENTALI AVVISO RETTIFICA DI GARA Si comunica che in data 16/12/2011 verrà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 148 una rettifica alla seguente gara già pubblicata sulla G.U.R.I. N. 143 del 05/12/2011 parte V. - Sistema integrato di videosorveglianza e telerilevamento degli incendi boschivi nelle regioni Puglia e Calabria (CIG nr. 3051210225). Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione alla gara è stato prorogato e le stesse dovranno pervenire, entro le ore 12.00 del giorno 16/01/2012. Lʼavviso di rettifica sarà pubblicato inoltre sul sito internet www.vigilfuoco.it. Ulteriori informazioni possono essere richieste al seguente indirizzo e-mail: ponvvf@vigilfuoco.it. Roma, 14/12/2011 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Dott. Ing. S. MARSELLA

DI

COMUNE CORIGLIANO DʼOTRANTO
PROVINCIA DI LECCE

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA
STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIALE AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE: COMUNE DI VILLA SAN GIOVANNI

Si comunica che lʼesito della gara per lʼaffidamento dei lavori di “Completamento delle infrastrutture P.I.P.” con Procedura Aperta ai sensi dellʼart. 55 del D.Lgs. n. 163/2006, nonché secondo il criterio dellʼofferta economicamente più vantaggiosa ai sensi degli artt. 83 e 84 - D.Lgs. n. 163/2006. CIG: 3397482AD4 - Importo a base dʼasta Euro 1.005.630,68 - Oneri di sicurezza Euro 61.305,52 - è pubblicato sul sito internet del Comune: www.comune.corigliano.le.it - nella sezione “Bandi di gara”. IL RUP: Ing. Nicola DIMITRI
BX410365

AVVISO ANNULLAMENTO GARA
OGGETTO: COMUNE DI VILLA SAN GIOVANNI - Comune di Villa San Giovanni - Appalto per il servizio di “Spazzamento strade e spazi verdi comunali”. C.I.G.: 3185179CD9. Data di scadenza: 16/12/2011. Si comunica che con provvedimento dirigenziale n. 1665 Reg. Gen. del 13/12/2011 del Settore Tecnico-Urbanistico del Comune di Villa San Giovanni la procedura di gara indicata in oggetto è stata annullata.
IL DIRIGENTE Mariagrazia Blefari
BX410590

ESTRATTO DI BANDO DI GARA PER PROCEDURA RISTRETTA
1) Ente Appaltante: Aeroporti di Roma S.p.A. - Via dellʼAeroporto di Fiumicino n. 320 - 00054 - Fiumicino (RM) - Telefono 0039/06/65951, http://www.adr.it/bsn-portaleacquisti; 2) Servizio triennale di raccolta e trasporto di rifiuti urbani ed assimilabili e servizio di raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti speciali presso impianti di recupero e smaltimento autorizzati. C.I.G. n. 36551537AB; 3) Importo complessivo dell'appalto pari a Euro 4.200.000 di cui: Euro 4.060.000 a base d'asta; Euro 120.000 a disposizione per eventuali prestazione extra; Euro 20.000 quale compenso per oneri di sicurezza; 4) Aggiudicazione ai sensi dellʼart. 82, comma 2 a) del D.Lgs. 163/2006: prezzo più basso determinato mediante ribasso sull'elenco prezzi posto a base di gara; 5) Le domande di partecipazione, comprensive di tutte le dichiarazioni e/o documenti richiesti nella sezione terza del bando di gara integrale, dovranno, a pena di esclusione, essere inserite, firmate digitalmente, sul Portale acquisti ADR, in apposita busta chiusa digitale, entro e non oltre le ore 10.00 del 09/01/2012. 6) Non è stata pubblicata preinformazione. Il bando di gara integrale è stato inviato allʼUfficio delle Pubblicazioni Ufficiali dellʼUnione Europea il 12/12/2011, che lo ha ricevuto in pari data ed è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana 5^ Serie Speciale n. 148 del 16/12/2011 e sul sito web dellʼEnte Appaltante www.adr.it. AEROPORTI DI ROMA S.P.A. LʼAMMINISTRATORE DELEGATO Lorenzo LO PRESTI

G.O.R.I. S.p.A. GESTIONE OTTIMALE RISORSE IDRICHE
VIA TRENTOLA, 211 - 80056 ERCOLANO (NA)

ESTRATTO BANDO DI GARA
per l’Affidamento di: “Servizio di manutenzione programmata, manutenzione ordinaria e straordinaria, pronto intervento a servizio delle apparecchiature elettriche, elettroniche, elettromeccaniche ed idrauliche installate negli impianti idrici, fognari e di depurazione di competenza della G.O.R.I. S.p.a. ricadenti nel territorio dell’ATO 3 della Campania”. Codice Identificativo Gara (CIG): 360870800D. Procedura di aggiudicazione: L’aggiudicazione sarà effettuata con il criterio di cui ai punti IV.2.1. e VI.3 del bando di gara integrale pubblicato sul profilo di committente: http://www.goriacqua.com. Importo complessivo dell’appalto posto a base d’asta comprensivo degli oneri per la sicurezza: Euro 3.136.800,00. Oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza non soggetti a ribasso: Euro 0,00. Modalità di partecipazione: Le modalità di partecipazione sono riportate al punto VI.3 del bando di gara integrale. Ricezione offerte: Le offerte, redatte in conformità alle disposizioni riportate nel disciplinare di gara, dovranno essere recapitate al protocollo G.O.R.I. S.p.A. al seguente indirizzo: G.O.R.I. S.p.A. - Via ex Aeroporto, snc c/o Consorzio Il Sole - 80038 Pomigliano d’Arco (NA) entro le ore 12,00 del 24.01.2012. Finanziamento: Le opere sono finanziate con fondi propri della Stazione Appaltante. Richiesta informazioni: Per eventuali chiarimenti e informazioni di carattere tecnico occorre contattare, fino a tre giorni prima della scadenza del termine di presentazione delle offerte, i punti di contatto di cui al punto I.1 del bando di gara integrale.
Pomigliano d’Arco (NA), lì 24.11.2011 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Ing. Francesco Rodriquez

ACQUE VICENTINE SPA BANDO DI GARA PER ESTRATTO
Acque Vicentine SpA - Viale Dell’Industria, 23 - Vicenza - C.F. e P.IVA 03196760247 - telefono 0444/955200, telefax 0444/955299, e-mail acquevicentine@legalmail.it, rende noto che sarà esperita la seguente gara a procedura aperta con scadenza presentazione offerte 23.01.2012: Codice identificativo gara Acq11-136 Lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria della rete di acquedotto e fognatura, con opere di scavo, posa di condotte di acquedotto, fornitura e posa di condotte di fognatura, costruzione allacciamenti di presa acqua, fognatura e gas metano nonché reinterri e ripristini della sezione stradale. N. 10 lotti. Importo a base d’asta € 4.050.000,00 IVA esclusa di cui € 104.000,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. Il bando integrale e la relativa documentazione di gara possono essere visionati all’indirizzo web http://www.acquevicentine.it/gare/Acq11-136-manut-allacci.zip o sul sito www.regione.veneto.it Vicenza, 12.12.2011 Il Direttore Generale - dott. ing. Fabio Trolese

-TRX IL:15/12/11

23.21-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 12 - 16/12/11-N:

12

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.16-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 13 - 16/12/11-N:RIBATTUTA

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

I NODI DELL’ECONOMIA

LA CRISI

PRIMO 13 PIANO 13

13

LA BCE Necessario che tutti i Paesi della Ue riducano il livello d’indebitamento

«Economia a rischio ribasso ora servono banche solide»
La ricetta di Draghi: più capitale e meno dividendi
di ROSSELLA LAMA

ROMA K L’uscita dalla crisi non si vede, e anzi per l’area euro ci sono «considerevoli rischi al ribasso, in un contesto di elevata incertezza». Le tensioni sui mercati finanziari frenano l’economica tanto che «l’impatto del taglio dei tassi si è ridotto», avverte Mario Draghi. Il presidente della Bce era a Berlino per una conferenza alla Frankfurter Allgemeine Zeitung. Quasi in contemporanea a Francoforte la banca centrale dell’euro distribuiva il Bollettino mensile con le previsioni più aggiornate sulle prospettive economiche, quelle che parlano di recessione, e che dieci giorni fa hanno indotto il consiglio a tagliare per la seconda volta in due mesi i tassi di interesse di riferimento, portandoli all’1%. «Eurolandiavivrà un’inevitabile contrazione dell’economia a breve termine», ha detto Draghi, e «gli effetti potranno essere mitigati da un ritorno della fiducia». Le direzioni in cui bisogna muoversi sono due. «I governi di tutti i Paesi dell’area dell’euro devono urgentemente adoperarsi al massimo per la sostenibilità dei

conti pubblici nell’intera area».Accelerare verso il pareggioè indispensabile per superare la crisi dei debiti di Eurolandia. L’altra condizione riguarda le banche, «la solidità dei bilanci bancari sarà un fattore chiave per contenere la spirale negativa che si potrebbe innescare a seguito delle tensioni nei mercati finanziari», ed è indispensabile per scongiurare il rischio di tagli del credito all’attività economica che renderebbe la recessione ancora più grave. Il giro di vite sui requisiti di capitale imposti dall’autorità bancaria europea (l’Eba), hanno l’obiettivo «di rafforzare la

Nuovoconsiglio europeo a fine gennaio. Rompuy: saràa27esiparlerà dicrescitaeoccupazione
reputazione delle banche sui mercati finanziari». Ma aggiungonoaltra pressionea quella già «molto forte che c’è sulle banche» in questo momento. La Bce difende quella decisione giudicandola decisiva per abbassare la fibrillazione dei mercati. L’accordo raggiunto il 26 ottobre dal consiglio Ue di

alzare al 9% il requisito del patrimonio di base entro fine giugno2012 migliorerà la capacità di tenuta del settore, si legge nel Bollettino Il piano per soddisfare i requisiti richiesti dall’Eba passa attraverso tre opzioni, dice Draghi. L’aumento di capitale, come chiede l’autorità bancaria europea. O la vendita degli assets, soluzione meno convincente della prima. E la terza, il taglio dei prestiti, che sarebbe la peggiore di tutte, un disastro. Quella da evitare ad ogni costo, insiste Draghi, tanto che la Bce, per scongiurarlo, continua a rifinanziare senza limitazioni il sistema creditizio europeo.

Il presidente della Bce Mario Draghi

Draghi ammette che «la spinta alla ricapitalizzazione non è un processo semplice». E anche per questo insiste che le banche dovrebbero considerare l’ipotesi di mettere fieno in cascina tagliando la distribuzione dei dividendi. E’ la stessa raccomandazione che ha rivolto in questi anni alle banche italiane dalla poltrona di governatore di Bankitalia.

Comunque niente è semplice in questo momento. Nemmeno per la Bce in cui si è inasprito il dibattito sull’opportunità di mantenere ancora in piedigli interventi non convenzionali messi in campo. Tra questi c’è l’acquisto dei titoli di Stato dei paesi in difficoltà, concentrati dall’agosto sui Btp italiani. Draghi ha ripetuto che «gli acquisti di bond non sono

IL CARTOON

Borse in recupero, Milano +1,37% in calo lo spread tra Btp e Bund
ROMA K Borse europee in recupero e generale raffreddamento sul mercato dei titoli di Stato, con spread dei titoli italiani e spagnoli in calo. Il differenziale tra il Btp italiano a dieci anni e il Bund tedesco è ripiegato a 462 punti, con un rendimento che si collocato al 6,57%. In mattinata però lo spread si era impennato fino a 496 punti, ad un soffio dalla soglia dei 500 punti che in realtà non è mai stata superata, nonostante quello che dicevano le piattaforme di calcolo degli spread. La ragione sta nel fatto che il Tesoro ha sostituito per il confronto con il Bund il Btp decennale con scadenza nel 2011, con quello che scadenel 2012. Non è statafatta la stessa operazione con il titolo tedesco e quindi venivano confronti due bond non analoghi. A un certo punto è parso che lo spread fosse balzato a 530 punti, ma non era così. Nelle ore successive lo sfalsamento è stato corretto, e tutto è tornato a posto. Ieri Madrid ha venduto all’asta 6 miliardi di Bonos, ben di più dell’obiettivo di 3,5 miliardi che si era data, ad un tasso solo lievemente superiore a quello di un mese fa, il 5,5% contro il 5,4%. E’ un segnale positivo che ha avuto effetti distensivi anche sul mercato secondario dove lo spread tra Bonos e Bund è sceso a 348 punti. Tutte le Borse europee hanno recuperato un po’ di tono. Piazza Affari, sostenuta anche dal buon esito dell’asta spagnola, ha chiuso con un guadagno dell’1,37%. Francoforte ha segnato +0,93%, Parigi lo 0,76 e Londra lo 0,63%.
R. La.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

né eterni né infiniti». E che la rispostaalle tensioni dei mercati «deve venire in primo luogo dai governi nazionali», con il risanamento dei conti e l’avvio delle riforme strutturali «che sono state rinviate per troppo tempo». E di misure per la crescita e l’occupazione si occuperà il prossimo vertice dei capi di Stato e di governo. Il presidente del Consiglio Ue Herman Van Rompuy ha annunciato che tra fine gennaio e inizio di febbraio si terrà un nuovo summit. Sarà a 27 paesi, quindi anche con la Gran Bretagna, nonostante il no britannico alle regole fiscali comuni decise all’ultimo consiglio. «Discuteremo di competitività e occupazione- ha detto Rompuy-. In tempi di stagnazione o quasi recessione è importante avere questi temi in agenda e non parlare solo di fiscal compact».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

MERKEL FINISCE SU SOUTH PARK
La cancelliera tedesca Angela Merkel finisce sul dissacrante cartone animato americano South Park. E’ lei la protagonista di una nuova serie insieme al presidente federale tedesco Christian Wulff

Mercedes-Benz è un marchio Daimler.

Una squadra vincente

Il mio Service
Assistenza Mercedes-Benz. Professionalità al tuo servizio.

www.mercedes-benz.it/originalservice

Scopri la nuova app iPhone My Mercedes-Benz. Il modo più semplice per rimanere in contatto. Sempre e ovunque.

-TRX IL:15/12/11

23.11-NOTE:RIBATTUTA

-MSGR - 20 CITTA - 14 - 16/12/11-N:

14

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.16-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 15 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

LA POLITICA

LE QUESTIONI APERTE

PRIMO 15 PIANO 15

15

GIUSTIZIA Il piano del Guardasigilli Severino oggi in Consiglio dei ministri

Carceri, a 18 mesi dal fine pena i detenuti avranno i domiciliari
Monti al Quirinale per spiegare le misure contro l’emergenza
di MASSIMO MARTINELLI

ROMA - La corsa contro il tempo di Paola Severino si è conclusa ieri sera, quando il premier Mario Monti è salito al Quirinale per illustrare la prima parte di riforme immediatamente operative del suo Governo. Era stato lo stesso presidente Napolitano, in un recente passato, a sottolineare come il sistema carcerario appaia «troppo spesso distante dal dettato costituzionale sulla funzione rieducativa della pena e sul rispetto dei diritti e della dignitàdelle persone». E già stamane il Consiglio dei ministri licenzierà un primo pacchetto di norme per affrontare le emergenze più gravi del disastrato pianeta giustizia. Il Guardasigilli lo aveva promesso all’indomani del suo insediamento: «Cercherò di intervenire entro l’an-

Giro di vite anche sugli arresti con liberazione immediata

La situazione
67.428
capienza regolamentare

Dati del Dap sulle carceri Le “porte girevoli”

20.000 32.000

Persone arrestate e che rimangono in carcere solo 3 giorni (media annua) Persone che ogni anno entrano in carcere per la prima volta Detenuti nelle carceri di Milano e Brescia che restano in prigione meno di una settimana
Il ministro della Giustizia, Paola Severino (a sinistra) presenterà il suo progetto al Consiglio dei ministri di oggi

45.817

37.213 28.564

50%
1.572
Detenuti Condanna in carcere definitiva
Dati al 31/10/2011

Lo svuotacarceri allargato Portato da dodici a diciotto mesi il periodo di “fine pena” che un detenuto può trascorrere ai domiciliari

In attesa di giudizio

Internati

3.300 602
Tentati suicidi

LE EMERGENZE - Dall’1 gennaio 2011

Detenuti che potrebbero trascorrere gli ultimi diciotto mesi di pena ai domiciliari Risparmio giornaliero stimato dell’operazione

38
Suicidi
Dati al 31/7/2011

1.855 380.000
Infortuni euro

ANSA-CENTIMETRI

no sulle carceri e sul processo civile». Ed ecco le linee guida del piano, che vedrà la luce in parte nella forma del decreto legge e in parte con disegno di legge. Le porte girevoli. È il paradosso del portone del penitenziario, che si chiude e si riapre nel giro di trentasei ore per almeno ventimila detenuti all’anno. Molti di loro non sono mai stati arrestati, se è vero che

ben 32 mila delle persone che ogni anno entrano in una cella, sono alla prima esperienza. Eppure questo entra ed esci scombussola gli uffici matricola, moltiplica inutilmente i costi, provocatraumi psicologici in persone che provengono da ambienti lontanissimi da quelli carcerari. Il progetto è quello di definire con undecreto legge questalimitazione temporanea della libertà personale solo per alcuni tipi

di reato. Fine pena ai domiciliari. Lo avevano chiamato «svuotacarceri», e prevedeva che i detenuti per reati non particolarmente gravi potessero trascorrere ai domiciliari gli ultimi dodici mesi di pena. Nello stesso decreto legge sulle cosiddette «porte girevoli», il Guardasigilli intende inserire un prolungamento a diciotto mesi del periodo di «fine pena» da scontare ai domicilia-

ri.In questo modo, hannocalcolato i tecnici di via Arenula, le casse dell’amministrazione penitenziarie potrebbero risparmiare fino a 380mila euro al giorno, grazie all’uscita graduale di circa 3.300 detenuti già prossimi alla liberazione. Depenalizzazione. Non significa rendere legittimi alcuni comportamenti che prima erano considerati un reato: piuttosto,quelle stesse condotte saran-

no sanzionate in maniera severa con provvedimenti amministrativi, ad esempio con multe salatissime, e alleggeriranno i ruoli dei tribunali penali e - in molti casi - le carceri. La lista dei reati che potrebbe essere depenalizzata è già stata individuata durante i lavori (mai conclusi) delle commissioni di riforma del Codice penale che si sono avvicendate. Si va dall' inosservanza di provvedimenti dell'autorità, agli atti contrari alla pubblica decenza; dalla falsa attribuzione di lavori altrui (come ad esempio laurearsi con la tesi scritta da altri), all’abuso della credulità popolare, fino alla vendita di giocattoli senza il marchio Ce e il disturbo del riposo delle persone con schiamazzi notturni. Per questo tipo di riforma, Paola Severinoadotterà invece la formula del disegno di legge, come anche per introdurre la cosiddetta «messa inprova». Si tratta della possibilità che potrà essere data all’imputato incensurato di chiedere al giudice di sospendere il processonei suoi confronti per essere destinato a svolgere lavori di pubblica utilità per un periodo equivalente alla pena prevista per il reato che gli viene conte-

stato. Se l’esperimento andrà a buon fine, il reato si potrà considerare estinto e l’imputato sarà riabilitato. Il tettodi pena massimo per il quale potrebbe essere consentita questa possibilità potrebbe essere di tre o quattro anni. Processo civile più veloce. La ricetta sarà la conciliazione. Paola Severino ha già ricordato che «esiste una direttiva comunitaria che la prevede» e che «si tratta di trovare il giusto equilibrio per attuarla senza andare oltre ciò che nella tradizione italiana può essere condiviso». L’obbiettivo è quello di ripulire le cancellerie dei Tribunali civili da procedimenti pretestuosi, temerari, talvolta addirittura senza senso. Anche in questo caso, le nuove norme saranno introdotte con disegno di legge. E conterranno alcuni correttivi per rendere più veloce il rito civile ordinario.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

-TRX IL:15/12/11

23.02-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 16 - 16/12/11-N:

16

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.17-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 17 - 16/12/11-N:RIBATTUTA

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

LA POLITICA

LE QUESTIONI APERTE

PRIMO 17 PIANO 17

17

L’INFORMAZIONE Il direttore del tg ritira le dimissioni. I suoi giornalisti: piena fiducia

La7, Mentana ci ripensa: resto E attacca ancora il sindacato
Fnsi polemica: non partecipiamo a questo teatrino
di ALBERTO GUARNIERI

ROMA - Sono durate meno di ventiquattro ore le dimissioni di Enrico Mentana. La7, e la proprietaria Ti Media il cui titolo mercoledì era bruscamente calato in Borsa, possono tirare un sospiro di sollievo. Pace fatta tra il direttore del telegiornale e la sua redazione. Resta ancora qualcosa da chiarireconl’Associazione stampa romana, ma la denuncia nei confronti di Mentana, reo di non aver letto nel suo tg un comunicato sindacale, sembra ormai archiviata. Il direttore, dopo aver ricevuto una lettera di fiducia firmata uno per uno dai giornalisti dell’intera redazione, ha comunicatogiàierimattina,attraverso Facebook («avanti senza piùombre»),la sua decisione di rimanere alla guida del tg di La7. E il titolo di Ti Media ha ripreso il 2 per cento. Alle otto di sera Mentana ha poi annunciato ai telespettatori (mercoledì sera, con la notizia dell’addio, quasi tre milioni con l’11,45 per cento di share) il ritiro delle dimissioni. «Devo spiegare perché sono ancora

Ascolti record per l’edizione dell’altra sera: 11,45% di share

qui» ha esordito. E non ha risparmiato una nuova stilettata alla Stampa romana. «Resto qui perché tutto si è chiarito coi miei giornalisti - ha detto - degli altri protagonisti di questa vicenda non parlo per non dare loro il cono di luce che meritano le cose serie». «Se Mentana accetta un chiarimento è evidente che noi siamo pronti a non dare seguito alla denuncia», aveva replicato nel pomeriggio Paolo Butturini, segretario della Stampa romana, a Mentana che chiedeva il ritiro della denuncia. «Ribadiamo - aveva aggiunto - che siamo in presenza di una violazione delle regole: Mentana non ha ricevuto per oltre un

anno il comitato di redazione e poi si è rifiutato di leggere il comunicato della Fnsi che per contrattoavrebbedovutoleggere, e questa è la goccia che ha fatto traboccare il vaso». Un vaso il cui contenuto è tornato ora sotto il livello di guardia. Grazie soprattutto ai giornalistidel tg.Ancheil comitato di redazione, di fatto ieri sconfessato dall’assemblea dei colleghi che rappresenta, a sua volta accoglie «con grande soddisfazione la decisione di Enrico Mentana di non dimettersi dalla direzione del tg, che sotto lasuaguidaharaggiunto risultati straordinari». Il cdr di La7 conclude una nota - auspica il ripristino di serene relazioni

Video in aula, scoppia il caso Barbato
ROMA - I questori della Camera, su invito della presidenza, hanno avviato una istruttoria sul caso del deputato dell’Idv Franco Barbato, che ha registrato di nascosto delle immagini video all’interno di Montecitorio poi mandate in onda su La7. Lo ha spiegato in aula Gianfranco Fini, replicando a un intervento di Alessandra Mussolini che, poco prima, era arrivata a chiedere le dimissioni dello stesso presidente della Camera. «Filmare e registrare in aula è vietato, per questo la presidenza ha invitato il collegio dei questori a svolgere una istruttoria onde consentire alla stessa presidenza di porre, se la questione verrà confermata, all’Ufficio di presidenza il problema in ragione di una palese e dichiarata violazione del nostro regolamento interno», ha detto Fini. Alessandra Mussolini era tornata a chiedere le dimissioni di Fini accusandolo di non essere intervenuto per sanzionare Barbato: «Lei sta facendo campagna elettorale a nostre spese», ha protestato, lasciandosi scappare - a microfono ancora aperto - un vaffa... diretto alla terza carica dello Stato.

sindacali». Resta però qualche polemica. «Per quanto mi risulta, non ci sono denunce, che pure sul piano del diritto del lavoro sarebbero plausibili e fondate. La Fnsi non si presta a speculazioni di sorta e dice basta al teatrino». Così il segretario della Fnsi, Franco Siddi. E il consigliere di amministrazione della Rai Giorgio Van Straten insinua il dubbio che «queste strane dimissioni di Mentana siano servite a riportare gli ascolti del suo tg sopra il 10%». Intanto, mentre il direttore di La7 Paolo Ruffini prosegue il suo piano di potenziamento strappando proprio alla Rai la conduttrice Camila Raznovich (avrà una striscia il pomeriggio), la tv pubblica annuncia il pareggio di bilancio per l’anno che va a concludersi e un passivo di 16 milioni per 2012. Un dato molto positivo visto che negli anni pari ci sono da pagare quasi 150 milioni di euro di diritti sportivi. Sui bilanci il Cda torna a compattarsi: otto i voti favorevoli. Contrario solo Nino Rizzo Nervo, che non giudica realistica la previsione. I sindacati (in sciopero il 22 dicembre) si chiedono invece quali altri tagli dovranno sopportare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Enrico Mentana

Editoria, Anselmi nuovo presidente della Fieg
ROMA - Designato all’unanimità dal comitato di presidenza, da ieri il presidente dell’Ansa Giulio Anselmi è anche il nuovo presidente della Federazione italiana editori giornali (Fieg). Elettoperacclamazione. Anselmi succede a Carlo Malinconico, che si è dimesso il 29 novembre scorso dopo la nomina a sottoseGiulio Anselmi gretario alla Presidenza del Consiglio. Subito dopo la nomina, Anselmi ha ringraziato gli editori italiani per la fiducia ricordando l’operato di Giovanni Giovannini e Boris Biancheri, entrambi già presidenti della Fieg e dell’Ansa, ed elogiando il lavoro del suo predecessore. «Al centro della futura azione della Fieg - ha detto Anselmi - ci sono i temi della tutela del diritto d’autore,della distribuzione, della pubblicità, in una fase in cui la pesante crisi generale si somma alla crisi strutturale del settore». Il neo presidente ha sottolineato la centralità della carta stampata, che costituisce la miniera cui tutti attingono: «La sua forza è nella libertà e nella qualità», ha ricordato. «Libertà e pluralismo sono possibili solo con imprese editrici libere e sane che operino in un contesto di regole di mercato, mentre l’esplorazione di nuove strade, come la multimedialità, non può costituire una scorciatoia a scapito della qualità». Per Anselmi, «una informazione libera, economicamente sana, di buona qualità è ancora certo possibile. La strada da percorrere ha concluso - non è facile, ma, senza pessimismo, con l’impegno e la collaborazione di tutti la si può percorrere».
Al.Gu.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

-TRX IL:15/12/11

22.45-NOTE:RIBATTUTA

-MSGR - 20 CITTA - 18 - 16/12/11-N:

18
L’ANALISI
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
di CARLO FUSI

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

Lega da un lato e Idv dall’altro, ciascuno sul proprio versante, pungolano i partiti di riferimento K Pdl e Pd K con l’obiettivo di succhiarne voti, crogiolandosi nello specchio del tornaconto e delle rispettive convenienze, vere o presunte. Provocando riflessi condizionati altrettantonefasti, conseguenza di un corto circuito emulativo che fatica a trovare giustificazioni. Così il Pd, anche a causa di differenziazioni interne mai sopite, pur non mettendo in discussione l’ap-

Non cedere agli opposti estremismi
poggio all’esecutivo, ne punzecchia l’opera; mentre Silvio Berlusconi,più facile alle tracimazioni, mentre non trova di meglio che rivangare con sconcertante disinvoltura i più retrivi luoghi comuni su Mussolini, con un mano conferma il sostegno al governo e con l’altra impugna il piccone per smantellarne i provvedimenti: «Non è detto che duri», ha sentenziato. Ecco, appunto. Pdl e Pd sentono il fiato sul collo dei loro sempre più ex alleati e, bontà loro, cercano di adeguarsi. Solo il Terzo Polo pare allo stato deciso a non infilarsi in questa, a tratti surreale, corrida. Infatti, non un bello spettacolo. Monti è arrivato a palazzo Chigi sull’onda dell’incapacità della politica di trovare soluzioni a problemi drammatici. Non solo italiani è vero, ma che l’Italia non può permettersi di scaricare a nessun altro. È comprensibile che l’impopolarità non sia un cibo facile da digerire. Ma il compito delle forze politiche maggiori K e che hanno non foss’altro per questo un di più di doveri verso la collettività K non è quello di inseguire allettanti velleità elettoralistiche o le utilità di rocciose lobby bensì di dire la verità al Paese. Anche quelle più amare, soprattutto neipassaggi maggiormente scabrosi. Il tentativo di Montiè nato su questo presupposto e solo così può continuare ad operare. Deve fare il lavoro sporco, se c’è qualcuno a cui piace definirlo in questo modo; ma non può dispiegare le energie di cui dispone nei ghirigori degli egoismi incrociati. Al contrario, Pdl, Pd e Terzo Polo non possono sottrarsi all’impegno di offrire un endorsement convinto e per niente striminzito allo spirito di servizio con cui il Professore e i suoi ministri cercano di rispettare il mandato che gli è stato affidato da Giorgio Napolitano e che il Parlamento

ha confermato con numeri mai visti. Se Lega e Idv vogliono allontanarsi, li lascino alle loro scelte. Però accarezzare il pelo la mattina e poi la notte disfare i provvedimenti come avvenuto per le liberalizzazioni, non solo è ipocrita: è esiziale. Perchè la posta in palio è la salvezza dell’Italia. Non è uno slogan verniciato d’enfasi. È quello che Pdl e Pd hanno detto agli italiani quando hanno ufficializzato il via libera alla fiducia. Se non fanno mostra di crederci loro, come potranno mai crederci i cittadini sulle cui spalle grava per intero il peso dei sacrifici?
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le lettere, firmate con nome, cognome e città, possono essere inviate a: lettere@ilmessaggero.it “Lettere al Messaggero”, via del Tritone 152, 00187 Roma Fax numero 06/4720399

Il parlamento padano
In una riunione leghista nel cosiddetto parlamento padanosonostate fattedichiarazioni esplicite sulla secessione e questo mi risulta sia un reato contro le istituzioni dello Stato.Fuori dei cancelli del cosiddetto parlamento ho visto stazionare i nostri carabinieri, intenti a proteggere i partecipanti e questo mi sembra assurdo. Uno Stato legittimo che permette a suoi deputati, tra l’altro stipendiati dai cittadini italiani, di fare opera di secessione e proporre addirittura un referendum abrogativo della struttura dello Stato unitario. Non dovevano esistere ostacoli alla proibizione di tale assemblea con l’arresto immediato degli oratori per flagrante reato. Ma qui si permette tutto e si continua a permettere la pagliacciata delle camicie verdi che sembrano un costume da carnevale ma che nascondono altre manovre e ricordi di altre camicie del passato, anche se di altro colore.
Franco Saccone Roma

gi dall’essere dei fannulloni, erano fin da ragazzi più bravi e più impegnati di molti loro coetanei.Si dice chele pensioni sono basse. E molti stipendi pubblici sono forse più alti? Si sa che un insegnante (magari con tanti titoli di studio e concorsi superati) viene retribuito con 1200-1300 euro mensili? E si sa che per avere uno scatto, cioè un minimo aumento, deve attendere ben sette anni?
Rita Santini Fermo

Le ragioni della tassa sui cani
Premetto che per trent’anni ho avuto cani, gatti, criceti e pesci rossi allevandoli con amorevole cura pur non avendomaiparagonato questi amici ai miei figli come fanno alcuni. Paragonare i cani ai figli dimostra quanto queste persone hanno perso il senso delle proporzioni. Ora mi sembrerebbe più che normale che ci sia una tassa a carico di questi amici da dare in parte a un ente privato che si prenda cura dei canili, togliendo questo balzello al Comune, e in parte all’Ama per un maggior intervento sui troppo sporchi marciapiedi.
Paolo Peppoloni Roma

LA VIGNETTA DI MARASSI
di MAURIZIO COSTANZO

N PENSIERO a Tommasino, gatto milionario per volere della sua padrona morta di recente, a 94 anni. Chi si occupava della sua padrona si occuperà di Tommasino. Tempo fa, un cane ereditò una bella cifra. I cani e i gatti non fanno altro che essere, verso chi li ospita, affettuosi e leali. Per questo molti preferiscono fare un testamento in loro favore e non in favore di parenti più stretti. Per il bene di Tommasino e di altri ereditieri, mi auguro che gli umani generosi non abbiano parenti risentiti con gli animali.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

U

I sacrifici sono inevitabili
Il governo ci ha fornito come regalo di Natale una serie di provvedimenti ai quali non possiamoche aderire. Il governo attuale è di natura tecnica e si presenta almeno con personalità valide e molto professionali rispetto a quello politico composto da eletti (incompetenti) e nominati (arroganti). La manovra rappresenta il redde rationem a cui ci ha portato il precedente governo, complice quella stessa Lega che dall’opposizione tuona la sua contrarietà unicamente per distinguersi dinanzi al suo popolo. Siamo seri: il governo Monti rappresenta l’ultima spiaggia, anche se ci farà soffrire.

L’INTERVENTO
di GIAMPIERO MASSOLO*

ROPRIO mentre gli Stati sovrani sembrano crescentemente impotenti di fronte ai mercati e, sul fronte della sicurezza, alle minacce di attori non statali, si assiste a una rinascita e rivalutazione dell’interesse nazionale. È quanto vediamo con gli attori globali emergenti, dall’India alla Cina, al Brasile al Sudafrica, che si muovono sullo scacchiere regionale e mondiale secondo un’attenta considerazione degli interessi nazionali. È quanto vediamo anche all’interno dell’Unione europea dove la crisi dell’Eurozona ha riportato alla ribalta l’interesse nazionale quale principale molla dell’azione degli Stati. Non vi è motivo di essere timidi nel parlare e nel perseguire, anche nel caso dell’Italia, il nostro interesse nazionale. Una nazione come la nostra, giovane per storia unitaria sebbene antichissima per

P

La Farnesina e l’interesse nazionale
radici culturali, deve dedicare speciale attenzione alla definizione dei suoi interessi. Non certo perindulgere ai paventati rischi di «rinazionalizzazione» delle politiche estere dei Paesimembri dell’Unione Europea: ma per dare più spazio, nel dibattito pubblico-parlamentare, all’identificazione dei nostri interessi fondamentali, per meglio farli valere all’estero, interagendo efficacemente con gli interessi altrui, nelle sedi europee e internazionali. Un’Europa unita e stabile, un rapporto transatlantico più equilibrato e maturo e un sistema delle Nazioni Unite in grado di conciliare il consenso multilaterale con l’efficacia della sua azione: questi sono i «contesti» in cui si radicano i nostri legittimi interessi e valori, e le nostre responsabilità internazionali per la sicurezza globale, la soluzione delle crisi regionali, la creazione di opportunità economiche, la protezione dei diritti umani, lapromozione delle nostre battaglie contro la pena di morte, per la dignità della condizione femminile, per il dialogo e la libertà religiosa. Ed è soprattutto in questi contesti che dobbiamo continuare ad avere un ruolo attivo e forte. Avendo bene a mente, al loro interno, i nostri particolari interessi geopolitici ed economici nel cosiddetto «vicinato», in particolare i Balcani e il Mediterraneo. Per il ministero degli Esteri,naturalmente, questo è «pane quotidiano», è l’essenza del nostro lavoro, come dell’impegno delle nostre sedi nel mondo, cheproprio all’Italia in quanto Stato nazionale fannoriferimento, pur rispondendo al governo di volta in volta in carica. La coerenza delle scelte e il mantenimento degli impegni assunti sono all’apice di questa nostra consapevolezza istituzionale. La Farnesina K ed è questo oggetto di discussione alla Conferenza degli ambasciatori italiani nel mondo in corso in questi giorni K da parte sua, concorre a tenere costantemente aggiornata l’interpretazione degli interessi del Paese, come reso necessario dalla fluiditàdegli scenari. Taliinteressi, tuttavia, per tradursi in coerenti ed efficaci approcci operativi in un mondo sempre più complesso, richiedono di essere ben ponderati, selezionando le priorità su cui aggregare il consenso nazionale: dalla sicurezza, di cui siamo «erogatori» per poterne esserebeneficiari K anche nella sua vitale dimensione energetica K all’internazionalizzazione delle nostre imprese, dalla proiezione del «soft power»culturaleitaliano e della ricca varietà dei nostri territori alla valorizzazione dell’italianità nel mondo, alla partecipazione alla governance economica mondiale. Il ministero degli Esteri è pronto a partecipare a quello che, personalmente, auspico diventi un dibattito di maggiorspessore, per mettere sempre meglio a fuoco la nuova articolazione dell’interesse na-

zionale italiano nel XXI secolo, per saper «stare al mondo». Nel fare ciò, dobbiamo muovere da almeno tre ordini di considerazioni. Innanzitutto, fare politica estera è nel nostro interesse nazionale, perché ci aiuta a rafforzare la nostra sicurezza e a consolidare la nostra prosperità. In secondo luogo, le lentezze della transizione verso la formazione di istituzioni internazionali ed europee forti impone a tutti gli Stati di supplire K molto rapidamente, per l’Italia K con istituzioni nazionali sempre più efficienti e con Sistemi Paese coesi. Infine, non è più possibile, nella definizione delle decisioni di bilancio nazionali, prescindere dal dedicare alla politica estera un adeguato investimento di risorse, pena la delega ad altri della cura dei nostri stessi interessi. *Ambasciatore, segretario generale del ministero degli Esteri
© RIPRODUZIONE RISERVATA

La cittadinanza per i nati in Italia

In difesa dei docenti

In questi tempi si parla tanto della cittadinanza ai ragazzi nati in Italia da genitori stranieri e si chiede una legge che possa mettere fine a questa situazione, per cui tanti ragazzi, nati e cresciuti in Italia, devono aspettare i 18 anni per poter accedere alla cittadinanza italiana. Io ricordo che quando andavo a scuola, negli anni ‘50, il mio professore Ernesto Calluori diDiritto civile mi ha insegnaRoma to che la cittadinanza italiana si può acquistare in più modi e precisamente: 1) Jure sanguinis; 2) Jure loci; 3) Beneficio di legge; 4) Jure matrimoni; 5) Naturalizzazione. Per Tutti parlano delle pensioni, quanto riguarda lo Jure loci, il mentre nessuna voce si leva a testo di diritto civile edizione difesa dei dipendenti pubbli- 1954, autore Domenico Traci i quali hanno i contratti (e montana, così scriveva a pag. l’adeguamento all’inflazio- 67: «2 Jure loci – Si applica ne) realmente bloccati da an- quando l’individuo sia nato ni e per gli anni a venire, fino in Italia da ignoti o da genitori che non hanno la cittadinana tutto il 2014. È passato il za italiana, né quella di alcupregiudizio che tutti i dipen- no Stato». Quindi la legge già denti pubblici sono dei «fan- esiste, se non abolita, oppure nulloni»? Eppure molti di es- si trovano dei cavilli per lasi, per ottenere quel lavoro, sciare questi ragazzi nell’inhanno compiuto studi serissi- certezza sul loro futuro. mi e hanno superato concorAndrea Muscari si molto severi: dunque, lunReggio Calabria

7 Conoscere il valore delle cose è difficile perché non le guardiamo mai con lo stesso occhio, non le sentiamo mai con lo stesso cuore, non le giudichiamo mai con lo stesso metro. 7 Il riso è un sorriso senza scrupoli. 7 In fondo, il solo entusiasmo è quello per noi stessi. 7 Avendo fatto l'uomo con le orecchie, Dio pensò bene di dargli la parola. 7 Inutile dire una bugia se non siha la certezzadi essere creduti. 7 Chi dice: «Non mi importa se mia moglie mi tradisce» o ama un'altra donna o non dubita della fedeltà della propria. 7 La verità si dice, la bugia si racconta. Il che richiede molta più fantasia. 7 Che sarebbe la vita senza l'amore? Tanta noia e molta pace. 7 Se la giustizia non può essere al di sopra delle parti, non sia almeno al di sotto dei parti-

ti. 7 Più che di fame o d'indigestione, i miei amori sono morti di cattiva digestione. 7 Di un'altra donna, una donna preferisce essere complice che amica. Ma, soprattutto, rivale. 7 Nessuna donna, più di quella che ci sta, avrà la nostra riconoscenza. 7 I giudici che meno sbagliano sono quelli che più riconoscono i loro errori. 7 Ci sono donne che capiamo solodopo averle amate e sedotte. Altre che comprendiamo solo prima. 7 Chi non sa cos'è la paura della morte non conosce la paura. 7 Gli innamorati si fanno tanti giuramenti perché, in fondo, non si fidano di quello che si dicono. 7 Non ci può essere moralità senza sentimento. E ciò perché la morale emana da Dio. E Dio si sente, non si capisce. La fede non esclude, ma supera la

Più aforismi, meno tasse
ragione. 7 La fortuna è un attimo di distrazione del destino. 7 Le donne sono tutte uguali. È l'uomo che le vede con occhi diversi. 7 Uscì di casa per entrare nella leggenda. 7 Non si soffre in silenzio senza un po' compiacersene. 7 Mai farsi conoscere troppo da chi si ammira. 7 Il sesso non vuole pensieri. E quanti ne risolve. 7 Riesco a credereciecamente in un uomo e, dopoun'ora, adiffidare totalmente di lui. 7 Più che noi stessi, amiamo l'opinione che di noi stessi abbiamo. 7 La cosa che la donna ci dà con meno felicità è la sola che nessuno potrebbe toglierle. 7 Per trovare Dio bisogna smarrirsi. 7 Una donna innamorata e non corrisposta che si ostina a voler conquistare un uomo, è la peggiore nemica di se stessa. 7 L'infelicità dell'uomo è la conseguenzadella sua imperfezione. Per questo non potrà mai essere felice. 7 Vorrei essere una cassaforte e custodirvi la chiave per aprirla. 7 Ci sono giorni in cui dico un mucchio di sciocchezze;altri in cui dico solocoseintelligenti. Eppure, il mio cervello è sempre lo stesso. 7 Perprepararsi alla morte bisognerebbe

Compra bund

non temerla. 7 C'è chi dice di sì per coraggio; chi per paura. 7 Non credo sia possibile giudicare un imputato prescindendo dalla simpatia o dall'antipatia, anche fisica, che ispira. 7 L'orgoglio ci serve anche a lenire le offese che non siamo in grado di vendicare. 7 Nessuna donna è più possessiva di quella infedele. E ciò perché teme che anche il suo uomo lo sia. 7 Gli sciocchi buoni sembrano sempre più sciocchi di quelli cattivi. 7 Il popolonon saràmai sovrano. Un po' perché non saprebbe esercitare il potere; un po' perché non ama assumersi responsabilità. 7 Possediamo chi ci ama, ma siamo posseduti da chi amiamo. 7 L'uomo: un pigro che non sa star fermo. 7 Più che ingannare il popolo, i legislatori vogliono sottomet-

terlo. 7 La fede è il salvagente che Dio getta all'uomo dopo averlo scaraventato nel vortice della vita. 7 Più che dell'amore, il matrimonio è la tomba di tutto ciò che lo ha reso possibile. 7 Per ottenere molto basta chiedere di più. Per ottenere tutto, basta chiedere troppo. 7 Che la giustizia in Italia non funziona, lo dicono soprattutto quelli che le impediscono di funzionare. 7 La morte improvvisa ha questo di brutto: t'impedisce di pronunciare frasi storiche. 7 Più che legittimo coniuge di un sostantivo, l'aggettivo dovrebbe esserne l'amante. 7 Se penso a quando ero bambino gli anni mi sembrano secoli. Ma vedendo crescere i bambini, mi sembrano minuti. 7 L'agonia di un uomo è per quest'uomo l'agonia di tutta l'umanità. atupertu@ilmessaggero.it

-TRX IL:15/12/11

23.03-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 19 - 16/12/11-N:

CRONACHE
fax: 06 4720676

L’ATTENTATO L’ordignocontenevapolverepirica.Maèdiversodaquellispeditidaglianarchici

Roma,ancorapauraaEquitalia paccobombaconstellaa5punte
Scopertodaundipendente,èstatoneutralizzatodagliartificieri
di NINO CIRILLO

ROMA - Un’altra busta con esplosivo contro Equitalia, appena sei giorni dopo quella esplosa in faccia al direttore generale Marco Cuccagna, negli uffici di via Millevoi, all’Ardeatino. Stavolta è arrivata in Lungotevere Flaminio 18, nella sede centrale dell’agenzia, e non è scoppiata solo per l’intuito di unattentoimpiegato. L’allarme è scattato poco dopo le 11. Il dipendente addetto allo smistamento della corrispondenza si è subito insospettito davanti al quel plicoconsegnato solo poche ore prima: «Ho sentitouna consistenza strana all’interno e ho visto uscire della polvere scura dalla busta». Gli artificieri della Questura di Roma hanno preso in consegna quella busta bianca con timbro postale «Fiumicino» -ben diversa, quindi, dai tre pacchi bomba, tre plichi gialli, annunciati daglianarchici della Fai e puntualmente arrivati in Germania, all’Ardeatino e all’ambasciata greca di Parigi- e sono riusciti a neutralizzarla senza neppure farla brillare. Il contenuto della busta bianca ha confermato agli uomini della Digos guidata da Lamberto Giannini la prima impressione avuta dagli artificieri: un ordigno confezionato in maniera molto meno sofisticata dei primi tre, con pochi grammi di polvere pirica (la stessa polvere sulla busta che aveva insospettito l’impiega-

2004

L’intervento degli artificieri per neutralizzare l’ordigno

I precedenti
1

Attentati rivendicati dalla Federazione anarchica informale

2005

2 3 4

MARZO 2004 GENOVA Comm. Polizia Sturla MAGGIO 2005 MODENA Cpt

5 3 2 4

Germania
9

2008

1 OTTOBRE 2005 PARMA Sede Ris OTTOBRE 2005 BOLOGNA Ufficio del sindaco Sergio Cofferati DICEMBRE 2009 MILANO Università Bocconi
DICEMBRE 2010 ROMA Ambasciate di Grecia, Cile e Svizzera MARZO 2011 LIVORNO Caserma Folgore

2006

7

FRANCOFORTE
La sede di Equitalia in Lungotevere Flaminio 18 dove è stato scoperto il pacco bomba

2007

L’INTERVISTA

6 8

La Digos: meno sofisticato di quello che ha ferito Marco Cuccagna

5

«Pagareletasseèundovere assurdocolpirel’esattore»
ROMA - «In nessun altro paese europeo potrebbe neanche lontanamente accadere quello che sta accadendo da noi con Equitalia, e cioè che qualcuno se la prenda con l’esattore. Semplicemente perché l’esattore è rispettato in sé». Giuseppe Roma, direttore generale del Censis, davanti all’ultimo plico esplosivo arrivato all’agenzia, non ha dubbi: «Bisogna ripristinare una cultura della responsabilità». Perché, in che Italia stiamo vivendo? «Restiamo il Paese di quelli che arrivano in ritardo, che chiedono la proroga, che pretendono il condono, che pensano che il mancato rispetto di una scadenza abbia sempre un dopo. Di quelli che non vedono lo stop, che passano con il rosso e poi pretendono anche di aver ragione». E come si può uscirne? «Bisogna rimuovere il colossale equivoco che si è creato: c’è gente che crede -e il caso di Equitalia è esemplare- che pagare le tasse corrisponda a un diritto leso. Certo, il momento economico è delicato, e può essere davvero umanamente difficile pagare un’imposta, ma il principio deve essere sempre e comunque rispettato». Giuseppe Roma Lei teme gesti emulativi a catena? «Francamente no, non vedo il pericolo di una contaminazione di massa. Temo gesti isolati, come può essere questo del Flaminio, gesti che non sono di rivolta e neppure di terrorismo, ma piuttosto dimostrazioni di impotenza rispetto a un Moloch che sta per schiacciarci». Che tipo di messaggio deve arrivare al cittadino? «Ecco, io penso che ci sia ancora un problema di comunicazione. La macchina delle tasse negli ultimi anni è molto migliorata, certe vecchie odiose situazioni non si creano più. Ma con il cittadino bisogna comunicare meglio, bisogna spiegargli esattamente cosa ci si fa con i suoi soldi, quali servizi si garantiranno. In America lo sanno bene, da loro la figura del tax payer, di colui che le tasse le paga davvero, è di assoluto rilievo. Non gli fanno mai mancare né assistenza, né spiegazioni».
N.C.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2010

2009

2011

6 7 8 9

DICEMBRE 2011 ROMA FRANCOFORTE Ordigno esplosivo Pacco bomba alla sede di Equitalia alla Deutsche Bank
ANSA-CENTIMETRI

to), di quella che si usa per i fuochi d’artificio, come per i fuochi d’artificio si usa anche la piccola miccia ritrovata. Poteva scoppiare, questo sì, questo hanno accertato gli artificieri, ma solo attraverso lo sfregamento dei fogli contenuti nella busta, provocando almassimo una grossafiammata. E quanto ai fogli, ce ne era uno con su disegnata una stella a cinque punte tipo brigate rosse, il che conferma quanto il plico sia atipico e comunque molto lontano dagli ambienti degli anarco-insurrezionalisti. Altri due elementi fanno

pensare a un gesto di natura ben diversa, impossibile da inquadrare nella campagna contro «banche, banchieri, zecche e sanguisughe» lanciata dalla Federazione anarchica informale: la busta bianca di LungotevereFlaminio non aveva nessun mittente sul retro e nessun nome di destinatario ma soltanto, laconicamente, «Ufficio risorse umane». Ma queste sono tutte considerazioni che se da un lato tranquillizzano -nessuna regia internazionali, nessuna sofisticata tecnica nella confezione degli ordigni- dall’altro fanno

aumentare la tensione e la paura, il timore, cioè, che un certo meccanismo emulativo possa produrre dopo questo altri plichi esplosivi. E la Questura di Roma, infatti, mantiene la guardia alta rafforzando la sorveglianza su enti, ambasciate, uffici europei, ma anche continuando a raccomandare estrema cautela davanti a un plico anche vagamente sospetto. Dopo aver espresso la sua solidarietà e il suo apprezzamento per Equitalia già dopo l’attentato a Marco Cuccagna, il presidente del consiglio MarioMonti è intervenuto di nuo-

Fiumicino, falso allarme per un ebreo ortodosso
ROMA- Falso allarme bomba ieri mattina, al terminal ferroviario dell’aeroporto romano di di Fiumicino, per un uomo che viaggiava su un treno in arrivo dalla capitale, che aveva una scatoletta legata sulla fronte da dove fuoriuscivano alcuni fili. Il capotreno del Leonardo Express ha fatto scattare l’allarme e ha avvertito la polizia ferroviaria della stazione dell’ aeroporto. Quando il treno è arrivato al Leonardo da Vinci c’erano schierati gli agenti della Polfer, e i poliziotti della Polaria con i cani antiesplosivi. Dopo aver fatto scendere tutti i passeggeri ed aver reso inaccessibile il binario, gli agenti hanno controllato l’uomo. Si trattava di un ebreo ortodosso in partenza per Tel Aviv, che stavarecitando la preghiera del mattino indossando i «teffilin» o «filatteri», particolari scatolette di pellemunite di lacciche contengono alcune pergamene che riportano brani della Torah. Una volta verificato che ciò che indossava serviva per un rito religioso, il giovane ha potuto proseguire il viaggio verso Israele.

vo ieri, appena ricevuta la notizia del ritrovamento del nuovo plico, per «ringraziare le forze dell’ordine per il loro tempestivo intervento» e per condannare«fermamente l’ennesimo atto criminale compiuto contro delle persone che compiono esclusivamente il loro dovere al servizio delle istituzioni e del paese». Queste persone sono i dipendenti Equitalia, che stanno vivendo giornate veramente difficili. Già subito dopo il pacco bomba di via Millevoi, il direttore centrale Angelo Coco pronunciò parole durissime: «Questo è il frutto di una campagna denigratoria portata avanti da pseudo giornalisti epseudopolitici». Ieriha parlato Giuseppe Ciliberto, che si occupa delle relazioni esterne dell’agenzia, per ammettere che «certo, la paura c’è, ma siamo convinti di lavorare bene».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

La prima e unica orchestra al mondo a suonare con strumenti giocattolo
D ir et t o r e a r t is ti c o Sandro Cappelletto

Fabrizio Cusani direttore
musica di Beethoven, Rossini, Brahms, Čajkovskij e della tradizione popolare
G I O C A R E D A G R A N D I

Domenica 18 dicembre ore 11

Teatro Olimpico
Piazza Gentile da Fabriano, 17 - Roma

Verrà donato ai bambini dell’Associazione La Rondine di Coreno Ausonio (FR) e ai reparti di Neuropsichiatria infantile, Pediatria, Pronto soccorso pediatrico del Policlinico Gemelli di Roma.

Porta un giocattolo!

LE SPECI A O Z P R EZ IA FAMIGLo* 20 eur
*

o per (bigliett ne) 4 perso

I biglietti possono essere acquistati anche con carta di credito per telefono al numero

Biglietti: I settore € 15 - II settore € 10 - III settore € 8. Ragazzi fino a 14 anni, 7 euro. Log-In Music Card, 10 euro

06 326 5991 e online su www.teatroolimpico.it

Info 06 320 1752 • www.filarmonicaromana.org

-TRX IL:15/12/11

23.07-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 20 - 16/12/11-N:

20
DAL

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

DICEMBRE 15 AL 31

LC

D

” 42

LETTORE USB
Fino al 31 dicembre 2011, fino ad esaurimento scorte e salvo errori e/o omissioni di stampa. Le foto sono puramente rappresentative. I prezzi dei nostri prodotti sono comprensivi degli Eco-contributi RAEE.

DISPLAY 15,6”

SINTONIZZATORE HD

42PFL3606 • TV LCD 42”

399
14 MPIXEL GRANDANGOLARE 26 MM

AS5750-2314G50MNKK • NOTEBOOK

399 199
WILDFIRE S • SMARTPHONE
Quadband. Display touchscreen 3,2”. Android con HTC Sense. Processore 600 MHz. Fotocamera 5 MPixel. Memoria interna 512 Mb, espandibile con MicroSD. Wi-Fi. GPS. Bluetooth 3.0. Bussola digitale.

Risoluzione 1920x1080. Contrasto dinamico 50.000:1. Luminosità 400 cd/mq. 00 cd/mq. d hiaro h hi o). 2 ingressi HDMI. Sintonizzatore digitale terrestre HD (canali in chiaro).

Proc Processore Intel® Core™ i3-2314M. RAM 4 Gb. Hard disk 500 Gb. Mas Masterizzatore DVD. WLAN. Display 15,6” LED. Windows 7 Home Premium.

14 MPixel. Zoom ottico 5x grandangolare, (equivalente 26-130 mm in formato 35 mm), f/3.2-6.5. Display LCD 2.7”. ISO fino a 3200. Filmati HD 720p. Corpo sottile: 18,4 mm. Batteria ricaricabile agli ioni di litio e caricabatteria in dotazione.

S3100 • FOTOCAMERA

99

Non perdere l’e-commerce di Saturn. Scoprilo su saturnonlineshop.it
Saturn è anche su

COMODO, FACILE, VELOCE.

e su tutti i dispositivi mobile scaricando gratuitamente l’applicazione iSaturn ne iSaturn.

-TRX IL:15/12/11

21.17-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 21 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

CRONACHE 21

21

IL CASO Dall’acquisto «a sua insaputa» alla teoria dell’omaggio personale

Scajola sulla casa al Colosseo «Era un regalo di Anemone»
La memoria dell’ex ministro: i reati sono tutti prescritti
di VALENTINA ERRANTE

ROMA - Una memoria difensiva in punta di diritto depositata l’ultimo giorno utile. Eccola la difesa dell’ex ministro Claudio Scajola, accusato di finanziamento illecito a parlamentare per quell’appartamento di viadel Fagutale pagato dall’imprenditore Diego Anemone: la casa è stato un regalo personale, così come la ristrutturazione. I soldi impiegati non sono usciti dalle casse delle società del reuccio degli appalti del G8, ma dai suoi conti privati. E i reati sono tutti prescritti. Perché i fatti si sono consumati nel 2004. Parola di Claudio Scajola. E se finora l’ex ministro allo Sviluppo economico aveva sostenuto in tv e sui giornali di avere ricevuto la casa al Colosseo «a sua insaputa», adesso, con la memoria punta sulla prescrizione. e dell’inconsapevolezza non c’è traccia. Arriva in extremis, la difesa di Scajola, l’ex ministro si è sempre sottratto alle domande dei pm, ma adesso, alla vigilia della citazione diretta a giudizio, perché laprocura è orientata a sollecitare il processo davanti al tribunale monocratico, l’avvocato Giorgio Perroni ha depositato il documento. Secondo il procuratore aggiunto Alberto Caperna e i pm Roberto Felici e Ilaria Calò, Anemone, «quale amministratore di fatto delle società Re-

L'appartamento dello scandalo
Primo piano senza balconi
Via

L’ex ministro Claudio Scajola

Via del Fagutale 2
de iF or i Im

ROMA

pe

ria

li

COLOSSEO

Grandi finestroni con vista sull'edificio di una scuola Numerosi quadri di autore sulle pareti Tappeti lussuosi Pavimenti in marmo Divano bianco ad angolo
Sala Camera Bagno Camera Bagno Camera

Veranda

Bagno

Cucina

Oltre 200 mq 9 vani

Locale ricavato da un piccolo chiostro

Corridoio

Ingresso

Colori chiari e luminosi, domina il bianco Separé con una porta scorrevole di vetro

Archetto che si apre lungo un corridoio

Cinque finestre che si affacciano sul Colosseo

Costo 1.700.000 euro
ANSA-CENTIMETRI

dim 2002 srl, Amp srl, Medea Progetti e Consulenze srl, Tecnolocos srl e Impresa Costruzioni srl, corrispondeva a Scajola, membro della Camera dei deputati, un contributo/ finanziamento, attraverso l’erogazione dapprima di un milione e 100mila euro per l’acquisto dell’immobile di via del Fagutale 2 (rogito del 6 luglio 2004), quindi dell’ulteriore somma di 100mila euro mediante la messa a disposizione

di servizi consistiti nella ristrutturazione dell’appartamento (lavori effettuati o retribuiti fino al maggio 2006), senza che fosse intervenuta la deliberazione degli organi societariesenza che i contributimedesimi venissero regolarmente iscritti nei bilanci delle società». Il reato, secondo la valutazionedei magistrati, documenti alla mano, risulterebbe compiuto fino al 30 aprile 2007, termine previstoper l’approva-

zione dei bilanci relativi all’esercizio 2006 delle società. L’avvocato sostiene invece che quel denaro non provenisse dalle aziende ma dai conti privati dell’imprenditore, quindi i reati sarebbero già prescritti. Sia Scajola che Anemone, durante le indagini non hanno voluto sottoporsi a interrogatorio: ma mercoledì, in coincidenza con il quarantesimo e ultimo giorno per il deposito

di carte e documenti, dopo la notifica dell’avviso di fine indagine, il legale ha consegnato la memoria per spiegare perché un processo non avrebbe ragion d’essere. Ma la ricostruzione non convince la procura e nei prossimi giorni dovrebbe già partire la citazione diretta. A supportare l’impianto accusatorio, e gli accertamenti del nucleo valutario della Finanza e del Ros, oltre alle tracce del denaro, sono state le testimonianze rese dalle sorelle Beatrice e Barbara Papa, proprietarie dell’immobile venduto al deputato del Pdl, e le parole dell’architetto Angelo Zampolini, il prestanome di Anemone che a Perugia ha patteggiato una condanna a undici mesi per favoreggiamento. Il dubbio dei magistrati è sempre stato quello di attribuire un riferimento temporale al reato contestato: se si individuasse la data del rogito (luglio 2004), il reato sarebbe già prescritto. Sesi contesta invece l’esecuzione dei lavori (maggio 2006) o il termine per l’approvazione dei bilanci delle società (30 aprile 2007) la prescrizione arriverà nel 2013 o nel 2014.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Csm,Millerchiede Capaldo,ilpranzo ditornare conTremonti afareilmagistrato versol’archiviazione
ROMA - Tornare a fare il magistratoalla procura generale presso la Corte di Appello come sostituto Pg. È la richiesta che l'ormai ex capo degli Ispettori del ministero della Giustizia Arcibaldo Miller ha rivolto al Csm. E ha già ottenuto un primo via libera: il sì scontato della Terza Commissione, visto che spiegano a Palazzo dei marescialli - si trattava di un atto dovuto. Tre giorni fa la decisione di lasciare dopo un incontro con il ministro della Giustizia Paola Severino. E ieri la decisione di abbandonare anche l'Associazione nazionale magistrati. La comunicazione è arrivata con una lettera al presidente Palamarae al Collegio dei probiviri. «Rivendico di avere sempreagito con imparzialità e indipendenza» - ha scritto - e dunque «con rammarico ho maturato la decisione di dimettermi dalla Anm. Avverto la forte esigenza di porre fine, per lo meno per quanto da me può dipendere, ad una situazione che immotivatamente si trascina da troppo tempo evitando in tal modo nuove strumentalizzazioni e campagne mediatiche». Questo determinerà la chiusura del procedimento disciplinare che gli era stato aperto dal «sindacato delle toghe».

ROMA - Sembra destinato all’archiviazione al Csm il fascicolo sul procuratore reggente di Roma Giancarlo Capaldo. Un procedimento aperto per quel pranzo del dicembre 2010, al quale il magistrato incontrò l'ex ministro Giulio Tremonti e il suo stretto collaboratore Marco Milanese, già indagato a Napoli e poco dopo sotto inchiesta a Roma. Ieri Capaldo si è presentato davanti alla Prima Commissione del Csm e in pocopiù diun'ora avrebbe dissipato i dubbi dei consiglieri sui suoi rapporti con Milanese. Così mercoledì prossimo potrebbe essere formalizzata la proposta di archiviazione. Capaldo ha spiegato che era stato proprio Tremonti a volerlo incontrare: ci teneva a conoscerlo e sarebbe stato disponibile per un appuntamento nel suo ufficio in procura, o a riceverlo al Ministero dell’Economia. Soluzioni giudicate inopportune dal magistrato, che aveva invece preferito accettare la proposta dell’avvocato Luigi Fischetti di organizzare un pranzo a casa sua. Il procuratore ha detto di non avere discusso di nulla che avesse a che fare con le indagini né con Tremonti né con Milanese, che aveva conosciuto in quell’occasione.

L’OPERAZIONE

MAFIA

Falsi medici e dentisti i carabinieri del Nas ne hanno stanati 2.800
ROMA - Prosegue senza sosta la lotta ai finti medici, ai falsi dentisti e a tutti gli abusivi delle professioni sanitarie. Negli ultimi due anni i Nas hanno stanato e segnalato all’autorità giudiziaria oltre 2.800 persone. Di queste, 41 sono finite in manette. È quanto emerge dall’analisi sull’abusivismo tra le professioni sanitarie elaborata dal Nas. Le tabelle del Nucleo anti-sofisticazione deiCarabinieri prendono in esame le operazioni condotte dai militari dal primo gennaio 2010 al 30 novembre 2011. I numeri - se da un lato fanno emergere l’enorme mole di lavoro svoltadalNas -confermano i ripetuti allarmi lanciati dagli Ordini professionali e dalle associazioni di categoria sul fenomeno dell’abusivismo in Sanità. In Italia, anche se èdifficile avere dati precisi, si contano infatti migliaia di finti professioniUn blitz dei Nas sti della salute (medici, psicologi, veterinari, dentisti, dietologi, fisioterapisti, infermieri, farmacisti). Falsi professionisti che si ritrovano però a curare pazienti veri. Analizzando nel dettaglio le varie professioni, si scopre che gli abusivi si concentrano soprattutto tra i dentisti e gli infermieri. Nel corso dei 434 controlli effettuati dai Nas per scovare falsi odontoiatri, i militari hanno segnalato (in ambito penale) ben 672 persone all’autorità giudiziaria e eseguito un arresto. Hanno inoltre sequestrato beni per una valore di oltre 75 milioni di euro. Il Nas ha anche scoperto un giro di malaffare milionario ai danni del Servizio sanitario nazionale. In meno di due anni il valore dei raggiri ha superato il miliardo di euro.

Ciancimino, perquisita casa Jannuzzi in cerca del «papello»
ROMA - E’ stata perquisita ieri mattina su ordine della procura di Caltanissetta, l’abitazione romana del giornalista ed ex senatore di Forza Italia Lino Jannuzzi. Il provvedimento è stato disposto nell'ambito dell'inchiesta su Massimo Ciancimino, figlio dell'ex sindaco mafioso di Palermo Vito, e sulla cosiddetta «trattativa» tra lo Stato e Cosa Nostra. In particolare gli investigatori avrebbero cercato il cosidetto «papello», l'elenco delle richieste che - attraverso don Vito Ciancimino, sindaco di Palermo - i corleonesi avrebbero avanzato per interrompere la stagione della stragi. Stando a quanto si apprende dalla procura di Caltanissetta, durante la perquisizionedell’abitazione gliinvestigatori della Dia avrebbero effettivamente rintracciatoalcunidocumenti ritenuti «interessanti». Prima della sua morte Ciancimino senior avrebbe avuto rapporti di fre- Lino Jannuzzi quentazione con Jannuzzi (che al momento non risulta indagato), in occasione delle inchieste sulla mafia condotte dal giornalista. E di questi rapporti ha parlato nei suoi interrogatori il figlio di Vito, Massimo Ciancimino, che da tempo collabora con le procure siciliane. Il mandato di perquisizione, firmato dal procuratore Lari e dagli aggiunti Amedeo Bertone e Domenico Gozzo, specifica che il rapporto tra Ciancimino e Jannuzzi «sarebbe proseguito anche nel periodo della redazione del cosidetto Papello, nonché di un suo incontro con Jannuzzi a Parigi, pochi giorni prima della consegna all’autorità giudiziaria del documento denominato». Dunque, la perquisizione, serve ad accertare «se vi siano state responsabilità di soggetti esterni a Cosa nostra nella cosiddetta strage di via D’Amelio».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

-TRX IL:15/12/11

22.19-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 22 - 16/12/11-N:

22
www.binacci.it

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

BUON BINACCI E FELICE SCONTO A TUTTI.

Caro Binacci, quest’anno vorrei per me tanti regali originali e creativi. Accanto al design delle grandi marche del Made in Italy vorrei avere un competente arredatore, un allettante sconto, una comoda soluzione di pagamento ed un servizio post-vendite impeccabile. Grazie di cuore. Buon Binacci.

Via Tiburtina 440 Via C. Colombo 440/F

CENTROCUCINE Via Anagnina 147

-TRX IL:15/12/11

21.17-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 23 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

CRONACHE 23

23

LA SENTENZA

Il dissesto di 40 milioni della società vicina a Berlusconi

CracHdc,setteanniaCrespi assoluzioneperConfalonieri
Ilsondaggistacondannato:«Difenderòlamiabuonafede»
di CLAUDIA GUASCO

MILANO K E’ stato il sondaggista di Silvio Berlusconi e per lui nel 2001 inventò il celebre contratto con gli italiani. Da circa sei mesi si occupa di un altro personaggio politico: è lo spin doctor del sindaco di Roma Gianni Alemanno, il consulente e collaboratore personale del primo cittadino in materia di immagine e comunicazione. Nel frattempo Hdc, il gruppo da luifondato,è fallito nel 2004 con unbuco da 40 milioni di euro. Ieri i giudici della seconda sezione penale del tribunale di Milano hanno condannato Luigi Crespi a sette anni di reclusione per bancarotta, con pena condonata di tre anni e interdizione perpetua dai pubblici uffici, nell’ambito del processo sul crac

La vicenda Hdc

Dal boom alla sentenza di primo grado

L’ex sondaggista Luigi Crespi

2000
L’agenzia Datamedia, fondata da Luigi Crespi, nota come “Auditel delle tv locali”, si trasferisce in una nuova sede in centro a Milano e promuove la campagna elettorale di Forza Italia

2001
Datamedia e altre agenzie, come la Cirm, sono acquisite da Holding della comunicazione (ricavi: 50 mln euro) I SOCI Famiglia Crespi Società 51% rilevate 38% Efibanca (Bpl) 11%

2002
Forte di contratti con la Rai e con la Presidenza del Consiglio, Hdc compra “ilNuovo.it” e il quotidiano “Puntocom”. Luigi Crespi ha successo anche in Brasile organizzando la campagna per Lula

2003
Crespi perde le commesse di “Forza Italia”. La Banca Popolare di Lodi chiude i rubinetti alla Hdc, che avvia un’azione giudiziaria contro Efibanca. Le perdite patrimoniali salgono fino a 22 milioni di euro

2004
Hdc è dichiarata fallita il 4 marzo. La magistratura indaga anche Giampiero Fiorani (ad di Bpl) ed Enrico Fagioli (Efibanca), perché Crespi li accusa di aver condiviso gli “artifici” di bilancio

2005
Ad aprile la Guardia di Finanza perquisisce le sedi di Publitalia, Telelombardia, Antenna 3, oltre a Ecma e Ci & Ci, nuove società dei fratelli Crespi. Il 27 settembre L. Crespi è arrestato per “bancarotta fraudolenta”

2011
A maggio i pm di Milano chiedono 8 anni di reclusione per Crespi e 1 anno di reclusione per il presidente Mediaset Confalonieri. Ieri la sentenza: Crespi è condannato a 7 anni di reclusione, assolti Confalonieri e il parlamentare Pdl Alfredo Messina
ANSA-CENTIMETRI

Oggi è consulente per l’immagine del sindaco di Roma Alemanno

No all’accusa di favoreggiamento per il presidente di Mediaset

della sua società. «L’ammontare della pena mi sorprende perché la considero non coerente con la censura delle mie responsabilità, ammesse fin dal primo momento. Difenderò la mia buona fede», assicura il sondaggista. Condannati anche la moglie Natascia Turato (quattro anni e sei mesi) e il fratello Ambrogio Crespi (quattro anni), entrambi ex rappresentanti delcda della holding della comunicazione travolta dai conti in
TORO

rosso. Due anni e sei mesi per Ferdinando Superti Furga, presidente del collegio sindacale della società dal 2001 al 2003, due anni per Fulvio Pravadelli, ex consigliere delegato dell’area amministrazione e finanza di Publitalia ‘80. Assolti invece il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri, l’ex amministratore delegato della Popolare di Lodi Gianpiero Fiorani, l’ex a.d. di Efibanca Enrico Fagioli, il parlamentare del Pdl ed ex
GEMELLI

vice presidente di Mediolanum Alfredo Messina. «Siamo molto contenti per un’assoluzione giusta e a lungo attesa. Confalonieri non ha mai favorito Crespi né ha avuto contatti con lui», afferma l’avvocato Lucio Lucia, difensore del presidente di Mediaset che, come Messina, era imputato per favoreggiamento in bancarotta. Per loro i pm hanno chiesto una pena di un anno, i giudici li hanno assolti «perché il fatto non è previsto
CANCRO

dalla legge come reato». L’accusa di favoreggiamento per Confalonieri, nello specifico, è scaturita da un versamento di denaro che, nella ricostruzione dell’accusa, Crespi avrebbe effettuato tra il 2000 e il 2001 attraverso la sua società alle emittenti televisiveTelelombardia e Antenna Tre. Pagamenti «afronte di fatture per operazioni inesistenti», sostengono gli inquirenti, in quanto «relative a fittizi contratti d’acquisto di

spazi pubblicitari o consulenze». Secondo i magistrati il sondaggista pagò le due televisioni «a esclusivo beneficio di Mediaset»: una forma di indennizzo per un presunto trattamento di favore che il Biscione avrebbe riservato a Italia 7 Gold, cui avrebbe venduto programmi a un prezzo inferiore a quello di mercato. Per Crespi, che preannuncia ricorso, la sentenza non rispecchia la realtà: «Chi sbaglia paga. Quello che mi ferisce

è l’assoluzione dei protagonisti bancari e finanziari, anche soci di Hdc, la cui responsabilità è stata correttamente indagata dai pubblici ministeri». Una distinzione che per gli avversari politici del sindaco di Roma non ha alcun valore. «Alemanno in Campidoglio è ormai circondato da inquisiti e condannati per reati gravissimi», attacca il consigliere capitolino delPd Paolo Masini. «Ora ci aspettiamo che il sindaco cessi immediatamente qualsiasi rapporto con il suo spin doctor Crespi e le sue società».Non solo. Come rileva il segretario del Pd cittadino Marco Miccoli «è evidente che ormai nel comune di Roma ci sia una questione morale e di questo Alemanno deve rispondere ai cittadini».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Noi speriamo che sia qualcuno dell’Ariete, segno vitale e intrepido, a tenere alto il morale di tutti, in questo un po’ melanconico week-end 21 Marzo per la nazione. La que20 Aprile stione del momento è naturalmente di natura finanziaria, ma in questo campo e anche nell’attività lavorativa, voi siete guidati da una saggia e ingegnosa Luna. Diventa Ultimo quarto in Vergine, accanto al vostro Marte, significa che avrete forza e volontà di abbattere le barriere più dure. Mercurio vi dà anche un modo simpatico e ironico di trattare con gli altri, protegge i viaggi, la famiglia, i figli.

ARIETE

Sietevoi, inquanto rappresentanti delle banche e altri istituti finanziari, i primi testimoni del nostro tempo (comedirebbeilToroGian21 Aprile ni Minà). Purtroppo, non vi hanno ascoltato 21 Maggio nel 2000, con le conseguenze che conosciamo, e non sarete ascoltati adesso. Chi dice il vero è sempre temuto, ma non importa K voi dovete solo proseguire con le vostre personali iniziative, con il rischio ben calcolato, e vincerete un’altra volta un’altra volta! Io aggiungo anche l’intervento della Fortuna, come assicurano Luna-Giove-Venere-Plutone. Grandioso week-end per l’amore, se sarete più allegri.
Il vostro fascino così particolare, anzi così personale, magnetico emisterioso,vieneesaltato dalla Luna calante. Nasce tra oggi e doma23 Ottobre ni notte, accanto a Mar22 Novembre te, in magnifico aspetto con Plutone e Venere, influssi rinnovativi per l’attività professionale, grintosi per i rapporti con gli altri,passionali per l’amore. Non importa se resterete sempre lì, con le persone di ogni giorno, coinvolti nelle solite discussioni che non portano a nulla di definitivo, in voi qualcosa sta cambiando. L’inizio di una nuova rinascita, che sarà poi la costante di tutto il 2012.
SCORPIONE

Ci sono momenti sì e momenti che non consentono di arrivare al traguardo desiderato. Se non dovreste riuscire questo week-end, 22 Maggio megliocosì K le iniziati21 Giugno veavviate con la contraria Luna calante e Mercurio, sono sterili in partenza. Siate comunque attenti e presenti, nel vostro ambiente ci sono in tanto che aspettano l’occasione propizia. Famiglia al primo posto, consigliamo anche visita medica se avete già registato segnali di debolezza, Marte sarà a lungo in aspetto faticoso. L’amore si tiene su con la fantasia, sogni. Non è un cielo facile. Il nostro primo invito è alla cautela nella salute e prudenza in viaggio (richiesta peraltro a tutti i segni); alimentazione 23 Novembre disciplinata.LunadiventaultimoquartoinVergi21 Dicembre ne, segno che influenza soprattutto il rapporto conl’ambiente professionale e le persone che ne fanno parte, congiunta a Marte non può non agitare le collaborazioni di vecchia data (quelle che si sono salvate dalle recenti tempeste), ma avete Mercurio che vi aiuta ad esprimere con efficacia il vostro pensiero. Cambiate rota, se credete, l’avete già fatto nella vostra vita, una gioco che vi riesce sempre. Domenica con gli amici.
SAGITTARIO

L’ultimo week-end dellastagione autunnale è positivo per l’attività professionale e affaristica, se le cose sarannoprogrammate insie22 Giugno me a persone fidate e meglio preparate di 22 Luglio voi, soprattutto più stabili. Resta una questione familiare ancora non risolta, ma di questo vi occuperete domenica, oggi edomani doveteconcentrarvi sullavoro, studio, carriera, affari. Dalla vostra parteavete una Luna che non si accontenta delle parole e delle promesse, vuole incassare subito, perciò sì alle compravendite, transazioni, trasferimenti di capitali K prima che arrivi il fisco. Noi che siamo sentimentali e romantici, guardiamo per prima Venere nel vostro segno fino al giorno 20, magnificamentesoste22 Dicembre nuta da Marte e Giove; un nuovo passionale 20 Gennaio incontroè semprepossibile, ma dovete farvi vedere in giro! Anche le persone che sono da tempo inserite in un rapporto, sentiranno questa meravigliosa scossa passionale di Plutone, che vi ringiovanisce e fa anche bene alla salute... In famiglia, tanti problemi ancora da affrontare, ma ci penserete quando arriva il Sole (22), questo week-end vi trova vincenti in affari, primi nelle gare professionali.
CAPRICORNO

Breveanalisi astraologica: Vergine significa pervoiilpatrimoniopersonale (beni mobili e immobili,Capricornoincide sul lavoro e profes23 Luglio sione, Toro rappresenta il successo (ma tante 22 Agosto volte vi prende anche in amore ed è sempre un magnifico rapporto). Ebbene, i tre segni sogno magnificamente stimolati dalla Luna ultimo quarto, che porta anche a voi ottime possibilità di avanzamento e guadagno. Mercurio, sempre indispensabile per i contatti verbali e questioni scritte, transita luminoso nel settore delle amicizie, che saranno domenica importanti anche per la famiglia.

LEONE

Il vostro autunno si concluderà con un colpo di fortuna nelle finanze, ma è anche possibile che questa Luna ultimo quarto nel segno possa 23 Agosto concluderequalche rapporto di lavoro, collabo22 Settembre razione, associazione. Tenete sempre presente che il punto volubile del vostro cielo sono le collaborazioni, quindi è necessario eliminare ogni dubbio, incertezza. Si intende che sarete anche voi messi in discussione, ma se qualcuno volesse uscire dalla vostra vita in taxi, facesse pure (sempre che riesca a trovarlo). Ultimi quattro giorni di Venere in Capricorno, non perdete l’occasione di essere felici! Salute non perfetta. Dice la tradizione che le collaborazioni avviate sotto Ultimo quarto di Luna non portano molto lontano, ovviamente quando la fase nasce 19 Febbraio nel segno opposto, come nel vostro caso, og20 Marzo gi e domani. Considerando che non avete nemmeno Mercurio disponibile, non ci sentiamo di consigliarvi importanti imprese economiche, poi farete come credete. Il momento è invece indicato per iniziare rinnovamenti nell’ambito domestico, abitativo, immobiliare. Attivatevi, se avete un immobile da vendere, Giove èpositivo ancheper ilcommercio. Sistemate al più presto le controversie con i parenti stretti, ex soci in affari (coniuge).
PESCI

VERGINE

Il fisico è ormai allenato allafatica,dopodueanni di Saturno nel segno, ma ci sono giorni incuiè veramentetroppo lo stress accumulato, anche perché non 23 Settembre potrete contare a lungosulla energia diMar22 OTTOBRE te. Pensando anche al Sole in Capricorno, dal 22, che certamente non sarà il massimo, vi invitiamo a fare tutto K ma proprio tutto K con calma. Oggi registriamo la pressione psicologica della Luna calante nel segno che vi precede, fate un esame delle cose successe nelle ultime settimane (dall’11 novembre),poimandatele vostremail. Domenica, amore e famiglia. (Ma non finisce qui! Martedì 20... Venere fortunata).
BILANCIA

La fortuna astrologica, inunperiodocriticocome questo, è non avere come nemici Saturno e Marte, Urano e Nettuno.Cioè, iquattro 21 Gennaio pianeti lenti che maggiormente incidono 18 Febbraio sulla vita sociale e le questioni dello Stato, ma che risultano per voi stimolanti per tutte le nuove iniziative che pensate di avviare magaricon il nuovo anno, tutti i cambiamenti che vorreste fare nella vita personale e familiare. Questa Luna calante è il primo passo anche verso unacondizione economica più vantaggiosa, ma tutto richiede un certo tempo di maturazione. Venere bussa alla porta... amore!

ACQUARIO

IL TEMPO
OGGI DOMANI DOPODOMANI
Sereno Poco Nuvoloso Nuvoloso Coperto

TEMPERATURE ITALIANE
Min Max Min Max

Pioggia

Precipitazioni Temporale Grandine

Neve

Nebbia

A
Alta pressione Fronte caldo Poco mosso Forza 4/5

B
Bassa pressione Molto mosso Mosso Forza 6/7 Fronte freddo Calmo Forza 0/3 Forza 8/9

NORD: nevicate sulle Alpi oltre i 800-1300m, sin verso i 500m sull'Alto Adige. Peggiora sulla Liguria con acquazzoni verso Valpadana centro orientale. Temperature in calo, massime tra 8 e 13. CENTRO: nubi in aumento dalle Tirreniche con piogge ed acquazzoni, in estensione alle Adriatiche entro sera. Temperature stabili, massime tra 14 e 17. SUD: iniziali condizioni di bel tempo prevalente con tendenza a peggioramento la sera con acquazzoni a partire dalle Tirreniche. Temperature stabili, massime tra 14 e 19.

NORD: bel tempo su coste e pianure salvo velature in transito. Debole neve sulle Confinali sopra i 200-400m in rialzo diurno. Temperature in calo, massime tra 8 e 12. CENTRO: instabile sulle Tirreniche con residui acquazzoni e nevicate sopra i 1000m. Bel tempo prevalente altrove. Temperature in forte calo, massime tra 8 e 13. SUD: acquazzoni e qualche temporale specie sul basso Tirreno; tendenza ad esaurimento dei fenomeni, eccetto che su Cilento e Calabria tirrenica. Temperature in calo, massime tra 13 e 17.

NORD: addensamenti sulle Confinali con qualche fiocco di neve sin verso il fondovalle; bel tempo altrove. Temperature in calo massime tra 7 e 11. CENTRO: acquazzoni sulla Sardegna, discreto altrove. Peggiora dal pomeriggio su medio-basso Lazio ed Adriatiche con acquazzoni sparsi e neve sui rilievi a quote collinari. Temperature in calo, massime tra 7 e 11. SUD: acquazzoni sulle Tirreniche con neve oltre i 13001500m, in calo serale. Asciutto sulle Adriatiche. Temperature in diminuzione, massime tra 11 e 15.

Ancona Aosta Bari Palese Bologna Bolzano Cagliari Campobasso Catania Cuneo Firenze Genova Imperia L'Aquila Lecce Messina Milano
55N 50N

14 3 8 6 0 10 6 5 2 9 11 12 6 8 15 2

18 5 17 15 6 18 10 19 11 14 16 17 12 16 18 9

Napoli Palermo Perugia Pescara Pisa Potenza Reggio Calabria Roma Ciampino Roma Fiumicino Como S.M. di Leuca Torino Trieste Venezia Verona

14 14 7 12 10 2 15 7 9 3 12 2 9 4 1

17 18 11 20 15 10 19 15 17 7 16 7 12 9 7

985 990 995 1020 1000 1005 1010 1015 1030
10 W 5W 0

TEMPERATURE ALL'ESTERO IERI
Min Max Max Min Max

45N

40N

1020 1025 5E
10 E 15 E 20E 25E

35N

ORARIO NO STOP

Amsterdam 5 Atene 10 Bangkok 23 Belgrado 7 Berlino 3 Bruxelles 4 Bucarest 5 Buenos Aires 19 Copenaghen 2 Francoforte 5 Gerusalemme 6 Helsinki 3

9 20 32 10 7 11 9 21 6 10 13 3

Hong Kong Il Cairo Lisbona Londra Madrid Monaco Mosca New York Parigi Stoccolma Vienna Zurigo

12 13 15 3 8 1 3 6 4 3 3 3

22 20 18 5 14 6 6 9 11 4 12 8

-TRX IL:15/12/11

21.33-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 24 - 16/12/11-N:

24

IL MESSAGGERO

CRONACHE
LA STORIA

VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

IL GIALLO Unico colpevole resta Rudy Guede condannato a 16 anni

IgiudicisuAmandaeRaffaele «Nienteprovecontrodiloro»
SentenzaMez,lemotivazioni:noncisonosegnalidiconcorso
di ITALO CARMIGNANI e EGLE PRIOLO

Morta l’anoressica Kate Chilver 31 anni e 29 chili
di DEBORAH AMERI

Il dispositivo della sentenza

I passaggi principali

PERUGIA - La colpa di avere ucciso Meredith Kercher? Cercatela altrove, perché i mattoni che portarono alla condanna di Raffaele Sollecito e Amanda Knoxsi sono sbriciolati. Loripetono all’ossessione in 143 pagine i togati della Corte d’assise d’appello di Perugia nelle motivazioniche spieganol’assoluzione di Amanda tornata di corsa in America e Raffaele, pronto a passare le vacanze di Natale negli Usa accanto all’ex amata. Inutile nasconderlo: le motivazioni massacrano l’opinione di almeno dieci giudici che li hanno preceduti, le indagini della polizia quanto le perizie della Scientifica. Secondo i giudici dell’appello l’unico colpevole della morte di Mez, uccisa la notte tra il primo e il 2 novembre 2007 nella sua camera da letto in via della Pergola, si chiama Rudy Guede, l’ivoriano già condannato in via definitiva a 16 anni. Possibile si siano tutti sbagliati tranne i giudici dell’Appello? Possibile. Per ora, perché c’è il ricorso in Cassazione, scontato e agguerrito. Ricapitoliamo intanto. Il coltello di Raffaele? Non è l’arma del delitto. L’orario della

Reati contestati a Raffaele Sollecito e Amanda Knox

Meredith Kercher fu uccisa a Perugia il 2 novembre 2007 nella sua casa
Omicidio Porto di coltello Violenza sessuale Furto Simulazione di reato

Amanda Knox uscita dal carcere e appena tornata in Canada

ASSOLTI
Per non avere commesso il fatto

ASSOLTI
Perché il fatto non sussiste

È STATA PERTANTO ORDINATA L'IMMEDIATA SCARCERAZIONE DI SOLLECITO E KNOX REATO CONTESTATO AD AMANDA KNOX Calunnia (ai danni di Patrick Lumumba) COLPEVOLE 3 ANNI DI RECLUSIONE
ANSA-CENTIMETRI

Il pm: grazie a queste motivazioni è più facile il ricorso in Cassazione

Raffaele Sollecito ieri davanti alla casa del delitto

morte? Va anticipato, smontandotutte le testimonianze contrarie. Il movente sessuale? Non ci sono le prove. E le accuse di Rudy ai due ex fidanzatini sono sempre state solo «un suo pensiero». I giudici, Claudio Pratillo Hellmann e Massimo Zanetti (giudicati «inadeguati» per il caso dal sottosegretario all’Interno, l’ex magistrato Alfredo Mantovano, perché «privi di competenza penalistica»), van-

no dritti al punto. Ma le loro motivazioni sono «inconsistenti» per il pm Manuela Comodi che, assieme a Giuliano Mignini e al procuratore generale Giancarlo Costagliola, per i due imputatiaveva chiestol’ergastolo. Le motivazioni della sentenza di assoluzione, che smontano la decisione che in primo grado aveva condannato i due ex fidanzati a 26 (lei) e 25 anni (lui), sono state depositate ieri.

«Il ricorso in Cassazione anticipa Manuela Comodi - grazie a queste motivazioni, appare più agevole. Quanto scritto in queste 143 pagine è infatti addirittura peggio di quanto ci aspettassimo. Sostenere l’esclusiva colpevolezza di Rudy condividendo la sentenza di condanna del gup è risibile: perché quella sentenza chiama in causa tutti, non solo l’ivoriano». Un passag-

gio fondamentale delle motivazioni della Corte, infatti, cancella l’ipotesi di concorso, sia in base al riesame dei risultati del processo di primo grado che alle acquisizioni di quello d’appello. Insomma, è stato Rudy. Da solo. Ma se fosse stato aiutato da qualcuno non ci sono le prove per dire che sianostati Amanda e Raffaele. «La motivazioneècaratterizzata da estremo rigore logico e coerenza con gli atti»,questo il commento di Giulia Bongiorno,avvocato di Raffaele. «È giusto così, spero sia la fine di questo incubo» ha aggiunto ieri Sollecito, dopo essere stato a pregare davanti alla casa dove è morta Meredith. «Mi sembra - risponde invece Manuela Comodi - che ci siano grandi spazi per impugnare la sentenza». Il caso più mediatico della storia riparte da qui.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LONDRA - Si è ammalata di anoressia quando aveva 12 anni. A 15 è stata ricoverata per la prima volta in ospedale dove ha trascorso quasi tutta la sua vita. Le ossa che spuntavano dappertutto, gli abiti improvvisamente troppo grandi anche se erano una taglia 0. Kate Chilver è morta a 31 anni e pesava 29 chili. La dimensione del suo cuore era la metà di quella di un organo sano, hanno raccontato i medici che hanno eseguito l’autopsia e stabilito che la causa del decesso è stata proprio quella malattia che l’ha prosciugata e le ha mozzato la voglia di vivere. Lo psicologo Frances Connan, che la seguiva fin dal 2004, alla clinica diVincent Squarea Londra, l’ha definito il peggior caso di anoressia mai trattato nella sua vita. Altri colleghi si sono detti d’accordo. Come il patologo Michael Kate devastata Osborn, che ha eseguito dalla malattia l’esame post mortem, e quasi in lacrime ha raccontato che quel corpo così fragile e consumato è stato il più minuscolo che avesse mai esaminato nella sua lunga carriera. Kate era una paziente complicata, non rispondeva alla terapia psicologica, veniva nutrita artificialmente ma non prendeva peso, esagerava con l’esercizio fisico e si liberava del cibo vomitando di nascosto. Solo due volte in 16 anni è stata dimessa dall’ospedale ed entrambe è tornata d’urgenza dopo meno di sei mesi perché la sua vita era di nuovo in pericolo. La madre Lynne cercava comunque di farle vivere un’esistenza normale. Quando stava meglio andava a prenderla in ospedale, la portava in giro, al cinema, a fare shopping. Poi Kate si è aggravata. Parti del tessuto dell’intestino e dello stomaco erano ormai in necrosi a causa dell’assenza di flusso sanguigno. Non c’è stato più nulla da fare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’AGGUATO

Firenze,ilkillerpotevauccidereancora inchiestasull’apologiadireatoonline
di SIMONE CANETTIERI

Le figlie FRANCESCA e FLAVIA, le nipoti GIULIA e LIVIA, la bisnipote ANNA e il genero MASSIMO, annunciano la scomparsa di

ADRIANO CAPUZZO
grande maestro nella vita di tutti noi. I funerali avranno luogo oggi alle ore 15,00 presso il Centro Ippico di Montebello viale di Tor di Quinto 118 Roma. Roma, 15 dicembre 2011 CESARE e LETIZIA CASSINELLI con le figlie e il fratello MARIO, partecipano con grande dolore alla perdita di

Il Consiglio di Amministrazione, il Personale e gli allievi tutti della Anapia Regione Lazio si stringono accanto al loro Presidente Prof. FERNANDO CIARALLI per la grave perdita della moglie

COSTANZA e VERONICA sono affettuosamente vicine ad ANGELO e famiglia nel dolore per la scomparsa della cara sorella Sig.ra

Dopo una vita dedicata alla famiglia e all’impegno civile e religioso, e’ tornato alla Casa del Padre il Dott.

GIULIANA MONELLI
Roma, 14 dicembre 2011 Il 13 Dicembre 2011 e’ stato improvvisamente sottratto all’affetto dei suoi cari

GIUSEPPE GUERRISI
Commendatore della Corona d’Italia Nel trigesimo la Santa Messa sara’ celebrata nella Chiesa Matrice di Cinquefrondi il 17 Dicembre alle ore 18. Cinquefrondi, 16 dicembre 2011 16 Dicembre 1999 16 Dicembre 2011

SILVIA PROVERA
Roma , 15 dicembre 2011 SERGIO MELPIGNANO si unisce al dolore della famiglia per la scomparsa della Signora

FIRENZE - Chi ha inneggiato sul web alla strage di senegalesi a Firenze potrebbe essere la stessa persona che in qualche modo ha istigato la furia omicida di Gianluca Casseri, il neofascista pistoiese di 50 anni che martedì ha ucciso Samb Modou e Diop Mor e ha ferito altri tre africani, prima di spararsi in bocca. Il procuratore capo di Firenze Pino Quattrocchi è lapidario: le indagini continuano. E per questo ha aperto d’urgenza un fascicolo per apologia di reato. In poche parole: gli autori dei messaggi deliranti tipo «Santo subito» o «Casseri uno di noi» rischiano l’arresto. Le verifiche spetteranno alla Digos e alla polizia postale: un modo per stringere il cerchio anche su possibili mandanti morali di una carneficina dai contorni ancora poco chiari. Si indaga, infatti, anche su un mazzo di chiavi ritrovato nell’auto dell’assassino. Non sono quelle dell’appartamento fiorentino misteriosamente svuotato prima dell’esecuzione, non sono quelle della villetta della famiglia del killer nel Pistoiese. Tre le ipotesi quella che le chiavi aprirebbero il covo segreto dell’assassino. Intanto, emergono nuovi dettagli: Casseri

era pronto a mettere nel mirino della sua Smith & Wesson altri africani, oltre a quelli centrati in piazza Dalmazia e al mercato di SanLorenzo. Addosso, infatti, gli investigatori gli hanno trovato una ventina di proiettili. Inoltre, dopo l’ultima esecuzione ha di nuovo ricaricato il tamburo del suo ferro con cui si è sparato un unico colpo mortale,come confermato dall’autopsia. Misteri, indagini e suggestioni che si accavallano in questi giorni di sconcerto a Firenze. CasaPound, ilmovimento di estrema destra di cui Casseri era simpatiz- Morti a Piazza Dalmazia zante, sta cercando un contatto con la comunità senegalese in vista della manifestazione di domani. Da sinistra arrivano richieste perentorie: il circolo nero va chiuso. Il sindaco Matteo Renzi prova una mediazione: «Non è chiudendo Casa Pound che si ottengono risultati, le responsabilità penali sono personali».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

PAOLO MORIANI
Ne danno il triste annuncio i genitori, LUISA e SERGIO, ed il fratello FULVIO. Il funerale sara’ celebrato sabato 17 Dicembre, alle ore 10, presso la Parrocchia Beata Vergine Maria Immacolata, Via Cassia, 1286. Roma, 16 dicembre 2011 Cattolica 2000 Srl t. 06 30893399 ALESSANDRO, ANDREA e PAOLA, BEPPE E MARILENA, FABIO e ANNA, FRANCESCO e CINZIA, GUIDO e PAOLA, MASSIMO e ALESSANDRA, MAURIZIO, NICOLA e MARIAPIA, PAOLO e PAULA, STEFANO e ANDREA, VITTORIO e ANITA si stringono a SERGIO, LUISA e FULVIO per la perdita

ADRIANO CAPUZZO
Amico da sempre e Maestro di sport e di vita. Roma , 15 dicembre 2011

SILVIA PROVERA
Roma, 16 dicembre 2011 CARLO SCHIAVONE partecipa al dolore della famiglia per la scomparsa della Signora

GRAZIA NARDI NASINI
Con noi, Maman. 28/12/2002 17/12/2009

ADRIANO CAPUZZO
La sua alta dignita’ umana nobilito’ lo sport e tutta la sua vita. PIA, GIADA e LEONARDO Roma, 16 dicembre 2011 Il Presidente, il Consiglio e i Soci della Associazione Nazionale Concorso Completo di Equitazione partecipano con profonda commozione al dolore dei suoi cari per la scomparsa del Dott.

GIORGIO e MARILENA SULLI
Siete sempre con me. CHIARA. S. Messa domani ore 10,00 Santa Prisca.

SILVIA PROVERA
Roma, 16 dicembre 2011

TRIGESIMI e ANNIVERSARI
16/12/2008 16/12/2011

16- 12- 2004

16- 12- 2011

PAOLO
figlio e fratello, strappato alla vita improvvisamente, nella sua eta’ piu’ giovane. Il dolore della Famiglia e’ il dolore di tutti noi. Roma, 16 dicembre 2011 ALFREDO ed ENRICA, ANTONIO e MARIA, GIANNI e TERESA, CICCIO, GIOVANNA e CHICCO, MASSIMO e DANIELA, GIANLUCA partecipano commossi al dolore di SERGIO, LUISA e FULVIO per la scomparsa di

SILVANA TADDEI
Teneri pensieri, dolci ricordi, l’amore sempre vivo delle figlie Francesca e Dora. Sono trascorsi 42 anni dalla scomparsa del Conte

ADRIANO CAPUZZO
grande cavaliere gentiluomo. e indimenticabile Roma, 15 dicembre 2011 La famiglia SPEZIALI e’ vicina affettuosamente al dolore del Presidente GIANCARLO DONDI per la perdita del fratello

NICKLAS CAPONETTI
Per stare insieme a lui martedi 20 p.v. alle ore 18,00 nella Cappella del Collegio Nazareno, largo del Nazareno. Roma, 16 dicembre 2011

ROMOLO VASELLI
Cavaliere del Lavoro Il nipote ROBERTO ed i Suoi Familiari lo ricordano insieme a quanti lo amarono e stimarono. Roma, 16 dicembre 2011

PAOLO
Roma, 16 dicembre 2011 Gli amici del Corso Polaris sono vicini a SERGIO, LUISA e FULVIO per la scomparsa del loro caro

Estrazione di gio 15/12/2011

a cura di

DANTE DONDI
Roma , 16 dicembre 2011 Il giorno 14 Dicembre e’ venuta a mancare all’affetto dei suoi cari

Albisola, uccisa in casa forse da un rapinatore
ALBISOLA - L’hanno uccisa probabilmente con un colpo inferto alla nuca e poi l’hanno finita premendole un cuscino sul volto. Così è morta Rosa Bellino, 88 anni, il cui corpo è stato trovato ieri poco dopo l’ora di pranzo nelsuo appartamento al piano rialzato di un condominio di via De Rege, ad Albisola Superiore, nel Savonese. Un omicidio avvenuto in piena notte, ma scoperto solo ieri dal vicino di casa che ogni giorno andava a trovare la pensionata rimasta vedova e con due figli che vivono a Savona e fuori regione. Si cerca l’arma con la quale è stata colpita la vittima. Causa dell’omicidio un tentativo di furto. Le stanze dell’appartamento erano a soqquadro.

Bari Cagliari Firenze Genova Milano Napoli Palermo Roma Torino Venezia Nazionale

78 25 28 90 89 37 23 38 1 84 27

1 60 3 80 86 38 12 29 12 52 62

65 32 33 9 50 54 80 83 88 15 4

70 78 79 64 28 35 20 47 72 2 60

68 20 29 63 23 28 73 56 5 82 64

PAOLO
Roma, 16 dicembre 2011 Dopo una lunga e felice vita si e’ spenta serenamente

MARIA GNESIVO vedova SETTIMI
di anni 82 Ne danno il triste annuncio le figlie PATRIZIA, RAFFAELLA e ANNA CLAUDIA con i generi, i nipoti e i parenti tutti. Le esequie si svolgeranno il giorno 16 Dicembre 2011 alle ore 10,30 presso la Chiesa S. Saturnino via Avigliana, 3. Roma , 16 dicembre 2011 Impresa San Lorenzo al Verano Srl 06/446.33.66 Si e’ serenamente spenta

LILIANA VERONESE OJETTI
La ricordano con amore il figlio PAOLO con CARLA e i nipoti STEFANO e ALESSANDRA. Roma, 5 dicembre 2011 ANTONIO, CLAUDIA, FRANCESCA, CRISTINA e GIOVANNI sono affettuosamente vicini a PAOLO per la scomparsa della cara Signora

1 3 12 23 25 28 29 32 33 37 38 52 60 65 78 80 84 86 89 90

Concorso n° 150 di gio 15/12/2011

LILIANA OJETTI
Roma , 15 dicembre 2011 GIANCARLO e DIANA con FILIPPO e FLAMINIA partecipano con tanto affetto al dolore di PAOLO, CARLA, STEFANO e ALESSANDRA per la scomparsa della mamma Signora

7 37 40 53 55 62 58
Montepremi: 44.846.221,18 euro Nessun “6” Nessun “5+” A3 “5” 124.704,36 euro A 924 “4” 404,88 euro A 37.809 “3” 19,78 euro Nessun A2 A 253 A 3.581 A 23.111 A 51.707

Jolly Numero

GIULIANA MONELLI
madre esemplare e chiara professoressa. Ne danno triste annuncio il marito FERNANDO CIARALLI e i figli IRENE, STELLA e ALFREDO affranti. Roma, 14 dicembre 2011

23

“5” stella” “4 stella” 40.488 euro “3 stella” 1.978 euro “2 stella” 100 euro “1 stella” 10 euro “0” stella” 5 euro

LILIANA OJETTI
Roma, 15 dicembre 2011

-TRX IL:15/12/11

22.57-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 25 - 16/12/11-N:RCITTA'

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

CRONACHE 25

25

TENDENZE Il pull che copre il sottogola è apprezzato da lui ma anche da lei Tra gli stilisti lo propongono Ennio Capasa, Scervino e Lardini
di PAOLA PISA

ROMA - Dicesi lupetto quel pull, o maglietta che ha il collo a metà tra giro e alto, che non si vedeva dalla notte dei tempi e che anche le più fanatiche fashion victim faticavano a ricordare. Ma, in un attimo, comespesso succede nellamoda, i corsi e ricorsi hanno fatto sì che quel modello tornasse a piacere. E si riaffacciasse nei luoghi cult dello stile. La sua ricomparsa parte dalla Grande Mela e da Los Angeles. Ma anche gli stilisti italiani non hanno disdegnato il cosiddetto turtle neck, ossia collo a tartaruga. Si è visto sui red carpet indossato da stiliste come Rachel Roy che va per la maggiore e che ha confessato: «Crea una delle silhouette più chic del momento». Tra giovani e meno, tra ragazze e uomini, la parola d’ordine è coprire il sottomento. Olivier Theyskiens lo ha rieditato per le sue fans e Dries Van Noten non si è fatto trovare impreparato: anche la sua passerella era ben provvista di coprigola. Gli stessi modelli, o quasi, vanno a ruba da Celine. Chissà se hanno pensato tutti alla stessa icona, la grande stilè Audrey Hepburn che ne esibiva in continuazione. Ora pare lo amino molto Gwyneth Paltrow, Rihanna, Alexa Chung. Elizabeth Olsen ha osato un abito da sera a collo alto di McQueen perfino a una seratona del New York Film Festival. Ai party newyorchesi, alle feste e nei

Steve Jobs, il fondatore della Apple morto il 5 ottobre scorso con il suo immancabile lupetto nero A destra un ampio collo alto nell’ultima collezione di Scervino

Con quel collo un po’ così torna il lupetto alla Steve Jobs
Nelle sfilate e sui red carpet di mezzo mondo piace il dolcevita
GLI ATTORI
Tom Cruise lo preferisce bianco: l’attore americano a Madrid pochi giorni fa per la prima di Mission impossible

Kaspar Capparoni nei panni di Lorenzo Fabbri nella serie televisiva Rex indossa un dolcevita sotto la giacca

luoghi cult degli intellettuali, nei bar di Soho, ma soprattutto al Meat market, farsi vedere a collo scoperto è quasi un peccato mortale. Per lei e lui. «L’ho notato indosso a molti ragazzi sullaHigh Line, accanto ai quartieri più up to date dichiara Angelo Bucarelli, uomo di gusto, scrittore, esperto di costume, appena tornato dagli States. «Sembra una T-shirt con le maniche lunghe e un filo di collo. Lo mettono sotto il giaccone di pelle, lo portano soprattutto in nero e

blu. E’ di una eleganza sobria, un po’ come vedere Giorgio Armani con la giacca e la maglietta scura». Fendi, Donna Karan, un accenno da Calvin Klein, e poi molti nelle collezioni tutta maglia il collo alto per lei avanza, ma senza prepotenza. Nelle collezioni maschili lo propone Scervino, lo fa Cucinelli, ritorna da Versace. Lo vuole soprattutto Ennio Capasa per la sua collezione Costume National, fatta di eleganza non formale, in cui latitano

Battistoniconferma «Lo amano Raoul Bova eBenKingsley, Rondi neèun veropatito»

A

Lo stile di Audrey per le magrissime
ROMA - Chiamiamolo dolcevita, quel pull che ha segnato un’epoca. Non solo Audrey Hepburn (nella foto) , ma tutte le magrissime lo adorano, anche perché dà un po’ di corposità al seno, mette in risalto i volti dai lineamenti sottili e copre piccole magagne del tempo. Lei lo porta con la giacca sportiva, il massimo lo dà con i pantaloni, con il paletot è una vera manna. Se è in cashmere ci si può svernare al polo, ma se ha il collo a coste grosse si rischia di sembrare un orso polare, comunque si rivede in molte collezioni, l’importante è che non conosca mezze misure: il pull deve essere lunghissimo o corto poco sopra lo stomaco.

E anche James Bond, il mitico attore scozzese Sean Connery non disdegna il collo alto perfetto con la barba bianca

camicie e cravatte ma il collo del pullover gioca a abbassarsi verso lo sterno o alzarsi e diventare dolce vita. Eccola l’altra parolina e ecco il riferimento. Siamo in pieni Anni ‘70, in quel periodo il lupetto andava alla grande frequentato da attori come Tony Curtis, ma anche Paolo Stoppa, Anthony Queen. «Ora lo portano Raoul Bova e Ben Kingsley», dichiara Gianni Battistoni dal suo negozio-sartoria-osservatorio di via Condotti, dove passano gli elegantoni del mondo per rinnovare all’italiana il guardaroba. E continua: «Ne è un fedelissimo Rondi. Tanti mettono il collo alto per coprire colli non più troppo giovani». Il lupetto incalza. Con tutta la sua sexual-claustrofobia, basta rivedere le scene di un film del 2003, attori Diane

Keaton e Jack Nicholson, in cui il collo alto di lui viene tagliato a colpi di forbici in un baleno. Zac, via. La storia vuole che i primi colli alti si siano visti nel 1800, indossati dagli atleti dei college, e poi negli Anni 50 dai beatniks stando a significare un atteggiamento bohemien verso la vita. Ma è stato negli Anni ‘60 che se ne sono visti tanti, sdoganatida quei geni anticonformisti della moda che sono stati Pierre Cardin e Yves Saint Laurent. Osarono mettere un pullover col collo alto al posto della giacca e un foulard al posto della cravatta. E riecco sotto i bei blazer di Herno e di Lardini, sotto il cappottone di Dolce&Gabbana, quel collo che copre dando nello stesso tempoun’aria sexy-maschile.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

I NOSTRI IMMOBILI, LA TUA OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO
THE REAL POTENTIAL OF REAL ESTATE.

DISCOVER

OUR PORTFOLIO

SCOPRI ORA IL NOSTRO PORTAFOGLIO IMMOBILIARE

49

UNITÀ
IMMOBILIARI

I fondi Diomira, Patrimonio Uffici e Portafogli Misti gestiti da Prelios SGR offrono oltre 2.000 opportunità di investimento immobiliare in diversi settori, dalle abitazioni ai negozi.

DI SUPERFICIE IN VENDITA

LA M MO 7.120 mq LA O e MOLISE
330 mq
UFFICI

1.800 mq
NEGOZI

RM

FR LT CB

OGNI GIOVEDÌ LA VOSTRA CARRIERA PRENDE UN’ALTRA DIREZIONE

4

PROVINCE
T 06.5145.8105

Professione Lavoro è sul Messaggero
Una guida ricca di inserzioni, informazioni e approfondimenti sul mercato del lavoro: lo strumento per far incontrare rapidamente chi cerca e chi offre lavoro qualificato.

www.preliossgr.com

Scopri tutti gli immobili

Informazioni e prenotazioni PIEMME SpA

Concessionaria di pubblicità Tel. 06.37708536

-TRX IL:16/12/11

00.57-NOTE:RCITTA'

-MSGR - 20 CITTA - 26 - 16/12/11-N:

26

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.17-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 27 - 16/12/11-N:RCITTA'

ESTERI
e-mail: esteri@ilmessaggero.it fax: 06 4720629
La stretta di mano al Quirinale tra il Presidente del Consiglio nazionale transitorio libico, Mustafa Abdul Jalil e il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

DIPLOMAZIA Incontro con Monti NapolitanoeFini
di PIETRO PIOVANI

LA GUERRA

ROMA K «Scongelamento» e «riattivazione». Scongelamento dei fondi che lo Stato libico detiene in Italia e che sono stati bloccati quando è cominciata l’offensiva dei Paesi Nato contro il regime di Gheddafi. E riattivazione del Trattato di amicizia tra il nostro Paese e la Libia, quello firmato nel 2008 da Gheddafi e Berlusconi. La visita a Roma di Abdel Mustafà Jalil, presidente provvisorio dello Stato libico, è servita a parlare di rapporti internazionali ma soprattutto,come èinevitabile, di soldi. Il colloquio più lungo è stato quello con Mario Monti a Palazzo Chigi. Al termine dell’incontro, il presidente del Consiglio ha annunciato lo sblocco di 370 milioni di euro, che si aggiungeranno ai 230giàprecedentemente liberati in modo di arrivare alla somma di 600 milioni. Può sembrare un’importante concessione alla nuova reggenza di Tripoli, ma bisogna tenere presente che in realtà i depositi e gli investimenti libici congelati in Italia ammontano a una cifra molto più grande, ben 7 miliardi di euro. E di questi ne erano stati virtualmente sbloccati già 2,5 miliardi. I 600 milioni citati ieri in conferenza stampa sarebbero, a quanto si è capito, l’importo che i libici si sono realmente portati a casa finora. L’accordo raggiunto ieri è insomma soltanto un primo passo verso il definitivo rilascio del patrimonio finanziario sequestrato a Gheddafi. Del resto anche tutti gli altri governi occidentali stanno adottando la stessa strategia dello sblocco a rate. Le ragioni di questa gradualità potrebbero essere quelle spiegate da Arturo Varvelli, ricercatore dell’Ispi (Istituto per gli studi

Jalil a Roma fa ripartire gli accordi con la Libia
Scongelati 600 milioni bloccati dall’embargo
Confermata l’intesa del 2008 anche se il testo potrebbe cambiare
di politica internazionale) ed esperto di questioni libiche: «La prudente - è un eufemismo - politica di scongelamento dei fondi da parte dei Paesi europei sembra finalizzata a garantirsi una continuità degli investimenti libici e a porre condizioni politiche, come la stabilità del paese e la garanzia dei propri interessi», ha scritto ieri Varvelli sul giornale online Linkiesta.it. L’Italia, in particolare, deve difendere i contratti dell’Eni e dellealtre società impegnate da sempre in Libia. Non a caso ieri Jalil, parlando con i giornalisti, ha promesso che «una quota di questi 600 milioni sarà utilizzata per restituire i crediti dovuti alle aziende italiane». Un altro tema all’ordine del giorno nelle discussioni di ieri era il Trattato di amicizia. Nei giorni scorsi alcuni esponenti dell’esecutivo post-ghed-

Il Trattato di cooperazione Italia-Libia
I punti principali dell'accordo tra Roma e Tripoli firmato il 30 agosto 2008 a Bengasi tra Berlusconi e Gheddafi

Tripoli

Bengasi

RA'S AJDIR
ALGERIA

AUTOSTRADA 2.000 km

ASSALOUM

5 MILIARDI
DI DOLLARI
saranno versati dall'Italia nei prossimi 25 anni a titolo di risarcimento per il passato coloniale

Awbari

LIBIA

NIGER

CIAD

Investimenti per un'autostrada costiera che attraverserà tutta la Libia, dall'Egitto alla Tunisia Costruzione di 200 alloggi Borse di studio per studenti libici Pensioni di invalidità per i mutilati vittime delle mine anti-uomo

Cooperazione bilaterale nella lotta contro l'immigrazione clandestina e attuazione dell'accordo firmato nel dicembre 2007 per il pattugliamento congiunto delle coste libiche

dafiano avevano annunciato l’intenzione di modificare alcuni punti dell’intesa, ma alla Farnesina spiegano che per ora c’è stata solo la decisione politica di «riattivare» l’accordo. Si vedrà più avanti se e come correggere il testo. Anche in questo caso ci sono di mezzo dei soldi: nel Trattato l’Italia si impegna a finanziare la costruzione di un’autostrada sul territorio libico dal costo di 3,8 miliardi di euro in venti anni (circa 200 milioni l’anno). Caduto il regime del Colonnello, nessuno mette in dubbio che il nostro Paese debba ancora onorare quell’impegno, ma a Tripoli potrebbero decidere di sostituire l’autostrada promessa da Gheddafi con altri progetti. Ci sono poi altri passaggi del Trattato che potrebbero essere oggetto di modifica. Compreso quell’articolo che stabilisce un patto di non aggressione militare tra i due Paesi, un punto che non è mai piaciuto agli Stati Uniti e agli altri alleati della Nato. Oltre a Monti ieri Jalil ha incontrato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il presidente della Camera Gianfranco Fini. Jalil ha parlato dei contrasti tra fazioni e tribù che ancora segnano la vita della Libia, dicendosi «preoccupato» per «gli scontri che continuano a registrarsi nel Paese», ma si è detto convinto di poter ristabilire una concordia nazionale attraverso «il coinvolgimento dei combattenti nei vari settori della società». Monti dal canto suo ha elogiato le nuove autorità tripoline: «Desidero complimentarmi pubblicamente con Jalil per la determinazione dimostrata in ogni momento ad evitare qualsiasi atteggiamento vendicativo».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iraq, missione conclusa gli Stati Uniti ammainano la bandiera
di ANNA GUAITA

Rafforzamento della collaborazione in materia scientifica, culturale, energetica
ANSA-CENTIMETRI

NEW YORK - «Benvenuti a casa!» Lo ha gridato quattro volte, fra gli applausi dei soldati che lo ascoltavano. Mercoledì pomeriggio, davanti a un mare di reduci, Barack Obama ha mantenuto la sua principale promessa elettorale del 2008: ha annunciato la fine della guerra in Iraq, e ha confermato che anche l’ultimo soldato «sarà a casa per Natale». Al saluto affettuoso del presidente alla base di Fort Bragg nella Carolina del Nord, è seguita ieri la cerimonia di chiusura delle operazioni a Bagdad: in un angolo dell’aeroporto, una banda militare ha accompagnato il discorso del segretario della Difesa Leon Panetta, seguito dall’ammaina-bandiera e dalla partenza dei generali. I 4mila soldati ancora nel Paese hanno poi chiuso i bagagli e si sono avviati a Sud, verso il Kuwait. E così è finita. Una delle più controverseguerre mai combattute dagli Stati Uniti era cominciata la notte del 19 marzo del 2003. E’ durata otto anni, otto mesi e 26 giorni. È costata la vita a 4500 soldati americani e ad almeno 100mila iracheni. Oltre 32 mila soldati Usa sono rimasti feriti spesso con danni irreparabili. Anche noi italiani abbiamo pagato: 33 nostri militari hanno perso la vita nella guerra, di cui 17 nella strage di Nassiriya del 2003. Due La cerimonia a Bagdad milioni di iracheni sono stati cacciati dalle loro case e rimangono profughi nel loro stesso Paese. Le casse federali americane hanno versato nella guerra mille miliardi di dollari, quando George Bush aveva promesso che sarebbe costata 60 miliardi e sarebbe stata «veloce e chirurgica». Valeva la pena? Nel 2003, il 75 per cento del pubblico era convinto che davvero Saddam Hussein avesse le armi di sterminio ed era d’accordo con la guerra. Oggi tutti ammettono gravi ripensamenti, mentre vedono i loro ragazzi tornare a casa, e sentono gli esperti esprimere il timore che ora in Iraq l’ostilità fra sunniti e sciiti esploda di nuovo e che l’Iran possa sfruttare il vuoto e il caos per allargare ancor di più la propria influenza nella terra mesopotamica. Negli Usa ci sono anche quelli che accusano Obama di aver accelerato troppo il ritiro delle truppe. Ed effettivamente Obama stesso avrebbe gradito lasciare in loco qualche migliaia di soldati per proteggere i 16 mila civili che restano nell’ambasciata e nei consolati. Ma il governo del premier Nouri al Maliki ha messo in chiaro che non li voleva. E se qualcuno aveva ancora qualche dubbio sulla possibilità di negoziare una permanenza più lunga, la cerimonia di ieri ha provato quanto le autorità irachene friggessero dalla voglia di vedere gli americani andarsene: né il premier Maliki, né il presidente Talabani sono andati a salutare i generali che ammainavano la bandiera. Sulle seggiole dove era stato scritto il loro nome si sono dovuti sedere alcuni soldati americani.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Obama conferma «L’ultimo soldato sarà a casa entro Natale»

EGITTO

-TRX IL:16/12/11

00.58-NOTE:RCITTA'

-MSGR - 20 CITTA - 28 - 16/12/11-N:

28

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.18-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 29 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

ESTERO 29

29

IL CASO
di LUCIA SGUEGLIA

Maratona tv dopo il voto
cirillico. L’obiettivo è riconquistare i russi dopoil forte calo diconsensi per lui e il partito di governo, in vista del voto presidenziale dimarzo, in cuiPutin è candidato strafavorito nonostante tutto. Qualche concessione all’opposizione, seppur generica: una «webcam in tutti i seggi elettorali»; registrare nuovi partiti «è possibile». Idem per il ritorno all’elezione diretta dei governatori:lasuacancellazione fu un capisaldo della «verticale del potere» putiniana. Nessuna limitazione a Internet. Possibile esaminare una richiesta di grazia dell’ex patron Yukos Khodorkovski. Intanto a dover parare le accuse occidentali alla Russia è Dmitri Medvedev, a Bruxelles al vertice Ue-Russia. Mai nominato da Putin in 4,33 ore di diretta, in patria molti lo danno per dimissionario entro dicembre. L’Europarlamento gli chiede «nuove e giuste elezioni» alla Duma, il presidenterusso controbatte: «Non avete nulla a che vedere con le nostre elezioni». Ma l’ultima parola è per Vvp, instancabile dopo 88 domande: non parteciperà ai dibattiti elettorali, ma si dice pronto a lasciare il posto se mancherà il sostegno del popolo. Il suo peggior avversario nelle urne? «Me stesso, probabilmente». Forse la risposta più sincera.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LA SENTENZA

MOSCA – I giovani russi in piazza contro di lui? «Mi rallegrano. Li ho visti in tv: volti freschi e pronti a prendere posizione attiva. Se questo è il risultato del regime di Putin, mi pare buono». Comincia con un segno di distensione verso l’opposizione, l’annuale maratona tv di Vladimir Putin con il pubblico russo. Una tradizione da 10 anni, mai così attesa: era il suo primo faccia a faccia coi cittadini dopo il voto e le proteste sulle frodi. Ma subito arriva il fendente, quasi un riflesso condizionato: i risultati «riflettono l’opinione pubblica». E tutti i suoi avversari, i politici in piazza come gli estremisti islamici, sono La staffetta al potere «guidati, e paVLADIMIR PUTIN gati,daununico centro», Primo Presidente Presidente Primo Candidato che vuole una ministro (primo mandato) (secondo mandato) ministro presidenziali rivoluzione sul modello ucraino in Russia. L’Oc1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 cidente,ovviamente. Anzi, gli Usa che Vicepremier Presidente Candidato premier «non voglio(se Putin presidente) no alleati, ma vassalli». E in DMITRI MEDVEDEV Libia hanno ANSA-CENTIMETRI partecipatodirettamente alSopra, co, non filtrate come in passato: sempre del passato e mai del l’uccisione di Gheddafi, colpen- proteste, frodi, corruzione, rapil premier futuro?» incalza un deputato in dolo con un loro drone: «È de- porto del potere coi cittadini. russo studio. E l’ospite snocciola cifre Vladimir Putin mocrazia questa?» chiede Pu- «Vladimir Vladimirovich, pere dati di crescita. durante tin sapendo di far leva sul pub- ché in Russia non esiste l’oppoPare a suo agio l’ex zar, anla diretta tv blico giusto. sizione?» chiede una signora al che se sorride più del dovuto. Vecchia abitudine, rispolve- telefono da Murmansk. DipenMostra sicurezza, ma con qualrare il repertorio da guerra fred- de, per Putin ci sono oppositori che battuta di troppo: il nastro da per distogliere l’attenzione buoni e cattivi: chi collabora, e bianco, simbolo delle proteste da domande scomode. Che pe- chi «vuole destabilizzare il paedi queste settimane in Russia? rònon sono mancate dal pubbli- see rovesciare il potere». Benve«Credevo fossero anticoncezionuto l’oligarca Prokhorov, che lo sfiderà alla presidenza: «Un avversario degno e forte, ma non posso augurargli la vittoria»,scherza l’ex zar, aumentando i sospetti che la candidatura del miliardario sia concordata coi vertici. «Perché ci parlate

Francia, Chirac condannato per abuso di potere: due anni con la condizionale
di FRANCESCA PIERANTOZZI

Russia, Putin-show in diretta contro tutti
«I nastri bianchi dei manifestanti? Credevo fossero preservativi»

Attacchi agli Usa e ironia sull’opposizione

nali». La corruzione? Chiede da Vladivostokun giovane imprenditore. «Significa che c’è gente con soldi da spendere, nel Paese» – altra gaffe. Durante le manifestazioni, «imparavo a giocare a hockey». «È fuori dal mondo», lo boccia il Twitter

PARIGI - Nessuna indulgenza, nessuna attenuante: non l’età, non l’ictus né l’alzheimer, non i dodici anni all’Eliseo, i 40 anni di vita politica, i bagni di folla, nemmeno la nostalgia dei francesi di una lunga presidenza forse poco fruttuosa, ma allegra, simpatica, da bon viveur: Jacques Chirac esce di scena con la fedina penale sporca. Per la prima volta un ex presidente della Repubblica francese subisce una condanna penale: ieri il tribunale di Parigi lo ha condannato a due anni di carcere con la condizionale per appropriazione indebita e abuso di potere. Il giudice è stato inflessibile, più severo della stessa procura, che asettembre aveva chiesto il proscioglimento. Nessuno sconto. Chirac, 79 anni, non era in aula. Non c’è mai stato durante tutto il processo, ormai noto come quello degli «impieghi fittizi del comune di Parigi». Un certificato medico (e anche le ultime apparizioni in pubblico) lo avevano esentato: «disordini neurologici severi e irreversibili», sguardo spesso assente, andatura incerta, vuoti di memoria. Ieri in un comunicato Chirac ha detto di contestare «categoricamente la sentenza», ma non farà ricorso in Appello: «Purtroppo non ho più le forze necessarie per condurre la battaglia per la verità», spiega. «Non è soltanto in gioco l’onore di un uomo - continua Chirac - ma la dignità della funzione presidenziale che ho poi esercitato. Il rispetto delle istituzioni esige oggi che venga il momento della riappacificazione». Il vecchio leone, patron dei gollisti francesi per trent’anni, è ormai relegato nei libri di storia, stroncato prima dal fisico, poi dalla giustizia. I fatti che gli sono stati imputati risalgono all’inizio degli anni ‘90, quando Chirac era sindaco di Parigi e preparava l’ascesa all’Eliseo. È stato riconosciuto colpevole di aver stipendiato 28 membri del suo partito neogollista, l’Rpr, da lui presieduto, con i soldi

L’ex presidente francese Jacques Chirac ha 79 anni I fatti imputatigli risalgono agli anni Novanta quando era sindaco di Parigi

L’ex capo dell’Eliseo rinuncia all’appello «Non ho più le forze per combattere»

delle casse del Comune, da lui governato. Per questi stessi reati - appropriazione indebita di denaro pubblico e abuso di potere, era stato già condannato Alain Juppé, attuale ministro degli Esteri. Anche se l’affaire va avanti da decenni, Chirac è rimasto intoccabile per anni: blindato da una immunità da lui stesso fatta approvare, che lo ha protetto senza crepe durante tutto il soggiorno all’Eliseo, dal 1995 al 2007. Come hanno fattonotareieri gli storici, prima di Chirac soltanto un altro uomo era passato dalla massima carica dello Stato al carcere, allora senza condizionale: il maresciallo Philippe Pétain, capo del regime collaborazionista di Vichy, condannato nel 1945 per alto tradimento alla pena di morte, commutata poi in ergastolo. Ieri i commenti sono statiperò molto discreti, a destra e a sinistra. «Giustizia è stata fatta perché non si installi un sentimento di impunità» ha detto il candidato socialista alle presidenziali François Hollande, riservando però un pensiero «all’uomo che ora ha problemi di salute». Il successore all’Eliseo Nicolas Sarkozy ha evitato commenti sulla sentenza ma ha sottolineato «l’impegno costante di Jacques Chirac al servizio della Francia, cosa che gli vale e gli varràancora la stima dei francesi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Svolta all’Onu sulla crisi siriana anche Mosca condanna Damasco
NEW YORK - Svolta decisiva per la crisi siriana. Ieri, a sorpresa, La Russia ha presentato una proposta di risoluzione al Consiglio di sicurezza dell’Onu in cui condanna «le violenze di tutte le parti, compreso l’uso sproporzionato della forza da parte delle autorità di Damasco». Finora la Russia, assieme alla Cina, si era sempre dichiarata contraria a una risoluzione di condanna nei confronti del regime siriano di Bashar al Assad. La decisione di Mosca mette ancora più all’angolo la Siria, già «congelata» in seno alla Lega araba e già scaricata da Usa e Unione europea. Francia e Gran Bretagna hanno però chiesto a Mosca più coraggio, invitandola a includere nella risoluzione anche l’embargo delle armi e la volontà di perseguire i responsabili delle violenze. La repressione del regime e la lotta di resistenza del fronte delle opposizioni intanto proseguono. Ieri, secondo attivisti anti-regime, una quarantina di siriani, tra soldati lealisti, disertori e civili, sono rimasti uccisi in uno scontro nel Sud del Paese e nell’ormai quotidiana guerra nei principali epicentri della rivolta.

ABCD

Fondato nel 1878

Direttore Responsabile: MARIO ORFEO Vicedirettori: STEFANO BARIGELLI (Vicario) ALESSANDRO BARBANO GIANCARLO MINICUCCI Redattori Capo Centrali: STEFANO CAPPELLINI (Responsabile) RAFFAELE ALLIEGRO ALESSANDRO DI LELLIS ANGELA PADRONE MASSIMO PEDRETTI LUCIA POZZI Presidente: Vicepresidente: Amministratore Delegato: Consiglieri: FRANCESCO G. CALTAGIRONE GAETANO CALTAGIRONE ALBINO MAJORE ALESSANDRO CALTAGIRONE AZZURRA CALTAGIRONE CARLO CARLEVARIS MARIO DELFINI Direttore Generale: ALVISE ZANARDI
Il Messaggero S.p.A. Sede legale Via del Tritone, 152 - 00187 Roma - Tel. 0647201 G Copyright Il Messaggero S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati. Piemme S.p.A. - Concessionaria di pubblicità Via Montello, 10 - 00195 Roma - Tel. 06377081 Registrazione R.S. Tribunale di Roma n. 164 del 19/6/1948 Stabilimenti stampa de «Il Messaggero»: Il Messaggero S.p.A., viale di Torre Maura 140, Roma; Litosud - Centro Stampa di Pessano con Bornago (MI); Gazzetta del Sud Calabria S.p.A., Rende (CS) località Lecco; Unione Sarda S.p.A., 09100 Cagliari viale Elmas; S.E.S. Società Editrice Siciliana S.p.A., Messina via Bonino 15c.

La tiratura di giovedi 15 dicembre 2011 è stata di 273.338 copie

Certificato ADS N. 6897 del 21-12-2010

-TRX IL:15/12/11

21.58-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 30 - 16/12/11-N:

30

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.18-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 31 - 16/12/11-N:

ECONOMIA
fax: 06 4720597
Euro/Dollaro +0,20% Euro/Sterlina +0,04% Euro/Franco -0,45%
1
1,35 1,32

Euro/Yen -0,14%
1

Ftse Italia All Share +1,04%

Ftse Mib

+1,37%

Ftse Italia Mid Cap -0,22%

Ftse Italia Star +0,24%

16333

15.347,83

15589

14.627,69

18628

17.471,05

9413

9.170,04
ANSA-CENTIMETRI

1,3019
0,860 0,845

1

0,83935
1,250 1,235

1

1,2261
103,959999 102,625000

101,30

1,29

0,830

1,220

101,290001

15086
08/12 09/12 12/12 13/12 14/12 15/12

14325

17366

9124

08/12 09/12 12/12 13/12 14/12 15/12

08/12 09/12 12/12 13/12 14/12 15/12

08/12 09/12 12/12 13/12 14/12 15/12

08/12 09/12 12/12 13/12 14/12 15/12

08/12 09/12 12/12 13/12 14/12 15/12

08/12 09/12 12/12 13/12 14/12 15/12

08/12 09/12 12/12 13/12 14/12 15/12

L’ASSEMBLEA Ok a larga maggioranza all’aumento di capitale. Non vota la Sicilia

IL CASO

LaBancacentralelibicapartecipa allaricapitalizzazioneUnicredit
Ghizzoni: il rafforzamento ci porterà sopra le richieste Eba
ROMA - Il governo italiano svincola i fondi della Banca centrale libica consentendole quindi di aderire al prossimo aumento di capitaleda 7,5 miliardi di Unicredit approvato ieri dall’assemblea: sì dal 33,64% del capitale (94,8% di quello presente) e respinto dallo 0,2%, con lo 0,1% di astenuti. Non ha votato la fondazione Bds che possiede lo 0,6%. Il Comitato per la sicurezza finanziariapresieduto da Vittorio Grilli avrebbe autorizzato a sbloccare i fondi della banca centrale accogliendo in tal senso una sua richiesta nel giorno in cui Mario Monti ha incontratoilpresidente del Cnt Mustafa Abdel Jalil. L’istituzione libica possiede il 4,988% e dovrà investire circa 374 milioni. L’altro soggetto di Tripoli, la Lia, socio con il 2,594%, invece, essendo assimilabile a un fondo di investimento, non avrebbe inoltrato un’analoga richiesta in quanto attende prima di conoscere il prezzo di emissione delle nuove azioni (investimento previsto attorno a 195 milioni). «La Lia è orientata favorevolmente» ha detto Federico Ghizzoni al termine dell’assise. I due soggetti libici comunque non hanno preso parte all’assise. Il valore dei nuovi titoli dovrebbe essere deciso da un consiglio straordinario da tenersi il 7 gennaio non ancora convocato - sempre che arrivi in tempo utile il disco verde della Consob alla pubblicazione del prospetto informativo. L’operazione «presumibilmente partirà attorno alla metà di gennaio - ha aggiunto il ceo - per concludersi alla metà di febbraio». All’assemblea era presente Farhat Omar Bengdara, ex governatore della banca centrale, che è rimasto come uno dei vicepresidenti a titolo personale. L’aumento «porterà il gruppo ben al di sopra delle richieste e completamente al di fuori del rischio Eba che ha seguito l’esercizio sulle banche del continente», ha spiegato Ghizzoni. Il fabbisogno aggiuntivo è salito dagli originari 7,4 a 7,9 miliardi a causa «della perdita netta del terzo trimestre», di oltre 10 miliardi a causa delle svalutazioni degli attivi. «Sono stato sempre favorevole a Basilea 3», aggiunge il top banker, «le banche devono aprire alla necessità di rafforzare il capitale, ma il metodo dell’Eba non è completamente condivisibile». Alla ricapitalizzazione aderisce anche la fondazione Cariverona (4,211%). «Esprimiamo voto favorevole - ha detto il rappresentante dell’ente scaligero - e manifestiamo ancora una volta senso di responsabilità che speriamo sia condivisa dagli organi sociali esollecitiamo una severa riflessione che investa costruttivamente tutte le cause interne ed esterne che hanno determinato le attuali necessità». Ghizzoni rispondendo alla domanda di un socio si è detto «disponibile all’ingresso di nuovi soci in forma amichevole». In considerazione delle dimensioni dell’operazione «non è possibile che tutti i soci sottoscriveranno

Guzzetti: bene le iniziative di Mussari
MILANO - «Sono totalmente solidale con il presidente dell’Abi, Giuseppe Mussari, e con la sua azione, apprezzo questa azione e mi auguro abbia effetto positivo quello che Abi sta facendo». Il presidente della fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti, a margine della presentazione del Bando per il volontariato 2012, torna a prendere posizione sulle decisioni dell’Eba che penalizzano il sistema bancario italiano. Quale strada seguire per modificare quelle decisioni «è un tema proprio dell’Abi» e Guzzetti non vi suole addentrare ma «come azionista - aggiunge - posso esprimere delle mie valutazione come le ho espresse durante la giornata mondiale del risparmio». «Sono stato il primo - ricorda Guzzetti - ad esprimere valutazione assolutamente negative su quello che aveva deciso Eba la notte prima, non condividendo i criteri che stava seguendo. Ho visto che poi - prosegue il presidente della fondazione Cariplo - hanno aggravato la situazione e in tanti si sono espressi negativamente: l’Abi, molti colleghi che stanno nelle banche ma anche economisti ed esperti di finanza. Non ho che da confermare quello che ho detto il 26 ottobre». Per Marco Morelli, dg vicario di Intesa Sanpaolo, «l’Abi sensibilizzerà nei dovuti modi e forme le controparti europee», ha detto riferendosi alla decisione dell’esecutivo dell’associazione di coinvolgere Mario Monti, Corrado Passera e Vittorio Grilli sul dossier. «L’emergenza di oggi si chiama credito. La gestione del debito in Europa è stata mal fatta e le regole dell’Eba sono prive di saggezza. Le banche ora prenderanno una botta pazzesca e le risorse diminuiranno», ha rincarato la dose Passera parlando al convegno del Centro Studi di Confindustria.

«Valutiamo l’asta Bce con garanzia statale»

ANTITRUST

Alle Poste multa da 39 milioni: abuso di posizione dominante
ROMA - Oltre 39 milioni di euro di multa a Poste Italiane per abuso di posizione di dominante. Lo ha deciso L’Autorità garante della concorrenza e del mercato che contesta alla società di aver attuato, a partire dal 2007, condotte tese a escludere i concorrenti dai mercati del servizio di recapito «a data e ora certa» e del servizio di notifica attraverso messo. Sono stati inoltre posti ostacoli allosviluppo dei servizi liberalizzati a valore aggiunto. Ladecisione dell’Authority guidata da Giuseppe Pitruzzella è stata presa al termine dell’istruttoria, avviata nell’ottobre 2009 in Giuseppe seguito ad una denuncia di Tnt, Pitruzzella che ha portato a individuare una serie di condotte di Poste tese a escludere i concorrenti e a indebolirne le capacità competitive. L’Antitrust ha anche intimato a Poste di cessare immediatamente i comportamenti abusivi e di inviare entro tre mesi una relazione con le misure adottate per rimuovere questi comportamenti. Secondo quanto ricostruito dagli uffici dell’Antitrust, Poste, a partire dal 2007, ha sfruttato il proprio potere di mercato, detenuto nei servizi postali tradizionali e fondato tra l’altro sul possesso di una rete integrata, per entrare sia nel mercato del servizio di recapito ‘a data e ora certà che in quello del servizio di notifica attraverso messo. L’Autorità contesta in particolare le azioni connesse al trattamento della corrispondenza dei concorrenti e soprattutto l’applicazione di «prezzi predatori», non praticabili da concorrenti in quanto resi possibili dalla mancata imputazione di costi relativi all’utilizzo della rete già usata per il servizio universale. Questi comportamenti, che rientrano in un’unica strategia, hanno anche avuto l’obiettivo - sostiene l’Antitrust - di «mantenere integra la propria posizione dominante sui mercati della posta massiva e del servizio di notifica tramite il servizio postale». In serata, la replica delle Poste che hanno fatto ricorso al Tar e ribadito di aver sempre rispettato le regole sulla concorrenza.

e quindi sono possibili modifiche dell’azionariato». Unicredit sta «valutando attentamente» la possibilità di far ricorso alla garanzia dello Stato sui bond. «La prima asta Bce è il 21 dicembre» precisa il ceo, «date le nostre dimensioni non è una cifra consistente ma è un’opportunità». Ghizzoni ha ribadito che non vede «la logica di utilizzarla per acquistare i titoli di Stato». Il banchiere ha spiegato, in risposta a un’altra domanda che Unicredit «non è la banca salva-gruppi in crisi» riferendosi a Ligresti, Zunino, Sensi. «Non c’è nessuna differenza di vedute tra me e Mustier» ha precisato per smentire indiscrezioni su divergenze sul caso-FonSai. No comment su trattative col fisco su Brontosdove non esclude la possibilità di sanzioni. Piuttosto il tribunale ha dissequestrato i 245 milioni perchè Alessandro Profumo «come gli altri indagati non hanno la disponibilità dei beni sociali nei termini suddetti».
r. dim.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Federico Ghizzoni ceo di Unicredit L’assemblea della banca ha dato il via libera all’aumento di capitale

-TRX IL:15/12/11

22.55-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 32 - 16/12/11-N:

32

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.19-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 33 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

ECONOMIA 33
INFLAZIONE

33

IL CASO Alla Russian Standard Corporation il controllo del marchio piemontese

Lo spumante Gancia passa in mano russa
Il colosso della vodka avrà il 70%, alla famiglia il 30%
di GIULIA LEONI

Impennata dei prezzi per carburanti e generi alimentari
ROMA K A novembre l’inflazione rallenta leggermente, passando al +3,3% dal +3,4% di ottobre. Un piccolo passo indietro che, però, interrompe una rincorsa che andava avanti da ben 16 mesi. Fin qui l’Istat conferma le stime provvisorie diffuse due settimane fa. Ma se si guarda ai prodotti che rientrano nella lista degli acquisti quotidiani, dagli alimentari ai carburanti, i rincari proseguono anche a novembre, con i prezzi del carrello della spesa che salgono del 4,2%, raggiungendo così il rialzo maggiore dall’ottobre del 2008, ovvero da oltre tre anni. Tornando al tasso d’inflazione complessivo, se su base annua l’indice cresce ancora a ritmi sostenuti, rispetto al mese precedente addirittura cala (-0,1%). L’effetto dell’aumento Iva a novembre sembra così essersi affievolito. Probabilmente l’aggiornamento dei listini alla nuova aliquota,dopo l’exploit di ottobre, siè arrestato. D’altra parte nel mese che precede le feste natalizie i prezzi restano sempre piuttosto calmi. A rendere quest’anno prudenti i commercianti c’è anche lo spetto dei bassi consumi. Intanto, l’inflazione acquisita, quellachesiregistrerebbe a fine anno se non ci fossero cambiamenti, si stabilizza al 2,7%. Se il tasso sarà confermato dalla prossima rilevazione si registrerà un forte balzo a confronto con il 2010, quando risultò pari all’1,5%. Analizzando i diversi capitoli di spesa a novembre prosegue la crescita per i prezzi dei beni energetici, con la benzina salita del 16,6% e il diesel del 21,1%. Colpisce il netto rialzo registrato per i prodotti della tavola che segnano un +3,1%.Un rincaro così forte per gli alimentari non si verificava da inizio 2009, in particolare aumentano i prezzi di caffè, zucchero e frutta fresca. Ma c’è anche qualche calo, almeno su base mensile (biglietti aerei, alberghi, pacchetti vacanza). Le organizzazioni dei consumatori lanciano l’allarme caro vita: per il Codacons a un’inflazione del 3,3% equivale una stangata, su base annua, pari a 970 euro; mentre Federconsumatori e Adusbef Anche dalle associazioni degli agricoltori arrivano commenti preoccupati, la Coldiretti fa notare come a causa della corsa dei prezzi ben un italiano su tre taglierà la spesa per il Natale.

MILANO - Brindisi russo in casa Gancia. Dopo giorni di indiscrezioni, ieri dal quartier generale di Canelli (Asti), è arrivato l’annuncio ufficiale: il controllo della storica casa piemontese passa alla Russian Standard Corporation (Rsc), società moscovita specializzata nella produzione di Vodka ad alta gamma ma attiva anche nei servizi bancari e nel credito al consumo. I russi hanno acquisito il 70% del capitale dalla famiglia Vallarino Gancia, che resta socia al 30%. Con la firma dell’accordo, un’altra famiglia di un pezzo da novanta del made in Italy esce di scena, passando il testimone al nuovo padrone, Roustam Tariko, fondatore di Rsc, nuovo presidente della casa piemontese mentre è confermato nella veste di amministratore delegato, Paolo Fontana. Il manager ieri si è subito affrettato a dire che «le bollicine sono e resteranno italiane» e che «non sono previsti licenziamenti ma una migliore organizzazione che vedrà entrate ed uscite, sempre però in un’ottica di crescita». Rassicurazioni su questo fronte (Gancia conta 100 dipendenti), sono arrivate anche dal numero uno della società russa: «neanche per un secondo – ha detto Tariko - ho pensato di spostare le fabbriche. Lavorerò qui e non ci sarà nessun cambiamento rispetto alla storia e alle tradizioni della casa». Spiegando la filosofia alla base della scelta strategica Lo-

Il manager Fontana: «Non faremo licenziamenti il gruppo crescerà»
brand), ha detto che «sono stati privilegiati gli interessi dell’azienda rispetto a quelli della famiglia. Avevamo di fronte a noibrandcomeMartinieCinzano che negli anni sono diventati multinazionali, a dimostrazione che il mercato è cambiato. Per questo abbiamo accettato consapevolmente questa nuova sfida nella certezza di aver affi-

Paolo Fontana

renzo Vallarino Gancia, decano della famiglia (la dinastia resta nel cda con Edoardo e Lamberto mentre Massimiliano sarà l’ambasciatore globale del

dato l’azienda in buone mani». Bocche cucite sul prezzo della transazione: «le cifre circolate (attorno ai 150 milioni di euro, ndr) sono scorrette, posso dire che avevamo un’opportunità unica di crescere e che fatturato e marchi della società sono stati valorizzati in modo corretto», ha tagliato corto l’ex presidente Carlo Pavesio. Secondo quanto risulta a Il Messaggero, i russi si sarebbero accollati i circa 35 milioni di debiti dell’azienda, di cui 20 milioni di un mutuo contratto a suo tempo con Intesa Sanpaolo, Unicredit, Cr Asti e Bre per il rinnovo degli impianti. L’accordo annunciato ieri prevede che sia la famiglia che i

I PRECEDENTI

Prosegue lo shopping dell’italian food dalla storica Buitoni alla Parmalat
ROMA K L’italian food fa gola agli stranieri. Da Parmalat a Gancia, passando per le paste, gli oli, i cereali e le acque minerali, si allunga sempre di più l’elenco dei marchi cibari del made in Italy finiti in mano estera. Ma come per molti altri gioielli nazionali del food, parte la testa ma non il cuore. La produzione dei fratelli Gancia resterà radicata in Italia, come accaduto per l’olio d’oliva Bertolli, comprato prima dalla multinazionale anglo-olandese Unilever e poi ceduto al gruppo spagnolo Sos (oggi Deoleo), già proprietario di un pacchetto oleario tricolore, Carapelli, Sasso, Minerva oli. Il 2011 ha debuttato con lo shopping dei francesi di Lactalis sulla Parmalat. Più indietro nel tempo non va dimentica la Buitoni, altra storica azienda familiare oggi di proprietà della multinazionale Nestlè cui fu ceduta dopo varie vicissitudini nel 1988. Al sapore di Nestlè anche il mitico bacio Perugina, cioccolato fondente con cuore morbido di gianduia e granella di nocciola. La storica casa umbra ha mantenuto però in suolo nazionale stabilimenti e produzione. Al gruppo svizzero appartiene anche un nutrito pacchetto di acque minerali nostrane. A Unilever sono piaciuti anche i nostri gelati Algida mentre l’Antica gelateria del Corso è anche lei ben stretta nelle mani della multinazionale svizzera. Ma non c’e solo chi parte, c’è anche chi torna. «In effetti si assiste anche al fenomeno inverso - dice il direttore di Federalimentare Daniele Rossi - marchi acquisti da gruppi stranieri che poi tornano». È il caso dell’olio Dante ripreso dall’italiana Mataluni nel 2009. O anche il rientro dei dolci della Motta che sono stati acquisiti dalla Bauli. Quello dei prodotti alimentari è comunque uno scaffale che tira a livello internazionale. Nel 2011 il valore dell’export sarà pari a 23 miliardi di euro, in crescita del 10% sul 2010, per un valore dell’intero comparto è pari a 127 miliardi.

russi dispongano di opzioni per aumentare la propria quota ma Tariko ieri ha detto che «per il momento basta il 70%» così come ha escluso un possibile sbarco in Borsa, «perché non ci piace e perché non abbiamo bisogno di capitali per crescere».Rsc, cheattraverso una controllata si occuperà della produzione e del marketing degli spumanti e di vermut Gancia in Russia, conta di portare il marchio piemontese in tutto il mondo. Da subito investirà 5 milioni di euro per rafforzare l’azienda che è appena tornata ad avere una marginalità positiva, con un fatturato stimato al di sopra di 70 milioni di euro nel 2011. Fin dalla nascita nel 1850, Gancia è una delle aziende leader della produzione di spumanti e vermut, oggi presente in oltre 60 paesi, forte di duemila ettari di vigneti controllati e 5 milioni di chili di uve vinificate direttamente. Con lo sbarco del socio russo, che sancisce l’ennesimo passaggio in mani stranieri di un gioiello italiano, l’azienda alza l’asticella di fatturato e produzione, puntando a superare in tre anni i 100 milioni di giro d’affari e ad arrivare a produrre 40 milioni di bottiglie all’anno, dagli attuali 25 milioni.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Aumentadel4,2% il carrellodella spesa labenzina voladel16,6%

iBGStar,™ il diabete con libertà.
Innovativo glucometro che si adatta al ritmo della vita quotidiana. iBGStar™ grazie alle ridotte dimensioni e alla connessione diretta con iPhone e iPod touch, consente di gestire il diabete con indipendenza e discrezione.

Connessione ad iPhone/iPod touch* Comunicazione dei dati via email Semplice e discreto

* iBGStar™ non include l’iPhone o l’iPod touch. iPhone/iPod touch sono marchi di Apple Inc., registrati in U.S. e in altri paesi. iBGStar™ Diabetes Manager App è scaricabile gratuitamente dall’App Store.
Assistenza Clienti

Le misurazioni devono essere eseguite nell’ambito del controllo medico. iBGStar™ è un dispositivo medico-diagnostico in vitro CE. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni per l’uso. Autorizzazione Ministeriale ottenuta il 03/08/2011.

www.bgstar.it

Disponibile dalle 7 alle 22, 7 giorni su 7 solo per domande di tipo tecnico sull'utilizzo del dispositivo medico

-TRX IL:15/12/11

23.23-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 34 - 16/12/11-N:

34

IL MESSAGGERO

ECONOMIA
COMUNE DI MILANO FONSAI
SELEX

VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

ECO

FLASH

Tre concorrenti in dirittura d’arrivo Slitta al 23 il cda per il rafforzamento per le quote in Sea e nella Serravalle Ghizzoni: la compagnia ne ha bisogno
MILANO - Scade oggi il bando di gara indetto dal Comune di Milano sulla Sea-Serravalle con tre potenziali acquirenti interessati al dossier. Hanno infatti chiesto accesso alla data room, l’archivio dei dati sensibili delle società oggetto del bando, secondo quanto rivelato da Radiocor, il fondo infrastrutturale F2i guidato da Vito Gamberale,il fondoindiano Srei e gli australiani di Macquarie, in passato azionisti di Aeroporti di Roma. Ciò ovviamente non garantisce che questi operatori presentino un’offerta vincolante, ma rende l’ipotesi quanto meno plausibile. F2i si è dimostrata già da tempo interessata agli asset messi in vendita dal Comune milanese così come il fondo Srei, che aveva presentato una manifestazione d’interesse. La novità, qualora formulasse veramente l’offerta, è il fondo Macquarie, gigante australiano con asset finanziari e infrastrutturali in gestione per oltre 300 miliardi di dollari. Il bando messo a punto dal Comune di cui è sindaco Giuliano Pisapia prevede si potranno fare offerte per il 18,6 per cento di Serravalle abbinato al 20 per cento di Sea, oppure soltanto per il 29,75 per cento di Sea. In entrambi i casi la base d’asta sarà di 385 milioni, che consentirebbero al Comune di chiudere inpareggio il bilancio 2011. Oggi alle 11,30 è previstal’apertura delle buste: avverrà presso la sede dell’ente milanese alla presenza del segretario comunale che funge da pubblico ufficiale Ileana Musicò. Favorito appare comunque F2i che potrà disporre di una potenza di fuoco finanziaria. MILANO - Slitta di due giorni a venerdì 23 il consiglio di FonSai per varare le misure di rafforzamento patrimoniale. Sarebbe stato l’advisor Goldman Sachs a chiedere più tempo per esprimere la sua proposta sulla base delle analisi che sta conducendo.Sarebbe stato fissato per martedì 20 l’incontro fra Goldman, il managemente icinque consiglieri indipendenti indicati dal cda per interfacciarsi sull’istruttoSalvatore Ligresti ria in corso. Mediobanca e Unicredit hanno suggerito la necessità di un rafforzamento patrimoniale: per piazzetta Cuccia dovrebbe attestarsi sui 600 milioni.. «Il gruppo Fonsai ha bisogno di rafforzarsi patrimonialmente» ha detto ieri Federico Ghizzoni, ad di Unicredit. «La banca - spiega il top manager - è entrata in Fonsai perchè pensiamo sia stato un bene per noi e per la stessa società, continuiamo ad avere questa ottica, qualsiasi cosa da discutere per rafforzare FonSai la esamineremo». Conditio sine qua non per tutti è comunque poter ripristinare i margini di solvibilità. UniCredit non è «una banca salva-gruppi in crisi» precisa Ghizzoni. La decisione della compagnia dovrà avvenire prima di Natale come richiesto dall’Isvap per ripristinare il coefficiente di solvibilità alzando dal 111% sopra al 120%. L’Authority attende il piano che potrà essere realizzato nei primi mesi 2012 e le risposte sul nodo dei doppi incarichi ricoperti dagli esponenti della famiglia Ligresti in Premafin e in FonSai. In Borsa il titolo resta sotto pressione e archivia la seduta con un calo del 5,14% a 0,72 euro (-39,2% nelle ultime otto sedute).

Al presidente Veredice le deleghe gestionali
Definito il nuovo vertice di Selex Sistemi Integrati. Come anticipato da Il Messaggero, al presidente Giuseppe Veredice sono state attribuite le deleghe prima ricoperte da Marina Grossi. Il consiglio ha anche nominato Fabrizio Giulianini vice Presidente. L’assemblea di Selex, riunitasi prima del cda, ha cooptato oltre Giulianini, ceo di Selex Galileo, anche Paolo Aielli, ceo di Selex Elsag, e Mario Orlando, group general counsel di Finmeccanica. Lorenzo Mariani è il nuovo dg.

Sono F2i, gli indiani di Srei e Macquarie

EDISON

Tra A2a e Edf torna alta la tensione
Sempre alta la tensione in Edison. A2A «vuole rinegoziare gli accordi siglati a Parigi perchè si è accorta che, in virtù di quella intesa, si dovrebbe assumere una quota troppo alta del debito di Edipower», fanno sapere da Edf, «siamo stati ingannati con la proroga del patto». «Le trattative si chiudono solo se soddisfano entrambe le parti, altrimenti non funzionano» è la replica di fonti vicine ad A2A.

MERCATI AZIONARI
AZIONI prezzo rifer. diff. % min. anno max anno quantità AZIONI prezzo rifer. diff. % min. anno max anno quantità AZIONI prezzo rifer. diff. % min. anno max anno quantità AZIONI prezzo rifer. diff. % min. anno max anno quantità AZIONI prezzo rifer. diff. % min. anno max anno quantità

A A.S. Roma A2A Acea Acegas-APS Acotel Group Acque Potabili Torino Acsm-Agam AdF - Aeroporto di Firenze Aedes Aeffe Aicon Alerion Clean Power Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pellettieri Apulia Prontop Arena Arkimedica Ascopiave Astaldi Atlantia Autogrill Autostrada To-Mi Autostrade Meridionali Azimut Holding B B&C Speakers
Banca Carige Banca Carige risparmio Banca Finnat Banca Generali Banca Ifis Banca Pop. dell'E. Romagna Banca Pop. dell'Etruria e Lazio Banca Pop. di Milano Banca Pop. di Sondrio Banca Pop. di Spoleto Banca Profilo Banco di Desio e della Brianza B.co Desio e Brianza rnc Banco di Sardegna rnc Banco Popolare Basicnet Bastogi BB Biotech Bca Pop.Ital. warr 2010 Bco Santander C.Hispano Bee Team Beghelli ord Benetton Group Beni Stabili Best Union Company Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bim Bioera Boero Bartolomeo Bolzoni Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia rnc Brembo ord Brioschi Buongiorno Buzzi Unicem Buzzi Unicem rnc

c 0,453 -1,43 0,444 1,256 80970 c 0,700 -0,21 0,701 1,182 11130770 c 5,130 -0,68 5,066 8,591 135857 c 3,310 -1,49 3,145 4,573 811 b 21,000 1,16 19,916 43,943 105 b 0,690 4,15 0,645 1,466 7000 c 0,627 -3,32 0,623 1,183 2305 c 8,600 -0,69 8,555 12,370 45 c 0,060 -5,71 0,051 0,228 255350 b 0,567 1,34 0,485 1,463 162596 0,122 0,00 0,119 0,269 0 b 3,980 1,27 3,263 5,886 30141 c 3,052 -2,37 3,072 4,532 440397 b 6,905 0,95 5,463 9,606 376010 c 0,191 -6,78 0,197 0,600 60251 c 0,226 -1,23 0,170 0,377 126132 c 0,005 -5,88 0,005 0,029 50649178 b 0,082 0,61 0,075 0,461 296729 c 1,280 -1,08 1,237 1,719 41971 b 4,708 0,64 3,619 5,957 218444 b 11,480 1,23 9,362 16,090 2061167 b 7,260 0,97 7,206 10,956 1001260 c 7,000 -0,43 6,614 11,380 101026 c 16,970 -0,99 16,455 24,442 205 b 6,010 0,17 4,369 8,468 813647 c b c b c b b b b b b b b c c b b b c b b b c c c b c b c 2,884 1,353 1,940 0,273 7,205 4,000 5,640 1,199 0,300 6,190 1,898 0,251 2,950 2,300 4,390 0,943 2,100 1,099 48,290 0,000 5,570 0,295 0,428 2,848 0,300 0,990 0,259 1,269 2,828 2,800 0,380 21,000 1,808 19,010 0,928 1,318 6,355 0,072 0,915 6,410 3,230 3,046 2,908 1,505 1,421 0,997 0,234 0,000 5,070 0,054 1,670 15,060 0,915 0,802 5,105 1,721 1,720 0,151 0,083 0,316 1,219 0,248 0,309 0,542 0,060 0,257 0,585 19,500 2,794 1,856 0,854 0,032 0,765 -0,41 2,510 3,997 100 0,07 1,270 1,805 1606634 -0,51 1,907 2,774 1000 2,40 0,258 0,524 8610 -3,03 6,311 11,529 335044 1,78 3,914 5,588 86648 5,13 4,549 9,846 653980 1,27 1,074 3,206 64916 6,06 0,258 1,032 76313121 1,64 5,028 6,645 372261 3,72 1,783 3,451 202 0,84 0,243 0,441 794766 1,03 2,740 4,096 5122 -1,79 2,277 3,724 987 -1,57 3,223 9,891 5924 4,37 0,810 2,722 10431227 0,38 1,862 3,068 7048 0,00 0,905 1,693 0 0,81 39,719 55,079 3020 0,00 0,000 0,000 0 -4,30 5,209 9,281 11311 2,36 0,251 0,555 55811 3,33 0,415 0,729 92770 1,28 2,806 5,709 427026 -3,66 0,301 0,764 2138604 -3,79 0,901 1,441 1000 0,00 0,237 0,420 19000 -1,55 1,287 2,026 150020 0,78 2,313 7,879 48644 0,00 2,798 4,371 3000 -3,80 0,371 1,012 22967 0,00 20,000 21,000 0 0,95 1,536 2,344 2702 -0,47 19,221 31,311 1679 0,00 0,802 1,325 0 0,00 1,250 1,415 0 0,55 6,131 10,258 169552 6,04 0,069 0,171 696647 1,61 0,731 1,455 275482 0,31 5,643 10,820 551957 -1,64 2,974 6,072 50873 -0,46 2,764 4,325 1,61 2,408 3,275 -2,84 1,143 1,536 0,00 1,256 2,094 -5,05 1,008 1,948 1,65 0,232 0,425 0,00 0,000 0,083 0,60 4,427 5,909 -14,01 0,036 0,428 -0,71 1,644 4,450 0,13 13,842 20,331 -0,16 0,918 1,880 -0,37 0,749 1,948 -0,87 5,126 8,731 -1,09 1,310 2,327 0,00 1,673 4,080 -4,37 0,144 0,311 3,00 0,067 0,152 1,97 0,310 0,760 -0,25 1,154 1,766 3,25 0,249 0,500 1,71 0,305 0,996 -3,30 0,524 0,780 -7,38 0,034 0,377 2,72 0,238 0,350 -3,31 0,572 1,069 0,05 18,038 24,744 1,60 2,659 5,398 0,60 1,643 3,691 2,95 0,677 1,499 3,90 0,028 0,221 0,59 0,688 1,295 -0,02 0,419 1,004 -0,10 1,918 4,894 -1,12 0,837 1,246 -0,06 14,350 24,635 0,25 7,674 13,658 1650 52553 2500 0 23013 835641 0 847087 287010 55076 12706 755 665556 3059 69228 0 46785 4251900 300 478934 94845 12800 229999 2966644 1100 26228 1209 142556 224195 67566 254919 205 28092 3137 1500 106425 60931

Datalogic De' Longhi Dea Capital Diasorin Digital Bros Dmail Gr. DMT-Digital Mult.Tech

c b b b b c c b c c c b c b b b b c c c c c c c b c c c c c c c b c b c c b c b c b c b

5,830 -0,85 5,381 6,544 7,450 2,26 5,810 9,239 1,252 0,00 1,123 1,594 19,200 0,68 18,988 35,893 1,301 0,15 0,909 1,579 1,030 3,00 0,987 3,215 16,630 -0,42 14,610 23,286 0,761 0,743 1,083 0,591 9,050 0,792 0,460 2,992 1,573 1,901 22,750 15,500 8,835 0,275 0,090 2,524 1,386 14,140 13,100 12,130 0,632 0,800 3,522 5,940 4,090 4,336 3,052 3,244 2,726 3,656 0,000 2,678 0,321 0,720 0,338 2,090 -1,23 1,64 -1,28 -1,58 -1,58 0,51 -1,50 1,98 2,14 0,05 0,00 0,32 -0,73 -1,15 0,00 -3,66 -1,42 -2,08 -0,83 -1,38 1,36 0,00 -0,79 -0,42 -0,73 -0,64 -1,93 -1,70 -1,23 1,39 0,00 -1,54 1,81 -5,14 -6,11 1,46 0,744 0,721 1,085 0,558 8,502 0,773 0,456 2,834 1,489 1,240 19,243 12,278 7,886 0,268 0,070 2,272 1,392 13,638 12,429 10,906 0,555

11010 82233 111065 419107 13129 4025 33326

Gr. Minerali Maffei Greenvision

c c

4,000 0,00 5,680 -1,90 1,025 -1,16

2,848 4,253 1,018

4,490 5,958 1,756

25666 11074 1178857

H Hera I I Grandi Viaggi
IGD-Imm. Grande Distrib. Ima Immsi Impregilo Impregilo rnc Indesit Indesit rnc Industria e Innovazione Intek Intek risp Interpump Interpump 09/12 warrant Intesa Sanpaolo ord Intesa Sanpaolo rnc Invest e Sviluppo Inv. e Svil. warr 2009 Irce Iren Isagro IT WAY Italcementi Italcementi rnc

Italmobiliare Italmobiliare rnc Italy1 Investment

c 12,900 -3,01 13,108 29,961 b 9,515 3,09 9,358 19,590 c 9,440 -0,11 8,768 10,107 b c c b c 0,589 3,70 0,486 0,018 1,255 1,016 0,246 0,507 0,975 0,064 3,664 2,115 0,381 0,720 0,018 0,00 1,376 -1,22 1,071 -1,29 0,289 2,23 0,511 -0,39

14435 17326 801 211193 1353023 34417 5 243406 11200 7500 148789 157757 35900 736233 591743

E Edison
Edison risparmio Editoriale L'Espresso EEMS El.En Elica Emak Enel Enel Green Power Enervit Engineering Eni Erg Ergy Capital ErgyCapital w 16 Esprinet Eurotech Exor Exor prv Exor risp Exprivia

0,955 4370478 1,281 35239 2,104 302591 1,543 67691 15,099 1097 1,798 7013 1,481 353433 4,828 38611459 2,050 4090472 2,301 1580 24,392 5967 18,428 11606789 10,454 132770 0,501 13211 0,143 0 6,285 38603 2,501 42639 25,701 559359 21,275 35997 20,231 3139 1,123 26692

b 0,710 c 0,712 b 13,110 b 0,560 b 2,202 7,700 b 3,550 3,424 1,800 b 0,350 0,735 b 5,170 0,431 b 1,258 b 0,977 b 0,414 0,002 1,800 c 0,682 c 2,494 b 1,236 c 4,646 1,900

3,28 0,623 1,085 1332 -0,97 0,711 1,735 539417 0,69 12,785 15,186 3161 0,18 0,541 0,911 235548 0,46 1,522 2,442 2893329 0,00 7,050 8,220 600 10,04 3,276 8,979 2749899 0,00 3,424 7,378 345 0,00 1,671 2,800 0 1,01 0,267 0,533 750 0,00 0,639 0,825 0 0,58 3,812 6,158 261364 0,00 0,360 0,874 0 5,45 0,898 2,424 197721251 2,68 0,781 2,084 6214396 6,68 0,377 2,110 18849 0,00 0,002 0,007 0 0,00 1,560 2,663 298 -0,94 0,681 1,407 893706 -0,56 2,267 4,005 25234 10,16 1,085 2,695 24100 -0,43 4,081 7,647 208172 0,00 1,718 3,890 66975

J Juventus FC K K.R.Energy (ex Kaitech)
Kerself Kinexia KME Group KME Group rnc

L La Doria
Landi Renzo Lazio Le Buone Società Lottomatica(ex NewGame) Luxottica

b 1,640 1,61 1,445 2,089 c 1,137 -0,96 1,018 2,992 b 0,545 3,61 0,410 0,904 c 0,263 -2,59 0,264 0,735 b 11,050 2,41 9,002 15,381 b 20,730 0,93 18,627 23,486 c b c c c c b b c c 0,199 0,980 3,546 6,670 1,509 1,942 4,400 2,736 0,035 0,077 0,001 10,100 0,208 0,181 0,000 1,473 0,480 1,356 2,786 0,287 0,258 0,108 0,201 0,202 0,437 3,408 -1,14 0,98 -0,45 -2,84 -0,33 -3,19 1,80 2,47 -0,85 -2,15 0,00 0,00 -4,10 -2,85 0,00 -2,64 -1,07 -1,95 2,05 -2,84 5,05 1,22 0,70 0,00 -10,88 0,77

Pierrel 2008/2012 warrant Pininfarina b Piquadro Pirelli & C. c Pirelli & C. rnc c Poligrafica S.Faustino c Poligrafici Editoriale c Poltrona Frau c Pop Emilia 01/07 Pramac b Prelios c Premafin Finanziaria c Premuda c Prima Industrie b Prima Industrie 2009/2013 warrant Prysmian b

0,065 3,018 1,600 6,580 4,616 4,320 0,318 0,872 0,000 0,789 0,098 0,124 0,397 6,510 1,260 9,830

0,00 1,62 0,00 -0,23 -0,94 -2,26 -1,91 -0,34 0,00 1,15 -2,50 -3,36 -5,57 0,15 0,00 2,08

0,040 0,245 2,269 7,378 1,595 2,927 4,956 7,654 3,924 6,274 3,958 9,851 0,291 0,490 0,772 1,451 0,000 0,000 0,694 1,277 0,080 0,586 0,126 0,798 0,351 0,769 5,848 9,738 0,981 2,973 9,291 16,037

0 17480 10437 5867363 8912 715 1504 58666 0 4620 2210734 275745 5000 1959 0 2283098 0 958 136545 10936 45208 220438 14640 27126 93592 0 23612 0 98502 300

M M&C
Maire Tecnimont Marcolin MARR Mediacontech Mediaset ord. Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Meridie warr 2011 Mid Industry Cap Milano Assicurazioni Milano Assicurazioni rnc Mirato Mittel MolMed Mondadori Mondo Tv Monrif Monte Paschi Siena Montefibre Montefibre rnc Monti Ascensori Moviemax Mutuionline

F Falck Renewables
Fiat Fiat Industrial Fiat Industrial prv Fiat Industrial r Fiat prv Fiat rnc Fidia Fiera Milano Finarte Casa D'Aste Finmeccanica FNM Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai rnc Fullsix

0,688 1,747 444223 3,356 8,084 36375711 4,950 10,443 7338130 2,663 7,304 321528 2,726 7,250 906139 2,532 6,418 524325 2,590 6,399 538946 2,455 3,996 1800 3,420 4,907 15230 0,000 0,000 0 2,707 9,808 9493683 0,307 0,524 28012 0,732 4,294 7449504 0,346 2,866 3388907 1,062 3,240 2040 0 271669 7565 2438 626935 0 7179158 931975

c c c c c b c b b b c b c

INDICI AZIONARI
BORSA Milano (Ftse Italia All Share) Milano (Ftse/Mib) Francoforte (Dax) Londra (Ft 100) Parigi (Cac 40) Tokyo (Nikkei) New York (Dow Jones) New York (Nasdaq) ATTUALE 15.347,83 14.627,69 5.730,62 5.400,85 2.998,73 8.377,37 11.868,89 2.541,01 VAR.% +1,04 +1,37 +0,98 +0,63 +0,76 -1,66 +0,38 +0,07

0,195 0,230 128909 0,562 3,591 1565643 3,197 5,488 19630 6,706 9,437 42623 1,335 2,426 40 1,883 4,930 15733727 4,371 8,009 3091819 2,244 4,035 550027 0,035 0,088 1047341 0,071 0,353 51900 0,000 0,018 0 9,049 10,442 0 0,212 0,887 1932697 0,178 0,890 902122 0,000 0,000 0 1,484 3,181 13590 0,384 0,763 171358 1,237 2,857 448988 2,112 7,415 7602 0,282 0,462 4964 0,236 0,859 55725712 0,102 0,179 35950 0,184 0,328 1539 0,194 0,844 0 0,157 0,720 134761 3,396 5,543 2423 2,385 5,194 1,090 0,284 0,920 1,386 0,393 1,882 0,865 3,394 6,291 1,175 0,638 1,614 2,638 1,554 3,020 3,841 5946 0 0 21001 57 1351143 0 2034148 4599

R Ratti
RCF Rcs MediaGroup Rcs MediaGroup rnc RDB Recordati Reno de Medici Reply Retelit Retelit 08/11 warr Richard Ginori 1735 Richard Ginori 2011 warr. Risanamento Rosss

1,646 0,00 1,600 2,395 c 0,608 -1,62 0,599 0,873 c 0,741 -5,00 0,636 1,347 b 0,521 2,06 0,499 0,880 c 0,266 -1,30 0,269 2,062 c 5,465 -0,18 5,340 7,733 c 0,137 -0,44 0,136 0,248 c 16,000 -0,31 14,713 21,402 c 0,329 -1,20 0,279 0,612 0,089 0,00 0,031 0,183 b 0,254 1,60 0,220 0,604 0,005 0,00 0,005 0,027 0,090 0,00 0,087 0,290 0,850 0,00 0,740 1,410

S Sabaf S.p.a.
Sadi Saes Saes rnc Safilo Group Saipem Saipem risp (old rnc) Salvatore Ferragamo SARAS Sat Save Screen Service Seat Pagine Gialle Seat Pagine Gialle risp Servizi Italia Seteco International SIAS Sintesi Snai Snam Rete Gas Sogefi Sol Sole 24 Ore Sopaf Sorin Stefanel Stefanel risp. STMicroelectronics N.V.

N Nice
Noemalife Novare

G Gabetti 09/13 warr.
Gabetti Property Solutions Gas Plus Gefran ord Gemina Gemina rnc Generali Geox S.p.A.

0,016 0,00 0,014 0,098 0,050 -1,57 0,049 0,246 5,575 2,20 2,250 6,862 2,702 -1,53 2,652 5,277 0,649 2,45 0,539 0,758 0,845 0,00 0,799 1,155 11,140 -0,80 10,665 16,911 2,148 1,99 2,128 4,911

2,500 -0,79 5,430 0,00 1,090 0,00 0,302 2,23 0,950 1,06 1,384 -1,14 0,382 0,00 1,883 -0,89 0,851 -1,16

O Olidata P Panariagroup Ind.Ceram.
Parmalat SpA Parmalat warrant 2015 Piaggio Pierrel

b b c c c

REDDITO FISSO
OBBLIGAZIONI
TITOLO ABN AMRO 13/01/09-12 ABN AMRO 28/01/09-14 Intesa SanPaolo 10/02/04-14 Cedola in cor. 2,00 2,38 4,38 Cedola in cor. 1,20 1,92 0,00 0,00 1,14 1,22 3,40 1,22 1,26 1,14 1,22 1,31 1,41 Tasso in cor. 6,00 5,75 5,00 2,35 4,00 5,00 5,00 2,55 5,00 1,85 4,00 4,25 3,00 2,50 2,00 4,75 4,25 4,25 3,75 2,00 2,25 Prezzo d'asta 100,02 102,23 93,55 Prezzo d'asta 99,70 98,77 96,71 94,92 95,78 91,84 91,91 87,02 83,13 85,44 83,58 77,80 77,27 Prezzo d'asta 85,08 82,41 76,53 67,58 67,41 75,87 75,76 67,96 100,22 97,85 99,97 99,55 99,87 99,06 97,30 99,39 98,11 98,41 96,54 95,36 93,99 rend. effett. 1,53 1,05 6,82 rend. effett. 3,60 5,23 4,65 4,78 7,03 8,08 7,56 8,16 7,24 7,99 7,94 7,00 6,95 rend. effett. 6,73 6,69 6,44 7,11 6,12 6,30 6,28 7,04 2,38 5,51 3,50 4,28 3,25 3,97 4,57 4,75 5,01 5,03 5,17 5,12 5,45 Prezzo sottosc. 100,20 102,40 94,04 Prezzo sottosc. 99,76 98,97 96,93 95,35 95,80 92,03 92,27 87,69 83,81 86,00 84,20 78,77 78,54 Prezzo sottosc. 85,88 82,87 76,60 68,10 67,74 76,20 76,13 68,00 100,21 98,26 100,12 99,87 99,90 99,30 97,72 99,73 98,58 98,90 97,06 95,75 94,56 Btp 02/02/04-14 S Btp 18/02/04-14 S Btp 15/06/09-14 S Btp 01/04/11-14 S Btp 01/08/11-14 S Btp 01/12/11-14 S Btp 01/09/04-15 S Btp 02/05/05-15 S Btp 15/01/10-15 S Btp 15/06/10-15 S Btp 01/11/10-15 S Btp 01/03/06-16 S Btp 31/01/11-16 S Btp 18/04/11-16 S Btp 15/09/11-16 S Btp 01/02/02-17 S Btp 15/03/06-17 S Btp 02/01/07-17 S Btp 03/09/07-18 S Btp 02/05/08-18 S Btp 01/02/03-19 S 4,25 2,15 3,50 3,00 4,25 6,00 4,25 3,75 3,00 3,00 3,00 3,75 2,10 3,75 4,75 5,25 2,10 4,00 4,50 4,50 4,25 96,28 90,63 94,50 94,19 96,07 99,45 95,22 92,40 91,18 90,49 89,68 89,92 84,16 90,75 93,10 93,90 80,85 89,95 89,53 88,85 86,93 5,32 7,72 5,55 5,41 5,42 5,33 5,46 5,70 5,64 5,74 5,68 5,88 8,44 5,80 5,84 5,96 8,44 5,86 6,09 6,08 6,08 96,93 90,62 95,32 94,83 96,85 100,22 95,83 93,09 91,75 91,17 90,11 90,57 84,48 91,73 93,99 94,90 81,20 90,43 90,54 89,85 87,76 Btp 23/05/08-19 S Btp 03/11/08-19 S Btp 04/05/09-19 S Btp 01/02/04-20 S Btp 01/10/09-20 S Btp 01/03/10-20 S Btp 01/02/06-21 S Btp 23/04/10-21 S Btp 01/09/10-21 S Btp 01/03/11-21 S Btp 01/09/11-22 S Btp 01/11/93-23 S Btp 22/12/93-23 S Btp 15/03/07-23 S Btp 11/04/08-23 S Btp 01/03/09-25 S Btp 01/11/96-26 S Btp 24/09/10-26 S Btp 15/03/11-26 S Btp 01/11/97-27 S Btp 01/11/98-29 S 2,35 4,50 4,25 4,50 4,25 4,00 3,75 2,10 3,75 4,75 3,63 9,00 8,50 2,60 4,75 5,00 7,25 4,50 3,10 6,50 5,25 77,95 87,87 85,78 87,01 85,31 82,68 80,23 72,20 81,47 86,99 103,38 108,76 146,00 72,86 82,32 81,93 99,78 77,32 74,00 90,88 79,63 8,38 6,08 6,13 6,06 6,10 6,18 6,10 8,40 6,00 6,02 0,00 6,90 0,00 8,26 6,42 6,52 6,46 6,49 8,18 6,73 6,64 78,11 88,76 86,40 87,66 86,31 83,67 81,27 72,51 82,55 87,96 103,53 109,86 146,00 74,25 83,21 82,93 100,82 78,57 74,16 91,96 80,40

c 12,000 -0,83 11,868 25,242 747 c 0,315 -1,41 0,230 0,402 98357 c 6,385 -1,77 5,281 8,731 2760 c 4,040 -0,44 3,640 6,106 370 b 4,684 1,56 4,433 13,672 770239 b 31,210 1,07 23,771 38,607 1761763 30,000 0,00 30,000 39,250 0 c 9,860 -2,67 8,589 13,586 892314 c 0,906 -1,58 0,858 2,006 4508979 c 8,845 -0,90 8,844 10,832 51 c 6,105 -0,81 6,108 8,129 5067 c 0,320 -8,20 0,286 0,635 104577 b 0,029 2,08 0,028 0,091 10564392 b 0,910 1,17 0,725 1,700 2400 c 4,190 -0,19 4,131 7,328 4945 0,299 0,00 0,297 0,299 0 c 5,415 -0,46 5,002 8,760 222211 1,146 0,00 1,060 5,350 0 b 1,600 1,78 1,495 2,739 78190 b 3,250 1,18 3,173 4,285 4590156 c 1,950 -2,11 1,921 2,931 150642 b 3,692 0,16 3,627 6,039 9209 b 0,810 3,72 0,756 1,494 36077 b 0,021 0,48 0,020 0,099 1350354 c 1,210 -1,47 1,214 2,102 1868596 b 0,325 2,14 0,296 0,663 22062 167,500 0,00 166,700 167,500 0 b 4,278 1,57 4,065 9,596 2868950 b b b b b c c c c c c b c b b c c c c b c b 1,420 0,554 0,162 0,175 0,680 0,814 13,330 2,512 2,338 0,353 0,036 0,001 62,000 1,101 4,890 8,180 0,00 1,392 1,580 0 2,31 0,362 1,490 23375 0,00 0,144 0,238 1566641 4,23 0,168 0,400 297 1,27 0,656 1,014 13647980 1,69 0,728 1,144 75864669 1,37 9,020 18,734 2358167 -0,40 2,402 3,463 6013061 -1,35 2,087 3,781 27399 -0,70 0,348 0,708 1032 -0,28 0,036 0,092 8795177 0,00 0,001 0,003 0 -0,24 61,528 96,373 328792 -0,99 1,101 1,720 340 0,33 4,937 11,358 206903 -6,19 3,862 10,173 72473 2,236 0,493 0,666 1,018 0,241 0,172 3,922 1,142 3,194 2,590 0,070 0,007 0,007 0,007 0,140 0,000 0,000 0,000 0,003 4,302 0,109 0,077 7,352 4612322 0,525 0 1,990 195074887 2,142 16566 0,550 2648401 0,417 2545781 4,789 1,501 4,627 4,113 0,281 0,024 0,025 0,049 1,255 0,029 0,021 0,017 0,024 5,678 0,391 0,288 110 1101 3681 8016 0 0 0 0 0 0 0 0 0 266593 20018 1038775 19750

T Tamburi
TAS Telecom Italia Media Telecom Italia Media rnc Telecom Italia rnc Telecom Italia(già Olivetti) Tenaris Terna TerniEnergia Tesmec Tiscali Tiscali 09/14 w Tod's Toscana Finanza Trevi Finanziaria Industriale TXT

b b b b c c b c c b b c c b c c c c c b b c b b c c b c b b b b b b

CCT
TITOLO Cct 01/03/05-12 S Cct 01/11/05-12 S Cct 31/08/10-12 A Cct 03/01/11-12 A Cct 01/07/06-13 S Cct 02/05/07-14 S Cct 01/12/07-14 S Cct 01/09/08-15 S Cct 15/06/10-15 S Cct 01/07/09-16 S Cct 01/03/10-17 S Cct 15/10/10-17 S Cct 02/05/11-18 S

C Cad It
Cairo Communication Caleffi Caltagirone Caltagirone Editore Cam-Fin Camfin 09-11 warr. Campari Cape Live Carraro Cattolica Assicurazione Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Centrale LatteTorino Ceramiche Ricchetti CHL Ciccolella Cir Class Editori(ex scis.) Cobra Cofide Cogeme Set Compagnia Immobiliare Az. Conafi Prestito' Cred. Bergamasco Cred. Emiliano Cred. Valtellinese Credito Artigiano Crespi Csp

BTP
TITOLO Btp 01/11/99-31 S Btp 18/03/02-33 S Btp 01/08/03-34 S Btp 15/09/04-35 S Btp 01/08/05-37 S Btp 01/08/07-39 S Btp 16/09/09-40 S Btp 28/10/00-41 S Btp 01/08/01-12 S Btp 30/03/07-12 S Btp 17/04/07-12 S Btp 15/10/07-12 S Btp 02/03/09-12 S Btp 01/07/09-12 S Btp 04/01/10-12 S Btp 01/08/02-13 S Btp 01/02/03-13 S Btp 15/04/08-13 S Btp 15/12/08-13 S Btp 01/06/10-13 S Btp 01/11/10-13 S

VALUTE
QUOTAZIONI INDICATIVE Ieri
Dollaro Usa Sterlina Inglese Franco Svizzero Yen Giapponese Corona Danese Corona Svedese Corona Norvegese Corona Ceca Fiorino Ungherese Zloty Polacco Shekel Israeliano Dollaro Canadese Dollaro Australiano Rand Sudafricano c b c c c b b b c b 1,301 0,839 1,226 7,432 9,070 7,767 25,534 4,535 4,944 1,348 1,729 1,310 10,910

BOT/MERCATO TELEMATICO
SCADENZA BOT 16/01/12 BOT 15/02/12 BOT 15/03/12 BOT 16/04/12 BOT 15/05/12 BOT 15/06/12 BOT 16/07/12 BOT 15/08/12 BOT 14/09/12 BOT 15/10/12 BOT 15/11/12 BOT 14/12/12 Giorni vita res. 28 58 87 119 148 179 210 240 270 301 332 361 prezzo 99,900 99,680 99,362 98,811 98,473 98,131 97,633 97,169 96,752 96,411 96,144 95,322 rendim. netto 0,000 1,780 2,430 3,440 3,550 3,610 3,740 4,030 4,000 4,050 3,630 4,180

METALLI (in Euro) Domanda
Oro fino (per gr.) Argento (per kg.) Sterlina (v.c) Sterlina (n.c) Sterlina (post.74) 36,670 568,610 300,010 301,130 301,130

U UBI Banca
offerta
39,010 703,880 333,630 335,650 335,650

Prec.

Lire

1,299 1.487,264 0,839 2.306,868 1,231 1.579,210 19,114 260,524 213,461 249,278 75,831 6,406 426,961 391,624 7,432 9,085 7,766 25,649 4,560 4,946

Uni Land UniCredit UniCredit rnc Unipol Unipol priv

2,942 3,23 0,504 0,00 0,709 1,14 1,070 -0,37 0,248 -2,25 0,172 -1,15 4,000 -1,23 1,260 1,04 3,380 -1,69 3,080 0,13 0,070 0,009 0,008 0,009 0,151 0,000 0,000 0,000 0,003 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 0,00 3,18

c 101,300 101,440

V Valsoia
Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Assicurazioni

W W Cr Val 2014
W Unipol 2013 W Unipol Prv 2013 Warr Aedes 14 Warr BPM 09-13 Warr Intek 08/11 Warr KME Group 06-11 Warr KME Group 09-11 Warr Kre 09/12

c 302,250 304,650

A cura della

1,347 1.436,402 1,725 1.119,295 1,302 1.477,730 10,856 177,473

Dollaro Neozelandese b

Y Yoox Z Zignago Vetro
Zucchi Zucchi rnc

b c c b

8,770

8,098 13,274

4,514 -1,40 0,121 -2,82 0,266 6,40

D D'Amico
Dada Damiani Danieli Danieli rnc

c 0,441 c 2,098 c 0,880 c 15,710 b 8,145

Le tabelle con le quotazioni dei fondi di investimento, del mercato azionario e del reddito fisso sono consultabili gratuitamente all’indirizzo internet www.ilmessaggero.it/borsa

-TRX IL:15/12/11

22.48-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 35 - 16/12/11-N:

di Antonio e Dino

Specialità regionali - Pizzeria Sala per banchetti - Ampio giardino Parcheggio interno
LUNEDÌ RIPOSO

CULTURA & SPETTACOLI
e-mail: cultura@ilmessaggero.it fax: 06 4720462

di Antonio e Dino

Roma Via Piteglio, 19 Tel. 06.8805131 Cell. 380.3670562 - 380.3658717 www.ristoranteamatrice.it

di RENATO MINORE

IACEVA come un voce sotterranea, dopo la morte di alcune persone care, Pierpaolo, Alberto, Giuseppe,mio padre Fosco, mia sorella Yuki. E doveva germogliare come nel dormiveglia attraverso gli anni, molti anni»: così risponde Dacia Maraini a chi le fa osservare che «La grande festa», l’ultimo suo libro, dà l’idea di una assai lunga incubazione, come una sorta di conclusione per definire la cornice in cui leggere meglio, mettendoli a fuoco, gli altri libri di ricordi, «Bagheria», «Dolce per sé», «Il gioco dell’universo». Sono «per chi lavora con la parola esperienze profonde, come una seduta di psicoanalisi:attraverso la parola, si dovevano trasformare in parola», dice ancora la scrittrice che, come una tenera staffilante ossessione, tra citazioni, conversazioni private, schegge di esistenza, mette al centro di questo suo memoir, il ricordo continuo dei legami scomparsi, con una confessione forte e reiterata della propria vocazione: «Scrivere, parlare, dare voce, continuare un dialogo, è la sola forma di restituzione che ci è consentito rispetto ai morti e rispetto ai vivi». Ne «La grande festa», a proposito di chi è scomparso, il richiamo in modo esplicito è ad Ariès, a ciò che egli scrive sulla morte in Occidente. E’ il desiderio, il suo, di raccontare in maniera forte e chiara il lutto, la perdita? «Ariès racconta della morte il momento comunitario che era, in altre società, intimità sociale e racconto. La nostra cultura tende a obliterare, a seppellire la sua idea. C’è il feticismo della vita giovane e produttiva, chi non è giovane è da nascondere. Figurarsi chi è morto... Il racconto è un modo di dar corpo a qualcosa che, nella tua mente, può diventare doloroso». La memoria è spinosa. La scrittura è uno dei modi per sciogliere i nodi del passato. Oggi i soli romanzi possibili sono quelli che rievocano «l’esistente scomparso»? «Non è un regola assoluta. Semmai è il modo anche di contrapporsi a una cultura che evita la morte, la manda in esilio. Della sua rappresentazione, se non è quella violenta

«G

L’INTERVISTA La scrittrice parla di «La grande festa» il suo nuovo libro dedicato al dialogo ininterrotto con alcune persone scomparse

Il Salone del libro di Torino alla scoperta della Rete
E nuove forme di comunicazioni digitali e la condivisione della rete, la Spagna e la Romania Paesi ospiti, il ritorno ai padiglioni tradizionali di Lingotto Fiere, senza l’allargamento all’Oval, una nuova collaborazione con il sistema cinema, con il Circolo dei Lettori e con Rai Educational: sono alcune delle novità del 25.moSalone del Libro diTorino, che si terrà dal 10 al 14 maggio. Un’edizione, quella del 2012, toccata dalla crisi, ma consapevole della sua centralità nel panorama del libro. «Il Salone - ha detto il presidente Rolando Picchioni, confermato insieme al direttore Ernesto Ferrero - si appresta a celebrare il suo quarto di secolo, dopo un anno ricchissimo di eventi culturali legati ai 150 anni dell’ unità d’Italia e in un clima che non ha più le certezzeelepromesse di un tempo bensì molte variabili, dubbi e incognite». I temi del prossimo anno saranno due, e uno sarà il Salone stesso, che nel suo venticinquesimo compleanno, dice Picchioni «si interrogherà, non certo per autocelebrarsi quanto per indagaresul cambiamento di Torino e dell’Italia» e sulla rivoluzione digitale che dai blog ai social media ha mutato in pochi anni il modo di leggere, di scrivere e di condividere informazioni. E saranno due l’anno prossimo, per la prima volta, anche i paesi ospiti, la Spagna e la Romania. Proprio la Romania vedrà, nel 2012, celebrare l’anno della cultura romena in Italia. Per l’occasione è allo studio un ricco programma con il governo romeno che comprende, tra l’altro, un festival di cinema romeno, un concerto del tenore Toeodor Ilincai, l’incontro con attori tra cui Radu Beligan. Restano confermate tutte le principali sezioni della fiera, dal Bookstock Village dedicato ai giovani lettori, «Nati per leggere» per i più piccoli, «Adotta uno scrittore», oltre all’International Book Forum, l’area per lo scambio dei diritti commerciali che nel 2011 ha compiuto 10 anni e con 6.900 incontri ha coinvolto 700 operatori professionali di 30 paesi.

Maraini Raccontare
è ridare voce
Accanto, Dacia Maraini Il suo nuovo libro, «La grande festa» è edito da Rizzoli

L

dei gialli con l’ingrandimento di particolari, la loro ossessiva ipertrofia, se ne parla poco. Eppure esiste un modo non violento di rappresentarla, riportando in vita le persone attraverso il sogno, i sorrisi, i gesti, le parole in una sorta di banchetto narrativo». Cosa le viene in mente in questo momento di quei gesti

e di quelle parole? «Di Pasolini ricordo la risata muta, quel modo di ridere senza suono, di camminare, correre, giocare a calcio. Alberto è la sua voce piacevole, seducente con cui da grandissimo affabulatore raccontava storie meravigliose. E’ un modo meno traumatico per vivere in amicizia con il tempo, il più atroce nemico che ci mangia. Se lo raccontiamo quasi si ferma. La voce lo domina». Ha chiamato «La seduzione dell’altrove» il libro dei suoi viaggi. Ma anche il viaggio sulle tracce di chi non c’è più è una seduzione dell’altrove? «Certo. Per questa ragione mi sono servita dei miti. Come Orfeo che, attraverso l’incantesimo della musica, va nel paese delle ombre, incanta tutti e si riprende l’amata, riesce a portarla quasi via. Ha la me-

moria: nel momento in cui si volta, crede che lei ci sia, allora la luce del mondo la perde. Attraverso il racconto, capiamo la morte». A proposito di viaggi. Lei è stata in India più volte. In questi giorni si sta confrontando a Roma con alcune scrittrici indiane sulla relazione tra anticoemoderno.Quali i termini delconfronto? «Ciò che mi sorprende in tutte è il forte legame con la tradizione, con certi aspetti arcaici e insieme con la cultura tecnologica, con quella della grande città. Sono lacerate da queste realtà, inIndia convivono. Ci sono culture contadine lontane nel tempo con i buoi tirati dall’aratro, come se si vivesse mille anni fa, e c’è

Il confronto a Roma conle autrici indiane e il ritorno dell’impegno nella narrativa

l’India avanzata che usa le macchine per pensare, conosce la tecnologia e la psicologia». Una scrittrice indiana, Anita Nair, ha descritto la sua letteratura come un continente «pieno di buone storie che anima gli ultimi veri narratori i quali non si vergognano di raccontare». Da questo punto di vista noi abbiamo addosso questa vergogna, siamo diversi? «Le cose sono profondamente cambiate. L’avanguardia aveva creato il tabù del racconto tradizionale. I giovani scrittori stanno riscoprendo il racconto legato alla storia, alla cronaca. Se c’è stato questo periodo, ora però i giovani non provano più questa vergogna, per fortuna».

REALISMO MAGICO

Addio a Hoban, autore cult di favole nere
L
O scrittore Russell Hoban, autore di culto per il romanzo apocalittico «Riddley Walker» e di numerosi libri per ragazzi, è morto la scorsa notte nella sua casa di Londra a 86 anni. Hoban, nativo della Pennsylvania, risiedeva a Londra dal 1969. Il suo romanzo «Diario della tartaruga» è stato adattato per il cinema con una sceneggiatura del premio Nobel Harold Pinter nel 1985: il film diretto da John Irvin con il titolo «Tartaruga ti amerò» è stato interpretato da Glenda Jackson e Bwen Kingsley. Hoban è stato a lungo frequentatore di quel genere letterario che prende il nome di «realismo magico» di cui fanno parte scrittori come Italo Calvino, Isabel Allende, Gabriel García Márquez. Il suo primo romanzo «Il topo e suo figlio» (tradotto da Adelphi) uscì nel 1968. Nato il 4 febbraio 1925 a Philadelphia da genitori ebrei immigrati dall’Ucraina, Hoban iniziò la carriera come insegnante d’arte a New York e poi nel Connecticut. Nel 1958 cominciò a pubblicare libri per ragazzi e da allora si consacrò totalmente alla scrittura. Le sue opere originali, eccentriche e piene di humor mescolando fantasy, surrealismo e realismo magico. Tra i libri pubblicati in Italia figurano «Diario della tartaruga» (Giano), «La ricerca del leone», «Riddley Walker» e «Il topo e suo figlio»(Adelphi), «Si chia- Russell Hoban mava Lola» (Nottetempo), «Il sito di Angelica» (Guanda) e «Il pellegrino» (Feltrinelli).

Rappresenterà il nostro paese in India a gennaio, alla Fiera di Calcutta. Come illustrerà in una formula, lo stato della nostra attuale letteratura? «E’ una letteratura della crisi che porta in sé la volontà di superarla. Prenda Saviano, conosce la frammentazione della crisi, però ha la forza di uscirne recuperando la cronaca attraverso il nuovo impegno sociale e politico. E’ una linea che va emergendo contro la maniera dei gialli di cui parlavo prima. Molti libri riscoprono l’impegno, Prato, gli operai della Fiat, Napoli e i rifiuti... Non capitava dagli anni Settanta». Ha in questi giorni rilanciato una scuola di teatro tra le montagne abruzzesi. Perché questa idea e perché il teatro proprio in Abruzzo? «Sono le scelte che ti dà la vita, non prese sulla carta geografica: in Abruzzo ci ho messo un po’ di radici. La scuola sta diventando disastrata per colpa di una cultura e di una politica che la vorrebbero demolire. Lavorare sul teatro - il luogo dove la parola parlata si coniuga con la parola scritta - è importante per la lingua italiana. Il rapporto tra queste due lingue è stato sempre un grande problema, c’è separazione...Fino a che punto lo scrittorepuò inseguire la lingua parlata e fino a che punto la deve tenere lontana? Il teatro è ancora il mezzo ideale per affrontare questo problema che non è solo linguistico».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lo schema è una griglia di 9x9 caselle, in cui sono evidenziati 9 "settori" quadrati di 3x3 caselle ciascuno. Alcune caselle riportano un numero, altre sono vuote. Il gioco consiste nel riempire tutte le caselle in modo tale che ogni riga, ogni colonna e ogni settore contenga tutti i numeri da 1 a 9, senza alcuna ripetizione. Nell'esempio, nel terzo settore il numero 7 andrà per forza in g3, poiché è già presente nella colonna h (in h5), nella riga 1 (in b1) e nella riga 2 (in e2).

3 4 7 6 3 5 4 7 2 9 6 2 8 3 4 6 5 7 2 9 5 9 3 6 4 1

Scrivere un numero da 1 a 9 in ogni casella bianca. La somma di ogni segmento di linea orizzontale o verticale deve essere uguale alla cifra segnata a sinistra o sopra il segmento corrispondente. Un numero può essere usato una sola volta in ogni segmento orizzontale o verticale

TABELLA SOMME UNIVOCHE
2 cifre 3 4 16 17 6 7 23 24 10 11 29 30 15 16 34 35 21 22 38 39 28 29 41 42 36 37 38 39 40 41 42 43 44 1+2 1+3 7+9 Per risolvere 8+9 1+2+3 lo schema aiutatevi 1+2+4 con la tabella 6+8+9 dei numeri 7+8+9 obbligati 1+2+3+4 1+2+3+5 5+7+8+9 6+7+8+9 1+2+3+4+5 1+2+3+4+6 4+6+7+8+9 5+6+7+8+9 1+2+3+4+5+6 1+2+3+4+5+7 3+5+6+7+8+9 4+5+6+7+8+9 1+2+3+4+5+6+7 1+2+3+4+5+6+8 2+4+5+6+7+8+9 3+4+5+6+7+8+9 1+2+3+4+5+6+7+8 1+2+3+4+5+6+7+9 1+2+3+4+5+6+8+9 1+2+3+4+5+7+8+9 1+2+3+4+6+7+8+9 1+2+3+5+6+7+8+9 1+2+4+5+6+7+8+9 1+3+4+5+6+7+8+9 2+3+4+5+6+7+8+9

10 6 20

12

16 14

13

6 19 29

3 cifre

19 17 17 17 29 10 5 17 25 18 13 11 8 23 3 6 12 7

4 cifre

2 1 7 9 3 6 5 8 4

5 6 4 8 2 1 3 9 7

8 3 9 4 7 5 6 2 1

7 2 5 3 4 8 9 1 6

1 8 6 7 5 9 2 4 3

9 4 3 1 6 2 7 5 8

6 7 1 5 9 4 8 3 2

4 9 2 6 8 3 1 7 5

3 5 8 2 1 7 4 6 9

26 8 13 29

5 cifre

6 cifre

Incrocio del 3 col 4: il 3 si ottiene solo come somma di 1 e 2, il 4 solo come somma di 1 e 3, dunque nella casella comune ci va l'1; poi si aggiunge il 2 per completare la somma 3 e il 3 per completare la somma 4. Nella riga col 20 c'è un 3, e nelle due caselle vuote la somma che manca è 20-3=17; 17 in due cifre si ottiene solo con 8 e 9; nella colonna dell'11 c'è già un 2 quindi il 9 non ci può stare perchè il totale supererebbe 11. Quindi la sequenza della riga col 20 è 3 - 8 - 9. Per completare le ultime due caselle ci possono andare solo un 1 e un 5.

7 cifre

8 cifre

5 9 6 9 7 3 7 4 8 8 1 4 5 1 2 3 2 8 6 9 7 1 2 4 9 5 1 2 3

5 1 8 6 8 9 8 9 2 7 1 6 7 4 9 9 5 8 8

-TRX IL:15/12/11

21.53-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 36 - 16/12/11-N:

36

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.19-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 37 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

CULTURA 37 & SPETTACOLI 37

37

Robert Downey Jr. e Jude Law cioè Holmes e Watson A destra Ryan Gosling

Le Idi di marzo racconta i retroscena della campagna per le primarie Usa alternando cinismo, paranoia e disillusione

Nel nuovo Sherlock Holmes l’intelligenza fa spettacolo
di FABIO FERZETTI

George Clooney e le bugie della politica
N candidato democratico alle primarie che sembra un concentrato di virtù (George Clooney). Due membri del suo staff, ugualmente brillanti ma con diverse sfumature etiche (Ryan Gosling, nuovo angelo maledetto, e il veterano Philip Seymour Hoffman, che oltre a spingere il candidato deve difendere il suo posto). Uno «spin doctor» rivale che gioca sporco e non si vergogna (strepitoso Paul Giamatti, tre scene che lasciano il segno). Più una stagista troppo spericolata per non finire nei guai (Evan Rachel Wood) e una giornalista spregiudicata, ma non abbastanza (Marisa Tomei). Fra i tanti generi del cinema americano, il più americano di tutti non è il western, come si potrebbe pensare, né la

C

HI ha detto che il cinema d’azione non ama la cultura? Nel giocattolone più fragoroso e divertente di Natale 2011 risuonano i lieder di Schubert e le arie immortali del Don Giovanni; Sherlock Holmes non deve solo sventare le trame criminali del cattivo di turno, ma affrontare una macchinazione politico-finanziaria destinataa espandere l’inSHERLOCK HOLMES-GIOCO DI... dustria bellica (e a portarci dritti verso la Pri(avventura, Gb, 129’) ma guerra mondiale, di: Guy Ritchie anche se siamo ancora con: Robert Downey Jr., nel 1891). Mentre il poJude Law, Noomi Rapace vero Watson riesce fiJared Harris, Kelly Reilly nalmente a sposare la mmm sua fidanzata. Ma il viaggio di nozze diventa presto un’avventura fitta di colpi di scena, incontri pericolosi, deviazioni repentine che fra zingari anarchici, attentatori cosacchi, tiratori scelti reduci dal Grande Gioco dell’Afghanistan portano la coppia più criptogay della storia del cinema a combattere battaglie insieme fisiche e mentali. Perché nel secondo Sherlock Holmes di Guy Ritchie, ancor più che nel primo, l’intelligenza fa spettacolo. Anzi, le folli capacità deduttive del detective di Baker Street viaggiano veloci come astronavi in un videogame, abolendo i tempi morti del ragionamento. E solleticando tutti i nostri sensi in un susseguirsi di ipotesi e di immagini che porta di colpo l’Ottocento nel Duemila, l’era dei treni a vapore in quella del digitale, il detective senza più pipa in un mondo allegramente postmoderno. Che usa tutto l’arsenale del cinema di oggi e di ieri per rendere contemporanei e spesso irresistibili i personaggi di Conan Doyle. Ed ecco travestimenti a raffica, attentati e macchinazioni che nemmeno l’assassinio di Kennedy, foreste abbattute a colpi di cannone

(sta cambiando il modo di fare la guerra); e poi allusioni alle armi chimiche, sbuffanti prototipi di automobile, diete a base di coca, tabacco e caffè (mentre per gli esperimenti chimici più arditi c’è il povero bulldog a fare da cavia). E un secondo Holmes, eccentrico fratello di Sherlock (Stephen Fry, già gigantesco come Wilde), appare a sorpresa per occuparsi dell’attonita Mrs. Watson. Una vera boccata d’ossigeno per chi ne ha abbastanza di certi ottusi e ripetitivi blockbuster made in Usa, resi ancora più stucchevoli dalle possibilità illimitate del digitale. Non succede spesso, fra l’altro, che il secondo episodio di una serie sia migliore del primo. Concluso Harry Potter, diradati gli 007, il cinema britannico forse ha trovato la sua nuova gallina dalle uova d’oro.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

U

fantascienza. È il film «presidenziale», che in chiave storica, melodrammatica, thriller etc., ha attraversato l’intera storia del cinema, nutrendo nel mondo l’immagine dell’Americae del suomodello di democrazia. Con i suoi costi, anche umani. Non a caso è forse l’unico genere hollywoodiano che non abbia mai subito tentativi di imitazione. Nessun paese infatti ha un culto così alto della libertà individuale e insieme un tale senso della propria «missione» nel mondo. Dunque nessun altro paese ha mai avuto il coraggio, e la forza, di costruire un filone così vario e duraturo drammatizzando non solo le grandi battaglie, ma la vita politica quotidiana. Con le sue regole, scritte o meno. Rielaborate da sceneggiatori che spesso

Questo Gatto con gli stivali è da leccarsi i baffi
IL GATTO CON GLI STIVALI 3D (animazione Usa, 90’) di: Chris Miller con: le voci italiane di Antonio Banderas Francesca Guadagno Alessandro Quarta
di FRANCESCO ALÒ

mmm

L’orco Shrek ha partorito Il gatto con gli stivali, felino spadaccino che prima rubava la scena in Shrek 2 e 3 (dove era diventato ciccione) e ora si porta a casa un’intera pellicola come star dello spin-off ideato dalla casa di produzione Dreamworks. Il gattone animato funziona che è una meraviglia. Lo ricordate spavaldo, beffardo e seduttore in quei due capitoli di Shrek? Ora è tutta un’altra storia. Dopo un prologo in cui il nostro eroe è guascone e ribaldo come lo ricordavamo, Il gatto con gli stivali 3D ci racconta in flashback l’epopea di un povero micio idealista diventato fuorilegge suo malgrado in un’imprecisata cittadina da spaghetti-western. Commovente. Tornati al presente, lo vedre-

mo affrontare le più varie imprese con l’amico di un tempo Humpty Dumpty (uovo parlante e petulante) e la gatta spericolata Kitty Zampe di Velluto. Obiettivo: recuperare la stima della sua collettività. In calo, rispetto a Shrek, l’esasperato citazionismo cinematografico. Mentre il gusto più pronunciato per la fiaba tradizionale esalta il piacere dell’avventura unendo il fascino dei personaggi (l’amicizia idiosincratica tra il rilassato Gatto e il nevrotico Humpty Dumpty ricorda i duetti tra Massimo Troisi e Lello Arena) alle mirabolanti scene d’azione (stupefacente la sequenza della pianta di fagioli che cresce all’improvviso proiettando i personaggi oltre le nuvole). Eccellente Banderas, anche voce italiana, ma la vera Antonio Banderas è il «Gatto sorpresa è un 3D da leccarsi i baffi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

venivano proprio dalla politica. Quarta regia di Clooney, il solido Le Idi di marzo riprende questa tradizione con tutti gli onori, e un pizzico di ambiguità molto contemporanea. Dietro il film c’è una oliata commedia di Beau Willimon, ex «spin doctor» che nel 2004 lavorava per l’aspirante candidato presidente Howard Dean e conosce bene il repertorio di trucchi, sgam- LE IDI DI MARZO betti, accordi sot- (drammatico, Usa, 101’) tobanco che è di e con: George Clooney l’abc della lotta con: Ryan Gosling politica. Anzi, fa Philip Seymour Hoffman di questo teatrino Evan Rachel Wood spietatoe invisibimmm le il vero tema del film. Che tratta di paura, di paranoia, di sospetto. Ma soprattutto di scoperta di sé. In fondo Clooney non racconta la delusione di un giovane idealista. Racconta come quello stesso idealista si ritrovi a commettere bassezze di cui non si sarebbe mai creduto capace - e con un certo gusto per giunta. Chissà, forse quelle bassezze sono l’essenza della politica (non solo moderna, donde il titolo latineggiante). Non è un messaggio facile, e si capisce che dopo la vittoria di Obama Le Idi di marzo sia finito qualche anno nel congelatore. Ma la forza di questo film brillante e insieme stranamente freddo, sta proprio in questa deliberata ambiguità, lontana dalla morale rotonda di Good Night and Good Luck. Anche se a Venezia facevano discutere soprattutto certi dettagli, come quei 900 dollari che la stagista, figlia di un politico, non ha e non sa come procurarsi in fretta. Difficile crederci, in Italia. Ma forse è un problema tutto nostro.
F. Fer.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

con gli stivali» anche in italiano

-TRX IL:15/12/11

22.48-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 38 - 16/12/11-N:

38

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.20-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 39 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

CULTURA 39 & SPETTACOLI 39

39

L’EVENTO Il 24 concerto popolare a San Pietro per il Pontefice che saluterà l’orchestra
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
di SIMONA ANTONUCCI

Ambrogio Sparagna tra i più noti cantori di musica popolare porterà in Piazza San Pietro cantanti di ogni parte del mondo

In tour ovunque, con organetti etamburelli, riesceaconquistare platee francesi, russe, oltre che pugliesi o milanesi, facendosi interprete di un patrimonio culturale che racconta chi siamo, bandiera dell’identità italiana come la lirica. Un tesoro di melodie e di testi che la sera di Natale Sparagna proporrà al Papa,davantialpresepe di piazza San Pietro. «Riporto i pastori nel cuore di Roma, davanti alla chiesa simbolo della città. Saremoquasiduecento tra coro di bambini e di adulti e l’orchestra. Percantare i branichedasempre sono il catechismo dei poveri». Un grande concerto,unaNatività in vernacolo, il 24 pomeriggio, dalle 16.30 davanti al presepe del Vaticano che darà inizio ai riti della Vigilia e che il Papa saluteràaccendendounacandela dal suo balcone. Chi sono i pastori oggi? «Lepersonesemplici che vogliono ancora avere un rapporto con la Natura. Semplici, non banali». La musica popolare a San Pietro, in una giornata solenne. Lo considera anche un riconoscimento per il suo impegno? «Sono anni che studio e che faccio ricerche. L’Auditorium mi ha dato la grande occasione di avere un’orchestra stabile e di portare avanti dei progetti. Abbiamo proposto noi al Vaticanodiesibircidavantialpresepe. E il fatto che abbiano accettato significa molto per noi». Che cosa canterà ai romani e al Papa? «Tu scendi dalle stelle è la prima canzone popolare italiana. Ha una struttura con strofe, ritornello e inciso strumentale che poi è stata ripetuta in tutti i canti composti dal 1750 in poi. Allora gli zampognari annun-

Qui accanto il presepe a Piazza San Pietro Sotto Benedetto XVI

Sparagna: «Il mio coro di Natale per il Papa»
TRA POCO SI FA BUIO
Fra poco si fa buio Fra poco si fa già notte Per questo vengo a te Mio Salvatore a vegliarti Cantiamo un piccolo canto Al Bambino, al piccino Non riesci proprio a dormire Sento solo il tuo pianto

In onore di Benedetto XVI una canzone in bavarese
ES WIRD GLEI SCHO DUMPA
Es wird glei scho dumpa Es wird schon gleich dunkel Es wird ja schon Nacht Drum komm ich zu dir her Mein Heiland auf d’Wacht/ Wir singen ein Liedlein Dem Kindlein dem kleinen Du magst ja nicht schlafen Ich hör dich nur weinen
mo ringraziare in particolare il Belli, che, oltre a essere stato un grande poeta, ha anche raccolto e conservato decine di testimonianze». Che cosa vuol dire «popolare», oggi? «Il sogno di una comunità. E la musicaèil linguaggio dellacondivisione. Senza aree geografiche o fasce generazionali. La musica popolare si canta e si suona insieme. A San Pietro sarà un festa di tutti, con tanti colori, tanti segni, proprio come in un presepe, dove ci sono Gesù bambino e gli animali, la Madonna e i pastori». I suoi concerti hanno un gran successo all’estero. «Sono riuscito a fare ballare il pubblico in alcune sale, in Russia per esempio, dove solitamente si ascolta soltanto l’opera». Sono gli ultimi giorni di un anno che celebra il centocinquantenario dell’Unità d’Ita-

A

Proporrò la Roma della tradizione con cantanti di tutto il mondo

ciavano il Natale non soltanto nelle chiese, ma anche nelle case. Ed è proprio a Roma, che è stata sempre, ripeto, un grande comune agricolo e pastorale, che la tradizione era particolarmente radicata. Cercherò di riproporre a San Pietro quella Roma lì. Il repertorio che eseguiremo spazia in tutto il mondo, oltre che in molte regioni italiane. Ci saranno cantanti dall’Ecuador, dal Bangladesh, dalla Somalia, ma anche sardi e

laziali, naturalmente. E per il Papa intoneremo una sorta di Tu scendi dalle stelle nel dialetto tipico della sua regione, una sintesi tra il bavarese e il tirolese. Sarà una sorpresa». Lei organizza all’Auditorium la manifestazione Ottobrata romana. Come considera il repertorio della città? «Molto ricco. Roma conserva una sua forte identità. Il patrimonioa disposizioneèvastissimo e spazia nei secoli. Dobbia-

A

Zampogna,organetto tamburelli hannounavoce d’altritempi

Gli Stadio al Gran Teatro Spoleto, regia di Wilson trent’anni in musica per la «Lulu» di Lou Reed
Teatro. Il viaggio segue l’uscita del cd ROMA - Sono trenta gli anni degli «Diamanti&Caramelle», un disco fatStadio, band lanciata da Lucio Dalla e to di musica diretta e comunicativa, che contiene un singolo dedicato a poi da un paio di film di Scireae Facchetti (il pezCarlo Verdone («Borozo si chiama «Gaetano e talco» e «Acqua e sapoGiacinto») e un duetto ne»). Dopo tre decenni con Noemi nel brano (la nascita ufficiale risa«La promessa». Ma il le alla primavera dell’81 concerto è l’occasione con il tour di Dalla in cui per ripercorre la storia il gruppo, per la prima della band da «Grande volta, presentava due figlio di puttana», lanpezzi suoi), Gaetano ciata quando ancora acCurreri, autore dalla compagnava Lucio Dalpenna facile (partner fi- Curreri, leader degli Stadio la, a «Chiedi chi erano i dato di Vasco Rossi), e i suoi amici possono vantare quattordi- Beatles» a «La faccia delle donne» a ci album all’attivo e un pubblico soli- «Acqua e sapone». In questi mesi Curreri e i suoi sono stati richiamati do e affezionato. Quello che viene da Verdone per la colonna sonora di chiamato a raccolta in un tour che «Posti in piedi in Paradiso». stasera fa tappa a Roma, al Gran © RIPRODUZIONE RISERVATA
di MARCO MOLENDINI

SPOLETO K Il direttore del Festival logo,in onore dell’arte in cui è cresciudi Spoleto, Giorgio Ferrara, ha dato to e che lo ha reso famoso in tutto il alcune anticipazioni del programma mondo, offrirà tre minuti di ballo. della prossima edizione della rassePer la danza, infine, tre appuntagna. In primo piano un menti: Manuel Legris, altro spettacolo di Bob étoile del Ballet NatioWilson, che firma la renal de L’Opera, con i gia della «Lulu» di Lou ballerini del Wiener Reed per gli attori del Staats Ballet; Peter BoBerliner Ensemble. La al con il Pacific Nor«Lulu» è un’opera-stuthwest Ballet in una credio nata dallacollaboraazione dedicata a Twyzionedel cantautore stala Tharp; Aaaron Watunitense con il gruppo Lou Reed, a Spoleto la Lulu twin che porta due coremusicale Usadei Metalografie, appositamente lica. commissionate alla sua compagnia, il Per il teatro, invece, «In Paris», Semper Oper Ballet di Dresda (la spettacolo in cui il grande danzatore prima è «Funf Duos»; la seconda è russo Mikhail Nikolaevich Barysh- «Faune»). nikov recita come attore. Solo all’epi© RIPRODUZIONE RISERVATA

lia. Che ruolo ha avuto la musica popolare? «Di commento. E’ curioso che le stesse canzoni cambino ritmo e tono a seconda del periodo. Celebrativo e poi magari disilluso, ma con le stesse identiche parole». Quello che sta arrivando sarà un Natale mesto,preoccupato. Che cosa ci consiglia di ascoltare? «Musica italiana. Aiutiamo i nostriautori,nonsoltantoquelli conosciuti». A proposito di autori italiani, lei ha fatto un concerto con Francesco De Gregori. Ce ne saranno altri? «Faremoun discocon l’etichetta Auditorium e poi una tournée. Abbiamo riletto il suo repertorio in chiave popolare, con i nostri strumenti. Santa Lucia in romanesco... Sembra che sia stata composta così». Magie della fisarmonica? «Quandosuoniquestistrumenti entri in un mondo antico, sì, magico. Zampogna, organetto, tamburellihannounavoced’altri tempi, ma ti danno la possibilità di interpretarli tutti».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

-TRX IL:15/12/11

21.59-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 40 - 16/12/11-N:

S.C.A.R. - Raganelli passione alfa dal 1956
sabato aperti intera giornata

SPORT
e-mail: sport@ilmessaggero.it fax: 06 47887668

via Aurelia 750-760 06 / 6641 6841
scar.raganelli@gmail.com

USATO e AZIENDALI

IL PERSONAGGIO
di ALESSANDRO ANGELONI

Il giorno dopo aver minacciato l’addio, Francesco si gode l’affetto della gente e ricomincia a parlare da capitano
L’INTERVISTA

ROMA - Il giorno dopo i cattivi pensieri scappano via. E vedi Francesco Totti in campo allenarsi con la voglia dei giorni migliori. Ride, scherza con tutti e calcia rigori. E soprattutto lavora, vuole giocare a Napoli. Tutto rientrato, quella voglia di andare via è attenuata, sicuramente è meno manifesta. I tifosi che lo hanno insultato martedì restano, con loro resta l’amarezza che gli è cascata addosso. La stessa di quel Siena-Roma di qualche anno fa, quando alcuni tifosi gli lanciarono qualche oggetto mentre tentava di calmarli. La stessa di quando si è ritrovato la macchina colpita da un sasso in piena notte. La stessa dei giorni peggiori, che ci sono stati e ce ne saranno ancora. «Non stiamo facendo quello che vogliamo, ma con questo gruppo e la società possiamo risalire e dimostrare che abbiamo un grande futuro. La stagione non va bene, speriamo finisca presto...». Così Totti a Roma Channel, mercoledì sera al Maxxi. Parla di futuro in giallorosso, già è qualcosa. Un messaggio lanciato pochi minuti dopo l’intervista a Sky, che ha fatto saltare sullasedia tutti coloro che gli vogliono beneechespeRIVA rano di vederlo con la maglia giallorossafinoall’ultimogiornodella sua carriera. Totti - confida chi lo conosce bene non aveva intenzionedi alzarealcunpolverone, ma mentre parlava gli è venuta in mente l’immagine dei figli impauritidavanti ai quattro scalmanati che martedì lo hanno insultato e gli hanno dato del giocatore finito. Ma ilgiorno torna lanormalità. Tanti tifosi che gli stanno al fianco da sempre e che non lo hanno mai mollato gli manifestano il loro amore via radio e attraverso la pagina facebook della società. «Totti non si tocca!», lo slogan che abbraccia la giornata.E ancora: «Chi locritica aspramente non ama la Roma perché lui non è un giocatore come gli altri, lui è la Roma», quindi «Totti è il più grande giocatore di tutti i tempi e può sbagliare anche i prossimi 10 rigori, ha credito illimitato». E non è finita: «Siamo tutti con te Francesco. Non mollare, non dare soddisfazione a certi tifosi occasionali, sono solo

«Abbiamo un grande futuro»
Tottitornaapensarepositivo
Francesco Totti, 35 anni, capitano della Roma

Boniek: «La verità è che non si sente parte del progetto»
Zbigniew Boniek, detto Zibì, che ne pensa dello sfogo di Totti? «Secondo me stavolta ha esagerato, e le spiego perché». Prego. «Francesco ha il novantanove per cento dellagente a suo favore. A certi politici basta il trenta per cento per sentirsi onnipotenti. Certe situazioni vanno accettate». Anche a lei capitava? «A tutti è successo. C’è anche qualche deficiente che va oltre. Ma l’episodio in sé non ha grande valore». Magari non è semplice trovarsi con i figli davanti a tifosi, o pseudo tali, che se la prendono con te. «Siamo a Roma, esiste la maleducazione. Qui continuiamo a parlare dei tifosi, ma Totti non ce l’aveva con loro». E con chi, allora? «Lui non è contento della situazione che sta vivendo,non sisente dentroilnuovoprogetto. Non si sente considerato come una volta. Prima se non si allenava per una settimana, si faceva di tutto per rimetterlo in campo.Adesso salta due seduteeiltecnico lo tiene fuori.Loconsidera come gli altri. Lui non si vede inquestoruolo e soffre». A trentacinque anninon èfacile dimostrare di essere ancora un eroe. «Èilciclodella vita. Purtroppolagente dimentica in fretta il passato. Francesco può essere Zbigniew Boniek, detto Zibì decisivo, deve solo vivere questo momento con un po’ di serenità, senza dover minacciare di andare via. Alla fine ha capito che non era il caso di alzare il polverone ed è tornato sui suoi passi». Però gli episodi in cui lo hanno contestato cominciano a essere tanti. «Ma sono episodi. Se un giorno decidiamo di mettere a piazza del Popolo gli oppositori di Totti e a piazza Venezia i suoi fans, scopriremo che piazza del Popolo sarà vuota, piazza Venezia avrà una folla che si distenderà fino al Colosseo. Per questo non deve farsi più prendere dai cattivi pensieri». Forse dietro c’è anche l’amarezza per il rigore sbagliato. «Anche a me, quando ho visto la parata di Buffon, è scappato un porca p... È l’amarezza per aver perso un’occasione. Ma deve restare bandiera per sempre».

HANNO DETTO
FIORELLO BUFFON

«Con questo gruppo possiamorisalire» Baldini: «Non andrà mai via da qui»
quattro stupidi ingrati. Chi tifa la Roma sa benissimo tutto quello che hai fatto per questa maglia. Potevi andare al Real Madrid, ma per amore della squadra sei rimasto. C’è solo un Capitano!». Poi, «chi critica Totti non merita neppure la minima considerazione, fa solo il male della Roma. Francesco sei unico e non provare ad andartene che succede la rivoluzione», etc etc. Dopo gli attestati di stima

Gli uomini-bandiera Francescoc’è sempre È una vergogna sono sempre più rari nei momenti belli se qualcuno lo critica Alla Roma non ci sarà eanche inquelli brutti non si può discuterlo più nessuno come lui I tifosi non dovrebbero Lo hanno fatto se lo tengano stretto criticarlomai anche con Maldini
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
di ROBERTO RENGA

A

A

A

dei tifosi, arriva quello del massimo dirigente della Roma, Franco Baldini. «La gente dovrebbe usare un po’ di buon senso. Attaccare Francesco per un rigore sbagliato? I calciatori chesbagliano i rigori sono quelli che li tirano. Quelli che si prendono la responsabilità di andare sul dischetto non andrebbero mai biasimati, ci mancherebbe altro. Non credo proprio che voglia andare via o addirittura smettere, fin quando ce la farà a calcare un campo da calcio lo farà perché quello è il suo talento, la sua vita. Non credo che possa pensare mai a qualcosa di diverso. Se continuerà con la maglia della Roma? Ma chi, Totti? Esiste la possibilità che lo faccia con qualcun altro? È un pensiero che non mi ha mai sfiorato». A Totti sì, però. Per tanti motivi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

«Ha esagerato sono sempre molti a volergli bene stia più sereno»

Quando la Roma non si insultava
leggio, perde un contrasto, uscendo di casa dovrà guardarsi intorno, spiando volti sospetti o sguardi torvi? Si andrà oltre l’insulto? A Roma è successa una cosa sottovalutata da molti, se non da tutti: due teppisti hanno teso un agguato a Menez, svampito e geniale giocoliere francese, tirandogli una grossa pietra mentre guidava verso casa. Vetro rotto, giocatore illeso. Ma per caso. Poteva andare peggio. Poteva andare malissimo. Un agguato prevede uno studio e una programmazione, quasi una parvenza d’intelligenza. Ci si stupisce poi che Menez sia voluto tornare a casa? Di Vucinic sono state offese madre e moglie allo stadio. E anche Vucinic ha chiesto e ottenuto di scappare. Con quali danni ai giocatori e danni (economici) per la Roma è facilmente intuibile. In passato era stato invitato, per una gazzarra a Trigoria, ad alzare bandierabianca Cafu, unodei giocatori più brillanti di sempre: tre finali mondiali. Cafu era della Roma, ricordate? Totti, su due piedi e a botta calda, ha pensato di andare via. E

L’ultimo caso è quello di Francesco Totti, che essendo il capitano della squadra e il miglior calciatore giallorosso di tutti i tempi, la Roma sintetizza e rappresenta, portandone la bandiera. Non c’è bisogno di raccontare che cosa sia Totti, della gamba rotta, dell’altro infortunio, del no al Real, del mondiale e dello scudetto: lo sappiamo. Offenderlo, prenderlo a parolacce per strada è uno di quegli atti che destano stupore e amarezza e che fanno scalpore. E’ un punto di non ritorno? D’ora in poi chi sbaglia un gol, fallisce un pal-

questa volta non c’entrano il tecnico e i dirigenti. C’entrano i tifosi, sempre che tifosi si possano chiamare soggetti che ritengono di avere il diritto di passare a vie di fatto (fortunatamente solo orali) contro chiunque. Nel nostro caso un calciatore, famoso e generalmente amato. Cambiano i tempi, si dice banalizzando. Cambiano gli uomini. Cambia tutto. Qui ci occupiamo solo del rapporto tra la Roma e il suo popolo, che nel 1927 perse la testa al primo sguardo. Il rapporto s’è incrinato, i teppisti alzano la voce e le mani e l’eroe senza macchia non riconosce più i suoi e sogna una pace calcistica altrove da scongiurare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

A.A.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

-TRX IL:15/12/11

21.34-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 41 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

SPORT 41

41

CAMPIONATO
di MIMMO FERRETTI

Juan torna a disposizione, ma il tecnico punterà sulla difesa anti Juve

ROMA - Dopo la lunga esercitazione tecnica, Luis Enrique, ieri pomeriggio al Bernardini, hafatto disputare ai suoi giocatori una partita undici contro undici, schierando con la maglia rossa questa formazione: Lobont (Steke stava dall’altra parte); Rosi, De Rossi, Heinze, J.Angel; Gago, Pizarro, Greco; Totti, Osvaldo, Borriello. Potrebbe esser questa, dunque, la Roma anti Napoli? Potrebbe, certo, però non si hanno - conoscendo Luis - certezze di alcun tipo. Anche se quella di ieri non è stata la prova generale in vista di domenica sera, vanno dette lo stesso un po’ di cose: a) Luis ha insistito conDe Rossinel ruolo di difensore centrale al fianco di Heinze; b) Gago e Pizarro vanno considerati recuperati (il cileno sta meglio dell’argentino, per ora); c) Totti provato trequartista alle spalle della coppia di attaccanti formata da Osvaldo e Borriello (Bojan stava dall’altra parte); d) Taddei, uno dei migliori nelle ultime partite,tra le riserve con Lamela. Tutto troppo facile e scontato per parlare di formazione già fatta. Però la Roma che andrà in campo al San Paolo non dovrebbe essere molto diversa da quella testata ieri in rosso da Luis. Di certo, Kjaer e Cassetti non saranno a disposizione, e con loro anche Borini e lo squalificato Pjanic. Va sottolineata, tra le tante cose emerse ieri a Trigoria, la conferma della posizione di De Rossi in difesa: essendo di nuovo abile e arruolato Juan, che ha scontato la giornata di squalifica, vedere ancora

Luis concede il bis
De Rossi-Heinze coppia centrale anche a Napoli
Totti sarà confermato in attacco è stato provato con il tandem Osvaldo-Borriello
DDR davanti a Steke non sarebbe più frutto di una scelta obbligata, forzata ma una mossa voluta, meditata. Del resto, rispetto alla partita contro la Juventus non ci sarà più emergenza a centrocampo, visti i rientri di Gago e Pizarro, quindi Luis potrebbe assestare la difesa senza toglier nulla (e che nessuno si senta offeso, per carità) al centrocampo. Contro la Juve, De Rossi là dietro è stato semplicemente fantastico e, probabilmente, Luis non vuole disperdere tutto quel patrimonio tecnico-tattico. Magari in attesa del mercato di gennaio che dovrebbe portare un altro difensore centrale, il sostituto dell’infortunato Burdisso. Juan a Firenze era stato disastroso e, perciò, il brasiliano potrebbe restare a guardare senza suscitare scandalo. O no? Curiosità: la Roma ha un piccoloprimato, avendo segnato e incassato più reti di tutti su calcio d’angolo, cioè 4 gol. Al di là della difesa, Luis dovrà dare sostanza anche all’attacco, visto che la Roma in trasferta - finora ha segnato soltanto cinque reti: una a Parma, Lazio e Genoa e due al Novara. Un numero così esiguo di gol lontano dalla capitale dopo 14 turni di campionatonon siregistrava dalla stagione 1993-94 quando la squadra allenata da Carlo Mazzone e con Franco Sensi neo presidente della società riuscì a realizzare solo 4 reti. Per questo, dunque, dentro tutti insieme Totti, Osvaldo e Borriello? Non si accettano scommesse.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

GLI AVVERSARI

Mazzarri contro la Roma si affida alla squadra tipo
NAPOLI K Sei punti contro Roma e Genoa. E’ il regalo di Natale che il Napoli vuole offrire ai suoi tifosi. Niente più scherzi in campionato, bisogna accelerare perché le prime quattro hanno un ritmo invidiabile e l’aggancio può diventare una chimera. Scacco in due mosse, dunque. Ma Walter Mazzarri odia le tabelle. Una partita alla volta. E la prossima è colorata di giallorosso. Il Napoli non si fida: «E’ una squadra giovane che gioca un bel calcio», spiega Gokhan Inler, alla presentazione del calendario ufficiale 2012. «Non sarà affatto facile”. A Francesco Totti, protagonista di alcune dichiarazioni al vetriolo nei confronti dei tifosi poi corrette, solo lodi: «Non conosco la sua situazione. Dico solo che è un fuoriclasse assoluto
Daniele De Rossi, classe 1983

Walter Mazzarri

e l’ha dimostrato con una carriera straordinaria». Gli fa eco pure Totò Aronica: «E’ un campione. Discuterlo mi sembra assurdo, non deve dimostrare niente a nessuno». Da Castel Volturno, dunque, filtra una grande concentrazione. Mazzarri schiererà tutti i titolarissimi. Gli esperimenti di Novara tornano in soffitta: Hamsik nel tridente con Cavani e Lavezzi, in mediana Inler e Gargano. Prevendita: già venduti 17 mila biglietti. Il sorteggio di Champions – in programma stamattina – scivola in secondo piano, almeno ufficialmente. Mercato: pronti 13 milioni di euro per Eduardo Vargas, gioiello cileno dell’Universidad de Chile.
P.T.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Bruschettone SPECIA 1 Supplì CARNE LITÀ E PESC E 1 Crocchetta 1 Pinsa Romana 1 Bevanda
Via Padre Lino da Parma, 7 - Tel. 06 41 02 399

...e se hai ancora spazio con la Pinsa a pezzi sarai sazio!!!

1 1,00

PINSA ROMANA: impasto a lunga lievitazione altamente digeribile realizzata con esclusivo mix di farine nobili a basso contenuto di grassi

-TRX IL:15/12/11

21.37-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 42 - 16/12/11-N:

42

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.20-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 43 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

SPORT 43

43

I PROTAGONISTI
di GABRIELE DE BARI

L’emergenza infortuni risolta dalle seconde linee. E Mobido difende Cisse: «Il gol gli manca, ma quanti assist»

ROMA - Nella Lazio dei Klose, Hernanes, Cisse, Dias, Ledesma stanno trovando spazio e consensi anche le seconde linee, alle quali Reja ha dovuto far ricorso per fronteggiare l’emergenza infortuni. E bisogna dire che le alternative hanno risposto bene, diventando spesso decisive anche in partite importanti. Su tutti ROMA - Reja deve fare ogni spicca il rendigiorno la conta degli infortunati. mento di GiuPer l’Udinese Radu recupera, seppe Sculli, auDias e Matuzalem in forse. Il tore di 5 reti, nodifensore rumeno, dopo le ultime visite effettuate presso la clinostante abbia nica Paideia, ha ripreso regolargiocato relativamente il lavoro sul campo dimomente poco. Un strando di aver smaltito l’affatiattaccante che camento muscolare. Quindi torsa sempre farsi na nella lista dei disponibili e trovare pronto, dovrebbe riprendere posto sulla cheabbinaqualicorsia di sinistra dove, comuntà tecniche e di que, ha fatto molto bene Lulic goleador a spiricontro lo Sporting Lisbona. to di sacrificio C’è anche la possibilità di un per la squadra. recupero in extremis di Dias. Il brasiliano, pur se è stato portato Due volte a sein panchina nella serata di Copgnoincampionapa a causa dei tanti infortunati, to: inutile il gol non è ancora al massimo della contro il Genoa, condizione. Haregistrato sensibida 3 punti quello li miglioramenti, ma non al puncontro il Parma. to di avere l’ok medico per scenFondamentale il dere in campo. Ad ogni modo, lo suo contributo staff sanitario della Lazio, sta in Europa Leaquotidianamente monitorando gue. Definirlo gli sviluppi della situazione. Per rincalzoèriduttiprendere una decisione saranno determinanti gli allenamenti di vo,basta guardaoggi e domani e non si esclude un re la media-voto suo possibile inserimento nella per rendersene lista dei convocati per la gara conto e capire contro l’Udinese dello spauracche Sculli, quanchio Di Natale. Probabile un doserve,c’èsemsummit fra tecnico e medici per pre. prendere una decisione circa il Unadellesorrientro del centrale titolare. Un presepiù interessanti si chiama Lulic. Dopo un avvio sottotono, pian piano, il ragazzo ha acquisito esperienza e consapevolezza, una volta conosciuto il calcio italiano, diventando molto di più di un’alternativa: sia come centrocampista, che come esternobasso disinistra,un elemento duttile sul quale lavorare perché può crescere ulteriormente. Al suo attivo anche due reti pesanti (Bologna e Cagliari). Anche Cana ha stentato parecchio all’inizio, incontrando difficoltà con gli schemi della squadra, ma a Lecce è stato determinante. Lo stesso Gonzalez non rientra nella formazione tipo, però riesce quasi sempre a ritagliarsi spazi notevoli. Mercoledì sera si è registrato l’esordio di Zampa, un giovane da seguire con attenzione e far crescere all’ombra di calciatori di spessore internazionale. In attacco Kozak ha confermato che, quando c’è bisogno di un ariete che sostituisca l’insostituibile Klose, il ragazzo risponde con prestazioni di valore e con gol. Di grande peso specifico la prodezza contro lo Sporting Lisbona, perché ha spianato la strada della vittoria e della qualificazione. Per ultimo prendiamo in esame la difesa. In porta c’è stato il rientro da protagonista di Bizzarri, titolare nella gara inauguraledi campionato contro il Milan e poi panchinaro e infortunato. Due partite nelle quali ha fatto molto bene, senza far rimpiangere Marchetti, e lo stesso dimenticato Carrizo si è reso utile a Lecce. Cavanda ha giocato da titolare in Europa League: deve maturare soprattutto tatticamente, però ha mezzi atletici notevoli sui quali lavorare. E Diakitè ha stupito tutti contro lo Sporting confermando che, dopo tanta attesa, è forse arrivata la stagione della consacrazione. In questo scorcio di stagione ha rimpiazzato Dias, confermandodiavere mezzi considerevoli ed evidenziando ancora

Il tesoretto della Lazio
Da Sculli a Diakitè e Lulic, i rincalzi indispensabili per Reja
FORMAZIONE
suo eventuale recupero consentirebbe a Reja di spostare Diakitè sulla fascia destra dove mancheranno sia Konko che Stankevicius. In porta ci sarà la conferma di Bizzarri, con Carrizo in panchina. A centrocampo potrebbe tornare disponibile Matuzalem ma, anche in questo caso, bisognerà verificare la risposta fisica del centrocampista brasiliano nei prossimi due allenamenti. AncheperMatuzalem, però, la situazione appare in netto progresso e potrebbe almeno andare in panchina nella partita di domenica sera. Ancora fuori, invece, Brocchi al quale servirà ancora del tempo prima ditornare in campo.Enonsarà disponibile neppure Cana in un settore dove l’allenatore ha davvero gli elementi contati. L’unico reparto senza problemi è l’attacco, con Klose che riprenderà il posto da titolare, molto probabilmente, insieme a Cisse.
G.D.B.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Il brasiliano Dias vicino al rientro

Contro l’Udinese rientrerà Radu Dias possibile novità

grande personalità. Il francese è apparso raggiante dopo la qualificazione. «Ci abbiamo sempre creduto, ma ringraziamo lo Zurigo per aver sconfitto il Vaslui. Abbiamo sbagliato l’avvio del girone quando, invece, è sempre importante fare punti. Personalmente preferirei incontrare un top club per dare vita a una doppia sfida affascinante, che potrebbe esaltare anche le qualitàdella Lazio». Il difensore focalizza l’obiettivo sul campionato con l’atteso match dell’Olimpico.«Con l’Udinese sarà una partita difficile e molto importante che cercheremo di vincereper migliorare ulteriormente la classifica. Lo scudetto è una parola che non ci appartiene in quanto ci sono formazioni più forti e attrezzate della nostra». Sui suoi progressi chiama in causa due compagni di reparto. «Ho sfruttato l’esperienza e i consigli di Dias e Biava, giocando al loro fianco ho imparato parecchio». Parole di conforto per l’amico Cisse. «Per Djibril il gol è tutto e, quando non segna, soffre. Però a Lecce ci ha fatto vincere e sono certo che si sbloccherà presto, supererà le difficoltà e tornerà il campione che tutti conosciamo». Infine sigla un patto d’amore: «Mi piacerebbe chiudere la carriera con la Lazio».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Modibo Diakitè, difensore centrale francese, acquistato dal Pescara

STATISTICHE

CASHMERE

Klose quarto bomber almondo neldecennio
ROMA - E’ Ruud Van Nistelrooy il miglior goleador internazionale del decennio. Lo ha stabilito l’Istituto di storia e statistica del calcio (Iffhs), che ha stilato la classifica dei migliori bomber dal 2001 al 2010. Per questa speciale classifica l’Iffhs ha tenuto conto dei soli gol segnati nelle competizioniinternazionali. Al primo posto c’è, dunque,l’attaccante olandese del Malaga, cheinpassato ha vestito le maglie di Manchester United, Miro Klose Real Madrid e Amburgo, con 86 gol internazionali. Sul secondo gradino del podio c’è il francese Thierry Henry, ora ai Red Bull di New York ed ex di Juve, Arsenal e Barcellona, con 85 reti. Terzo l’attaccante del Chelsea, Didier Drogba con 83. Sfiora il podio l’attuale centravanti della Lazio,Miroslav Klose, con 81 gol, seguito dall’ex interista Samuel Eto’ocon 79.Completano la top-ten l’angolano Amado dell’Al-Ahly (79), Berbatov del Manchester United (73), l’ex bomber del Real, Raul Gonzalez Blanco, ora allo Schalke 04 (71),David Villa del Barcellona (71) e l’ex milanista Andriy Shevchenko (68). L’unico italiano presente tra i primi 35 è l’attaccante del Milan, Filippo Inzaghi, che ottiene il 19˚ posto con 57 gol. Tra gli stranieri che militano in Serie A, invece, figurano l’interista Diego Forlan (54), il milanista Zlatan Ibrahimovic (51) e Hernan Crespo del Parma (51).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

-TRX IL:15/12/11

21.40-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 44 - 16/12/11-N:

44

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.20-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 45 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

SPORT 45

45

IL SORTEGGIO

Champions, negli ottavi rischi maggiori per Milan e Napoli

Così in Champions
Livello di difficoltà Nei sorteggi di oggi (ore 12) saranno accoppiate le prime dei gironi contro le seconde, ma non potranno scontrarsi squadre provenienti dallo stesso girone eliminatorio e squadre dello stesso Paese

Chi potrebbe giocare contro le italiane negli ottavi Seconde classificate nei gironi eliminatori NAPOLI CSKA MOSCA BASILEA LIONE BAYER LEVERKUSEN MARSIGLIA ZENIT SAN PIETROBURGO MILAN
ANSA-CENTIMETRI

Real e Barça rivali da brivido
Oggi il verdetto dell’urna: l’Inter sogna il Basilea
di BENEDETTO SACCÀ

Prime classificate nei gironi eliminatori BAYERN MONACO INTER BENFICA REAL MADRID CHELSEA ARSENAL APOEL NICOSIA BARCELLONA

ROMA - La stagione europea si accende. Oggi la Uefa compilerà gli ottavi di finale della Champions League oltre che i sedicesimi egli ottavi dell’Europa League. I sorteggi si svolgerannoa Nyon, inSvizzera. L’appuntamento è per le 12: diretta su Eurosport e Premium calcio (Skye Rai Sport 2 trasmetteranno solo il sorteggio Champions). Il panorama calcistico del continente ha subìto delle perdite di rilievo, ma la cifra tecnica dei tornei è rimasta alta. Gli abbinamenti di questa mattina avranno comunque il potere di incidere sui cammini stagionali delle squadre, considerando che le partite si giocheranno a partire da febbraio. Si deciderà il futuro,insomma. Le formazioni dello stesso Paese, al pari dei club già affrontatisi nei gruppi, non potranno incontrarsi. Le primeclassificate sfideranno le seconde, e disputeranno inoltre le partite di ritorno in casa. Le regole valgono tanto per la Champions quanto per l’Europa League. L’Italia è il Paese che avrà il maggior numero di club negli ottavi della Champions League. Nessuna nazione, infatti, vanta tre squadre fra le migliori 16 dell’Europa. L’Inter, il Milan e il Napoli avranno dei destini diversi, però. I nerazzurri sono stati promossi da primi del girone, e potranno quindi confidare in un sorteggio privo di difficoltà o quasi. Il Basilea, il Lione, il Bayer Leverkusen, il Marsiglia e lo Zenit San Pietroburgo non sembrano avversari dei quali spaventarsi. Una sfida tra l’Inter e lo Zenit stuzzicherebbe invece le curiosità perché opporrebbe Ranieri a Spalletti: il primo ha infatti sostituito il secondo sulla panchina della Roma nel 2009. Il Milan campione d’Italia si è qualificato come secondo del raggruppa-

Ranieri può trovare lo Zenit di Spalletti Allegri e Mazzarri sperano nell’Apoel
mento: non potrà trovare il Barcellona di nuovo, ma dovrà temere le corazzate Bayern Monaco, Real Madrid, Chelsea e Arsenal. Una sfida contro il Madrid di Mourinho avrebbe il sapore di un derby. Il Napoli vola sulle ali dell’entusiasmo, anche se sarà costretto a compiereun’impresa perraggiungere i quarti di finale: il Barcellona re d’Europa, il Real Madrid, il Chelsea e l’Arsenal sono le migliori squadre del pianeta, e quindi le peggiori da affrontare. Il sorteggio sarà caratterizzato pure da alcune formazioni che non hanno una tradizione europea quali l’Apoel Nicosia, il Cska Mosca e il Basilea: i

EuropaLeague: doppio pericoloManchester perla Lazio, attenzione a Valencia e Schalke 04

ciprioti figurano addirittura nel novero delle teste di serie. La Lazio e l’Udinese difenderannoi colori italiani nei sedicesimi di Europa League. Una competizione nobilitata dalle presenze del Manchester Utd vice-campione d’Europa, del City, dell’Ajax e del Porto, il detentore del titolo. I pericoli non mancheranno, insomma. I 32 club saranno suddivisi in due urne.La prima comprenderàle quattro migliori terze retrocesse dalla Champions e le vincitrici dei gironi di Europa League. La seconda includerà invece le altre quattro squadre provenienti della Champions e le seconde classificate dei gruppi, come la Lazio e l’Udinese. I pericoli dei biancocelesti saranno oggi soprattutto lo United, il City dell’ex Mancini, l’Olympiacos, il Valencia, lo Schalke 04, l’Atletico Madrid e il Psv Eindhoven. Il sorteggio per gli ottavi non prevedrà infine le teste di serie. A mezzogiorno si parte.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

EN PLEIN

Il gol del pareggio di Totò Di Natale

Passa anche l’Udinese l’Italiaavanti con5rappresentanti
di LUCIANO DANZA

AlFriulifiniscepari Hooperdàilvantaggio agliscozzesi, diDi Natale larete qualificazione

Nella foto in alto Spalletti, il suo Zenit rischia di scovare negli ottavi di Champions l’Inter di Ranieri, mentre Mourinho (foto al centro) potrebbe essere sorteggiato contro il Milan e infine Mancini che potrebbe ritrorvare in Europa League la sua Lazio

UDINE - L’Udinese ha completato il quadro delle formazioni italiane qualificate in Europa. Ai friulani di Guidolin è bastato pareggiare con il Celtic (1-1) per superare il turno alle spalle dell’Atletico Madrid, finito al primo posto. Una partita sofferta perché i bianconeri sono stati costretti a inseguire gli scozzesi, passati in svantaggio con una rete fortunosa di Hooper, lesto a sfruttare un errore della difesa friulana con tanto di respinta sbagliata di Handanovic. In quel momento i friulani erano in dieci per l’infortunio di Badu (sospetta frattura al perone). Allo scadere del primo tempo ci ha pensato il solito Di Natale a ristabilire la situazione con un tiro ravvicinato, dopo un difettoso rinvio di un difensore. Una prima frazione equilibrata con un’occasione atesta: diHoopere di Di Natale. Più inteUDINESE 1 ressante la ripresa con l’U1 CELTIC dinese molto bella, a tratti UDINESE (3-5-2): Handanopadrona del vic 5,5; Benatia 6, Danilo campo, ma 5,5, Ekstrand 6; Basta 6, Bache ha sciupadu ng (29’ pt Pinzi), Asamotouna serieinah 6, Doubai 5,5 (1’ st Isla), credibile di Armero 6,5; Abdi 5,5, Di opportunità Natale 7. In panchina: Padelper chiudere li, Neuton, Fabbrini, Floro il discorso. Tre le occasioFlores, Pereyra. ni divorate da All. Guidolin 6. Di Natale, inCELTIC (4-3-1-2): Forster 6; solitamente Cha 6, Majstorovic 5,5, Wansciupone, dayama 6, Mulgrew 5,5; vanti all’insuperabile porBrown 6, Kayal 5,5 (26’ st tiere inglese Stokes ng), Ki 6,5; Forrest Forster che ha 6,5;Samaras 6 (38’st Bangutenuto in piera ng), Hooper 6. In panchidi la propria na: Zaluska, George, Toshsquadra con ney, Twardzik, Wilson. alcuni interAll. Lennon 5,5. venti eccezionali. Un’altra Arbitro: Koukoulakis 5 situazione imReti: 29’ pt Hooper, 46’ pt Di portante non Natale è stata sfruttata da Isla, Note: spettatori 10.000 cirmentre Asaca. Ammoniti Armero, Hoomoah si è papper, Danilo, Brown, Cha. pato un gol quasi fatto mandando la palla a scheggiare il palo. Un legno è stato colpito anche dagli scozzesi, con un tiro da fuori. Errori sotto porta che hanno tenuto partita e qualificazione in bilico, costringendo l’Udinese a una sofferenza fuori programma. L’Udinese si è qualificata con merito e si prepara alla grande sfida contro la Lazio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

-TRX IL:15/12/11

23.18-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 46 - 16/12/11-N:

46

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

Monolocali
SOGGIORNO/LETTO, CUCINA A VISTA, BAGNO, BALCONE E CANTINA

[ Bufalotta ]
Complesso Residenziale Victoria Edificio Erica

Talenti

Bilocali
SOGGIORNO, CUCINA A VISTA, CAMERA, BAGNO, BALCONE E CANTINA

Trilocali
SOGGIORNO, CUCINA A VISTA, 2 CAMERE, DOPPI SERVIZI, BALCONI E CANTINA

è un’iniziativa:

Commercializzazione:

Progedil 90 Programmi Edilizi S.p.A. Piazza Enrico Martini, 11 00127 Roma

tel. 06 51 91 900
www.progedil90.it

-TRX IL:15/12/11

21.20-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 47 - 16/12/11-N:RCITTA'

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

SPORT 47
L’INFORTUNIO

47

IL CASO SuperMario ancora bad boy rissa in allenamento con il compagnoRichards Ei tabloid loaccusano: vive in un grandehotel deve giàpagare 65.000 euro
di DEBORAH AMERI

Villa, che choc fuori per 5 mesi
Richards (a sinistra) bloccato da Milner e Touré durante la rissa che l’ha visto convolto con Balotelli

LONDRA - La Gran Bretagna fuori dall’Europa, isolata, poco influente. Il Paese è sotto choc. Non si dà pace, ancora non ci crede. La stampa attacca, analizza, si interroga. Non è il gran rifiuto di David Cameron, che ha detto no al nuovo trattato europeo, ad allarmare, bensì la misteriosa epidemia che si è diffusa tra i club di Premier League: non riescono più a vincere in una competizione europea. E se questi anni sono stati dominati dalle squadre della regina oggi è già una benedizione avere Arsenal e Chelsea ancora in Champions League. A loro sono affidate le speranze di rivalsa britanniche. Ma intanto i tabloid si consolano con un po’ di gossip calcistico. Che, guarda caso, riguarda sempre Mario Balotelli, il bad boy ma anche quello che sfoderò la famosa maglietta “Perché sempre io?”. Già, ieri ha litigato in allenamento con il compagno Richards e c’è voluto l’intervento di mezzo City per separarli e poi fargli fare pace a fatica negli spogliatoi. Intanto la foto aveva già fatto il giro del mondo. Irascibile, rissoso ma anche spendaccione il nostro azzurro. I reporter hanno scoperto che, dopo aver dovuto lasciare l’appartamento mezzo incendiato dai petardi, si è stabilito all’Hilton, dove ha già accumulato un conto di 65.000 euro. Verrebbe da dire che se li può permettere ma ormai è nel mirino e ci resterà. In queste ore è però la crisi europea della

«Balotelli spendaccione erissoso»
Intanto l’Europa boccia le inglesi cinquesquadresuotto eliminatenellafaseagironi eidueManchesterretrocessi

Premier a tenere banco. Chiedete dalle parti di Manchester. City e United, i colossi, prima e seconda squadra in classifica di campionato, sono stati messi in castigo da Napoli e Basilea. Eliminati dalla Champions vengono ora riciclati in Europa League. Quasi un disonore. E infatti è la prima volta per tutti e due. Alex Ferguson è stato fin troppo chiaro, senza tanti giri di parole ha fatto capire che per lui l’Europa League è una specie di torneo dell’oratorio. L’ha definita una penalizzazione per aver perso il torneo principale. A correggerlo ci ha pensato subito Platini: «È una competizione fantastica». E va bene, ha concesso Fergie, allora la vinceremo. E il City? Il club che profuma di denaro (grazie al petrolio dello sceicco Mansour) ormai può sperare solo nello scudetto. L’Europa League non basterebbe a salvare Roberto Mancini. Non dopo tutti i soldi spesi per costruire la squadra dei sogni. Ma le delusioni sono democratiche in questo annus horribilis del calcio britannico. Il Fulham è appena stato eliminato, in Europa League, dopo il pareggio con il modesto Odense. E ieri sera è toccato ad altri due birilli cadere miseramente: il Tottenham e il Birmingham. L’unico a qualificarsi è stato lo Stoke City, anche se contro il Besiktas ha interrotto il suo record di imbattibilità in Europa. Il flop britannico è difficile da decifrare. Secondo l’analisi del commentatore della Fox, Nick Webster, il calcio spettacolo, veloce e tutto azione, che diverte in Premier League, nelle competizioni internazionali non è efficace. Perché qui le squadre, soprattutto italiane e spagnole, tralasciano il calcio bellezza per affidarsi a tattica e possesso di palla. È questo che porta i risultati. «E poi non ci facciamo ingannare dalla presenza massiccia di club inglesi nelle coppe delle scorse stagioni - mette in guardia Webster In quasi 22 anni, cioè da quando sono stati riammessi nelle competizioni dopo la tragedia dell’Heysel, l’Inghilterra si è portata a casa solo sette titoli».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA - Un mondo di sfortuna. David Villa si è procurato la frattura della tibia sinistra, durante la semifinale del Mondiale per club tra il Barcellona e l’Al Sadd. E, ora, dovrà essere operato. Una giornata in chiaroscuro.I catalani sisono infatti qualificati per la finale del torneo, ma hanno perso un calciatore di valore, che dovrà rimanere lontanodaicampialmeno per quattro o cinque mesi. I blaugrana hannocomunque piegato (4-0) i qatariani grazie a una doppietta di Adriano e ai gol di Keita e di Maxwell: domenica potranno laurearsi campioni del mondo, battendo il Santos di Neymar e di Ganso a Yokohama. Villarischiainvecedinon poterpartecipare agli Europei della prossima estate. «È una pessima notizia», ha riconosciuto del Bosque, il ctdella Spagna. L’attaccante spagnolo, classe 1981, si è infortunato senza aver ricevuto dei colpi. Il giocatorehacompiuto una torsione, e ha sentitola gambasinistracedere. Unafrattura da stress, dunque, considerando che il ragazzo conviveva da tempo con una microlesione della tibia. «È un duro colpo, ma recupererò in fretta. Voglio giocare la finale di Champions e gli Europei», ha confidato qualche ora dopo la partita. El Guaje ha abbandonato il terreno di gioco sulla barella, e si è subito sottoposto alle prime analisi presso l’Hospital Yokohama Rosai. Sandro Rosell, il presidente del Barça, è sempre rimasto vicino al calciatore. Villa si è quindi riposato nell’albergo della squadra con la gamba completamen-

Fratturadellatibiaperlapunta delBarçacherischiagliEuropei Nientefestaperlaqualificazione allafinaledelmondialeperclub

Villa portato in barella dopo il grave infortunio subito nella semifinale del mondiale per club tra Barcellona e Al Sadd: nella foto qui accanto è evidente la frattura della tibia della gamba sinistra

te ingessata. Nel corso della nottata, è partito per l’Europa insieme a Ricard Pruna, il medico del club, e al dirigente Manuel Estiarte: i tre hanno raggiunto Francoforte da Tokyo. Oggi, arriveranno a Barcellona con un aereo dotato della strumentazione medica. La stampa catalana non esclude che l’intervento alla tibia possa svolgersi entro la giornata odierna. Intanto, i giocatori e lo staff tecnico del Barça si sono stretti attorno a Villa, che ha lasciato il Giappone con un sorriso.
B.S.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Balotelli con la scritta “perché sempre io?”

BASKET

Virtus, arriva Kakiouzis
L’Acea ingaggiail greco, ala di grande esperienza
di CARLO SANTI

ROMA - La Virtus corre ai ripari. Messo fuori squadra Vladimir Dasic per via del suo scarso rendimento sul parquet e per il suo comportamento fuori dal campo, arriva il greco Michalis Kakiouzis. Contratto per lui per tutta la stagione con la possibilità, però, di uscita tra un mese. Lo stesso mese che il lungo greco, 35 anni, ha appena trascorso a Cremona giocando con la Vanoli di Attilio Caja che lo ha sostituito con Marko Tusek ritenendo lo sloveno ex Roma più potente in area. Kakiouzis, che ha giocato in Italia per due stagioni, dal 2003 al 2005 con la Montepaschi arrivando dall’Aek Atene, poi

ha girovagato per l’Europa sempre in club di prestigio quali Barcellona dove è rimasto due anni, quindi Siviglia, Efes Pilsen, Aris Salonicco e lo scorso anno Le Mans. Alla Virtus tappa il buco lasciato da Dasic (ma il club non ha mai comunicato la sua estrosmissione dalla prima squadra) ma non risolve per intero i problemi dell’Acea. Il greco, 2 metri e 6 centimetri, ha grande esperienza e questo darà un contributo di qualità. Anche grazie a lui Cremona ha vinto l’ultima partita controCaserta, ma la Virtus per cambiare davvero volto e rilanciarsi evitando figure pessime come quella di Treviso, ha bosogno di un altro lungo e, soprattutto, di un playmaker. Domenica

quando al Palazzetto arriverà Avellino non solo non ci sarà Maestranzi, sempre alle prese con guai muscolari, ma neppure Datome, ossia il miglior realizzatore, fermo almeno fino a mercoledì prossimo. Kakiouzis, che ha conquistato il titolo di campione europeo con la Grecia nel 2005 a Belgrado, è un’ala grande che, a inizio carriera e soprattutto in Grecia dove si giocava a ritmi più lenti con le difese padrone, era utilizzato anche da numero tre. A Roma può giocare, viste le sue caratteristiche difensive, per fermare i lunghi avversari ma anche i piccoli. Può essere importante arma tattica in coppia con Mordente.
Michalis Kakiouzis, 35 anni
© RIPRODUZIONE RISERVATA

IN
Arbitri: Celi a Napoli a Roma c’è Mazzoleni
Questi gli arbitrali per la 16/a giornata di serie A. Chievo-Cagliari (sabato, ore 18): Giancola di Vasto; Fiorentina-Atalanta (sabato ore 20.45): Peruzzo diSchio;Catania-Palermo: Damato di Barletta; Cesena-Inter: Romeo di Verona; Genoa-Bologna: Giannoccaro di Lecce; Juventus-Novara: Gervasoni di Mantova; Napoli-Roma (ore 20.45): Celi di Campobasso; Parma-Lecce: Gava di Conegliano; Lazio-Udinese (ore 20.45): Mazzoleni di Bergamo; Milan-Siena (ore 20.45): Bergonzi di Genova.

BREVE
Y SCI, DOMANI GIGANTE DI COPPA Si disputerà domani mattina lo slalom di coppa del mondo a Courchevel (prima manche ore 10.15, seconda manche ore 13.30), mentre il gigante è stato posticipato a domenica. In gara per l’Italia ci saranno Brignone, Karbon, Moelgg, Gius, Agerer, Gianesini, Gius, Hofer, Curtoni e Fanchini. Y UN LIBRO SULLA LAZIO Un ritratto accurato e divertente della nuova Lazio. Quella di Lotito e Reja. Ma anche di Klose, Hernaes e Cisse. E dell’aquila Olympia. C’è tutto questo ne “Il ritorno dell’Aquila-La rinascita della Lazio, un club, mille storie”, il libro edito da Limina e scritto dal giornalista della Gazzetta dello Sport Stefano Cieri. Un volume di 140 pagine che parte dalla ristrutturazione societaria operata da Claudio Lotito.

Y BASKET: EUROLEGA In una partita della nona giornata della prima fase di Eurolega di basket, la Montepaschi Siena di Pianigiani ha sconfitto il Barcellona con il punteggio di 77-74. Rakocevic autore di 21 punti, Aradori di 20. Y GOLF, RIGON SECONDA A DUBAI Margherita Rigon è salita al secondo posto con 138 colpi (-6), guadagnando quattordici posizioni nell’Omega Dubai Ladies Masters, ultimo torneo stagionale del Ladies European Tour che si sta disputando sul percorso dell’Emirates Golf Course a Dubai. Nuova leader è la sedicenne statunitense Alexis Thompson (-8), che ha due colpi di margine sulla stessa Rigon e sulla svedese Gustafson. Ha perso terreno Diana Luna, da settima a 17a (-2).

-TRX IL:16/12/11

01.06-NOTE:RCITTA'

-MSGR - 20 CITTA - 48 - 16/12/11-N:

48

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.20-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 49 - 16/12/11-N:RCITTA'

LEGGI L’ALLARTCODE PER SAPERNE DI PIÙ

www.allartcenter.it
ABCD VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011 Per la rubrica delle lettere scrivere a “Via del Tritone 152” Email: cronaca@ilmessaggero.it
Il sole sorge alle Tramonta alle La luna sorge alle Cala alle Temperatura min. Max Umidità 7.31 16.40 22.57 11.04 15˚ 17˚ 49% Sant’Adelaide Rimasta vedova dopo soli tre anni di matrimonio, viene perseguitata e messa in prigione da Berengario II del Friuli, che si era impadronito del regno d’Italia, essendosi lei rifiutata di sposarne il figlio. Liberata da Ottone I, lo sposerà e ne avrà tre figli, tra cui il futuro Ottone II
Carabinieri Polizia Vigili del Fuoco Guardia di Finanza Emerg. Sanitaria Questura Prefettura 112 113 115 117 118 06-46861 06-67291 Comune di Roma (24h) 060606 Vigili Urbani 06-67691 Polizia Stradale 06-22101 Soccorso stradale 803116 Croce Rossa 06-5510 Emergenza in mare 1530 Telefono azzurro 19696 Guardiamedica 06-570600 Sala operativa Sociale del Comune (Giorno e notte) 800440022 Recup: prenotazioni esami clinici 803333 Centri antiveleni: Pol. Gemelli 06-3054343 Pol. Umberto I 06-49978000

ALLART CENTER È ANCHE SU

Gli uffici della Cronaca sono aperti dalle 10 alle 24 via del Tritone 152 00187 Roma Tel: 06/4720224 - 06/4720228 Fax: 06/4720446

METEO
Acea clienti elett. 800-199900 Acea clienti acqua 800-130331 Acea elett. guasti 800-130336 Acea acqua guasti 800-130335 Italgas 800-900999 Corpo Forestale 1515 Alcolisti anonimi 06-4825714 Pronto Farmacia 06228941

36 - 43 - 50 - 52 - 72 Sopralluogo del sindaco (36) e dello scrittore (43) Moccia a Ponte Milvio (72) per trovare una sistemazione ai lucchetti (52) dell’amore: verrà costruito un balcone (50) sulla sponda del fiume.

Viterbo

Rieti

SITUAZIONE variabile con piogge VENTI moderati da Sud-Est
Frosinone

ROMA

Latina

MARI molto mossi

Il bilancio nero del 2011 per le imprese romane. Alemanno: subito un tavolo per rilanciare il terziario

Lacrisichiudecinquemilanegozi
AllarmedellaConfcommercio:consumiscesidell’8%,dilaganogliabusivi
Tremila imprese in meno a Roma e provincia - tra commercio, turismo e servizi - anche fronte di un calo dei consumi dell’8 per cento. Il bilancio 2011di Confcommercio descrive con toni cupi l’anno del settore terziario della Capitale: 250 mila aziende, in gran parte medie e piccole, pari al 65 per cento del prodotto interno lordo cittadino. Le prospettive per il futuro, inoltre, non sono rosee: per il 2012 le stime dell’associazione parlano di un ulteriore contrazione dei consumi, anche se più ridotta (meno 0,5 per cento). E anche la crescita del turismo ha subito una brusca frenata. «Il 2011 è stato senza dubbio un anno difficile per la nostra economia e per la nostra politica», sottolinea Giuseppe Roscioli, presidente di Confcommercio Roma. Sono cinquemila le imprese del settore che hanno chiuso i battenti nel 2011, a fronte di duemila nuove aperture, con un saldo negativo di tremila realtà imprenditoriali attive in meno rispetto a dodici mesi fa.
Rossi all’interno

Riapreilmausoleo degliScipioni

Nelle vie dello shopping sconti e promozioni per anticipare i saldi
di RAFFAELLA TROILI

Cartelli irregolari in via Monte Cervialto: nel cerchio, quello con sopra la campagna pro-decoro del Comune

Campagnaperildecorosuimpiantiillegali
Marincola all’interno

Le grandi griffe hanno già inviato sms alle clienti affezionate. I meno audaci hanno camuffato annunci di pre-saldi dentro palle di Natale stampate sulle vetrine. Ma la maggior parte dei negozianti è uscita allo scoperto. Con annunci del tipo: «Oggi tre camicie a 49 euro e 50». E quell’oggi, in tempo di crisi, si rinnova tutti i giorni. Anche sui cartelli in mostra nelle vie più chic del centro. A via Frattina un noto negozio di abbigliamento per piccoli offre già i vestiti al 50 per cento, un cartello è esposto in vetrina, i prezzi no. E chi resiste tenace dietro il bancone ammette: «Un 20-30% di sconti li stiamo facendo. I saldi, a parte la crisi generale, sono troppo vicini, il 7 gennaio. E temiamo che l’agonia si prolunghi fino a quella data». Natale è alle porte ma la voglia di spendere non arriva. Romani e turisti nel weekend affollano le vie del centro e le strade commerciali, ma per ora sembra più uno struscio un po’ triste, alcuni si tengono addirittura lontani dai marciapiedi, distanti dalle tentazioni.
Articolo all’interno

Il Mausoleo degli Scipioni: da domani le visite
di SERGIO RINALDI TUFI

È come se il Sepolcro degli Scipioni fosse stato scoperto per la terza volta. La prima fu nel 1616, quando si rinvenne il magnifico sarcofago di Lucio Cornelio Scipione Barbato. Nel 1780 poi si rivelò l’ampia camera funeraria. E ieri il monumento, chiuso dal 1992, è stato riaperto.
Articolo all’interno

Loscioperoferma busemetro trafficoarischiocaos AggressionedavantialtecnicoFerrari:«Dovevovendicaremiofratello»

Dramma al Tuscolano: un diciotenne in ospedale, il coetaneo è stato arrestato

GIORNO E NOTTE

Accoltellacompagnodiscuola
Voleva vendicare suo fratello più piccolo. Punire l’aggressore che cinque giorni fa lo aveva preso a pugni davanti agli altri compagni di scuola per questioni di ragazze. Così Matteo Novelli, 18 anni, studente dell’istituto tecnico Enzo Ferrari di via di Grottaferrata, mercoledì mattina ha deciso di regolare i conti a modo suo. E andare a scuola con un coltello di otto centimetri nascosto nello zaino, tra libri di italiano e appunti di matematica, aspettando solo il momento giusto per usarlo. All’uscita di scuola ha colpito alle spalle Danilo, il compagno coinvolto nella rissa con suo fratello minore: due coltellate al gluteo. Poi è scappato. «Ho sbagliato, ma quello aveva fatto male a mio fratello, dovevo vendicarlo», ha detto Matteo ai carabinieriche lo hanno rintracciato e arrestato. Ma la scuola si difende: «In quarant’anni mai visto un episodio del genere».
Cursi e Migliozzi all’interno

Roma rischia la paralisi, oggi, con lo stop di bus, tram, metropolitana, ferrovie concesse e treni. A proclamare lo scioperonazionale di 24 ore sono stati i sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa, Faisa-Cisal e Fast. A questa agitazione se ne incrocia un altro regionale di otto ore. Sarà possibile utilizzare i mezzi pubblici locali soltanto nelle fasce di garanzia: prima delle 8.30 di oggi e fra le 17 e le 20. Cattive notizie anche per chi si deve spostare con i treni regionali. Lo sciopero delle Ferrovie è cominciato ieri sera alle 21 e si concluderà questa sera alla stessa ora. Dalle Ferrovie fanno sapere che «saranno garantiti i servizi essenziali assicurati per legge nelle fasce orarie più frequentate dai viaggiatori pendolari nei giorni feriali, vale a dire dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21». Per ovviare ai disagi causati dallo sciopero dei trasporti pubblici, come già fatto in passato, il Campidoglio ha deciso di disattivare (si può entrare con l’auto anche senza permesso) tutte le Ztl diurne.
Evangelisti all’interno

AVENTINO

Christian De Sica, Sabrina Ferilli e Neri Parenti

Cadaveresenzanome ègiallosulLungotevere
Le cuffiette di un Mp3 alle orecchie, il volto tumefatto e una ferita alla nuca. Un omicidio o forse una caduta, è giallo sulla morte di un uomo ancora senza identità. Il suo corpo senza vita è stato trovato ieri mattina intorno alle 10,30 sulla banchina del Tevere, nei pressi di via Santa Maria in Cosmedin. Gli investigatori della squadra mobile non escludono alcuna pista, compresa quella della rapina. E’ stato un passante a notare quel corpo riverso sul greto del fiume. Si trovava ai piedi della scalinata, supino, indossava jeans, scarpe da trekking e un piumino blu. L’uomo, sui 50 anni, non aveva con sé documenti e nemmeno soldi e portafoglio, il che fa pensare che potrebbe essere stato ucciso dopo una rapina.
Lombardi e Vuolo all’interno

Red carpet in Prati per Vacanze di Natale
Alì all’interno

LO

SHOW

Pier Ferdinando Casini con Luciano Ciocchetti

Feste di solidarietà con Giusti a Saxa Rubra
Rinaudo all’interno

Il corpo su lungotevere Aventino

di MARIA LOMBARDI

UASI tutti i bambini hanno consegnato i quaderni, mancano i soliti quattro, i più lenti. La maestra Luisa nell’attesa comincia a correggere i pensieri degli alunni di seconda elementare. La traccia del compito è ancora scritta sulla lavagna: «Se fossi Babbo Natale che regalo porteresti ai bambini del mondo?». La maestra apre il quaderno di Tommaso. «Se fossi Babbo Natale porterei tanti panettoni ai bambini che non hanno niente da mangiare. A loro i giochi non servono perché hanno fame e se hai fame non puoi nemmeno giocare, ti viene il mal di pancia». Bambino sensibile, pensa la maestra, peccato per le doppie, non ne ha messa una. Vediamo cosa scrive Lucia, così timida e tenera con i suoi

Q

Buoni pensieri
occhialetti blu. «Noi abbiamo tutto, ma dobbiamo dire sempre sì altrimenti i grandi si arrabbiano. Se fossi Babbo Natale darei ai bambini la libertà di stare svegli fino alle 11 e di giocare al pc quanto vogliono». La piccola ribelle, brava: 9 perché dimentica gli accenti. «Lo sappiamo tutti che Babbo Natale non esiste, io lo so da quando avevo quattro anni, me l’ha detto mio cugino per dispetto», scrive Giulio. «Io non farei il furbo - dice Matteo - leggerei bene lelettere: invece quando un bambino chiede cinque cose quello ne porta

solo due. I bambini non vanno imbrogliati». Sincero, riflette la maestra. Andrea vorrebbe un Babbo Natale «più moderno e non vestito da pagliaccio». Paola porterebbe «una nuova famiglia ai bambini picchiati dai genitori». Laura regalerebbe «una penna che fa i compiti da sola». Alessandro consegna il quaderno per ultimo con una risata furbetta. «Se fossi Babbo Natale regalerei a tutti i miei compagni un mantello magico come quello di Harry Potter cosìpossiamo fare glischerzi che vogliamo e le maestre non ci vedono. Ma a Silvia no, la devono vedere tutti quando mi frega i pennarelli e mi strappa i fogli. Babbo Natale è buono ma non è scemo e se lei non la smette faccio la spia: lo dico alla Befana e anche all’uovo di Pasqua».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

-TRX IL:16/12/11

01.00-NOTE:RCITTA'

-MSGR - 20 CITTA - 50 - 16/12/11-N:RIBATTUTA

50

CRONACA DI ROMA

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

IL CASO Leinstallazioniviolanoilcodicedellastrada:pericoloseperl’incolumità

Lacampagnaperildecoro finiscesuicartelloniirregolari
ManifestidelComuneposizionatiincurvaoagliincroci
di CLAUDIO MARINCOLA

Doveva essere una campagna contro gli impianti abusivi. Pianificata da Luigi Crespi l’ex sondaggista di Berlusconi. Presentata sull’onda emotiva suscitata dalla morte di due scooteristi uccisi dai pali di un 2x3 in via Tuscolana. Una campagna in grande stile, insomma. Affidata al Dipartimento comunicazione del Comune a coronamento della giornata dedicata al decoro, e, perciò, gestita direttamente dall’Ufficio affissioni. È finita sui cartelloni sbagliati. In curva o al centro di marciapiedi strettissimi, a ridosso di altri impianti, in palese contrasto con il codice della strada. Irregolari. Un clamoroso autogol. «La verità è che da 3 anni il Campidoglio sta facilitando il crimine dei cartelloni con una deregulation irresponsabile», accusa senza mezzi termini, Massimiliano Tonelli del blog cartellopoli.it, quello che ha pubblicato le foto dell’ultimo scivolone. «Roma è la nostra casa. Rispettiamola». Voleva essere un messaggio semplice, lineare, ripetuto su centinaia di impianti 4x3. Ma lanciato in questo modo sgangherato rischia di ottenere l’effetto contrario. Testimoniare il trionfo della deregulation, l’impossibilità di essere regolari. L’epilogo di una revisione infinita che alimenta interessi anche mafiosi

A destra, nel cerchio rosso il cartellone del Comune accanto ad altri maxicartelloni in via Monte Cervialto A sinistra, un altro impianto in via Gaetano Martino (Fotoservizio Agenzia Toiati)

(per ammissione dello stesso sindaco Alemanno). «Le ditte regolari al 100 per 100 ormai non esistono più ammette infatti un imprenditore del settore che chiede di restare anonimo - ognuno di noi, anche il più onesto, purtroppo per sopravvivere a una concorrenza fuori controllo deveaverela sua quotadiimpianti irregolari». Il giorno in cui la campagna fu presentata i rappresentanti di vari comitati anti-abusivismo misero in guardia gli amministratori. «Vedrete, avvertirono, i vostri manifesti finiranno sugli impianti abusivi». È finita - fatalmente proprio così. Il piano regolatore degli impianti, considerato dall’assessore al Commercio Davide Bordoni «la soluzione», è fer-

L’assessore Bordoni: pronti a rimuovere più di mille strutture abusive
Qui accanto, venditori abusivi proprio davanti al manifesto pro-decoro

mo. Con il risultato che se in città un’auto o un motorino finiscono fuori strada le possibilità di non centrare in pieno un palo sono ridotte al lumicino. «La situazione è sfuggita di

mano a chi dovrebbe gestirla», denunciarono qualche giorno fa alcuni mini-sindaci sentendosi assediati dai cartelloni. Tutto inutile. La proliferazione dei «mostri» è inarrestabile. Una for-

ma di pubblicità talmente inflazionata che il supermanager Ettore Bernabé tempo fa annunciò il ritiro di Telecom da Roma. «Sceglieremo un altro modo di farci pubblicità e altre città», minacciò. In alternativa agli impianti, il Campidoglio ha scelto di utilizzare anche telai di plastica poggiati su recinzioni in alluminio. Il messaggio è lo stesso dei cartelloni, tradotto in più lingue. Ma in piazza dei Cinquecento, proprio sotto i teloni,i venditori abusivi espongono cianfrusaglie. Lo spot e il controspot, insomma. «Chiedete a qualcun altro, io non c’entro - si tira fuori Davide Bordoni, assessore al Commercio - Noi abbiamo gestito la campagna dei mille cartelloni: via subito quelli non in regola con il codice della strada». Anche i vostri? «Purtroppo abbiamo ereditato una situazione pesante. La conclusione di tutto questo lavoro sarà il piano regolatore dei cartelloni».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

IL BLITZ

Ambientalisti in azione impianti illegali imbustati
Hanno imbustato un cartellone abusivo per attirare l’attenzione sui mostri che invadono la città e in qualche caso rendono pericolosa la circolazione. L’ultimo blitz è di ieri mattina. Volontari di Legambiente Lazio e del circolo Legambiente Sherwood hanno oscurato, ricoprendolo con un telo con la scritta Abusivo, un cartellone maxi-size delle dimensioni di 9 metri per 3, installato sul bordo della Salaria, poco prima dello svincolo per Prati Fiscali. «Oltre che per le dimensioni - quelle massime consentite sono di 4X3 - l’impianto sulla Salaria risulta doppiamente fuorilegge - fa sapere Legambiente - in quanto dentro la Riserva Naturale della Valle dell’Aniene e a pochi metri dall’alveo del fiume, contravvenendo così al tassativo divieto di pubblicità nei parchi. Purtroppo il mostro imbustato non è un caso isolato ma uno delle migliaia che invadono Roma. Impianti che non possono essere passati inosservaUn cartellone coperto ti agli occhi di chi aveva il dovere di bloccarli». «Le responsabilità sono varie - così Lorenzo Parlati e Cristiana Avenali, presidente e direttrice di Legambiente Lazio - c’è l’inerzia ingiustificabile del Comune e una società pubblicitaria che agisce nell’illegalità e fa dell’abusivismo il suo modus operandi». Legambiente sollecita il tavolo di confronto sul nuovo Piano regolatore degli impianti pubblicitari.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

MESURE ET DÉMESURE

TONDA 1950
VIA DEL CORSO, 406 ROMA VIA DEL BABUINO, 63 ROMA WWW.HAUSMANN-CO.COM TEL. +39 06 68 71 501 / 06 68 93 194 E-MAIL: CORSO@HAUSMANN-CO.COM E-MAIL: CONDOTTI@HAUSMANN-CO.COM

Oro rosa Movimento automatico ultra-piatto Cinturino in alligatore Hermès Made in Switzerland www.parmigiani.ch

VIA DEI CONDOTTI, 28 ROMA TEL. +39 06 67 91 558 / 06 67 80 092 INFO@HAUSMANN-CO.COM

TEL. +39 06 321 10 100 / 06 324 33 94 E-MAIL: BABUINO@HAUSMANN-CO.COM

-TRX IL:15/12/11

23.09-NOTE:RIBATTUTA

-MSGR - 20 CITTA - 51 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

CRONACA 51 DI ROMA 51

51

IMPRESE Roscioli: due attività su dieci colpite dalla concorrenza degli abusivi

L’allarme di Confcommercio nel 2011 chiusi 5mila negozi
Solo duemila nuove aperture e consumi scesi dell’8%
di FABIO ROSSI

Tremila imprese in meno a Roma e provincia - tra commercio, turismo e servizi - anche a causa di un calo dei consumi dell’8 per cento. Il bilancio2011 di Confcommercio descrive con toni cupi l’annus horribilis del settore terziario della Capitale. Non è roba da poco: in questo paniererientrano 250 mila aziende, in gran parte medie e piccole, pari al 65 per cento del prodotto interno lordo cittadino. Le prospettive per il futuro, inoltre, non sono rosee: per il 2012 le stime dell’associazione parlano di un’ulteriore contrazione dei consumi, anche se più ridotta (meno 0,5 per cento). E anche la crescita del turismo ha subito una brusca frenata. «Il 2011 è stato senza dubbio un anno difficile per la nostra economia e per la nostra politica - sottolinea Giuseppe Roscioli, presidente di Confcommercio Roma - La sensibile contrazione dei consumi e il peso della crisi, con tutte le conseguenze che ne sono derivate in termini di restrizione del credito e rallentamento complessivo del mercato, hanno confermato le dif-

ficoltà di molte aziende di Roma e del Lazio». Sono cinquemila le imprese del settore che hanno chiuso i battenti nel 2011, a fronte di duemila nuove aperture, con un saldo negativo di tremila realtà imprenditoriali attive in meno rispetto a dodici mesi fa. Si tratta, peraltro, del secondo anno consecutivo di flessione del numero di imprese attive, con un netto peggioramento nell’ultimo periodo. «A Roma il terziario di mercato ha dimostrato di saper reagire ai mutamenti di scenario e all’andamento congiunturale - osserva Roscioli - Ma oggi sono necessari ulteriori provvedimenti per garantire la sua sopravvivenza». Il leader di Confcommercio chiede in particolare una lotta più serrata contro l’abusivismo commerciale, «che è tra le prime ragioni che hanno portato molte delle nostre atti-

Il sindaco Alemanno «L’economia romana ripartirà dal terziario»

vità, alcune anche storiche, alla chiusura». Basti pensare, spiega Roscioli, «che circa il 20 per cento delle imprese che hannochiuso nel 2011 annovera tra i motivi la sleale concorrenzadegliabusivi». Allo stesso tempo, aggiunge, «va salvaguardata l’occupazione di suolo pubblico: abolire,ridurre drasticamente o aumentare i costi delle Osp, come vorrebbero molte associazioni di residenti, ci appare una vera follia». Secondo Confcommercio, infatti, «ogni 15 metri di occupazione di suolo pubblico, ossia ogni sette metri circa, c’è un dipendente in più che lavora a Roma». Quindi «bisogna insistere sulle infrastrutture - sottolinea
I dati sul settore terziario di Roma e provincia mostrano segnali di grossa sofferenza delle imprese, soprattutto a causa della contrazione dei consumi

Roscioli - Se Roma vuole concorrere alla realizzazione del sogno olimpico non sono più rinviabili i progetti sull’ampliamento dell’aeroporto Leonardo da Vinci, la realizzazione del II Polo turistico, del nuovo Centro Congressi all’Eur e la riqualificazione del litorale. Ma anche per quanto riguarda la mobilità guardiamo con fiducia al completamento della rete metropolitana e a tutti gli investimenti in opere pubbliche necessari a una grande capitale come Roma». Il commercio può essere per Roma «un volano per uscire dalla crisi», dice Gianni Alemanno, che ieri ha partecipato all’appuntamento di fine anno di Confcommercio. Per questo, dopo le festività natalizie il sindaco, insieme all’assessore Davide Bordoni, ha in agenda un incontro con l’associazione per mettere a punto le strategie più adeguate. «Lo sviluppo si fa con le imprese, con chi sta in prima linea - commenta Alemanno - Roma non eserciterebbe la stessa attrazione senza il suo tessuto commerciale che dobbiamo difendere e sostenere concertando con voi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel 2011 a fronte di duemila nuove aperture si sono registrate cinquemila chiusure

E contro la crisi gli artigiani si mettono in mostra
Contro la crisi si punta sulle produzioni locali, e sull’artigianato di Roma e dintorni. Nella regione, secondo una ricerca di Bic Lazio, ci sono 655 artigiani impegnati nel settore artistico, di cui 274 a Roma. E sono 97 le imprese artigiane laziali che, in questi giorni, espongonoall’interno della collettiva organizzata da Unioncamere Lazio, in collaborazione con le Camere di Commercio di Roma e Rieti, alla sesta edizione di «Arti & Mestieri Expo»,la fiera dedicata alla promozione dell’artigianato a livello nazionale e internazionale. La manifestazione, da ieri a domenica, conclude il programma 2011 della Fiera di Roma. Abbigliamento, accessori artigianali, arredamento, complementi di arredo artigianali, oggettistica e articoli da regalo, oreficeria e gioielleria: queste le produzioni delle aziende artigiane selezionate per partecipare alla manifestazione nell’area espositiva di Unioncamere Lazio (oltre 1.200 metri quadri di stand nel padiglione 12). Laboratori, piccole e medie imprese artigiane possono, dunque, presentare e offrire prodotti e professionalità, ma anche creare nuovi rapporti commerciali e professionali. Nel panorama degli eventi, merita attenzione la «Pedana dei mestieri», un’area dimostrativa dove i maestri artigiani riproporranno fedelmente il prezioso lavoro quotidiano delle botteghe, così da offrire al pubblico un saggio delle loro abilità. Il padiglione sarà, inoltre, animato dalle attività promosse dall’Azienda romana mercati (Azienda speciale della Camera di commercio), con un programma di assaggi guidati, incentrato sui prodotti da forno. Per l’occasione, verranno utilizzati gli strumenti e le metodiche dell’analisi sensoriale. Questo il calendario delle degustazioni: oggi (orari 15, 17, 19 e 21), domani (11, 12, 17, 19 e 21), domenica (11, 12, 17, 19 e 21).

di RAFFAELLA TROILI

Le grandi griffe hanno già inviato sms alle clienti affezionate. I meno audaci hanno camuffato annunci di pre-saldi dentro palle di Natale stampate sulle vetrine. Ma la maggior parte dei negozianti è uscita allo scoperto. Con annunci del tipo: «Oggi tre camicie a 49 euro e 50». E quell’oggi, in tempo di crisi, si rinnova tutti i giorni. Anche sui cartelli in mostra nelle vie più chic del centro. A via Frattina unnoto negozio di abbigliamento per piccoli offre già i vestiti al 50 per cento, un cartello è esposto in vetrina, i prezzi no. E chi resiste tenace dietro il bancone ammette: «Un 20-30% di sconti li stiamo facendo. I saldi, a partela crisi generale, sono troppo vicini, il 7 gennaio. E temiamo che l’agonia si prolunghi

Enelleviedelloshopping spuntanoisaldicamuffati
fino a quella data». Natale è alle porte ma la voglia di spendere non arriva. Romani e turisti nel weekend affollano le vie del centro e le strade commerciali, ma per ora sembra più uno struscio un po’ triste, alcuni si tengono addirittura lontani dai marciapiedi, distanti dalle tentazioni. «Il mercato è fermo - Joseph Sasson, da Edison, in via Due Macelli si guarda intorno desolato I clienti sono molto meno e se capita che entri qualcuno, si tratta per lo più di turisti». Saldi camuffati? Spiega sorridendo che «ormai non c’è nessuno che non ti chiede normalmente uno sconto, tutto l’anno. Per invogliare già pratichiamo un 20-30 per cento ma serve a poco». Intanto, qualcuno entra, si guarda intorno, prova un capo d’abbigliamento, poi scatta la parolina tragica: «Ci penso». E se ne va. Raul Brovedani nel vicino Red&Blue conferma: «Un 10-20% di sconto non si nega a nessuno, un’agevolazione la chiamo io. La gente del resto la chiede». Anchelui ammette: «Si fanno meno acquisti, il nostro è un target medio-alto, che prima entrava e diceva voglio questo, questo e questo. Ora sta attento, anche se la categoria più colpita è

Promozioni e offerte per invogliare i clienti all’acquisto dei regali di Natale
Contro la crisi per Natale offerte e promozioni (foto TOIATI)

quellamedia». Regalini, laparolina magica. I clienti cercano oggettini, pensierini, «ini» precisano, insomma le cose meno costose del negozio. Così c’è chi per invogliare scrive in vetrina «a 5,90 euro oggi per te più di cento accessori»; oppure «maglioni da 29 euro e 95» (Gap); su via del Corso da «Wow», i prezzi partono da 9,90. Nell’elegante via della Croce, Bottondown offre camicie a 35 euro; due vetrine dopo qualcuno rilancia «3 camicie a 99,90 euro». Nello store hi tech Sinergy «compri oggi e paghi da giugno». Sconti daRinascente, Benetton, Oviesse. «Un disastro - sussurra Giada, una responsabile di Dolce e Gabbana, piazza di Spagna non sembra Natale. Non c’è

proprio richiesta, noi facciamo anche dei presaldi ma non ce li chiedono. Al massimo acquistano un pensierino, piccolo». Luminarie e saldi. E’ il Natale 2011 e non fa sconti a nessuno. Il direttore di Armani Jeans, Alberto Pizzimenti, non si lamenta: «Il nostro marchio è economico, la crisi più di tanto nel negozio non si sente. Magari la sento più io a casa. Certo siamo a livelli un po’ più bassi, chi entra va alla ricerca di pensierini, accessori. E la carineria alla cassa, come la definisco io, si fa. Non si va falliti per un 10% di sconto». Più affollate del solito le librerie. Sotto l’albero chissà ci saranno più libri. Comunque una bella scoperta, seppure dipendesse solo dalle tasche.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

-TRX IL:15/12/11

22.58-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 52 - 16/12/11-N:

52

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.20-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 53 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

CRONACA 53 DI ROMA 53
POLITICA

53

LO SCIOPERO Si bloccano anche i treni. E c’è l’allerta maltempo

Si fermano bus e metro traffico a rischio paralisi
Stopaimezzidalle8,30alle17edalle20afineturno
di MAURO EVANGELISTI

Bachelet in campo «Voglio un Pd che sappia vincere»
«Il Partito democratico non ha bisogno di rottamatori e neanche di disinvolti piloti, ma di ingegneri, gommisti e carrozzieri capaci di rimetterlo in pista per vincere la prossimacorsa».ConquesteparoleGiovanni Bachelet ha presentato il programma per la sua candidatura a segretario regionale del Pd. «Voglio un partito che funzioni, degno dell’aggettivo democratico», ha aggiunto. Bacheletha illustrato le sue proposte ieri sera a Palazzo Rispogliosi. In platea oltre al segretario romano, Marco Miccoli, anche uno dei suoi avversari alle primarie, Enrico Gasbarra, nel segno del fairplay (Bachelet a sua volta aveva partecipato alla presentazione del programma dell’ex presidente della Provincia). Giovanni Bachelet ha ricordato: «Il mio programma è articolato su settepunti:definizionedelle liste di Camera e Senato con le primarie, da promuovere anche in tutte le elezioni monocratiche; ri- Giovanni Bachelet nunciare a essere in lista e dimettersi da ogni altro ruolo elettivo in caso di elezione a segretario; una segreteria fra i 25 e i 40 anni, non parlamentari o consiglieri regionali, aiutati da una cerchia di forum tematici; valorizzare i circoli sani, commissariare quelli morti e rimetterli in vitacon nuovi dirigenti;basta con spartizioni ed etichette; trasparenza nei bilanci, paritàdigenere, eriunioniaccessibili;voltare pagina nel metodo e nel merito delle nomine nelle partecipate». Bachelet, vicino a Rosy Bindi, ha anche aperto un sito internet per promuovere la sua candidatura con lo slogan «e adesso il Pd Lazio!». Alla voce biografia si legge nel sito: «Nato nel 1955, sposato con quattro figli, Giovanni Bachelet vive a Roma dove è ordinario di Struttura della Materia all’università la Sapienza. Alle primarie fondative del Pd (ottobre 2007) è stato eletto a Roma nelle liste di Rosy Bindi all’assemblea costituente nazionale, dove ha lavorato nella commissione codice etico. Alle elezioni del 13 e 14 aprile 2008 è stato eletto deputato nella circoscrizione Lazio 1 ed ha da allora lavorato nella VII Commissione della Camera (Cultura). Alle Primarie dell’ottobre 2009 ha sostenuto Bersani».

Tagli alla Regione Polverini sollecita l’incontro con il Governo

La buona notizia è che sarà l’ultimo sciopero del trasporto pubblico del 2011, visto che la regolamentazione prevede uno stop alle proteste fra il 18 dicembre e il 7 gennaio. La cattiva notizia è che oggi Roma rischia la paralisi e il caos visto che si fermeranno bus, tram, metropolitana, ferrovie concesse. I disagi interesseranno anche Trenitalia. E c’è pure l’allerta maltempo, con la pioggia la situazione sarà anche più difficile. A proclamare lo sciopero nazionale di 24 ore sono stati i sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti, Orsa, Faisa-Cisal e Fast. A questa agitazione se ne incrocia un’altra regionale di otto ore. L’antipasto. Ieri c’è stata la prima porzione di protesta che interessava Cotral (i bus extraurbani). E secondo Filt Cgil la percentuale di adesione è stata vicina al 90 per cento. Bus e metro. All’Agenzia della Mobilità spiegano quali sono le finestre orarie di rispetto di oggi in cui sarà garantito il servizio: «Bus, filobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Roma-GiardinettieRoma-Civitacastellana-Viterbo, saranno a rischio stop dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 sino al termine del servizio». Detta in un altro modo: sarà possibile utilizzare i mezzi pubblici prima delle 8.30 e fra le 17 e le 20. Suibinari. Cattive notizie anche per chi si deve spostare con i treni regionali. Lo sciopero delle Ferrovie è cominciato ieri sera alle 21 e si concluderà questa sera alla stessa ora. Dalle Ferrovie fanno sapere: «Per quanto riguarda i treni regionali, si ricorda che saranno garantiti i servizi essenziali assicurati per legge nelle fasce orarie più frequentate dai viaggiatori pendolari nei giorni feriali, vale a dire dalle 6 alle 9 e dalle 18 alle 21». L’auto. Per ovviare ai disagi causati dallo sciopero dei trasporti pubblici, come già fatto in passato, il Campidoglio ha deciso di disattivare i varchi di tutte le ztl diurne. Il nodo delle risorse del Tpl. Per il trasporto pubblico locale nel Lazio resta l’emergenza per i tagli dei trasferimenti decisi dal Governo. Ieri ha detto il presidente Renata Polverini: «Attendiamo di avere l’incontro con il governo, un appuntamento assolutamente importante perché è necessario chiarire quale sarà il comportamento del governo rispetto al Tpl».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

SANITÀ

CONVEGNO

Pazienti ematologici arriva l’assistenza a casa
Un milione e mezzo di euro dalla Regione per proseguire e allargare a tutte le province un modello di continuità assistenziale ai pazienti ematologici seguiti negli ospedali romani. È il progetto sostenuto dall’assessorato alle Politiche sociali, Aldo Forte, presentato nella sede dell’Associazione italiana contro le leucemie, linfomi e mieloma (Ail). Il servizio di assistenza renderà possibile trasferire su tutto il territorio regionale, direttamente a casa dei pazienti, procedure terapeutiche altamente complesse e tipicamente ospedaliere. Il progetto sarà coordinato proprio da Ail, insieme alla Sapienza e all’Umberto I. «È importantissimo essere curati a casa - sottolinea Franco Mandelli, presidente dell’Ail - L’Italia è questa qui, quella che vuole questi progetti e che si poggia sull’impegno di decine di migliaia di volontari». L’iniziativa ha durata di 12 mesi. L’obiettivo è estendere il progetto per altri cinque anni. «Il futuro - sostiene Aldo Forte - è legato alla necessità di integrare i servizi sanitari e sociali».

Medicina personalizzata per il percorso di diagnosi
Dalla diagnosi alla terapia, la rivoluzione della medicina è già in atto. La diagnostica molecolare e il sequenziamento del genoma umano hanno impresso una svolta fondamentale all’approccio clinico e oggi si valuta il profilo individuale del soggetto, le sue caratteristiche genetiche, la propensione a sviluppare malattie, l’efficacia delle diverse terapie farmacologiche. È come «strumento attivo del cambiamento» che nasce la Società Italiana Medicina Personalizzata (Simep). Presentata mercoledì in consiglio regionale, la Simep vuole «riunire e coordinare le molte e diverse competenze indispensabili all’assunzione e diffusione, delle strategie di medicina personalizzata, utili a diffondere evidenti benefici sociali e finanziari all’intero sistema». «Lo studio delle basi genetiche ha dimostrato la possibilità, tramite caratterizzazione del genoma, di predire con buona affidabilità la risposta clinica e i rischi specifici per il singolo individuo».

Ogni giovedì ti aspetta un nuovo appuntamento di lavoro.
Informazioni e prenotazioni PIEMME SpA Concessionaria di pubblicità Tel. 06.37708536

-TRX IL:15/12/11

23.19-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 54 - 16/12/11-N:

54

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.21-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 55 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

CRONACA 55 DI ROMA 55

55

IL CASO

L’agguatoalTuscolano,davantiaicancellidell’istitutotecnico«Ferrari»

Accoltellailcompagno «Hovendicatomiofratello»
Dramma all’uscita di scuola, arrestato diciottenne
di VERONICA CURSI

La vittima è stata colpita a un gluteo non è grave

Una coltellata alle spalle. Un gesto eclatante davanti a tutta la scuola. Perché così tutti potessero ricordare che chi sbaglia paga. Voleva vendicare suo fratello più piccolo. Punire l’aggressore che cinque giorni fa aveva preso a pugni quel ragazzino di 16 anni davanti agli altri compagni di scuola per questioni di ragazze. Così Matteo Novelli, 18 anni, studente dell’istituto tecnico Enzo Ferrari di via di Grottaferrata, mercoledì mattina ha deciso di regolare i conti a modo suo. E andare a scuolacon uncoltello di otto centimetri nascosto nello zaino, tra libri di italiano e appunti di matematica, aspettando solo il momento giusto per usarlo. Sono le due del pomeriggio all’istituto tecnicoFerrari, suona lacampanella. All’uscita chiacchiere, risate e sigarette. È una giornata come tante e nessuno se ne accorge ma Matteo è pronto alla sua vendetta. Qualche giorno prima, durante l’autogestione, Danilo, un compagno di scuola, 18 anni anche lui, aveva avuto una scazzottata con suo fratello più piccolo. Una lite finita con due note sul registro. Non per Matteo e il suo orgoglio di fratello maggiore e di chi invece di parlare preferisce ferire.

In un attimo si avventa alle spalle del suo compagno e lo colpisce al gluteo destro, due coltellate secche. Il ragazzo ferito urla, si accascia a terra e scoppia il panico. Mentre gli altri cercano di soccorrere il giovane Matteo si fa spazio tra la folla e scappa. Danilo viene subito trasportato al San Camillo dove gli vengono messi alcuni punti di sutura e formula una prognosi di 7 giorni. Per Matteo che intanto ha fatto perdere le sue tracce partono le indagini dei carabinieri della stazione Tuscolana e della Compagnia di piazza Dante. «Sono proprio i compagni di scuola che hanno assistito alla scena, ancora sotto choc, a fornire le indicazioni necessarie per poterlo rintracciare - racconta Ivan Riccio, capitano della compagnia di piazza Dante». Fondamentale anche la collaborazione della famiglia, ancora sconvolta dall’accaduto, che continua a ripetere «non avremmo mai pensato che Matteo potesse compiere un gesto del genere, siamo senza parole». Quando i carabinieri lo trovano, nascosto a casa di un amico, Matteo ha ancora il coltello nello zaino. «Ho fatto una cazzata tremenda, solo ora me ne rendo conto - continua a ripetere - Ma quello aveva fatto male a mio fratello, l’aveva provocato e io in qualche modo dovevo vendicarlo». Il giovane che tutti - amici e vicini di casa - sotto la sua abitazione a Cinecittà descrivono come «una ragazzo tranquillo» e raccontano di «due fratelli molto affiatati», è stato portato nel carcere di Regina Coeli in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’ingresso dell’istituto «Enzo Ferrari» di via Grottaferrata dove è avvenuto l’accoltellamento

IL PRESIDE

«Glistudentihannocollaboratoalleindagini»
di ALESSANDRA MIGLIOZZI

«Sonofiero diloro hannoaiutato icarabinieri a trovare il colpevole»

«La nostra è una scuola tranquilla, in quarant’anni dalla nascita non ha mai vissuto episodi del genere. Giusto qualche scaramuccia fra i ragazzi. Ma sono semprestati episodi contenibili. Certo i due studenti coinvolti avevano qualche nota, erano un po’ indisciplinati, non erano due stinchi di santo. Ma non si erano mai raggiuntiquesti livelli». È una comunità scolastica sconcertata quella descritta da Marcello Greco, preside dell’ex Vallauri, divenuto Istituto Ferrari dopo la nuova intitolazione dello scorso ottobre alla presenza del presidente della Provincia

Zingaretti e di Luca Cordero di Montezemolo. Greco è preside titolare all’istituto Gullace e ha la reggenza in via Grottaferrata. «Ma sento questa scuola come mia a tutti gli effetti - spiega - e posso dire che siamo provati. I docenti e i ragazzi sono sconcertati, la nostra non è una scuola di bulli. Abbiamo molte eccellenze. Siamo all’avanguardia e abbiamo anche un percorso liceale nella nostra offerta formativa». C’è stato però un precedente. «La scorsa settimana il giovane ferito e il fratello dell’aggressore, che studia in seconda, hanno avuto un alterco durante l’autogestione, sono venuti alle mani - ricorda il dirigente - li abbiamo subito separati e sono partite le note. Stavamo pensando a quali provvedimenti disciplinari prendere. Ma credevamo che fosse finita lì, non ci aspettavamo un seguito del genere». Aggredito e aggressore «hanno dato qualche proble-

main passato. Erano un po’ indisciplinati, ma al massimo hanno preso qualche nota». La lite di qualche giorno fa è stata la molla che ha mosso l’aggressore. «Il fatto è avvenuto fuori scuola - commenta il dirigente - poco dopo l’uscita. È stato repentino. I carabinieri dicono che è un tipo di aggressione da stadio. È stata una vendetta inaspettata. Quello che mi ha colpito è stata la reazione degli altri ragazzi. Appena sono arrivati i carabinieri li hanno aiutati senza reticenze a individuare l’aggressore. Hanno fatto il loro dovere di cittadini Ora parleremo con loro, offriremo anche un supporto psicologico se lo chiederanno. Dobbiamo ricostruire un clima di serenità a scuola, che è venuto a mancare con questo episodio. Attendiamo anche il rientro del ragazzo ferito, siamo pronti a sostenerlo. Così come sosterremo, se lo vorrà, la famiglia dell’aggressore».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

SICUREZZA

IN

BREVE

Allarmerazzismo,rondenelquartiereebraico
Rafforzatiancheicontrollidelleforzedell’ordinedopol’arrestodeileaderdiMilitia
di SARA MENAFRA

Rapina farmacia preso sedicenne
Un giovane di 16 anni è stato arrestato subito dopo avere commesso una rapina in una farmacia in via Accademia del Cimento. È stato un carabiniere, libero dal servizio, ad accorgersi del ragazzo in fuga mentre impugnava un coltello. Il carabiniere l’ha inseguito, l’ha raggiunto e dopo una colluttazione gli ha messo le manette. Ad aiutare il militare anche un equipaggio dell’Arma della compagnia Eur che stavano pattugliando la zona. Il minorenne ha già precedenti penali e ha raccontato ai carabinieri di aver agito perché gli servivano i soldi per i regali di Natale e anche per comprare la droga.

Per chi è abituato da duemila anni ad essere additato come capro espiatorio, bastaun cambiamentonell’aria perpreoccuparsi. Così, negli ultimi giorni, anche prima che l’operazione del Ros di due giorni fa facesse finire in carcere cinque esponenti del gruppo neofascista Militia, tra i quali il leader ex Movimento politico occidentale Maurizio Boccacci, la Comunità ebraica di Roma ha aumentato i controlli da parte del proprioapparato di sicurezza su tutta la zona dell’antico Ghetto ebraico e nei luoghi considerati «sensibili», come il Tempio maggiore e la sede dell’Unione delle comunità ebraiche italiane. Troppe le frasi su internet che parlano di nuovo del complotto pluto giudaico massonicoper affossare l’Italia ol’Europa. Troppe le pagine web antisemitecome quella appena cre-

ata su Facebook «Comprare posacenere su ebrey.com», o le azioni razziste ad ogni livello in Italia. «Poco importa se non sono indirizzate direttamente alla comunità ebraica, quando le azioni sono contro i rom, i senegalesi, la preoccupazione aumentaanche pernoi. Il razzismo è una cosa sola», spiega Joseph Di Porto «assessore alle politiche comunitarie» della comunità ebraica capitolina.

Dagli anni ’60, ovvero dalla guerra dei sei giorni, la Comunità romana ha una vera e propria struttura di sicurezza e controllo che si rapporta costantemente con le forze di polizia, ma che può contare sul monitoraggio costante dei luoghi sensibili da parte dei residenti del quartiere e degli stessi membri della comunità. «Specie in fasi di tensione per noi è importante rafforzare il

Sopra, i carabinieri in un sopralluogo davanti a una scritta fatta da «Militia» A destra, la palestra «Primo Carnera» (FotoToiati/ Barsoum)

coordinamento con Polizia e Carabinieri, a partire dai presìdi che vengono costantemente assicurati sui luoghi sensibili», spiega ancora Di Porto. Poi c’è il controllo territoriale, basato suunsistema costante disegnalazione delle anomalie ai centralini telefonici della comunità che, pure in questo caso, nelle ultime settimane hanno registrato un aumento costante di livello di allarme sebbene sempre per episodi di scarsa rilevanza. Infine, sono state ulteriormente sensibilizzate le associazione dei genitori che presidiano volontariamente le scuole anche contro lo spaccio, e la vigilanza privata dei luoghi sensibili. Nel frattempo, l’inchiesta sul gruppo Militia prosegue. Il pm Luca Tescaroli e il gip Simonetta D’Alessandro interrogheranno questa mattina i quattroarrestati, tutti gravitan-

ti attorno alla palestra Primo Carnera del quartiere Vigne Nuove, Stefano Schiavulli, Giuseppe Pieristè,Massimiliano De Simone e Daniele Gambetti. Per il leader Maurizio Boccacci,agli arresti domiciliari viste le precarie condizioni di salute dopo l’istanza del suo avvocato, Paolo Colosimo, l’interrogatorio dovrebbe slittare alla prossima settimana.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Molesta una ragazza catturato in un bar
Ha approfittato del frangente in cui una sedicenne ha raggiunto il bagno del bar per palpeggiarla e farle delle avances. Così un uomo di 54 anni è stato arrestato dagli agenti del commissariato Colombo diretto da Agnese Cedrone. La ragazza è stata indirizzata dall’uomo verso uno sgabuzzino del bar, dove lui, offrendosi di prendere della carta per farla asciugare, le si è appoggiato contro afferrandola per il bacino.

LAZIO FAN SHOP
VIA DEGLI SCIPIONI 84

M OTTAVIANO TEL 0639737890
www.laziofanshop.com

Tuta uff.le

S.S. Lazio ADULTO
invece di € 120,00

110

S.S. Lazio BIMBO

Tuta uff.le

99,00 invece di € 105,00
Via Monte della Farina, 29 Tel./Fax 06.6861550

Per i tuoi regali passa da Noi... Avrai in omaggio il nostro calendario
OGNI GIOVEDÌ LA VOSTRA CARRIERA PRENDE UN’ALTRA DIREZIONE

Professione Lavoro è sul Messaggero
Informazioni e prenotazioni PIEMME SpA Concessionaria di pubblicità Tel. 06.37708536

-TRX IL:15/12/11

23.06-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 56 - 16/12/11-N:

56
Guida allo

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

n. 7 - prossimo appuntamento domani

A Natale tutti felici coi dvd di film e serie tv

di NATALE

SHOPPING

Nel cuore di Trastevere il tuo Hairstylist personale

I.P. a cura di Piemme S.p.A.

S

e state pensando di rega- con la fantascienza di “Battlestar lare un dvd alla persona Galactica”, raccolta in un cofacara, ce n’è davvero per netto con ben 20 Blu-Ray. Intutti i gusti. A partire dai cofa- vece la prima stagione di “Sparnetti Blu-Ray delle saghe cine- tacus: sangue e sabbia”, sempre matografiche più amate. “Har- in blu ray, racconta senza cenry Potter”, “Il Signore degli sure la storia dello schiavo riAnelli”, “Star Wars”, “Ritorno voltoso. Ugualmente adatta a chi al futuro” e “Matrix” sono cult non teme violenza e sesso, la seche tutti gradiranno. Tra le usci- conda stagione della serie itate più recenti in liana “Romanzo dvd, spiccano poi criminale” sulla DA €1 “La versione di banda della Ma5 Barney”, melogliana. Per i più dramma tratto dalgiovani, il planel’omonimo best tario successo di seller di Mordecai “High School Richler, e la comMusical” sbarca media “Tutta colora con il cofanetto completo dei pa della musica”, tre film derivati di Ricky Tognazzi. dal serial. Per i Se il destinatario bimbi, “Il Re Leopreferisce le serie ne” torna in 3d. tv, si va sul sicuro Arriva il Re Leone in 3D

MARIPIER di corsini mario & co. sas Via di santa cecilia n° 10 - 00153 roma Tel. 06-58330502 / 347-3145790

Cultura e divertimento da regalare
razie alle innumerevoli iniziative in cartellone nella Capitale, stupite i vostri cari con un regalo molto originale, cioè una serata di arte e svago. Per esempio, al salone Margherita, Pippo Franco porta in scena “Bambole, non c’è un euro” fino al 4 gennaio,

G

DA

€5

Capodanno con Massimo Ranieri

mentre proseguono le repliche de “Il Marchese del Grillo”. L’Auditorium Parco della Musica ospita il 26 dicembre, in pri-

ma assoluta, il concerto dell’inedito duo composto da Gino Paoli e dal pianista Danilo Rea. Al Gran Teatro, invece, l’anno si chiude con Massino Ranieri che dà vita a un grande show, cantando i suoi brani più famosi e alcune fra le più belle canzoni d’autore degli ultimi decenni. Fino al 7 gennaio, prosegue inoltre l’iniziativa dei musei civici capitolini che prevede aperture straordinarie il sabato sera. Un’occasione unica, che però non comprende nel calendario né il dopocena della Vigilia né la notte di San Silvestro.

Buon Natale Merry Christmas Joyeux Noël Feliy Navidad

... Abbiamo stoffa da vendere..
dal 1960

di Moscato Fabio

Vi Ricorda il Nostro Meraviglioso Panettone Antica Roma Farcito con Crema Zabaione, Cioccolata, Panna e Nutella
CAFFETTERIA • GELATERIA • CIOCCOLATERIA • PASTICCERIA TAVOLA CALDA • PIZZERIA • CATERING
ROMA Via Giacomo Caneva, 23 • Tel. 06.51963755 Via della Grande Muraglia, 100 • Tel. 0652207802
DA €

• Tessuti alta moda • Biancheria per la casa • Tessuti per arredamento

• Tendaggi • Panno verde da gioco • Mollettone e copritavola

Tovaglie e lenzuola su misura
V.le Ippocrate, 48/50 (RM) - tel. 06.44.23.6003

Dono cult: cellulari di ultima generazione

50

Trattiamo da molti anni esclusivamente pescato locale del Tirreno e delle Isole; molti tra i migliori ristoranti di Roma sono nostri affezionati clienti. Con il nuovo negozio oltre a crostacei vivi e frutti di mare, siamo tra i pochi ad avere un laboratorio, per la preparazione di raffinata gastronomia da asporto e pronta a cuocere, garantendo genuinità ed igiene. Aperti dal martedì al sabato, orario no-stop, consegne a domicilio.

M Policlinico

M Bologna

A Roma si fanno cadeaux su due ruote

DA

€1

5

sempre lui, il cellulare, il 9900 e Bold 9790, ma gli apcadeaux più desiderato. passionati dell’ultima moda sapMa attenzione, però, per- piano che per il 2012 la casa ha ché oggi il telefonino deve es- previsto un restyling. In altersere intelligente. Come il Sam- nativa, si può spendere un po’ sung Galaxy S II, smartphone meno regalando un Sony Ericsdual core sottilissimo, dotato di son Xperia X10 mini, piccolissistema operativo Google An- simo smartphone Android che droid 2.3. Lo stesso marchio consente di navigare con una propone anche il Galaxy Ace sola mano. Scendendo ancora Gt-S5830, perfetto per il mon- con il prezzo, Alcatel amplia la do multimediale. Giovane e sua gamma di telefoni con One grintoso, agevola la connessio- Touch Duet, linea dual sim che ne a tutti i social network ma raccoglie i nuovissimi Smart e non teme l’uso di documenti of- Free, la cui tastiera è destinata fice. Il nuovo arrivato Galaxy a chi ancora preferisce premeNexus e il Galaxy S2 sono altri re i tasti. Ugualmente in grado due modelli che finiranno sotto di utilizzare due schede conparecchi alberi di Natale. Con il temporaneamente, ma più coWindows Phone, la totalità de- stose, le proposte Mgm della gli aggiornamenti più recenti da collezione Vanity, dedicata alle Facebook, Twitter e LinkedIn donne. può essere aperta direttamente sulla schermata start del telefono Nokia Lumia 800, il che lo rende il regalo perfetto per i giovani. Esattamente come il HTC Sensation XL che, con gli speciali auricolari Beats, è l’ideale per gli amanti della musica. Piaceranno tantissimo anche i BlackBerry Bold Sotto l’albero Nokia Lumia 800

È

Via Duilio 9 (p.zza dei Quiriti) tel. 0645426485 atlantidefish@libero.it

IL PARTICOLARE CHE FA LA DIFFERENZA!
INFISSI, PORTE, INFERIATE, SCALE, PARQUET, STRUTTURE IN LEGNO, ARREDO GIARDINO.

n tanti a Roma usano le ne a schiena e collo. Per lo svadue ruote per evitare il traf- go, la videocamera ATCMini di fico. A loro regalate un dono Oregon Scientific, ultra leggea tema. Se potete spendere, la li- ra e compatta, può essere montata sul casco per mited edition del casco AGV di Valentiriprendere le prono Rossi farà felice prie performance qualunque centauro. sportive. Ma quanSempre in nome deldo basta il pensiero, la sicurezza, si può Balocco ne lancia optare per un airbag uno davvero dolce: da moto che, in caso un panettoncino abdi caduta, si gonfia binato a un modele fornisce protezio- Regalate il casco di Vale lino di Ducati.

I

Gli auguri più scintillanti...

L’ARGENTO di Aielli
BY ALESSANDRO MAGRINO

Via Scandriglia, 17 (Viale Libia) Tel. 06.86204183

-TRX IL:15/12/11

21.21-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 57 - 16/12/11-N:RCITTA'

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

CRONACA 57 DI ROMA 57
L’INDAGINE

57

IL DELITTO Assassinatomentrerientrava acasa. Illesalafidanzata che sitrovavainmacchina

Agguato a Tor Vergata ucciso con un colpo al cuore
Quattroproiettilicontrol’autodiunpregiudicatodaduesicariinmoto
di MARCO DE RISI

Quattro colpi di pistola semiautomatica, di cui uno mortale al cuore, per allungare la scia di sangue che sta colpendo in questi ultimi mesi la Capitale. Marco Attini, 38enne con precedenti penali per lesioni e rissa, è stato ucciso da due killer ieri sera, venti minuti prima della mezzanotte, proprio davanti casa sua in via Ferruccio Ulivi: una stradina di Tor Vergata con palazzine a quattro piani in cortina, all’estrema periferia orientale di Roma. L’uomo era fermo in auto, unaFiat Panda bianca, in compagnia della sua fidanzata, quando la macchina è stata affiancata da uno scooter con in sella due persone che indossavano caschi integrali. Uno dei due era armato di pistola: dei quattro colpi sparati, calibro 9x21, tre hanno colpito Attini. L’agguato è stato fatale, mentre la donna è rimasta illesa ed è riuscita a chiamare il 118. Il pregiudicato è stato soccorso da un’ambulanza ma era già troppo tardi. È morto sul colpo, rendendo vana la corsa verso il policlinico di Tor Vergata. Sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Frascati, diretti dal colonnello Rosario Castello, che hanno immediatamente fatto partire le indagini. A cominciare dalla testimone oculare dell’omicidio. «Non ho riconosciuto gli assassini: ho sentito soltanto i colpi di pistola, sono stata travolta dai vetri rotti e ho poi sentito il rumore della moto che si allontanava - ha raccontato la fidanzata di Attini,

Marco Attini aveva 38 anni era stato indagato per lesioni e rissa La ragazza: «Ho sentito gli spari e mi sono arrivati i vetri in faccia»

ascoltata in caserma dagli investigatori nella notte - Ho visto il mio Marco morire in una pozza di sangue, a pochi centimetri da me». Nella notte sono scattati

Il sopralluogo sul punto in cui è avvenuto l’agguato mortale (Foto Toiati/Gabrielli)

posti di blocco e perquisizioni in tutta la zona, a caccia dei killer. I militari hanno ascoltato anche alcuni parenti della vittima, oltre a diversi pregiudicati dei quartieri limitrofi per cercare di ricostruire il movente dell’accaduto. Si stanno analizzando anche i tabulati telefonici del cellulare dell’uomo ucciso, a caccia di possibili tracce di assassini ed eventuali mandantidell’agguato, collegandoli anche ai suoi precedentipenali e alle attività criminali in atto nella zona. Inambienti investigativi si notano le analogie con un altro agguato di questo tipo, avvenuto di recente nella stessa zona. Il 1˚ novembre scorso nove colpi di pistola, di cui almeno sei da distanza ravvici-

nata, sono stati sparati contro il buttafuori Massimiliano Cogliano, ex peso massimo di pugilato, salvo per miracolo dopo essere stato è ricoverato ingravi condizioni al Policlinicodi Tor Vergata. Era la seconda volta, peraltro, che qualcuno premeva il grilletto contro di lui: nel 2010, era sempre il primo novembre, dopo una rissa davanti a un locale dell’Eur, il figlio di un boss gli sparò, ma la pistola era difettosa e fece cilecca. L’agguato di novembre, con caratteristiche molto simili a quello di ieri, era avvenuto in via Amico Aspertini, nel cuore di Tor Bella Monaca. Gliinvestigatori vogliono capire se si tratti di un’unica catena di delitti, legata a guerre tra bande criminali della zona o a semplice sgarri tra criminali. Quello che è certo è la situazione di alta tensione che sta colpendo in particolare alcune zone di Roma, tra cui la periferia orientale. Una situazione che le forze dell’ordine stanno tenendo sotto stretta osservazione, giorno dopo giorno.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un cadavere senza nome giallo sul greto del Tevere
Cinquant’anni, una ferita alla nuca: caduta o omicidio
di MARIA LOMBARDI e PAOLA VUOLO

Aveva ecchimosi sulvolto euntaglio all’orecchio

Stazzi,ilpmchiede TbcalGemelli Finto supervisore 30 anni per omicidio le denunce sono 110 avvocato radiato
Trent’anni di carcere per l’uomo accusato di aver ucciso otto persone nel corso della sua vita: sono stati chiesti ieri dal pubblico ministero Gabriella Fazzi nei confronti di Angelo Stazzi, ma l’infermiere è sotto processo solo per aver ucciso il 29 marzo del 2001 Maria Teresa Dell’Unto, amante e collega. Solo il primo della lunga serie di omicidi che la procura gli attribuisce e sospetta abbia commesso nel 2009, quando lavorava a Villa Alex. La Corte d’assise si pronuncerà sulla richiesta dell’accusa giovedì prossimo.
Sale a 110 il numero di bambini nati al policlinico Gemelli che lamentano effetti collaterali per essersi sottoposti a profilassi dopo essere risultati positivi alla Tbc quando, l’estate scorsa, si diffuse il contagio a causa di una infermiera malata. Ieri sul tavolo del pubblico ministero Alberto Pioletti sono arrivate le denunce dei genitori di altri 50 neonati partoriti all’ospedale nel corso dell’anno, dopo le prime sessanta presentate a metà dello scorso mese su un totale di 122 bambini risultati positivi alla Tbc. Oltre al numero delle denunce salepure il numero diindagati diventati otto nei giorni scorsi. Si era infiltrato nella commissione peril concorso da avvocato spacciandosi per commissario. E ora l’Ordine, a conclusione di un procedimento che era stato aperto nei suoi confronti, ha deciso di radiare dall’Albo l’avvocato Saverio Fatone. Il legale, l’anno scorso, si era introdotto nell’Hotel Ergife dove si svolgeva la prova, e per tre giorni si è spacciato per commissario, recitando la parte con successo. Per riuscire nell’intento ha avuto l’idea di utilizzare le generalità di un ignaro collega. Rimproveravai candidati, simuoveva tra i banchi e controllava che tutto procedesse secondo le regole, ma poi è stato smascherato.

Le foglie secche sulla banchina del Tevere sono bagnate di sangue. Ne ha perso tanto l’uomo che è stato trovato ieri mattina senza vita a due passi dal fiume, sul lungotevere Aventino. Le cuffiette di un Mp3 alle orecchie, il volto tumefatto e una ferita alla nuca. Un omicidio o forse una caduta, è giallo sulla morte dell’uomo ancora senza identità: gli investigatori della squadra mobile non escludono alcunapista,compresa quella della rapina. E’ stato un passante a notare quel corpo sulla banchina, tra ponte Testaccio e via Santa Maria in Cosmedin. Si trovava ai piedi della scalinata, supino. Ai piedi un paio di scarpe da trekking, indossava jeans e una cintura di cuoio marrone, un piumino blu aperto su una camicia bianca. Una larga chiazza di sangue all’altezza della testa, macchie rosse anche sui polsi. Difficile che qualcuno abbia visto cosa sia successo lungo il fiume, quel trattodi banchina è isolato e pochissimo frequentato, poco più avanti un cumulo di sabbia di lavori in corso impediscono anche di passeggiare. Il passante ha avvisato una pattuglia dei vigili urbani che si trovava in zona per un incidente. Erano le 10,30 circa, l’uomo, secondo i primi accertamenti del medico legale, poteva essere già morto da un paio d’ore. I vigili urbani hanno chiuso con il nastro di plastica le scalinate che portano sulla banchi-

na. I capelli brizzolati, la carnagione bianca, l’uomo potrebbe avere tra i 50 e i 60 anni. Ascoltava la musica quando è stato aggredito o accidentalmente è caduto, ancora non è chiaro. Le ferite possono far pensare a tutte e due le ipotesi. Lividi sul volto, un taglio all’altezza dell’orecchio, nessuna traccia di violenza sul corpo. La ferita alla nuca potrebbe essere stata causata, secondo i primi esami, dal colpo di un oggetto ma non si può escludere che sia stata provocata dall’impatto al suolo. L’uomo non aveva con sé documenti e nemmeno soldi e portafogli, qualcuno potrebbeaverlo derubatoe poiucciso. Il movente potrebbe essere la rapina, ma se così fosse, perché non è stato portato via anche l’Mp3? Forse l’assassino aveva fretta di scappare, ipotizzano gli investigatori. Nemmeno i rilievi della polizia e leprime indagini del medico legale sono riusciti per ora a sciogliere il mistero. Si dovrà attendere l’autopsia. Non è servita a risalire all’identità dell’uomo nemmeno la busta trovata accanto al corpo. E’ intestata all’ospedale israelitico e contiene foglietti e appunti, niente però che riveli qualcosa sull’uomo. Gli uominidella squadra mobile guidata da Vittorio Rizzi sono ora impegnati a cercare altre tracce che possano dare un nome alla vittima: gli esperti della scientifica rileveranno le impronte digitali, se lo sconosciuto ha precedenti penali la sua identità dovrebbe venire fuori dai data base della Questura.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Almomento dellatragedia stava ascoltando lamusica

CENTRO AGROALIMENTARE ROMA - CAR S.C.P.A.
Oggetto dell’appalto: Procedura aperta per l’affidamento dei lavori di urbanizzazione all’interno del Centro Agroalimentare di Roma connessi alle nuove realizzazioni. Durata: 365 giorni dalla data del verbale di consegna. Luogo di esecuzione: Centro Agroalimentare di Roma, Via Tenuta del Cavaliere 1, 00012 Guidonia Montecelio (RM). Importo a base di gara: Importo lavori € 2.240.084,37 oltre Iva come per legge, (di cui € 1.519.640,57 per lavori soggetti a ribasso d’asta, € 41.240,43 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso ed € 679.203,38 per costo della manodopera). Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa. Punti di contatto: Ufficio Direzione Generale - Sig.ra Gianna Sabatini. Indirizzo postale: Via Tenuta del Cavaliere, 1 - 00012 Guidonia Montecelio (Roma). Telefono: +39 0660503400 Fax: +39 0660501227 Posta elettronica: g.sabatini@agroalimroma.it Indirizzo internet: www.agroalimroma.it Termine per il ricevimento delle domande di partecipazione: 10.02.2012 ore 12.00. Bando inviato alla GUCE in data 09.12.2011 Ulteriori informazioni sono disponibili presso i punti di contatto sopra indicati. Direttore Generale CAR S.C.P.A. Dott. Fabio Massimo Pallottini

tutte le domeniche brunch 10 euro tutti i giorni apericena 7 euro
P.zza dei Ponziani n. 1 • tel. 06/98936909

Estratto di bando di gara
Società Appaltante: Zètema Progetto Cultura s.r.l. - Via Attilio Benigni 59 - 00156 Roma - Tel 06.82077.1 - Fax 06.82077.354, e-mail: bandidigara@zetema.it Oggetto della gara: procedura aperta per l’affidamento servizi di didattica (visite e laboratori) presso i Musei del Sistema Musei Civici di Roma Capitale Valore dell’appalto: il valore dell’appalto, dato dalla somma del valore di ciascuno degli 8 lotti, è pari ad € 300.340,00 oltre IVA Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa Documentazione di gara: scaricabile all’indirizzo www.zetema.it, sezione bandi di gara. Scadenza per la presentazione dell’Offerta: 23/01/2012 L’Amministratore Delegato Albino Ruberti

AVVISO DI GARA PER ESTRATTO BANDO DI GARA N. 18/2011
AMA S.p.A. comunica di indire una gara ad evidenza pubblica mediante procedura aperta, suddivisa in cinque lotti, per l'affidamento di servizi di raccolta, trasporto e conferimento presso l’impianto di compostaggio o presso aree di trasferenza di rifiuti organici, per un periodo di 24 mesi. Importo complessivo posto a base di gara: Euro 21.450.000,00, oltre IVA di cui Euro 5.000,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. Il bando di gara integrale è stato inviato, per la pubblicazione sulla G.U.U.E., all’Ufficio delle Pubblicazioni Ufficiali della Gazzetta in data 01/12/2011 ed è stato pubblicato sulla G.U.R.I., parte 5a Serie Speciale “Contratti pubblici” n. 146 del 12/12/2011. Tale bando è consultabile sul sito www.amaroma.it nonché sui siti informatici di cui all’art.66, comma 7 del D. Lgs.n.163/2006 e s.m.i.Le offerte, corredate dalla documentazione prevista dal bando di gara integrale, dovranno pervenire, entro le ore 13:00 del giorno 16/01/2012. Per informazioni rivolgersi a AMA S.p.A., Direzione Amministrazione, Finanza e Controllo inviando una e-mail al seguente indirizzo: area.acquisti@amaroma.it L’AMMINISTRATORE DELEGATO Dott. Salvatore CAPPELLO

Professione Lavoro è sul Messaggero Informazioni e prenotazioni PIEMME SpA Concessionaria di pubblicità Tel. 06.37708536

-TRX IL:16/12/11

01.21-NOTE:RCITTA'

-MSGR - 20 CITTA - 58 - 16/12/11-N:

58

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.21-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 59 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

59
CHARLES ESSONGHE ambasciatore Gabon (a Istanbul)

MUSTAFA ABDEL JALIL presidente Cnt Libia (da Tripoli)

Musica e Cinema si sono incontrati l’altra sera in via L’Aquila per la nona edizione del Roma videoclip, manifestazione che sposa le due arti. Quest’anno l’organizzatrice Francesca Piggianelli ha incoronato due straordinari artisti come Noemi e Claudio Santamaria. La prima, affermata e stimata cantante, ha avuto il riconoscimento nella inedita veste di regista di un videoclip, mentre l’attore è stato premiato per le sue doti di cantante, che oltre a fargli interpretareriuscitissimi ruoli come quello di Rino Gaetano, lo ha visto protagonista di

Videoclip da premio con Santamaria e Noemi

vari videoclip musicali, tra cui quello in cui canta con Laura Chiatti, tratto dal film Il caso dell’infedele Klara. Altri premi sono stati assegnati anche Pivio & Aldo De Scalzi, Mammooth e Tonino Zangardi e Franco Simone. La serata è stata condotta da Andrea Il Drago di Radio Rock ed Antonella Salvucci. Tanti gli applausi per Noemi, che tra l’altro è stata sommersa dall’affetto dei fan, che lei ha ricambiato firmando autografi e posando per le foto ricordo.
M.Laz.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ambasciata di Francia arrivaAlainLe Roy

Franco Simone. Al centro Claudio Santamaria e, a destra, Noemi con la sorella al premio per i videoclip (Foto di Massimo Bruni)

Jean Marc de La Sablière con la moglie Sylvie di PAOLA PISA

ANTEPRIME Passerella di attori a piazza Cavour per il film di De Laurentiis. Poi cena con tutto il cast
di CLAUDIA ALÌ

Col caldo di Roma e il film Vacanze di Natale a Cortina, ecco servito il Natale 2011. Primo assaggio di neve, anche se solo in celluloide, con l’attesa anteprima del film. Stesso cinema in Piazza Cavour, un po’ per scaramanzia, un po’ per vezzo dei produttori Luigi ed Aurelio De Laurentiis, mitragliate di flash, pioggia di attori e una grande festa col dj Bob Sinclar per tutta la notte. Si torna alle origini, in tutti i sensi. Gli ingredienti del glorioso primo film del 1983 ci sono quasi tutti: il titolo Vacanze di Natale, gli sceneggiatori Carlo ed Enrico Vanzina, la location Cortina d’Ampezzo ed anche qualche accenno a quella famosissima colonna sonora. Ecco uscire da un hotel in Via Visconti, tutto il cast. Esce per primo Luigi De Laurentiis, soddisfatto ed emozionato più che mai, in questo fortunato 2011, per l’ apprezzamento del film da parte della stampa all’unisonosi ride senza volgarità - e soprattutto per la nascita della sua primogenita Isabel Grace Maria venuta alla luce lo scorso 13 novembre, stesso giorno di nascita della nonna paterna. Con il regista Neri Parenti ed i fratelli Vanzina, ecco la fantastica coppia comica formata da Christian De Sica e Sabrina Ferilli in smoking nero. Arriva anche Ricky Memphis, Valeria Graci, Katia FollesaeGiuseppeGiacobazzi. Poi Ivano Marescotti, Dario Bandiera e la bella scoperta, OlgaKent.Tutti insieme calcano il tappeto rosso, e giù con i flash. Si unisce al gruppo

Vacanze di Natale sognando la neve

anche il compositore e musicista, principe delle consolle di tutto il mondo, Bob Sinclair, che nel film ha anche un piccolissimo cameo, nel ruolo di se stesso, arrivato nel pomeriggio a Roma inseparabile dalla sua agente. Sarà proprio lui ad animare più tardi un party strepitoso, in un locale di Monteverde, con quasi cinquecento invitati, tra i quali Carlo Verdone, arrivato con i figli Paolo e Giulia arrivata con Elisabetta Pocaterra, sua sorella Silvia, moglie di Christian Luigi e, a destra, Aurelio De Laurentiis con la moglie Jaqueline. A sinistra, Sabrina Ferilli De Sica, con i figli Maria Rosa e Brando. C’erano anche i De Laurentiis al completo, ovvero Jaqueline, e gli altri due figli EdoardoeValentina. Ed ancora FrancescaLoschiavo,Giancarlo Abete, Mario D’Urso,Paolo Conticini, Emanuele Propizio, Fausto Brizzi con MarcoMartani, Flavio Cattaneo, Carla Qui accanto, Olga Kent Fendi, Massimo Giletti, Guido e, a sinistra, Lombardo, Paolo Genovesi, GiBob Sinclair gi Marzullo, Ugo e Ferdinando Qui sopra, Braghetti Peretti, Guendalina Neri Parenti e, accanto, Ponti, il Presidente del Coni Fausto Brizzi e Giovanni Petrucci e Giovanni Marco Martani Malagò. (Foto Gabrielli)
© RIPRODUZIONE RISERVATA

L PRESIDENTE della Repubblica Giorgio Napolitano ha concesso il gradimento per la nomina di Alain Le Roy in qualità di ambasciatore della Repubblica Francese. Lo ha comunicato laFarnesina. Il diplomatico arriverà con il nuovo anno, mentre si appresta a lasciare Palazzo Farnese l’ambasciatore Jean-Marc de La Sablière dopo aver ricoperto lo stesso incarico per quattro anni con grandissimi riconoscimenti per le moltissime iniziative promosse, per aver aperto l’ambasciata al pubblico, per aver sostenuto il cinema, le arti, la musica. Tanti gli amici e le personalità che hanno salutato in questi giorni l’ambasciatore de La Sablière e la moglie Sylvie. Lunedì prossimo, al Quirinale, il Presidente Napolitano riceverà come di consueto l’intero Corpo diplomatico accreditato presso lo Stato italiano per il tradizionale rice- Alberto di Monaco vimento di auguri per il Nuovo anno. Il Principe Alberto di Monaco ha tagliato il nastro inaugurale della mostra Stile italiano. Arte e Design, nell’Esplanade del Grimaldi Forum allestito in occasione della mostra con opere d’arte e una gigantografia del Palazzo della Civiltà e del Lavoro all’Eur. Tra le opere c’è Espressioni di stile, sul tema della bandiera italiana, ossia le 24 elaborazioni sul tema del tricolore ideate dai più grandi stilisti italiani. Tra i presenti all’evento l’ambasciatore d’Italia nel Principato di Monaco Antonio Morabito, il principe Guglielmo Giovanelli Marconi, il presidente della Camera della Moda Mario Boselli, il presidente di Olivetti Francesco Forlenza, numerosi imprenditori e personalità monegasche e italiane. Tanti anche gli stilisti e gli industriali del mondo della moda, come Buccellati, Reggiani, Siviglia, Berni. La mostra resterà aperta fino al 2 gennaio. Intensa attività all’ambasciata di Svezia. In piazza di Pietra, ieri, alle 19,30, si è svolta la cerimonia per celebrare Sankta Lucia: canti, aperitivo e specialità del Paese. Tutti in vesti bianche, grandi e bambini, e candeline accese per celebrare la festa della luce. L’iniziativa come ogni anno è dell’ambasciata svedese e del suo rappresentante diplomatico, l’ambasciatore Ruth Jacob.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

I

PER PROSSIMO AMPLIAMENTO LOCALI

di LUCILLA QUAGLIA

Solidarietàe scatti d’eccellenza l’altra sera in un locale nei pressi dell’Auditorium per la presentazione del calendario realizzato dall’associazione Donna Donna, che si occupa dei problemi legati ai disturbi alimentari. Commenti di apprezzamento per le belle fotografie del lunario, che ritrae dame note e meno note, nel corso di un goloso cocktail party natalizio da parte di tanti personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura e dell’imprenditorialità. Sfilano tra vetrate illuminate e alberi di Natale Irene Bozzi, Nadia Bengala, Maria Mon-

Una calendario di donne contro i disturbi alimentari

Barbara Carniti e, a destra, Maria Monsè e Anna Rossi Bernardi

sé, il grande musicista Lino Patruno, l’avvocato internazionale Carlo Maccalini e Barbara Carniti. Soddisfatte le organizzatrici dell’evento, Emma Rossi Bernardi, Antonella Ferrari e Nora Nicoletti, che hanno salutato con calore la presidente dell’associazione sostenuta, Nadia Accetti. Il party è proseguito fino a tardi con Giovanna Deodato e tanti manager, avvocati e politici che non hanno fatto mancare il lorosostegno all’iniziativa benefica. Il calendario verrà presentato ufficialmente il 20 dicembre presso la Camera di Commercio di Roma.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

GRANDE VENDITA NATALIZIA
abbigliamento per uomo
Via Antonio Bertoloni, 29b/c - ROMA - Tel. 06 8082621

-TRX IL:15/12/11

22.55-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 60 - 16/12/11-N:

60

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

IL VOSTRO FILM DI NATALE

OGGI AI CINEMA ADRIANO - AMBASSADE - ANDROMEDA - ATLANTIC BROADWAY - DORIA - DIVA MULTISALA - GALAXY - GREGORY JOLLY - LUX - MADISON - NUOVO CINEMA AQUILA - ODEON - REALE ROXYPARIOLI - SAVOY - STARDUST - STARPLEX - THE SPACE CENTRO THE SPACE MAGLIANA - TRIANON - UCI (LUNGHEZZA) - UCI MARCONI UCI PORTA DI ROMA - CINEFERONIA (FIANO ROMANO) - UCI (FIUMICINO) POLITEAMA (FRASCATI) - THE SPACE (GUIDONIA) - CINELAND (OSTIA)
PER LE SALE IN

3D CONSULTA L’ELENCO DEI CINEMA
MULTISALA LUX 3D OGGI ADRIANO - ANTARES - DORIA - EUROPA - GALAXY - TRIANON - ANDROMEDA - ATLANTIC BROADWAY - JOLLY - LUX - MADISON - DIVA MULTISALA - ODEON - REALE - STARPLEX - STARDUST THE SPACE MODERNO - THE SPACE PARCO DEʼ MEDICI - UCI LUNGHEZZA - UCI MARCONI UCI PORTA DI ROMA - UCI FIUMICINO - CINEFERONIA F. ROMANO - CINELAND OSTIA GALLERIA POMEZIA - POLITEAMA FRASCATI - ROYAL CIVITAVECCHIA - THE SPACE GUIDONIA

ALLA

SOLO IL GIOVEDÌ ANCHE IN VERSIONE ORIGINALE SOTTOTITOLATA IN

DAL 6 DICEMBRE ALLʼ8 GENNAIO

il 31 dicembre

2 spettacoli ore 19,30 e 22,00

SERATA SPECIALE DI CAPODANNO
con brindisi di mezzanotte

OGGI NEI MIGLIORI CINEMA ADRIANO - BARBERINI - AMBASSADE - ANDROMEDA - ATLANTIC - BROADWAY CIAK - DORIA - EMBASSY - GALAXY - GREGORY - JOLLY - LUX - MADISON MAESTOSO - NUOVO CINEMA AQUILA - ODEON - ROYAL - SAVOY - SALA TROISI STARDUST - STARPLEX - THE SPACE MODERNO - THE SPACE PARCO DEI MEDICI UCI MARCONI - UCI PORTA DI ROMA - CINEFERONIA (FIANO) UCI PARCO LEONARDO (FIUMICINO) - POLITEAMA (FRASCATI) - THE SPACE (GUIDONIA) UCI (LUNGHEZZA) - CINELAND (OSTIA) AL CINEMA NUOVO OLIMPIA IN V.O. SOTTOTITOLATA

-TRX IL:15/12/11

21.21-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 61 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

61

SOIRÉE

Show e beneficenza per «Alma Aurea onlus» con artisti e amministratori

di FEDERICA RINAUDO

È la magia dei sorrisi ad illuminare i volti dei ragazzi delle associazioni di volontariato che ieri sera hanno accolto il pubblico in occasione dell’evento benefico Natale di Solidarietà, promosso dall’associazione Alma Aurea Onlus di cui è Presidente onorario Luciano Ciocchetti. Sul palco, in questa edizione, la travolgente simpatia di Max Giusti. E perfino il cielo, fino a qualche ora prima pieno di nubi minacciose, si è schiarito come per magia. L’atmosfera festiva si respira in ogni angolo del teatro di Saxa Rubra, al cui ingresso sono stati posti due grandi Babbo Natale che divertono i più piccini ed inteneriscono gli adulti. Affollatissima la platea. Eccoil leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini prendere posto accanto al vice presidente dellaRegione Lazio Luciano Ciocchetti, accompagnato da Massimo Matteucci presidente di Alma Aurea Onlus. Ecco anche Roberto Sergio e Vittorio Bonavita. Arriva anche Marco Staderini ad dell’Acea. La manifestazione, divenuta nel tempo un appuntamento consolidato, ha coinvolto oltre settanta associazioni impegnate nella solidarietà, che

Risateesolidarietà con Giusti mattatore

hanno contribuito alla buona riuscita dell’operazione benefica. I macro obiettivi previsti per questa edizione riguardano diverse realtà, tra cui la Fondazione per la ricerca sulla

A destra, Marco Staderini ad di Acea

Max Giusti mattatore dello show di beneficenza per Alma Aurea In alto a sinistra, Pier Ferdinando Casini alla serata di solidarietà e, sotto, Roberto Sergio con Luciano Ciocchetti (Foto Fabiano-Toiati)

fibrosi cistica, la Cooperativa sociale Duemila Orizzonti onlus, l’Associazione italiana sindrome di Rett, La Betulla onlus, la Cooperativa sociale La Terra dei Sogni onlus, la Semi di Rosa onlus, la SMA onlus e la Vitalba onlus. A sottolinearel’importanza di fare del bene, e nonsoloaNatale,ci hapensatoMaxGiusti, sulla scena insieme a Vincenzo Capua, i ragazzi de L’Arte nel Cuore onlus e ai Ladri di Carrozzelle onlus, che ha conquistato grandiepiccini con la sua comicità contagiosa caratterizzata da continue esplosioni di energia. Il comico romano, prima di cominciare lo spettacolo, ha ringraziato tutte quelle famiglie e quei volontari che si dedicano ogni giorno al prossimo. A loro è andato un lungo, generoso e caloroso applauso durato per diversi minuti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’attrice Roberta Scardola e, sotto, la conduttrice Rosaria Renna

Un Natale con il trucco nella maratona dei visagisti
di LUCILLA QUAGLIA

Come ci si trucca a Natale? Il dubbio assilla tutte le donne alle prese con i party natalizi e ieri sera numerosi make up artist hanno dato appuntamento a diversi vip in un albergo di Piazza della Repubblica per offrire soluzioni all’assillante problema in una lunga maratona di bellezza. Prenotate tra le angeliche modelle di Michele Spanò, hair stylist prestato per una sera al mondo del trucco, la conduttrice radiofonica Rosaria Renna, la simpatica Roberta Scardola de I Cesaroni e l’attrice teatrale Barbara Bovoli. Tra divanetti bianchi, candide lampade e luci da set, accolte da Irene Scalzo, studiano i segreti dei rossetti e degli ombretti Iris Peynado, Alma Manera e Janet De Nardis. Tanti curiosi e avventori dell’hotel che si affacciano sul roof per ammirare soprattutto le tante hostes avvolte in bianche sciarpe di piume di struzzo e lunghi abiti da notte hollywoodiana. Eleganti scelte che attirano l’attenzione dei tanti cavalieri presenti, tra cui il manager di eventi di moda Antonio Falanga.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

“Clooney sa emozionare in modo raffinato e intelligente. Da non mancare.” La Repubblica “Un cast di attori che si vorrebbe non finissero mai di recitare. Da non perdere.” Corriere della Sera “Clooney ha messo su una squadra fantastica.”
La Stampa

LE COSE BELLE ARRIVANO... SE LE SAI ASPETTARE
LEVANTE
E

MEDUSA FILM presentano

UN FILM DI

G EOR GE CL O ON EY

ididimarzoilfilm.it

OGGI GIULIO CESARE - BARBERINI - GREENWICH - ADMIRAL - EURCINE MIGNON - TIBUR - ALHAMBRA - ANDROMEDA - LUX - ROXYPARIOLI STARPLEX - TRIANON - UCI LUNGHEZZA - UCI MARCONI UCI PORTA DI ROMA - CINEPLEX FERONIA (FIANO ROMANO) UCI PARCO LEONARDO (FIUMICINO) - POLITEAMA (FRASCATI) CINELAND (OSTIA) E AL CINEMA FIAMMA IN V.O. CON SOTTOTITOLI IN ITALIANO

OGGI AI CINEMA ADRIANO - BARBERINI - ANDROMEDA - ATLANTIC - DIVA MULTISALA EMPIRE - GALAXY - LUX - MAESTOSO - ROXYPARIOLI - SAVOY - STARDUST VILLAGE STARPLEX GULLIVER - THE SPACE MODERNO - THE SPACE PARCO DE’ MEDICI - TRIANON UCI CINEMAS MARCONI - UCI CINEMAS PORTA DI ROMA - CINEFERONIA (FIANO ROMANO) PLANET (GUIDONIA) - UCI CINEMAS PARCO LEONARDO (FIUMICINO) UCI CINEMAS (LUNGHEZZA) - POLITEAMA (FRASCATI) - CINELAND (OSTIA)

-TRX IL:15/12/11

22.51-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 62 - 16/12/11-N:

62

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.21-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 63 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

63
Musica
Alexanderplatz

Teatro
Belli

Cucina
Nelle Marche

Archeologia
Restauri

Jazz travolgente con ilsax di Rosario Giuliani

Sandra Collodel appassionata Papessa Giovanna

Acqualagna e dintorni per gustare tartufi

Il Circo Massimo dal 2013 torna a splendere

MUSEI
MUSEI VATICANI VialeVaticano.Tel.06.69884676 -06.69883145. La più grande raccolta di antichità del mondo su un’area di 10 mila metri quadrati.Orari:lun-sab9-16.Ingresso:15 euro, ridotto 8. MUSEO DEL RISORGIMENTO VITTORIANO Via San Pietro in carcere. Tel. 06.6793598. Il Museo propone un percorso di visita che, attraverso dipinti, sculture, disegni, documenti, oggetti, fotografie, cimeli, armi, divise e bandiere, raccoglie in una veste rinnovata le testimonianze relative al processo di unificazione dell’Italia. Orari: 9.30-18.30. MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA Via Ulisse Aldrovandi 18. Tel. 06.0608. Collezioni di 4 milioni di esemplari.Orari:10-19.Chiuso lun.Ingresso7 euro, ridotto4. MUSEO IN TRASTEVERE Piazza Sant’Egidio 1/b. Tel. 06.0608. La collezione permanente del Museo mostra gli aspetti salienti della vita popolare romana della fine del ’700 e ’800. Orari: 10-20.Chiuso lun. Ingresso:4 euro; 3 ridotto. MUSEO PIETRO CANONICA Viale P.Canonica 2, piazza di Siena. Tel. 06.0608. La collezione è costituita principalmente dalle opere di Pietro Canonica. Orari: 9-19. Chiuso lun. Ingresso:4 euro; 3 ridotto. MUSEO DELL’ALTO MEDIOEVO VialeLincoln,3.Tel.06.5422 8199. Esposizione permanente di reperti archeologici. Orario: 9-14,merc-giov-dom9-19,30. Chiuso lun.Ingresso: 2 euro; 1 ridotto. MUSEO DELL’ARA PACIS Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli). Tel. 06.0608. Una delle più alte espressioni dell’arte augustea.Orari: 9-19. Chiuso lun. Ingresso: 7,50 euro, ridotto 5,50. PALAZZO BRASCHI Piazza S. Pantaleo, 10. Tel. 06.0608. Parte della collezione è dedicata ai vari aspetti della vita culturale,sociale e storico-artistica.Orari: 9-19.Chiuso lun. Ingresso:7,50 euro, ridotto 5,50. GALLERIA BORGHESE Piazzale del Museo Borghese, 5. Tel. 06.8413979. Il museo conserva marmi antichi e sculture di Bernini e Canova. E inoltre opere di Raffaello, Botticelli, Caravaggio, Bernini e Canova. Orari: 8.30-19.00. Chiuso lun. Ingresso: 6,50 euro, ridotto 3,25. GALLERIA CORSINI Via della Lungara, 10. Tel. 06.68802323. All’interno dipinti di Caravaggio, Beato Angelico, Tiziano, vedute di Roma e della campagna romana, nature mortefiamminghe.Orari:8.30-19 30. Chiuso lun. Ingresso:4 euro, ridotto 2.

BOLLETTINO

FUORI PORTA
CASTEL GANDOLFO VAL MONTONE BRACCIANO FARFA

VENERDÌ
5 6 8 3 12 13 15 11

SABATO
2 4 4 0 10 11 12 8

DOMENICA
0 1 2 -1 8 9 10 7

MONTI
GRAN SASSO
di MARICA STOCCHI

Altezza dello zero termico (in metri) 2250 1500 1400

-4 0 -1 2

1
2250

-9 -4 -7 -2

-5
1500

-11 -7 -8 -3

-7
1400

L’ultimo weekend prima del Natale vede le strade di Roma affollate di luci, colori, addobbi e tintinnanti melodie. Per godere al massimo del gioioso (nonostante tutto) spirito delle feste, ci si può affidare all’entusiasmo dei più piccoli. Non a caso sono tanti, in questi giorni, gli appuntamenti dedicatia bambini e ragazzi. Domani e domenica (la mattina alle 11) nella Casa dei Teatri a Villa Pamphili, in occasione dell’inaugurazione della mostra «perfiloepersegno» dedicata al Teatro delle Marionette degli Accettella, sarà in scena lo spettacolo «Un mondo di marionette». Si festeggia anche osservando le stelle: «Il Natale del dottor Stellarium», domenica alla sua prima replica al Planetario, e con la lettura delle fiabe di Natale alla Casina di Raffaello (sabato e domenica alle 1130 e alle 18).

Dal Planetarium ad Europlant pensando ai piccoli
La Capitale, illuminata ad arte dall’iniziativa «Roma si mette in luce», con luminarie, led e foto-declinazioni armonizzate con le diverse vie del centro, ospita in questi giorni numerosi mercatini. Il più noto, quello di Piazza Navona,

VISITE GUIDATE
S. ANDREA DELLE FRATTE I sotterranei della basilica, ricostruita verso la fine del XVI secolo. Info: 06-99266848. CICERUACCHIO Ciceruacchio e la Roma della seconda Repubblica, storia di un uomo amante di giustizIa. Costo 8 euro. Info: 06-85301755. ANFITEATRO CASTRENSE E Santa Croce in Gerusalemme, l’anfiteatro era destinato agli spettacoli e alle manovre militari. Info: 06-99266848. S. LUCIA DEL GONFALONE Alla scoperta della chiesa, costo 8 euro. Info: 06-85301755. SANTA MARIA IN COSMEDIN Chiesa di Santa Maria in Cosmedin e la cripta, la chiesa fu costruita nel VI secolo sui resti dell’antica annona romana. Costo 8 euro. Info: 06-85301755.
M.Gh.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

A

da quasi cento anni porta carretti, bancarelle, ghiottonerie e artisti di strada in una delle nostre più belle piazze. Per chi è in cerca di regali speciali, troverà nello storico vivaioEuroplant «Artigiani sottol’albero», una ricca esposizione di prodotti rigorosamente hand made. Stessa regola per «Evasioni romane», il

mercatino di Trastevere, dove a realizzare i prodotti sono i detenuti delle carceri romane. E ancora piccoli villaggi, appositamente costruiti per le feste, come «Ice Park», al Parco di Tor di Quinto. Numerosi gli appuntamenti all’Auditorium Parco della Musica che, oltre ad aver allestito anche quest’anno la sua pista di ghiaccio, dedicaun’intera rassegna di spettacoli al Natale, tra cui il concerto dei «Cartoon Heroes», previsto domani alle 21. Al Macro di Testaccio prende avvio oggi «C’era una volta… il primo festival di Family Artentaiment», con mostre, spettacoli, concerti e laboratori per famiglie. E se ritenete sia il tempo giusto per una buona azione, potete partecipare alla Festa di Natale di domenica nel Rifugio Ponte Marconi ex Cinodromo, organizzata per sostenere la Campagna di Adozioni Natalizia di amici a quattro zampe.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

ROCCARASO TERMINILLO LIVATA

7
2400

4
1400

3
1350

3
2400

-3
1400

-5
1350

5

1

0

MARE
ARGENTARIO FIUMICINO CIRCEO

13 9 9

18 16 16

11 7 7

15 14 14

7 4 5

12 11 11

sereno

poco molto nuvoloso nuvoloso nuvoloso pioviggine pioggia temporale

calmo poco mosso mosso

agitato

grosso

nebbia

neve

CONSIGLIO D’AUTORE

ESCURSIONI
YOGA A TUSCANIA Due giorni di yoga e terme fra Tuscania e Monti Cimini, dalle terme delle Masse di San Sisto e del Bagnaccio, un antico e suggestivo eremo dove alloggiaree praticare Hata Yoga, passeggiata archeologica guidata a Tuscania. Info: 06-5646572. IN CIMA AL MALAINA Sul monte Malaina, andando per i monti che abbracciano tre province: Roma, Latina e Frosinone. Grotte, carsismo e secolari faggete caratterizzano questo gruppo dell’Appennino Centrale, con dislivello di 400 metri. Info: 334-7673603. PARCO DEI MONTI LUCRETILI Nel parco regionale dei monti Lucretili, dalle Pratarelle alla Grotta del Frate fino alla dorsale del Casarene: un anello di fascino totale nei margini settentrionali del Parco dei Lucretili, dislivello di 350 metri, durata 4 ore. Info: 06-8100805.
M.Gh.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Christian Raimo

Fate i turisti della vita normale
ONO sempre vissuto in questa città, trentasei anni nei quali raramente mi sono spinto molto oltre il Raccordo Anulare. Questo perché Roma è una città a cui, nonostante la sesquipedale autoindulgenza dei suoi abitanti, si perdona quasi tutto: la ragione è che è una città inimmaginabilmente generosa. Per questo alle volte non serve cercare l’occasione speciale, l’appuntamento irripetibile,

S

l’Evento, per accettare questo tsunami di doni che ci viene incontro ogni giorno. Doni tipo? Provate semplicemente a camminare negli immensi parchi dell’Insugherata o della Marcigliana - boschi all’interno di una città - oppure provate a pranzare nei centri sociali storici, la trattoriola della Torre a via Bertero, o quella del Forte Prenestino a via Delpino, oppure provate a passare una giornata intera

con gli occupanti del Teatro Valle o con quelli del Cinema Palazzo, oppure (con ancora meno impegno) prendete uno di quegli autobus tipo il 30, il 19, il 495 che da un capolinea all’altro attraversano per chilometri tra campagne, palazzi, luoghi storici, il corpo vivo e splendido di questa città. Meravigliatevi del fatto di essere qui. Fate i turisti della vita normale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

-TRX IL:15/12/11

22.48-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 64 - 16/12/11-N:

64

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.21-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 65 - 16/12/11-N:RIBATTUTA

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

65
SAGRE
VIE DEI SAPORI A MONTECOMPATRI A due passi da Roma, degustazione enogastronomica nelle caratteristiche piazze e cantine del Borgo San Michele, a Montecompatri. Info: 348-6922281. GOLOSITÀ A BRACCIANO Prodotti enogastronomici tipici a Bracciano durante la manifestazione Natale a Bracciano. Info: 393-1263234. CIOCIARIA E BAVIERA A CASSINO A Cassino, in provincia di Frosinone, c’è Terra di Natale, con degustazione di cucina ciociara e bavarese. Info: www.terradinatale.it PERUGIA, NATALE ALLA ROCCA A Perugia c’è Natale alla Rocca, con mostra di prodotti regionali enogastronomici e non. Info: 075-5271466. A Montefalco c’è Merry Sagrantino, degustazione del famoso vino locale in abbinamento con i formaggi della zona. Info: 0742-378490. VIN BRULE AD AVEZZANO Ad Avezzano c’è il mercatino di Natale con degustazione di vin brulè, dolci natalizi e cibo da strada. Info: 335-7570145. GUSTOSE FESTE A VITERBO A Viterbo, in occasione delle festività natalizie, c’è la manifestazione Gustose Feste, con degustazioni, pacchi natalizi ed eventi dedicati ai prodotti tipici locali. Info: www.comune.viterbo.it CIVITA DI BAGNOREGIO, BONTÀ E PRESEPE A Civita di Bagnoregio, antichissimo borgo sospeso su una cava di tufo a pochi km da Viterbo, c’è il Presepe Vivente e la possibilità di degustare prodotti tipici locali. Info: www.civitadibagnoregio.it Tutti gli appuntamenti sono suscettibili di improvvisi cambiamenti da parte degli organizzatori.
M.Gh.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCATINI
CELLE, STELLE E BANCARELLE Esposizione, vendita e degustazione di prodotti realizzati negli istituti penitenziari. Via Barellai 135/140. Da oggi a domenica: 10-23. Disponibile una navetta ogni 15 minuti da e per la stazione San Filippo Neri. MERCATINO DELLE OCCASIONI Il Baule, mercatino dedicato a vintage, abbigliamento, bigiotteria. Al Mercure Roma West, ex Sheraton, via Eroi di Cefalonia 301, Villaggio Azzurro. Domenica: 9.30-19. Info: 065140474. ANTICAGLIE A VILLA GLORI Mobili, argenti, oggetti d’epoca, collezionismo, artigianato. Viale Maresciallo Pilsudsky. Fino a domenica: 9-20. Info: 068541461. NATALE AL CAFFÈ Vintage, oggettistica, artigianato. Via Ostiense 92. Domenica: 10-19. Info: www.estrofficina.com ANTICO IN MOSTRA Oggetti d’epoca, argenti, sheffield, collezionismo, libri antichi, rigatteria, artigianatoi e articoli natalizi. Viale Carlo Felice. Domenica: 8-20. Info: 3281394277. ANTIQUARIATO A PIAZZA VERDI Anche manufatti in plexiglass. E poi addobbi di Natale, decorazioni, statuine. Domenica: 9-20. Info: 068552773 e 3474779390. ANTIQUE & FASHION STORE Fashion, bijoux, idee regalo alla Galleria in piazza San Lorenzo in Lucina 5/a. Domani e domenica: 10,30-20. Info: www.lesorelle.org. ROSSONATALE Da oggi al 21 dicembre alle Scuderie Ruspoli: arte, moda, bijoux, acIdee natalizie cessori artigianali. Orario: 10.30-20. Via di al Borghetto Fontanella Borghese 56/b. Info:www.lesorelGarage Sale - Rigat- le.org. tieri per hobby ad MERCATO MONTI alto indice di propo- Arredo per la casa, biste per regali da far giotteria d’epoca, captrovare sotto l’albe- pelli, sciarpe, scarpe e ro.Sciarpe, cappelli, borse, dischi. Via Leonipullovertricotemol- na 46. Domani: 10–20. to altro ancora. Do- Info: www.mercatomenica dalle ore 10 monti.com fino alle 19. In piaz- LA SOFFITTA SOTTO I za della Marina 32, PORTICI al Borghetto Flami- Alla mostra-mercato a nio. Info: piazza Augusto Impera065880517. tore, vasta scelta di decorazioni natalizie. Domenica: dalle 9 al tramonto. Info: 3929194626. BURLESQUE MARKET Rome Burlesque Festival, domenica mercatino solo a tema burlesque. Dalle 18. Micca Club, via P. Micca 7/a. Info: 0687440079. MERCATINO DI NATALE A CAMPAGNANO Antiquariato, collezionismo, arte, artigianato, idee regalo a Campagnano. Domenica: 9–18. Info: 069044263.

IL CACIO SUI MACCHERONI di Giacomo A. Dente

A

vi consigliamo

NNATA sfortunata per i tartufi. Mercato «magro» e prezzi decisamente sostenuti rispetto al passato fanno di questa lussuosa prelibatezza un totem davvero difficile da avvicinare, anche a causa della crisi. Volendo però dare profumo goloso a un pranzo tutto speciale, una soluzione c’è, ed è quella di spingersi fino ad Acqualagna, cuore pulsante nelle Marche. Appuntamento quindi al passo del Furlo per una sosta a tutto tondo alla Ginestra (via Furlo 17 tel. 0721.797023 – sui 40-50 euro). Cucina scoppiettante di idee, tanti assaggi, dai primi alle carni tutto trifola, ma sarebbe un peccato trascurare i salumi della casa, assoluta bontà. Sempre al Furlo, bontà, genuinità e semplicità da

Passo del Furlo il tartufo in tutte le salse
Birra al Pozzo (via Flaminia 12 tel. 0721.700084 – sui 40 euro). Insieme a una piccola carta dei vini, troverete due menu tutti tartufo – il nero e il bianco – davvero ben costruiti, con menzione speciale per la frittata al nero e per gli gnocchi con fonduta di formaggio e tartufo bianco. Sosta da non perdere anche all’Antico Furlo (via Flaminia 66 tel. 0721.700096 – sui 40-60 euro) dove, davanti all’antico camino troverete bianco e nero in par condicio, dall’abbinamento con baccalà cavolo e verze all’accostamento al piccione. Col valore aggiunto di una bella carta dei vini il locale ha molto da raccontare anche fuori dal settore trifole, con una bella scelta di carni e di prodotti del territorio. Regala soddisfazioni anche Le Fontane, subito fuori dal suggestivo borgo di Cagli (Strada Cagli Pergola 126 a tel. 0721.790148). Il locale è costruito per grandi numeri, ma la cucina non perde colpi. Tartufi, salumi, focaccia calda di forno a legna, quindi, non meno di una felice selezione di formaggi e, per gli appassionati, un’oca cotta in un apposito contenitore di terracotta che ne preserva tutta i succhi e gli umori, davvero da leccarsi i baffi.
giacomo.dente@ilmessaggero.it

IL TEMPO DELLE VELE di Francesca Lodigiani

SENZA BARRIERE
GUIDA AI CASTELLI Percorsi naturalistici fruibili, musei accessibili, ma anche strutture ricettive e di ristorazione con un occhio di riguardo per i diversamente abili: è Viaggiare informati nei Castelli romani. La guida è scaricabile gratuitamente dai siti www.presidiolazio. it e www.socialelazio.it LEZIONI DI VELA L’associazione Mare Aperto organizza un corso di vela per portatori di handicap. Il corso, gratuito e riservato ai soci, ha come finalità la promozione della pratica della vela come strumento di integrazione. Info: 06-5130273. CORSI DI CANOTTAGGIO Il Reale circolo Canottieri Tevere Remo organizza corsi di canottaggio per ragazzi con disabilità intellettive. Il corso prevede l’uso di vogatori, i ragazzi saranno seguiti da tecnici specializzati. Ci sono anche corsi di calcio a 5 e quelli di bowling. Consociatiin questa iniziativa anche i circoli Canottieri Lazio e Tirrenia Todaro. Il tutto in collaborazione con la sezione italiana e romana di Special Olympics. Info: 06-8073875.
M.Gh.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Scafi d’altura, a Fiumicino regata di solidarietà
RRIVANO da mari lontani le notizie delle gesta dei velisti italiani. A Santa Lucia, ai Caraibi, i nove scafi tricolore iscritti hanno concluso l’Arc, la transatlantica in regata sì, ma senza troppo stressarsi e mettendo l’accento soprattutto sull’esperienza umana e sulla navigazione in sicurezza. Segnaliamo che Matteo Miceli con l’X Yacht 362 Oxygene, uno dei più piccoli in gara, è arrivato 112˚ in tempo reale, davanti al 52 piedi Lazy Days di Guido Bertolaso giunto 120. Filippo Chiusano invece con il suo Marbianco, ha preferito non tagliare l’arrivo e dirigersi sulle Barbados. Intanto aFremantle, il porto di Perth, sono ancora in corso i mondiali Isaf che fungono da qualificazione per i

A

vi consigliamo
Ricci: vela d’inverno, il gruppo è più coeso
«Consiglio la vela d’inverno, anche a Natale e Capodanno, perché rende il gruppo più coeso. Dopo una veleggiata ben coperti, il dopo vela sotto coperta o in un’osteria al caldo, è più intimo, c’è più cameraderie, si parla e ci si ascolta di più». Cino Ricci, skipper di lunghissimo corso. Giochi di Londra 2012. Ad oggi i risultati azzurri in media non sono stati entusiasmanti. Si era sperato per il duo del 470 femminile targato Canottieri Aniene Giulia Conti-Giovanna Micol che era al 5˚ posto, ma al momento, dopo una giornata no, le fanciulle sono scivolate all’8˚ posto. Sul fronte qualificazioni però in questa trasferta down under l’Italia ha intanto chiuso il punto, e quindi ai Giochi ci sarà, con Laser maschile e Laser Femminile, RS:X femminile, Finn e 470 maschile (il timoniere romano Gabrio Zandonà). Si attendono invece ancora i risultati di 470 femminile, Star, RS:X e 49er. Nel mare nostro segnaliamo per questo week end l’appuntamento di sabato dell’Achab Yacht Club di Fiumicino. Scafi d’altura si affronteranno nella tradizionale regata Una Vela di Solidarietà (vestiti e alimenti per chi ne ha bisogno al posto della tassa

L.M.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

d’iscrizione). Domenica a Riva di Traiano ultima prova del Campionato Roma d’Inverno del Circolo Nautico Riva di Traiano e nel Golfo di Gaeta è di scena nuovamente l’Invernale del Golfo nel quale dopo tre prove, di cui l’ultima corsa ai primi di dicembre tra temporali e libeccio, sono in testa nelle rispettive categorie Irc, Match 25, Crociera e Gran Crociera, Globulo Rosso di Burzi, Ramses di Ammutinato- Colaninno, Eta Beta di Trezzi e Giorgia di Migliozzi. Chiudiamo con una nota triste. Investito da un’auto a Milano è mancato Luigi Carpaneda, un oro e un bronzo olimpici di fioretto, ma negli ultimi decenni soprattutto celebre velista d’altura che si era misurato anche con mari ostili come quelli del Fastnet.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

BANCO METALLI

COMPRO ORO
27,70 al grammo
ACQUISTO ARGENTO
0,46 al grammo
STERLINE - MONETE IMPORTANTI BRILLANTI E GIOIELLI FIRMATI

Gioielleria ioletta S.R.L. S.R.L.
PAGAMENTO IN CONTANTI
Reale senza obbligo di acquisto

MASSIMA V ALUTAZIONE

TEL. 06.6797187MONTE DI PIETÀ- 19 ROMA - 06.69799791 334.1006142 PIAZZA DEL
martinogioielli@tiscali.it

Orario NO-STOP 9,00-19,00 (Lun/Ven) / 9,00-13,00 (Sab) L.go Colli Albani, 8 ROMA M Colli Albani

06.78345420 - 06.7847614

-TRX IL:15/12/11

23.00-NOTE:RIBATTUTA

-MSGR - 20 CITTA - 66 - 16/12/11-N:

66
MOSTRE
6ARTISTA GUERCINO 1591-1666 ADELITA HUSNI-BEY Mostra dedicata al genio di FranELISA STRINNA cesco Barbieri, detto il Guercino, Mostra di Husni-Bey e Strinna, tra i grandi protagonisti del ’600 vincitrici della seconda edizione italiano. Galleria Nazionale d’Arte di 6ARTISTA, premio nato per Antica in Palazzo Barberini, via aiutare la crescita di promesse delleQuattroFontane13,tel06. under 30 che vivono in Italia. 32810-06.0608.Orario:9-19. Macro, via Nizza angolo via Ca- Chiuso lun. Ingresso:10euro, ridotto8euro.Fino al 29 aprile. gliari,tel06.0608.Orario 11-22,c hiuso lun.Ingresso:11euro,ridot- NEL SEGNO DI MICHELANGELO to9. Fino al 29 gennaio. E RAFFAELLO CITTA’, UOMINI E DEI La mostraapprofondiscegliaspetSULLE VIE DELLA SETA ti artistici e architettonicidel ’500 Palmira,Merv,Samarcanda sono a Roma. In mostra capolavori di alcune delle tappe del viaggio a Raffaello, Michelangelo e di SebaOriente attraverso le leggendarie stiano del Piombo. Fondazione Vie della Seta, tra il II secolo a.C. e Roma Museo-Palazzo Sciarra, il XIV secolo d.C. Il fil rouge delle viaM.Mingheti22,tel06.6976455 tre grandi religioni (Buddhismo, 99.Orario:10-20. Ingresso 10 euCristianesimo e Islam) che carat- ro,ridotto8.Finoal12febbraio. terizzarono le rotte terrestri delle IL VELLO D’ORO Vie della Seta,accompagna il visi- Centottantacinque pezzi raccontatatorelungo un percorso multime- no il mito degli Argonauti e dei diale. Museo Nazionale Romano Paesi Caucasici come ponte culdelle Terme di Diocleziano, piazza turale tra Europa e Asia. Mercati della Repubblica, di Traiano, via IV Novembre 94, tel06.39967700 tel 06.0608.Ora-06.0608.Orario:1 rio:9 -19.Ingres0-19.Chiusolun.Inso:11 euro, ridotto gresso:10 euro, ri9 euro. Fino al 5 di Massimo di Forti dotto 7. Fino al 26 febbraio. febbraio. INDIAN HIGHWAY ALEKSANDR Rassegna collettiva RODCENKO itinerante che presenta il panorama Uno degli artefici complessivo della dell’avanguardia scena artistica inrussa in mostra diana contemporacon300 opere. Panea: 30 artisti per lazzo delle Esposi60opere.MAXXI,via zioni, via NazionaGuido Reni 4/a, tel le194,tel06.399 06.39967350. Ora67500.Orari:10-2 rio:11-19trannegi 0;ven-sab10,22,3 ovesab11-22.Chiu0;lunchiuso.Ingre Nuovi talenti solun. Ingresso: 11 sso:12,50 euro; rieuro, ridotto 8. Fino dotto 10. Fino all’8 al Macro al 29 gennaio. gennaio. DAYS Oltre 70 artisti di 16 LEONARDO OF THE paesieuropeiedel Me- E MICHELANGELO DINOSAUR diterraneo. Più di 50 due grandiosi artiViaggio in un labi- eventi tra video arte, stia confronto attrarinto popolato da reading letterari, per- verso 66 disegni. Musei Capitolini, 51 esseri preistoriformance musicali, piazzadelCampidocia dimensionenaturale che si muo- proiezionidi film.Pro- glio 1, tel 06.0608. vono come se fos- mossa da Roma Capi- Orario:9-20,chiuso sero vivi fra effetti tale,al Macro (via Niz- lun.Ingresso:12 eudi luce paesaggi e za 138, oggi e domani) ro, 10 ridotto. Fino piante. Nuova Fie- arriva la XV Biennale al 12 febbraio. ra di Roma,Ingres- de la Méditerranée LUOGHI, FIGURE so N ord, via Por- per presentare le ope- NATURE MORTE tuense1645/1647 re degli talenti emer- Centoquaranta opetel800.907080-0 genti dell’area medi- re in esposizione 6.65074200. Dal- terranea. Una due per la riapertura delle 10 orario conti- giorni per guardare al la Galleria Nazionanuato.Ingresso: futuroe ai nuovi lin- le d’Arte Moderna lun-giov10europer guaggiespressivi. Aco- di Roma Capitale, tutti,festivi e prefe- minciare dall’Italia. via Francesco Cristiviadulti12,50, spi 24, tel 06.0608. bambini 11.Fino al Orario: 10-18, chiu18 gennaio. so lun. Ingresso:5,5 euro, ridotto FILIPPINO LIPPI 4,5 euro. Fino al 15 aprile. E SANDRO BOTTICELLI Mostra antologica dedicata a Lip- MONDRIAN pi e ai suoi rapporti con Botticelli Settanta opere del maestro olannella Firenze del ‘400. Scuderie dese. Complesso del Vittoriano, del Quirinale, via XXIV Maggio 16, via San Pietro in Carcere (Fori tel 06.39967500; 06.39967200 Imperiali), tel 06.6780664. Ora(scuole).Orario:dom-giov10-20; rio:lun-giov9.30-19.30;ven-sab ven-sab10-22.30.Ingresso:10 9.30-23.30;dom 9.30-20.30. Ineuro,ridotto 7,50. Fino al 15 gen- gresso:12 euro, ridotto 8,5. Fino al 29 gennaio. naio. GLI ORIENTALISTI NAPOLEONE A NEW YORK Ottanta opere che raccontano Le opere di Koppelman in cui l’Oriente nella pittura dell’800 ita- ricorre la figura dell’imperatore liano. Chiostro del Bramante, via francese. Museo Napoleonico, della Pace 5, tel 06.68809035. piazza di Ponte Umberto I 1, tel Orario:10-20.Chiusolun.Ingres- 06.0608. Orario:9-19. Chiuso so:10 euro, ridotto 8,50. Fino al lun. Ingresso:7 euro, ridotto 6. 22 gennaio. Fino all’8 gennaio.

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

DANZA
LEI E TANCREDI DENUNCE DI CORPI PARLANTI La vicenda amorosa e dolorosa di Tancredi e Clorinda, episodio celeberrimo della Gerusalemme Liberata del Tasso, con la sua intima dinamica drammaticità e la sua coloristica e insolita ambientazione e articolazione - i protagonisti sono due combattenti, di fede diversa, cristiana e musulmana, ma anche un uomo e una donna, l’uno innamorato dell’altra - ha ispirato innumerevoli artisti. Ora questa stessa vicenda è il punto di partenza della nuova creazione di Loredana Parrella per la compagnia da lei fondata e diretta, la Cie Twain, che la propone da stasera a domenica nell’ambito della stagione di danza proposta del teatro Vascello. In questo caso i due amanti impossibili diventano strumento privilegiato peranalizzare ladisumanizzazione del mondo contemporaneo, mettendo in atto una personale esplorazione del Mondo, segnato da conflitti tra popoli e da conflitti interiori. Veri e propri corpi parlanti, il vissuto dei personaggi di Tasso diventa viatico per indagare su alcuni degli avvenimenti della nostra storia recente». Teatro Vascello, v. G. Carini ore 21, info 06 5881021, ingr. 15-12 q.

BAMBINI
LE BOTTEGHE DEL PRESEPE Natale all'insegna della solidarietà: la Casina di Raffaello quest’anno ha aderito al progetto «Le Botteghe del Presepe» che, partendo proprio dai bambini, vuole far riscoprire l’antica e affascinante arte presepiale, con la sua tradizione e la sua simbologia. E domenica presso il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma all’interno della rassegna Comuni in Musica e della mostra «Presepi di Cracovi» verrà mostrato al pubblico il grande presepio formato da tutte le botteghe realizzate dai piccoli. Il ricavato sarà devoluto all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. GIORNATA DEL DONO DEL GIOCATTOLO Domenica, dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30, raccolta dei giocattoli per i bambini a piazza San Cosimato, a Trastevere, e in più la raccolta firme per la cittadinanza dei bambini figli di stranieri nati in Italia. Il raduno dei giochi avviene anche dalle 10.30 alle 16.30, alla Fattorietta in vicolo del Gelsomino 68, in zona Gregorio VII. Il tutto nell'ambito de La Befana della Gioia, sedicesima edizione della manifestazione di solidarietà. Info:La Scuola di Pace, www.lascuoladipace.org/labefanadellagioia. (l.m.)

Rosario Giuliani all’Alexanderplatz

vi consigliamo

ARCHEOLOGIA Il mausoleo dei grandi condottieri romani riaperto al pubblico dopo i restauri

di SERGIO RINALDI TUFI

È come se il Sepolcro degli Scipioni fosse stato scoperto per la terza volta. La prima fu nel 1616, quando si rinvenne il magnifico sarcofago del fondatore del monumento, Lucio Cornelio Scipione Barbato (console nel 298 a.C.), trascurando però ulteriori indagini. La seconda nel 1780, quando i lavori intrapresi per ampliare la cantina di un sovrastante casale rivelarono la camera funeraria in tutta la sua ampiezza e complessità. La terza è di ieri, quando il monumento, chiuso al pubblico dal 1992, è stato riaperto alla presenza del sindaco Alemanno dopo lunghi e sapienti restauri promossi dall’Assessorato alle Politiche Culturali e dalla Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale. E da domani partono le visite guidate (tel. 060608). Come dicono Francesco Pacetti e Rita Volpe, i due archeologi che hanno coordinato i lavori, «è un luogo dove si respira la storia». È il sepolcro di una grande famiglia che ha svolto un ruolo di primissimopiano nell’irresistibile ascesa di Roma repubblicana. Gli Scipioni, oltre che dal punto di vista politico-militare, rappresentarono a lungo un riferimento anche dal punto di vista intellettuale, e il circolo da loro animato fu protagonista della penetrazione nell’Urbe della cultura greca. Fra i principali animatori del circolo è esemplare la figura di Scipione Emiliano, che (come leader milita-

Il terzo segreto degli Scipioni
Qui a sinistra il sepolcro degli Scipioni e sotto da sinistra l’entrata che conduce al mausoleo e il sarcofago di Scipione Barbato

re) battendo Cartagine nel 146 a.C. pone fine alle Guerre Puniche, che (come uomo politico) rappresenta (come dirà Cicerone) un modello nell’arte del buon governo, e che proprio qui, nel Sepolcro, dimostra ilsuo gusto per l’architettura di ispirazione ellenistica: a lui si deve, alla metà del II

secolo a.C., l’ampliamento del Sepolcro e la creazione di una facciata monumentale, con un podio decorato da affreschi sormontato da un prospetto a semicolonne. Non erano qui, invece, le spoglie di Scipione Africano, che aveva vinto la seconda Guerra Punica (218-201 a.C.) battendo un

grande rivale come Annibale, ma non si era fatto seppellire a Roma perché nella fase terminale della sua carriera, proprio a causa dei gusti ellenizzanti della sua famiglia, era incappato nei sospetti di Catone il Censore e degli ambienti più tradizionalisti e accusato, insieme con il fratello Lucio, di

reati finanziari e di accordi segreti con un re nemico, Antioco di Siria («Patria ingrata, non avrai le mie ossa»). È attraverso i resti della facciata dell’Emiliano che si entrain un’ampia cavità scavata in un banco tufaceo e divisa da quattro pilastri in sei gallerie. Si scorge subito sull’opposta parete di fondo il già ricordato sarcofago del fondatore, caratterizzato da un elegante fregio dorico: anzi, una copia, perché l’originale è nei Musei Vaticani. Altri sarcofagi si aggiunsero man mano, in tutto una trentina: le iscrizioni che vediamo sono anch’esse riproduzioni, mentre le casse sono originali. C’era anche Cornelia, figlia dell’Africano e madre dei Gracchi. La cavità è di grande suggestione, ma è proprio il tufo che crea problemi: un primo restauro si era reso necessario nel 1926, e durante questi 20 anni di chiusura si sono svolti ancora delicatiinterventi; alcuni proseguiranno anche dopo la riapertura. Il Sepolcro è inserito in una realtà assai articolata: un bel colombario, una piccola catacomba, una torre medievale a cui si addossa poi un casale (quello della cantina di cui si diceva all’inizio). Un addensarsi di strutture che si spiega con l’importanza del luogo: qui passava la Via Appia (oggi questo tratto si chiama Via di Porta San Sebastiano, porta che in effetti è vicinissima), da qui si partiva per l’Italia meridionale, il mondo della Magna Grecia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

♥♥♥ Imperdibile ♥♥ Da vedere ♥ Consigliato

AGORÀ
Via della Penitenza, 33 06.6874167
Sala A: Come ammazzare il coniuge e perché di A. Amurri. Regia di A. Stroveglia. Ore 21.00 Sala B: Nerds di E. Luccisano con Compagnia Controcorrente. Regia di E. Luccisano. Ore 21.00

BRANCACCIO
Via Merulana, 244 848 44 88 00 ♥ Mamma mia! di S. D’Orazio (liriche) e A. Mistroni (ad. in italiano) con C. Noschese/ F. Taverni, E. Lombardi, L. Angelillo, G. Lorusso, M. Carfora, R. Andrioli Ore 20.30
Paspartù di M. Bruno, S. Zecca con M. Bruno, S. Zecca, C. Domenicucci, E. Falcone, R.F. Serrao, R. Celestini, F. Poerio, S. Palma, M. Lops, U. Lione, S. Musacchio. Regia di S. Zecca e M. Bruno. Ore 21.00

DI DOCUMENTI
Via Nicola Zabaglia, 42 06/5744034
Il cubo nero della colpa di D. Fermani con M. Ubaldi, G. Felli, C. Bruni, A. Salvucci, F. Massara, L. Angelini, A. Luceri, M. Farina. Regia di L. Sales. Dal 17 Dicembre. Ore 21.00

GRAN TEATRO
Piazza Sandro Ciotti - Saxa Rubra 06/3333571
Gli Stadio Ore 21.00

MANZONI
Via Monte Zebio, 14/c 06/3223634
Quando il gatto non c’è ... di J. Mortimer, B. Cooke con S. Marino, G. Silvestri, S. Antonucci. Regia di S. Giordani. Ore 21.00

AMBRA JOVINELLI
...Facciamo 31! con R. Ciufoli, F. Draghetti, T. Foschi e Via Guglielmo Pepe, 43 06 83082620 - 06 83082884 P. Insegno Ore 21.00

COLOSSEO E-THEATRE.IT
Via Capo d’Africa, 29/a 06/7004932

GRECO
Via R. Leoncavallo, 10/16 06/8607513 - 06.8607514
La Tosca di Luigi Magni di R. Greco con F. Nunzi, R. Angelini, C. Ragone, S. Ambrogi, S. Alfano, M. Mascitti, G. Bessi. Regia di L. Magni. Ore 21.00

DUE SALA ALDO NICOLAJ
Vicolo Due Macelli, 37 06/6788259
Medeia, Medeias, Medeia di N. Anzelmo con C. Borgogni, R. Polizzy Carbonelli/P. Lorimer, A. Fallucchi, G. Carta, C. Caldani. Regia di N. Anzelmo. Ore 21.00

NINO MANFREDI
Via dei Pallottini, 10 - Ostia Lido 06/56324849
Il malato immaginario di Moliere con P. Clementi, A. Di Francesco, R. Nardini, C. Fanton, C. Zanelli, G. Chianese, V. Chiola. Regia di A. Di Francesco. Ore 21.00

AMBRA TEATRO ALLA GARBATELLA
Piazza Giovanni da Triora, 15 Suicidi di B. Storti e F. Coniglio con B. Storti e F. Coniglio 06.81173836 - 06.81173900 Ore 21.00

COMETA-OFF
Via Luca della Robbia, 47 06/57284637
Oh Happy Day di E. Giovannini con P. Blandano, D. Natali, F. Giovannelli, E. Giovannini, V. Gristina e G. Musiu. Regia di E. Giovannini. Ore 21.00

ELISEO
E pur si muove di G. Palla con C. Capodicasa, G. Di Via Nazionale, 183/E 06/4882114 - 06/48872222 Colandrea, G. Fiorenzano, G. Palla, G. Praticò. Regia di G. Palla. Ore 10.30 Natale in Casa Cupiello di E. De Filippo con N. Mascia, B. Buccellato, R. Giordano, S. Basile, D. Stalteri, G. Monteleone, F. Scaldati, A. Vellotti, F. Brogi, A. Falcone, D. Bravo, M. D’Anna. Regia di N. Mascia. Ore 20.45 turno V3

IL PUFF
Via Giggi Zanazzo, 4 06.5810721
Lo stivale in mutande di Delle Donne, Borrelli con L. Fiorini, C. Toscano, L. Di Mauro e con S. D’Angelo. Regia di L. Fiorini. Ore 22.30

OLIMPICO
Piazza Gentile da Fabriano, 17 L’uomo che non capiva troppo di C. Gregori con Lillo & Greg. Regia di M. Mandolini. Ore 21.00 06/3265991

ANTIGONE
Via Amerigo Vespucci, 42 065755397 - 3386585664
Al piano di sopra di G. Paraggio con G. Meli, S. Nanni, F. Del Vicario, C. Virgili. Regia di C. Dilonardo. Ore 21.00

DE’ SERVI
Via del Mortaro, 22 06/6795130 Piazza Grottapinta, 18 06.6871639 Piazza Grottapinta, 18 06.6871639
Natale a Capracotta di F. Nunzi con F. Nunzi, M. Serio, M. Lauria, L. Piedimonte. Regia di C. Berni. Ore 21.00

IL VASCELLO SALA G. NANNI
Via G. Carini, 78 06/5881021
Lei e Tancredi di L. Parrella con A. Basti, S. Urbinati, C. Zecca, E. Teodori, A. Elsakhawi, Y. Petrillo, G. Petrucci. Regia di L. Parrella (e coreogr.). Ore 21.00 Ultimi - Indagine su un giovane normale di A. De Magistris con P. Angelini, I. Bevere, C. Calafiore, B. Fedi, F. Lilli, D. Rosa, F. Turbanti, V. Vaccarini, M. Vitalini. Regia di A. De Magistris. Ore 10.30

OROLOGIO - SALA GRANDE
Via de’ Filippini, 17/a 06.6875550
Infinito Futuro di A. Sanna con L. Amadei, E. Conenna, G. Miranda, G. Pierotti, A. Sanna, F. Sechi, S. Thermes. Regia di A. Sanna. Ore 21.15

ARCOBALENO
Via F. Redi, 1/a 06/44248154
Moviecomix di Dosto & Yevski con Dosto & Yevski e con Donna Olimpia. Regia di Dosto & Yevski . Ore 21.00

DEI SATIRI (SALA GIANNI AGUS)
Ce la posso fare di G. Ricciardi con M. Pagano. Regia di G. Ricciardi. Ore 21.00

FARA NUME
Via D. Baffico, 161 06/5612207
L’ultima volta che ti ho conosciuto di M. Izzo. Regia di M. Izzo. Ore 21.00

OROLOGIO - SALA ORFEO
Via de’ Filippini, 17/a 06/68392214
Nero Luce di R. Russo con F. Caiazzo, P. Tudisco, P. Dimarzia, A. Zampetti, M. Dionisi. Regia di P. Ricchi. Dal 20 Dicembre. Ore 21.00

ARGENTINA TEATRO DI ROMA
Largo Argentina, 52 06/6840001
Tutto per bene di L. Pirandello con G. Lavia e con (in o.a.) R. Bisacco, R. Bocci, G. Crisafi, G. De Lellis, G. Galiani, L. Lavia, M. Leuce, D. Poggi, A. Cristiani (danzatrice). Regia di G. Lavia. Dal 8 Gennaio. Ore 19.30

DEI SATIRI (SALA GRANDE)
Una donna sola di F. Rame e D. Fo con R. Porcaro. Regia di E. M. Lamanna. Ore 21.00

FLAVIO
Via G. Mario Crescimbeni 19 La vedova scaltra di C. Goldoni diretto da F. De Vita con F. De Vita, F. Venturini, C. Conti, M. Venturini, G. Vircillo. 06.70497905 Regia di F. Venturini. Ore 21.00

INDIA TEATRO DI ROMA
lungotevere Vittorio Gassman Blackbird di D. Harrower con M. Popolizio e A. Della Rosa e con S. Altrui. Regia di L. Pasqual. Ore 21.00 06 684000311/314

PALAZZO SANTA CHIARA
P.zza S. Chiara, 14 06/6875579
Swingin’ Christmas con D. Terreri, A. Aprea, C. Ficini e A. Di Giovanni (pianoforte), M. Caporilli (tromba), G. Scarpato (contrabbasso), G. Campanella . Regia di D. Terreri. Ore 21.00

ARGOT STUDIO
Via Natale del Grande, 27 06.5898111
A tua immagine di D. Gorla con E. Ballardini, G.D. D’Imperio, D. Gorla. Regia di E. Ballardini, G.D. D’Imperio, D. Gorla. Ore 20.45

DELLA COMETA
Via del Teatro Marcello, 4 06/6784380
Addio al nubilato di F. Apolloni con D. Mendez, M. Andreozzi, E. Bergamo, B. Lodigiani, E. Arvigo . Regia di F. Apolloni. Ore 21.00

GHIONE
Via delle Fornaci, 37 06/6372294
Piccoli Equivoci di C. Bigagli con F. Montanari e con D. Fleri, M. Meconi, D. De Martino, F. Martino, S. Egitto. Regia di C. Bigagli. Ore 21.00

ITALIA
Via Bari, 18 06/44239286
Medea di Euripide con P. Villoresi. Regia di M. Panici. Ore 21.00

BELLI
Piazza Santa Apollonia, 11/a La Papessa Giovanna di C. Pallottini e M. Giovanetti con S. Collodel. In video: G. Albertazzi e G. Proietti. Regia di 06/5894875 T. D’Alfonso. Ore 21.00

DELLE MUSE
Un giorno lungo un anno di C. Morici con C. Morici, Via Forlì, 43 06.44233649 - 06.44119185 M.T.Di Gennaro, A. Viccaro, F. Perotta, P. Paciullo, N. Candelari, A. De Angelis, G. Galantino, V. Marchetti, G. Fiore, A. Rossini, D. Vitale. Regia di C. Morici. Ore 21.00

GOLDEN
Via Taranto,36 06.70493826
In famiglia senza medico di G. Ganzerli, G. Cirilli, M. De Luca, F. Andreotti con G. Cirilli. Regia di G. Ganzerli. Ore 21.00

LO SPAZIO TEATROLOSPAZIO.IT
Il penultimo dei romantici di A. Lo Cascio con B. Via Locri, 42-44 06/77076486 - 06/77204149 Governale, A. Puccio, C. Marazziti e M. Coppa. Regia di A. Lo Cascio. Ore 20.45

PARIOLI PEPPINO DE FILIPPO
Via Giosuè Borsi, 20 06 8073040
Napoli chi resta e chi parte di R. Viviani con S. da Vinci, G. Morra, G. Amato, M. Aterrano, C. Capano, L. Esposito, P. Spinosi, L. Radice, G. Mastrocinque e T. Taiuti. Regia di A. Pugliese. Ore 21.00

-TRX IL:15/12/11

21.51-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 67 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

67
ROCK POP & JAZZ
vi consigliamo
di Marco Molendini

MUSICA CLASSICA
del mondo»). Roba buona. Locanda Atlantide, via dei Lucani 22b, 06-44704540 KING SALAMI LIVE AL TRAFFIC Rockabilly, soul e rhythm & blues con il vocalist inglese King Salami e la band The Cumberland3. Apre il gruppo franco-siciliano dei Capputtini i Lignu. Traffic, via Prenestina 738, 328-0547412 TRA GLI ALTRI APPUNTAMENTI... Al Bebop (via Giuseppe Giulietti 14) suonano i Jazzlands, band italo-finlandese con Augusto Pallocca (sax) e Karri Luhtala (pianoforte). Al Circolo Godot (via Mocenigo 4) il clarinettista Luca Velotti ripropone con il suo quartetto il grande repertorio di Benny Goodman. Al 28 Divino (via Mirandola 21) jazz con il Super 4tet del trombonista Massimo Pirone. Al Ke Nako (via dei Piceni 24) gli Ex suonano il nuovo cd «Primavera, Autunno, Inverno». A Music Inn (largo dei Fiorentini 3) jazz con la Big Band di Gerardo Di Lella. Al Cotton Club (via Bellinzona 2) concerto di Lino Patruno con gli Hot Stompers e il vocalist Clive Riche. Al Contestaccio (via di Monte Testaccio 65b) rock con Amerigo Verardi e la band dei Doncas.
F. Z.

Giuliani, tempo di grande jazz
Musicista dallo stile travolgente, dalla grande padronanza strumentale, dalla sonorità piena e aggressiva, vincitore del referendum della rivista Musica jazz come miglior sassofonista del 2010, Rosario Giuliani guida un quartetto con cui spazia rendendo omaggio a grandi del passato e proponendo pezzi originali. Alexanderplatz, via Ostia 9. Ore 22, 30.Tessera mensile 10 euro.

JOHN DE LEO AL CIRCOLO ARTISTI Torna il vocalist romagnolo John De Leo, già leader dei Quintorigo e all’eterna ricerca dei confini vocali più originali, con la sua band e i brani dell’album «Vago Svenendo», un bel mix di folk, jazz e sound costruiti all’istante. Circolo degli Artisti, via Casilina Vecchia 42, 06-703056844 ALEXI MURDOCH AL PARCO DELLA MUSICA Il cantautore inglese Alexi Murdoch, nato e cresciuto fra Scozia, Grecia e Francia e paragonato a Nick Drake, sbarca per la prima volta in Italia con i brani del nuovo cd «Towards the Sun», definito ”un folk pop senza tempo”. Parco della Musica, viale De Coubertin, 06-80241281 STEVE AOKI ALL’ATLANTICO LIVE Producer, remixer, dj e fondatore dell’etichetta Dim Mak Records, l’americano Steve Aoki offre nell’unica data italiana un imprevedibile show con i suoi hit e i brani del nuovo album «Wonderland». Atlantico Live, viale Oceano Atlantico 271, info 892101 VIRGINANA MILLER ALLA LOCANDA Triplo concerto con il trio Tupa Ruja (voce, percussioni, didjeridoo), il gruppo rock fiorentino Operaja Criminale e la rockband livornese dei Virginiana Miller (con i brani del cd «Il primo lunedì

vi consigliamo
di Luca Della Libera

Archi alla ribalta

fabrizio@fabriziozampa.com

LAVORI
di RAFFAELLA TROILI

Un tuffo nella Storia. Il disegno dell’antico Circo Massimo ètracciato, si delinea sempre più. Entro il 2013 sarà aperta al pubblico l’area archeologica, intanto sono stati inaugurati marciapiedi, recinzione, aiuole, la terrazza con affaccio d’un tempo. In corso ilrestauro eil consolidamento della strada romana, dellaTorre dellaMoletta, «così come anche delle Tabernae - spiega il sovrintendente ai Beni culturali, Umberto Broccoli - che gli scavi hanno portato alla luce sempre nella curva, dal lato di Porta Capena. Non molti sanno che proprio da quelle botteghe è partito nel 64 l’incendio di Nerone propagandosi in tutto l’ippodromo». Sempre in questa fase si lavora per mettere in evidenza l’area dove sorgeva un altro Arco di Tito, per il nuovo drenaggio delle aree attigue alla torre e alle emergenze sul

Il Circo Massimo sta per svelarsi
Una veduta del Circo Massimo Già inaugurati marciapiedi aiuole e la terrazza Nel 2013 termineranno i restauri e l’area archeologica verrà riaperta al pubblico

lato di via dei Cerchi con il ripristino delle pavimentazioni originali. «Il nostro problemalìsotto - ancoraBroccoli - è la risalita capillare delle acque. Colpa di Callisto II, che verso la fine del XII secolo, fece deviare sotto il Circo Massimo la fossa dell’acqua mariana». Termine che nel

tempo,spiega sempreBroccoliviene «storpiato nella Marana o Maranella, di cui parlava pure Alberto Sordi nel cinema di Steno. Il caso vuole che passasse proprio sotto casa sua, scendendo da via Amba Aradam. E la Moletta non a caso, non era altro che un Mulino».

Questo e molto altro ancora sarà raccontato al pubblico una volta terminati i lavori. La zona dell’area archeologica sarà separata con una cancellata dal resto del Circo Massimo,tutelata dalle manifestazioni, per accedervi sarà previsto un biglietto, con percorsi di visita, pannelli, illu-

minazione. «Stiamo rispettando tutti i tempi, finalmente al Circo Massimo c’è una netta separazione tra area archeologica e area verde - rivendica il sindaco Gianni Alemanno, che ieri ha effettuato un sopralluogo - recuperando il disegno originale e consentendo la piena fruibilità visiva ai visitatori. Una zona frequentata dai romani, un luogo di incontro e di manifestazioni. Un parco pubblico. Rimarrà tale, sia purecon una rinnovata cautela, evitando manifestazioni incongrue rispetto al valore del sito». L’investimento totale per i lavori di riqualificazione è di 2 milioni e 400 mila euro, comprensivo di Iva, e proviene dai fondi di Roma capitale. I lavori, realizzati dall’Uf-

ficio città storica e dalla Sovraintendenza capitolina sono iniziati il 13 aprile del 2010. Completate finora tutte le opere previste nell’area esterna: dall’angolo tra via dei Cerchi e piazza di Porta Capena avia del Circo Massimo, fino alla nuova scala di collegamento con l’area verde. «Sarà realizzata una biglietteria, perché alcuni monumenti saranno visitabili a pagamento», ha precisato l’assessore capitolinoalla Cultura,Dino Gasperini. «Riportiamo alla centro dell’attezioneil più grande stadio dell’antichità, fondamentale per la vita sociale dei romani», infine Marco Corsini, assessore all’Urbanistica. In attesa che prenda forma, con la pedonalizzazione di via dei Cerchi e il collegamento con il Palatino, fino al Colosseo, quell’unica area archeologica centrale che fa parte del piano strategico di sviluppo della città.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un tuffo della musica per archi, con giovanissimi talenti e virtuosi affermati. Il concerto di stasera alle 20.30 per la stagione cameristica di Santa Cecilia alla Sala Sinopoli dell’Auditoriumsi apre con leceleberrime Quattro stagioni di Vivaldi con quattro giovanisoliste (Laura Bortolotto, Greta Medini, Laura Marzadori e Anna Tifu). A seguireil violinista Pavel Berman esegue Fantasia sui temi della Carmen di Sarasate e il violoncellista Enrico Dindo (nella foto) il Gran Tango di Piazzolla. Tel. 068082058. CHRISTMAS FESTIVAL IN ROME L’organista Stefano Vasselli propone un recital con brani di Bach, Pachelbel e Liszt. Chiesa di San Paolo entro le Mura (Via Nazionale), oggi, ore 20.30, ingresso libero. ACCADEMIA DI SANTA CECILIA Il più classico dei programmi natalizi, il Messiah di Haendel, è diretto domani da Fabio Biondi, uno dei più bravi in questo repertorio, per l’occasione alla guida dei complessi dell’Accademia. I solisti sono il soprano Carolyn Sampson, il mezzosoprano Romina Basso, il tenore Jeremy Ovenden e il bassoVito Priante. Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia, domani, ore 18, tel. 078082058. CENTRO ITALIANO DI MUSICA ANTICA Ancora un’esecuzione di Messiah, questa volta domenica, a cura della storica associazione che ha avvicinato moltissimi romani alla musica barocca. L’esecuzione, diretta da Sergio Siminovich, sarà affidata al Coro Polifonico e all’Orchestra Barocca del C.I.M.A. con i solisti Luisa Palma, Sabina Gagliardi, Fabrizio Giovannetti, e Andrea Robino Rizét. Chiesa Valdese (Piazza Cavour), domenica, ore 18, tel. 066832085. ORCHESTRA SINFONICA DI ROMA Il soprano Daniela Dessì affronta domenica i «Quattro ultimi lieder» di Strauss, con l’Orchestra Sinfonica di Roma diretta da Francesco La Vecchia. In programma anche due brani di Luigi Mancinelli. Auditorium Conciliazione, domenica, ore 17.30, tel. 0644252303. (l.d.l.)

TEATRO
di RITA SALA

La Papessa Giovanna siede sul trono di Pietro, al teatro Belli fino a domenica (è la terza stagione di recite: il fortunato spettacolo s’è già visto al Teatro di Documenti e quindi al Ghione). Con regia di Terry D’Alfonso e musiche originali di Marco Podda, parte da un testo di Claudio Pallottini e Massimiliano Giovanetti. La protagonista, Sandra Collodel, brava, appassionata e sempre motivata, impone al personaggio e alla sua affascinante avventura il doppio volto della verità e dell’ironia. Andrea Pirolli la coadiuva in un multiruolo che salva la produzione dal dover reclutare altri interpreti. E ci sono, con Sandra, Giorgio Albertazzi, Gigi Proietti e Giorgio Lupano, ma sullo schermo: tre omaggi filmici che vedono la Papessa agire con maestri e colleghi «in immagine», contrappuntandosi con loro dal vivo. Anno di grazia 855 dopo Cristo. Secondo la leggenda, una donna, nella Roma di triboli

La Papessa Giovanna donna sul trono di Pietro

e postriboli in cui il Papa governa il mondo, riesce, celando i propri attributi, a diventare Sommo Pontefice. Reggendo le sorti del Sacro Soglio, ella però intrattiene, in segreto e da femmina, rapporti carnali con maschi. Rimane incinta. E il rischio che partorisca durante una processione, provoca il suo smascheramento e la sua defenestrazione. Viene altresì condannata al rogo come strega. Considerata dagli storici una leggenda medievale, probabilmente originata nel e dal mondo ortodosso antipapale, il mito della Papessa Giovanna ottenne in Occidente una certa plausibilità, soprattutto grazie a certi elementi della storia considerati, a loro modo, genuini e degni di fede. Collodel, come già detto, è a proprio agio sui due piani, quello storico-narrativo e quello comico-straniante. Intrigantissimo e seduttivo Albertazzi. Grande Proietti nei panni dell’Eremita beone che, da par suo, consiglia ai curiali i mezzi per smascherare l’ingannatrice.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

vi consigliamo
di Rita Sala

Jovinelli, risate con la Ditta
Un menu ricco e vario. E i piatti sono quelli che la Premiata Ditta, ex Allegra Brigata, ha cucinato nell’arco di tre decenni. All’Ambra Jovinelli fino a domenica «Facciamo31», lo spettacolo messo su dal quartetto Ciufoli-Draghetti-Foschi-Insegno per festeggiare ilbel compleanno. Ilpubblico, consultata la lunga lista, sceglie, commissiona e riceve. Ripercorre così, con gli attori, l’allegrissima pista degli anni d’oro.

Nella foto, Sandra Collodel veste i panni di un giovane monaco nello spettacolo di Pallottini e Giovanetti in scena al Belli

LIRICA, CONCERTI
PETROLINI - SALA FABRIZI
Via Rubattino, 5 06/5757488 Via Rubattino, 5 06/5757488
La tesi di Laura di M. Testa con Compagnia Latte e Champagne. Regia di M. Testa. Ore 21.00

SISTINA
Via Sistina, 129 06.4200711 ♥ Le Cage Aux Folles (Il Vizietto) di J. Herman con M. Ghini e C. Bocci, R. Russell con un cast di 20 artisti. Regia di M.R. Piparo, B. Goodson (coreog.). Ore 21.00

TEATRO QUIRINO VITTORIO GASSMAN
Via delle Vergini, 7 06/6794585 - 800013616
La bisbetica domata di W. Shakespeare con V. Gravina, E. Siravo, C. Di Maio, V. Facciolla, A. Carmell, , E. Alma, E. Trovato, G. Enria, S. Vona Bianchini, M. Tomaciello, V. D’Andrea e con G. Farnese. Regia di A. Pugliese. Ore 20.45 vs-b

ASS. CULTURALE CANTICORUM JUBILO
Via S. Prisca, 8 06/5743797-65745413
Chiesa S. Lorenzo in Lucina : Concerto di Natale diretto da M. Scarfo con Coro Canticorum Jubilo Domenica 18. Ore 20.30 Complesso Monumentale di S. Maria in Cosmedin (Bocca della Verità) via della Greca n. 4 Miraldo Vidal Complesso Jazz Manouche Ore 20.30 Sala Casella (Via Flaminia, 118): 48° Festival RiModulAzione - Portrait Philippe Manoury con P. Manoury e C. Desjardins, C. Desjardins( viola), C. Lebreton (disp. eletronici) Ore 19.00 incontro, ore 21.00 concerto

AUDITORIUM DELLA BANCA D’ITALIA
Via del Mandrione, 190
Aida con A. Cocco (sop.), L. Tossuto (mezzosop.), C. Odorisio (ten.), A. Roccatani (bar.), M. Pochini (bas.), M. Biasini (bas.), A. Farina (sop.), G. Frignani (ten.) Ore 16.30

PETROLINI - SALA PETROLINI
L’attaccapanni di M. A. Paolelli con Compagnia Iposcenio. Regia di S. Russo. Ore 21.00

STABILE DEL GIALLO
Via al Sesto Miglio 78 06/33262799
Cluedos di R. Castria con P. Cigliano, A. Masullo, L. Manganelli, G. Palla, A. Caneva, P. Mignieco, . Regia di R. Castria. Ore 21.30

ASS. MUSICALE G. CARISSIMI
Viale delle Province, 184 06/44240965/0644291451

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA
Viale Pietro de Coubertin, 15 Alexi Murdoch - Towards the Sun Ore 21.00 06/80241281 SALA TEATRO STUDIO SALA SANTA CECILIA Le Quattro Stagioni con E. Dindo (violoncello), P. Berman (violino) con Orchestra D’Archi di Santa Cecilia Ore 20.30 Musica per il Natale dei ragazzi - Cori d’Italia con SALA SINOPOLI M. Zottele (dir. Coro Valsella), F. Cavaliere (dir. Corale Polif. Metelliana), A. Giraldi (coord. Ensemble di Arpe), T. Silvestri (organo) Sabato 17. Ore 17.30 Musica per il Natale dei ragazzi - Voci Bianche, Coro Arcobaleno e Cantoria con Laboratorio Voci Bianche, Coro Arcobaleno e Cantoria Sabato 17. Ore 20.30

PICCOLO ELISEO PATRONI GRIFFI
Il ritorno di S. Pierattini con M. Marigliano, R. Sarti, A. Via Nazionale, 183 06/4882114 - 06/48872222 Scommegna, A. Cendron. Regia di V. Cruciani. Ore 20.45 turno V1b

TEATRO ROMA
Via Umbertide 3 06/7850626
Caveman - Uomini e donne: istruzioni per l’uso di R. Becker con M. Colombi. Regia di T. Teocoli. Ore 21.00

TEATRO ALLO SCALO
Via dei Reti, 36 - S. Lorenzo Fanculo il Pil di S. Torella con S. Torella Ore 20.45 3406485291 / 0683602262

ASS. NUOVA CONSONANZA
Via Pietro Borsieri, 20 06/3700323

TEATRO TESTACCIO
Via Romolo Gessi, 8 06.5755482
Che faccia faccio di N. Canonico con N. Canonico, C. Taddei, E. Franchi, S. Cartechini. Regia di M. Falaguasta. Ore 21.00

PRATI
La Lettera di Mammà di P. De Filippo con F. Gravina, L. Via degli Scipioni, 98 06/39740503-366.3108327 Mangano De Filippo, A. Lubrano. Regia di F. Gravina. Ore 21.00

TEATRO CASSIA
Via S. Giovanna Elisabetta, 69 Nicola. Santo d’Oriente e d’Occidente ovvero la vera storia di Santa Claus Dal 17 Dicembre. Ore 16.30 06/96527967

SALA UMBERTO
Via della Mercede, 49 06/6794753
Il mare di P. Poli, tratto da A. M. Ortese con P. Poli e con M. Barbiero, F. Casagrande, A. Gamberini, G. Siniscalco. Regia di P. Poli. Ore 21.00

TEATRO TOR BELLA MONACA
ang. via Tor Bella Monaca-D. Sala piccola: I racconti di mamma oca con P. Fenati, E. Mascanzoni. Regia di P. Fenati. Ore 10.30 Cambellotti, 11 Trittico Beckettiano di S. Beckett con F. Cauteruccio, M. 06.2010579 Benvenuti, G. Cauteruccio, M. Bevilacqua. Regia di G. Cauteruccio. Ore 21.00

ASS. VIVERE IN MUSICA
333 6991553
Chiesa di S. Maria delle Grazie alle Fornaci: A Christmas Carol - Concerto di Natale con Coro della Cattedrale Greco-cattolica della S. Croce di Uzhgorod, Coro Dudaryk , Ensemble corale ’ Malenki Boyky’’ Ore 19.30

TEATRO DELL’ANGELO
Via S. de Saint Bon, 19 06/37513571
Sala A: Gli uomini vengono da Marte le donne da Venere di P. Dewandre e C. Gnomus con C. Gnomus. Regia di P. Dewandre. Ore 21.00 Sala Grande: A morte ’e carnevale di R. Viviani con A. Avallone, M. La Rana, F. Tuppo, E. De Martino, P. Ciabatta . Regia di A. Avallone. Dal 26 Dicembre. Ore 21.00 Terroni di P. Aprile con R. D’Alessandro. Regia di R. D’Alessandro. Dal 7 Febbraio.

AULA MAGNA I.U.C.
06/3610051 - 2
Aula Magna della Sapienza, p.le A. Moro 5 Daniil Trifonov (Premio Rubinstein 2011) con D. Trifonov (pianoforte) Sabato 17. Ore 17.30 Auditorium Conciliazione: Daniela Dessì in Concerto diretto da F. La Vecchia con Orchestra Sinfonica di Roma, D. Dessì (soprano) Dal 18 Dicembre. Ore 17.30

SALAUNO
P.za di Porta S. Giovanni, 10 Sweeney Todd - Il diabolico barbiere di Fleet Steet di S. Sondheim con A. Croci, F. Ugolini, G. Spatti, F. 06.88976626 Risoli, F. Strocchi, D. Faini, M. Salvi, M. Di Maio. Regia di M. Simeoli. Ore 20.30

ASSOCIAZIONE CONCERTISTICA ROMANA
06/64821586-348/6540588 Latina - Conservatorio Ottorino Respighi via Ezio, 32: Premio Pianistico Regione Lazio Ore 18.00 Via G.A. Guattani, 17 06/44252208-44252303

TEATRO VALLE
Via del Teatro Valle, 21 06.68803794
Teatro Valle Occupato - Capitolo 5 Lamezia, Ravenna, Napoli Ore 21.00

ORCHESTRA SINFONICA DI ROMA

ASSOCIAZIONE MUSEO IN MUSICA
3891533055
Chiesa di Ponte di S. Angelo: Le più belle Arie d’Opera con S. Trojse (pianoforte), S. Murino (soprano), F. Zagarella (tenore) Ore 19.00 Concerto di Natale - XIX edizione con M. Abela, Al Bano, Anggun, F. Baccini, E. Bennato, C. Canzian, Dolcenera, V. Grigolo, I Pooh, R. Keating, M. Mengoni, S.J. Morris con D. Miller, E. Ruggeri, D. Bratton & Gospel All Stars, Coro Bambini, Coro Voci del Mondo Mercoledì 21. Ore 20.45

SALONE MARGHERITA
Via Due Macelli, 75 06/6798269 - 6791439
Bambole non c’è un Euro con P. Franco . Regia di P. Franco. Ore 21.00

TEATRO EUTHECA
Il racconto d’inverno di W. Shakespeare con F. Tatulli. Via Quinto Publicio, 90 06 95945400 - 3461387610 Regia di F. Tatulli. Ore 21.00

TEATRO VITTORIA
P.zza S.Maria Liberatrice, 10 Salvatore e Nicola di A. Celestini con G. Tirabassi. Regia 06/5740170 - 06.5740598 di G. Tirabassi. Ore 21.00

TEATRO DELL’OPERA
Lo Schiaccianoci diretto da N. Kabaretti con A. P.zza Beniamino Gigli, 1 06/48160255 - 06/4817003 Osadcenko/B. Nenodovic Otrin, E. McKie/A. Bogov, A. Macario. Regia di S. Muchamedow (da M. Petipa). Dal 20 Dicembre. Ore 20.30

AUDITORIUM CONCILIAZIONE
Via della Conciliazione, 4

SETTE
Via Benevento, 23 06.44236382
Tre moschettieri e mezzo di M. Bruno con S. Zecca, T. Rossi Vairo, M. Vacca, L. Buttaroni, L. Biagini, M. De Giorgio, B. Gentile, V. Lai, G. Vespoli, B. Russo, G. Teodoro. Regia di S. Zecca. Ore 21.00

TEATRO FURIO CAMILLO
Via Camilla, 44 06/97616026
Vanitas di S. Tamma da E. Canetti. Regia di L. Ventura. Ore 21.00

TIRSO DE MOLINA
Via Tirso, 89 06/8411827
Scusi, che ce l’ha ... un limone? di B. De Stephanis con M. Viale, C. Galardini. Regia di B. De Stephanis. Ore 21.00

TEATRO STUDIO KEIROS
Via Padova, 38a (Pz.Bologna) Cuoredebole di E. Marrella da Dostoevskij con E. 06/44238026-338/1443948 Marrella, E. Ripani. Regia di E. Marrella. Ore 21.00

-TRX IL:15/12/11

21.51-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 68 - 16/12/11-N:

68
✿ Per bambini Per amatori

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

di Fabio Ferzetti

Piacevole ● Buono ♥ Imperdibile Il gatto con gli stivali 3D Finalmente la felicità Il giorno in più 16.30-18.30-20.30-22.30 16.30-18.30-20.30-22.30 16.00-18.10-20.20-22.30 € 10,00 € 5,50-7,50 € 5,50-7,50

Nella colonna dei prezzi il primo si riferise agli spettacoli pomeridiani, il secondo agli spettacoli serali

ADMIRAL
Le idi di Marzo

Piazza Verbano 5 - Tel. 06.8541195 ● 15.30-17.50-20.10-22.30 € 5,50-7,50 Piazza Cavour, 22 - Tel. 06.36004988 15.40-18.00-20.30-22.50 € 6,00-8,50 15.40-17.40 € 8,50 19.40-22.10 € 8,50 15.30-18.00-20.30-22.45 € 8,50 15.10-17.45-20.20-22.50 € 8,50 15.00-17.00-19.00-21.00-22.55 € 8,50 14.50-16.50-18.50-20.50-22.50 € 11,00 14.50-17.15-19.40-22.00 € 8,50 15.00-17.00-19.00-21.00-22.55 € 6,00-8,50 20.20-22.40 € 8,50 15.20-17.50 € 11,00 15.45-18.15 € 6,00 20.30-22.40 € 8,50 Via Merry del Val, 14 - Tel. 06.5880099 16.30-18.30-20.30-22.30 € 6,00-8,00 Via Pier delle Vigne, 4 - Tel. 06.06.66012154 ♥ 16.30-18.40-20.40-22.30 € 5,00-6,00 ● 16.30-18.30-20.30-22.30 € 5,00-6,00 16.30-18.30-20.30-22.30 € 5,00-6,00

Le novità
Commedia

ADRIANO MULTISALA
Il giorno in più Il gatto con gli stivali Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Vacanze di Natale a Cortina Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Finalmente la felicità Il gatto con gli stivali 3D Vacanze di Natale a Cortina Digitale Scialla! ● 1921 - Il mistero di Rookford Lo schiaccianoci 3D Happy Feet 2 ✿ Tower Heist: colpo ad alto livello ●

The Artist

Vi consigliamo mmm 1/2 Commedia mmm1/2 Miracolo a Le Havre
di Aki Kaurismäki, con André Wilms, Jean-Pierre Darroussin, Kati Outinen, Blondin Miguel, Jean-Pierre Léaud chiama Marcel (come Carné) Marx UN lustrascarpe che siLe Havre scoloritachecalorosaedove i (come un sacco di gente). Una moglie si ammala nel momento peggiore. Una e poveri parlano forbito e i bar carburano a chiacchiere, juke box e Calvados, anche se nessuno ha un soldo bucato. Più un piccolo africano uscito da un container come da un uovo di Pasqua. Che spingerà gli abitanti di questo mondo in bilico a fare ciò che gli riesce meglio: darsi una mano. Nessuno escluso, se dietro le quinte agisce anche uno sbirro nerovestito, conquistato da un dolcissimo ananas... Limpido, meticoloso, adorabile, come il suo humour a miccia lenta: il vero miracolo è Kaurismäki, che fa sempre lo stesso film e ogni volta migliora. Eden, Greenwich, Lux, Quattro Fontane

STARDUST VILLAGE (EUR)
Il gatto con gli stivali 3D Happy Feet 2 ✿ Real Steel Tower Heist: colpo ad alto livello ● Il giorno in più Lo schiaccianoci Finalmente la felicità Finalmente la felicità Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Vacanze di Natale a Cortina Vacanze di Natale a Cortina The Artist Il gatto con gli stivali Sherlock Holmes: Gioco di ombre ●

di Michel Hazanavicius, con Jean Dujardin, Bérénice Bejo, John Goodman, James Cromwell, Penelope Ann Miller, Missi Pyle N divo del muto con baffetti e acrobazie stile Douglas Fairbanks; un produttore con la pancia, il sigaro e la stoffa del tycoon; una ballerina che nel muto è una starlet ma col sonoro diventerà una star. E poi Hollywood, un cagnetto prodigioso, il viale del tramonto, poliziotti col manganello, auto scoperte, maggiordomi fedeli, pellicole infiammabili. Tutto come ai tempi del muto, con in più la forza, la consapevolezza, il divertimento, di una riscoperta che non è solo un calco di prodigiosa accuratezza, ma appassionata reinvenzione di un mondo, una logica, un’estetica. La più bella sorpresa dell’anno. Anche se tutto è - rigorosamente - déja vu. Alhambra, Eden Film Center, Greenwich, King, Quattro Fontane, UCI Cinemas Parco de’ Leonardo

U

Via di Decima, 72 - Tel. 899.280273 16.00-18.00-20.00-22.00 € 10,50 15.15 € 6,00 22.00 € 8,00 16.00-18.10-20.20-22.30 € 6,00-8,00 15.00-17.30-20.00-22.30 € 6,00-8,00 17.30-19.45 € 6,00-8,00 17.10-21.45 € 6,00-8,00 16.00-18.10-20.20-22.30 € 6,00-8,00 14.45-17.20-19.55-22.30 € 6,00-8,00 14.45-19.15 € 10,50 15.30-17.50-20.10-22.30 € 6,00-8,00 16.00-18.00-20.20-22.30 € 6,00-8,00 15.30-17.30-19.30-21.30 € 6,00-8,00 16.00-18.35-21.50 € 6,00-8,00

ALCAZAR
Almanya - La mia famiglia…

STARPLEX
Vacanze di Natale a Cortina 3D Il gatto con gli stivali 3D Le idi di Marzo ● Il gatto con gli stivali Real Steel Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Vacanze di Natale a Cortina Happy Feet 2 ✿ Il giorno in più Midnight in Paris ♥ Lo schiaccianoci Finalmente la felicità

ALHAMBRA
Midnight in Paris Le idi di Marzo The Artist

AMBASSADE

Via Acc. degli Agiati, 57-59 - Tel. 06.5408901 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● 15.00-17.30-20.00-22.30 € 5,50-7,50 Il gatto con gli stivali 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,00-7,50 Midnight in Paris ♥ 16.30-18.30-20.30-22.30 € 5,00-7,50 Le idi di Marzo Digitale ● Vacanze di Natale a Cortina Digitale Finalmente la felicità Midnight in Paris ♥ Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Il gatto con gli stivali 3D Scialla! ● Il giorno in più Lo schiaccianoci Vacanze di Natale a Cortina Midnight in Paris Via Mattia Battistini, 191 - Tel. 06.6142649 16.00-18.10-20.40-22.40 € 5,00-7,50 16.00-18.10-20.20-22.40 € 5,00-7,50 16.30-18.30-20.30-22.30 € 5,00-7,50 16.30-18.30-20.30-22.30 € 5,00-7,50 16.00-18.20-20.10-22.30 € 5,00-7,50 16.30-18.30-20.30-22.40 € 10,00 16.30-18.30-20.30-22.40 € 5,00-7,50 18.10-20.20-22.40 € 5,00-7,50 16.00 € 5,00

ANDROMEDA

mmm Commedia mm 1/2 Almanya- La mia famiglia vain Germania La kryptonite nella borsa
Commedia
di Yasemin Samdereli, con Vedat Erincin, Fahri Ogun Yardim, Lilay Huser, Aylin Tezel, Denis Moschitto di Ivan Cotroneo, con Luigi Catani, Valeria Golino, Luca Zingaretti, Cristiana Capotondi, Libero De Rienzo, Vincenzo Nemolato, Monica Nappo OME crescere in una famiglia numerosa e scombinata sullo sfondo di una surreale Napoli anni 70. Il cugino nasone si crede Superman, gli zii giovani pensano solo a ballo e spinelli, il padre vende macchine da cucire e guarda un po’ troppo le donne; mentre la madre si alza dal letto solo per sdraiarsi sul lettino dello psicologo. Per fortuna c’è il cugino coi suoi superpoteri. Che muore quasi subito ma continua a dare consigli, non sempre chiarissimi, a quel bambino con gli occhiali che si sente diverso e non sa perché. Variopinto, vivace, piacevole, un poco inconcludente. Un piccolo e bizzarro romanzo di formazione che punta sul disordine e sull’accumulo. In beata leggerezza. In 12 sale (vedi rubrica le Trame)

Via della Lucchina, 90 - Tel. 06.30819887 15.45-18.05-20.25-22.45 € 5,00-7,50 16.15-18.15-20.15-22.15 € 9,00 16.00-18.10-20.20-22.35 € 5,00-7,50 15.45-17.35-19.40 € 5,00-7,50 21.40 € 7,50 17.30-20.00-22.30 € 5,00-7,50 16.30-19.00-21.35 € 5,00-7,50 17.45-20.00-22.15 € 5,00-7,50 15.45-17.55 € 5,00 20.05-22.30 € 7,50 18.00-20.10-22.25 € 5,00-7,50 15.45 € 5,00 16.30-18.30-20.30-22.30 € 5,00-7,50 P.zza della Repubblica, 44 - Tel. 892111 16.25-18.45-20.55 € 9,00-11,00 17.40-20.00-22.20 € 6,00-8,50 15.50-18.40-21.30 € 6,00-8,50 16.40-19.20-22.00 € 6,00-8,50 17.35-22.30 € 6,00-8,50 19.55 € 8,50

THE SPACE CINEMA MODERNO
Il gatto con gli stivali 3D Finalmente la felicità Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Vacanze di Natale a Cortina Anche se è amore non si vede Il giorno in più

C

ANTARES ATLANTIC

Viale Adriatico, 15/21 - Tel. 06.8186655 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,50-7,50 ♥ 16.30-18.30-20.30-22.30 € 5,50-7,50 Via Tuscolana, 745 - Tel. 06.7610656 15.00-17.30-20.00-22.30 € 5,50-8,00 15.30-17.50-20.10-22.30 € 5,50-8,00 15.30-17.00-20.10-22.30 € 5,50-8,00 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,50-8,00 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,50-8,00 16.30-18.30-20.30-22.30 € 10,50 Piazza Barberini, 24-25-26 - Tel. 0686391361 15.15-17.40-20.10-22.45 € 6,00-8,50 16.00-18.15-20.30-22.40 € 6,00-8,50 15.30-17.20-19.10-21.00-22.50 € 6,00-8,50 16.00-18.10-20.20-22.30 € 11,00 16.00-18.10-20.30-22.30 € 6,00-8,50

Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Vacanze di Natale a Cortina Digitale Il giorno in più Finalmente la felicità Scialla! Digitale ● Il gatto con gli stivali 3D Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Le idi di Marzo ● Finalmente la felicità Pina 3D ♥ Scialla! ●

OME scoprirsi turco-tedeschi senza perdere il buonumore. Anzi, vivendo questa identità plurale come una ricchezza, un terzo occhio che regala uno sguardo diverso. E permette ai nipoti dei turchi che diedero braccia e cuore al miracolo economico tedesco di fare un film come questo. Grande successo in Germania grazie alla struttura che fonde con brio saga famigliare e comicità da sit-com, immagini di repertorio e fantasie infantili, sguardo ancora turco sui tedeschi e sguardo quasi tedesco sui turchi d’Anatolia. Con invenzioni buffe, momenti toccanti, attori intonatissimi, andirivieni fra epoche e paesi. E due sorelle con molta voglia di divertirsi allo script e alla regia. Alcazar, Eden, Madison, Quattro Fontane

C

THE SPACE CINEMA PARCO DE’ MEDICI
Il gatto con gli stivali 3D Ligabue - Campovolo 3D Real Steel Il giorno in più Digitale Anche se è amore non si vede Breaking Dawn - Parte 1 Digitale La peggior settimana della mia vita Breaking Dawn - Parte 1 Finalmente la felicità Il gatto con gli stivali 3D Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Vacanze di Natale a Cortina Vacanze di Natale a Cortina Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Napoletans Digitale Vacanze di Natale a Cortina Digitale Il gatto con gli stivali Scialla! ● Finalmente la felicità 1921 - Il mistero di Rookford Finalmente la felicità Lo schiaccianoci 3D Viale Salvatore Rebecchini, 3-5 - Tel. 892111 15.10-17.30 € 9,00 19.40-22.20-1.00 € 11,00 15.40-19.30-21.40-0.40 € 6,00-8,50 16.30-19.00-21.30-0.10 € 6,00-8,50 15.30-18.00-20.20-22.40 € 6,00-8,50 16.50-19.10-22.10-0.30 € 6,00-8,50 22.30-0.50 € 8,50 19.50 € 8,50 16.20 € 6,00 17.00-19.30-22.00-0.20 € 9,00-11,00 15.50-18.50-21.50-0.50 € 9,00-11,00 15.20-18.10-21.00-0.00 € 6,00-8,50 15.55-18.35-21.25-0.05 € 6,00-8,50 16.55-19.35-22.15-0.55 € 6,00-8,50 16.45-19.45-22.35 € 6,00-8,50 22.45-1.05 € 8,50 17.25-20.05 € 6,00-8,50 16.05-18.15 € 6,00-8,50 20.25-22.45-1.05 € 8,50 17.05-19.25-21.55-0.15 € 6,00-8,50 16.25-19.15-22.05-0.35 € 6,00-8,50 15.15-17.35-19.55-22.25-0.45 € 6,00-8,50 16.35-19.05-21.35-0.25 € 9,00-11,00

BARBERINI

Commedia

Midnight in Paris

mmm 1/2

Docu-film

Pina 3D

mmmm

di Woody Allen, con Owen Wilson, Kathy Bates, Adrien Brody, Rachel McAdams, Michael Sheen, Marion Cotillard, Carla Bruni ARIGI o cara. Depresso dalle nozze imminenti, uno sceneggiatore americano passeggia per la Ville Lumière fantasticando sugli sfavillanti anni Venti. Vuole dimenticare il grigio presente (e i Tea Party cari ai futuri suoceri). Ma si ritrova a andare per feste e bistrot con la crème de la crème. Compaiono Hemingway, Cocteau, Man Ray, Dalì. Mentre Gertrude Stein illustra le tele di Picasso, Francis Scott Fitzgerald litiga con Zelda. E il giovane Bunuel ascolta incredulo la trama di un futuro capolavoro... Allen ritorna ai pastiches letterari della sua giovinezza, ma scopre che ormai ha l’età per abbozzare una Recherche in sedicesimo. Con una grazia e un divertimento che sono tutti e solo suoi. In 26 sale (vedi le Trame), Nuovo Olimpia v.o. con s.t.

di Wim Wenders, con Pina Bausch, Regina Advento,Malou Airaudo, Ruth Amarante, Rainer Behr, Andrey Berezin, Damiano Ottavio Bigi l’arte, profondità del TUTTABausch,allainbellezza, lache finalmente teatro-danza di Pina un film dà una ragion d’essere estetica 3D, proiettando il movimento dei membri del Tanztheater in uno spazio del tutto nuovo. Che non è più quello del teatro (anche perché molte coreografie vengono ri-messe in scena all’aperto, su sfondi naturali, urbani o industriali), ma nemmeno quello tradizionale del cinema. Un magnifico ritorno di Wenders alla sua forma migliore. Un grande film-saggio, che cambia le regole del cinema documentario, apre una strada nuova ai rapporti fra le arti. E regala nuova vita a una delle più grandi e rimpiante artiste del Novecento. Barberini in 3D

BROADWAY

Via dei Narcisi, 26 - Tel. 06.2303408 Vacanze di Natale a Cortina 15.30-17.50-20.10-22.30 € 5,00 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● 15.00-17.30-20.00-22.30 € 5,00 Il gatto con gli stivali 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,00 L.go M. Mastroianni, 1 - Tel. 06.423601 18.00 Ulidi piccola mia

P

CASA DEL CINEMA CIAK

Via Cassia, 692 - Tel. 06.06.33251607 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● 17.30-20.00-22.30 € 5,00-6,50 Midnight in Paris ♥ 18.30-20.30-22.30 € 5,00-6,50 Via dei Romagnoli, 515 Ostia Lido - Tel. 06.561841 La peggior settimana della mia vita 22.00 € 7,50 Happy Feet 2 ✿ 15.00-17.10-19.20 € 7,50 Il gatto con gli stivali 3D 16.00-18.10-20.20-22.30 € 10,00 Vacanze di Natale a Cortina 15.00-17.30-20.00-22.30 € 7,50 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● 16.00-18.30-21.00 € 7,50 Il gatto con gli stivali 15.00-16.50-18.45 € 7,50 Vacanze di Natale a Cortina 20.30-22.45 € 7,50 Vacanze di Natale a Cortina 16.00-18.30-21.00 € 7,50 Midnight in Paris ♥ 15.30-17.45-20.00-22.30 € 7,50 Scialla! ● 16.00-18.10-20.20-22.30 € 7,50 Il giorno in più 15.00-17.30-20.00-22.30 € 7,50 Real Steel 15.00-17.30-20.00-22.30 € 7,50 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● 15.00-17.30-20.00-22.30 € 7,50 Finalmente la felicità 16.30-18.30-20.30-22.30 € 7,50 Anche se è amore non si vede 16.00-18.10-20.20-22.30 € 7,50 Le idi di Marzo ● 15.45-18.00-20.15-22.30 € 7,50 Viale della Pineta, 15 - Tel. 06.8553485 Rassegna Professor Balthazar (Dei piccoli Filmfestival) Arthur e il popolo dei Minimei (Dei piccoli Filmfestival) 17.15 Carnage Viale della Pineta, 15 - Tel. 06.8553485 ♥ 20.30-22.30 Via Vibio Mariano, 20 - Tel. 06.33248195 16.00-18.10-20.20-22.30 € 7,00 16.30-18.30-20.30-22.30 € 7,00 16.30-18.30-20.30-22.30 € 7,00 20.30-22.30 € 7,00 16.00-18.00 € 5,00

TIBUR
Le idi di Marzo Midnight in Paris

Via degli Etruschi, 36 - Tel. 0686391361 ● 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,00-6,50 ♥ 15.30-17.15-19.00-20.50-22.40 € 5,00-6,50 Via Muzio Scevola, 29 - Tel. 06.7858158 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,50-7,50 16.30-18.30-20.30-22.30 € 10,00 ● 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,50-7,50 16.30-18.30-20.30-22.30 € 5,50-7,50 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,50-7,50 Via Enrico Fermi, 161 - Tel. 892.960 17.25-20.10-22.55 € 6,50-7,70 17.35-20.20-22.50 € 6,50-7,70 17.40-20.10 € 6,50-7,70 22.40 € 7,70 17.30-20.00-22.10 € 6,50-7,70 17.40-20.10-22.40 € 6,50-7,70 17.45-20.20-22.35 € 6,50-7,70 17.50-20.15-22.40 € 6,50-7,70 Via Portuense, 2000 - Tel. 892.960 15.20-17.45-20.10-22.30 14.15-16.50-19.30-22.10-0.45 22.00-0.25 14.25-17.00 19.40 15.00-17.40-20.40-23.30 14.40-17.40-20.40-23.40 14.40-17.05-19.30-22.00-0.30 15.00-17.15-19.40-22.00-0.15 14.15-16.30-18.55-21.15-23.40 16.00-18.40-21.30-0.20 15.40-18.00-20.15-22.30-0.45 15.00-17.30-20.00 22.15 16.40-19.40-22.40 15.50-18.55-22.00 16.00-18.55-21.50-0.45 15.30-17.50-20.10-22.30 16.20-19.05-21.50-0.35 14.15-16.40-19.05-21.30-23.55 14.20-16.55-19.30-22.05-0.40 15.10-17.40-20.10-22.30-0.55 14.20 16.50-19.20-21.50-0.20 16.20-19.10-22.00-0.45 15.00-17.40-20.10-22.40 14.30-17.20-20.00-22.45 15.30-18.30-21.30-0.35 Via A. Lionello, 201 - Tel. 899788678 10.30-12.50-15.15-17.40-20.05-22.30-00.55 11.10-14.00-16.45 19.30 22.15-1.00 10.30-12.50-15.10-17.35-20.00-22.25-00.45 11.45-14.30-17.15-20.00-22.45 10.35-13.35-16.35-19.35-22.35 10.40-13.40-16.40-19.40-22.40 10.30-12.50-15.10-17.30 22.20-01.00 11.15-14.25-16.55-20.00-22.30-01.00 11.00-13.20-15.40-18.00-20.20-22.40-01.00 10.45-13.30-16.15-19.00-21.45-00.30 19.30 11.05-14.35-17.00-22.00-00.30 11.35-15.35-18.35-21.35-00.35 11.05-14.35-17.35-20.35-23.35 11.00-13.45-16.30-19.15-22.00

CINELAND

TRIANON
Vacanze di Natale a Cortina Il gatto con gli stivali 3D Le idi di Marzo Finalmente la felicità Il giorno in più

Drammatico mmm 1/2 Commedia Le nevi del Kilimangiaro Scialla!
di Robert Guédiguian, con Jean-Pierre Darroussin, Ariane Ascaride, Grégoire Leprince-Ringuet, Gérard Meylan

mmm

UCI CINEMAS MARCONI
Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Vacanze di Natale a Cortina Digitale Scialla! ● Il giorno in più Il gatto con gli stivali Digitale Finalmente la felicità Midnight in Paris ♥ Le idi di Marzo Digitale ●

di Francesco Bruni, con Fabrizio Bentivoglio, Filippo Scicchitano, Barbora Bobulova, Vinicio Marchioni

uomo che ha passato la parte di padre. almeno provarci. colpo che torto. Un sindacalista puro Anche se il figlio ha già 15 anni ma il padre non sa UNex-operaiopotrebbe averevita dalla ritrovagiusta scopre ine NON è mai troppo etardi per essereintanto O mondo si divide. duro, del porto di Marsiglia, si senza volere nemmeno che esiste, viceversa. E il una posizione insostenibile per un uomo allergico al potere e al privilegio. Che per giunta è da trent’anni padre e marito felice... «Che cosa penseremmo di noi stessi, e di ciò che siamo oggi, se avessimo ancora vent’anni?». Quel che resta della sinistra in un film fatto solo di sentimenti. Che naturalmente non hanno colore politico, purché si abbia un cuore. Grande ritorno del regista di «Marius e Jeannette», mai così intonato e struggente. La classe non è acqua. In ogni senso. Fiamma, al Nuovo Sacher lunedì v.o. con s.t. Di là i 50enni senza più sogni ma con molta cultura (e l’ernia del disco). Di qua gli adolescenti che dicono scialla, bella, s’accolla, e magari non vanno molto più in là. Finché non sono costretti... Dallo sceneggiatore di Virzì, un esordio old fashion ma calibratissimo e traboccante di amore per Roma, i suoi gerghi, i suoi vicoli ciechi, la sua disperata vitalità. Nel solco di Gianni Di Gregorio, con un affetto per i personaggi che è il segno, finalmente, di una commedia popolare diversa. In 12 sale (vedi rubrica le Trame)

DEI PICCOLI

UCI CINEMAS PARCO LEONARDO
Finalmente la felicità Il giorno in più Scialla! ● Lo schiaccianoci 3D Monsters Vacanze di Natale a Cortina Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Finalmente la felicità Midnight in Paris ♥ Il gatto con gli stivali Vacanze di Natale a Cortina Il gatto con gli stivali Il gatto con gli stivali 1921 - Il mistero di Rookford Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Real Steel The Artist Breaking Dawn - Parte 1 Finalmente la felicità Tower Heist: colpo ad alto livello ● Anche se è amore non si vede Happy Feet 2 ✿ Le idi di Marzo ● Vacanze di Natale a Cortina Le idi di Marzo ● Vacanze di Natale a Cortina Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Finalmente la felicità Lo schiaccianoci 3D Le idi di Marzo ● Vacanze di Natale a Cortina Midnight in Paris ♥ Vacanze di Natale a Cortina Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Real Steel Il gatto con gli stivali 1921 - Il mistero di Rookford Le idi di Marzo ● Il gatto con gli stivali 3D Vacanze di Natale a Cortina Ligabue - Campovolo 3D Finalmente la felicità Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Il giorno in più Midnight in Paris Digitale ♥ Lo schiaccianoci 3D Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Il gatto con gli stivali 3D 1921 - Il mistero di Rookford Finalmente la felicità Il gatto con gli stivali Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Il giorno in più Le idi di Marzo ● Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Real Steel Digitale Finalmente la felicità Vacanze di Natale a Cortina

DEI PICCOLI SERA DIVA MULTISALA
Vacanze di Natale a Cortina Finalmente la felicità Il gatto con gli stivali Il cuore grande delle ragazze Lo schiaccianoci

DORIA

Via Andrea Doria, 52-60 - Tel. 06.39721446 Vacanze di Natale a Cortina 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,50-7,50 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● 15.30-17.50-20.10-22.30 € 5,50-7,50 Il gatto con gli stivali 16.30-18.30-20.30-22.30 € 5,50-7,50 Midnight in Paris The Artist Almanya - La mia famiglia… Miracolo a le Havre Piazza Cola di Rienzo, 74/76 - Tel. 06.3612449 ♥ 15.30-17.20-19.10-21.00-22.45 € 5,50-8,00 16.30-18.30-20.30-22.30 € 5,50-8,00 16.40-18.40-20.40-22.40 € 5,50-8,00 ♥ 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,50-8,00

GREGORY

Via Gregorio VII, 180 - Tel. 06.6380600 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● 15.00-17.30-20.00-22.30 € 5,50-7,50 Midnight in Paris Il giorno in più La kryptonite nella borsa Vicolo Moroni, 3/a - Tel. 06.06.5884230 ♥ 15.45-17.25-19.10-20.55-22.40 € 6,00-8,00 15.45-18.00-20.15-22.30 € 6,00-8,00 15.45-18.00-20.15-22.30 € 6,00-8,00 Via Giano della Bella, 4/6 - Tel. 06.45472092 17.30-20.00-22.30 € 6,00-8,00 16.30-18.30-20.30-22.30 € 10,00 16.30-18.30-20.30-22.30 € 6,00-8,00 16.30-18.30-20.30-22.30 € 6,00-8,00

MIGNON
Le idi di Marzo Midnight in Paris

EDEN FILM CENTER

INTRASTEVERE

Via Viterbo, 11 - Tel. 06.8559493 ● 16.00-18.10-20.20-22.30 € 6,00-8,00 ♥ 15.00-16.55-18.50-20.45-22.40 € 6,00-8,00

NUOVO CINEMA AQUILA

JOLLY

Via L’Aquila, 66/74 - Tel. 06.70399408 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● 15.00-17.30-20.00-22.30 € 7,00 Il gatto con gli stivali Digitale 15.45-18.00-20.20-22.30 € 7,00 Anteprima Penultimo Paesaggio Lo schiaccianoci 15.45-18.00 € 7,00 Via In Lucina, 16/g - Tel. 06.6861068 ♥ 15.15-17.05-18.55-20.45-22.35 € 6,00-8,00 ● 15.30-17.50-20.10-22.30 € 6,00-8,00

EMBASSY EMPIRE

Via Stoppani., 7 - Tel. 06.8070245 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● 15.45-18.30-21.30 € 6,00-7,50 Finalmente la felicità Viale Regina Margherita, 29 - Tel. 06.8417719 16.30-18.30-20.30-22.30 € 5,00-7,00 Via Liszt, 32 - Tel. 06.45472089 ● 16.15-18.20-20.25-22.30 € 6,00-8,00 ♥ 15.15-17.05-18.55-20.45-22.35 € 6,00-8,00 ● 16.15-18.20-20.25-22.30 € 6,00-8,00 16.30-18.30-20.30-22.30 € 6,00-8,00 Corso d’Italia, 107/a - Tel. 06.44292378 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,50-7,50 Piazza Campo de’ Fiori, 56 - Tel. 06.6864395 ♥ 16.30-18.30-20.30-22.30 € 6,00-8,00 Via Bissolati, 47 - Tel. 06.485526 ♥ 15.15-17.05-18.55-20.45-22.35 € 6,00-8,00 ● 16.15-18.20-20.25-22.30 € 6,00-8,00 ♥ 16.15-18.20-20.25-22.30 € 6,00-8,00 Via degli Orti d’Alibert, 1/c - Tel. 334.1780632 ● 16.30-18.30-20.30-22.15 € 5,00 ● 16.30-18.15-20.00-22.00 € 5,00 Via Pietro Maffi, 10 - Tel. 06.61662413 15.30-17.50-20.10-22.30 € 4,50-6,50 16.30-18.30-20.30-22.30 € 4,50-6,50 16.00-18.10-20.20-22.30 € 4,50-6,50 16.30-18.30-20.30-22.30 € 4,50-6,50 16.00-18.10-20.20-22.30 € 4,50-6,50

Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Il gatto con gli stivali 3D Midnight in Paris ♥ Vacanze di Natale a Cortina

NUOVO OLIMPIA
Midnight in Paris VO in ital. Sherlock Holmes: Gioco di ombre VO in ital.

KING
Midnight in Paris The Artist

EURCINE
Le idi di Marzo Midnight in Paris Scialla! Il cuore grande delle ragazze

Via Fogliano, 37 - Tel. 06.86324730 ♥ 15.15-17.05-18.55-20.45-22.35 € 6,00-8,00 16.15-18.20-20.25-22.30 € 6,00-8,00 Via Massaciuccoli, 31 - Tel. 06.86391361 15.30-18.00-20.30-22.50 € 6,00-8,00 16.15-18.15-20.30-22.30 € 6,00-8,00 15.30-17.20-19.10 € 6,00 21.00-23.00 € 8,00 17.50-20.30-22.40 € 6,00-8,00 15.45 € 6,00 16.00-18.00-20.30-22.30 € 10,00 15.30-17.20-19.10-21.00-22.50 € 6,00-8,00 15.30-17.20-19.10-21.00-22.50 € 6,00-8,00 15.50-18.00-20.20-22.30 € 6,00-8,00 15.45-18.00-20.30-22.45 € 6,00-8,00 15.30-17.20-19.10-21.00-22.50 € 6,00-8,00 Via G. Chiabrera, 121 - Tel. 06.5417926 15.00-17.00-18.55-20.55-22.50 € 5,50-7,50 15.45-18.05-20.30-22.40 € 5,50-7,50 15.15-17.00 18.45-20.50-22.50 16.20-18.30-20.50-22.45 18.45-20.45-22.45 15.15-17.00 16.20-18.30-20.50-22.45 15.00-17.00 18.50-20.50-22.45 18.50-20.50-22.45 15.00-17.00 € 10,00 € 10,00 € 5,50-7,50 € 7,50 € 5,50 € 5,50-7,50 € 5,50 € 7,50 € 7,50 € 5,50

NUOVO SACHER
Le nevi del Kilimangiaro

Largo Ascianghi, 1 - Tel. 06.5818116 ♥ 16.00-18.10-20.20-22.30 € 6,00-8,00 Piazza S. Jacini, 22 - Tel. 06.86391361 15.30-18.00-20.30-22.50 € 6,00-8,00 16.00-18.00-20.30-22.30 € 10,00 15.30-17.20-19.10-21.00-22.50 € 6,00-8,00 15.50-18.00-20.20-22.30 € 6,00-8,00 Via G. B. Tiepolo, 13/a - Tel. 06.36004240 € 5,50

LUX

ODEON MULTISCREEN

UCI CINEMAS PORTA DI ROMA

EUROPA
Vacanze di Natale a Cortina

FARNESE
Miracolo a le Havre

FIAMMA
Midnight in Paris Le idi di Marzo VO IN ITA. Le nevi del Kilimangiaro

Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Le idi di Marzo ● Il gatto con gli stivali Vacanze di Natale a Cortina Scialla! ● Lo schiaccianoci Il gatto con gli stivali 3D Miracolo a le Havre ♥ Finalmente la felicità Vacanze di Natale a Cortina Il giorno in più Midnight in Paris ♥

Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Il gatto con gli stivali 3D Midnight in Paris ♥ Vacanze di Natale a Cortina Sala riservata Tower Heist: colpo ad alto livello

POLITECNICO FANDANGO
VO italiano

● 18.30-20.30-22.30

QUATTRO FONTANE
The Artist Almanya - La mia famiglia… Miracolo a le Havre Anonymous

FILMSTUDIO
Drive A Dangerous Method

MADISON
Vacanze di Natale a Cortina Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Il gatto con gli stivali 3D (bambini euro 8) Pina 3D ♥ Almanya - La mia famiglia… Il gatto con gli stivali Happy Feet 2 ✿ Midnight in Paris ♥ Le avventure di Tintin ● Il giorno in più Scialla! ● Lo schiaccianoci

Via Quattro Fontane, 23 - Tel. 06.4741515 16.15-18.20-20.25-22.30 € 6,00-8,00 16.15-18.20-20.25-22.30 € 6,00-8,00 ♥ 15.30-17.15-19.05-20.55-22.40 € 6,00-8,00 15.30-17.50-20.10-22.30 € 6,00-8,00 Piazza Sonnino, 7 - Tel. 06.5810234 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,00-7,00 16.30-18.30-20.30-22.30 € 5,00-7,00 Via Luigi Luciani, 54 - Tel. 06.3242679 ● 15.50-18.00-20.20-22.20 € 6,00-8,00 15.30-17.20-19.10-21.00 € 6,00-8,00 16.30-18.30-20.30-22.30 € 6,00-8,00 ♥ 16.10-18.10-20.10-22.10 € 6,00-8,00

REALE
Vacanze di Natale a Cortina Il gatto con gli stivali

GALAXY

Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Il gatto con gli stivali Vacanze di Natale a Cortina Finalmente la felicità Scialla! ● Le idi di Marzo Midnight in Paris La kryptonite nella borsa

ROXYPARIOLI
Le idi di Marzo Il gatto con gli stivali Finalmente la felicità Midnight in Paris

UCI CINEMAS ROMA EST

GIULIO CESARE

Viale Giulio Cesare, 229 - Tel. 06.45472094 ● 16.15-18.20-20.25-22.30 € 6,00-8,00 ♥ 15.15-17.05-18.55-20.45-22.35 € 6,00-8,00 16.15-18.20-20.25-22.30 € 6,00-8,00 Via G. Bodoni, 59 - Tel. 06.5745825 ● 16.15-18.20-20.30-22.30 € 6,00-8,00 15.30-17.15-19.05-22.30-22.55 € 6,00-8,00 ♥ 15.30-17.15-19.05-20.55-22.30 € 6,00-8,00

ROYAL

Via E. Filiberto, 175 - Tel. 06.70474549 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● 15.00-17.30-20.00-22.30 € 5,00-7,00 Midnight in Paris ♥ 16.15-18.20-20.20-22.30 € 5,00-7,00 Via Girolamo Induno, 1 - Tel. 06.5812495 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● 15.00-17.30-20.00-22.30 € 5,00-7,00 Via Bergamo, 25 - Tel. 06.85300948 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● 15.30-17.50-20.10-22.30 € 5,50-7,50

GREENWICH
Le idi di Marzo The Artist Miracolo a le Havre

MAESTOSO

Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Midnight in Paris ♥ Finalmente la felicità Scialla! ●

Via Appia Nuova, 416-418 - Tel. 06.45472091 15.15-17.45-20.05-22.30 € 6,00-8,00 15.00-16.55-18.50-20.45-22.40 € 6,00-8,00 16.15-18.20-20.25-22.30 € 6,00-8,00 16.15-18.20-20.25-22.30 € 6,00-8,00

SALA TROISI SAVOY

Via Collatina, 858 - Tel. 892 960 20.00-22.20 € 8,00 17.10 € 9,00 16.50-19.50-22.45 € 6,00-8,00 15.15-17.30-19.45-22.15 € 9,00-10,00 16.35-19.10-21.45 € 6,00-8,00 16.30-18.50-21.05-23.20 € 6,00-8,00 15.00-17.15 € 6,00 19.30-22.20 € 8,00 17.10-19.55-22.30 € 6,00-8,00 17.00-19.40-22.20 € 6,00-8,00 16.00-19.00-21.50 € 6,00-8,00 16.50-19.40-22.30 € 6,00-8,00 15.30-17.45-20.05-22.20 € 6,00-8,00 17.10-19.50-22.30 € 6,00-8,00

-TRX IL:15/12/11

21.56-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 69 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

69
Per amatori Finalmente la felicità Il gatto con gli stivali Via degli Scipioni, 82 - Tel. 06.39737161 Lumiere 21.00 € 5,00 Lumiere 17.00 € 5,00 Lumiere 19.00 € 5,00 Chaplin 22.30 € 6,00 ♥ Chaplin 21.00 € 6,00 ♥ Chaplin 18.30 € 6,00 Chaplin 17.00 € 6,00 Via Paisiello, 24/b - Tel. 06.8554210 16.30-18.30-20.30-22.30 € 3,00 via del Pigneto, 283 - Tel. 339.3618216 21.00 Viale delle Provincie, 41 - Tel. 06.44236021 15.30-17.50-20.10-22.30 € 3,00 Via Publio Valerio, 63 - Tel. 06.71587612 18.00-21.00 € 4,00 Via G. Reni, 2 - Tel. 06.3236588 16.00-18.10-20.20-22.30 Sala 3 Sala 4 16.30-18.30-20.30-22.30 16.30-18.30-20.30-22.30 € 7,00 € 7,00 ◆ Piacevole Buono ♥ Imperdibile

✿ Per bambini

D’Essai
AZZURRO SCIPIONI
Tristana Metropolis La Marchesa Von Quartiere Il ragazzo con la bicicletta Faust VO Il viaggio di Gesù

FRASCATI

MANZIANA

BRACCIANO

POLITEAMA
Il gatto con gli stivali 3D Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Finalmente la felicità Digitale Le idi di Marzo Digitale ● Vacanze di Natale a Cortina Digitale Il gatto con gli stivali Digitale Midnight in Paris Digitale ♥

VIRGILIO
Vacanze di Natale a Cortina Il gatto con gli stivali 3D Sala 1 Sala 2

Via Flavia, 42 - Tel. 06.9987996 17.10-20.00-22.30 16.30-18.30-20.30-22.30

CERVETERI

MODERNO
Pina 3D ♥ Sala 1

Via Armando Diaz, 29 - Tel. 06.9941525 17.30-19.30-21.30 € 9,00

L.go Augusto Panizza,5 - Tel. 06.9420479 16.00-18.10-20.20-22.30 € 10,00 16.30-19.45-22.30 € 5,50-6,50 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,50-6,50 16.00-18.10-20.20-22.30 € 5,50-6,50 15.45-18.00-20.15-22.30 € 5,50-6,50 16.15 € 5,50 18.20-20.25-22.35 € 5,50-6,50

QUANTESTORIE
Midnight in Paris ♥

Via IV Novembre, 63 - Tel. 06.9962946 17.30-19.30-21.30 € 6,00

MONTEROTONDO

MANCINI
Vacanze di Natale a Cortina 3D Finalmente la felicità Sala 1 Sala 2

Via G. Matteotti, 55 - Tel. 06.9065404 18.00-20.00-22.00 € 6,00 18.00-20.00-22.00 € 6,00

POMEZIA

CARAVAGGIO D’ESSAI
La peggior settimana…

GENZANO

MULTIPLEX LA GALLERIA

COLLEFERRO

ARISTON

CYNTHIANUM

CINECLUB ALPHAVILLE
Jabberwocky

DELLE PROVINCIE D’ESSAI
This must be the place ♥ ●

DON BOSCO
Il mio domani

TIZIANO D’ESSAI
Anonymous

Metropoli
ANZIO

Via Consolare Latina - Tel. 06.9700588 Vacanze di Natale a Cortina Tognazzi 16.00-18.10-20.15-22.30 € 5,00 Anche se è amore non si vede De Sica 16.15-18.15-20.15-22.30 € 5,00 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Leone 22.30 € 5,00 Il gatto con gli stivali 3D Leone 16.10-18.15-20.15 € 10,00 Il gatto con gli stivali 3D Visconti 22.30 € 10,00 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Visconti 17.30-20.00 € 5,00 Finalmente la felicità Fellini 16.10-18.15-20.15-22.30 € 5,00 Le idi di Marzo ● Corbucci 16.10-18.10-20.10-22.30 € 5,00 Midnight in Paris ♥ Rossellini 18.20-20.20-22.30 € 5,00 Real Steel Rossellini 16.00 € 5,00 Lo schiaccianoci Mastroianni 16.15 € 5,00 Il giorno in più Mastroianni 18.10-20.20-22.30 € 5,00 Vacanze di Natale a Cortina Troisi 17.00-19.00-21.00 € 5,00

Viale Mazzini, 9 - Tel. 06.9364484 Vacanze di Natale a Cortina Sala Verde 17.30-20.00-22.30 € 5,00 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Sala Blu 17.00-19.45-22.30 € 5,00

GROTTAFERRATA

ALFELLINI
Vacanze di Natale a Cortina Sala 1 Il gatto con gli stivali Sala 2 Sherlock Holmes: Gioco di ombre● Sala 3

Viale 1° Maggio, 88 - Tel. 06.9411664 17.30-20.00-22.30 € 5,00 17.30-20.00-22.30 € 5,00 17.30-20.00-22.30 € 5,00

Via della Motomeccanica - Tel. 06.9122893 Vacanze di Natale a Cortina Digitale Sala 1 16.30-18.30-20.30-22.30 € 6,00 Il gatto con gli stivali 3D Sala 2 16.30-18.30-20.30-22.30 € 6,00 Il giorno in più Digitale Sala 3 20.30-22.30 € 6,00 Happy Feet 2 3D ✿ Sala 3 16.30-18.30 € 6,00 Le idi di Marzo Digitale ● Sala 4 16.30-18.30-20.30-22.30 € 6,00 Finalmente la felicità Sala 5 16.30-18.30-20.30-22.30 € 6,00 Sherlock Holmes: Gioco di ombre● Sala 6 16.00-18.10-20.20-22.30 € 6,00

SAN VITO ROMANO

CINEMA TEATRO CAESAR Via Remigio De Paolis - Tel. 06.95479184
Riposo

GUIDONIA MONTECELIO

PLANET - THE SPACE GUIDONIA
Anche se è amore non si vede A1 Real Steel B2 Midnight in Paris ♥ B2 Finalmente la felicità A3 Vacanze di Natale a Cortina B4 Il giorno in più A5 Il gatto con gli stivali A5 Finalmente la felicità B6 Vacanze di Natale a Cortina A7 Lo schiaccianoci 3D B8 Sherlock Holmes: Gioco di ombre● B8 Il gatto con gli stivali 3D A9 Sherlock Holmes: Gioco di ombre● B10

TIVOLI

ASTORIA
Vacanze di Natale a Cortina Il gatto con gli stivali Sala 1 Sala 2

Via G. Matteotti, 8 - Tel. 06.9831587 16.30-18.30-20.30-22.30 € 7,00 16.30-18.30-20.30-22.30 € 7,00

FIANO ROMANO

CINEFERONIA
Il gatto con gli stivali 3D Sala 1 Midnight in Paris ♥ Sala 2 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Sala 3 Sherlock Holmes: Gioco di ombre● Sala 4 Il gatto con gli stivali Sala 5 Le idi di Marzo ● Sala 6 Vacanze di Natale a Cortina Sala 7 Finalmente la felicità Sala 8 Il giorno in più Sala 9 Vacanze di Natale a Cortina Sala 10

CINEMA MODERNO MULTISALA

Piazza della Pace, 5 - Tel. 06.9844750 Finalmente la felicità Medium 16.30-18.30-20.30-22.30 € 7,00 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Magnum 17.00-19.30-22.00 € 7,00 Le idi di Marzo ● Minimum 1 16.30-18.30-20.30-22.30 € 7,00 Il gatto con gli stivali Minimum 2 16.30-18.30-20.30-22.30 € 7,00 Vacanze di Natale a Cortina Sala 1 Sherlock Holmes: Gioco di ombre● Sala 2 € 7,00 € 7,00

MULTISALA CINEMA LIDO via delle cinque Miglia - Tel. 06.98981006
16.30-18.30-20.30-22.30 16.00-18.10-20.20-22.30

Via Milano 19 - Tel. 0765.451211 15.50-17.50-20.00-22.30 € 10,00 16.00-18.10-20.20-22.30 € 4,50-7,00 16.30-19.30-22.30 € 10,00 15.30-18.40-21.40 € 4,00-5,00 15.00-17.10-19.20-21.30 € 4,50-7,00 15.50-18.00-20.20-22.40 € 4,50-7,00 15.00-17.15-19.30-21.40 € 4,50-7,00 15.00-17.00-19.00-21.00-23.00€ 4,50-7,00 15.00-17.20-19.30-21.40 € 4,50-7,00 16.10-18.20-20.30-22.40 € 4,50-7,00

Via Roma - Tel. 0774.3061 15.30-18.10-20.40-22.40 € 5,50-7,00 15.30 € 5,50 18.10-20.40-22.40 € 7,00 16.00-18.00-20.30-22.30 € 5,50-7,00 15.00-17.30-20.00-22.30 € 5,50-7,00 20.20-22.40 € 7,00 16.00-18.00 € 5,50-7,00 15.00-17.00-19.00-21.00-23.00€ 5,50-7,00 15.30-18.00-20.30-22.50 € 5,50-7,00 15.10 € 10,00 17.30-20.10-22.40 € 5,50-7,00 15.00-16.50-18.40-20.30-22.30 € 10,00 15.30-18.00-20.30-23.00 € 5,50-7,00

GIUSEPPETTI
Sala riservata Il cuore grande delle ragazze

vicolo Inversata, 5 - Tel. 0774.335087 Sala Adriana Sala Vesta 17.00-19.00-21.00 € 7,00

TOLFA

CINETEATRO CLAUDIO
Riposo

Viale d’Italia, 102 - Tel. 06.9941525

TREVIGNANO ROMANO

PALMA
Miracolo a le Havre Le idi di Marzo ♥ Sala B ● Sala A

V.le Garibaldi - Tel. 06.9999796 19.40-21.40 19.30-21.30 € 5,00

VELLETRI

AUGUSTUS MULTISALA

LADISPOLI

LUCCIOLA
Vacanze di Natale a Cortina

P.zza Martini Marescotti, 3/a - Tel. 06.99222698 17.00-19.30-22.00 € 6,50

Via Filippo Turati snc - Tel. 06.96149082 Vacanze di Natale a Cortina Sordi 16.00-18.10-20.15-22.30 € 5,00 Sherlock Holmes: Gioco di ombre ● Volontè 17.30-20.00-22.30 € 5,00 Il gatto con gli stivali 3D Fabrizi 16.00-18.10-20.15-22.30 € 5,00 Finalmente la felicità Gassman 16.00-18.10-20.15-22.30 € 5,00

1921 - IL MISTERO DI ROOKFORD

FINALMENTE LA FELICITÀ

Di Nick Murphy. Con Rebecca Hall, Dominic West, Imelda Staunton (Thriller, 2011). Nel 1921, in Inghilterra, la giovane Florence viene chiamata a investigare sulla morte di un ragazzo avvenuta in un college. Tra gli studenti aleggia la teoria della presenza di un fantasma, ma la donna è scettica. Questo finché Florence non si imbatte in una creatura soprannaturale... Adriano Multisala, The Space Cinema Parco de’ Medici, UCI Cinemas Porta di Roma, UCI Cinemas Roma Est ALMANYA LA MIA FAMIGLIA VA IN GERMANIA Di Yasemin Samdereli. Con Vedat Erincin, Fahri Ogun Yardim, Lilay Huser (Commedia, 2011). Vedi rubrica Ferzetti. Alcazar, Eden Film Center, Madison, Quattro Fontane ANCHE SE È AMORE NON SI VEDE Di Salvatore Ficarra. Di Valentino Picone. Con Salvatore Ficarra, Valentino Picone, Ambra Angiolini (Commedia, 2011). Salvo e Valentino, due amici di vecchia data, hanno una piccola e curiosa società di servizi per il turismo. Con un coloratissimo autobus inglese, accompagnano i turisti in giro per Torino. Ma la tragedia è vicina: Valentino viene lasciato dalla fidanzata di sempre! Cineland, The Space Cinema Moderno, The Space Cinema Parco de’ Medici

Di Leonardo Pieraccioni. Con Leonardo Pieraccioni, Ariadna Romero, Rocco Papaleo (Commedia, 2011). La vita di Benedetto, insegnante di musica, viene stravolta dall’invito nel programma “C’è posta per te”, di Maria De Filippi, dove viene chiamato da sua sorella Luna, brasiliana adottata a distanza dalla madre. La ragazza vuole ora conoscere il fratello e il mondo che lo circonda. Adriano Multisala, Andromeda, Atlantic, Barberini, Cineland, Diva Multisala, Empire, Galaxy, Lux, Maestoso, Roxyparioli, Savoy, Stardust Village (Eur), Starplex, The Space Cinema Moderno, The Space Cinema Parco de’ Medici, Trianon, UCI Cinemas Marconi, UCI Cinemas Porta di Roma, UCI Cinemas Roma Est HAPPY FEET 2 Di George Miller. (Animazione, 2011). Mambo, il pinguino ballerino, è oramai grande e padre di Erik che odia la danza. Mambo è disposto a tutto pur di riconquistare la stima del figlio e l’occasione arriva quando il mondo viene sconvolto da forze potenti. Il coraggio di Mambo conquista del tutto il figlio. Adriano Multisala, Cineland, Madison, Stardust Village (Eur), Starplex IL CUORE GRANDE DELLE RAGAZZE Di Pupi Avati. Con Cesare Cremonini, Micaela Ramazzotti

(Commedia, 2011). Anni Trenta. La ricca famiglia Osti deve sistemare due delle sue tre figlie. Lo sciupa femmine Carlino Vigetti, figlio di contadini, fa al caso loro e, in cambio di una moto, lo convincono a corteggiare le due ragazze. L’arrivo della figlia più piccola però, sconvolge tutti i piani. Diva Multisala, Eurcine IL GATTO CON GLI STIVALI

quarant’anni e allergico a ogni relazione stabile, per la prima volta pensa all’amore. Quando trova il coraggio di fermarla però, scopre che la ragazza è in partenza. Adriano Multisala, Andromeda, Atlantic, Cineland, Intrastevere, Lux, Madison, Savoy, Stardust Village (Eur), Starplex, The Space Cinema Moderno, The Space Cinema Parco de’ Medici, Trianon, UCI Cinemas Marconi, UCI Cinemas Porta di Roma, UCI Cinemas Roma Est LE IDI DI MARZO

LIGABUE - CAMPOVOLO Di Marco Salom. Con Luciano Ligabue (Documentario, 2011). Interamente girato in 3D, il film ripercorre la storica serata del 16 luglio 2011 quando, con la tappa conclusiva del tour Campovolo 2.0., il cantautore Luciano Ligabue si esibì a Reggio Emilia davanti a 120 mila persone. Alle hit di successo si alternarono 3 brani inediti. The Space Cinema Parco de’ Medici, UCI Cinemas Porta di Roma LO SCHIACCIANOCI Di Andrei Konchalovsky. Con Elle Fanning, Nathan Lane, John Turturro (Fantastico, 2010). Alla vigilia di Natale, la piccola Mary riceve in dono uno schiaccianoci di legno che, durante la notte, si anima trasportando la bambina in un mondo incantato minacciato però dal tirannico Re Topo. Dalla favola di Ernst Hoffman e con le musiche originali di Tchaikovsky. Adriano Multisala, Andromeda, Diva Multisala, Lux, Madison, Nuovo Cinema Aquila, Stardust Village (Eur), Starplex, The Space Cinema Parco de’ Medici, UCI Cinemas Porta di Roma, UCI Cinemas Roma Est MIDNIGHT IN PARIS

Eden Film Center, Eurcine, Fiamma, Giulio Cesare, Intrastevere, Jolly, King, Lux, Madison, Maestoso, Mignon, Nuovo Olimpia, Odeon Multiscreen, Roxyparioli, Royal, Starplex, Tibur, UCI Cinemas Marconi, UCI Cinemas Porta di Roma, UCI Cinemas Roma Est REAL STEEL Di Shawn Levy. Con Hugh Jackman, Dakota Goyo, Evangeline Lilly (Azione, 2011). La boxe oramai è uno sport tecnologico per soli robot. Charlie, ex pugile, vive allenando robot per incontri sempre più lucrosi. Improvvisamente viene raggiunto dalla notizia della morte della sua ex fidanzata e dell’affidamento del figlio di 11 anni che non ha mai conosciuto. Cineland, Stardust Village (Eur), Starplex, The Space Cinema Parco de’ Medici, UCI Cinemas Porta di Roma, UCI Cinemas Roma Est SCIALLA! Di Francesco Bruni. Con Fabrizio Bentivoglio, Barbora Bobulova, Vinicio Marchioni (Commedia, 2011). Vedi rubrica Ferzetti. Adriano Multisala, Andromeda, Atlantic, Barberini, Cineland, Eurcine, Galaxy, Lux, Madison, Maestoso, The Space Cinema Parco de’ Medici, UCI Cinemas Marconi SHERLOCK HOLMES: GIOCO DI OMBRE

però una nuova acuta mente criminale, il Professor Moriarty, con una intelligenza pari a quella di Holmes potrebbe mettere in grande difficoltà il detective più famoso del mondo. Adriano Multisala, Ambassade, Andromeda, Atlantic, Barberini, Broadway, Ciak, Cineland, Doria, Embassy, Galaxy, Gregory, Jolly, Lux, Madison, Maestoso, Nuovo Cinema Aquila, Nuovo Olimpia, Odeon Multiscreen, Royal, Sala Troisi, Savoy, Stardust Village (Eur), Starplex, The Space Cinema Moderno, The Space Cinema Parco de’ Medici, UCI Cinemas Marconi, UCI Cinemas Porta di Roma, UCI Cinemas Roma Est VACANZE DI NATALE A CORTINA

Di Chris Miller. (Animazione, 2011). Uno dei personaggi più amati della saga di Shrek, il Gatto con gli Stivali, prima di entrare nella “banda” dell’orco verde era già un combattente ammaliatore e fuorilegge. In quest’avventura deve ritrovare l’Oca dalle uova d’oro e sottrarla ai due fuorilegge Jack e Jill. Adriano Multisala, Ambassade, Andromeda, Atlantic, Broadway, Cineland, Diva Multisala, Doria, Galaxy, Jolly, Lux, Madison, Nuovo Cinema Aquila, Odeon Multiscreen, Reale, Roxyparioli, Savoy, Stardust Village (Eur), Starplex, The Space Cinema Moderno, The Space Cinema Parco de’ Medici, Trianon, UCI Cinemas Marconi, UCI Cinemas Porta di Roma, UCI Cinemas Roma Est IL GIORNO IN PIÙ Di Massimo Venier. Con Fabio Volo, Isabella Ragonese, Pietro Ragusa (Commedia, 2011). Ogni mattina, Giacomo Bonetti prende il tram e, ogni mattina, viene folgorato dallo sguardo di una sconosciuta. Lui,

Di George Clooney. Con George Clooney, Ryan Gosling, Philip Seymour Hoffman (Drammatico, 2011). Stephen viene ingaggiato nell’ufficio stampa del governatore Mike Morris, candidato alla presidenza del Partito Democratico, durante le primarie in Ohio. Quando viene coinvolto in uno scandalo politico, scopre quanto il mondo politico sia attraversato da intrighi e scorrettezze. Admiral, Alhambra, Andromeda, Barberini, Cineland, Eurcine, Fiamma, Giulio Cesare, Greenwich, Lux, Mignon, Roxyparioli, Starplex, Tibur, Trianon, UCI Cinemas Marconi, UCI Cinemas Porta di Roma, UCI Cinemas Roma Est LE NEVI DEL KILIMANGIARO Di Robert Guediguian. Con Ariane Ascaride, Jean Pierre Darroussin, Gérard Meylan (Drammatico, 2011). Vedi rubrica Ferzetti. Fiamma, Nuovo Sacher

Di Woody Allen. Con Owen Wilson, Marion Cotillard, Adrien Brody (Commedia, 2011). Vedi rubrica Ferzetti. Alhambra, Ambassade, Andromeda, Antares, Ciak, Cineland,

Di Guy Ritchie. Con Robert Downey Jr (Fantastico, 2011). Sherlock Holmes non ha mai avuto rivali. Ora

Di Neri Parenti. Con Christian De Sica, Sabrina Ferilli, Ricky Memphis (Commedia, 2011). Cortina, Natale 2011. Un gruppo variopinto di italiani si trasferisce a Cortina per trascorrere le consuete vacanze di Natale in compagnia, tra malintesi, scappatelle ed esilaranti equivoci. Adriano Multisala, Andromeda, Antares, Atlantic, Broadway, Cineland, Diva Multisala, Doria, Europa, Galaxy, Jolly, Lux, Madison, Odeon Multiscreen, Reale, Stardust Village (Eur), Starplex, The Space Cinema Moderno, The Space Cinema Parco de’ Medici, Trianon, UCI Cinemas Marconi, UCI Cinemas Porta di Roma, UCI Cinemas Roma Est

-TRX IL:15/12/11

22.18-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 70 - 16/12/11-N:

70
RAI UNO
MATTINA
6.30 Tg 1 Informazione. All’interno Previsioni sulla viabilità - Cciss Viaggiare informati 6.45 Unomattina per Telethon Attualità. Condotto da Elisa Isoardi, Franco Di Mare. Con Georgia Luzi, Savino Zaba. All’interno Che tempo fa; Tg 1; Tg 1 L.I.S.; Tg Parlamento; Tg1 Focus; Tg 1 Flash 10.55 Che tempo fa Informazione 11.00 Tg 1 Informazione 11.05 Occhio alla spesa Rubrica di economia. Condotto da Alessandro Di Pietro 12.00 La prova del cuoco - Speciale Telethon Gioco 13.30 Telegiornale Informazione

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

RAI DUE
MATTINA
6.30 Cartoon Flakes Rubrica per ragazzi. All’interno Capitan Flamingo; I famosi 5 - Casi misteriosi; Il libro della giungla; The DaVincibles; SamSam il cosmoeroe; Topolino che risate!; L’albero azzurro; La casa di Topolino; L’apprendista Babbo Natale; Gli imbattibili Save-Ums!; Pocoyo 9.30 TGR Montagne Rubrica 10.00 Dichiarazioni di voto sulla fiducia posta dal Governo al decreto “salva Italia” “In diretta dalla Camera dei Deputati” Attualità 11.00 I Fatti Vostri Attualità. 13.00 Tg 2 Giorno Informazione 13.30 Tg 2 Costume e Società Rubrica 13.50 Tg 2 Eat Parade Rubrica

RAI TRE
MATTINA
7.00 TGR Buongiorno Italia Attualità 7.30 TGR Buongiorno Regione Attualità 8.00 Agorà Attualità. Condotto da Andrea Vianello 10.00 Rai 150 anni. La storia siamo noi “Elisabetta II. L’incoronazione di una regina” Rubrica di storia 11.00 Apprescindere Talk show. Condotto da Michele Mirabella 12.00 Tg 3 Informazione Rai Sport Notizie Informazione 12.25 Tg 3 Fuori Tg Attualità 12.45 Le storie - Diario italiano Attualità. Condotto da Corrado Augias 13.10 La strada per la felicità Telefilm. Con Karin Ugowski

CANALE 5
MATTINA
6.00 Tg 5 Prima pagina Attualità. All’interno Traffico; Meteo 5; Borse e Monete 8.00 Tg 5 Mattina Informazione 8.40 La telefonata di Belpietro Attualità 8.50 Mattino cinque Show. Condotto da Federica Panicucci, Paolo Del Debbio. All’interno Grande Fratello; Tg 5 Ore 10 11.00 Forum Rubrica di costume. Condotto da Rita Dalla Chiesa 13.00 Tg 5 - Meteo 5 Informazione 13.40 Beautiful Soap Opera 14.10 CentoVetrine Teleromanzo. Con Linda Collini, Luca Capuano, Pietro Genuardi, Marianna De Micheli

ITALIA 1
MATTINA
8.20 Duffy Duck Cartoni 8.25 Lupo De Lupis Cartoni 8.30 Una mamma per amica “Una nuova Lorelai - Lavori in casa” Telefilm. Con Lauren Graham, Alexis Bledel 10.35 Grey’s Anatomy “Questione di equilibrio - 17 secondi” Telefilm. Con Ellen Pompeo, Sandra Oh, Justin Chambers 12.25 Studio Aperto - Meteo Informazione Studio Sport - Anticipazioni Informazione 13.00 Studio Sport Informazione 13.40 I Simpson Cartoni 14.35 Dragon Ball Cartoni

RETE 4
MATTINA
9.40 Monk “Il sig. Monk e il rapinatore miliardario” Telefilm. Con Tony Shalhoub, Jason Gray-Stanford, Ted Lavine 10.50 Ricette di famiglia Rubrica di gastronomia. Condotto da Davide Mengacci 11.25 Anteprima Tg 4 Informazione 11.30 Tg 4 - Telegiornale - Meteo Informazione 12.00 Detective in corsia “Il rapimento, 1ª parte” Telefilm. Con Dick Van Dyke, Victoria Rowell 13.00 La signora in giallo “L’ultimo volo del Dixie Damsel” Telefilm 13.50 Il tribunale di Forum - Anteprima Rubrica di costume

LA 7
MATTINA
6.00 Tg La7 - Meteo Informazione 6.55 Movie Flash Rubrica di cinema 7.00 Omnibus Attualità. All’interno Tg La7 9.40 Coffee Break Attualità. Condotto da Tiziana Panella 10.35 L’aria che tira Attualità. Condotto da Myrta Merlino 11.25 SOS Tata Reality Show 12.25 I menù di Benedetta Rubrica di gastronomia. Con Benedetta Parodi 13.30 Tg La7 Informazione 14.05 I predatori della vena d’oro Film Avventura. Di Charlton Heston. Con Charlton Heston, Kim Basinger, Nick Mancuso, John Marley

POMERIGGIO
14.00 Tg 1 Economia Rubrica di economia Tg1 Focus Attualità 14.10 Telethon Attualità. Condotto da Fabrizio Frizzi 15.15 La vita in diretta - Speciale Telethon Attualità. Condotto da Marco Liorni, Mara Venier. All’interno Tg Parlamento; Previsioni sulla viabilità; Tg 1; Che tempo fa 18.50 L’Eredità Quiz. Condotto da Carlo Conti

POMERIGGIO
14.00 L’Italia sul Due Rubrica 16.10 Ghost Whisperer “Il diritto di andarsene” Telefilm 16.50 Hawaii Five-0 Telefilm. 17.45 Tg 2 Flash L.I.S. - Meteo 2 Informazione 17.50 Rai Tg Sport Informazione 18.00 Dichiarazioni di voto finale al decreto “salva Italia” “In diretta dalla Camera dei Deputati” Attualità 20.00 Telethon Attualità.

POMERIGGIO
14.00 14.20 14.50 15.00 15.30 15.55 17.40 Tg Regione - Tg Regione Meteo Tg 3 - Meteo 3 Informazione TGR Leonardo Rubrica di scienza Tg 3 L.I.S. Informazione Lassie Telefilm Cose dell’altro Geo Gioco Geo & Geo Rubrica di natura. Con Sveva Sagramola. All’interno Meteo 3 19.00 Tg 3 Informazione 19.30 Tg Regione - Tg Regione Meteo Informazione

POMERIGGIO
14.45 Uomini e donne Talk show. Condotto da Maria De Filippi 16.15 Amici Real Tv 16.55 Pomeriggio cinque Show. Condotto da Barbara D’Urso. All’interno Tg 5 minuti 18.50 The Money Drop Quiz. Condotto da Gerry Scotti. All’interno Tg 5 - Anticipazione 20.00 Tg 5 - Meteo 5 Informazione

POMERIGGIO
15.00 Big Bang Theory Situation Comedy. Con Johnny Galecki 15.35 No Ordinary Family Telefilm 16.25 La vita secondo Jim “Un concerto importante” Situation Comedy 16.50 Giovani campionesse Telefilm 17.45 Dragon Ball Cartoni 18.30 Studio Aperto - Meteo 19.00 Studio Sport Informazione 19.25 Dr. House - Medical Division “Mr. Jekyll e Dott. House” Telefilm

POMERIGGIO
14.05 Il tribunale di Forum “Sessione pomeridiana” Rubrica di costume 15.35 Sentieri Soap Opera 16.05 L’amore ha due facce Film Commedia. Di Barbra Streisand. Con Barbra Streisand, Jeff Bridges, Lauren Bacall, Pierce Brosnan 18.55 Tg 4 - Telegiornale - Meteo Informazione 19.35 Tempesta d’amore Soap Opera 20.30 Walker Texas Ranger “Il vendicatore” Telefilm

POMERIGGIO
16.15 Atlantide - Storie di uomini e di mondi Documentario. Condotto da Greta Mauro 17.25 Movie Flash Rubrica di cinema 17.30 The District “Una morte assurda Caccia al poliziotto” Telefilm. Con Craig T. Nelson, Roger Aaron Brown, Sean Patrick Thomas 19.20 G Day Tg Satirico. Condotto da Geppi Cucciari 20.00 Tg La7 Informazione

SERA
20.00 Telegiornale Informazione 20.30 Qui Radio Londra Attualità 20.35 Soliti ignoti Gioco. Condotto da Fabrizio Frizzi 21.10 I migliori anni de I migliori anni Show. Condotto da Carlo Conti. All’interno Tg1 60 secondi 23.35 Tv7 Attualità

SERA
20.30 Tg 2 20.30 Informazione 21.05 Speciale Voyager - 2012: Perché il mondo non finirà Rubrica di scienza. Condotto da Roberto Giacobbo 23.10 Tg 2 Informazione 23.25 Telethon Attualità. Condotto da Fabrizio Frizzi

SERA
20.00 20.20 20.35 21.05 La crisi. In 1/2 h Attualità Blob Attualità Un posto al Sole Teleromanzo La Grande Storia “Polenta e macaroni” Documenti 23.15 Il sangue verde Film Documentario. Di Andrea Segre. Con Abraham Kwasi Appiah

SERA
20.30 Striscia la notizia - La voce della contingenza Tg Satirico. Condotto da Ezio Greggio, Enzo Iachetti 21.10 Kalispera! Show. Condotto da Alfonso Signorini 0.30 Mai dire Grande Fratello Show. Con Gialappa’s Band 1.15 Tg 5 Notte - Meteo 5 Informazione

SERA
20.20 C.S.I. - Scena del crimine “Giro di vite” Telefilm 21.10 Io, Robot Film Fantascienza. Di Alex Proyas. Con Will Smith, Bridget Moynahan, Alan Tudyk 23.25 Codice Magnum Film Azione. Di John Irvin. Con Arnold Schwarzenegger, Kathryn Harrold

SERA
21.10 Quarto grado Attualità. Condotto da Salvo Sottile. Con Sabrina Scampini 23.45 Storie di confine Reportage 0.30 Il giardino delle vergini suicide Film Drammatico. Di Sofia Coppola. Con Kirsten Dunst, Josh Hartnett, James Woods, A.J. Cook. All’interno Tg 4 Night News; Meteo

SERA
20.30 Otto e mezzo Attualità. Condotto da Lilli Gruber 21.10 Italialand - Nuove attrazioni Show. Condotto da Maurizio Crozza 23.05 Italialand - Antiche attrazioni Show. Condotto da Maurizio Crozza 23.30 Sotto canestro Rubrica sportiva. Condotto da Ugo Francica Nava

NOTTE
0.35 L’appuntamento “Scrittori in tv” Rubrica di costume. Condotto da Gigi Marzullo 1.05 Tg 1 - Notte Informazione Tg1 Focus Attualità 1.35 Che tempo fa Informazione 1.40 Qui Radio Londra Attualità 1.45 Sottovoce - Speciale Telethon Rubrica di costume

NOTTE
1.10 Tg Parlamento Rubrica di politica 1.20 Meteo 2 Informazione 1.25 Appuntamento al cinema Rubrica di cinema 1.30 L’Italia sul Due Rubrica 3.30 Secondo Canale Videoframmenti 4.10 Università Telematica Internazionale UniNettuno Documenti.

NOTTE
0.00 TG3 Linea Notte Informazione. All’interno TG Regione 1.00 Meteo 3 Informazione 1.05 Appuntamento al cinema Rubrica di cinema 1.10 Art News Rubrica di arte 1.40 ApriRai Rubrica di media e comunicazione. Condotto da Cinzia De Ponti

NOTTE
1.45 Striscia la notizia - La voce della contingenza Tg Satirico 2.05 Uomini e donne Talk show. Condotto da Maria De Filippi 2.50 Mediashopping Televendita 3.05 Amici Real Tv 3.45 Grande Fratello Real Tv 4.00 Acapulco H.E.A.T. “Il fantasma” Telefilm. Con Catherine Oxenberg

NOTTE
1.35 Poker1Mania Show. Con Ciccio Valenti, Luca Pagano 2.30 Studio Aperto - La giornata Informazione 2.45 Highlander “La vendetta della spada Amico immortale” Telefilm. Con Adrian Paul 4.15 Mediashopping Televendita

NOTTE
2.35 5 bambole per la luna d’agosto Film Thriller. Di Mario Bava. Con William Berger, Ira von Fürstenberg, Maurice Poli, Edwige Fenech 3.50 Mediashopping Televendita 4.05 Corte marziale Film Western. Di Roberto Mauri. Con Vassili Karis, Craig Hill, Jack Betts, Salvatore Billa 5.40 Peste e corna Attualità

NOTTE
0.05 Tg La7 Informazione 0.15 (ah)iPiroso Attualità. Condotto da Antonello Piroso 1.10 Prossima Fermata Attualità. Condotto da Federico Guiglia 1.25 G Day Tg Satirico
LEGENDA: in rosso i film, in blu l’informazione, in verde lo sport

IL SATELLITE

DA NON PERDERE
Giudice Amy Telefilm Will & Grace Telefilm Off the Map Telefilm Medium Telefilm Drop Dead Diva Telefilm S.O.S. Tata Show Tesoro, salviamo i ragazzi! Show The Big C Telefilm The Big C Telefilm

DIGITALE TERRESTRE

SKY CINEMA 1 HD
15.30 Fair Game - Caccia alla spia Film Biografico 17.20 Burlesque Film Musicale 19.25 I due presidenti Film Tv Drammatico 21.00 Sky Cine News Rubrica 21.10 Christmas In Wonderland Film Commedia 22.55 La versione di Barney Film Drammatico

FOX LIFE
16.45 17.40 18.10 19.05 20.05 21.00 22.00 23.00 23.30

IO, ROBOT
Italia 1, ore 21.10 Nel 2035 i robot sono diventati un elettrodomestico, presente in ogni casa. Dopo la morte del loro inventore però, il dottor Lanning, il detective Spooner inizia a indagare e scopre che i suoi dubbi sono fondati: i robot possono costituire una seria minaccia...

CODICE MAGNUM
Italia 1, ore 23.25 Radiato dall’Fbi per i suoi metodi sbrigativi, Mark Kaminski si dà da fare per trovare gli assassini del figlio di Harry, un giovane ex collega. Dopo aver simulato la propria morte, si infiltra tra i ranghi famiglia mafiosa dei Petrovita.

L’AMORE HA DUE FACCE
Rete 4, ore 16.05 Rose insegna “letteratura romantica” alla Columbia University. Gregory insegna matematica alla stessa università, è reduce da una serie di relazioni passionali ed è alla ricerca di un rapporto fondato sull’amicizia e sul rispetto reciproco.

IL GIARDINO DELLE VERGINI…
Rete 4, ore 0.30 Una storia vera per l’opera prima di Sofia Coppola. Le 5 sorelle Lisbon vivono in una piccola cittadina dell’Oregon insieme ai genitori, tradizionalisti e antiquati. Tutto cambia quando la più giovane, Cecilia, si suicida.

STUDIO UNIVERSAL
13.55 Hollywood o morte! Film Commedia 15.45 Paris, Texas Film Drammatico 18.15 Focus Show 18.22 La mia via Film Commedia 21.15 Dracula di Bram Stoker Film Drammatico 23.25 Stregata dalla luna Film Commedia

SKY CINEMA FAMILY
17.10 Che bella giornata Rubrica 17.30 Save the Last Dance Film Commedia 19.25 Cool Dog Film Commedia 21.00 Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo: Il ladro di fulmini Film Avventura 23.05 The Twilight Saga: Eclipse Film Fantastico

DISCOVERY CHANNEL
17.00 L’ultimo sopravvissuto Documentario 18.00 Miti da sfatare Documentario 19.00 Factory Made Documentario 19.30 Factory Made Documentario 20.00 Top Gear Documentario 21.00 Epidemie killer Documentario 22.00 Dual Survival Documentario 23.00 River Monsters Documentario

PREMIUM CINEMA

ASCOLTI

RAIUNO

Il mistery batte Vespa
L’esordio de I cerchi nell’acqua, la miniserie mistery di Canale 5, sfiora i 4 milioni e si aggiudica il prime time di mercoledì. La coppia Alessio Boni (nella foto) e Vanessa Incontrada è stata seguita da 3.963.000 con uno share del 15.05%. Su Rai1 Porta a porta Primaserata ha ottenuto 3.404.000 (share 14.87%). Su Rai3 Chi l’ha visto? è stato seguito da 3.046.000 (share 11.91%), mentre su Rai2 il concerto di Andrea Bocelli One Night In Central Park ha registrato 2.650.000 (share 9.76%). Su Italia 1 Colorado Remix ha ottenuto 2.407.000 (share 10.95%). Nell’access prime time è leader Striscia la notizia su Canale 5 con 6.313.000 (share 22.12%), programma più visto della giornata; i Soliti ignoti su Rai1 ottiene 4.831.000 (share 16.91%). Per l’edizione serale dei telegiornali, il Tg1 ha ottenuto 5.656.000 (22.05%), il Tg5 5.250.000 (20.52%) e il TgLa7 2.968.000 (share 11.45%). L’intervento di Enrico Mentana in apertura, dalle 19.57 alle 20.04 ha ottenuto 2.700.000 (share 11.06%). Su Sky, in prime time l’audience media dei canali è stata di 2.049.878 spettatori con il 7,4% di share. In seconda serata lo share è stato dell’8,4% e nell’intera giornata del 7,3%.

I 30 anni di Quark
SuperQuark, prima del 1995 semplicemente Quark, compie trent’anni e festeggia su Rai1 con tre appuntamenti, il primo dei quali, lunedì alle 21,10, è una sorta di dietro le quinte. Piero Angela (nella foto) parlando a Viale Mazzini, ha sottolineato che «la prima volta che siamo andati in onda, nel 1981, c’era ancora l’Unione Sovietica e il telefonino e internet erano ben lontani. Dopo trent’anni rivedendo quelle immagini, mi accorgo che non sono cambiato solo io, ma anche il mondo che abbiamo cercato di raccontare, stando sempre un passo più in là». Il primo speciale è un’occasione «per comprendere come scienza e tecnologia abbiano cambiato il nostro modo di vivere e la comprensione del mondo. Il linguaggio usato per raccontarlo è rimasto lo stesso. Perchè entrando nelle case degli italiani siamo diventati parenti dei telespettatori». Angela ha ricordato di aver «avuto in studio, tanti anni fa, anche l’attuale presidente della Repubblica Napolitano, e il premier Mario Monti. Oggi sarebbe bello poterli riascoltare insieme». Superquark è riuscito ad affrontare temi complessi utilizzando animazioni, esperimenti, i cartoni di Bruno Bozzetto, ma anche fiction e candid camera. Il gradimento si traduce anche in termini di ascolto, visto che il programma, nella scorsa edizione, ha vinto 11 prime serate su 12 nel prime time di Rai1.

15.13 Davanti ai tuoi occhi Cortometraggio 15.51 Basic Film Azione 17.36 Giustizia privata Film Thriller 19.32 Buried - Sepolto Film Thriller 21.15 Scott Pilgrim vs. the World Film Commedia 23.15 Sherlock Holmes Film Azione 1.32 Repo Men Film Fantascienza

PREMIUM CALCIO
20.19 Graffiti Tribu Del Calcio 20.30 All Sport News 20.45 Calcio, Serie B 2011 - 2012 Livorno - Brescia (Diretta) 21.45 Calcio, Serie B 2011 - 2012 Livorno - Brescia (Diretta) 22.39 Serie B Live 2011/12 23.00 La tribù del calcio 2011/12 23.33 La tribù del calcio 2011/12

SKY CINEMA MAX HD
11.45 Universal Soldier: Regeneration Film Fantascienza 13.25 Solomon Kane Film Azione 15.10 Green Zone Film Azione 17.05 Aracnofobia Film Thriller 18.55 1 km da Wall Street Film Drammatico 21.00 The Watch Film Tv Horror 22.35 King Arthur Film Avventura

NATIONAL GEOGRAPHIC
17.50 Indagini ad alta quota Doc. 18.50 Megastrutture: Dubai: arcipelago Mondo Documentario 19.55 Megafabbriche - Lamborghini Documentario 20.55 Gli indistruttibili Documentario 21.55 L’impero della droga - Cannabis Documentario 22.55 Megastrutture: Dubai: arcipelago Mondo Documentario

MYA
19.03 Le cose che amo di te IV Situation Comedy 19.32 Close to Home II - Giustizia ad ogni costo Telefilm 20.25 One Tree Hill VI Telefilm 21.15 Grey’s Anatomy VI Telefilm 22.45 King Chicken Cortometraggio 22.47 Mya Mag Rubrica 23.00 Love Actually - L’amore davvero Film Commedia

SKY SPORT 1 HD
17.55 18.25 19.00 20.00 20.40 Futbol Mundial Highlights Serie B Domani si gioca (Diretta) Prepartita (Diretta) Calcio, Serie B Livorno - Brescia (Diretta) 22.45 Postpartita (Diretta) 23.15 Domani si gioca 0.15 Premier League World

HISTORY CHANNEL
20.05 Affari di famiglia: Cabriolet anni ‘60 Documentario 20.30 Affari di famiglia: Cappello da star Documentario 21.00 Il fascismo a colori Documentario 23.05 A caccia di tesori: Un cliente famoso Documentario 0.05 Affari di famiglia: Una Jaguar da sogno Documentario

SKY SPORT 2 HD
15.00 15.30 16.30 18.30 19.05 20.00 21.00 Countdown to London PGA European Tour Weekly Golf, JBWere Masters 2ª giornata Countdown to London Wrestling, WWE NXT Ep. 25 Wrestling, WWE Superstars Ep. 25 Wrestling, WWE Domestic Smackdown! Ep. 25 22.45 Obiettivo Londra 2012 Studio

JOI
16.01 16.52 17.41 18.32 19.24 20.11 21.15 22.04 22.55 Monk VIII Telefilm V II Telefilm V II Telefilm Packed to the Rafters I Telefilm The Cleaner I Telefilm Camelot I Telefilm Royal Pains III Telefilm Royal Pains III Telefilm Americana Show

FOX HD
18.15 18.45 19.10 20.05 21.00 22.50 23.40 0.35 1.00 Tutto in famiglia Telefilm La vita secondo Jim Telefilm Lie to Me Telefilm I Simpson Telefilm White Collar Telefilm I signori della fuga Telefilm I signori della fuga Telefilm I Griffin Telefilm American Dad Telefilm

STEEL
16.45 Chuck IV Telefilm 17.35 Studio 60 on the Sunset Strip Telefilm 18.20 Codice Rosso Telefilm 19.20 Codice Rosso Telefilm 20.25 Chuck IV Telefilm 21.15 Supernatural III Telefilm 22.00 Supernatural III Telefilm 22.50 Rollerball Film Drammatico 1.00 Smallville III Telefilm

-TRX IL:15/12/11

21.35-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 71 - 16/12/11-N:

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

71
A.A.A.A.A.A. tel.380/37.12.121 SAN.PAOLO A.A.A. TUSCOLANA.GRA splendida italiana telefono 345/24.05.582 sempre A.A.A. ZONA.CENTOCELLE ragazza asiatica delicata chiamami 388/95.49.488 A.A. BAGNI.DI.TIVOLI bellissima ragazza cinese chiamami 320/27.111.35 A.A. CENTOCELLE bellissima nera sexy curve d'urlo chiamami 380/19.46.625 A.A. CENTOCELLE mai visto così carina cinese chiamami 327/88.12.535 A.A. CLODIO dolcissima biondina argentina nessun limite chiamami 340.08.36.371 A.A. FRASCATI bellissima italiana lunghissime coccole naturali chiamami 340/12.96.310 A.A. FURIO Camillo bellissima sexy dolce chiamami 389.00.53.185 A.A. MARCONI italianissima femmina accattivante focosissima sfrenata chiamami 338/20.26.054 A.A. MARCONI Polacca snella decoltè esorbitante focosissima chiamami 335/61.74.875 A.A. MONTE.SACRO adorabile biondina esuberante decoltè Cercami 06.87190382 A.A. PALMIRO.TOGLIATTI novita' bellissima taylandese tutto chiamami 393.504.15.76 A.A. SAN.GIOVANNI bravissima bellissima chiamami 06/77.07.69.94 anche serale A.A. SAN.GIOVANNI strepitosa thailandese dolcissima disponibile chiamami 349/40.75.384 A. CIRCONVALLAZIONE.GIANICOLENSE Olga stupenda moretta viso d'angelo chiamami 377/27.16.262 A. CLODIO novità infinite emozioni giocherellona indimenticabile decoltè chiamami 327/947.8169 A. FIUMICINO Jessica espertissima bulgara passionale sconvolgente decoltè chiamami 320/44.71.547 A. FIUMICINO novità frizzantissima ragazza dolce tutta tua 389/90.89.545 A. PARIOLI passionale lunghissime emozioni naturali grande decoltè chiamami 347.05.85.892 A. PIAZZA.BOLOGNA signora matura sempre Via Re Tancredi 8 int. 4/a A. PONTE.NONA nuovissima meravigliosa ragazza tutta tua chiamami 346.60.66.531 A. PORTA.DI.ROMA novità bella spagnola decoltè cercami 388/16.24.809 A. PORTA.DI.ROMA spettacolare novità affascinante snella chiamami 320/08.09.298 A. RE.ROMA Alessandra italiana disponibile unica indimenticabile chiamami 388/32.40.336 A. SAN.GIOVANNI bella signora italiana intrigante capricciosa chiamami 346/03.20.998 ARDEA BRASILIANISSIMA KHELLY SUPERSEXISSIMA STRAPASSIONALE NATURALISSIMA STATUARISSIMA IMPAZZIRAI VEDIAMOCI 389/54.12.229 ARDEA novità bellissima ragazza sexy disponibile 100% cercami 06/91.30.619340/66.00.275 ARDEA.LITORALE sexy appassionata dolce amante disponibile chiamami 06/91.33.646331/40.13.855 BELLISSIMA bionda incantevole decoltè esuberante naturale Corso Francia chiamami 389/89.72.051 BOCCEA abbagliantissima ragazza ungherese disponibile tutto pazientissima chiamami 340.42.47.189 sempre CENTOCELLE freschissima thailandese curve pazzesche momenti naturalissimi pazientissima chiamami 389/46.52.840 CENTOCELLE nuovissima argentina disponibile faccio tutto emozioni naturali chiamami 342/01.36.281 CIPRO affascinante Strabellissima Russa alto livello ambiente riservato contattami 334/26.77707 CIRCONVALLAZIONE.GIANICOLENSE deliziosa bionda provami tutta curve pazzesche chiamami 320/19.21.339 COREANA bella dolce snella disponibile relax San Pietro tel.366.717.82.99 CORSO.FRANCIA dolcissima ragazza bravissima veramente emozioni naturali chiamami 366/89.34.021 CORSO.FRANCIA novità succulentissima moretta indimenticabile completamenta tua chiamami 342/74.18.496 CORTINA.D'AMPEZZO adorabile biondina pazientissima tutto disponibile naturalissima cercami 389.53.05.367 CURVE da urlo Talenti succulento decoltè intense emozioni chiamami 06/82.31.11 DRAGONA indipendente appena arrivata bellissima bionda tutta disponibile chiamami 348/43.74.953 ELEGANTE alto livello ambiente pulito cene d'affari Susy 388/92.15.101 EUR nuovissima mulatta tutta disponibile arte al naturale chiamami 333.57.109.26 EUR via Amsterdam 114 int. 10 Lady maggioratissima sempre EUR.TORRINO nuovissima naturali 100% espertissima fino fine chiamami 328/48.31.807 FIANO.ROMANO Moana rinnovata ritorna splendida sempre telefono 06/62.20.59.38349/55.79.029 FIUMICINO bellissima strepitosa coinvolgenti emozioni decoltè irresistibile sentiamoci 327/16.15.397 FIUMICINO novita' sconvolgente sensazioni travolgente decolte' chiamami 320.64.84.193 anche domani FRASCATI nuovissima emozioni abbondantissimo decoltè pazientissima espertissima tutto cercami 346.73.30.460 GIANICOLENSE nuovissima abbondandissimo decoltè tutto 100% naturale chiamami 342/16.08.800 sempre ITALIANA bellissima emozioni naturali anche domani contattami 334/38.93.133 San Pietro ITALIANISSIMA bellissima dolcissima pugliese 9,00 22,00 Cinecitta' Anagnina chiamami 338.98.42.423 MONTE.MARIO primizia strabellissima disponibile forti emozioni indimenticabili chiamami 334/333.22.55 MONTE.SACRO bellissima bruna pazientissima 100% disponibile chiamami 333.96.77.250 tardissimo MONTEVERDE abbagliantissima panamense disponibile tutto emozioni naturali coccolona cercami 320.86.19.513 MONTEVERDE irresistibile abbagliantissima giapponesina snellissima decoltè naturalissima tutto cercami 329.60.43.748 MURA.LATINE nuovissima giovanile signora emozioni garantite decoltè chiamami 327/66.04.720 NOVITÀ SEGRETERIA 345/87.26.741 SOGNERAI DA SVEGLIO MORETTA SNELLISSIMA CURVE PERICOLOSE OSTIA provocantissima Serena pazientissima emozioni naturali piacevoli 100% conosciamoci 345/446.71.30 OSTIA sexy Alexia amante delle fantasie infinite distinti chiamami 329/29.34.332 PIAZZA.BOLOGNA eccitante bionda provocantissima deliziosa irresistibile decoltè chiamami 380.74.88.816 PIAZZA.LODI matura sexy disponibile decoltè naturale esperta chiamami 342.63.93.483 CENTOCELLE nuovissima smaliziata ragazza lunghissime emozioni naturali chiamami 339/17.01.206 tardissimo CIAMPINO nuovissima bulgara elegantissima snella sexy impazzirai tutto chiamami 348.42.86.040 A.A.A.A.A.A. TRASTEVERE.STAZIONE tel.327/19.77.199 A.A.A.A.A. ALTRUI nuovissima ragazza chiamami 320/40.32.220 A.A.A.A.A. BALDO.UBALDI cinese chiamami 366.71.77.009 A.A.A.A.A. BATTISTINI cinese bellissima tel.334/76.055.53 A.A.A.A.A. CASILINA orientale bellissima tel.327/17.55.353 A.A.A.A.A. CASSIA tel.380/37.19.588 carina giapponese

PIAZZA.VITTORIO novità buon Natale con una giapponesina conosciamoci 327/97.19.243

PIAZZALE.PROVINCE Silvia seducente veramente irresistibile provocante decoltè conosciamoci 388/19.86.197

A.A.A.A.A. CENTOCELLE cinese sempre chiamami 388/10.50.263 A.A.A.A.A. CINESE bellissima Somalia chiamami 320/08.90.988 A.A.A.A.A. CINESE tel.366/54.01.415 Colli Portuensi

PONTE.NONA stupenda argentina bella dolce assolutamente disponibile chiamami 333/400.25.90

PORTA.MAGGIORE novità bellissima cekoslovacca bionda abbondante decoltè chiamami 329/00.79.645

A.A.A.A.A. CINESE Piazza sempione tel 331/94.43.465 A.A.A.A.A. CINESE tel.327/19.39.670 San Giovanni

PRATI bellissima ragazza americana alta snella sexy dolcissima chiamami 327/16.43.696

A.A.A.A.A. DOLCISSIME Eur novità chiamami 328/899.65.85 A.A.A.A.A. FURIO.CAMILLO tel.377/88.10.657 A.A.A.A.A. FURIO.CAMILLO tel.388/47.10.122 orientale

PROVOCANTISSIMO decoltè Gregorio VII emozioni garantite capricciosa curve chiamami 06/39.67.45.38

VENDESI ROMA FUORI GRA

IMPIEGATI E SEGRETARIE

A.A. CASSIA trans arrivata la tua preferita telefonami 380.63.68.576 A.A. PINETA.SACCHETTI novita' meravigliosa trans dotata tel.389.502.10.90 A.A. TRANS thailandese bellissima dolce molto disponibile chiamami 345/84.04.809 A. AFRODISIACA dotata ogni fantasia mulatta trans cercami 329/111.44.12 Prati A. CLODIO bellissima trans giamaicana super dotata potentissima chiamami 335/52.67.137

orientale

RE.ROMA italiana semplicemente bella vero schianto disponibile sentiamoci 06.45.44.36.91

LITORANEA NORD

S.MARINELLA CENTRO VIA BRENTA (ANGOLO VIA IV NOVEMBRE) IMPRESA VENDE DIRETTAMENTE NUOVI ATTICI SUPERPANORAMICI RIFINITI VISTA MARE POSTO AUTO COPERTO PRONTA CONSEGNA MUTUO FINO ALL'80% PER INFORMAZIONI 335.57.47.756 GIANNI. NO PROVVIGIONI.

IMMOBILDREAM.SPA Via Dora 2 Roma ricerca segretaria full time max 27 anni diplomata buona capacita' relazionale ottima conoscenza pacchetto office disponibilita' immediata per appuntamento telefonare al numero 06.854.99.11 e chiedere della Dott. ssa Teodora Mascolo

A.A.A.A.A. GIANICOLENSE bellissima cinese tel.389/48.23.896 A.A.A.A.A. GIAPPONESE Piazzale Clodio tel.366/71.76.899 A.A.A.A.A. ORIENTALE Trullo Portuense tel.327/67.10.633 A.A.A.A.A. PIAZZA.BOLOGNA tel.334/54.80.952 cinese

ROMANINA nuovissima bionda abbondante decoltè disponibile tutto impazzirai cercami 339.62.75.337

SALARIA super novità italiana da sogno provocante relax segreteria 345/80.15.965

AGENTI

SAN.GIOVANNI abbagliantissima giapponesina snellissima pazientissima disponibile tutto cercami 334.50.34.617

S.MARINELLA CENTRO VIA IV NOVEMBRE (ANGOLO VIA CIMA) IMPRESA VENDE DIRETTAMENTE APPARTAMENTI IN PALAZZINA NUOVA PRONTA CONSEGNA RIFINITI VISTA MARE, GIARDINI, TERRAZZI POSTO AUTO COPERTO. MUTUO FINO ALL'80%. PER INFORMAZIONI 335.57.47.756 GIANNI. NO PROVVIGIONI.

IMMOBILDREAM.SPA Via Dora 2 Roma seleziona venditori/venditrici max 40 anni bella presenza automuniti da inserire nel proprio staff per la vendita di appartamenti di nuova costruzione nei nostri cantieri per appuntamento telefonare al numero 06.854.99.11 e chiedere della Dott.ssa Teodora Mascolo

A. PIRAMIDE novità Alexandra trans bellissima abbondante decoltè tel.380/380.87.97 A. TERMINI trans bionda Castelfidardo 48 Studios chiamami 345/98.45.739 sempre ACILIA transex veramente femminilissima emozioni dotata tutto disponibile cercami 331.78.38.179 EUR.TORRINO nuovissima trans grandissima sensazione abbondantissimo decotè chiamami 347/69.30.109 FURIO.CAMILLO fantastica transex biondissima sexy vogliosissima sempre chiamami 349/86.82.641 MONTE.SACRO bellissima trans mulatta dotata impazzirai chiamami 380/20.30.523 sempre PIAZZA.ZAMA Debora transex grandissima sensazione indimenticabile chiamami 327/16.55.638 PRATI Transex prima volta assoluta a Roma. No anonimi 3331918723 TIBURTINA appena arrivata duplice transex super dotata chiamami 389/59.89.272388/79.90.736 TRANS femminile venezuelana diversità totale arriva capirai perche' chiamami 327.16.65.771 San Giovanni

A.A.A.A.A. PONTE.MILVIO cinese chiamami 380/20.35.453 A.A.A.A.A. PRATI favolosa indimenticabile chiamami 339/26.79.082 A.A.A.A.A. SAN.GIOVANNI tel.388/47.100.86 A.A.A.A.A. SAN.LORENZO tel.380/19.22.063 A.A.A.A.A. SAN.PAOLO 334/20.11.496 orientale

SAN.GIOVANNI nuovissima affascinante portoricana abbondantissimo decoltè naturale chiamami 389/46.83.642

INVESTIGAZIONI

SAN.PIETRO olandese irresistibile bellezza dolcezza sensualità pazientissima chiamami 333/38.67.435

cinese

AGENZIA Italia93 provenienza Carabinieri Indagini, Investigazioni, Persone Scomparse, Intelligence. Tel 06/96.38.499- 339/32.91.210

TOR.DI.QUINTO affascinante statuaria impazzirai chiamami 339/61.82.835 anche domani

cinese

tel

AFFITTASI CENTRI RELAX UFFICI.LOCALI TERRENI
A.A.A. EUR afrodisiaci dolcissimi completissimi massaggi chiamami 334/17.95.901 ROMA LARGO LANCIANI (ANGOLO CIRCONVALLAZIONE NOMENTANA) AFFITTASI BELLISSIMO NEGOZIO MQ 200 CON 8 VETRINE E SOTTONEGOZIO CARRABILE CON DESTINAZIONE COMMERCIALE MQ 400. PER INFORMAZIONI TELEFONARE 335.57.47.759

A.A.A.A.A. TUSCOLANA cinese bellissima tel.380/79.766.62 A.A.A.A.A. TUSCOLANA Giapponese bellissima tel.329/64.62.358 A.A.A.A. ALTRUI Yumiko orientale bellissima chiamami 346/62.93.606 A.A.A.A. EUR.SINGAPORE più bella chiamami 333/93.59.616 A.A.A.A. INFERNETTO strepitosa mora tutto cercami 380/18.19.128 A.A.A.A. INFERNETTO Venere nera bellissima cercami 331.123.53.43 A.A.A.A. MONTE.SACRO indiana sconvolgente chiamami 347/84.03.175 A.A.A.A. PRENESTINA Piazza Ronchi Giapponese tel.366/72.58.880 A.A.A. ACILIA novità mora mediterranea tutto chiamami 345/60.30.170

TORPIGNATTARA irresistibile giovanile signora esperta impazzirai chiamami 06/24.23.875

TORVAIANICA irresistibile nuovissima ragazza forti emozioni anche sabato sentiamoci 327/19.15.573

A.A.A. ITALIANA raffinata gentile massaggi personalizzati chiamami 06/78.53.126

TORVAIANICA nuovissima ragazza dolce sexy impazzirai chiamami anche domani 389/23.64.543

A.A.A. MEDAGLIE.D'ORO nuovissima italiana raffinata chiamami 340.518.84.56

TORVERGATA raccordo italianissima bellissima curve strepitose chiamami 333/17.63.896 anche altrui

OPPORTUNITA' D'AFFARI

A.A. STAZIONE.TUSCOLANA massaggi orientale dolcissima romantico tel.377/83.25.196

TRASTEVERE Shabana bellissima indiana tutti giorni solo italiani tel.06.68.33.102

CESSIONI
CENTRO relax massaggi orientali varie tecniche metro Marconi tel 328/88.47.272

TRIONFALE affascinante sexy provocante decoltè abbondante contattami 328/342.75.37 no anonimi

RELAZIONI SOCIALI
ACQUISTIAMO conto terzi attivita¿ industriali, artigianali, commerciali, turistiche, alberghiere, immobiliari, aziende agricole, bar. clientela selezionata paga contanti. business services telefono 02-29518014 CORSO.FRANCIA dolcissimo massaggio rilassante esotici passionali chiamami 331/30.54.606 sempre

TRIONFALE Carmelina splendidissima morettina siciliana tutta curve vogliosissima chiamami 346/577.88.48

A.A.A.A.A.A. 331/50.99.881

AURELIA

orientale

tel A.A.A. ANAGNINA Morena decoltè naturale abbondante chiamami 349.66.51.383

RICERCA PERSONALE

PIAZZA.ZAMA nuovissimo centro massaggi orientali Sinuessa 20 tel.331/78.38.038

A.A.A.A.A.A. CINESE 333/500.91.24 A.A.A.A.A.A. tel.327/97.86.074 A.A.A.A.A.A. tel.339/23.05.353

Monteverde

tel A.A.A. BOLOGNA bellissima argentina 100% decoltè tel.06/44.26.72.04

TUSCOLANA novità spettacolare mulatta super abbondantissimo decoltè coccolona chiamami 380/46.64.624

QUALIFICATI

SAN.PIETRO massaggi uomo donna ambiente elite tel.331/22.83.505- 06/63.79.017

CINESE

Termini A.A.A. MALAFEDE novità statuaria 100% decoltè tel.340/84.54.301

TUSCOLANA nuovissima bionda strabellissima veramente irresistibile gustosissimo decoltè conosciamoci 334/95.00.690

THAILANDESE integrale tantra massaggio completo novità spettacolare tel.334/32.53.415 Clodio IMMOBILDREAM.SPA Via Dora 2 seleziona un Team Manager max 40 anni laureato automunito determinato veramente motivato nella gestione delle risorse umane con esperienza pluriennale nel settore immobiliare ottimo trattamento economico escludonsi perditempo per appuntamento telefonare 06.854.99.11 e chiedere della Dott.ssa Teodora Mascolo

CINESE

Termini

A.A.A. SAN.PIETRO cinese nuova bellissima telefono 329.600.41.44 A.A.A. SIGNORA dolce fantasiosa disponibile riservatezza chiamami 333/10.17.044 A.A.A. TOGLIATTI nuovissima espertissima disponibile tutto chiamami 347.189.72.75 A.A.A. TOGLIATTI nuovissima mora pazientissima dolcissima cercami 388.05.45.010

A.A.A.A.A.A. CINESE Tiburtina chiamami 366/162.66.72 TRASTEVERE Largo F. Anzani giapponese nuovissimo massaggio romantico tel 380/37.12.091 A.A.A.A.A.A. GIAPPONESE tel.366/72.444.59 Tiburtina

VALMONTONE adorabile ragazza espertissima nessun limite soddisfazione super telefonami 320/06.08.508

VELLETRI Monica bellissima italiana dolce passionale indimenticabili emozioni cercami 3315831422

MESSAGGI

A.A.A.A.A.A. MONTEVERDE giapponese tel.331/50.94.360

Z.ACILIA splendida signora curve esplosive completo relax cercami 388.90.23.460

BUFFETTI BUSINESS: PRATI - PIAZZALE CLODIO n. 62, Roma
dal lunedì al venerdì ore 9,00-13,00/15,30-18,00

BUFFETTI BUSINESS: MONTEVERDE - VIA OZNAM n. 64, Roma
dal lunedì al venerdì ore 9,00-13,00/15,30-18,00 sabato 9,30/12,30

BUFFETTI BUSINESS Piazza Esquilino 3-4 (Zona Stazione Termini)
lunedì, venerdì ore 9,30-13/15,30-18 sabato 9,30-13

BUFFETTI BUSINESS: EUR - VIALE BEETHOVEN n. 18, Roma (metro B fermata: Eur Palasport)
dal lunedì al venerdì ore 8,30 19,30 orario continuato. sabato 9,00/13,00 / 15,30 19.00

BUFFETTBUFFETTI BUSINESS: CORSO VITTORIO EMANUELE II° n. 341, Roma Dal lunedì al venerdì ore 9,00-13,00/15,30-19,00

CENTRO PUBBLICITA’: VIA GASPARE GOZZI n. 123, Roma OSTIENSE (metro B fermata: San Paolo)
dal lunedì al vener,dì ore 9,30-13,00-14,00-18,00 sabato 9,30/12,30

BUFFETTI BUSINESS: TRIESTE - VIA SPALATO, 35/37 Roma
Dal lunedì al venerdì ore 9,00-17,30

BUFFETTBUFFETTI BUSINESS: PONTE MILVIO - VIALE PINTURICCHIO n. 32, Roma
Dal lunedì al venerdì ore 9,00-13,00/15,30-18,00 sabato 9,30/12,30

AUTOSCUOLA CARPEGNA AURELIA - BOCCEA PIAZZA CARPEGNA n. 40
dal lunedì al venerdì ore 9,00-13,00/15,45-18,00 sabato 9,30/12,30

Gli annunci per il giorno successivo devono essere inseriti dal lunedì al venerdì entro le 17,30 il sabato entro le 12,15

Piemme Spa - Servizio Accettazione annunci telefonici e informazioni -

Tel. 06.377083 e-mail: segreteria.annunci@piemmeonline.it

-TRX IL:15/12/11

21.21-NOTE:

-MSGR - 20 CITTA - 72 - 16/12/11-N:

72

IL MESSAGGERO VENERDÌ 16 DICEMBRE 2011

-TRX IL:15/12/11

21.21-NOTE:

You're Reading a Free Preview

Descarga
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->