Está en la página 1de 1

ALLE ORIGINI DEL ROMANTICISMO: LA POLEMICA BOHL DE FABER-MORA Nel 1814 a Cadice si accese una polemica che aveva

come sfondo il contrasto tra i postulati della tarda cultura illuminista, sostenuti da de Mora, e quelli del romanticismo tedesco, con maggiore esponente Bohl de Faber. Per i romantici tedeschi e per Bohl la letteratura moderna traeva le proprie origini dal cristianesimo e dallo spirito cavalleresco medievale, e non dal classicismo o dal razionalismo francese, frutto delle idee illuministiche che avevano impedito la libera espressione dei popoli ed erano state causa dei disordini rivoluzionari. La replica venne dallilluminsta e liberale Jos Joaquin de Mora, che sosteneva il valore ancora attuale delle regole classiche. I contenuti della polemica finirono sostanzialmente per riflettere lo scontro fra la cultura tradizionalista e nazionalista, identificata col romanticismo, e la cultura liberale, frutto tardivo dellilluminismo. Sar il ritorno in Spagna dei letterati mandati in esilio da Ferdinando II a dare inizio al movimento romantico. Dopo la scomparsa della rivista El Europeo, il Discorso sullinflusso che ha avuto la critica moderna sulla decadenza del teatro spagnolo(), di Don Agustn Durn, introdusse nuovi elementi nel dibattito sul romanticismo in Spagna. Duran proponeva la restaurazione del teatro nazionale in quanto espressione ideale del modo di vedere, di essere, di giudicare degli spagnoli